L'anilina può essere prodotta dal benzene in due passaggi. Dapprima il benzene viene nitrato, cioè fatto reagire con una ... Molti derivati dell'anilina possono essere sintetizzati in modo simile. L'anilina è una sostanza velenosa con possibili effetti ... È un'ammina primaria la cui struttura è quella di un benzene, in cui un atomo di idrogeno è stato sostituito da un gruppo NH2. ... L'anilina ed i suoi derivati sostituiti sull'anello aromatico reagiscono facilmente con l'acido nitroso per dare i ...
benzene, toluene, xilene, stirene), alcooli (es. etanolo, metanolo, isopropanolo), glicoli (es. glicole etilenico, glicole ... dietilenico) ed eteri derivati, solfuro di carbonio. Sono sostanze liposolubili e il rischio è reso maggiore dalla loro ...
Studiò la relazione del benzene con l'acido benzoico e altri derivati. Tra 1829-1830 pubblicò Lehrbuch der Chemie, che contiene ...
I derivati del petrolio sono le fonti più comuni di benzene. Analogamente a quanto faccia il benzene, altri composti chimici ... Il benzene (benzolo) ed i suoi composti sono tra i più comuni inquinanti in grado di attraversare la cute integra. Questi ... L'acido cianidrico (H-C≡N) ed i suoi sali derivati (cianuri: cianuro di sodio, Na-C≡N, e cianuro di potassio, K-C≡N) agiscono ... Avvelenamento da benzene, su arpa.veneto.it. Tossicità dell'etere (PDF), su sigmaaldrich.com. Tossicità dell'acquaragia (DOC), ...
Nella reazione si formano però anche altri isomeri del benzene come il benzvalene. I derivati del fulvene sono detti fulveni. ... Isomerisation of benzene and some benzene derivatives to fulvenes, in J. Chem. Soc., 1960, pp. 2003-2007, DOI:10.1039/ ... I derivati del fulvene sono composti molto colorati e reattivi. In genere si preparano a partire da ciclopentadiene o ... accesso richiede url (aiuto) ^ L. Kaplan, K. E. Wilzbach, Photolysis of benzene vapor at 1849 Å, in J. Am. Chem. Soc., vol. 89 ...
È uno dei tre possibili isomeri derivati del benzene con tre gruppi carbossilici; gli altri due isomeri sono l'acido trimesico ...
È uno dei tre possibili isomeri derivati del benzene con tre gruppi carbossilici; gli altri due isomeri sono l'acido ... EN) D. J. Duchamp e R. E. Marsh, The crystal structure of trimesic acid (benzene-1, 3, 5-tricarboxylic acid), in Acta Cryst., ...
È uno dei tre possibili isomeri derivati del benzene con tre gruppi metile; gli altri due isomeri sono l'1,2,4-trimetilbenzene ... acetone e benzene. L'emimellitene fu sintetizzato per la prima volta nel 1882 da Oscar Jacobsen, professore di chimica ...
Il benzene e molti dei suoi derivati sono noti per essere cancerogeni in vitro. Mentre alcuni studi hanno suggerito un legame ... Austin H, Delzell E, Cole P, Benzene and leukemia. A review of the literature and a risk assessment, in Am J Epidemiol, vol. ... Vi è un dibattito circa il rischio dell'esposizione chimica professionale al benzene e ad altri solventi organici aromatici ... tra l'esposizione professionale al benzene e all'aumento del rischio di leucemia mieloide acuta, altri hanno suggerito un ...
Oltre agli alchilati del benzene sono presenti quantità significative di indene, naftalene e derivati di questi. Ha densità ...
Benzene; presente nel petrolio e nella benzina, ampiamente usato in passato come solvente per vernici ed ora quasi del tutto ... Esso necessita di una conversione ossidativa in derivati vari (1,4-benzochinone, 1,2,4-tri-idrossibenzene, ecc.) che poi ... benzene, alcuni tipi di fertilizzanti chimici e alcuni agenti inquinanti. La prognosi è generalmente buona e varia da tipo a ... come il benzene), una precedente cura chemioterapica e la sindrome di Down. Gli individui con una storia familiare di leucemia ...
... tra cui anche i derivati del benzene e il naftalene. Purtroppo, la reazione non avviene se si adoperano fenoli o substrati ...
Queste sostanze fanno parte dei composti organici volatili (COV) che si trovano nei prodotti derivati dal petrolio quali la ... BTEX è l'acronimo di benzene, toluene, etilbenzene e xilene. ...
I derivati chimici dei terfenili spesso presentano una ossidazione chinonica del benzene centrale per cui è facile che vengano ... meno frequenti sono i derivati del m-terfenile, mentre sono tuttora sconosciuti i derivati dell'o-terfenile. Nello specifico, i ... Derivati dei terfenili sono stati scoperti per la prima volta nella seconda metà del XIX secolo sotto forma di pigmenti ... ortho-terfenile meta-terfenile para-terfenile Dei terfenili sono presenti in natura specialmente i derivati del p-terfenile, ...
