Colelitiasi: La colelitiasi o calcolosi biliare è una malattia consistente nella presenza di calcoli nei dotti biliari o nella cistifellea (o colecisti). Questi calcoli si formano in seguito all'accrescimento dei componenti della bile che formano cristalli.Bile: La bile o fiele è un liquido basico di colore giallo-verde secreto dal fegato della maggior parte degli animali vertebrati. In molte specie, essa viene prodotta e immagazzinata nella cistifellea tra un pasto e l'altro e, mangiando, è iniettata nel duodeno dove collabora ai processi della digestione.Pancreatite acuta: La pancreatite acuta è una flogosi acuta del pancreas, si manifesta rapidamente e al contrario della pancreatite cronica, salvo esiti di lesioni necrotiche, consente la piena restitutio ad integrum. Nella maggior parte dei casi la causa del danno all'organo è l'auto-digestione dello stesso da parte degli enzimi pancreatici.Colangiocarcinoma: Il colangiocarcinoma è una neoplasia maligna dell'albero biliare che origina dai dotti biliari interni ed esterni al fegato. Morfologicamente si tratta di un adenocarcinoma (cancro ghiandolare) relativamente raro, con un'incidenza annuale di 1-2 casi per 100.Palivizumab: Il palivizumab (nome commerciale Synagis, prodotto dalla MedImmune) è un anticorpo monoclonale ottenuta dalla tecnologia del DNA ricombinante. viene usato per la prevenzione delle infezioni da virus respiratorio sinciziale (RVS).Triade di Charcot: In medicina è detta triade di Charcot la presentazione clinica di tre sintomi associati in due diverse patologie: la colangite acuta e la sclerosi multipla. Entrambe le triadi devono il nome al medico francese Jean-Martin Charcot.Papilla duodenale maggiore: Nell'anatomia umana il coledoco e il dotto pancreatico maggiore perforano il duodeno formando una struttura che viene chiamata papilla duodenale maggiore.Sistema biliareColedoco: Il colèdoco (lat. ductus choledocus), conosciuto anche come dotto biliare comune, è il dotto originato dall'unione tra il dotto cistico che origina dalla cistifellea e il dotto epatico, che origina dal fegato.