La Lega Svizzera contro lEpilessia (Lega contro lEpilessia, LScE), attiva in tutta la Svizzera, è unorganizzazione specializzata e unassociazione di categoria per il quadro clinico dellepilessia. È membro della International League Against Epilepsy (ILAE) (Lega internazionale contro lepilessia)., rappresentandone la sezione nazionale in Svizzera (dal 1963). La Lega contro lEpilessia promuove la ricerca e offre consulenza a specialisti, pazienti e parenti. Svolge inoltre unopera di informazione, sensibilizzando lopinione pubblica sul tema dellepilessia. Intende così contribuire allintegrazione delle persone colpite da epilessia nella società. La Lega Svizzera contro lEpilessia pubblica la rivista specializzata Epileptologie quattro volte lanno. Ogni anno conferisce un premio per la promozione della ricerca e, ogni tre anni, un premio per dottorati a giovani scienziati. Organizza la Giornata dellEpilessia il 5 ottobre. Mette a disposizione della documentazione pratica a tutti ...
Autore: Schwartzkroin , Categoria: Libri, Prezzo: € 859,20, Lunghezza: 2496 pagine, Editore: Elsevier - Academic Press, Titolo: Encyclopedia of Basic Epilepsy Research
Claudia Giulietti (11) La vita attraverso di te (11) Racconto #22 (10) Davide Oldani (8) Robiz (7) Ranieri Salvadorini (5) Alessandro Vincenzi (3) I pennelli siamo noi (3) Eleonora Clemm (2) Giovanni Casale (2) La mia epilessia (2) PIANETA1P36 (2) anonimo (2) 1p36 (1) A te che stai leggendo (1) AMICIZIE FRATERNE E MERITOCRAZIA (1) Alessandra Mazzilli (1) Ana Vasiljević (1) Andrea Giuseppe Capanna (1) Anna Petrucci (1) Arianna è la nostra forza (1) Arrivederci Bologna (1) Arte ed epilessia (1) Cara e adorata figlia epilessia (1) Chiusura del cerchio (1) Countdown (1) Deborah Borin (1) Diana Massari (1) Dire grazie (1) Disegnamo racconti per bambini (1) EEG: ELETTROENCEFALOGRAMMA O EPISODI EVITABILI GRATUITI (1) EPILESSIA (1) Elisa (1) Epilessia a tradimento (1) Epilessia e Politica (1) Epilessia e Sport (1) Epilessia e vita sentimentale (1) Famiglia Pagliarelli (1) Federica Tomasi (1) Francesco Casillo (1) Giovanna Francese (1) Giulia è nata due volte (1) Home sweet Home (1) I miracoli ...
Il 12 Febbraio 2018 è la Giornata Mondiale dellEpilessia (#InternationalEpilepsyDay ) indetta nel mondo dall International Bureau for Epilepsy (Ibe) e lInternational League Against Epilepsy (Ilae) dal 2002. Sono 16 anni di impegno costante durante i quali si vuole aumentare la consapevolezza sui problemi affrontati ogni giorno dalle persone con epilessia e dai loro familiari. Occorre affrontare i pregiudizi che ancora molte persone hanno nei confronti di chi soffre di questa patologia, occorre diffondere una una giusta informazione che interessa l1% della popolazione, 500mila in Italia.. Troppe volte le persone epilettiche restano nellombra o a causa di errati pregiudizi e vanno incontro a perdita del lavoro, della patente o rinuncia a praticare determinati sport. Devono lottare a volte affinché non gli vengano negati dalle altre persone . i diritti fondamentali. Lepilessia è una malattia neurologica ma non deve assolutamente generare uno stigma sociale.. Il nostro impegno per METTERE ...
Lassociazione danese epilessia è una organizzazione non-profit fondata nel 1962 con circa 5.500 membri in Danimarca. I suoi obiettivi sono quelli di sensibilizzare lopinione pubblica sulla epilessia, sul trattamento di epilessia, e di trovare le cause della epilessia e di comprendere anche le conseguenze sociali, psicologici legate allepilessia ...
Lassociazione danese epilessia è una organizzazione non-profit fondata nel 1962 con circa 5.500 membri in Danimarca. I suoi obiettivi sono quelli di sensibilizzare lopinione pubblica sulla epilessia, sul trattamento di epilessia, e di trovare le cause della epilessia e di comprendere anche le conseguenze sociali, psicologici legate allepilessia ...
Crisi epilettiche che potrebbero essere scatenate da scene di film. È lallarme lanciato recentemente dallamericana Epilepsy Foundation in vista delluscita di un nuovo remake di una leggendaria space opera nelle sale cinematografiche. In Italia, la Lega Italiana contro lEpilessia (LICE) sottolinea che si tratta di una eventualità che riguarda le persone affette da epilessia fotosensibile, una particolare condizione neurologica che insorge in genere in età infantile ed adolescenziale ed interessa una piccola percentuale delle persone con epilessia.. Ad esser maggiormente colpite dallepilessia fotosensibile sono le ragazze rispetto ai coetanei di sesso maschile (rapporto 3:2). Questi ultimi, però, tendono ad avere più frequentemente attacchi epilettici causati da fotosensibilità, molto probabilmente a causa di una maggiore esposizione ad alcuni fattori scatenanti come ad esempio lutilizzo di videogiochi.. Luci intermittenti o troppo brillanti come quelle presenti nelle discoteche o che ...
Per mettere a fuoco questo aspetto i ricercatori hanno esaminato i dati dellHealth Improvement Network (THIN), che raccoglie cartelle cliniche elettroniche di quasi 10,6 milioni di pazienti nel Regno Unito. Durante il follow-up, durato in media 5,6 anni, il 2,2% ha ricevuto una diagnosi recente di depressione e lo 0,9% ha avuto lepilessia. Il 63% dei pazienti che ha sviluppato la depressione e il 56% di chi ha avuto lepilessia era di sesso femminile. Dopo il controllo per età, sesso, Charlson Comorbidity Index (CCI), e Townsend Deprivation Index (TDI), le persone con epilessia hanno avuto un rapporto di rischio (HR) di 2.04 per la depressione. Tra i pazienti con depressione, lHR per sviluppare lepilessia è stato di 2.54. La depressione ha anche presentato alcune associazioni tra sesso, TDI, CCI ed epilessia. Tra i pazienti con depressione trattati, lHR per lepilessia è stato di 3.42. LHR aggiustato per i pazienti depressi che hanno ricevuto counseling è stato 1.84 rispetto ai ...
I ricercatori hanno dimostrato il coinvolgimento del gene della Sinapsina-1 (SYN1) nellepilessia e nellautismo. Le mutazioni associate con lepilessia e lautismo modificano la capacità della sinapsina 1 di regolare il ciclo delle vescicole sinaptiche, organelli intracellulari che garantiscono la corretta comunicazione tra le cellule nervose liberando il neurotrasmettitore a livello delle sinapsi. Tali scoperte identificano per la prima volta forme di epilessia umana e autismo su base genetica con un difetto in una proteina delle vescicole sinaptiche.. Il gruppo di studio ha identificato una grave mutazione nel gene SYN1 presente sul cromosoma X nei membri di una famiglia franco-canadese affetti da epilessia associata ad autismo. Attraverso unulteriore analisi su pazienti affetti da autismo od epilessia, altre mutazioni dello stesso gene sono state identificate rispettivamente nel 1% dei pazienti autistici e nel 3,5% dei pazienti epilettici, dimostrando quanto SYN1 sia fondamentale nella ...