I derivati del 1,2-diboretanuro hanno un forte carattere omoaromatico nel loro legame a due elettroni su tre atomi (boro, boro ... In teoria sono omoaromatici, ma la delocalizzazione porta ad una stabilizzazione che non supera il 5% di quella del benzene. A ... Altri composti considerati omoaromatici neutri sono i 1,2-diboretani e relativi derivati. In questi composti contenenti boro lo ... è stato molto dibattuto se i derivati del semibullvalene abbiano veramente una delocalizzazione che li classifichi come ...
Il termine xilene si riferisce alla miscela di tre composti isomeri derivati dal benzene, chiamati rispettivamente orto-xilene ... Lo xilene è simile al benzene e avendo una struttura planare è molto stabile. È solubile in alcool etilico e etere etilico ma ... I prefissi o-, m- e p- indicano dove i gruppi metile sono legati all'anello del benzene. Nella nomenclatura IUPAC l'isomero o- ... Lo xilene è un idrocarburo o, più specificamente, in quanto derivato del benzene, un idrocarburo aromatico. ...
... arricchendo la serie del benzene di numerosi derivati. Si interessò notevolmente ad una serie di molecole presenti nelle piante ... Guglielmo Koerner, Paranitroaniline ortoalogenate e loro derivati, Roma, Tipografia della Regia Accademia Dei Lincei, 1913. ...
In seguito, mediante la sostituzione del benzene con un gruppo N-ftalmidico, si è ottenuto il Tetramethrin (neopinamina) e, ... Si tratta di fumiganti ed anche di derivati nicotinici e composti di sintesi. L'asfissia vera e propria, cioè l'occlusione ... Il carbaryl fu prodotto sostituendo la catena laterale dell'acido carbammico con due anelli di benzene; nel grafico a fianco si ... Durante una sintesi programmata fra derivati degli erbicidi dichlobenil e fenuron si ottenne un prodotto che non aveva attività ...
Il termostabile polibenzimidazolo (PBI) contiene imidazolo fuso con un anello di benzene e collegato a un altro benzene, e ... Alcuni derivati dell'imidazolo mostrano effetti sugli insetti, ad esempio il nitrato di sulconazolo presenta un forte effetto ... I derivati dell'imidazolo sostituiti sono utili nel trattamento di molte infezioni fungine sistemiche. Gli imidazoli ... Molti composti di rilevanza industriale e tecnologica contengono derivati dell'imidazolo. ...
... che sono dei derivati degli acidi carbossilici, il carbonile (C=O) è legato a un atomo di alogeno. Altri importanti derivati ... come il benzene) per il fatto di non possedere aromaticità. Man mano che si vanno aggiungendo altri elementi chimici differenti ... Gli alogenuri alchilici sono derivati direttamente dagli idrocarburi alifatici aggiungendo atomi di alogeno; allo stesso modo, ... derivati solo formalmente dall'acido carbonico (in realtà inesistente in soluzione acquosa), oltre ad altre piccole eccezioni. ...
I derivati dell'acido maleico sono noti come maleati (da non confondersi con i malati che derivano dall'acido malico). Viene ... ottenuto industrialmente dall'idrolisi dell'anidride maleica, a sua volta ottenuta per ossidazione del n-butano o del benzene ( ...
La sua struttura è quella di un benzene, in cui un atomo di idrogeno è stato sostituito da un gruppo nitro -NO2. Il ... Trova principalmente uso come intermedio nella produzione dell'anilina e dei suoi derivati, ma può essere usato anche sia come ... Il nitrobenzene viene prodotto per nitrazione del benzene, seguendo il meccanismo di reazione descritto nella figura seguente. ... prevalentemente in posizione meta e in condizioni più drastiche di quelle normalmente adottate per far reagire il benzene, in ...
Le produzioni principali erano infatti limitate ai seguenti prodotti: cloro-soda e derivati, glicol etilenico, etilene, ... dicloroetano, fenolo, stirene, butadiene, benzene, toluene, acetilene, xilene ed etilbenzene. Gli stabilimenti produttivi si ...
La pirimidina è una molecola organica eterociclica aromatica, simile al benzene e alla piridina, contenente due atomi di azoto ... Tre basi azotate presenti negli acidi nucleici, chiamate citosina, timina ed uracile, sono derivati della pirimidina. Le ... Disambiguazione - Se stai cercando la classe di composti derivati dalla pirimidina, vedi Pirimidine. ...
