... con i corrispondenti segnali extracellulari. Il concetto iniziale del modello a mosaico fluido, che prevedeva una distribuzione ... In condizioni fisiologiche, sia le molecole lipidiche sia quelle proteiche in esse immerse sono in grado di muoversi ... Questa caratteristica è conseguenza della composizione lipidica e proteica della membrana. Il doppio strato fosfolipidico ... non solo nella componente proteica, ma anche nella stessa componente lipidica, per cui la membrana plasmatica è caratterizzata ...
Come la tioflavina T si lega anch'essa alle fibrille di amiloide ma non ai monomeri e dà un segnale di emissione di ... Il comportamento fluorescente può essere causato da molti fattori che influenzano la distribuzione di carica per lo stato ... Il colorante è ampiamente utilizzato per visualizzare e quantificare la presenza di aggregati proteici mal ripiegati detti ... Quest'ultima caratteristica fa si che la Tioflavina S mostri un alto segnale di fluorescenza di background rendendo impossibile ...
Un altro grande classe di comparti proteici sono i microcompartimenti batterici, che sono fatti di un involucro proteico che ... Qui, un segnale, ad esempio un ormone o un potenziale d'azione apre i canali del calcio in modo che entri nel citosol. Questo ... Questi microdomini potrebbero influenzare la distribuzione delle grandi strutture come i ribosomi e gli organuli all'interno ... Le molecole proteiche che non legano alle membrane cellulari o al citoscheletro vengono sciolti nel citosol. La quantità di ...
Questi segnali elettrici sono dovuti a modificazioni transitorie dei flussi di corrente che, sotto forma di ioni, entrano ed ... I grossi anioni proteici (A-) non passano attraverso i porocanali perché hanno diametro enorme e restano all'interno della ... In realtà questa differenza di cariche è data dall'ineguale distribuzione di fosfolipidi di membrana che portano una carica ... I segnali elettrici transitori sono particolarmente utili per trasmettere, velocemente e a lunga distanza, informazioni fugaci ...
... un motore proteico). Hanno un diametro di circa 0,2 µm e una lunghezza di 5 -10 µm. Le ciglia vibratili caratterizzano la ... che causa la distribuzione asimmetrica delle sostanze nell'embrione. Michael H. Ross e Wojciech Pawlina, Istologia: testo e ... e hanno la funzione di rilevare segnali provenienti dall'ambiente esterno, fungendo così da meccanosensori, osmosensori o ...
Migliorare la distribuzione farmacocinetica[modifica , modifica wikitesto]. Si potrebbe forzare la distribuzione a tessuti ... Complessi proteici[modifica , modifica wikitesto]. Attualmente si sta spostando molto interesse della medicina sui complessi ... Il computer dovrebbe essere capace di interpretare, registrare e rispondere ai segnali che il corpo emette quando percepisce ... Qualche autore parla anche di rete gigante di complessi proteici coerente[55] In quest'ottica la nanoscopia sta divenendo una ...
... spostano la cella in una condizione di sintesi proteica, mentre inibiscono il catabolismo proteico. Proteine segnale chiamate ... anche se questa distribuzione varia tra le persone, e anche all'interno di diversi muscoli di una individuo. Negli esseri umani ... Cioè, l'attivazione dell'enzima AMPK durante l'esercizio di endurance può inibire i segnali che avviano la sintesi proteica ... In realtà è dimostrabile che anche a basse intensità e lunghi TUT si riesca a stimolare l'aumento della sintesi proteica delle ...
Il concetto iniziale del modello a mosaico fluido, che prevedeva una distribuzione casuale delle proteine con ampia libertà di ... In condizioni fisiologiche, sia le molecole lipidiche sia quelle proteiche in esse immerse sono in grado di muoversi ... sia da piattaforme per la genesi di segnali intracellulari, per cui in essi sono concentrate proteine specifiche. ... Questa caratteristica è conseguenza della composizione lipidica e proteica della membrana. Il doppio strato fosfolipidico ...