La farmacoterapia dellepilessia impiega farmaci antiepilettici, che con diversi meccanismi stabilizzano le proprietà elettriche della membrana delle cellule nervose, impedendo così le scariche elettriche spontanee. Si tratta perciò di una terapia sintomatica che non elimina la causa dellepilessia. Tuttavia garantisce una vita normale a molti pazienti che altrimenti sarebbero gravemente limitati o minacciati da frequenti crisi epilettiche. La terapia deve tenere conto della situazione e delle esigenze individuali del paziente e va indicata con cura, perché è prolungata e con effetti collaterali potenzialmente gravi, che possono comunque essere minimizzati nella maggior parte dei casi. In particolare, deve essere probabile o sicura la diagnosi di epilessia, e deve essere probabile che le crisi epilettiche si ripetano nel futuro. La terapia, perciò, non si inizia dopo una prima e singola crisi epilettica o senza che sia accertata una causa dellepilessia che renda probabile crisi ripetute. ...
Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute dei bambini. In questo caso stiamo parlando di epilessia che e una malattia del sistema nervoso che provoca una scarica improvvisa di segnali elettrici nel cervello che sono la causa delle convulsioni. Moltissimi bambini sono affetti da epilessia ma spesso e benigna e con leta adulta i sintomi scompaiono. Leggi lapprofondimento di www.guidagenitori.it e consulta la lista di specialisti a Roma.
Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute dei bambini. In questo caso stiamo parlando di epilessia che e una malattia del sistema nervoso che provoca una scarica improvvisa di segnali elettrici nel cervello che sono la causa delle convulsioni. Moltissimi bambini sono affetti da epilessia ma spesso e benigna e con leta adulta i sintomi scompaiono. Leggi lapprofondimento di www.guidagenitori.it e consulta la lista di specialisti a Torino.
500 mila italiani soffrono di epilessia e oltre la metà ne ignora la causa. La Federazione Italiana Epilessie (Fie) ha sviluppato un ampio progetto per la mappatura del DNA di bambini con epilessia, allo scopo di scoprirne le cause genetiche: In questo modo - spiega la Fie - sarà possibile individuare nuovi geni responsabili della patologia e progettare terapie per la malattia, su misura per ogni paziente. Il progetto sarà focalizzato in particolare sui bambini perché le forme più gravi di epilessia, definite encefalopatie epilettiche, che sono incurabili e portano disabilità- spiegano i rappresentanti della Fie - si manifestano subito dopo la nascita o nellinfanzia ed è molto difficile individuarne la causa e quindi determinare la migliore terapia: tra i 12.000 bambini e adolescenti che in Italia ne sono colpiti, addirittura l80% non conosce lorigine della malattia.. Grazie ad avanzate tecnologie di sequenziamento del genoma, chiamate Next Generation Sequencing, sarà analizzato ...
Mantova, 25 maggio 2010 - Si aprirà domani a Mantova, presso Villa Corte Peron, il 33° Congresso Nazionale della LICE - Lega Italiana Contro lEpilessia, presieduto dal Dottor Giuseppe Capovilla segretario della LICE e Direttore della struttura di Neuropsichiatria dellInfanzia e dellAdolescenza del Centro Regionale per lEpilessia presso lOspedale Carlo Poma di Mantova. Circa 600 specialisti fra neurologi, neurofisiologi, neuropsichiatri infantili, pediatri, genetisti, neuropsicologi, neuroradiologi e psicologi provenienti da tutta Italia, si incontreranno per affrontare numerosi temi di grande attualità scientifica, tra cui la classificazione delle sindromi Epilettiche e i rapporti dellepilessia con altre patologie che coinvolgono il Sistema Nervoso Centrale e che possono causare manifestazioni simili a quelle delle crisi epilettiche. I lavori del congresso proseguiranno fino al 29 maggio con il contributo di relatori italiani e stranieri, tra cui il Presidente dellILAE (International ...
Epilessia. Una parola, la conclusione di una perizia, lennesima beffa dentro una estenuante montagna russa che gira vorticosamente da sette anni. Stefano Cucchi, secondo i consulenti-medici incaricati dal gip di Roma, potrebbe essere morto per epilessia, anche se non vi sono certezze assolute. Due ipotesi: una è questa, laltra è la frattura della vertebra sacrale. Per i consulenti medici, però, lepilessia sembrerebbe quella più plausibile, certamente più delle lesioni presenti sul corpo di Stefano. Allora, se questa ipotesi venisse creduta dal giudice, provocando lennesimo conato di impunità, potremmo dire con certezza che tutti noi siamo dei potenziali Stefano Cucchi. E siamo tutti epilettici. Tutti inesorabilmente a rischio di morire così. Unepilessia insolitamente letale, ma soprattutto terribile e violenta. Non è la malattia che siamo abituati a immaginare o a vedere. No. È violenza pura che devasta la faccia, la schiena, il corpo. Unepilessia che pesta, picchia, calcia, ...
Area clinico-diagnostica. Si rivolge principalmente a pazienti affetti da epilessia farmacoresistente, candidabili alla Chirurgia dellEpilessia, e ai pazienti affetti da Disturbi del sonno. Lattività svolta nel campo della Chirurgia dellEpilessia ha portato nel 2010 la Lega Italiana Contro lEpilessia (LICE) a riconoscere allU.O. la qualifica di Centro Epilessia a indirizzo Chirurgico, uno dei pochissimi in Italia. Tale prestigioso riconoscimento è stato recentemente rinnovato per il triennio 2013-2015. La Chirurgia dellEpilessia costituisce una opzione terapeutica ben tollerata e di scientificamente comprovata efficacia per molte fra le forme di epilessia che non rispondono adeguatamente ai numerosi trattamenti farmacologici antiepilettici oggi disponibili. La complessità e lelevata variabilità delle cause di epilessia richiedono, al fine di una corretta diagnosi, ma soprattutto al fine di pianificare il trattamento chirurgico più efficace, notevole esperienza clinica e la ...
La crisi epilettica è un evento parossistico tramite il quale lepilessia si manifesta, causato dalla scarica improvvisa eccessiva e rapida di una popolazione più o meno estesa di neuroni che fanno parte della sostanza grigia dellencefalo (definizione di John Hughlings Jackson). Laggregato di neuroni interessati dalla scarica viene definito focolaio epilettogeno. Il tipo più comune (circa il 60%) degli attacchi epilettici è quello di tipo convulsivo.[25] Di questi, un terzo incomincia come crisi convulsive toniche e crisi convulsive cloniche, dette anche crisi generalizzate o grande male, che originano da entrambi gli emisferi del cervello.[25] I due terzi, invece, incominciano con crisi parziali semplici o complesse che influiscono su di un unico emisfero cerebrale e che possono poi tuttavia progredire a crisi epilettiche generalizzate.[25] Il restante 40% degli attacchi epilettici è di tipo non-convulsivo. Si tratta dellassenza tipica o piccolo male che si presenta come una ...
I ricercatori del CHUM Research Centre (CRCHUM) e dellIstituto italiano di Tecnologia e dellUniversità di Genova hanno identificato un nuovo gene che predispone le persone ad avere sia lautismo che lepilessia. Allo studio hanno partecipato anche autori italiani del progetto Thelethon. Guidata dal neurologo Patrick Cossette, la ricerca ha trovato che gravi mutazioni del gene sinapsina 1 (synapsin gene SYN1) in tutti i membri di una numerosa famiglia franco-canadese che soffrono di epilessia, inclusi alcuni membri che soffrono di autismo. Lo studio includeva anche lanalisi di due gruppi di individui che mostravano mutazioni del gene SYN1. L1% e il 3.5% di questi due gruppi, rispettivamente, presentavano anche casi di autismo ed epilessia, e in molti casi le due caratteristiche erano copresenti.. I risultati mostrano per la prima volta il ruolo del gene SYN1 nellautismo, oltre che nellepilessia, e rafforza lipotesi che un malfunzionamento delle sinapsi (i collegamenti tra neuroni nel ...
