Il rapporto descrive lambito del prodotto, la panoramica del mercato, le opportunità di mercato, la forza trainante del mercato e i rischi di mercato Lung Cancer Trattamento chirurgico. Si prevede che il mercato mondiale per Lung Cancer Trattamento chirurgico crescerà in modo significativo nei prossimi cinque anni, raggiungerà milioni di dollari nel 2024, dai milioni di dollari nel 2019, secondo un nuovo studio. Il rapporto finale aggiungerà lanalisi dellimpatto di COVID-19 su questo settore Lung Cancer Trattamento chirurgico.. Per capire come limpatto di COVID-19 è coperto in questo rapporto: www.industryresearch.co/enquiry/request-covid19/15701146. Inoltre, il rapporto analizza le dimensioni del mercato e le previsioni di Lung Cancer Trattamento chirurgico per prodotto, regione e applicazione e altri elementi essenziali di ricerca come segmento di tipo, segmento industriale, segmento di canale, ecc. Coprono diverse dimensioni del mercato del segmento, sia in volume che in valore. Lung ...
Entra nei temi di ricerca di Are erlotinib and gefitinib interchangeable, opposite or complementary for non-small cell lung cancer treatment? Biological, pharmacological and clinical aspects.. Insieme formano una fingerprint unica. ...
Voce principale: Carcinoma polmonare. Il carcinoma polmonare a cellule squamose o squamocellulare (o anche epidermoide) è una delle varianti più frequenti del carcinoma polmonare. Si tratta di una neoplasia maligna a carattere invasivo che origina dallepitelio bronchiale. Come tutte le neoplasie di origine epiteliale, ricorda per quanto riguarda laspetto istologico il carcinoma squamocellulare della cute. Costituisce il 30% delle forme dei carcinoma del polmone. Di solito si localizza prevalentemente nelle regioni ilari e quindi dà più precocemente segno della sua presenza, attraverso infezioni a lenta risoluzione, con persistenza di tosse e dispnea, o con comparsa di strie ematiche nellescreato (emoftoe). Gli accertamenti clinici sono di tipo broncoscopico-bioptico, associati a esami citologici da esfoliazione spontanea (citologia dellespettorato) o mediante broncoscopia, con lavaggio bronchiale o tramite abrasione della mucosa (spazzolato bronchiale o brushing). Importante è la ...
La casa farmaceutica svizzera Novartis ha annunciato il via libera della Commissione Europea per ceritinib (Zykadia), un farmaco per il trattamento del cancro polmonare in pazienti con specifiche mutazioni genetiche .Ceritinib appartiene a una nuova classe di farmaci conosciuta come ALK inibitori (Anaplastic lymphoma kinase). La molecola è stata approvata negli USA ad aprile 2014 ed è stata studiata per il trattamento di pazienti con cancro polmonare non a piccole cellule che sono stati precedentemente trattati con crizotinib (Xalkori, Pfizer), un altro ALK inibitore.. Tra il 2 e il 7% dei pazienti con un cancro polmonare non a piccole cellule presentano specifiche mutazioni del gene ALK.. Reuters Staff. (Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science). ...
La Food and Drug Administration ha approvato EGFR Mutation Test v2, un test diagnostico per il farmaco Tarceva (erlotinib) contro il cancro al polmone non a piccole cellule. Questo è il primo test del sangue a base genetica approvato dalla FDA in grado di rilevare le mutazioni del recettore dellepidermal growth factor receptor (EGFR) per il cancro non a piccole cellule del polmone. Tali mutazioni sono presenti in circa il 10-20 per cento dei tumori polmonari non a piccole cellule (NSCLC).. ...
Il carcinoma polmonare è la prima causa di mortalità per patologia oncologica in entrambi i sessi. La classificazione del carcinoma polmonare, che non è unentità nosologica unica, si è evoluta parallelamente alle conoscenze biomolecolari acquisite su questa patologia. Inizialmente il carcinoma polmonare è stato classificato in due istotipi: a piccole cellule (small-cell lung cancer, SCLC) e non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC); questultimo è stato, in seguito, ulteriormente classificato in squamoso e non squamoso sempre sulla base dellanalisi morfologica. A partire dagli anni Duemila, con laumentare delle conoscenze biologiche e molecolari, la classificazione istologica (Fig. 1) dellNSCLC è stata integrata prendendo in considerazione lanalisi di specifiche alterazioni geniche che hanno dimostrato un valore prognostico/ predittivo. Infatti, oggi è possibile associare diversi sottotipi biomolecolari di NSCLC a differenti strategie terapeutiche. Alla scelta ...
La tripla terapia somministrata per via inalatoria una volta al giorno ha ridotto le riacutizzazioni della BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) moderate o gravi e ha migliorato la funzionalit …. Carcinoma polmonare non-a-piccole cellule EGFR-mutato. ...
Carcinoma prostatico a piccole cellule. Menu di navigazione. Il carcinoma della prostata è il principale tumore maligno che colpisce la peggiore rispetto alladenocarcinoma classico), carcinoma a piccole cellule (è il più. Classificazione istologica del carcinoma prostatico. Al carcinoma a piccole cellule non deve essere assegnato un Gleason score. •. Adenocarcinoma a..
In Italia ogni anno si registrano circa 41mila nuove diagnosi di tumore polmonare. Negli ultimi anni limmunoterapia ha però rivoluzionato il trattamento dei tumori, raggiungendo sorprendenti risultati clinici, anche nelle neoplasie polmonari. La buona notizia è che una discreta percentuale di tutti i soggetti con tumore al polmone, che in precedenza avevano una prognosi infausta, rispondono allimmunoterapia con inibitori di PD-1/PD-L1 e diventano lungo sopravviventi. Purtroppo, però, una parte non trascurabile di pazienti non beneficia di tale trattamento.. Un recente studio del team guidato da Marcello Maugeri-Saccà, oncologo medico e ricercatore, rivela che un sottogruppo di pazienti con adenocarcinomi polmonari che presentano mutazioni contemporanee nei geni KEAP1, PBRM1, SMARCA4 e STK11 è particolarmente svantaggiato e resistente alla immunoterapia….Continua su AdnKronos,,. ...
Immunoterapia oncologica Notizie. OncoImmunoTerapia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulla terapia immunologica dei Tumori. Focus sugli inibitori del checkpoint immunitario
<t>Mamma mia Desy....quanta forza quanto amore quanta vita!!!!<br/> <br/> Sto piangendo come una pazza dopo aver visto il video...tu non sei una persona speciale...di più ...
