La crisi economica che si riverbera sui consumi di energia e sulle sofferenze nei pagamenti dei servizi elettrici e gas - morosità che riguarda il 10% delle famiglie nel biennio compreso fra il 2010 e il 2011 e il 19% delle piccole e medie imprese. Il ruolo del consumatore davanti alle bollette, le incertezze ancora presenti nel mercato libero dellenergia, la tutela attraverso procedure alternative di risoluzione delle controversie. Sono diversi gli aspetti della relazione odierna dellAutorità per lenergia rimarcati e sottolineati dalle associazioni dei consumatori.. Commenta a margine della presentazione Rosario Trefiletti, presidente Federconsumatori: "È una relazione importante, fa qualche passo avanti nella difesa dei cittadini facendo chiarezza sulle tariffe e sulla bolletta, che deve essere più trasparente e chiara, fa un passo avanti quando si parla di fiscalità generale. Noi però vorremmo unAutorità ancora più "cattiva" per quanto riguarda comportamenti anomali e scorretti ...
Il diritto allacqua va garantito non solo sulla carta. In Italia per contrastare inquinamento e sprechi servono 65 miliardi di euro di interventi per i prossimi 30 anni. "Garantire il diritto allacqua, lottare contro gli sprechi e linquinamento, sviluppare le infrastrutture attraverso una regolazione innovativa, attenta alla qualità del servizio e alla tutela sociale": è lobiettivo dellazione dellAutorità per lenergia elettrica e il gas nei servizi idrici.. Ad essa infatti sono state attribuite le funzioni di regolazione e di controllo nei servizi idrici con il decreto legge 201/11 Salva Italia.. Il focus sullacqua viene dalla Conferenza nazionale sulla regolazione dei servizi idrici organizzata dallAutorità a Milano. Il settore dellacqua in Italia ha forti criticità: le perdite di rete sono oltre il 30%, fra le più elevate dEuropa (in Francia si attestano al 26,4%, in Spagna al 22%, nel Regno Unito al 19,2, in Germania si fermano al 7,3%). A questo si aggiunge che il 15% ...
Cina lenergia nucleare, Trova Cina prodotti lenergia nucleare e Cina produttori e fornitori lenergia nucleare lista in it.Made-in-China.com-pagina 19
Cina lenergia nucleare, Trova Cina prodotti lenergia nucleare e Cina produttori e fornitori lenergia nucleare lista in it.Made-in-China.com-pagina 22
Il Comitato nazionale per lenergia nucleare (CNEN) è stato un ente per la promozione dello sviluppo dellenergia nucleare per usi civili in Italia. Nasce nel 1960 in seguito alla ristrutturazione del preesistente Comitato nazionale per le ricerche nucleari (CNRN), a sua volta istituito nel 1952. Occorre dire che il comitato non aveva una istituzione formale ed essendo privo di potere giuridico non era in grado di gestire risorse economiche. Nonostante si trovasse a svolgere i propri compiti in condizioni assolutamente non indipendenti, riuscì a portare lItalia ad un ottimo livello di competenza nucleare su scala mondiale. Fu in questo clima che nel 1963 Felice Ippolito fu accusato di avere commesso illeciti nella gestione e condannato penalmente. La vicenda fu ed è ancora molto controversa, ma comunque segnò un duro colpo per il comitato e lo sviluppo energetico italiano. Nel 1982, in seguito alla crisi del nucleare, il comitato si è trasformato nellattuale ENEA. Centro di Calcolo del ...
1 XXV CONGRESSO NUCLEARE DI ROMA Energia Nucleare e Fonti Integrative: Aspetti Finanziarii Giuridici ed Assicurativi Roma, marzo 1980 DUE DECENNI DI ATTIVITÀ 1 ED ESPERIENZE NELLA COPERTURA DEI RISCHI NUCLEARI Dott. Vittorio Galazzo - Pool Italiano per lassicurazione dei Rischi Atomici. 2 XXV CONGRESSO NUCLEARE DI ROMA Energia Nucleare e Fonti Integrative: Aspetti Finanziarii Giuridici ed Assicurativi Roma, marzo 1980 DUE DECENNI SI ATTIVITÀ 1 ED ESPERIENZE NELLA COPERTURA DEI RISCHI NUCLEARI Dott. Vittorio Galazzo - Pool Italiano per lassicurazione dei Rischi Atomici. 3 DUE DECENNI DI ATTIVITÀ ED ESPERIENZA NELLA, COPERTURA DEI RISCHI NUCLEARI Sono passati oltre 22 anni da quando il 30 Settembre 1957 i rappre sententi di 68 Società si sono riuniti in Assemblea costituente del Pool I- taliano per lassicurazione dei Rischi Atomici» In tale Assemblea, presieduta dal Prof* De Mori, si pose in luce particolarmente il significato dellapporto che, con tale costituzione, le ...