Sono oltre 500 mila le persone che soffrono di epilessia in Italia e, per oltre la meta, si tratta di bambini e adolescenti: un esercito silenzioso di giovaniche, ogni giorno, si trova ad affrontare i problemi legati alla scuola, alla socializzazione, alla malattia in generale. Per questo motivo, Lice (Lega italiana contro l epilessia) e Fondazione epilessia Lice, hanno promosso, in occasione della XII Giornata nazionale per l epilessia, Se all improvviso… un importante progetto di informazione avviato nelle scuole primarie di tutta Italia. La campagna ha visto il coinvolgimento attivo dei neurologi della Lice che, in appositi incontri formativi, hanno illustrato la patologia, i sintomi, l approccio al bambino a 700 insegnanti di oltre 150 scuole elementari, fornendogli anche quegli strumenti adeguati per spiegare la malattia ai propri alunni. All iniziativa hanno partecipato anche 15 mila bambini. Oltre alla finalita informativa, il progetto Se all improvviso… ha previsto un ...
Il 12 febbraio si celebra la Giornata Mondiale dellEpilessia e quel giorno, dalle 9 alle 12.30, si svolgerà presso il salone dei congressi dellE.O. Ospedali Galliera di Genova lincontro informativo Parliamo di giovani ed epilessia organizzato dalla LICE, Lega Italiana contro lEpilessia, in collaborazione con lOspedale Galliera e il patrocinio del Comune di Genova.. Almeno un centinaio di giovani delle scuole superiori liguri potranno confrontarsi con specialisti della LICE Liguria coordinata dalla dott.ssa Daniela Audenino dellE.O di Neurologia degli Ospedali Galliera e con la referente ligure dellAssociazione dei pazienti con epilessia (AICE) Luigia Guglielmana.. Il 14 febbraio, sempre presso lE.O. Ospedali Galliera, sarà la volta degli insegnanti che parteciperanno al corso di formazione-informazione su Epilessia e scuola, organizzato grazie a un protocollo dintesa tra AICE, LICE e MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) destinato a 100 docenti delle scuole liguri. È ...
Il 12 febbraio si celebra la Giornata Mondiale dellEpilessia e quel giorno, dalle 9 alle 12.30, si svolgerà presso il salone dei congressi dellE.O. Ospedali Galliera di Genova lincontro informativo Parliamo di giovani ed epilessia organizzato dalla LICE, Lega Italiana contro lEpilessia, in collaborazione con lOspedale Galliera e il patrocinio del Comune di Genova.. Almeno un centinaio di giovani delle scuole superiori liguri potranno confrontarsi con specialisti della LICE Liguria coordinata dalla dott.ssa Daniela Audenino dellE.O di Neurologia degli Ospedali Galliera e con la referente ligure dellAssociazione dei pazienti con epilessia (AICE) Luigia Guglielmana.. Il 14 febbraio, sempre presso lE.O. Ospedali Galliera, sarà la volta degli insegnanti che parteciperanno al corso di formazione-informazione su Epilessia e scuola, organizzato grazie a un protocollo dintesa tra AICE, LICE e MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) destinato a 100 docenti delle scuole liguri. È ...
È possibile trasformare la percezione di un argomento ancora troppo spesso considerato tabù, come lepilessia? Ruoterà intorno a questo quesito fondamentale la manifestazione organizzata per il 10 maggio a Milano dalla Sezione Lombarda della LICE (Lega Italiana contro lEpilessia), in collaborazione con Epilessia Lombarda ONLUS e in occasione della Giornata Nazionale per lEpilessia, celebratasi il 3 maggio scorso. Numerosi gli aspetti medici, psicologici, sociali e assistenziali che verranno affrontati durante levento
Bologna, 25 lug. - (Adnkronos) - Il diritto allistruzione e al lavoro e il diritto di scegliere la propria salute e benessere sono i temi trattati oggi a Bologna nella giornata inaugurale della 6^ Conferenza Europea su Epilessia e Societa, organizzata da Aice, Associazione Italiana Contro lEpilessia e IBE, International Bureau for Epilepsy. Sono presenti trecento persone in rappresentanza di 28 paesi, cinque dei quali extraeuropei. Dopo il saluto del presidente della Conferenza, Tarcisio Levorato, ha dato il benvenuto Gerolamo Frumento, past president dellAice. Nella realta di tutti i giorni -ha detto- i diritti riconosciuti giuridicamente vengono troppo spesso negati. Frumento ha percio esortato a non rinunciare mai a compiere da protagonista le scelte di vita cui si ha diritto. E proprio chi e portatore di disagio, piu di chiunque altro, puo - con la forza delle idee, della dignita e del coraggio - esprimere una verita superiore e dare un alto contributo al rinnovamento ...
Caratteristiche dismorfiche e discinesia cerebrale possono anche essere parte di una sindrome metabolica dellepilessia ( es, disordini della biogenesi dei perossisomi, aciduria glutarica di tipo 2, deficienza del complesso della piruvato deidrogenasi ).. Le epilessie metaboliche possono dominare la presentazione clinica ( es epilessia dipendente dalla piridossina ) o possono precedere ulteriore deterioramento neurologico ( es, lipofuscinosi ceroide neuronale ) o rappresentare un coinvolgimento aggiuntivo dorgano ( es, insufficienza epatica nella malattia di Alpers ( POLG1) ).. Le epilessie metaboliche spesso si presentano con crisi miocloniche ( es, malattia di Gaucher di tipo 3, sindromi miocloniche ); pertanto i pazienti che manifestano in modo preponderante crisi miocloniche dovrebbero essere sottoposti ad attento esame per escludere le epilessie metaboliche.. I pazienti con esordio molto precoce di epilessia sono considerati ad alto rischio di un sottostante errore congenito del ...
La chirurgia dellepilessia è unopzione terapeutica scarsamente considerata. Cè un deficit formativo e informativo su cui si dovrebbe intervenire, sia formando neurologici e neuropsichiatri alla valutazione di questa opzione terapeutica, che informando il ceto medico non specialista che, spesso, nemmeno la considera tra le terapie da proporre al paziente. Al contrario, viene perlopiù considerata lultima delle opzioni e proposta quando tutto è stato provato e nulla ha funzionato anche perché, la neurochirurgia, in genere, è considerata universalmente, la più pericolosa delle opzioni riservata ai casi senza speranza».. Rosa Cervellione, presidente della Federazione Italiana Epilessie, conosce le difficoltà che circa il 30% degli oltre 500 mila italiani affetti da epilessia affrontano alla ricerca di una soluzione terapeutica. Questa è infatti la percentuale delle persone che sviluppano farmacoresistenza e che sono costrette a cercare altre strade. Per circa il 5% di loro, lunica ...
Lidea che una donna con diagnosi di epilessia possa sopportare in sicurezza la gravidanza e dare alla luce un bambino sano, anche col livello attuale della medicina globale, viene messa in discussione. Le donne che decidono di fare un tale passo devono comprendere chiaramente tutti i possibili rischi e modi per eliminarli o almeno minimizzarli. In questo articolo troverete fonti affidabili sulla gravidanza con epilessia.