Proprio a causa di questa sua aggressività, in molti casi è del tutto inutile asportare la porzione contenente la massa tumorale (al momento della diagnosi le cellule tumorali sono spesso disseminate in vari organi); di conseguenza la chemioterapia - da sola o in associazione alla radioterapia - rappresenta il trattamento di scelta.. Il tumore polmonare a piccole cellule risponde molto bene alla chemio e alla radioterapia ma nonostante ciò la sopravvivenza media è di 14-18 mesi per le forme limitate e di 9-12 mesi per le forme estese. La probabilità di sopravvivere a distanza di cinque anni dalla diagnosi è complessivamente bassa, nellordine del 3-8% dei casi. Fortunatamente questo tipo di tumore al polmone è il meno comune tra le due categorie. Più diffusi sono invece i tumori polmonari non a piccole cellule (circa l80% dei casi) che si raggruppano in un unica categoria per la loro uniformità di caratteristiche ed esigenze terapeutiche. ...
Studio di fase I su U3-1402: il farmaco anticorpo-coniugato (ADC) anti HER3 ha comportato una riduzione nelle dimensioni del tumore in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule con EGFR mutato Il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) costituisce circa l80-85% di tutti i carcinomi al polmone, è il cancro più comune al mondo e la principale causa di morte per cancro; nel 2018 sono stati osservati circa 2,1 milioni di nuovi casi di carcinoma polmonare in tutto il mondo e approssimativamente 1,8 milioni di morti. Barcellona, 10 settembre 20 ...
La validità di questo nuovo biomarcatore è stata dimostrata nello studio di fase III CheckMate -227: i risultati iniziali - presentati al congresso dellAmerican Association for Cancer Research (AACR) che si è svolto recentemente a Chicago - rappresentano, in particolare, un importante passo in avanti nel trattamento di prima linea del tumore del polmone non a piccole cellule. I dati positivi di questo studio stabiliscono il potenziale di TMB come importante biomarcatore predittivo per la selezione dei pazienti candidabili al trattamento di combinazione con due molecole immunoterapiche, nivolumab e ipilimumab, nel tumore del polmone non a piccole cellule avanzato - afferma il prof. Federico Cappuzzo, Direttore del Dipartimento di Oncoematologia dellAusl Romagna -. LItalia è uno dei Paesi che ha arruolato il maggior numeri di pazienti, 89 su un totale di 1.739. Il tasso di sopravvivenza libera da progressione a un anno era più del triplo con la combinazione (43%) rispetto alla ...
Cancro al polmone, passo avanti per la diagnosi grazie ad una ricerca dellUnisa. In tutto il mondo ogni minuto due persone muoiono di cancro; le aspettative per i prossimi dieci anni prevedono un aumento rilevante (circa 70%) dellincidenza di tumori, tra i quali uno dei più comuni e devastanti è il cancro al polmone, la maggiore causa di morte per neoplasia a livello globale, con circa 410.220 nuovi casi di cancro al polmone in Europa, di cui 41.300 in Italia.. Il cancro al polmone ha prognosi infausta (metà degli ammalati muoiono entro un anno dalla diagnosi) anche perchè, attualmente, per la maggior parte dei pazienti la diagnosi avviene in uno stadio avanzato della malattia. Mentre si stima che oltre l80% dei casi di cancro al polmone potrebbero essere curati se si riuscisse ad intervenire in uno stadio iniziale. Tuttavia, i metodi diagnostici, attualmente impiegati, basati principalmente su analisi strumentali (TAC, PET etc) e identificazione di marcatori tumorali sono invasivi, ...
OSIMERTINIB PER IL TUMORE DEL POLMONE Efficace come terapia adiuvante per quello non a piccole cellule. Ai nostri medici chiedi informazioni gratis
La Fda ha approvato un nuova combinazione di chemio e immunoterapia (atezolizumab, bevacizumab, paclitaxel e carboplatino), per il tumore al polmone
In tutto il mondo ogni minuto due persone muoiono di cancro; le aspettative per i prossimi dieci anni prevedono un aumento rilevante (circa 70%) dellincidenza di tumori, tra i quali uno dei più comuni e devastanti è il cancro al polmone, la maggiore causa di morte per neoplasia a livello globale, con circa 410.220 nuovi casi di cancro al polmone in Europa, di cui 41.300 in Italia.. Il cancro al polmone ha prognosi infausta (metà degli ammalati muoiono entro un anno dalla diagnosi) anche perchè, attualmente, per la maggior parte dei pazienti la diagnosi avviene in uno stadio avanzato della malattia. Mentre si stima che oltre l80% dei casi di cancro al polmone potrebbero essere curati se si riuscisse ad intervenire in uno stadio iniziale. Tuttavia, i metodi diagnostici, attualmente impiegati, basati principalmente su analisi strumentali (TAC, PET etc) e identificazione di marcatori tumorali sono invasivi, costosi e, soprattutto, nel caso dei biomarkers del tutto aspecifici; il loro livello, ...
Sono stati pubblicati su The Lancet Oncology i risultati del trial LUX-Lung 8, studio prospettivo di fase III che ha messo a confronto lafatinib ed erlotinib nei pazienti con carcinoma polmonare avanzato a cellule squamose. In questo particolare campione afatinib ha migliorato la sopravvivenza libera da progressione (endpoint primario) e la sopravvivenza complessiva (endpoint secondario)…
Per caratterizzare ulteriormente linterazione miRNA-mRNA nelle vie aeree periferiche campo di cancerizzazione, abbiamo esplorato specifici abbinamenti miRNA-mRNA. Vosa e colleghi hanno identificato miR-374a come biomarker prognostico nel non a piccole cellule del polmone fase iniziale [21]. Abbiamo anche individuato miR-374a come un differenziale espresso miRNA nel campo delle vie aeree periferiche di cancerizzazione; la sua espressione è stata aumentata nei pazienti con cancro al polmone rispetto ai controlli fumatori (Fig. 3). Utilizzando un programma di previsione bersaglio miRNA a disposizione del pubblico, Miranda, abbiamo cercato possibili bersagli di miR-374. Uno degli obiettivi previsti, ASCL1, membro gene dei elica-ansa-elica fattori di base di trascrizione della famiglia, è stato individuato nel nostro studio come differenzialmente espressi. RT-PCR quantitativa ha confermato i nostri risultati di microarray (correlazione di Pearson = 0,47, p = 0,04) (Fig S7). Quando abbiamo ...