Ipotizzate, come vogliono che facciamo i tecno ottimisti, che in 100 anni tutta lenegia primaria sarà nucleare. Seguendo i modelli storici ed ipotizzando un quadruplicarsi della popolazione non improbabile, avremo bisogno, per soddisfare le richieste di energia del mondo, di 3.000 "parchi nucleari", ognuno consistente, diciamo, di 8 reattori autofertilizzanti. Questi 8 reattori, lavorando al 40% di efficienza, produrranno collettivamente 40 milioni di kilowatt di elettricità. Pertanto, ognuno dei 3.000 parchi nucleari convertirà energia nucleare primaria equivalente a 100 milioni di kilowatt termici. I più grandi reattori nucleari attualmente in funzione convertono circa 1 milione di kilowatt (elettrici), ma noi daremo il beneficio del dubbio ed ipotizzeremo che i nostri 24.000 reattori mondiali siano in grado di convertire 5 milioni di kilowatt ciascuno. Per produrre lenergia mondiale fra 100 anni, quindi, dovremo costruire appena ogni anno da adesso ad allora, 4 reattori a settimana! A ...
Fu il fisico italiano Enrico Fermi a innescare la prima reazione nucleare a catena controllata della storia: utilizzò uranio naturale allinterno di un blocco di grafite pura che rallentava i neutroni. Fu questo il primo "reattore nucleare" ("pila atomica") ed era il 2 dicembre 1942. Inizia l era atomica. La pila di Fermi conteneva già tutte le indicazioni sia per la produzione di energia nucleare sia per l esplosione nucleare, entrambe basate sullo stesso elemento chiave della reazione a catena, il processo di fissione. La pila di Fermi era dunque una creatura tecnologica straordinaria. A partire da quel modello abbiamo costruito macchine sempre più grandi, più complesse, più potenti.... La prima utilizzazione pratica della reazione di fissione ci fu con la distruzione di Hiroshima e Nagasaki che, segnò la fine della seconda guerra mondiale. Nella bomba atomica la reazione diventa esplosiva perché vengono messi a contatto rapidamente due masse "subcritiche" sì che il sistema ottenuto ...
In Svizzera lenergia nucleare è utilizzata esclusivamente a scopi pacifici: per la produzione di energia elettrica e per applicazioni nei settori della medicina, dellindustria e della ricerca.
Soprattutto dopo gli spaventosi incidenti nucleari di Fukushima del 2011 (a proposito, la situazione e lemergenza rimangono drammatiche) lo stato finanziario dei colossi dellenergia nucleare diventa sempre più disastroso. Il 29 marzo scorso la Westinghouse ha presentato istanza di fallimento, per ristrutturarsi a causa dei costi dei quattro reattori AP-1000 che sta costruendo in Georgia e Carolina del Sud, i primi reattori ordinati negli USA dopo lincidente di Harrisburg del 1979: i costi per ciascuno di questi reattori stanno eccedendo, anche per i ritardi che si accumulano, di 1-1,3 miliardi di $ quelli preventivati. La sua controparte giapponese Toshiba ha dichiarato di avere già perduto nel settore nucleare 6 miliardi di $, che potrebbero aumentare a 10. Il gigante nucleare francese Areva ha registrato 665 milioni di Euro di perdita nel 2016, dopo avere perduto 2 miliardi nel 2015, e 4,8 miliardi nel 2014: lo scorso anno EDF è subentrata per metà ad Areva. Lultimo progetto di EDF, il ...