I lavori congressuali hanno dedicato ampio spazio proprio ad alternative terapeutiche quali il trattamento chirurgico dellepilessia e la neuromodulazione.. La terapia chirurgica rappresenta il trattamento principale da offrire ai pazienti con epilessia focale farmaco resistente, in quanto consente di ottenere il controllo totale delle crisi epilettiche in circa il 70% dei casi. Il problema è riuscire a individuare coloro che possono trarre giovamento dalla terapia chirurgica e lo sforzo è indirizzato a definire le metodiche più efficeci di indagine prechirurgica.. Quando la chirurgia resettiva non è praticabile, si può ricorrere a metodiche di neuromodulazione (come la stimolazione vagale) che mirano a correggere i disturbi funzionali del Sistema Nervoso Centrale, riducendo leccitabilità e la frequenza e/o intensità delle crisi, in particolare in età pediatrica, con buona tollerabilità.. Definire, infine, le modalità di trasmissione genetica di alcune forme di epilessia, tentando di ...
Leila Zummo, studentessa del dottorato internazionale in Biomedicina e Neuroscienze dellUniversità degli studi di Palermo, ha vinto un contributo per il suo progetto ricerca partecipando ad un bando competitivo della Fondazione Epilessia LICE ONLUS (http://www.lice.it), pari a 40mila euro.. Il progetto della dottoranda, dal titolo The role of circulating and exosomal miRNAs as biomarkers of drug-resistant epilepsy, è stato valutato favorevolmente dalla commissione internazionale di esperti composta da Dieter Schmidt (Berlino), Roberto Caraballo (Buenos Aires), Antonio Gil-Nagel (Madrid), Pierre Szepetowski (Parigi), Manjani Tripathi (Nuova Delhi), che ne unanimemente proposto lapprovazione.. Il progetto prevede la partecipazione di ricercatori dellUniversità La Sapienza di Roma, dellIRCCS Neuromed di Pozzilli, dove saranno raccolti parte dei campioni, e dellIstituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia di Palermo, con le cui apparecchiature saranno condotti buona parte degli ...
Perché la scuola è il luogo in cui i più piccoli trascorrono la maggior parte del loro tempo e perchè i bambini costituiscono una parte considerevole delle persone affette da epilessia. Il bambino con lepilessia ha spesso problemi di inserimento in ambito scolastico che per lo più derivano (almeno nelle forme meno gravi) da un atteggiamento sbagliato che i genitori, gli insegnanti e i compagni sviluppano nei confronti di questa malattia. I genitori, spesso, hanno verso il figlio un atteggiamento di iperprotezione che può sfociare in due direzioni: nel nascondere il disturbo anche agli insegnanti o nel parlarne troppo, descrivendo il figlio come un handicappato e chiedendo esenzioni da certe attività o trattamenti educativi personalizzati. Gli insegnanti, a loro volta sono, poco preparati sulle problematiche dellepilessia e spesso tendono a drammatizzare, accrescendo il pregiudizio e contribuendo, anche involontariamente, a emarginare il bambino. La paura fondamentale consiste nel ...
Claudia Giulietti (11) La vita attraverso di te (11) Racconto #22 (10) Davide Oldani (8) Robiz (7) Ranieri Salvadorini (5) Alessandro Vincenzi (3) I pennelli siamo noi (3) Eleonora Clemm (2) Giovanni Casale (2) La mia epilessia (2) PIANETA1P36 (2) anonimo (2) 1p36 (1) A te che stai leggendo (1) AMICIZIE FRATERNE E MERITOCRAZIA (1) Alessandra Mazzilli (1) Ana Vasiljević (1) Andrea Giuseppe Capanna (1) Anna Petrucci (1) Arianna è la nostra forza (1) Arrivederci Bologna (1) Arte ed epilessia (1) Cara e adorata figlia epilessia (1) Chiusura del cerchio (1) Countdown (1) Deborah Borin (1) Diana Massari (1) Dire grazie (1) Disegnamo racconti per bambini (1) EEG: ELETTROENCEFALOGRAMMA O EPISODI EVITABILI GRATUITI (1) EPILESSIA (1) Elisa (1) Epilessia a tradimento (1) Epilessia e Politica (1) Epilessia e Sport (1) Epilessia e vita sentimentale (1) Famiglia Pagliarelli (1) Federica Tomasi (1) Francesco Casillo (1) Giovanna Francese (1) Giulia è nata due volte (1) Home sweet Home (1) I miracoli ...
L8 febbraio si celebra la Giornata Mondiale dedicata allepilessia, una delle malattie neurologiche più diffuse al mondo. Quasi 1 italiano su 100 ne è affetto, per un totale di circa 500.000 persone e circa 25.000 nuovi casi diagnosticati ogni anno in Italia.. A Pisa - spiega il Prof. Bonuccelli, Direttore delllU.O. Neurologia -i pazienti seguiti regolarmente dal Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e Cura dellEpilessia dai responsabili Dott. F.S. Giorgi e Dott.ssa C. Pizzanelli sono circa 1000. In linea generale, circa il 70% dei pazienti con epilessia risponde alla terapia farmacologica e conduce una vita perfettamente normale, mentre il 30% risulta resistente ai farmaci, cioè continua ad avere crisi nonostante lassunzione regolare della terapia. Da molti anni nel nostro Centro, per i pazienti farmaco-resistenti, oltre allimpiego di nuove molecole ad azione antiepilettica nellambito di trials clinici, è anche possibile il trattamento mediante stimolazione vagale: un ...
Gli epilettici non sono persone diverse dagli altri. Tuttavia, per il bambino colpito e per la sua famiglia la diagnosi «epilessia» implica una riflessione profonda su molteplici questioni. Sono evidenti i problemi che derivano dalle crisi e da eventuali limitazioni. Meno evidenti, ma non per questo di minor rilevanza, sono altri problemi: accettazione e assimilazione della malattia, timori fondati e infondati, condotta di vita, difficoltà allinterno della famiglia, prospettive future, ecc. Questi problemi in parte chiari, e in parte anche molto confusi, modificano in modo del tutto individuale le condizioni generali di chi è colpito da epilessia. Per questo motivo, è importante elaborare per ciascun bambino misure di aiuto mirate.. ...
Catanzaro - LAmbulatorio per la diagnosi e la cura dellepilessia dellospedale San Giovanni Paolo II, dopo 17 anni di attività in questo delicato settore, ha avuto il riconoscimento come Centro di eccellenza da parte della Lega Italiana contro lepilessia con certificazione LICE fino al 2020. Ad ufficializzare limportante attestazione è stato il Direttore Generale dellASP di Catanzaro dott. Giuseppe Perri nel corso della conferenza stampa tenutasi a Lamezia Terme e organizzata appositamente per loccasione, alla presenza anche del Direttore Sanitario aziendale dott.ssa Amalia De Luca, della responsabile dellAmbulatorio di epilessia dott.ssa Caterina Ermio e del Direttore Medico di Presidio Dott. Antonio Gallucci. Sono inoltre intervenuti per loccasione il presidente dellOrdine dei Medici della provincia di Catanzaro dott. Vincenzo Ciconte, il vicario del vescovo di Lamezia Terme Mons. Tommaso Buccafurni, la presidente delle pari opportunità della Provincia di Catanzaro Avv. Elena ...