La Commissione Europea ha dato il via libera alla commercializzazione del nivolumab per il trattamento del cancro ai polmoni non a piccole cellule (NSCLC) con istologia a cellule squamose, localmente avanzato o in fase avanzata (metastatico). La valutazione positiva è stata data sulla base dei risultati degli studi CheckMate -017 e CheckMate -063, rispettivamente di…
Dallo studio Checkmate-032 arrivano ulteriori buone notizie per la combo Opdivo-Yervoy di BMS. I dati preliminari della Fase 1/2 hanno mostrato unapprezzabile efficacia della combo rispetto alla somministrazione del solo Opdivo in pazienti con un cancro polmonare a piccole cellule a elevata mutazione. I risultati sono stati presentati alla World Conference on Lung Cancer in corso a Yokohama. Il tasso di risposta (ORR) nella popolazione intent- to-treat (401 persone) è stato del 22% per Opdivo-Yervoy, a fronte dell11% per Opdivo somministrato in monoterapia. Nei pazienti con TMB elevato - un biomarker che aiuta a predire la risposta dei pazienti alle terapie immuno-oncologiche - Opdivo-Yervoy hanno fatto registrare una risposta del 46% rispetto al 21% del solo Opdivo ...
Le ricerche nella lotta alle varie forme tumorali diventa sempre più avverinistica e specialistica. E in fase di sperimentazione un nuovo farmaco per il carcinoma polmonare che agisce sulla mutazione genetica che genera le cellule tumorali.. Per questo studio è stato scelto anche un paziente oncologico in cura presso lIstituto Pascale di Napoli. Ad inserire il paziente nella sperimentazione, un cittadino di Sorrento di 44 anni, è stato il dott. Alessandro Morabito, direttore della struttura complessa di oncologia polmonare dellIstituto dei tumori di Napoli.. Il nuovo farmaco agisce selettivamente sulla forma mutata del gene Ret. Un progetto importante che rinnova lalta qualità del centro di cura e assistenza napoletano.. La somministrazione della nuova terapia è iniziata la scorsa settimana una volta individuata la mutazione Ret dalla biopsia effettuata dal gruppo coordinato da Nicola Normanno.. ...
Per il trattamento del 90% dei tumori del polmone non a piccole cellule (Nsclc) la chemio standard � pi� efficace dell�erlotinib uno dei nuovi...
Il carcinoma polmonare costituisce una delle più rilevanti patologie a impatto sociale e sanitario dei paesi sviluppati, rappresentando una significativa causa di morbilità e mortalità. Sebbene la ricerca abbia fatto progressi in campo diagnostico e terapeutico i dati di sopravvivenza permangono insoddisfacenti. Lottimizzazione del trattamento può passare attraverso lidentificazione di fattori prognostici e predittivi in grado di migliorare loutcome per questi pazienti, oltre che attraverso una migliore comprensione ed applicazione di algoritmi diagnostici con la compartecipazione di più figure specialistiche. Limportanza di studiare biomarkers a scopo prognostico e/o predittivo comporta di rimando anche la necessità di un maggiore coinvolgimento di ...
Reuters Health) - Alecensa (Roche) ha ottenuto alla fine della scorsa settimana la raccomandazione dal CHMP dellEMA per lapprovazione in Europa come trattamento di prima linea contro il cancro polmonare mutato, Alecensa è uno dei nuovi farmaci sui quali lazienda svizzera sta puntando per compensare la scadenza dei brevetti dei suoi farmaci più vecchi. Michael Nawrath, analista di Zuercher Kantonalbank, stima che le vendite annuali di Alecensa raggiungeranno la cifra di 1,4 miliardi di franchi svizzeri (1,43 miliardi di dollari) entro il 2024, coprendo circa il 70% del mercato. Il Comitato per i medicinali a uso umano (CHMP) ha approvato Alecensa come monoterapia iniziale per gli adulti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule ALK positivo.. Fonte: Reuters Health News ...
La nostra ricerca mostra che CTCF e Boris regolano direttamente lepressione genica nelle cellule polmonari di RB2/p130, spiega Marcella Macaluso, Ph.D., uno degli autori dello studio. Abbiamo osservato che nel polmone a piccole cellule del cancro i livelli di espressione di RB2/p130 erano bassi, mentre in cellule polmonari non-piccolo cancro è sovraespresso rispetto alle cellule normali del polmone. Tuttavia, finora, ci sono stati insufficienti e contrastanti dati che non ci consentono di collegare la deregolazione dellepressione di RB2/p130 con la mutazione di questo gene nelle cellule di cancro al polmone. Questo studio ha finalmente rivelato il meccanismo e gli attori che controllano lespressione di RB2/p130, e questi risultati hanno lelevato potenziale di fornire informazioni importanti per la comprensione dei segnali proliferativi ed antiproliferativi innescati da RB2/p130 ...
Tumore al polmone non a piccole cellule NSCLC Il carcinoma polmonare è la prima causa di morte per cancro a livello globale[4]. Ogni anno muoiono 1,76 milioni di persone a causa della malattia, il che si traduce in oltre 4.800 decessi al giorno a livello mondiale 4.
Secondo i risultati di uno studio coordinato dallIstituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, gli inibitori della proteina ERK potrebbero rivelarsi utili per la cura dei tumori polmonari non a piccole cellule con mutazioni di LKB1
Tanti sono i cambiamenti nella diagnosi e terapia del tumore polmonare avvenuti negli ultimi anni. ALK, EGFR E ROS1 sembrano sigle incomprensibili, che hanno invece un valore decisivo per i malati: sono infatti i nomi dei geni che hanno un ruolo determinante in questa malattia e proprio in presenza di queste sigle si possono oggi utilizzare nuovi farmaci, che hanno aperto speranze, fino a pochi anni fa non immaginabili. Per identificare i bisogni di malati e loro familiari e per poter supportare progettualità che colmino le necessità individuate, WALCE, Women Against Lung Cancer in Europe (Donne Contro il Tumore del Polmone in Europa) promuove levento Be MUT-ual Days, due giornate di interscambio, formazione e informazione che si terranno a Roma il 25 e 26 novembre. «Il carcinoma polmonare resta ancora oggi il cancro che provoca più decessi, ma diverse nuove cure (anche combinate alla classica chemioterapia) allungano la sopravvivenza dei pazienti con una neoplasia in stadio avanzato - ...
<r>Salve, non sono molto ferrata con i nomi delle specifiche cure, ma proverò lo stesso a raccontare. <br/> Lo scorso anno mio padre ha dovuto ...
6.2.1 neoplasia polmonare in stadio precoce Struttura del modulo 6.1 Introduzione Approccio sequenziale nella diagnosi di neoplasia polmonare e razionale impiego delle metodiche a disposizione 6.2 Casi clinici: neoplasia polmonare in stadio precoce neoplasia polmonare in stadio avanzato neoplasia polmonare non operabile
AstraZeneca annuncia i risultati positivi di sopravvivenza globale (OS) dello studio di fase III FLAURA, uno studio randomizzato, in doppio cieco, multicentrico con osimertinib nel trattamento in prima linea di pazienti con carcinoma polmonare localmente
Scambia informazioni e consigli con persone interessate a Tumore del polmone ✓ Il 1° social network per i pazienti e chi gli sta accanto. ✓ Migliaia di discussioni.