Anteprima della tesi: La produzione di idrogeno per via nucleare: proposta di un possibile scenario energetico per il settore dei trasporti, Pagina 9 - Pagina 9 di 12
È cominciata il 21 novembre e durerà due settimane la missione IRRS (Integrated Regulatory Review Service) in Italia degli esperti dellAgenzia Internazionale per lEnergia Atomica (IAEA) dellONU, nella quale è coinvolto anche il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare.. Il Sistema italiano di regolamentazione e controllo per la sicurezza nucleare verrà sottoposto alla revisione a fronte degli standard sviluppati dalla IAEA in collaborazione con gli stati membri. La revisione riguarda, in particolare, il ruolo del Governo, i processi autorizzativi, di ispezione e controllo e di gestione delle emergenze nonché i compiti e le funzioni dellAutorità di regolamentazione competente per la sicurezza nucleare e la radioprotezione che, che nelle more della conclusione del processo istitutivo dellISIN, sono attualmente svolti dal Dipartimento Nucleare, Rischio Tecnologico e Industriale dellISPRA.. La missione, alla quale si sono già sottoposti la gran parte dei Paesi ...
Uno dei punti di forza dellutilizzo dellenergia nucleare è lassenza di emissioni di anidride carbonica. Investendo pertanto in tale fonte energetica si potrebbero ridurre significativamente gli effetti negativi legati alla CO2 rispettando anche gli obiettivi di politica energetica che la comunità internazionale ha fissato per il 2020. Come riportato da John M. Deutch ed Ernest J. Moniz in un articolo sulla rivista "Le Scienze" (Lopzione nucleare, "Le Scienze", 2009, n. 459, pp. 72-79): "Nel 2003 abbiamo partecipato ad uno studio del MIT intitolato The Future of the Nuclear Power che ha analizzato i fattori necessari per mantenere lopzione nucleare. […] la produzione di energia nucleare nel mondo potrebbe triplicare arrivando ad un milione di megawatt entro il 2050 con risparmio di emissioni compreso tra 0,8 e 1,8 miliardi di tonnellate di carbonio lanno, a seconda che siano sostituiti impianti a gas o a carbone. A questa scala lenergia nucleare contribuirebbe in modo significativo ...
Fermare latomo, eliminando la possibilità di realizzare «nel territorio nazionale impianti di produzione di energia nucleare». Questo, in sintesi, è quello che si chiede nel quesito referendario proposto dallIdv per abrogare alcune parti della legge 99 del 2009 (Disposizioni per lo sviluppo e linternazionalizzazione delle imprese, nonchè in materia di energià), che ha riaperto la strada al nucleare nel nostro Paese. Il Referendum, rispondendo sì, negherebbe leventualità di «localizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare, di impianti di fabbricazione del combustibile nucleare», cancellando dal testo (allart. 25, comma 1) anche «decreti» e «procedure autorizzative». Molte sono poi le parti che il quesito propone di abrogare (a cavallo anche tra leggi diverse concernenti il nucleare). Stop anche ad Agenzia per la sicurezza nucleare e a campagna informativa: il quesito referendario taglià il testo della legge (art. 25, comma 2, ...
converrai con me che se dobbiamo pensare solo a QUANTA energia bisogni sviluppare, tu puoi rigirarti allinfinito la frittata del nucleare, dicendo che è unenergia più vantaggiosa. Ok. Ma il pianeta su cui vivi al contempo andrebbe a farsi fottere, per le ragioni che Taz e alcuni altri, qui, continuano a dirti ma che tu proprio non capisci (N.B. se hai avuto traumi infantili non è questa la sede per sfogarti). Per concludere, io non ho proprio intenzione di stare zitto mentre delle persone ignoranti - che pensano solo ai soldi, quindi che se ne vadano in America ad inseguire questo sogno "stupendo" - mi distruggono lentamente il pianeta dove vivo, e su cui spero crescerò dei figli e vivrò il resto della mia vita ...
Allinizio del 2014, dopo le altre grandi aziende elettriche svizzere, anche Axpo presenterà la sua strategia per la svolta energetica.
Il corso di "Fondamenti di Impianti Nucleari" fornisce agli allievi del curriculum Nucleare della laurea in Ingegneria Meccanica una preparazione introduttiva allingegneria nucleare, affrontando sia argomenti propedeutici di base (come i richiami di fisica nucleare o di fisica del reattore) sia specifici delle diverse tipologie di filiere nucleari; esso è il punto di partenza per la nascita di un bagaglio culturale adatto ad una figura professionale in grado di affrontare i molteplici aspetti tecnici, di sicurezza ed economici che caratterizzano limpiego dellenergia nucleare.. Il corso si propone di far acquisire allallievo una conoscenza dei principali concetti di base e dei problemi legati allutilizzo dellenergia nucleare da fissione, tali da portare alla chiara comprensione del funzionamento delle centrali elettro-nucleari ad acqua leggera attualmente operanti nello scenario energetico internazionale e delle loro interazioni, anche sociali ed economiche, con lambiente. ...