L'utilizzazione di tali anioni carborani ha permesso ad esempio di isolare ioni arenio come benzene e toluene protonati sotto ... Nonostante le buone proprietà non coordinanti, anioni derivati dai carborani hanno però sinora trovato limitato utilizzo a ...
Il tiofene fu originariamente scoperto da Viktor Meyer nel 1883, come contaminante del benzene. Tra i suoi principali derivati ... Tiofene e derivati vengono classicamente sintetizzati per reazione di 1,4-dichetoni con agenti solforanti quali il reagente di ... Il tiofene è un composto aromatico, anche se calcoli teorici indicano una aromaticità minore rispetto a quella del benzene. La ... A temperatura ambiente il tiofene si presenta come un liquido incolore dall'odore simile al benzene, composto col quale ...
Derivati ossigenati e poli-idrossilati (1-4-idrochinolo, 1-2-4-triidrossibenzene, para-benzochinone) sono le specie ... e l'esposizione a sostanze chimiche tossiche come il benzene. Questo semplice solvente non agisce come tale, ma necessita della ...
È insolubile in acqua, mentre è solubile in benzene e in etere dietilico. La molecola del fluorene è quasi planare, infatti ... La purificazione del fluorene sfrutta la sua acidità e la bassa solubilità dei suoi derivati di sodio in idrocarburi. Tutti e ...
Riconobbe anche che queste specie fortemente colorate sono isomeri di derivati del benzene.Nel 1917 descrisse una ... Questo portò nel 1899 a predire l'esistenza della risonanza del benzene, e Thiele propose una struttura di risonanza usando un ... che sarà poi usato come antitumorale più di 50 anni dopo.Dopo che nel 1865 Kekulé ebbe proposto la struttura del benzene, ... che considerava legami carbonio-carbonio doppi e tripli per spiegare la particolare reattività del benzene. ...
Arini · Ciclofani · Benzene · Fenoli · Eterocicli aromatici. Contenenti azoto. Alcaloidi · Ammonio · Ammidi · Ammine · Azine · ... I derivati più stabili contengono due gruppi arilici. Nell'immagine accanto viene mostrato l'isomero trans dei tre possibili ...
... in prevalenza benzene. Nelle acque di falda furono rilevate anche le diossine in concentrazioni di 53 parti per miliardo. Nel ... acidi grassi e organocloruri derivati dalla fabbricazione di coloranti, profumi, solventi per la gomma e resine sintetiche". Le ...
Arini · Ciclofani · Benzene · Fenoli · Eterocicli aromatici. Contenenti azoto. Alcaloidi · Ammonio · Ammidi · Ammine · Azine · ... Gli alogenuri alchilici sono dei composti organici, saturi o insaturi, derivati dagli idrocarburi alifatici per sostituzione di ... derivati allo stesso modo da idrocarburi aromatici. ...
L'anilina può essere prodotta dal benzene in due passaggi. Dapprima il benzene viene nitrato, cioè fatto reagire con una ... L'anilina ed i suoi derivati sostituiti sull'anello aromatico reagiscono facilmente con l'acido nitroso per dare i ... è quella di un benzene, in cui un atomo di idrogeno è stato sostituito da un gruppo NH2. A temperatura ambiente si presenta ... I principali derivati dell'anilina sono il para-ammino-fenolo e la 2,4-diossi-anilina; a loro volta questi intermedi devono ...
Solubilissima in acqua, molto solubile in cloroformio, praticamente insolubile in etere, in acetone e in benzene. La sostanza ... derivati demetilati e i corrispondenti glucuronidi. La piridostigmina viene eliminata dall'organismo sia tramite processi ...
I chinoni sono una classe di composti organici formalmente derivati da composti aromatici (quali ad esempio benzene e naftalene ... Del benzochinone, ovvero del chinone più semplice, quello derivato dal benzene, esistono due isomeri. La formula bruta del ... Con "chinone" si indica anche un insieme di composti che possono essere considerati come dei derivati analoghi strutturali. I ... In natura vi sono moltissimi esempi di composti derivati dal benzochinone e dotati di proprietà biologiche o farmacologiche ...
b) Sono insolubili nei solventi apolari come l'etere di petrolio, il benzene o l'etere; sono invece abbastanza solubili in ... derivata dalla glicolisi, è necessario il contributo della metionina, un altro amminoacido essenziale, perché rende possibile ...
il benzene). Il metanolo non è un carcinogeno se non ad alte dosi, per irritazione. Il metanolo è un liquido a temperatura ... ed altri intermedi chimici che correntemente sono prodotti da derivati del petrolio. La loro produzione partendo dal metanolo, ... insaturi che possono essere impiegati per produrre idrocarburi sintetici di maggior peso molecolare ed altri loro derivati, che ...
