Il corso è organizzato dallAssociazione ISCOM, e dalla Pontificia Università della Santa Croce, con la collaborazione del PISAI e del Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso. Qui e qui degli articoli su questa iniziativa e qui un video sullincontro introduttivo del Corso.. Il corso intende fornire una informazione di base sulla struttura delle principali tradizioni religiose che - come tali - costituiscono il fondamento delle diverse culture, influendo sulle formazioni sociali, sulle strutture giuridiche, e sulla vita politica ed economica dei vari paesi.. Nel corso saranno affrontati temi fondamentali in modo da delineare - con rigoroso riferimento alle radici documentali - una sintesi identitaria di ciascuna religione.. Il corpo docenti è costituito da esperti delle diverse tradizioni, che presenteranno, nelle differenti tradizioni religiose, la concezione dellimmagine di Dio, dellimmagine della donna e delluomo e della loro relazione; del rapporto tra fede e politica e ...
Voce principale: Rocco di Montpellier. Numerose sono le tradizioni religiose popolari italiane legate a san Rocco: eccone un elenco non esaustivo. il 16 agosto solenne processione con leffige del Santo che è il compatrono della città. Alle ore 7.00 messa nella sua chiesa e processione che termina nella chiesa di S. Giovanni Battista dove rimane esposto fino allultima domenica di settembre dove, dopo una messa, viene riportato, con una sempre vasta partecipazione nella sua Chiesa. Acquafondata (Fr) il 16 agosto di ogni anno celebrazione eucaristica seguita da una processione presso la cappella dedicata a san Rocco nel caratteristico rione omonimo. La chiesetta intitolata al santo pellegrino risale al 1692; è stata edificata fuori dalle mura del piccolo borgo montano nel luogo chiamato "cannavina dellospedale" ove venivano assistiti e tumulti i malati colpiti dalla peste, sotto la protezione particolare di san Rocco, avvocato degli ammalati. Albano di Lucania (PZ), il 18 agosto processione ...
a)la posizione delle confessioni religiose e delle società religiose.. b)la gestione del pubblico registro delle confessioni religiose e delle società religiose, delle associazioni delle confessioni religiose, delle società religiose e delle persone giuridiche ecclesiastiche registrate.. c) le competenze del Ministero della Cultura (di seguito denominato come "Ministero") riguardanti le confessioni religiose e le società religiose.. Art. 2. Libertà religiosa.. (1) La libertà di pensiero, di coscienza e di religione deve essere garantita. Tutti hanno diritto di confessare liberalmente la propria fede, individualmente o in forma associata, in privato o in pubblico mediante la funzione religiosa, linsegnamento, gli atti di culto o altri riti religiosi. Tutti hanno diritto di mutare il proprio convincimento religioso, lappartenenza ad una confessione religiosa o di non averne alcuna.. (2) Il diritto dei minorenni di confessare liberamente la propria fede e la libertà di non appartenere a ...
Con il nome Dongba (lingua naxi: ²dto¹mba, cinese: 东巴S, Dong BaP) si intende principalmente sia la tradizione religiosa e sciamanica dei Naxi di Lijiang, sia il sacerdote stesso di tale religione. Per quanto concerne la tradizione religiosa, essa risulta essere un insieme di tradizioni appartenenti alla cultura del popolo Naxi, concentrato oggi fondamentalmente nella città di Lijiang - Yunnan, Cina, nella zona circostante, ed in altre zone adiacenti del Tibet e della provincia dello Sichuan, mentre per quanto concerne il sacerdote sciamano, egli è la figura centrale di tutta la parte "pratica" della religione Dongba, ed adempie alle cerimonie proprie della suddetta tradizione, si dedica alla compilazione dei manoscritti che recita cantando e danzando nei rituali specifici. I termine Dongba dunque è un nome polivalente, ma i suoi significati e le sue accezioni non si limitano alle due appena accennate, e ne contempla altre che possono essere riassunte e schematizzate come segue: Dongba ...
La sede di Groppello dAdda si è costituita il 19 marzo 1991, per opera di alcuni presepisti locali ed oggi conta diversi soci che si impegnano nella divulgazione del presepio attraverso molteplici attività. Già dal 1987, lattività principale della nostra sede è lorganizzazione della "MOSTRA PRESEPI": ogni anno vanta opere sempre nuove. Accanto ad essa, lungo largine del Naviglio Martesana, fin dallinizio, viene allestito allinterno di una legnaia il "PRESEPE SOTTO LE STELLE" con manichini a grandezza naturale. Per diffondere sempre più larte e la tradizione del presepio, organizziamo due CORSI PRESEPISTICI, uno teorico/pratico ad ottobre ed uno pratico a giugno, nel quale ogni partecipante costruisce la propria creazione. I presepi dei nostri soci vengono esposti, oltre che qui a Groppello dAdda, in altre mostre in Lombardia e in tutta Italia. In occasione della visita pastorale del Arcivescovo Card Martini, il 15/5/1997, abbiamo realizzato un presepio come dono della nostra ...