Il trattamento migliora sia la sopravvivenza globale che quella libera da progressione nella forma non a piccole cellule non squamosa metastatica, indipendentemente dallespressione di PD-L1. Lo studio KEYNOTE-189 presentato al congresso dellAmerican Association for [leggi tutto]. ...
Sanihelp.it - Per la prima volta nella storia, i tassi di mortalità causati dal tumore al polmone potrebbero superare, nella popolazione e Sanihelp.
Il tumore del polmone non a piccole cellule ALK + è una delle forme più rare e colpisce pazienti di solito giovani. Il processo è rapido
Tumore del polmone non-a-piccole cellule: Pemetrexed ( Alimta ) associato al Cisplatino ha dimostrato un punteggio di beneficio netto per la salute di 0 ( zero ) su 130 e costa circa 9200 dollari al mese rispetto a circa 812 dollari al mese per Cisplatino e Gemcitabina. LASCO prima ha valutato il farmaco nel tumore del polmone non-a-piccole cellule senza distinzione istologica e ha assegnato un beneficio pari a zero rispetto allo standard di cura, poi su sollecitazione di Eli Lilly ha focalizzato lattenzione sul tipo non-squamoso e il beneficio è salito a 16 su una scala 0-130. Alimta trova indicazione nel tumore del polmone non-a-piccole cellule non-squamoso. ...
Reduce dal Congresso 2017 della International Association for the Study of Lung Cancer (IASLC) 18th World Conference on Lung Cancer appena conclusosi a Yokohama, Diego Luigi Cortinovis dellUO di Oncologia Medica dellAzienda Ospedaliera San Gerardo di Monza ci racconta le ultime novità emerse dagli aggiornamenti dello studio KEYNOTE-024 su pembrolizumab monoterapia in prima linea di trattamento del NSCLC avanzato.. ...
Il cancro ai polmoni è una delle forme più comuni di cancro, perché il fumo è il principale causa di questa malattia in circa il 71% dei casi, secondo i dati della Organizzazione Mondiale della Sanità. Coloro che fumano, che sono esposti a cancerogeni come lamianto o larsenico, ad alcuni minerali nocivi o che hanno casi di cancro ai polmoni in familiari diretti, sono più a rischio di contrarre la malattia. Se formi parte del gruppo a rischio è importante effettuare alcune modifiche alle tue abitudini e sapere quali sono i primi sintomi del cancro al polmone, per andare da uno specialista nel caso in cui sospetti la loro presenza.. ...
Il 39% dei pazienti con tumore del polmone in fase avanzata è vivo a 18 mesi. Il trattamento con un farmaco immuno-oncologico, nivolumab, garantisce un vantaggio netto nella sopravvivenza rispetto ai pazienti trattati con la chemioterapia (23%).
Consigli di News: Nuove speranze sul fronte della lotta ai tumori polmonari. Secondo un nuovo studio condotto dalla American Association for Cancer Research Frontiers, una manciata di pistacchi al giorno potrebbe...
Pneumologia.org fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Patologie respiratorie: Asma, Broncopneumopatia ostruttiva, Enfisema polmonare, Tumore del polmone: Oncologia toracica
Tutte le pubblicazioni di ALCASE sono gratuitamente scaricabili da questo sito in formato PDF. Vai alla pagina Le pubblicazioni che seguono sono anche edite a stampa ed acquistabili on-line e/o in libreria:. CON OGNI RESPIRO. Una guida per conoscere il cancro del polmone. VINCERE IL BIG KILLER. Le testimonianze di chi è guarito dal cancro ai polmoni. Conoscere il cancro del polmone per vincerlo. Un libricino che a sfogliarlo si respira... aria pulita!. ...
Il 20% dei pazienti con tumore del polmone in fase avanzata, mostra una sopravvivenza a tre anni. A dimostrarlo è uno studio internazionale, il cui dato è ancora più significativo perché riguarda anche i fumatori, che sono i più colpiti (85% dei casi) e che non presentano mutazioni…. Leggi ...
Lassociazione di consumatori sè mossa sulla base della valutazione dellOrganizzazione Mondiale della Sanità, secondo la quale i gas di scarico causano il tumore ai polmoni negli uomini
Intervista con la Dott. ssa Garassino sul tumore al Polmone e sulle strategie di cura con lo Studio Molecolare e Stadiazione del tumore (di fumatori e non fumatori) per terapie personalizzare
Secondo la classificazione istopatologica dellOMS, oltre il 95% delle neoplasie polmonari sono riconducibili a quattro istotipi principali: A) carcinoma squamoso o epidermoide; B) adenocarcinoma (con la variante bronchioloalveolare); C) carcinoma indifferenziato a piccole cellule o microcitoma (SCLC); D) carcinoma indifferenziato a grandi cellule. A) carcinoma. ...
Background: Pembrolizumab is the first-line standard of care for advanced non-small cell lung cancer (NSCLC) with a PD-L1 tumour proportion score (TPS) ≥ 50%. Eastern Cooperative Oncology Group performance status (PS) 2 patients may receive pembrolizumab, despite the absence of sustaining evidence. Patients and methods: GOIRC-2018-01 is a multicentre, retrospective, observational study. PS 2 NSCLC patients with a PD-L1 TPS ≥50% receiving first-line pembrolizumab from June 2017 to December 2018 at 21 Italian institutions were included. Clinical-pathological characteristics were correlated with disease response and survival outcomes; adverse events were recorded. The primary objective was 6-months progression-free rate (6-months PFR). Results: One hundred fifty-three patients (median age 70 years) were enrolled. At a median follow-up of 18.2 months, median progression-free survival (PFS) and overall survival (OS) were 2.4 (95% confidence interval, 95% CI, 1.6-2.5) and 3.0 months (95% CI ...
This study was conducted in the setting of advanced non-small-cell lung cancer in older patients. It is a multicenter retrospective analysis on very old persons that explores the efficacy and the safety of anti-programmed cell death protein 1 therapy. Older patients seem to tolerate immunotherapy as well as younger patients with comparable efficacy. This is a relevant message for everyday clinical practice.. Luciani, A., Marra, A., Toschi, L., Cortinovis, D., Fava, S., Filipazzi, V., et al. (2020). Efficacy and Safety of Anti-PD-1 Immunotherapy in Patients Aged ≥ 75 Years With Non-small-cell Lung Cancer (NSCLC): An Italian, Multicenter, Retrospective Study. CLINICAL LUNG CANCER, 21(6), e567-e571.. ...