Non fu lepilessia ad ammazzare Cucchi. «Non ci sono elementi per suffragare lipotesi», ha spiegato in aula professor Federico Vigevano, il neuropsichiatra a cui il pm ha affidato una consulenza tecnica. Lennesima udienza del processo a cinque carabinieri, tre dei quali per omicidio preterintenzionale, non è stata clamorosa come quelle che lhanno preceduta: medici, neurologici, psichiatri e anche due parenti sono stati chiamati a testimoniare sulle condizioni di salute prima dellarresto. «Cucchi non aveva epilessia attiva in quel periodo - ha detto il prof. Vigevano - dagli atti consultati non ci sono elementi per suffragare lipotesi di epilessia quale causa della morte». Certo è che emerge lesistenza di un «disturbo post-traumatico da stress durante la degenza in ospedale» e comunque emerge anche «un atteggiamento di chiusura del paziente sul piano psicologico, atteggiamento che rientra nei sintomi dei disturbi post-traumatici». Da ricordare che i periti ai quali, nel corso ...
Questi cambiamenti di comportamento da parte delle cellule possono modificare il livello di comunicazione tra le cellule del cervello. Ad esempio, aumentandolo troppo si arriva alla morte delle cellule e allepilessia.. In passato erano state scoperte altre mutazione che riguardano lo stesso gene analizzato dai ricercatori e anche quelle erano state collegate allepilessia. Ciò dimostra che i recettori cellulari sono molto importanti per le funzioni cerebrali e che quando le loro funzioni vengono meno o sono anormali può sussistere lepilessia ...
giornalisti, psicologi testimonianze di persone con epilessia e di sportivi……. 12.45 - 13,30 Dibattito aperto. 13.30 - 14.30 BUFFET LUCH. POMERIGGIO EVENTO SPORTIVO. Il venerdì sera spettacolo teatrale TORNO SUBITO con lattore Stefano Bicocchi in arte VITO.. Moderatori, Relattori e Testimoni. Rosa Cervellione, Presidente FIE Federazione Italiana Epilessie. Carlo Gargiulo, Medico e giornalista. Cluadio Arrigoni Giornalista. Paolo Tinuper, Responsabile Centro per lo studio e la cura dellEpilessia G.M. CorsinoIRCCS Università di Bologna. Giuseppe Capovilla, Direttore U.O. di Neuropsichiatria Infantile presso lAzienda Ospedaliera C. Poma di Mantova. Angelo Pizzi Direttore U.O. Medicina dello Sport ASL 12 ...
Fondazione Epilessia LICE non ha scopo di lucro e si propone il sostegno alla ricerca medico-scientifica sulle patologie dellepilessia e sullinsieme delle malattie ad essa inerenti. Fondazione Epilessia LICE si impegna nel sostegno di ogni aspetto delle attività di ricerca medico scientifica nei suddetti settori, gestendo finanziamenti da assegnare a tale scopo.
Fondazione Epilessia LICE non ha scopo di lucro e si propone il sostegno alla ricerca medico-scientifica sulle patologie dellepilessia e sullinsieme delle malattie ad essa inerenti. Fondazione Epilessia LICE si impegna nel sostegno di ogni aspetto delle attività di ricerca medico scientifica nei suddetti settori, gestendo finanziamenti da assegnare a tale scopo.
Lepilessia può avere un impatto significativo sulle normali attività delle persone che ne sono affette, imponendo limiti nella vita quotidiana assenti prima della diagnosi.. Epilessia e scuola. Ancora oggi lepilessia è erroneamente considerata una malattia mentale e spesso gli insegnanti di un bambino con epilessia si chiedono se ci sono diversità fra questo bambino e gli altri alunni. In alcuni ambienti scolastici permane il pregiudizio che le crisi epilettiche siano causa di una riduzione delle capacità mentali, o almeno che gli alunni affetti da tale malattia abbiano disturbi del comportamento.. Anche se è vero che i farmaci antiepilettici possono di per sé indurre effetti collaterali sul versante neuropsicologico (da disturbi di attenzione e concentrazione, a deficit più specifici ad es. della memoria o della denominazione), solo una piccola parte di alunni con epilessia presenta effettivamente dei ritardi nello sviluppo e nellapprendimento. In questo caso, il livello di gravità ...
Epilepsies are characterized by genetic heterogeneity and by the possible coexistence of different phenotypes in one family. Moreover, in different epilepsies, mutations in the same gene have been reported. We aimed to collect data in a large Italian cohort of 81 families with children affected by partial or generalized epilepsies and to evaluate the prevalence of several ion channel mutations. In particular, a clinical and genetic survey was performed and DNA regions known to be associated with several epilepsies were analysed by sequencing. We observed genetic complexity in all phenotype groups: any epileptic type may be transmitted as either autosomal dominant or recessive. No significant phenotype identity among generations and no differences among genders could be observed. Two missense mutations in SCN1A were identified in two GEFS+ probands confirming the importance of this channel for this epilepsy. Moreover, a previously unreported CLCN2 mutation was detected in a proband showing CAE. ...
È una fase molto importante per i milioni di cittadini europei con epilessia, malattia alla quale sarà tradizionalmente dedicata il 14 febbraio (San Valentino) la Giornata Europea. Infatti, presso la sede del Parlamento Europeo di Strasburgo, i rappresentanti delle associazioni delle persone con epilessia di venti Stati Membri dellUnione - tra cui lAICE (Associazione Italiana Contro le Epilessie) - incontreranno gli europarlamentari, per richiedere adeguate misure per la piena cittadinanza di tutte le persone coinvolte in questo problema. Nel nostro Paese, poi, oltre a registrare importanti progressi legislativi, va segnalato anche un convegno a Milano, promosso dalla FIE (Federazione Italiana Epilessie), con lobiettivo principale di individuare i presupposti per uninformazione corretta, completa ed efficace sullepilessia, eliminando i pregiudizi ancora ad essa associati
Lepilessia è una condizione neurologica cronica caratterizzata dal ripetersi di crisi epilettiche, ossia scariche elettriche non controllate che hanno origine nella corteccia cerebrale e che provocano tipicamente alterazioni improvvise dello stato di coscienza, perdita del tono muscolare, contrazioni muscolari involontarie o convulsioni.. Leziologia dellepilessia non è perfettamente nota, ma in alcuni casi è possibile risalire a lesioni cerebrali perinatali, traumi cranici, tumori, ictus, uso di droghe e infezioni.. La diagnosi dellepilessia solitamente è clinica, anche se si può ricorrere ad un esame neurologico e un elettroencefalogramma di supporto.. Esistono in commercio svariati farmaci utilizzati per il trattamento dellepilessia che vengono classificati in base al meccanismo dazione. Tra i più efficaci cè il levetiracetam (commercializzato col nome di Keppra) che agisce a livello neuronale sul rilascio degli ioni calcio stabilizzando lattività elettrica e prevenendo le ...
Buy tegretol ca without prescription Presentable, and mgillie phadrig and impressment, which overmatched in controversial pieces, medicines, tarletons.Carbamazepina: 5 esperienze e le reazioni avverse. Donna, 34: Sono in cura con tegretol dal 2007 prima anche con depakin crono ma insieme mi facevano.Fiorenzo Albani. Assistant professor. nella terapia dellEpilessia, MILANO., Immediate (overnight) switching from carbamazepine to oxcarbazepine monotherapy.. (Tegretol, Tegretol XR Seizures are called simple if there is no loss of consciousness and. Carbamazepine for epilepsy Medicine Patient.co.uk.Epilessia e donna: contraccezione Federica Ranzato Centro Epilessie Vicenza 9 Giugno 2012. Epilessia: classificazione •Classificazione crisi epilettiche.pdf.Lamictal (lamictal) - Buy Topamax, Lamictal, Tegretol & more. With no prescription. Best prices. Worldwide delivery. 100% guarantee on both drugs & delivery!.. ...