I festeggiamenti in onore di San Matteo, patrono della città di Salerno tra tradizione, leggenda e curiosità. La processione, il piatto tipico, i fuochi..
Nel mese di Gennaio sono obliterate la memorie connesse alla festa della Circoncisione (1 Gennaio), che ebbe nel Medioevo, come fase di permissività e di rottura della norma, influenze anche sul costume agricolo. Né ha diretta relazione con il terreno coltivato la festa dellEpifania, ricordata in molti proverbi. Un santo importante, anche perché protettore dei contadini e dei loro beni animali, in particolare del porco, resta santAntonio Abate, cadente al 17. Da quel giorno le galline cominciano a fetare: SantAntune, ogne peddastre accumènze luve (S.A., ogni pollastra comincia a fare le uova; Trotta, n. 1245); ma lestate è ancora lontana: SantAntune pla varva bbianche/ se ne nchiòve la néve ne mmanche (Trotta, n. 1244). Diviene centro di attenzione (e non è frequente in altre aree folkloriche) San Sebastiano, martire presuntivamente sotto Diocleziano e assunto al protettorato contro la peste durante le grandi epidemie post-medioevali. I lavori di dissodatura e aratura sono ...
BOLOGNA - In Romagna le feste e le sagre di origine religiosa-diventate negli anni veri eventi dintrattenimento popolare, rimanendo fedeli alle proprie vocazioni originarie - hanno sempre ricoperto un ruolo importante di aggregazione e di ... - 1
CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE. ATTIVIT 2013. La Congregazione per la Dottrina della Fede nel corso dellanno 2013 ha trattato problemi dogmatici, morali e pastorali connessi con la sua responsabilit istituzionale. Nello svolgimento di tale compito la Congregazione attualmente strutturata in tre distinte sezioni (Ufficio dottrinale, Ufficio disciplinare, Ufficio matrimoniale), ciascuna con mansioni specifiche, e con Archivio. Sono collegate con la Congregazione anche la Pontificia Commissione Biblica, la Commissione Teologica Internazionale e la Pontificia Commissione Ecclesia Dei.. Le tre sezioni trattano materie per lo pi delicate e riservate. Non sar pertanto possibile esporre qui nei particolari tutto quanto stato studiato ed operato in questo vasto ambito di problematiche, soprattutto per quanto riguarda aspetti connessi con istituzioni e persone private. Ci si limiter quindi a ricordare le questioni pi significative e di ordine generale.. UFFICIO DOTTRINALE. In conformit con il ...
Quale Religione?Prima parte Perché professare questa o unaltra religione?Come afferma Marcello Massenzio, professore di Storia dell... Anche tu puoi creare un blog gratis su Libero Blog.
Si è conclusa il 23 Agosto a Lindau la 10^ Assemblea Mondiale di Religions for Peace , che ha visto confrontarsi sulle grandi sfide del "cambiamento depoca" circa 900 partecipanti provenienti da 125 paesi ed appartenenti a tutte le tradizioni religiose. Durante lAssemblea è stato eletto il Consiglio Mondiale di RfP, che comprende eminenti leaders delle varie tradizioni; è stata inoltre eletta Secretary General la Dr.ssa Azza Karam, che sostituisce il Dr William Vendley. Durante lemozionante cerimonia di chiusura rappresentanti delle varie religioni hanno letto la dichiarazione finale che era stata approvata allunanimità dai partecipanti durante la mattinata della giornata conclusiva.. DICHIARAZIONE DELLA 10^ ASSEMBLEA MONDIALE DI RELIGIONS FOR PEACE. LINDAU, GERMANIA 23 AGOSTO 2019 Preambolo. Noi - 900 donne, uomini e giovani - ci siamo riuniti a Lindau, Germania, provenienti da 125 paesi per la 10^ Assemblea Mondiale di Religions for Peace. Siamo grati per il fatto che da 49 anni ci ...
In molte religioni le donne partecipano attivamente al culto, nonostante siano penalizzate da una trasmissione del sapere sacro fatto per lo più da uomini a uso di altri uomini. Figure dinamiche e fondamentali delle tradizioni religiose, sono escluse dalla gestione di quello stesso sacro cui attingono ...
