A poco più di 100 anni dallentrata in guerra dellItalia nel primo conflitto mondiale, il 24 maggio 1915, la storiografia ha ancora poco affrontato il tema del ruolo che il Mezzogiorno e in particolare la Sicilia ebbero nella decisione da parte del Parlamento di ratificare la fine della neutralità". Con queste parole, il prof. Giuseppe Astuto, ordinario di Storia delle istituzioni politiche nel dipartimento di Scienze politiche e sociali dellUniversità di Catania, ha spiegato il significato del convegno "La Sicilia e il Mezzogiorno tra colonialismo e guerre mondiali", promosso dal dipartimento, con il patrocinio della Regione Siciliana, nellambito del dottorato di ricerca in "Scienze politiche" e atto conclusivo del progetto Fir 204-2017, finanziato dallAteneo, su "Poteri locali, élite, intellettuali e Università a Catania tra colonialismo e guerre mondiali", coordinato dallo stesso prof. Astuto.. "In Italia, già da qualche decennio - ha affermato Astuto, che ha promosso lincontro - ...
Il Colonialismo statunitense rappresentò la continuazione della conquista del west e si basò sul concetto "west more land". Gli americani preferivano non chiamarlo colonialismo in quanto la filosofia di fondazione dellAmerica era basata sullanticolonialismo. Tuttavia tra la fine dell800 e linizio del 900 essi si appropriarono di alcune isole tra cui Hawaii, Midway e Filippine nel Pacifico. In questi avamposti costruirono basi militari con cui controllarono il Pacifico durante tutta la seconda guerra mondiale.. ...
Nel 1911-12 il Governo Giolitti, dopo una serie di accordi con la Gran Bretagna e la Francia, che ribadivano le rispettive sfere dinfluenza nellAfrica settentrionale, dichiarò guerra allImpero ottomano. Per costringere la Turchia alla resa, gli Italiani spostarono le operazioni militari nel mar Egeo e occuparono Rodi e le isole del Dodecaneso. La Turchia dovette cedere con la pace di Losanna nel 1912 e lItalia occupò la Tripolitania e la Cirenaica, dando vita alla formazione della colonia della Libia italiana, il cui possesso venne consolidato nel corso degli anni venti e trenta.[8] Successivamente un trattato del 1935 tra lItalia e la Francia, rispettivamente potenze coloniali in Libia e in Ciad, assegnò la Striscia di Aozou alla Libia italiana: si trattava del cosiddetto Trattato Mussolini-Laval, peraltro mai ratificato ufficialmente.[9] La guerra italo-turca fu combattuta dal Regno dItalia contro lImpero ottomano tra il 29 settembre 1911 e il 18 ottobre 1912, per conquistare le ...
Si è parlato delle esperienze coloniali delle varie potenze ed imperi europei ed extra europei ed i loro approcci molto spesso "troppo duri" nei confronti delle popolazioni locali dei vari continenti colonizzati. Si è parlato dei radicali cambiamenti nei continenti in cui il colonialismo è arrivato portando culture, lingue e confini a volte artificiali ma tuttora esistenti in luoghi ben diversi prima dellarrivo di noi europei. Si è fatta poi una panoramica sui tanti genocidi perpetratisi ai danni di molti popoli della Terra nel corso degli ultimi secoli, alcuni a volte dimenticati o poco conosciuti come la quelli in Cambogia, in Ruanda, in Bosnia, in Guatemala, degli Herero in Namibia, delle estinzione dei popoli Moriori in Nuova Zelanda, dei Ganci alle Isole Canarie e dei Tasmaniani nellomonima isola australiana. Si è parlato del Porrajmos (genocidio dei Rom e Sinti durante il nazismo) e si è parlato con particolare attenzione al genocidio degli armeni avutosi tra fine 800 ed inizio ...
Oro, acqua e diamanti: gli affari di Benetton in Sudamerica schiacciano una popolazione indigena, che ora rischia di scomparire.. di Gabriele Cruciata. Chi pensa che il colonialismo appartenga ad unepoca lontana è in grave errore. Esso ha cambiato le proprie fattezze, si è trasformato fino a camuffarsi sotto le vesti dello spirito libero e imprenditoriale, ma ha preservato la volontà di schiacciare popoli considerati minori. Se ieri linferiorità era attribuita su basi "scientifiche", oggi è il criterio economico a decidere chi vince e chi invece ne esce schiacciato. È così che si può riassumere la storia dei Mapuche, una piccola comunità indigena il cui territorio ancestrale sorge in un lembo di terra al confine tra il Cile e lArgentina: la storia di un popolo condannato allinferiorità.. Si tratta di poche migliaia di esseri umani che da secoli mantengono intatte le proprie tradizioni fatte di comunione con la natura, senso di solidarietà e fratellanza intestina. Il loro nome ...