Ogni anno vengono effettuate circa 1800 visite, quasi sempre corredate di esami elettrofisiologici di varia complessità.. La prevalenza di epilessia si attesta intorno allo 0.8% della popolazione generale ed è quindi una problematica molto frequente.. Vengono valutati circa 100 pazienti lanno in team multidisciplinare per la valutazione prechirurgica.. Il CAS Epilessia di rivolge a soggetti con esordio di epilessia/valutazione in casi di sospetta epilessia e ai pazienti che richiedono secondi pareri in casi già diagnosticati, provenienti dalla Regione Liguria e da fuori regione.. Riconoscimento:. Riconosciuto dallI. Gaslini come C.A.S. in ragione di ampia casistica per patologia con alta prevalenza nella popolazione generale e varia complessità; casi complessi ad elevata richiesta sanitaria; diagnosi di forme rare e trattamenti farmacologici innovativi; valutazioni in team multidisciplinare; programmi di ricerca nazionale ed internazionali.. Riconosciuto Centro Avanzato dalla Lega Italiana ...
Il Professor Emilio Perucca, Presidente della ILAE (International League Against Epilepsy), commenta la risoluzione approvata dallOrganizzazione Mondiale della Sanità (OMS) durante la 68° Assemblea mondiale della Sanità (World Health Assembly), svoltasi la scorso maggio 2015 a Ginevra.
La Lega Italiana Contro lEpilessia (Lice) e la Federazione Italiana Epilessie (Fie) denunciano in una nota lesclusione di quello che viene sottolineato essere come lesame neuroradiologico gold standard per la diagnosi dellepilessia, secondo tutte le Linee Guida sia nazionali che internazionali
Zugo (SVIZZERA) - Arvelle Therapeutics, una società biofarmaceutica emergente focalizzata su trattamenti innovativi per pazienti con disturbi del sistema nervoso centrale, ha annunciato la pubblicazione su The Lancet Neurology di un importante studio in cui si dimostra che il trattamento con cenobamate ha migliorato significativamente il controllo delle crisi parziali (focali) in pazienti adulti affetti da epilessia.. I risultati di questo studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo, dimostrano che il cenobamate, somministrato in dosi di 100, 200 e 400 mg/die, ha migliorato significativamente il controllo delle crisi rispetto al placebo in pazienti con crisi focali che assumevano da 1 a 3 farmaci antiepilettici (AED). Il cenobamate ha registrato tassi di risposta significativamente più elevati (percentuale di pazienti che hanno ottenuto una riduzione ≥ 50% delle convulsioni) con tutti i dosaggi durante la fase di mantenimento di 12 settimane rispetto al ...
Non cè bisogno di leggere le opere complete di Platone o imparare a memoria le parole del Dalai Lama per comprendere il significato della felicità. La scienza può fornire le risposte. Fabienne Picard neurologo presso lOspedale Universitario di Ginevra (UHG), ha studiato per anni un fenomeno molto raro appena
Oggetto e Metodo (Premesse di Neuroembriologia, Plasticità cerebrale, Sviluppo neuromotorio e cognitivo, Sviluppo psicoaffettivo), La Neurologia del Neonato e del Bambino (Sviluppo neurologico normale, Esame neurologico del neonato, Esame neurologico standard), Le Epilessie (Epidemiologia delle Epilessia, Etiopatogenesi delle Epilessie, Diagnostica elettroencefalografica, Tassonomia delle Epilessie, Epilessie Neonatali, Epilessie dellInfanzia, Epilessie dellAdolescenza, Aspetti semiologici, Aspetti clinici, Cenni terapeutici), Encefalopatie Fisse (Etiopatogenesi, Tassonomia, Quadri clinici, Quadri Cognitivi), Tumori Intracranici e Spinali (Medulloblastoma, Astrocitoma, Glioma del Tronco), Sindromi Neurocutanee (Sclerosi Tuberosa, Neurofibromatosi, Angiomatosi Encefalo facciale), Autismo e Disturbi dello Spettro Autistico (Epidemiologia, Meccanismi neuro funzionali, Diagnosi e Trattamento).. ...
Questo è il primo studio che ha esaminato in modo sistematico limpatto degli attacchi epilettici sulla qualità di vita dei pazienti con SR e delle loro famiglie da una prospettiva genitoriale. I risultati di questo studio supportano il fatto che gli attacchi epilettici associati alla sindrome di Rett rappresentano una delle principali preoccupazioni per la gran parte delle famiglie con figli affetti da SR e che, per oltre la metà, questo è un problema frequente e preoccupante.. Oggi, cè una consapevolezza crescente dellimportanza di una valutazione del benessere fisico, psicologico, sociale e comportamentale nellepilessia infantile. Le misurazioni della qualità di vita correlate alla salute sono essenzialmente soggettive e riguardano la percezione del paziente (o dei genitori) del benessere e delle funzioni in campo fisico, mentale e sociale.. Tuttavia, tali strumenti sono stati convalidati solo per la valutazione della qualità di vita correlata alla salute nei pazienti epilettici ...
Lunedì 12 febbraio, in occasione della Giornata mondiale dedicata alla epilessia, 200 insegnanti e 100 adolescenti saranno formati da specialisti del Bambino Gesù per essere in grado di far fronte a una crisi epilettica in classe.. Essere pronti ad affrontare una crisi epilettica e saperla gestire in classe evitando ospedalizzazioni inappropriate.. È questo lobiettivo di La scuola non ha paura delle crisi, uniniziativa di formazione promossa dallOspedale Pediatrico Bambino Gesù che ad oggi ha coinvolto più di 700 insegnanti e operatori scolastici provenienti da 100 scuole di Roma e provincia e ha consentito di affrontare in maniera appropriata 12 crisi convulsive.. In occasione della Giornata mondiale per lepilessia che si celebra il 12 febbraio il progetto prevede un nuovo incontro tra medici e insegnati.. Due gli appuntamenti che si terranno nellAuditorium del Bambino Gesù sede San Paolo (viale Baldelli, 38 - Roma) e che coinvolgeranno circa 200 operatori scolastici e 100 ...
Discover all of our articles and videos on Epilepsy related to the Ketogenic diet, including the science and findings from research and studies
bellavec: 165 player e 13 community si sono scontrati su Titan Poker, nella semifinale della PokerStrategy International League, nota come Lucky Loser
disturbi del metabolismo (come lipoglicemia), alcolismo acuto o cronico, lassunzione di epilessia in presenza di due o più attacchi di epilessia
Il lavoro si è svolto facendo ascoltare la Sonata K448 di Mozart e My favourite thing del sassofonista John Coltrane a un gruppo di 21 persone (con e senza epilessia) monitorate con elettroencefalogramma, in alternanza a 10 minuti di silenzio. Durante la riproduzione dei brani è stata riscontrata una maggiore attività cerebrale , in particolare nel lobo temporale, nei pazienti colpiti da epilessia. Le loro onde cerebrali, inoltre, si sincronizzavano con la musica molto di più di quanto non avvenisse nei soggetti sani. ...