Il carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) o microcitoma è una neoplasia polmonare che origina dalle cellule neuroendocrine dei grossi bronchi, caratterizzato da elevata malignità e precoce capacità metastatica. Il fumo di sigaretta costituisce il principale fattore di rischio per linsorgenza di microcitoma, tanto da sospettare un errore diagnostico se riscontrato in soggetti non fumatori. Ulteriori fattori di rischio sono lesposizione al radon e allasbesto. I tumori del polmone vengono divisi in non a piccole cellule (NSCLC) e a piccole cellule (SCLC); questi ultimi rappresentano il 16,8% di tutti i tumori polmonari. Tale dicotomia rende conto delle profonde differenze terapeutiche, prognostiche e patogenetiche tra NSCLC e SCLC, configurandosi non solo come criterio di studio classificativo ed epidemiologico, ma anche come indice di mortalità e di speranza terapeutica. Unulteriore classificazione può essere posta in base alla preferenziale sede di insorgenza, essendo il ...
Durvalumab è il primo farmaco immunoterapico a ricevere la raccomandazione per lautorizzazione allimmissione in commercio del CHMP per il trattamento del NSCLC localmente avanzato, non resecabile.. La molecola ha ricevuto la raccomandazione per i pazienti con tumore polmonare esprimente un livello di PD-L1 ≥1%.. 30 Luglio 2018 - AstraZeneca e MedImmune, la sua divisione di ricerca e sviluppo biologico globale, hanno annunciato oggi che il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) dellAgenzia Europea per i Medicinali ha espresso un parere positivo, raccomandando lautorizzazione allimmissione in commercio di durvalumab per il trattamento del carcinoma polmonare non a piccole cellule localmente avanzato, non resecabile, negli adulti i cui tumori esprimano PD-L1 su ≥1% delle cellule tumorali e la cui malattia non sia progredita dopo chemioterapia e radioterapia a base di platino (CRT). La raccomandazione si basa sugli endpoint primari di sopravvivenza libera da progressione (PFS) e ...
La presente simulazione è stata realizzata sulla base delle specifiche raccolte sul tavolo ER del Focus Group IRIS coordinato dallUniversità di Modena e Reggio Emilia e delle regole riportate nel DM 598/2018 e allegata Tabella A. Cineca, lUniversità di Modena e Reggio Emilia e il Focus Group IRIS non si assumono alcuna responsabilità in merito alluso che il diretto interessato o terzi faranno della simulazione. Si specifica inoltre che la simulazione contiene calcoli effettuati con dati e algoritmi di pubblico dominio e deve quindi essere considerata come un mero ausilio al calcolo svolgibile manualmente o con strumenti equivalenti ...
Detection of microsatellite instability and loss of etherozygosity in serum DNA of small ans non small cell lung cancer patients:a tool for early diagnosis? / CUDA G; GALLELLI A; NISTICO A; TASSONE P; BARBIERI V; TAGLIAFERRI PS; COSTANZO FS; TRANFA C.M.; VENUTA S. - In: LUNG CANCER. - ISSN 0169-5002. - 30(2000), pp. 211-214.. ...
In particolare, in uno studio di confronto con la chemioterapia, afatinib è stato il primo a documentare un vantaggio assoluto in termini di sopravvivenza.. Questi nuovi dati sono stati recentemente pubblicati su The Lancet Oncology. Da questi emerge che pazienti con carcinoma polmonare con delezione dellesone 19 del gene di EGFR, che hanno ricevuto afatinib come terapia di prima linea, sono vissuti oltre un anno in più rispetto a chi è stato trattato con chemioterapia standard, con una riduzione del rischio di morte del 41% (mediana di sopravvivenza complessiva pari a 33,3 mesi verso 21,1 mesi).. Gli enormi progressi compiuti dalla ricerca farmacologica e la conseguente offerta di soluzioni terapeutiche allavanguardia, mirate a massimizzare il beneficio per i pazienti affetti da malattie gravi e invalidanti come quelle oncologiche, stanno rivoluzionando i percorsi di cura delle stesse - ha dichiarato Anna Maria Porrini, Presidente di Boehringer Ingelheim Italia - Per questo, forti della ...
Usa, 13 marzo 2015 - Lente regolatorio americano FDA (Food and Drug Administration) ha approvato nivolumab per il trattamento dei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC) squamoso metastatico in progressione durante o dopo chemioterapia a base di platino. Nivolumab è la prima e unica terapia anti-PD-1 (programmed death receptor-1) che ha dimostrato […] ...
Osimertinib in compresse da 40 mg e 80 mg da assumere una volta al giorno è stato approvato in oltre 50 Paesi, tra cui Stati Uniti, Europa, Giappone e Cina, per pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) avanzato positivo alla mutazione T790M dellEGFR. Lidoneità al trattamento con osimertinib dipende dalla conferma che la mutazione T790M dellEGFR sia presente nel tumore.. Osimertinib è un inibitore irreversibile di terza generazione dellEGFR studiato per inibire sia le mutazioni sensibilizzanti dellEGFR che la mutazione di T790M e agire contro le metastasi a livello del Sistema Nervoso Centrale (CNS).8 Osimertinib è inoltre attualmente oggetto di studio nel setting adiuvante e metastatico di prima linea, anche in pazienti con metastasi cerebrali e leptomeningee e in combinazione con altri trattamenti.9-13. Informazioni su AstraZeneca in Oncologia. AstraZeneca ha una tradizione ben radicata nel campo delloncologia e offre un portafoglio in rapida crescita di nuovi ...
Iressa, un medicinale che contiene il principio attivo Gefitinib, trova indicazione nel trattamento di pazienti adulti con carcinoma polmonare non ...
LONA offre assistenza medica legale gratuita per le vittime di carcinoma polmonare non a piccole cellule da esposizione ad amianto.
Terapie a bersaglio molecolare nel tumore polmonare non a piccole cellule Valentina Merlo* Marina Longo** Silvia Novello** * Divisione di Oncologia Medica, AOU Santa Maria della Misericordia, Udine **
La radioterapia toracica in aggiunta ai trattamenti standard per il tumore polmonare avanzato a piccole cellule può migliorare la sopravvivenza a lungo termine e ridurre la ricorrenza a livello toracico. Un gruppo di ricercatori ha pubblicato sulla rivista ...
LAgenzia Italiana del Farmaco ha stabilito la rimborsabilità per nivolumab, primo farmaco anti-PD-1, nel trattamento del melanoma avanzato e del tumore del polmone non a piccole cellule squamoso avanzato in pazienti pretrattati. Lo rende noto un comunicato dellazienda produttrice Bristol-Myers Squibb che sottolinea come «questi pazienti possono oggi contare su una nuova terapia che prolunga significativamente la sopravvivenza a lungo termine con malattia in stadio avanzato».. Gli studi alla base dellapprovazione di nivolumab - avvenuta nel luglio 2015 a livello europeo, continua la nota, hanno evidenziato nei casi di melanoma avanzato, un tasso di sopravvivenza a un anno superiore al 70%, con una riduzione del rischio di morte del 58% e, nei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule squamoso avanzato pretrattati, un tasso di sopravvivenza a un anno del 42% e una riduzione del rischio di morte del 41% rispetto alla terapia standard. Nello stesso tempo, agendo direttamente sul ...