Volete voi che siano abrogati i commi 1 e 8 dellarticolo 5 del decreto-legge 31/03/2011 n.34 convertito con modificazioni dalla legge 26/05/2011 n.75? Se il comma 1 parla dellenergia nucleare, il comma 8 in realtà è ben più vago e generale. Dispone, infatti, che il Governo vari una nuova Strategia energetica nazionale, che
Il sito del Wec Italia: un\associazione multi-energy senza fini di lucro con sede a Roma, costituita sotto il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dell\Industria, Commercio e Artigianato nel 1988.
andare in un sito del genere con i finestrini chiusi????o mio dio,se ne sentono di tutti i colori...io non farei mai andare i miei figli in un luogo abominevole come quello!!!cmq stiamo sicuri che tra poco ci appiopperanno di nuovo il nucleare con la scusa che è sicuro,pulito,etc,etc...si rendono conto che stiamo correndo allegri e felici verso lautodistruzione?io credo di si,e penso anche che sia proprio quello lo scopo,insieme ai soldoni ovviamente...ormai è chiaro che per loro,noi comuni mortali non siamo niente e nessuno,siamo solo numeri...quando sarà troppo tardi,i potenti avranno tutti i mezzi per difendersi dal caos generale,noi invece saremo costretti a sopravvivere in un inferno...scusate il pessimismo,ma la mia fiducia nel futuro ultimamente sta calando un pò!tra scie chimiche,nucleare,strane malattie e tutto il resto,non riesco a vedere un futuro rosa!speriamo che la gente si svegli e cominci ad informarsi,perchè altrimenti non so come andrà a finire.... RispondiElimina ...
Da World Nuclear News, 31 Maggio 2011 Il cambio di direzione della policy sul nucleare in Germania è stato completato con una nuova spinta per entrare nell
Veronesi: energia nucleare. Il black-out era vero o era una manovra per spingere lopinione pubblica a ricredere la scelta antinucleare del 1987?. Caro amico, vorrei proprio che noi italiani la smettessimo di vedere congiure e complotti dietro tutto quello che succede. E chiediamoci piuttosto se quella scelta non sia davvero da rivedere. Prima di tutto, però, bisogna fare un salto indietro di 16 armi, e andare a vedere che cosa successe veramente nel 1987. Ricordiamoci che pochi mesi prima il 26 aprile 1986, cera stato il disastro di Chernobyl, e che lopinione pubblica era facilmente influenzabile. Tutto si svolse in un clima politico dominato dallemotività, e non dalla ragione, e le lobbies del petrolio e del metano ebbero buon gioco a soffiare sui timori delluomo della strada e sulla buona fede degli ambientalisti.. Innanzitutto, quella che poi ha continuato a essere chiamata la Scelta , non fu affatto un referendum pro o contro lenergia nucleare, anche se poi politicamente fu ...
Giorgio Nebbia, "Nucleare: il frutto proibito", Bompiani, Milano 2007, p. 250. Sembra che lenergia nucleare sia uno dei grandi mali procurati dalla scienza fisica, ma così non è. Giancarlo Nebbia guida il lettore fra i segreti di tale disciplina facendoci capire di che cosa si tratta veramente e di quali implicazioni positive essa abbia nella vita di tutti i giorni. Un percorso che non può non partire dalla bomba atomica e dalla guerra fredda, ma che conduce a vedere come proprio lenergia nucleare possa prevenire il suo uso criminale e bellico. Il volume, dopo aver mostrato quanto necessaria sia la conoscenza nucleare nei settori medico diagnostici e terapeutici, per la definizione delle patologie e per la loro cura, e in quelli artistico-archeologici, per la datazione di opere darte e reperti, arriva a trattare le questioni ambientali e dello sfruttamento delle risorse del pianeta.. ...