Pasquale Striano - UO di Neurologia Pediatrica e Malattie Muscolari Istituto G. Gaslini Genova. Le prime parole del Prof.Mecarelli sono state sono onorato di ricoprire questo importante incarico e fiducioso di poter mantenere quanto promesso nel programma elettorale. Cercherò di promuovere un lavoro di squadra, completando il percorso avviato in precedenza e perseguendo nuovi ed ambiziosi obiettivi. Da parte di tutto il Direttivo ci sarà sempre maggiore attenzione alle sfide che la patologia di nostro interesse ci continua a porre e che possiamo vincere soprattutto ponendo nella massima attenzione lo stimolo continuo alla ricerca scientifica. Vanno inoltre promosse iniziative culturali e di aggiornamento per migliorare la formazione del personale medico, in particolare rivolte ai giovani (Corsi sulla Genetica delle Epilessie, il Neuroimaging, la VideoEEG, etc) ed infine è necessario migliorare il rapporto con le Associazioni dei portatori dinteresse (persone con epilessia e loro familiari, ...
Ospedale infantile di Alessandria in viola per la giornata dellepilessia (cirn) Per la giornata dellepilessia lospedale infantile di Alessandria…
Lepilessia è una malattia cronica molto diffusa, di cui nel 50% dei casi non si conosce la causa. Nelle forme non idiopatiche, lepilessia è provocata da danni cerebrali.
Una riduzione media del 42% del numero di crisi epilettiche in un mese di somministrazione di CBD in bambini affetti dalla sindrome di Lennox-Gastaut. E il risultato di uno studio clinico giunto alla fase 3 creato dalla GW Pharmaceuticals, lazienda che ha creato lEpidiolex, un farmaco liquido che può essere somministrato per via orale con una siringa contagocce. Secondo la società il farmaco contiene più del 98% di CBD, insieme a tracce di altri cannabinoidi. Inoltre è privo di THC e quindi non può causare il tipico sballo della marijuana nei futuri giovani pazienti.. Nella fase 3 dello studio clinico in corso è stato sperimentato su 225 bambini affetti dalla sindrome di Lennox-Gastaut, una rara forma di epilessia. Oltre ai farmaci che già ricevevano nello studio sono stati somministrati 20mg per chilogrammo al giorno a 76 pazienti, 10 mg per chilogrammo al giorno ad altri 73 ed un placebo ai restanti 76.. Nei bambini che hanno ricevuto la dose più alta di Epidiolex è stata ...
Questa dieta (scoperta negli ultimi anni del 1980) fu associata nel 1921 alla produzione dei corpi chetonici. Ai tempi della Bibbia è descritto il digiuno come terapia anticonvulsiva, nel 3 secolo ac Eristatratos colegava lepilessia ad un disturbo intestinale. negli anni 20 fu molto applicata, con risultati sul 50% degli adulti e il 95% dei bambini. Il sopraggiungere dei farmaci anticomiziali (AEDs) indirizzò gli studi verso il cervello, principalmente sulle correnti sodio potassio delle membrane neuronali. Da una manciata di farmaci si arrivò agli attuali oltre 20, ma come scrive Loescher nessun farmaco è efficacie nelle farmacoresistenze: ancora oggi un terzo della popolazione epilettica è farmacoresistente. negli anni 90 ritornò di moda in seguito allimpegno di un egista americano il cui figlio andò libero da crisi solo grazie alla KD: girò un film, First dont harm, con meryl Streep. Nonostante il numero di AEDs presenti in quegli anni, ottenne ancora dei buoni successi e su tipi ...
Intanto anche in Scozia un team di ricercatori dellUniversità di Edimburgo ha fatto domanda per avere il permesso di studiare questo tipo di trattamento. Il dottor Richard Chin (nella foto), neurologo pediatrico presso il Muir Maxwell Epilepsy Centre dellUniversità di Edimburgo, ritiene che il farmaco possa essere in grado di aiutare coloro che non rispondono ai trattamenti tradizionali. Inoltre - spiega il dottore - il farmaco migliora il comportamento e la cognizione dei pazienti. Uno degli aspetti interessanti del CBD è che non solo contribuisce a diminuire le crisi epilettiche e ad aumentare il lasso di tempo che passa tra una crisi e laltra - ma migliora anche il comportamento e la cognizione. Se metti un bambino in terapia intensiva puoi anche fermare le sue convulsioni, ma non fai nulla per la sua qualità della vita, per la sua capacità cognitiva e per la sua famiglia. Un farmaco che blocca gli attacchi e porta anche un miglioramento cognitivo è piuttosto sorprendente.. Molti ...
Intervista al prof. Curatolo sulle convulsioni febbrili nei bambini, cosa fare e cosa non fare nelle crisi. diagnosi differenziale con lepilessia nelle forme atipiche, i farmaci per bloccare gli episodi prilungati
La cannabidivarina, al contrario del THC, non possiede effetti psicotropi. Gli effetti di questa sostanza sul corpo non sono ancora del tutto chiari, sebbene abbia attirato le attenzioni dei ricercatori per le sue potenziali applicazioni nel trattamento di alcuni disturbi tra cui lepilessia, il cancro al seno e la schizofrenia.. Alte concentrazioni di CBDV sono state trovate in piante selvatiche o landrace nella parte nord-occidentale dellIndia, nellest del Pakistan ed anche in alcune varietà presenti in Messico .. Sebbene il THC ed il THCV abbiamo effetti diametralmente opposti, il CBD e la sua controparte propilica CBDV sembra abbiano ampie applicazioni in medicina. Il CBDV non è psicoattivo e, come il CBD, sembra abbia molta efficacia come anticonvulsivante e antiepilettico.. ...
ciao a tutte! Volevo chiedere se qualcuna di voi ha avuto esperienza con la risonanza magnetica. Il mio piccolo di quasi 6 mesi tra poco dovrà fare la risonanza magnetica con sedazione per presunte crisi di epilessia(non sanno neanche loro da cosa derivano queste crisi). Intanto vorrei descrivervele ,così se qualcuna ha avuto gia qualche esperienza può aiutarmi a capire. Le crisi di David (il mio cucciolo) sono di due tipi: le prime partono con lui che è come se stesse ancora sognando,il respiro sì fa più affannoso, ride, ha lo sguardo confuso perso, non riesce a tenere su la testa e poi gli si irrigidiscono i muscoli delle braccia e si inarca leggermente la schiena... Non ha mai perso conoscenza. Laltra tipologia di crisi parte subito con lirrigidimento dei muscoli, respiro profondo e affannoso la testa cadente e forte pianto. Il tempo massimo di una crisi è di 4 minuti. Abbiamo fatto Eeg ma è tutto ok ed ora dobbiamo fare la risonanza.. e qua ansia a mille per la sedazione.. ed ...
ciao a tutte! Volevo chiedere se qualcuna di voi ha avuto esperienza con la risonanza magnetica. Il mio piccolo di quasi 6 mesi tra poco dovrà fare la risonanza magnetica con sedazione per presunte crisi di epilessia(non sanno neanche loro da cosa derivano queste crisi). Intanto vorrei descrivervele ,così se qualcuna ha avuto gia qualche esperienza può aiutarmi a capire. Le crisi di David (il mio cucciolo) sono di due tipi: le prime partono con lui che è come se stesse ancora sognando,il respiro sì fa più affannoso, ride, ha lo sguardo confuso perso, non riesce a tenere su la testa e poi gli si irrigidiscono i muscoli delle braccia e si inarca leggermente la schiena... Non ha mai perso conoscenza. Laltra tipologia di crisi parte subito con lirrigidimento dei muscoli, respiro profondo e affannoso la testa cadente e forte pianto. Il tempo massimo di una crisi è di 4 minuti. Abbiamo fatto Eeg ma è tutto ok ed ora dobbiamo fare la risonanza.. e qua ansia a mille per la sedazione.. ed ...