7 Elaborazione dei segnali PE7_8 Reti (di comunicazione, di sensori, di robot, ecc.) PE7_9 Interfacce Uomo-Macchina PE7_10 ... 5 Sintesi proteica, modificazione e turnover LS1_6 Sintesi dei lipidi, modificazione e turnover LS1_7 Sintesi dei carboidrati, ... distribuzione del reddito e povertà SH1_12 Economia pubblica SH1_13 Commercio internazionale SH1_14 Storia del pensiero ... 8 Trasduzione del segnale LS3_9 Sviluppo, genetica dello sviluppo, formazione del pattern ed embriologia negli animali LS3_10 ...
In tale rete, gli input, i segnali in ingresso, sono rappresentati da proteine come i fattori di trascrizione, a loro volta i ... Oltretutto, la fusione del gene con la GFP può generare una variazione dell'attività del prodotto proteico. Un sistema di ... correlate alla distribuzione tridimensionale dei tessuti) che temporali (stadio di sviluppo). Le variazioni dell'espressione ... è quello di fondere il gene che codifica tale prodotto proteico con un gene reporter, come la Green Fluorescent Protein, che ...
Per intraprendere un movimento particolare, la corteccia cerebrale invia un segnale ai nuclei basali che porta ad inibire uno ... Se questi movimenti appaiono bruschi e con una distribuzione casuale, essi suggeriscono una diagnosi di malattia di Huntington ... iniziando ad interferire con la funzione del neurone confluendo in un processo chiamato aggregazione proteica, una forma di ...
La composizione proteica dei rafts è dinamica, in quanto, a seconda delle necessità funzionali della cellula, le proteine ... Il parallelo tra la distribuzione di GSL e GPI-anchored proteins ha portato van Meer e Simons ad ipotizzare che le due classi ... Le principali funzioni dei DRM comprendono la generazione di segnali intracellulari, il rimodellamento del citoscheletro ed il ... Le dimensioni di questi microdomini sono notevolmente maggiori rispetto ad altri aggregati proteici pur presenti nella membrana ...
Folding • Replicazione del DNA • Riparazione del DNA • Sintesi proteica • Trascrizione. Altri progetti[modifica , modifica ... e hanno la funzione di rilevare segnali provenienti dall'ambiente esterno, fungendo così da meccanosensori, osmosensori o ... che causa la distribuzione asimmetrica delle sostanze nell'embrione. ... un motore proteico). Hanno un diametro di circa 0,2 µm e una lunghezza di 5 -10 µm. ...
La trasmissione dei segnali segue gli stessi meccanismi dei Vertebrati: lungo gli assoni sotto forma di impulso elettrico, per ... Le fonti proteiche utilizzate sono rappresentate, secondo i casi, dal polline, da escrementi di animali o da altri materiali. ... Altre classificazioni possono riguardare la posizione e la distribuzione nel corpo. Per quanto riguarda la natura del secreto, ... L'ecdisone stimola la genesi della nuova cuticola, perciò è il segnale biologico che avvia una nuova muta. La neotenina, invece ...
... ad esempio la genesi di segnali intracellulari). I microdominî meglio conosciuti sono le zattere lipidiche e le caveole. La ... Se il modello iniziale prevedeva una distribuzione casuale delle proteine, dando loro ampia libertà di movimento, questo è ... con due strati esterni di natura proteica con configurazione beta ed uno strato intermedio lipidico, per uno spessore ... La tecnica di freeze-fracturing consente anche un'analisi particolareggiata della distribuzione delle proteine di membrana, che ...
La sua struttura è molto semplice: è composto da un genoma a RNA racchiuso in un involucro proteico chiamato capside. Oltre a ... Con la distruzione delle cellule nervose, i muscoli non ricevono segnali dal cervello o del midollo spinale. Senza la ... La presenza del virus nel sangue, nota come viremia, ne consente un'ampia distribuzione nel corpo. Il poliovirus può ... il nervo vago che invia segnali al cuore, all'intestino e ai polmoni, e il nervo accessorio che controlla il movimento ...