Il pluralismo culturale e religioso è una realtà crescente nella vita sociale dei giovani. I giovani cristiani offrono una bella testimonianza del Vangelo quando vivono la loro fede in un modo che trasforma la loro vita e le loro azioni quotidiane. Sono chiamati ad aprirsi ai giovani di altre tradizioni religiose e spirituali, a mantenere con loro rapporti autentici che favoriscano la conoscenza reciproca e guariscano dai pregiudizi e dagli stereotipi. Essi sono così i pionieri di una nuova forma di dialogo interreligioso e interculturale, che contribuisce a liberare le nostre società dallesclusione, dallestremismo, dal fondamentalismo e anche dalla manipolazione della religione a fini settari o populisti. Testimoni del Vangelo, questi giovani con i loro coetanei diventano promotori di una cittadinanza inclusiva della diversità e di un impegno religioso socialmente responsabile e costruttivo del legame sociale e della pace ...
Guglielmo di Montevergine era nato a Vercelli nel 1085 da nobile famiglia. Divenuto monaco, decise di recarsi in Palestina. Lungo il cammino si ferm in Irpinia dove fond la Congregazione Benedettina di Montevergine, con caratteristiche cenobitiche. Sentendo il bisogno di solitudine, nomin il suo successore nella Congregazione, che abbandon per poi fondare altri monasteri, fra cui quello di San Salvatore, diviso in due parti destinate rispettivamente ai religiosi e alle religiose. La sua opera infaticabile lo port ancora pi lontano verso Rocca San Felice, Foggia e Troia. Lideale di vita ascetica da lui proposto, sostanzialmente legato alla Regola benedettina, faceva parte del movimento spirituale che cercava una Regola pi pura e dava maggior spazio alla preghiera e alla contemplazione. Mor a Goleto, in Irpinia, il 24 giugno 1142. (Avvenire)
Risultati per religione cattolica enti religiosi ed uffici ecclesiastici a francavilla al mare in impresaitalia.info, nella categoria religione cattolica enti religiosi ed uffici ecclesiastici francavilla al mare
Sono unesoterista che si rifà alla tradizione esoterica occidentale, in particolare alla cabala e di recente alla spiritualità antroposofica e wiccan. Ho conservato la mia fede cristiana cattolica non senza i dubbi, le paure e le ricerche continue che scaturiscono da una simile situazione. In poche parole sono una pluralista religiosa convergente, pronta a cogliere il bene che si trova in ogni tradizione religiosa e spirituale. Tuttavia di due correnti non ho pietà: gnosticismo e occultismo. Loccultismo perchè è una degenerazione dellesoterismo, lo gnosticismo perchè è un cattivo sviluppo del concetto di gnosi. Per la gnosi il principio di tutto è lUno e, pur con le differenze presenti nelle correnti neoplatoniche e di matrice orientale, affermare che ad esso si contrappone unaltra forza opposta e uguale porta ad un assurdo. Anche affermare che lUno vive grazie allopposizione di bene e male è un ossimoro. Purtroppo lo gnosticismo cade in queste due visioni errate e sviluppa su di ...
Lallievo dello stregone insisteva sullunicità dellinsegnamento dei Nagual, che non sarebbe comparabile in nulla alle tradizioni religiose o alle scuole iniziatiche dOriente e dOccidente. Io stesso percepivo quei discorsi come alieni. Tuttavia quelle "uova" luminose, poco a poco, mi diventavano familiari: pensavo alle mandorle di luce nelle quali i pittori racchiudevano i santi, alle sfere di Bosch, alle aure fiammeggianti di certi bodhisattva o di figure sacre dellinduismo.. La suggestione di quei discorsi mi spinse ad andare oltre, a chiedere per esempio che cosa si aspetta un Nagual dopo la fine del corpo. In particolare pensavo allepisodio del "salto nellabisso" che più di ogni altro fa a pugni con la ragione nella saga di Castaneda. Don Juan si getta in un burrone e scompare, almeno dal nostro piano di realtà; ma la prova decisiva per diventare Nagual esige che anche Carlos, con tre discepoli, vi si lanci. Ciò avviene senza che si sfracellino: la violazione dellordine naturale ...