Al Bambino Gesù, la tecnologia di ultima generazione permetterà agli scienziati di studiare meglio lepilessia focale resistente su tessuto cerebrale asportato.
Uno degli obiettivi principali dellAICE, fondata nel 1974 a Milano su iniziativa di medici, familiari e pazienti con epilessia, è proprio quello di promuovere la piena cittadinanza delle persone affette, intervenendo per rimuovere lo stigma sociale e le discriminazioni che possono colpire le persone che, in un modo o nellaltro, sono entrate in contatto con la malattia: chi è guarito, chi controlla farmacologicamente la patologia, chi ha sviluppato farmaco resistenza, i loro familiari. Proprio le difficoltà legate allintegrazione a tutti i livelli, dalletà scolastica in poi, sono è restano il principale terreno dazione su cui agire e i temi al centro dei principali commenti raccolti dallo Spazio Ascolto dellAICE.. «Ci siamo trovati di fronte a casi di bambini con difficoltà nellaccesso agli studi, perché a causa della loro malattia era stato negato loro il trasporto scolastico. Ci sono stati episodi anche recenti - continua Bellon - di bambini che non stati ammessi ai centri ...
L AIEF Onlus per ricordare i suoi 10 anni di attività sponsorizza un importante corso di aggiornamento dal titolo Farmacoresistenza in Epilessia 2019 che si terrà a Milano il 20 settembre 2019 c/o Aula Magna dellOspedale V.Buzzi in via Castelvetro n 34. Le iscrizioni chiuderanno il 10 settembre 2019, o al raggiungimento del numero massimo previsto dei partecipanti.. Levento è aperto a tutti e sono stati attribuiti 5,2 crediti ECM ed è riservato ad un massimo di 100 partecipanti. I destinatari dellattività formativa sono le seguenti figure professionali: Medici Chirurghi appartenenti alle seguenti discipline: Neurologia, Neuropsichiatria Infantile, Neonatologia, Pediatria, Neurochirurgia e Neurofisiopatologia, Tecnici di Neurofisiopatologia, Infermieri e Infermieri Pediatrici.. Lobiettivo formativo dellevento è: Documentazione Clinica, Percorsi Clinico assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura.. Programma Convegno. Guarda le foto del ...
28 febbraio: Ring14 festeggia la Giornata Mondiale delle Malattie Rare con importanti risultati scientifici I risultati dello studio Lepilessia nella sindrome Ring14 aprono un fronte importante: la gravità dellepilessia incide sullo sviluppo cognitivo e sul comportamento dei pazienti affetti da Ring14 Uno studio pilota per conoscere lepilessia nel Ring14 LAssociazione Internazionale RING14 Onlus è sempre al fianco della ricerca scientifica.. I finanziamenti che, da oltre 10 anni, eroga a favore di ricercatori italiani e a livello internazionale puntano verso nuovi risultati nella lotta contro le malattie genetiche rare e i loro sintomi e, in particolare, contro la sindrome Ring14.. Il 28 febbraio, in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare, RING14 festeggia un nuovo traguardo: larticolo pubblicato sullimportante rivista internazionale Epilepsia illustra i risultati dello studio Lepilessia nella sindrome Ring14: uno studio clinico e dellEEG su 22 pazienti condotto dal ...
28 febbraio: Ring14 festeggia la Giornata Mondiale delle Malattie Rare con importanti risultati scientifici I risultati dello studio Lepilessia nella sindrome Ring14 aprono un fronte importante: la gravità dellepilessia incide sullo sviluppo cognitivo e sul comportamento dei pazienti affetti da Ring14 Uno studio pilota per conoscere lepilessia nel Ring14 LAssociazione Internazionale RING14 Onlus è sempre al fianco della ricerca scientifica.. I finanziamenti che, da oltre 10 anni, eroga a favore di ricercatori italiani e a livello internazionale puntano verso nuovi risultati nella lotta contro le malattie genetiche rare e i loro sintomi e, in particolare, contro la sindrome Ring14.. Il 28 febbraio, in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare, RING14 festeggia un nuovo traguardo: larticolo pubblicato sullimportante rivista internazionale Epilepsia illustra i risultati dello studio Lepilessia nella sindrome Ring14: uno studio clinico e dellEEG su 22 pazienti condotto dal ...
Un recente studio clinico, multicentrico e in singolo cieco, controllato con placebo di fase II è stato condotto allo scopo di esaminare lefficacia di un antagonista competitivo del recettore del glutammato acido α-amino-3-idrossi-5 metil-4-isossazol-propionico (AMPA)/kainato, selurampanel (BGG492), in un modello di fotostimolazione umana.. Sono stati coinvolti nello studio pazienti affetti da epilessia e con una risposta elettroencefalografica epilettiforme generalizzata in seguito a stimolazione luminosa intermittente (risposta fotoparossistica o PPR; diagnosi ≥ 6 mesi prima della dose iniziale dello studio).. La PPR è stata utilizzata come biomarker per valutare lefficacia e la sicurezza di BGG492 in tre coorti (la coorte I, II e III che hanno ricevuto 50 mg, 100 mg e 15 mg di BGG492 rispettivamente).. Gli endpoint primari sono stati la valutazione dellefficacia di singole dosi orali di BGG492 nel sopprimere la PPR oppure una riduzione rilevante della risposta fotoparossistica ...
Prontuario farmaci: elenco dei farmaci per gruppo terapeutico Antiepilettici. Cerca un farmaco, vedi confezioni e prezzi - Dica33 è il portale inte...
Per i bambini dannosa iperprotezione dei genitori Il bambino che soffre di epilessia ha spesso problemi di inserimento nell'ambito scolastico. Causati in buona parte dei casi dal comportamento...
Perchè fare luce? Lepilessia è una malattia ancora sconosciuta ai più e laddove non esiste una corretta informazione, si insinuano paura e diffidenza. Queste a loro volta creano un vero e proprio stigma nei confronti dei malati.
Field and intracellular recordings were made in an in vitro slice preparation to establish whether the antiepileptic drugs topiramate andlamotrigine modulate cholinergic excitation in the rat subiculum. Bath application of carbachol (CCh, 70e100 mM) induced: (i) spontaneousand synchronous field oscillations (duration ¼ up to 7 s) that were mirrored by intracellular depolarizations with rhythmic action potentialbursts; and (ii) depolarizing plateau potentials (DPPs, duration ¼ up to 2.5 s) associated with action potential discharge in response to brief(50e100 ms) intracellular depolarizing current pulses. Ionotropic glutamatergic receptor antagonists abolished the field oscillations withoutinfluencing DPPs, while atropine (1 mM) markedly reduced both types of activity. Topiramate (10e100 mM, n ¼ 8e13 slices) or lamotrigine(50e400 mM, n ¼ 3e12) decreased in a dose-dependent manner, and eventually abolished, CCh-induced field oscillations. During topiramateapplication, these effects were ...
A scuola di Epilessia - Un Laboratorio IO…TU…NOI - Empatia e Responsabilità.. Il Laboratorio, del tutto gratuito per le scuole, si terrà nel corso dellanno scolastico 2019/2020 a partire dal mese di gennaio…. ...
ROMA. Nuove frontiere si aprono nella lotta a una delle malattie neurologiche più frequenti : lepilessia, che solo in Italia colpisce 500mila persone. E il messaggio...
siano sostenute le attività delle associazioni per un contributo attivo al miglioramento della qualità di vita delle persone con epilessia,dei loro famigliari e di tutto coloro che di esse si prendono cura ...