Nonostante le catastrofi naturali ed umane causate sia dalle armi nucleari che dalla produzione di energia derivante dal nucleare civile sino ad oggi, ancora molti paesi non solo continuano a sfruttare lenergia nucleare a fini civili, ma continuano nel loro programma di armamento nucleare, giustificato dai governi come "deterrente" per mantenere la pace. "Si vis pacem para bellum" affermavano gli antichi romani. Ma sarà davvero cosi? E soprattutto, quale sarà il destino dellumanità se la proliferazione delle armi nucleari si espandesse? Molto probabilmente, data la natura egoistica dellessere umano, potremmo essere anche in grado di autodistruggerci tramite lutilizzo di armi, come quelle nucleari, pensate e costruite per "difendersi" e mantenere la pace mondiale". Molto è stato fatto negli ultimi anni per pervenire ad un disarmo nucleare globale. Ne è un esempio lampante il trattato START (Strategic Arms Reduction Treaty) siglato da USA e Federazione Russa, che ha portato rapidamente a ...
Le centrali di Bagnore 3 e Bagnore 4 - questultima appena inaugurata ufficialmente - sono collegate da un percorso turistico gratuito e sempre aperto
Madama Butterfly di Puccini al Festival Pucciniano di Torre del lago 08/08/2020 La regista Manu Lalli ha costruito questa produzione di Madama Butterfly partendo da unidea forte, da contenuti da trasmettere, il che, normalmente, è assai pericoloso, perché comporta il… ...
Anche agenzie nazionali degli altri partner stanno per lanciare le gare dappalto per la fase di realizzazione del sito e degli impianti stessi. La Francia nellambito dellenergia nucleare civile ha unesperienza di oltre 50 anni, fin dai reattori a gas-grafite a uranio naturale, sino ad oggi con i reattori di terza generazione EPR e i reattori ad acqua pressurizzata. Questa è la ragione preponderante per cui la Francia è stata scelta per sperimentare al CEA (Centro per lEnergia Atomica) di Cadarache, nel sud del paese, il progetto ITER che consiste nella progettazione e realizzazione di un reattore a fusione nucleare sperimentale, che utilizzerà isotopi di idrogeno. La scelta è stata fatta nel 2005 dai partner internazionali del progetto ITER (India, Corea del Sud, Cina, Russia, Giappone, Unione Europea e Stati Uniti). Tra 10 anni dovrebbe essere realizzata la costruzione del progetto e poi occorreranno ancora 20 anni di test scientifici perché la fusione possa costituire in sicurezza, e ...
geriva di pubblicarla sulla rivista stessa ma a firma di un lettore anonimo 14 giordani avrebbe potuto anche non pubblicarla sia per non indebolire la propria tesi in pubblico sia per non entrare in conflitto usiamo questo termine con il maestro invece proprio dimostrando di essere un uomo libero di libertà interiore e con fede pura nelle idee la pubblicò ribadendo e approfondendo la sua proposta con argomenti che ribattevano punto per punto le critiche di sturzo in sostanza egli si mostrava più attento del maestro alle aspirazioni europeistiche di varia provenienza più convinto di lui della necessità di unificazione per motivi economici meno preoccupato di lui per le divisioni fra cristiani mentre sturzo vedeva queste ultime come ostacolo insormontabile per una utile funzione del papa giordani esprimeva fiducia nei fermenti di ecumenismo allora in atto come sintomi di una nuova coscienza e si appellava al precedente significativo del protestante bismark il quale aveva chiamato come arbitro ...
LOMS non ha mai voluto rendere pubblico uno studio sugli effetti dellincidente di Chernobyl sul genoma umano, secondo il quale i danni genetici provocati dallanomala irradiazione del 1986, coinvolgeranno le prossime venti generazioni umane. Lo studio esiste ma la popolazione mondiale non ha il diritto di conoscerne il contenuto.. LOMS, per quanto riguarda gli studi sui danni da radiazioni sulla popolazione mondiale, dipende dallAIEA, ovvero dallAgenzia Internazionale per lEnergia Atomica. In pratica, chi promuove e si suppone abbia interessi economici nel settore nucleare o difenda gli interessi di altri, dovrebbe finanziare ricerche sui danni provocati alla salute dellUomo e dellambiente dai prodotti della stessa industria nucleare ...
Il governo di Tokyo ha annunciato oggi lintenzione di abbandonare lenergia nucleare entro il 2030 - Ma il premier Noda ha anche proposto che tornino in funzione i reattore giudicati sicuri dalla nuova autorità per il nucleare, per fornire elettricità nel frattempo.