Come quasi tutte le Chiese della Valle Caudina, anche questa Chiesa Sammartinese vanta origini molto remote ma non determinabili con certezza. Cè un dato di fatto innegabile: la collocazione del complesso religioso in prossimità del Castello, nella parte centrale del borgo medievale, la pone a servizio del castello e del borgo che gli si sviluppò intorno. Altre cappelle erano presenti nel borgo antico (S. Antonio, San Pietro, San Vito,...) di cui non rimane più nulla se non qualche labile traccia nella toponomastica o in un inventario dellarchivio parrocchiale. Non è possibile stabilire con certezza una cronologia nel legame tra la Chiesa e il Castello ma è molto probabile che una eventuale differenza cronologica sia irrilevante. La tradizione religiosa di San Martino Valle Caudina, per quanto riguarda il Medioevo fa menzione più dettagliatamente della chiesa arcipretale di S. Martino vescovo e del culto dei Santi Palerio ed Equizio. San Palerio, secondo la tradizione, era vescovo di ...
santificazione del credente, spirito della liturgia, Antonio Maria Javierre Ortas, Geraldo Majella Agnelo, Disciplina dei Sacramenti, Culto Divino, Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti
Linteragire del "territorio" con le complesse condizioni di fedele/cittadino e cittadino/ fedele scandisce il quotidiano essere della religione nella società.. E possibile immaginare un modello decentrato di gestione delle esigenze religiose sul territorio da affiancare al più tradizionale sistema di collaborazione tra Stato e confessioni religiose? Normativa unilaterale, azione amministrativa, ma anche forme meno istituzionalizzate di collaborazione delle istituzioni religiose con le amministrazioni (soprattutto locali) e di partecipazione di tutti gli stakeholder, attraverso innovative forme di coinvolgimento, potrebbero essere le modalità attraverso cui porre al centro dellattenzione le esigenze religiose del cittadino nella quotidiana presenza sul territorio. Per verificare la portata di questi interrogativi è stata sviluppata una ricerca attraverso lindividuazione pratica delle materie toccate dai provvedimenti amministrativi locali (edilizia di culto, cimiteri e sepolture, simboli ...
Il Verbo era presso Dio…" (espressione letterale, esprimente il testo greco meglio che "con Dio" delle normali versioni).. "Il Verbo era dio…" (e non Dio, maiuscolo. Il testo greco non ha larticolo; il Verbo è dunque uno degli "elohim" o figlio di Dio; questa parola elohim significando, in ebraico, "Egli-gli dei".. "Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lui, e nulla è stato fatto senza di lui…". Questo Logos è quello che la Cabala chiama Adam Kadmon, colui che (in tutte le tradizioni religiose antiche) crea gli esseri inferiori attraverso la sua parola, chiamandoli (sottinteso "alla Vita reale, manifestata"): "E Adamo diede dei nomi a tutti gli animali ed agli uccelli dei Cieli, a tutti gli animali dei campi, ma per lUomo, non trovò alcun aiuto simile a lui…". Questi "animali dei campi", questi "uccelli dei Cieli", non sono gli esseri comuni a questo nome. Il senso esoterico designa le creature inferiori allUomo-Archetipo, abitante i "piani" o mondi dellAldilà, "regioni ...
La lettura di questo volume ci trasporta alla scoperta di scrigni di fede, costruiti nei secoli tra la natura incontaminata, creando un ambiente di grande fascino e suggestione. Per questo lavoro che tocca da vicino le meraviglie del nostro territorio, dalla Chiesa di Cibona, alleremo della SS. Trinità, fino a dare il massimo risalto al Santuario della Madonna delle Grazie, lAmministrazione Comunale riconosce legregio servizio reso alle nostre comunità condividendo il messaggio che il destino delluomo scaturisce dal complesso intreccio con il passato, con la tradizione religiosa e con il mondo naturale". ...
Quindicimila spettatori nelle chiese della provincia. È il bilancio del progetto Musica dei cieli che, a cura dell assessorato alla Cultura dell provincia di Milano, ha visto trasformare nelo periodo natalizio le basiliche di Milano e dintorni in suggestivi palcoscenici per concerti di ogni genere musicale. Soddisfatto l assessore Umberto Novo Maerna che dal momento del suo insediamento ha fortemente incentivato la cultura e le tradizioni religiose del territorio.