Mentre i cibi proteici, pur mostrando valori sull'indice di sazietà non dissimili da quelli della frutta in oggetto, hanno la ... I segnali di sazietà sono generati sia prima che dopo l'assorbimento del cibo. Le fibre solubili, dalle proprietà tipicamente ... Non riconosce cioè la diversa distribuzione dei macronutrienti nei cibi. Pare chiaro che per determinare il fattore qualitativo ... Tenendo conto del diverso grado di sazietà delle categorie di cibo e dei macronutrienti, emerge che i cibi proteici soddisfano ...
... permettendo il riconoscimento di segnali extracellulari; funzione enzimatica, con la generazione di segnali intracellulari, ... I segmenti proteici che attraversano il doppio strato lipidico sono composti principalmente da aminoacidi non polari ( ... I primi due meccanismi lavorano in concerto per mantenere la distribuzione asimmetrica dei fosfolipidi, mentre il terzo ... Poiché i legami peptidici ( -CO-NH+) tra gli aminoacidi che costituiscono la catena proteica sono essi stessi polari, i ...
Distribuzione[modifica , modifica wikitesto]. La 5-idrossitriptamina (serotonina) (5-HT) è un neurotrasmettitore con funzioni ... Centri cerebrali superiori sono coinvolti sia nella elaborazione dei segnali afferenti GI e la comunicazione dei cambiamenti in ... nel veleno proteico (contryphans) di molluschi gasteropodi marini del genere conus.[2] ... Il cervello possiede una specifica isoforma di triptofano idrossilasi (TPH2) che ha una distribuzione tissutale che si ...
Distribuzione. Funzioni FcγRI (CD64). Elevata. 3. catene γ. Macrofagi, neutrofili, linfociti B (debolmente). Attivazione della ... La trasduzione dei segnali è iniziata dal cross-linking delle catene α. Le tappe prevedono: *fosforilazione dei residui di ... La componente proteica di questo siero venne chiamata inizialmente antitossina per l'azione rivolta verso la tossina difterica ... La trasduzione dei segnali è iniziata dal cross-linking delle catene. Le tappe prevedono: *fosforilazione dei residui di ...
L'etilene è essenziale anche nel ruolo di "segnale d'allarme" chimico-fisico in caso di infestazioni della pianta da parte di ... I governi locali della Bassa Sassonia e dello Schleswig-Holstein mantengono una rete di distribuzione che va dalla regione ... che funge da fattore di trascrizione nella sintesi proteica e avvia l'espressione di alcuni geni specifici. Il primo gene ... In Germania ed in alcune parti dei Paesi Bassi esiste una rete di distribuzione dell'etilene (e di altri prodotti di base per ...
Il rischio di contrarre l'infezione in gravidanza non è diverso rispetto alla non-gravidanza, e la distribuzione dei tipi ... Per questo, non può essere usata singolarmente come aptene e deve essere "fusa" con complessi proteici più immunogenici. La ... evitando la risposta cellulare T mediata e inoltre inibisce l'apoptosi e altera i segnali promossi dal legame di EGF e di PDGF ...
La distribuzione anatomica dei corpi di Lewy è spesso direttamente correlata all'espressione e al grado dei sintomi clinici di ... L'accumulo di ferro nella substantia nigra si osserva tipicamente in combinazione con le inclusioni proteiche. Ciò può essere ... una riduzione complessiva dell'uscita dei segnali motori. I farmaci che vengono usati per trattare la malattia di Parkinson, ... correlato allo stress ossidativo, all'aggregazione proteica e alla morte neuronale, ma i meccanismi che regolano questo ...
La digestione proteica è svolta dagli enzimi litici, chimosina chiamata anche rennina o labfermento in quanto specifica per la ... Lo svuotamento gastrico è determinato principalmente da segnali provenienti dal duodeno e dallo stomaco ed è regolato in modo ... Come per le arterie, sono frequenti e numerose le varianti della distribuzione venosa. La vena gastrica sinistra drena il ... Il ruolo principale dello stomaco è quello di digerire in filamenti lineari le molecole proteiche ingerite con l'alimentazione ...