Ciao a tutti, torno dopo qualche giorno di assenza dal mio e dai vostri blog per un piccolo intervento, niente di che, ma non ho avuto voglia e forze per mettermi ai fornelli e scorrazzare come al solito per il web. In compenso mi sono spalmata sul divano a vedere tv, film, e telegiornali. Seguendo per esempio la questione della moratoria sullenergia nucleare che di fatto impedirà di includere il quesito sulle centrali nei referendum del 12 giugno e al tempo stesso, come ha confessato candidamente Berlusconi, farà sì che "fra un anno o due si possa tornare a discuterne con unopinione pubblica consapevole". Perché, sempre secondo il premier, il nucleare è "una scelta ineluttabile, lenergia più sicura". Inutile dire che trovo assurdo questo raggiro che impedirà agli italiani di esprimere la loro opinione su un quesito referendario per cui a tempo debito sono state raccolte 1 milione di firme. Oltre a questo, si riapre la questione della validità del nucleare come fonte energetica ...
Potrebbe sembrare un tempo lunghissimo, ma 15 anni quando si parla di energia non sono poi così tanti. Il sogno di produrre energia dalla fusione nucleare che non emetta gas serra e che sia .... More ...
Ma anche il vantaggio per i cittadini sembra dubbio: già oggi lenergia nucleare è la più cara di tutte, come dimostrano i dati del dipartimento dellEnergia degli Usa (Doe, 11,15 cent/kWh contro i 9,61 delleolico e gli 8,03 del gas, con previsioni di divaricazione di quelle forbici al 2020: 14,37 contro 11,32 e 8,05 rispettivamente). Inoltre un impianto nucleare Epr 1600 III plus costa fra 8 e 10 miliardi di euro (stima Areva) e non si considerano qui tutti quei costi che, chissà perché, ci ostiniamo a chiamare «esterni» e che, invece, sono intrinsecamente connessi ai combustibili geologici (anche il nucleare lo è): eventuali incidenti, smantellamento (decommissioning) e inertizzazione delle scorie verranno necessariamente addossati alla collettività (come dimostra il caso giapponese). In queste condizioni la bolletta costerà di più, non di meno, soprattutto in un Paese che dovrebbe impiantare ex novo le centrali. Inoltre lItalia dovrà importare luranio, che prima o poi finirà, ...
La sesta il Sole ed ha la forma del calore: il calore nasce dal Sole. Quando lidrogeno si trasforma in elio, il Sole diventa una sorgente di calore. E una verit scientifica (vaijyamika dharma). Vi sono otto energie: cinetica (yantra shakti), chimica (rasa shakti), calorica (ushna shakti), elettrica (vidyat shakti), elettromagnetica (lenergia della luce, kanthi shakti), magnetica (ghana shakti); lottava lenergia nucleare o atomica (amu shakti). Gli scienziati, per scoprire lorigine di tutte queste potenze, hanno condotto numerose ricerche. Il Sole brucia miliardi di tonnellate di unit denergia al secondo, sotto forma di calore. Ma per quanto calore si disperda, il Sole non perde il suo potere e continuer a dar luce e calore allumanit per milioni di anni. Nessuno in grado di dare una descrizione di questa energia. Dio non pu essere afferrato dalla mente o dal linguaggio: inaccessibile ai sensi. Tutto viene da Lui. Il Sole il Signore dellintelligenza; il fondamento della Saggezza e ...
Pier Luigi Bersani (Infophoto). Con PLB, gli americani hanno serie difficoltà a interagire dato che il suo inglese è improbabile e il suo francese approssimativo. Non riescono a spiegarsi perché lapparato tentacolare del Pd necessiti di 50 milioni di euro di finanziamento pubblico. Inoltre, alcuni episodi specifici li inducono a pensare che dietro la bonomia emiliana ci sia lantica "doppiezza togliattiana". Ad esempio, nel 2007, da Ministro per lo Sviluppo Economico, PLG ha sottoscritto con il Segretario allEnergia Usa un accordo sullo scambio di informazioni sulla tecnologia energetica relative a vari settori, quali lenergia da carbone pulito, idrogeno, lenergia nucleare, la bioenergia altre scienze energetiche fondamentali; non solo non lo ha attuato, ma, una volta finito il Governo Prodi, si è posto alla guida del movimento anti-nucleare, contraddicendo il protocollo.. In questo contesto, si inquadrerebbe anche la vicenda dei marò. Allindomani delle elezioni, convinto di poter ...