Dal 25 al 27 settembre 2013 a Cagliari, presso l Aula Magna del Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni, si terrà il SEMINARIO NAZIONALE SISSCO, dal titolo Colonialismo e identità nazionale. Loltremare tra fascismo e Repubblica.
Il Colonialismo del libero mercato. Nonostante ufficialmente oggi non esistano colonie, gli effetti delle politiche colonialiste si fanno ancora ...
Inaugurata al Museo del Risorgimento e delletà contemporanea di Palazzo Laderchi la nuova sala dedicata a Francesco Carchidio e al periodo del colonialismo. Francesco Carchidio, capitano dello squadrone cavalleria coloniale Penne di Falco, morì a Cassala, in Sudan, il 17 luglio 1894. La sala presenta una piccola parte della collezione del museo dedicata al periodo storico dellespansione in Africa. In mostra anche un reperto particolare che potrebbe interessare gli appassionati di serie televisive. ...
Sintesi del fenomeno del colonialismo, la febbre coloniale, la conquista dell\Africa, l\espansione in Asia, gli Stati Uniti nell\età dell\imperialismo. riassunto di Storia
Savage Harvest: A Tale of Cannibals, Colonialism, and Michael Rockefellers Tragic Quest è un libro di Carl HoffmanHarperCollins Publishers Inc : acquista su IBS a 9.60€!
Tribalismo e colonialismo: la Nigeria, Libro di Hosea Jaffe. Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Jaca Book, collana Piccola serie, data pubblicazione 1969, 9788816090309.
Un *colonialismo, due sponde del Mediterraneo : atti del Seminario di studi storici italo-libici : Siena-Pistoia, 13-14 gennaio 2000 / a cura di Nicola Labanca e Pierluigi Venuta. - Pistoia : C.R.T., [2000]. - 169 p. ; 24 cm. - BinP è il Portale delle biblioteche che aderiscono al Polo regionale del Veneto.
Proprio come il colonialismo non si fece scrupolo di usare i disgraziati, i poveri, gli sfruttati come pura materia inerte con cui costruire e realizzare il proprio progetto di conquista, allo stesso modo furono gli ebrei europei bisognosi e oppressi a essere asserviti agli interessi dellimperialismo mondiale e della leadership sionista. Gli ebrei europei furono trasformati in strumenti di aggressione; divennero componenti del colonialismo degli insediamenti, intimamente alleato della discriminazione razziale... la teologia sionista fu rivolta contro il nostro popolo palestinese: lo scopo non era solo la fondazione di un colonialismo di stampo occidentale ma anche la recisione del rapporto degli ebrei con le loro varie terre patrie e di conseguenza il loro estraniamento dalle rispettive nazioni. Il sionismo... è associato allantisemitismo nei suoi principi retrogradi ed è, a conti fatti, un altro lato della stessa vile moneta. Perché quando quel che si propone è che gli aderenti alla fede ...
lgono e si rincorrono le vicende di due misteriori omicidi, unantica scimitarra, attori, femmine fatali, scorribande di frontiera rocambolesche degne del miglior Salgari, graduati indigeni, contadini, ascari, carabineri, agenti del Negus Hailé Selassié, sigarette, rivoltelle, Seneca e… «Se prima non ci rifletti troppo, morire è un attimo. E con un po di fortuna, non fa neppure troppo male»… Una trama misteriosa del nostro colonialismo entra per la prima volta ed a pieno titolo nei circuiti editoriali e nelle librerie. Domenico Quirico, nella prefazione al volume, parla di un colonialismo che «ha sofferto fin dallorigine di un vuoto, di unassenza… di una rapidità con cui è stato cancellato e arcimaledetto… Per questo è siginificativo che ora Giorgio Ballario, come ha fatto in questo sodo, incalzante noir eritreo, scopra che lì cerano uomini, vicende, atmosfere, storie. E abbia scelto per ambientarle, con acuta percezione storica, il momento in cui il ronfante colonialismo ...