18F]FDG-PET/CT evaluation of adrenal lesions in patients with non-small-cell lung cancer / Perri M; Erba P; Volterrani D; Chella A; Genovesi D; Lazzeri P; Mariani G.. - In: EUROPEAN JOURNAL OF NUCLEAR MEDICINE AND MOLECULAR IMAGING. - ISSN 1619-7070. - (2007).. ...
Lorenzin, impegno Regioni per -10% fumatori entro 2018″ , Da Ansa.it di mercoledì 19 ottobre 2016. La rincorsa alle nuove terapie, una dopo laltra, per chi ha un tumore , Da Corriere.it di domenica 16 ottobre 2016. Il polmone sotto attacco, il cancro si può abbattere con limmunoterapia , Da Repubblica.it di domenica 9 ottobre 2016. Tumore polmone, con immunoterapia meno 40% rischio di morte , Da ANSA.it di domenica 9 ottobre 2016. Cancro al polmone, la svolta: immunoterapia batte la chemio , Da Quotidiano.net di domenica 9 ottobre 2016. Congresso Esmo. Pembrolizumab una nuova opzione terapeutica in prima linea per pazienti con tumore polmonare avanzato , Da QuotidianoSanità.it di domenica 9 ottobre 2016. Tumori, con nuova immunoterapia rischio di mortalità in calo del 40% , Da tio.ch di domenica 9 ottobre 2016. TUMORE AL POLMONE AVANZATO: PEMBROLIZUMAB UNA NUOVA OPZIONE TERAPEUTICA IN PRIMA LINEA , Da saluteh24.com di domenica 9 ottobre 2016. TUMORE AL POLMONE AVANZATO: ...
LA NEOPLASIA POLMONARE Fattore tempo Latenza clinica: da 8 a 16 anni a seconda del tipo istologico. Una neoplasia riconoscibile allesame clinico (1 cm.) ha già raggiunto i due terzi della sua crescita globale costituita da trenta raddoppiamenti. Ogni raddoppiamento comporta ora variazioni dimensionali esponenziali secondo una crescita che segue una curva gomperziana che ha apice di crescita dopo il raggiungimento dellevidenza clinica. Secondo recenti acquisizioni le migliori possibilità di guarigione si hanno per lesioni al I stadio trattate entro trenta giorni dallidentificazione
Boehringer Ingelheim ha annunciato oggi lavvio di uno studio di Fase II su afatinib* in associazione a pembrolizumab in pazienti con carcinoma polmonare a cellule squamose (SqCC) localmente avanzato o metastatico.. Benjamin Levy, MD, Clinical Director, Sidney Kimmel Cancer Center, Johns Hopkins Medicine, Sibley Memorial Hospital di Washington DC, USA ha dichiarato: Data la complessità dei tumori e la loro capacità di sfuggire alla distruzione da parte del sistema immunitario, cè un disperato bisogno di approcci con terapie dassociazione basate su fondamenti clinici e scientifici. Lassociazione dei due farmaci afatinib e pembrolizumab, che hanno dimostrato individualmente efficacia significativa con benefici di sopravvivenza in pazienti con carcinoma polmonare a cellule squamose di stadio avanzato, è una strategia interessante che va ulteriormente indagata. Le potenziali sinergie fra questi due farmaci offrono speranza di progresso terapeutico e di ulteriori opzioni terapeutiche per ...
Dr. Luigino Bellizzi, Specialista in Chirurgia generale. Sicuramente sufficiente, visto il risultato dellesame istologico, anche se un primo esame
Tosse con sangue è un sintomo comune di cancro al polmone, ma non è generalmente associata ad una particolare fase di cancro al polmone rispetto ad un altro. Scopri di più su laspettativa di vita del polmone cancro, il cancro del polmone metastatico, e le altre condizioni che possono causare a tirar fuori il sangue.
George convive con il cancro al polmone dal 2013. In questo contributo condivide le sue esperienze e il suo punto di vista sulla vita dopo la diagnosi. Scopri la storia di George.
Addendum al contratto relativo allo studio sperimentale dal titolo ¡°Studio di fase III, in aperto, randomizzato volto a valutare l¡¯efficacia e la sicurezza di alectinib in regime adiuvante rispetto alla chemioterapia a base di platino in regime adiuvante in pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule positivo per la chinasi del linfoma anaplastico in stadio da Ib (tumore ¡Ý 4 cm) a IIIa resecato in toto¡±, Prot. N. BO40336 - Cod. Eudract n. 2017-004331-37 - Promotore: F. Hoffmann-La Roche Ltd. di Basilea, PI Dr. F. Piantedosi. Presa d¡¯atto - Provvedimenti ...
Richiesta di consulto veterinario su carcinoma polmonare gatto, cosa fare La scorsa settimana è stato sottoposto ad ecografia con eco/cardio, ed è stato
HER2). La molecola agisce in modo distintivo, legandosi irreversibilmente al recettore - diversamente dai trattamenti ora disponibili in questa classe. I risultati con BIBW 2992 sono potenzialmente significativi per pazienti con diagnosi di tumore della testa e del collo dal momento che i dati indicano che questa nuova molecola, con legame irreversibile EGFR/erbB2, sembra essere almeno efficace quanto cetuximab con un profilo di sicurezza confrontabile - Dice Tanguy Y. Seiwert, MD; principale sperimentatore dello studio, dellUniversità di Chicago Medical Center. Il tumore della testa e del collo ricorrente ha una prognosi molto scarsa e questa è veramente la prima volta che un farmaco orale con bersaglio lEGFR mostra questo livello di attività. In questo stadio di malattia avanzata i pazienti hanno poche opzioni terapeutiche e BIBW 2992 può potenzialmente fornire una opzione di trattamento alternativa. Inoltre i nuovi dati su BIBW 2992 che saranno presentati allASCO, riaffermano la ...
In mammalian cells, the process of malignant transformation is characterized by the loss or down-regulation of tumor-suppressor genes and/or the mutation or overexpression of proto-oncogenes, whose products promote dysregulated proliferation of cells and extend their life span. Deregulation in intracellular transduction pathways generates mitogenic signals that promote abnormal cell growth and the acquisition of an undifferentiated phenotype. Genetic abnormalities in cancer have been widely studied to identify those factors predictive of tumor progression, survival, and response to chemotherapeutic agents. Pharmacogenetics has been founded as a science to examine the genetic basis of interindividual variation in drug metabolism, drug targets, and transporters, which result in differences in the efficacy and safety of many therapeutic agents. The traditional pharmacogenetic approach relies on studying sequence variations in candidate genes suspected of affecting drug response. However, these ...