Il mondo nel 2065 è molto diverso da quello che possiamo immaginare. Lintero pianeta è governato dalla PACE, una autorità suprema che detiene le conoscenze scientifiche più avanzate, lunica capace di manipolare lenergia nucleare, di far volare aerei, di usare auto, carri armati, navi... il resto del mondo è immerso in una sorta di medioevo tecnologico. Il tutto ci viene raccontato da i Riparatori, una sorta di congrega sparsa per il mondo con un briciolo di capacità tecniche utili per riparare oggetti lasciati in giro, vecchi rottami e cose simili, e che una volta aggiustati possono migliorare un pochino la vita di tutti quanti. Il resto del mondo, infatti, ha memoria del passato. Hanno la televisione. Possono usare anche strumenti elettronici, ma non possono gestire energia ad alta potenza... per cui sono precluse a loro tutte le tecnologie invece possedute dalla PACE ...
Rita Maria Lentini. Analisi tecnico-economica di Interventi di efficienza energetica nel processo produttivo di materiali ceramici = Technical and Economic analysis of energy efficiency measures in ceramics manufactoring process. Rel. Marco Badami. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Energetica E Nucleare, 2018 ...
Il Dipartimento di Ingegneria Industriale svolge le funzioni relative alla ricerca scientifica e alle attività formative nellambito delle aree tipiche dellIngegneria Aerospaziale, Biomeccanica, Energetica, Gestionale, Meccanica, Nucleare, della Fisica Tecnica e della Metallurgia.. Il Dipartimento di Ingegneria Industriale nasce nellottobre del 2012, nellambito della riorganizzazione dellAteneo di Bologna, dalla confluenza allinterno di ununica struttura del DIEM (Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia), del DIENCA ( Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale) e del gruppo di "Scienza dei Metalli e Metallurgia" dello SMETEC (Dipartimento di "Scienza dei Metalli, Elettrochimica e Tecniche Chimiche").. ...
Il settore dellenergia è uno di quelli nel quale è lecito aspettarsi, nei prossimi anni, un rapido incremento del tasso di innovazione. M. Jacobson e M. Delucchi, hanno provato a ipotizzare un panorama energetico futuro senza il nucleare e le fonti fossili.
A chi fa comodo lenergia nucleare? È davvero unenergia pulita ed economica? E chi paga in caso di incidente, raro ma catastrofico? Un po di domande e un po di risposte
E ripenso alla Telektron, o Teletruffa come la chiamavano quelli della Sip.. Era lazienda di un ex dipendente Sip, appunto, nata grazie alle sue conoscenze; prendeva appalti dalla società telefonica per linstallazione delle apparecchiature nelle centrali telefoniche in tutta la Liguria.. Eravamo meno di quaranta persone divise in tre settori principali: Centrali urbane e interurbane, Tramissione Dati e Impianti Interni Speciali. E poi cerano le donne, le bobinatrici, che per lo più restavano in sede a realizzare cablaggi, costruire bobine e ricondizionare i vecchi apparecchi telefonici. Erano i primi anni settanta, lelettronica stava lentamente sostituendo la tecnologia elettromeccanica e il costo della mano dopera rendeva ancora conveniente "aggiustare le cose".. Mio padre era il responsabile del settore Centrali e io fui assunto come apprendista che non avevo ancora diciotto anni . Ero il figlio del capo e per questo ricevevo da lui sonori ceffoni davanti ai colleghi per dimostrare che ...
Lenergia nucleare rappresenta la fonte di energia più fruttuosa ma anche più discussa degli ultimi anni. Il nucleare rappresenta una nuova frontiera carica di aspetti positivi, ma anche di tanti risvolti potenzialmente pericolosi. Segui la sezione dedicata al nucleare, potrai trovare tutto quello che bisogna sapere, notizie aggiornate, foto, video e tanto altro ancora per essere sempre informati sullargomento. ...
La Corea del Sud vuole puntare sul nucleare espando la produzione di energia dallatomo con 11 nuovi reattori da aggiungere entro il 2024 agli attuali 23 che forniscono un terzo dellenergia totale del paese
Angelo Zappoli, de La Sinistra, ha presentato una mozione in consiglio comunale in cui chiede che Varese venga dichiarato comune denuclearizzato. Il nostro Paese è in forte ritardo rispetto agli obiettivi del protocollo di Kyoto. "Considerato che il nucleare è fonte energetica più costosa di altre - scrive Zappoli - e che non hanno trovato efficace soluzione problemi come lo smaltimento delle scorie o la contaminazione durante il funzionamento e che, in caso di incidenti, i rischi connessi sarebbero gravissimi e devastanti ...