www.democraziacercasi.blogspot.it Possiamo ancora parlare di democrazia in Italia? Mutamenti imponenti hanno svuotato gli strumenti della partecipazione popolare, favorendo una forma neobonapartistica e ipermediatica di potere carismatico e spingendo molti cittadini nel limbo dellastensionismo o nellimbuto di una protesta rabbiosa e inefficace. Al tempo stesso, in nome dellemergenza economica permanente e della governabilità, gli spazi di riflessione pubblica e confronto sono stati sacrificati al primato di un decisionismo improvvisato. Dietro questi cambiamenti cè però un più corposo processo materiale che dalla fine degli anni Settanta ha minato le fondamenta stesse della democrazia: il riequilibrio dei rapporti di forza tra le classi sociali, che nel dopoguerra aveva consentito la costruzione del Welfare, ha lasciato il campo ad una riscossa dei ceti proprietari che nel nostro paese come in tutto lOccidente ha portato ad una redistribuzione verso lalto della ricchezza nazionale, ...
Indice del volume. Ringraziamenti; Introduzione. I beni comuni salveranno il mondo? Capitolo primo. Di che cosa stiamo parlando. I beni comuni: un caleidoscopio; Beni comuni a geometria variabile; Empedocle e i quattro elementi; Madre Natura e i servizi ecosistemici; La proprieta: comune, collettiva, pubblica, privata, statale; La comunita, ieri e oggi: un concetto controverso; La tragedia dei beni comuni? Capitolo secondo. La delegittimazione dei beni comuni: un excursus storico. La Rivoluzione industriale tra prima e seconda accumulazione originaria; Il riduzionismo scientifico e la "Morte della Natura"; La mano invisibile e lhomo oeconomicus; Capitolo terzo. Le conseguenze: distruzione di ricchezza a mezzo merci. Premesse ed esiti della crisi: vincitori e vinti; Le nuove recinzioni al Nord e al Sud; Colonialismo e neocolonialismo come politiche di recinzione; Il colonialismo sotto mentite spoglie: lo "sviluppo"; Il consenso tra menzogne e omologazione; Capitolo quarto. Tutto il potere ai ...
Si propongono ampie e mirate privatizzazioni, specie nei paesi più in difficoltà (Spagna, Grecia, Portogallo, Italia) per favorire investitori spesso stranieri, interessati ai profitti e non al benessere del pubblico. In Italia il popolo ha deciso, con un referendum, di reimpossessarsi di un bene passato in mano dei privati, lacqua, eppure le riforme stentato ad arrivare, arrivano puntuali invece le bollette da pagare per i contribuenti. Le ulteriori privatizzazioni di Alitalia, il pasticcio di Telecom, il disastro dellILVA dovrebbero invertire la rotta, ma i governi strozzati da banche ed organi sovranazionali, come la Commissione Europea, non hanno più margini di manovra, cedono ai ricatti delle multinazionali, della finanza, dei privati e svendono per provare a coprire con un secchio di sabbia il cratere sempre più abissale del debito pubblico. La stessa Banca dItalia che dovrebbe essere un soggetto pubblico è in realtà una SPA in mano ad altre banche (Intesa San Paolo, Unicredit SPA ...
Storicamente: rivista scientifica di storia, open access, supportata dal Dipartimento di Storia Culture Civiltà dellUniversità di Bologna. Storia contemporanea, moderna, medievale, antica, antropologia e geografia
Larticolo prende in esame il modo in cui lamministrazione coloniale si rapportò al fenomeno del Hajj, cercando di utilizzare questo arkan al islam per migliorare le proprie relazioni con le comunità musulmane sotto sua dominazione. I pellegrini provenienti dai domini coloniali italiani poterono contare su una consistente serie di facilitazioni che comprendevano tariffe speciali, assistenza medica e anche la possibilità di alloggiare presso un ostello di proprietà del governo italiano a Mecca e poi, negli anni 30, anche a Medina. Lestensione di questi servizi aveva però lobiettivo precipuo di controllare il movimento dei pellegrini durante un viaggio che avveniva in buona parte al di fuori del controllo coloniale.. ...