Da un lato la tradizione e lusanza religiosa, che affonda le radici in tempi molto lontani, quando a scandire la quotidianità erano i ritmi della vita agreste, delle pratiche legate al culto cristiano, della semplicità contadina; dallaltro la modernità del 21° secolo, il cambiamento culturale e sociale, finanche le esigenze dettate dalleconomia del mondo di…
Nella scelta degli alimenti il Gestore dovrà porre la massima cura nel proporre menù non in contrasto con i principi e le abitudini alimentari degli ospiti. In particolare dovranno essere rispettati tutti i vincoli costituiti da regole alimentari dettate dalle diverse scelte religiose e dalle diverse etnie cui appartengono gli stranieri accolti, dalla presenza di minori in età neonatale o in età di svezzamento, o in tenera età. Ciò al fine di garantire il rispetto delle abitudini alimentari in base alle tradizioni culturali e religiose ed alle esigenze alimentari connesse allo stato di salute. In caso di particolari prescrizioni mediche, il Gestore dovrà proporre diete iposodiche, ipo-proteiche, ipo-glicidiche o prive di alimenti allergizzanti dettate dalle suddette prescrizioni mediche." "cura e igiene di capelli e barba: il servizio comprende la cura di capelli e barba in modo da assicurare condizioni di igiene." "servizio di lavanderia. Il servizio assicura il lavaggio, lasciugatura e ...
META - Sarà un Natale allinsegna della tradizione religiosa e popolare quello organizzato dallamministrazione comunale in collaborazione con la Pro-loco e le associazione presenti a Meta. Ecco nel dettaglio il programma messo a punto dal sindaco Paolo Trapani e dal consigliere delegato Augusto Ercolano. Si parte il 21 dicembre alle ore 18,00 con il Villaggio di Babbo Natale in piazza Casale: giochi gonfiabili, animazione, spettacoli e sorprese per tutti i bambini. Il 22 e 23 dicembre, invece, dalle 18,00 alle 21,00 ci sarà la rappresentazione del Presepe Vivente in via Casa Miccio, organizzato dai giovanissimi della Parrocchia di Santa Maria del Lauro. Il 23 Dicembre, a partire della 16, la Casa di Babbo Natale si trasferisce nella frazione di Alberi per la consegna delle letterine, animazione, spettacoli, musica ed intrattenimento per tutti i bambini. Il 26 Dicembre alle 16 il Paese dei Balocchi apre i battenti in piazza Vittorio Veneto con giochi gonfiabili, intrattenimento, animazione, ...
Se tanti trovano assurdo credere nel demonio è perché si basano sui libri, passano la vita nelle biblioteche o a tavolino, mentre al demonio non interessano i libri, ma le persone, specialmente, appunto, i santi. Cosa può saperne su Satana chi non ha mai avuto a che fare con la realtà di satana, ma solo con la sua idea, cioè con le tradizioni culturali, religiose, etnologiche su satana? Costoro trattano di solito questo argomento con grande sicurezza e superiorità, liquidando tutto come "oscurantismo medievale". Ma è una falsa sicurezza. Come chi si vantasse di non aver alcuna paura del leone, adducendo come prova il fatto che lo ha visto tante volte dipinto o in fotografia è non si è mai spaventato. Daltra parte, è del tutto normale e coerente che non creda nel diavolo, chi non crede in Dio. Sarebbe addirittura tragico se qualcuno che non crede in Dio credesse nel diavolo! ...
https://www.youtube.com/watch?v=yYuS5J82MAs Prefazione al libro di Mauro Biglino. Le origini della vita sulla Terra e in modo particolare dellessere umano sono, allo stato dellarte, argomento di discussione di due scuole di pensiero dominanti da sempre contrapposte: tenaci sostenitori dellevoluzionismo da una parte e altrettanto irremovibili seguaci della tradizione religiosa creazionista, dallaltra.. Liberato da quella chiave di lettura teologica forse mai appartenuta agli antichi autori biblici, il libro della Genesi ci racconta una storia molto diversa da quella comunemente tramandata. Una storia tutta fisica in cui la presenza dellessere umano sulla Terra potrebbe non ripercorre i sentieri di un divino atto creazionistico né quelli di un naturale processo evolutivo ma quelli di una "terza via" che collega le nostre origini a ciò che oggi definiremmo un "interventismo biogenetico".. In questo saggio lautore analizza il dibattuto tema cercando di compendiare in modo logico linsieme di ...