La distribuzione delle assegnazioni del codone nel codice genetico non è casuale. Per esempio, determinati gruppi di codice ... Ad esempio, la sintesi proteica che avviene nei mitocondri umani si basa su un codice genetico leggermente diverso da quello ... 61 di essi codificano gli amminoacidi, mentre i restanti tre (UAA, UAG, UGA) codificano segnali di stop (stabiliscono, cioè, a ... In certe proteine, gli amminoacidi non standard sono sostituiti da codoni di stop, a seconda delle sequenze di segnali ...
Le reazioni allergiche agli additivi alimentari nei cibi non proteici sono poco comuni. Vari aromi ed additivi alimentari ... Questo legame (antigene + 2 IgE + recettore FcεR) determina un'attivazione dei processi di trasduzione di segnale ... delle allergie alimentari sono chiaramente correlate all'età e ad alcune aree geografiche con una diversa distribuzione del ... Qualunque proteina o frazione proteica può costituire una fonte allergenica, indipendentemente dal fatto che provenga da ...
Invece, in assenza di introduzione proteica, l'azione del GH non può tradursi in anabolismo proteico, poiché questa azione è ... L'insulina lega il recettore (1), che avvia diverse cascate di trasduzione del segnale (2). Tra di esse figura la traslocazione ... Novo Nordisk A/S Danimarca: Novorapid, Actrapid (ora fuori distribuzione);. *Sanofi Aventis: Lantus. ... è ridurre il catabolismo proteico ricoprendo in realtà un ruolo minore nella sintesi proteica[5][6], anche se alcuni studi ...
Myc è un oncogene codificante per una proteina che rappresenta il traguardo finale del segnale di proliferazione convogliato da ... Ricostruzione tridimensionale di una delle catene proteiche che compone le integrine, anch'esse chiamate in causa nella ... Elaborando queste informazioni si ricava che l'assetto della distribuzione dell'incidenza prevede una discrepanza minima tra il ... hanno dimostrato una stretta relazione tra i segnali innescati da CRMP-1[115] e la motilità cellulare, con aumento del grado di ...
Ognuno dei suoi 4 globuli proteici, detto globina, ha al suo interno una molecola di protoporfirina che coordina uno ione ferro ... in quanto il CO ha funzione di trasmettitore di segnali. L'emoglobina si può presentare in varie isoforme fisiologiche: Hb di ... misura dell'ampiezza della distribuzione dell'emoglobina) Mioglobina Carbodiossiemoglobina Eme Anemia sideropenica ...
Myc è un oncogene codificante per una proteina che rappresenta il traguardo finale del segnale di proliferazione convogliato da ... Elaborando queste informazioni si ricava che l'assetto della distribuzione dell'incidenza prevede una discrepanza minima tra il ... carcinoma del polmone assumono particolarmente importanza le vie di segnalazione cellulare che riguardano tre sistemi proteici ... in quanto il segnale inibitorio verso il nucleo non verrebbe trasmesso) L'erlotinib, un altro inibitore dei domini tirosin ...
La rete di distribuzioneModifica. In Germania ed in alcune parti dei Paesi Bassi esiste una rete di distribuzione dell'etilene ... L'etilene è essenziale anche nel ruolo di "segnale d'allarme" chimico-fisico in caso di infestazioni della pianta da parte di ... che funge da fattore di trascrizione nella sintesi proteica e avvia l'espressione di alcuni geni specifici. Il primo gene ... I governi locali della Bassa Sassonia e dello Schleswig-Holstein mantengono una rete di distribuzione che va dalla regione ...
L'area di distribuzione naturale segue la valle del Nilo tra Egitto e Sudan. Apis mellifera major Ruttner, 1978, o Ape del ... La regina si accoppia con altri fuchi (8-9 circa) per poi planare sull'alveare, dando alle operaie, in tal modo, un segnale in ... un complesso enzimatico di natura proteica che depolimerizza l'acido ialuronico facilitando lo scambio dei liquidi attraverso ... La distribuzione delle api nel grappolo avviene secondo l'età: quelle che si trovano al centro sono le "operaie di casa", ...