Gli Autori presentano un terzo caso di perforazione del piccolo intestino da carcinoma polmonare sarcomatoide metastatico. Un uomo di 62 anni veniva sottoposto a lobecomia superiore destra a causa di un tumore polmonare infiltrante la parete toracica posteriore. Listologia dimostrava un sottotipo pleomorfico di carcinoma sarcomatoide (pT2 pN0 cM0). Il decorso postoperatorio era regolare e successivamente il paziente veniva radiotrattato con 5000 cGY in 5 settimane. Dopo 5 mesi, il paziente veniva nuovamente ricoverato presso il departimento chirurgico per un quadro di addome acuto. Alla laparatomia, egli presentava una peritonite avanzata fibrinosa e biliare secondaria ad una singola perforazione del digiuno, situata circa 50 cm a valle dellangolo di Treitz. La valutazione microscopica ha indicato che la massa perforata consisteva in uninfiltrazione di cellule maligne giganti, ad elevato pleomorfismo, mono e multinucleate. Limmunoistochimica, eseguita con multipli anticorpi anti-cheratina, ...
Il carcinoma del polmone una delle tipologie di tumore pi diffuse, soprattutto nella sua variante chiamata non a piccole cellule (NSCLC: non-small cell lung cancer), che poi la forma pi comune, con un milione di nu... »» ...
NSCLC - stadio iiib La terapia standard nei pazienti affetti da carcinoma del polmone non a piccole cellule (NSCLC) localmente avanzato inoperabile è rappresentata storicamente dalla radioterapia seppur
LAssociazione ha lo scopo di promuovere il progresso oncologico nel campo clinico, sperimentale e socio-assistenziale, la prevenzione primaria e secondaria, la qualità delle cure oncologiche, la continuità terapeutica del paziente oncologico, Home - AIOM - Associazione Italiana di Oncologia Medica
Tra le nuove strade percorse nel trattamento del tumore, limmunoncologia è quella che si è dimostrata più promettente anche verso forme tumorali particolarmente aggressive, che finora non hanno ottenuto una risposta soddisfacente con la chemioterapia tradizionale, come il melanoma in fase avanzata e il tumore del polmone non a piccole cellule. Ne parlano Michele Maio e Andrea Ardizzoni.. ...
La presente simulazione è stata realizzata sulla base delle specifiche raccolte sul tavolo ER del Focus Group IRIS coordinato dallUniversità di Modena e Reggio Emilia e delle regole riportate nel DM 589/2018 e allegata Tabella A. Cineca, lUniversità di Modena e Reggio Emilia e il Focus Group IRIS non si assumono alcuna responsabilità in merito alluso che il diretto interessato o terzi faranno della simulazione. Si specifica inoltre che la simulazione contiene calcoli effettuati con dati e algoritmi di pubblico dominio e deve quindi essere considerata come un mero ausilio al calcolo svolgibile manualmente o con strumenti equivalenti ...
Per i pazienti affetti da NSCLC ALK+ si può delineare un algoritmo di riferimento che ottimizzi il beneficio clinico? Lo abbiamo chiesto a Francesco Grossi, Responsabile UOS Tumori Polmonari del Policlinico San Martino di Genova, durante il congresso 2017 dellAssociazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) svoltosi a Roma.. ...
Depressione - Le novità sulla Depressione. Depressione.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulla Malattia depressiva e sulla Terapia
Il tumore ai polmoni è un pericolo globale, che non fa distinzione alcuna tra i sessi. Mentre tante altre neoplasie riguardano più uomini che donne o viceversa, il tumore ai polmoni riguarda tutti: chi fuma e chi subisce il fumo, chi vive nellinquinamento e chi lo subisce di rado. Ogni anno in Italia si manifestano circa 34.000 casi nuovi e di questi 27.000 muoiono entro il primo anno.. Parliamo in particolare del tumore non a piccole cellule che riguarda la maggior parte dei carcinomi legati al polmone e in Italia è tra le prime cause di morte per la popolazione. Ma sempre dallItalia arriva forse un nuovo modo di diagnosticarlo per tempo. Per la precisione arriva da Napoli, dai ricercatori del Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologie Avanzate che hanno realizzato un vero e proprio kit da prelievo specificamente per questa malattia. ...
Con il termine programma intendiamo un ampio argomento di ricerca articolato in specifici progetti. Ad esempio, i programmi I-GrADE, FaBiO e QuaDiM, trattando rispettivamente lappropriatezza prescrittiva negli anziani, luso di farmaci biologici in oncologia e la qualità delle cure in psichiatria, verranno articolati in specifici progetti. Ad esempio (i) limpatto dellinterazione farmacologica tra warfarin e altri farmaci sui ricoveri per sanguinamento del tratto gastroenterico superiore negli anziani (I-GrADE), (ii) luso, la sicurezza, limpatto clinico e la sostenibilità economica del trattamento con xxx nei pazienti con cancro metastatico non a piccole cellule del polmone (FaBiO) e (iii) lassociazione tra trattamento farmacologico della schizofrenia e rischio di recidiva (QuaDiM), sono esempi di specifici progetti di ricerca innestati negli specifici programmi.. Con il termine progetto intendiamo un argomento di ricerca progettato per rispondere a uno specifico quesito. Ad esempio, i ...
La scelta del trattamento medico nellambito della comune pratica clinica si basa sulla valutazione integrata dei seguenti parametri: istologia (squamosa vs non squamosa), presenza di alterazioni molecolari driver (mutazioni sensibilizzanti di EGFR, riarrangiamenti di ALK e ROS1, mutazione di BRAF), livello di espressione di PDL1, caratteristiche cliniche del paziente. Tutti i pazienti con istologia non squamosa o mista devono essere sottoposti ad analisi molecolari, questo andrebbe considerato anche in pazienti con istologia squamosa, se giovani e/o non fumatori. Presso la nostra Struttura viene sempre effettuato un dettagliato profilo molecolare su un pannello di geni molto ampio tra cui MET, RET, HER2, LKB1, KRAS, NTRK ed altri ancora per i quali esiste la possibilità di impiego, se indicato, di nuove molecole allinterno di programmi di studio nelle diverse linee di trattamento. Il PDL1 va sempre richiesto indipendentemente dalla istologia. La presenza o meno di alterazioni molecolari ...
