695-699, DOI:10.1016/0039-6028(92)91335-9, ISSN 0039-6028 (WC · ACNP). Generatore termoelettrico a radioisotopi. ... a radioisotopi e reattore nucleare. L'applicazione più seriamente perseguita, comunque, era l'integrazione di elementi di ...
Sono noti 21 radioisotopi del plutonio. I più stabili sono 244Pu, con emivita di 80,8 milioni di anni, 242Pu con emivita di 373 ... A differenza di altri radioisotopi naturali quali il radio o il carbonio-14, il plutonio è stato prodotto, concentrato e ... viene per questo usato nei generatori termoelettrici a radioisotopi (RTG) come quelli che alimentano le sonde Galileo e Cassini ... adatto per l'uso in generatori termoelettrici a radioisotopi (vedi sopra per ulteriori dettagli). L'isotopo 240Pu è soggetto ...
I radioisotopi a vita più lunga sono il 135Cs (emivita di 2,3 milioni di anni), il 137Cs (emivita di 30,1671 anni) e il 134Cs ( ... Il cesio-135 è un radioisotopo del cesio lievemente radioattivo, che va incontro a decadimento beta di bassa energia, ...
Sono stati preparati artificialmente 13 radioisotopi di scandio; i tre più stabili sono 46Sc con emivita di 83,79 giorni, 47Sc ...
... alcuni dei suoi radioisotopi presentano un'altissima tossicità radiologica. L'idrossido di cesio è una base estremamente forte ...
Le fonti artificiali (o tecnologiche) sono principalmente legate all'impiego dei radioisotopi in medicina a scopo diagnostico ( ... Questi isotopi sono chiamati isotopi radioattivi, radionuclidi, o radioisotopi. La disintegrazione (o decadimento radioattivo) ...
... ha tre generatori termoelettrici a radioisotopi (RTGs). Ogni MHW-RTG contiene 24 sfere di ossido di plutonio-238. Gli ...
L'attinio-225 è un membro della serie dei radioisotopi del nettunio. Fu scoperto nel 1947 come prodotto di fissione dell'uranio ... I ricercatori individuarono, infine, oltre 100 tipi diversi di radioisotopi. Come appena sottolineato, tutti questi elementi ... ovvero radioisotopi prodotti dal suo decadimento. Recenti studi inducono a credere che attinio vero e proprio non sia stato ...
Ragione per cui ancora oggi il fiume trasporta pericolosi radioisotopi. La concentrazione di Cesio-137 sta ancora aumentando ...
La maggior parte degli altri radioisotopi decadono entro un giorno. 199Hg e 201Hg sono i nuclei più studiati con la tecnologia ...
Dei molti radioisotopi il più stabile è 192Ir (con un'emivita di 73,83 giorni) che decade in 192Pt. Gli altri radioisotopi ...
... radioterapia con radioisotopi nel sistema, o radioterapia con sorgente non sigillata. Le differenze sono nella posizione della ... infine i radioisotopi nel sistema sono somministrati per infusione o ingestione orale. Nella brachiterapia le sorgenti ...
Tutti i radioisotopi hanno tempi di decadimento inferiori a tre minuti. La massa atomica dell'ossigeno è però inferiore a 16, ...
Gli altri radioisotopi dello iodio non vengono mai usati nella brachi-terapia. A causa dell'utilizzo dello 131I come isotopo ... Altri radioisotopi dello iodio sono spesso creati con tecniche costose, ad esempio con l'irradiazione nel reattore nucleare di ... Il 131I viene dunque usato come radioterapia tramite radioisotopi nella cura dell'ipertiroidismo provocato dalla sindrome di ... è un radioisotopo importante dello iodio. La sua emivita di decadimento radioattivo è di circa 8 giorni. I suoi utilizzi sono ...
Inoltre, bombardarono l'alluminio e il magnesio con neutroni per creare nuovi radioisotopi. Nelle reazioni nucleari, a ...
Attualmente, l'unica fonte praticabile di energia è un generatore termoelettrico a radioisotopi. Dopo la missione Voyager, le ...
Presto la tecnica con accelerazione soppiantò la più vecchia tecnica del "conteggio di decadimenti" per questi radioisotopi, ... rendendo possibile la rivelazione di radioisotopi naturali con vita estesa come 10Be, 36Cl, 26Al and 14C. La loro abbondanza ... riferì anche del primo successo nella datazione con radioisotopi usando il trizio. Il suo articolo fu di diretta ispirazione ...
Attualmente, l'unica fonte praticabile di energia è un generatore termoelettrico a radioisotopi. Ciò determina alcuni problemi ...
... colpire i radioisotopi con i raggi gamma prodotti da un apposito laser. Nonostante i notevoli investimenti in tempo e denaro, ... è data dal tempo di decadimento del radioisotopo utilizzato mentre la durevolezza è data dallo stress da bombardamento di ... cioè il bombardamento dei radioisotopi con neutroni prodotti per "spallazione" da un bersaglio colpito con protoni accelerati ...
... studiato con l'ausilio dei radioisotopi del metallo. Il metabolismo cellulare degli acidi nucleici, studiato con radioisotopi e ...
Questa latenza è di solito più breve per i difosfonati rispetto allo stronzio 89, in quanto i radioisotopi con cui sono marcati ... I difosfonati inoltre sono marcati con radioisotopi che presentano anche un'emissione gamma; per tale ragione è anche possibile ...
I radioisotopi sono isotopi radioattivi, cioè radionuclidi di uno stesso elemento chimico. Il termine più corretto per indicare ...
Questi radioisotopi, espulsi nell'esplosione, eccitano il materiale che li circonda, facendolo emettere radiazione. Nella fase ...
Ha prodotto rari radioisotopi della più alta qualità, utili alla medicina e all'industria. In esso venne condotto il primo test ...
Gli RTG funzionano convertendo il calore proveniente dal decadimento dei radioisotopi in elettricità. Gli RTG consistono in due ... Un generatore termoelettrico a radioisotopi (RTG) è essenzialmente una "batteria nucleare" che converte il calore in ... Il Multi-Mission Radioisotope Thermoelectric Generator (MMRTG) è un tipo di generatore termoelettrico a radioisotopi, ... I GHPS sono il blocco base di sicurezza nei sistemi di alimentazione a radioisotopi. Essi sono grandi quanto una moneta da 1 ...