La composizione proteica dei rafts è dinamica, in quanto, a seconda delle necessità funzionali della cellula, le proteine ... Il parallelo tra la distribuzione di GSL e GPI-anchored proteins ha portato van Meer e Simons ad ipotizzare che le due classi ... Le principali funzioni dei DRM comprendono la generazione di segnali intracellulari, il rimodellamento del citoscheletro ed il ... Le dimensioni di questi microdomini sono notevolmente maggiori rispetto ad altri aggregati proteici pur presenti nella membrana ...
Per questo, non può essere usata singolarmente come aptene e deve essere "fusa" con complessi proteici più immunogenici. La ... Il rischio di contrarre l'infezione in gravidanza non è diverso rispetto alla non-gravidanza, e la distribuzione dei tipi ... apoptosi e altera i segnali promossi dal legame di EGF e di PDGF con i rispettivi recettori ...
La distribuzione anatomica dei corpi di Lewy è spesso direttamente correlata all'espressione e al grado dei sintomi clinici di ... Ciò può essere correlato allo stress ossidativo, all'aggregazione proteica e alla morte neuronale, ma i meccanismi che regolano ... una riduzione complessiva dell'uscita dei segnali motori.[33] I farmaci che vengono usati per trattare la malattia di Parkinson ... L'accumulo di ferro nella substantia nigra si osserva tipicamente in combinazione con le inclusioni proteiche. ...
Distribuzione. Funzioni FcγRI (CD64). Elevata. 3. catene γ. Macrofagi, neutrofili, linfociti B (debolmente). Attivazione della ... La trasduzione dei segnali è iniziata dal cross-linking delle catene α. Le tappe prevedono: *fosforilazione dei residui di ... La componente proteica di questo siero venne chiamata inizialmente antitossina per l'azione rivolta verso la tossina difterica ... La trasduzione dei segnali è iniziata dal cross-linking delle catene. Le tappe prevedono: *fosforilazione dei residui di ...
... molti animali utilizzano segnali olfattivi per mandare segnali territoriali (ad esempio urinando o rilasciando secreti ... DistribuzioneModifica. Grazie alle loro caratteristiche di omeotermia ed endotermia, i mammiferi sono riusciti a colonizzare ... I peli dei mammiferi hanno composizione prevalentemente proteica: in particolare, essi sono costituiti per la quasi totalità da ... Tutti i mammiferi comunicano fra loro: la comunicazione può avvenire tramite segnali chimici, vocali (richiami), tattili ( ...
Ipotesi resistenza-proteica[modifica , modifica wikitesto]. Tra i fattori legati all'alimento va considerata la stabilità delle ... Un segnale per avvertire la presenza di arachidi e polvere di arachidi ... delle allergie alimentari sono chiaramente correlate all'età e ad alcune aree geografiche con una diversa distribuzione del ... Le reazioni allergiche agli additivi alimentari nei cibi non proteici sono poco comuni[61][66]. Vari aromi ed additivi ...
Cotton Segnali di fumo 01:10, 10 lug 2014 (CEST) La pagina esiste in altre lingue - non che questo provi nulla, ma parla dell'" ... Mettiamola in questi termini: il valore biologico di un alimento proteico è tanto più alto quanto più la composizione ... Non sarà perché la sovrappopolazione e la distribuzione delle risorse rendono più sostenibile la collocazione dell'uomo come ... Cotton Segnali di fumo 01:47, 10 lug 2014 (CEST). A me pare che la pagina non sia "segnatamente vegana", casomai contiene ...
In questo caso la materia vivente reagisce cioè non alla potenza del segnale, ma al segnale stesso. L'esistenza di un rischio ... è un fillosilicato sono via via sostituiti da prodotti meno tossici come polveri proteiche); nel 2012 nel volume 102 ... cavi elettrici percorsi da correnti alternate di forte intensità come gli elettrodotti della rete elettrica di distribuzione ( ... Tutti i tumori sono causati da un danno genetico e la presenza di micronuclei nelle cellule è il primo segnale d'allarme del ...