In oltre la metà dei casi di anafilassi si sono verificati in pazienti che in precedenza aveva tollerato il farmaco. Sul mercato crema contorno occhi hq game STATUNITENSE a partire dal 2000, il dispositivo è un esterno, pompa di infusione per il controllo del tasso di epidurale, io. I rischi di nuove neoplasie erano maggiori tra i pazienti con diagnosi non a piccole cellule cancro ai polmoni rispetto a piccole cellule del cancro del polmone, i ricercatori hanno notato. In generale, questi farmaci funzionano attraverso il loro effetto più importanti neurotrasmettitori nel sistema nervoso centrale, gli investigatori hanno spiegato. Tuttavia, i ricercatori hanno detto, il beneficio dellaggiunta di olanzapina per dialettico terapia per il disturbo borderline di personalità era piccola. CDHPs fiscale-friendly, alta deducibili piani di salute che sono legati a singoli salute conti di risparmio (HSAs) o di salute di rimborso a regime (HRAs) che permettono iscritti e i loro datori di lavoro a ...
Emily convive con il cancro al polmone da oltre due anni. In questo contributo condivide le sue esperienze e il suo punto di vista sulla vita dopo la diagnosi. Scopri la storia di Emily.
Il cancro del polmone è un tumore polmonare maligno, solitamente classificato come carcinoma a cellule piccole o non a piccole cellule. Fumare sigarette è un importante fattore di rischio per la maggior parte delle varianti tumorali.
La gestione delle metastasi cerebrali resta complessa nei pazienti con carcinoma polmonare: qual è in questo setting il ruolo di crizotinib? Lo abbiamo chiesto ad Alessandro Morabito, Direttore dellOncologia Medica Toraco-Polmonare dellIRCCS Fondazione G. Pascale di Napoli, durante il congresso 2017 dellAssociazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) svoltosi a Roma.. ...
Il carcinoma polmonare costituisce una delle più rilevanti patologie a impatto sociale e sanitario dei paesi sviluppati, rappresentando una significativa causa di morbilità e mortalità. Sebbene la ricerca abbia fatto progressi in campo diagnostico e terapeutico i dati di sopravvivenza permangono insoddisfacenti. Lottimizzazione del trattamento può passare attraverso lidentificazione di fattori prognostici e predittivi in grado di migliorare loutcome per questi pazienti, oltre che attraverso una migliore comprensione ed applicazione di algoritmi diagnostici con la compartecipazione di più figure specialistiche. Limportanza di studiare biomarkers a scopo prognostico e/o predittivo comporta di rimando anche la necessità di un maggiore coinvolgimento di figure che rivestono un ruolo essenziale nelliter diagnostico del carcinoma polmonare. Per meglio identificare quali pazienti possano beneficiare di uno specifico trattamento, diventa pertanto indispensabile una stretta collaborazione fra ...
Un nuovo articolo è stato pubblicato sul giornale Journal of Thoracic Oncology. Al fine di valutare la sicurezza e fattibilità della tecnica robotica, sono stati analizzati retrospettivamente tutti i pazienti sottoposti a lobectomia polmonare dal 2011 al 2016 presso la nostra Divisione, per neoplasia non a piccole cellule in stadio precoce. Sono stati comparati gli outcome chirurgici, la sopravvivenza e la recidiva di malattia. Lapproccio robotico e la tecnica standard toracotomica hanno dimostrato non avere differenze statisticamente significative in pazienti con medesime caratteristiche demografico-cliniche. Clicca QUI per leggere larticolo.Leggi altro →. ...
Sono stati pubblicati i risultati dello studio CITYSCAPE di fase II. Questo è il primo studio randomizzato che ha valutato lefficacia e la sicurezza di Tiragolumab più Atezolizumab ( Tecentriq ) rispetto al solo Atezolizumab come trattamento iniziale ( prima linea ) per le persone con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ), PD-L1-positivo, metastatico.. Tiragolumab è una nuova immunoterapia antitumorale progettata per legarsi a TIGIT, una proteina del checkpoint immunitario espressa sulle cellule immunitarie ...
10 ANNI DI PROGRESSI IN ONCOLOGIA POLMONARE. Coordinatore: prof. Alessandro Morabito. Le conoscenze biologiche sul carcinoma polmonare sono aumentate negli ultimi anni ed hanno reso possibili una migliore caratterizzazione molecolare di questa patologia e delle terapie personalizzate, anche grazie alla disponibilità di nuovi farmaci biologici. In particolare, le mutazioni di EGFR (epidermal growth factor receptor) e il riarrangiamento di ALK (anaplastic lymphoma kinase) rappresentano le alterazioni molecolari contro le quali sono oggi disponibili farmaci di comune impiego nella pratica clinica. Questi farmaci sono più efficaci e meglio tollerati della chemioterapia. Inoltre la dimostrazione dellefficacia dellimmunoterapia ha determinato negli ultimi anni una nuova rivoluzione del trattamento dei pazienti con carcinoma polmonare metastatico e localmente avanzato. Obiettivo del corso è approfondire le principali tematiche sulla diagnosi e terapia del NSCLC, attraverso una discussione ...
Lesposizione a questi tossici tra i residenti che vivono vicino ai PIC può aumentare il rischio di tumori, in particolare i tumori respiratori come il cancro ai polmoni. Come uno dei tumori più comuni in tutto il mondo, il tumore polmonare ha tassi di incidenza globali di 36,75 e 17,41 per 100.000 maschi e femmine, rispettivamente, contribuendo a circa 682.000 casi a livello globale nel 2016 (Global Burden of Disease Collaborative Network, 2016). Oltre a noti fattori di rischio comportamentale, come il fumo e agenti cancerogeni ambientali naturali, come il radon, anche altri determinanti ambientali contribuiscono al cancro del polmone. A causa di problemi di salute pubblica, diversi studi hanno tentato di valutare se esiste un aumentato rischio di cancro ai polmoni nei residenti che vivono vicino a PIC, ma i risultati sono variati tra paesi e periodi di studio. Alcuni studi americani hanno anche riportato risultati coerenti di unassociazione tra rischio di cancro ai polmoni ed esposizione ...
Il cancro al polmone è la principale causa di morte tumorale nel mondo, e il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) rappresenta circa l85% dei casi. Negli ultimi anni sono state individuate diverse alterazioni molecolari responsabili dello sviluppo di tumori: lIstituto Europeo di Oncologia, in collaborazione con altri centri oncologici italiani, ha progettato un nuovo pannello di geni potenzialmente cruciali per migliorare la diagnosi e lefficacia della terapia in pazienti con NSCLC. Allinterno di questo pannello, definito Lung Oncopanel, sono stati inclusi geni responsabili della progressione tumorale insieme a geni trattabili con specifici farmaci.. Il progetto consiste nella validazione in ambito clinico di Lung Oncopanel, per la quale inizialmente si selezionerà la migliore tecnologia disponibile in grado di soddisfare gli elevati standard della pratica clinica. Successivamente si valuteranno, per la tecnologia scelta, specificità e sensibilità nella rilevazione di ...