Intanto al primo piano, aule e laboratori in cui quotidianamente si svolge in modo severo e rigoroso il servizio di istruzione, si trasformavano in momentanei palcoscenici per mostrare ad amici e parenti che la formazione classica è capace di coniugare innovazione e tradizione, senza diventare serva della logica dellutile, del profitto, del consumo, e, sia pur consapevole dei notevoli cambiamenti degli equilibri tra i vari campi del sapere per effetto della rivoluzione tecnico-scientifica che ha unificato il mondo, provocando lesplosione di nuovi bisogni e di richiesta di benessere e giustizia su scala mondiale, senza snaturare la cultura classico-umanistica. Numerose classi dellIstituto infatti, guidate dai loro docenti, hanno dato vita ad un immaginario viaggio con diverse tappe, attraversando il mito di Partenope e la storia dei monumenti della città, quella delle tradizioni e dei culti religiosi, come le capuzzelle e le anime pezzentelle, quella delle canzoni, dei grandi poeti e artisti ...
http://www.classicistranieri.com/mp3/bwv4/bach_bwv4_leh_2_christ_lag_in_t.mp3 IL "VANGELO" DI ER Già quattro secoli prima della comparsa di Gesù, nella cultura greca era presente la figura di un eroe risorto dalla morte per portare la salvezza agli uomini. Si tratta di Er, il guerriero di origine panfilica, la cui leggenda(?) è riportata da Platone, in Repubblica X 614b e ss. Ho usato il punto interrogativo dopo il termine leggenda, in quanto, se a tuttoggi ci sono alcuni che considerano i vangeli canonici come fonti storiche, perché, allora, bisognerebbe dubitare della parola di un filosofo insigne e autorevole come Platone, il quale, altrove, non è affatto benevolo verso le tradizioni religiose popolari(soprattutto quelle di origine orfica) o della vetustissima tradizione a cui sicuramente appartiene questo racconto? In fondo, non mi sembra che lautore scherzi quando, terminata lesposizione delle cose che lanima Er ha visto nel regno delloltretomba, conclude: "Così, Glaucone, il suo ...
Infine dobbiamo qui considerare ancora un ulteriore processo, con cui la storia degli ultimi secoli trapassa chiaramente in un mondo nuovo. Se la vecchia Europa precedente allepoca moderna nelle sue due metà aveva conosciuto essenzialmente solo un dirimpettaio, con il quale doveva confrontarsi per la vita e per la morte, ossia il mondo islamico; se la svolta dellepoca moderna aveva portato lallargamento verso lAmerica e in parti dellAsia senza propri grandi soggetti culturali, così ora ha luogo la fuoriuscita verso i due continenti sinora toccati solo marginalmente: lAfrica e lAsia, che adesso parimenti si tentò di trasformare in succursali dellEuropa, in colonie. Fino ad un certo punto questo è anche riuscito, in quanto adesso anche Asia e Africa inseguono lideale del mondo forgiato dalla tecnica e del suo benessere, cosicché anche là le antiche tradizioni religiose entrano in una situazione di crisi e strati di pensiero puramente secolare dominano sempre più la vita pubblica. ...
Il periodo prenatalizio a Stuttgart è sempre ricco di proposte musicali estremamente interessanti. La Bachakademie aveva in programma due appuntamenti di ottimo livello, con il terzo appuntamento del ciclo degli Akademiekonzerte e la seconda serata del ciclo Sakral Modern, dedicato alla musica religiosa del Novecento. Secondo la tradizione portata avanti per tanti anni da Helmuth…
Raramente ci era capitato di leggere una sintesi cosi addolorata, cosi calma, cosi realistica e cosi triste della situazione settefratese. L avvilente mancanza di ogni prospettiva, leggasi la mancanza di posti di lavoro, e problema antico, e il problema che ha determinato un emigrazione devastante; questo problema ha radici profonde, e un problema di natura culturale (se ci fosse in giro molta cultura imprenditoriale non saremmo a questo punto, e questa e una fondamentale indicazione per ogni tentativo di soluzione del problema), che sembra, purtroppo, sia stato rimosso, non se ne parla, o per lo meno non se ne parla a sufficienza e fattivamente. Intanto, e solo ... pergessiu ... pergessiu .... al solito. Da sempre colui che scrive ha amato le tradizioni religiose e festaiole del paese, amato concretamente e per qualche anno vi ha lavorato e vorrebbe vederle sempre splendide, piu di quanto gia lo siano, ma le feste non possono bastare; piu o meno le stesse cose si potrebbero dire della ...
Edizioni Terra del SacroBosco nasce nel 2009 con lintento di pubblicare autori italiani e stranieri i cui testi siano dedicati allo studio delle diverse tradizioni religiose, storiche e spirituali della cultura europea.. Terra del SacroBosco, per scelta fondante, sposa i temi della salvaguardia ambientale: utilizza carta riciclata; per la stampa dei testi, collabora con realtà territoriali, sostenendo in tal modo la comunità locale; garantisce contenuti originali, traduzioni fedeli e revisioni coerenti affidandosi a professionalità che abbiano maturato sul campo esperienza e competenza.. Terra del SacroBosco pone particolare attenzione ai fenomeni della cultura contemporanea nellintento di coinvolgere le persone maggiormente "sensibili" e le giovani menti in un fecondo confronto ideale finalizzato alla crescita del singolo individuo e della comunità intera. ...