Bandire i complessi industriali inquinanti e raffinerie di petrolio lungo le coste. - Proteggere le coste dalla deprecabile speculazione e concentrare le costruzioni soltanto in alcune zone limitate. - Assicurare l efficienza degli impianti di depurazione delle acque reflue nelle citt costiere. - Dare preferenza all energia nucleare e solare, piuttosto che a quella petrolifera. - Tenere le navi cisterna di petrolio e con carichi velenosi lontane dalle coste e dalle residenze turistiche, controllando anche le fuoriuscite ed i lavaggi di sentina. - Controllare lo stato di mantenimento e di salute delle navi nazionali da carico. - Creare molti parchi naturali e riserve delle specie marine protette lungo le coste. - Rafforzare i provvedimenti restrittivi verso le imbarcazioni a motore ed imporre limiti di velocit lungo le coste. - Sviluppare i siti archeologici. - Incentivare il turismo costiero. - Educare le masse alla protezione ambientale. - Regolarizzare la pulizia delle spiagge, delle coste e ...
Generale Controlli Cattaneo di Ripalta Cremasca a Cremona è unazienda che si occupa di controlli industriali nel settore metalmeccanico, nucleare, siderurgico, energetico, navale petrolchimico e off-shore
Qualè la conseguenza dello stop allenergia nucleare? La risposta è molto breve e si può fare con tre semplici parole: "perdita di potere".. Prima il potere stava nel carbone, poi nel gas e nel petrolio, tre elementi altamente tossici che hanno non poco contribuito allinquinamento del nostro piccolo pianeta.. La politica, il potere, naturalmente possiede la tendenza al monopolio per poter controllare meglio leconomia e conseguentemente la vita di tutti.. E stato pertanto reclamizzata, dichiarata insostituibile insistentemente la NON soluzione dellenergia nucleare.. Il disastro di Cernobyl non ha soltanto inquinato la diretta zona circostante, ma seriamente molti paesi circostanti e un po tutto il mondo. Quando la radioattività fuoriesce va nellaria, nellacqua e nella terra, diventa incontrollabile. Si sparge più forte dove i venti, i corsi dacqua o le piogge la portano. Infatti, la nube radioattiva dal Giappone è già passata anche sopra lItalia.. I costi per la costruzione delle ...
Adalberto Piazzoli Adalberto Piazzoli, fisico, lavora al Dipartimento di Fisica Nucleare e Teorica dellUniversit di Pavia di cui anche stato Direttore. Oggi Presidente del L.E.N.A. (Laboratorio Energia Nucleare Applicata) e Direttore dellIstituto Universitario di Studi Superiori. T. LEGGI ...
Signor Presidente del Consiglio, mi rendo conto che per Lei personalmente il voto sul nucleare non è stata la peggiore delle quattro sconfitte subite al referendum. Tuttavia potrebbe risultarLe gradito sapere che il no al nucleare potrebbe rivelarsi proficuo non solo per la Nazione e per la sua economia, ma anche per le Sue prospettive politiche. La chiave per cogliere questa doppia opportunità è la Germania. Il 30 maggio la cancelliera tedesca Angela Merkel ha comunicato che la più grande economia dellEuropa avrebbe gradualmente dismesso lenergia nucleare a favore di una massiccia spinta alle energie rinnovabili. Tutte e 17 le...
La polemica del giorno è sul "ritorno al nucleare". Il neo-ministro Zanonato avrebbe detto che «se avessimo i siti adatti per gestire lenergia nucleare, si potrebbe utilizzare». Una pioggia di critiche. In primis da Antonio Di Pietro che, ricordando il suo impegno a favore del referendum del 2011 che ha riconfermato il rifiuto dellItalia nei confronti della tecnologia che produce energia nucleare in ogni usa forma e dimensione, ha gridato alla truffa e messo in guardia gli italiani dal tentativo ennesimo di tradire la volontà popolare espressa tramite referendum. Come accaduto con la soppressione dei ministeri del turismo e dellagricoltura, del finanziamento pubblico dei partiti e in favore della responsabilità civile dei giudici. A questo punto Zanonato ha precisato che la sua ipotesi era basata su un se (avessimo i siti adatti…), ma siccome non li abbiamo, il discorso non si apre nemmeno. E - ha aggiunto - bisogna comunque rispettare la volontà espressa dagli italiani col referendum ...