Alcuni dei composti chimici prodotti a partire dal benzene I derivati del benzene che sono stati prodotti in quantità maggiore ... APAT - Emissioni di benzene in Italia dal 1990 al 2000 (PDF), su apat.gov.it. (EN) Benzene, su phc.vcu.edu. (EN) Benzene - ... Benzene Archiviato il 13 agosto 2011 in Internet Archive. ^ (EN) Haz-map ^ scheda del benzene su IFA-GESTIS ^ Il benzene ... benzene» Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su benzene Benzene, in Thesaurus del Nuovo soggettario, BNCF. ...
Il termine xilene si riferisce alla miscela di tre composti isomeri derivati dal benzene, chiamati rispettivamente orto-xilene ... I prefissi o-, m- e p- indicano dove i gruppi metile sono legati all'anello del benzene. Nella nomenclatura IUPAC l'isomero o- ... Lo xilene è simile al benzene e avendo una struttura planare è molto stabile. È solubile in alcool etilico e etere etilico ma ... Lo xilene è un idrocarburo o, più specificamente, in quanto derivato del benzene, un idrocarburo aromatico. ...
... tra i derivati degni di nota il DMA e la TAA). L'acetammide può essere sintetizzata in differenti metodi, tra i quali si ... glicerolo e benzene riscaldato, risultando anche parzialmente solubile di dietiletere. Trova largo impiego a livello ...
Queste molecole sono costituite da una molecola di benzene fusa con una di pirano (anello eterociclico contenente ossigeno), ... mentre il numero dei derivati è fino a 15-20 volte maggiore. Tra i primi, più frequenti in natura vi sono: delfinidina, ...
... attraverso la quale vengono sintetizzati numerosi derivati del benzene. Con un meccanismo simile, in presenza di cloruro ...
il benzene.I fattori che influenzano la formazione dei DPBs sono la tipologia, la dose del disinfettante e il residuo di ... L'azione battericida è svolta dal cloro e dai suoi derivati (ipocloriti e biossido di cloro). Tale azione si estrinseca come ... aldeidi benzene.Il biossido di cloro forma principalmente composti inorganici come i cloriti e i clorati, mentre le clorammine ...
Arini · Ciclofani · Benzene · Fenoli · Eterocicli aromatici. Contenenti azoto. Alcaloidi · Ammonio · Ammidi · Ammine · Amminali ... Gli amminali ciclici sono ben conosciuti, essendo normalmente derivati dalla condensazione di una diammina e un'aldeide.[2] Un ... esempio (anche se non derivato da una diammina) è l'esametilentetrammina derivata dall'ammoniaca e dalla formaldeide. ...
Nel 1882 identificò il tiofene come un contaminante del benzene, derivato dal carbone. Nel 1891 gli fu assegnata la Medaglia ... Davy e nel 1892, durante la messa a punto di nuove metodiche di sintesi, notò che i derivati orto-sostituiti dell'acido ...
Il benzene viene emesso anche da fonti naturali come i vulcani e gli incendi boschivi spontanei. Spesso viene usato per ... Molti terpeni o composti derivati sono tossici per la cellula vegetale, in quanto determinano una drastica riduzione del numero ... Il benzene è un COV antropogenico e nota sostanza cancerogena individuata nel fumo di tabacco, nei carburanti stoccati, e ... il benzene, il toluene, il metano, il tetracloruro di carbonio,l'etano, ecc. I Composti Organici Volatili biogenici comprendono ...
... e James Crafts nel 1877 e ancora oggi riveste un'enorme importanza nella sintesi industriale di numerosi derivati del benzene e ... Il benzene - o un suo derivato - reagisce con uno ione acile generato in situ per reazione tra un alogenuro acilico con cloruro ... Il benzene - o un suo derivato - reagisce con un carbocatione generato in situ o per reazione di un alogenuro alchilico con ...
Ad esempio, nel caso degli alimenti derivati da organismi geneticamente modificati, il principio di precauzione è stato ... tra queste il piombo e più tardi il benzene, come additivi nella benzina, il cadmio nelle batterie o i clorofluorocarburi nei ... proporzionali al livello di protezione ricercato e dovrebbero essere prese a seguito dell'esame dei vantaggi e oneri derivati, ...
Questi derivati reagiranno col bromuro, ioduro o cloruro per dare il 2-alosulfolano (2-bromosulfolano, 2-iodiosulfolano o 2- ... Quando il sulfolano è mescolato con il benzene e introdotto lentamente in un reattore a 400-500 °C, subisce una pirolisi per ... Il processo Shell per la produzione di composti aromatici è di primaria importanza nell'estrazione di benzene, toluene e xilene ...
Gli areni possono essere semplici, con formula CnHn, loro derivati sostituiti, come ad esempio Cn(CH3)n, o composti ... Complessi bis(benzene), con formula (η6-C6H6)2M. L'esempio più noto è il dibenzenecromo. ...