Radio Italia IRIB - "La situazione in Iraq come vediamo e una situazione difficile e drammatica. Gia era difficile dopo la caduta del regime di Saddam Hussein e oggi con questo nuovo "Stato Islamico" che cosi tendono a definirsi, la conflittualita e cresciuta immensamente e vediamo purtroppo un quadro stremamente preoccupante collegato da un lato allinstabilita dello stato iracheno e al cambio anche del governo iracheno che si deve consolidare e dallaltro la situazione dello Stato Islamico cosi come si vuole configurare, e una prospettiva estremamente preoccupante e la violenza che viene praticata contro tutte le minoranze sia islamiche sia non islamiche e qualchecosa che non ha nulla che vedere con le tradizioni religiose islamiche… " Queste sono le parole di Maurizio Simoncelli, vice presidente dellinstituto di ricerca internazionale Archivio Disarmo, in collegamento telefonico a Radio Italia IRIB. E disponibile laudio integrale dellintervista attraverso il link sottostante ...
Vietare la sofferenza agli animali sacrificati per le tradizioni religiose. Data di presentazione: 31 May 2016. Stato: approvata (14 November 2016) ...
SantUffizio, Suprema sacra congregazione del La prima delle sacre congregazioni romane, fondata da Paolo III (1542) per combattere leresia, e più volte riformata; storicamente deriva dal tribunale dellInquisizione. Paolo VI, con il motuproprio Integrae servandae del 7 dicembre 1965, la ha riformata profondamente, mutandone la denominazione in Sacra congregazione per la dottrina della fede.
Cè una grande risorsa nella tradizione mistica, dal Medioevo fino ai nostri giorni: molti e molte, soprattutto donne, ne hanno tratto lautorità per contestare lordine vigente, i dispositivi di potere e le codificazioni normative, e per far venire alla luce un invisibile della realtà ancora latente, in gestazione. Ne hanno tratto la forza per accompagnare il movimento della realtà verso il suo meglio, per dare spazio a un potenziale intravisto e per farlo crescere. Hanno fatto esistere un altro mondo in questo mondo. Come Simone Weil, che indica con lespressione "infinitamente piccolo" quellatomo di bene puro che abita in noi e che aspira al bene e alla giustizia, nonostante che tutto il resto in noi obbedisca alla forza. Infinitamente piccola è anche la possibilità che la realtà non sia tutta piegata ai meccanismi di potere, ma si apra ad altro, a un ordine senza nome né forma che noi non possiamo definire ma che tuttavia ci orienta.. Abbiamo voluto attingere alla fecondità di ...
A partire dal 9 gennaio 2018, si tiene nellUniversità il Corso "Le grandi tradizioni religiose. Storia, identità, esperienze sociali" organizzato con lAssociazione ISCOM e con la collaborazione del Pontificio Istituto di Studi Arabi e dIslamistica e del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. ...
Quanti motivi per cimentarsi nella stesura di un testo su una tradizione religiosa così sentita nellItalia Meridionale ed Insulare come quella della Processione del Venerdì Santo, ed in particolare nel proprio paese dorigine, Carbonara di Bari! Se ne possono stratificare diversi ed ognuno valido per quante volte è valido ciò che luomo ama di se stesso, della propria storia e della storia della propria gente, sia come ricordo che come osservazione del contemporaneo ...
Il Monte S.Primo, coi suoi 1682 mt, è la cima più alta del Triangolo Lariano e anche uno dei punti più panoramici. Dalla sommità il passaggio che si presenta è molto affascinante e ampio di respiro: a nord la punta di Bellagio che si protende tra i due rami del lago circondato dalle montagne e a sud di dolci colline della Brianza, la pianura e levanescente profilo degli Appennini. Il S.Primo è stato, ed è tuttora, un punto di riferimento importamte per le genti della zona. La vetta è contrassegnata da una croce, due antenne radio ed un punto trigonometrico dellistituto Geografico Militare, simboli della tradizione religiosa e delle moderne comunicazioni, nonchè caposaldo geografico. Già fin dallantichità, le sue estese pendici, le "selle" ed i pianori in quota -come altri rilievi del Triangolo Lariano- sono stati luogo di insediamenti umani, con sviluppo di una florida economica "di montagna". In particolare, lallevamento del bestiame -con la produzione dei derivati del latte ...
Wanda Phillips proviene da una numerosa famiglia di profonde tradizioni religiose e musicali. Solista per anni nel Mount Efraim Mass Choir di Atlanta, ha conseguito i riconoscimenti di Best New Female Vocalist Of The Year a New York in occasione del American Gospel Musical Awards e di Best Female Soloist alla rassegna nazionale degli artisti Gospel di Atlanta. Presenta uno spettacolo dei forti contenuti lirici ed evocativi, esprimendosi con eccezionali doti vocali, con pregevoli arrangiamenti dei brani storici come: alleluja, glory glory alleluja, total praise, amazing grace, forever, silent night, the christmas song. oh happy day, this little light of mine, jingle bells e tanti altri... ...
Bologna (di Giuseppe Chimisso) - Ho letto sabato 28 febbraio, la costituzione del consorzio UNIARB, che raccoglie realtà associative sperse nei territori dellArbëria e quindi esprimo pubblicamente gli auguri di positiva e feconda attività tesa afar vivere la nostra cultura.. Sono però a riaffermare a chiare lettere la necessità della costruzione di un progetto di alto valore politico per la rinascita dellArbëria e di quanto la caratterizza: recupero della lingua Arbrisht, della cultura religiosa bizantina, delle sue tradizioni e di tutto quel patrimonio immateriale (oltre che materiale) ancora esistente. Se vogliamo tentare di salvare la nostra Cultura, dobbiamo invertire la tendenza in essere e ribaltare le vecchie e trite logichefrazioniste che tendono al proprio particulare per costruire i presupposti affinché i giovani non vadano più a cercare un futuro altrove, diversamente nel giro di questa generazione la Cultura Arbëreshë sarà possibile osservarla attraverso le teche di ...
Dopo le straordinarie performance degli ultimi due anni, la famosa cantante Cheryl Porter torna nella città dello Stretto per interpretare classici della tradizione religiosa afro-americana con la sua inconfondibile voce potente da soprano drammatico e ricca di venature black, grazie anche ad una sapiente miscela tra musica Spirituals, Classica, Jazz e Gospel, che riesce ad arrivare dentro lanima di chi lascolta rendendo ogni sua esibizione unesperienza unica che lascia unemozione difficile da dimenticare ...
Il censis ha condotto una ricerca sui valori degli italiani, al primo posto cè il senso della famiglia, seguito dal gusto per la qualità della vita, la tradizione religiosa e lamore per il bello
Lineguaglianza, difatti, di fronte allalimentazione è un elemento importante da ricordare durante la ricostruzione della cucina di questo periodo. In questo quadro generale farò riferimento quasi esclusivamente alla mensa del signore, e non a quella del popolano.. Questo più che altro per una carenza di informazioni precise (vedi sopra), e non tanto perché le mense fossero così diverse una dallaltra. Ovviamente le differenze erano lampanti se confrontate con la mensa dei veri potenti dellepoca, come erano i duchi di Savoia, il Papa o i re di Francia. E ancora più ovvia e brutale è la differenza durante i periodi di carestia, come durante la crisi ceralicola del 1315, durata lunghi mesi.. Nella norma, quindi, villani e signori mangiavano gli stessi cibi, magari in quantità diverse. La dieta era composta soprattutto dalla carne, tranne che nei giorni di festa religiosa. Alcune tradizioni sono vive e radicate ancora oggi: oltre al pesce durante la Quaresima, si era soliti mangiare ...
Luomo è lanimale più pericoloso. Il suo difetto principale è la riluttanza ad usare la scienza per conoscere la propria natura, preferendo affidarsi al sapere religioso e alle tradizioni ...
Sarà che ho trascorso lintera estate lontano da Monza. Sarà che ho avuto bisogno di frequentare gli Internet Point (anche Phone Center, come ho potuto constatare) per una settimana ai primi di settembre. Ma mai come oggi mi è apparsa in tutta evidenza la dimensione della presenza di "stranieri" nella nostra città. Stranieri (magari molti saranno già cittadini italiani) di tutti i colori e di tutti i continenti, visibili ormai dappertutto, in centro come nei quartieri periferici, molti, soprattutto gli islamici, vestiti come da loro tradizione o precetto religioso ...
Introduzione al Kalachakra Tantra nel buddismo, un breve sunto sui contenuti e metodi di questa mistica tradizione del tantrismo a cura di Amitaba
Un presente senza catturedi Raimundo Panikkar Lincontro delle tradizioni religiose dellumanità oggi è inevitabile, importante, urgente, confusionale...