Perché, dallindipendenza in poi, in Africa si sono avute più guerre che nel resto del mondo? Quali sono le caratteristiche dei conflitti armati africani e in cosa essi si differenziano da quelli di altre parti del globo? Perché alcuni paesi africani sono stati attraversati da guerre e altri no? Perché ci sono state numerose guerre civili e poche guerre di secessione o tra Stati diversi? Dal 1960, la gran parte dellAfrica si è affrancata dal dominio coloniale. Questa indipendenza, però, non soltanto non ha portato ad uno sviluppo economico e sociale del continente, ma anzi è stata seguita dallesplosione di conflitti e guerre di ogni genere. Il volume offre un quadro per orientarsi e capire le ragioni di una violenza che spesso sulle pagine dei giornali assume le forme della catastrofe naturale ...
La cosiddetta riforma del diritto del lavoro è il risultato di precise direttive da parte di organismi internazionali di cui lItalia fa parte, come la BCE, il FMI e lOCSE, perciò la trattativa tra governo e parti sociali ha assunto esclusivamente il ruolo di un rituale o, addirittura, di una messinscena. Questo dato non costituisce…
Non tutti i detenuti in Cile valgono allo stesso modo. Mentre ad un terzo della popolazione penale del paese (13.321 reclusi su un totale di 39.677) è stata concessa la modifica della misura cautelare o del compimento della condanna, che ha portato i reclusi ad uscire di prigione per decreto giudiziale dal 18 marzo di questanno, lo Stato ha deciso di mantenere in carcere più di 30 detenuti politici mapuche in diversi centri penitenziari. Alcuni di questi, nel pieno della crisi dovuta alla pandemia, sono in sciopero della fame da più di tre mesi. Come se non fosse abbastanza, tra i beneficiari della misura cè anche Carlos Alarcón Molina, un poliziotto che si trovava in custodia cautelare perché accusato dellomicidio di Camilo Catrillanca nel novembre del 2018.. Il governo di Sebastián Piñera è rimasto indifferente alle richieste dei prigionieri mapuche in sciopero della fame, anche se queste riguardano lapertura di un tavolo delle trattative e il rispetto del Convegno 169 dellILO ...
Da una decina danni a questa parte, la domanda globale di generi alimentari e biocarburanti, registra una crescita costante. Paesi ricchi che però non hanno terre coltivabili e acqua (come lArabia Saudita), o che contano su unalta densità di popolazione (come il Giappone), o che vedono crescere la domanda intera di beni di vario tipo (come la Cina) hanno cominciato da tempo a investire nellacquisto o nellaffitto a lungo termine di terreni allestero. Molti terreni: in Madagascar (a titolo di esempio), la metà dei terreni agricoli del Paese (1.300.000 ettari) è stata comperata dalla Corea del Sud e verrà destinata alla coltura di mais e palme da olio. Per comprare un terreno, non si interpella chi ci vive: molto spesso, soprattutto nei contesti più poveri, gli abitanti non posseggono atti di proprietà o documenti di alcun tipo. La cessione del suolo e delle risorse a esso legate viene decisa nella maggior parte dei casi a livello governativo. ...
Colonialismo - La miseria delle colonie andrebbe ridetta, poiché lEuropa continua a vivere a a quellora, superba, indisponente. Il colonialismo è sempre straccione: torme di spocchiosi e disadattati, i migliori erano semplicemente poveri, riversati in Africa negli ultimi decenni dellOttocento con le promesse sottintese di scopare a piacere e dirsi superiori ai migliori africani. Masse di indigenti catapultati conquistatori in Africa, e per questo stesso fatto promossi, nobilitati, eroicizzati. Per il potere nella forma più turpe, dei ranocchi che si proclamano re. Con corredo di apologeti, etnografi e antropologi, della superiorità e dei destini manifesti, delle missioni civilizzatrici, di culture fondate sui fucili, i pantaloni col risvolto e il sangue bianco. Un progetto insano, prima che cattivo, e in netta perdita per la dignità, nonché per le casse degli Stati, che il danno subirono ingente. La Libia di Mussolini ne è epitome ingloriosa, che tra le grandezzate di Balbo e le ...
Tra gli atroci privilegi che la tecnologia moderna ci consente, cè anche quello di poter osservare un bambino siriano di 9 anni che muore tra le braccia dei medici. La sua unica colpa, come quella di migliaia di innocenti che ogni giorno perdono la vita, è stata trovarsi al momento sbagliato nel posto sbagliato. Sulla linea di tiro di un proiettile sparato dalle forze armate del governo Assad. Nella disperazione, il padre grida il suo dolore e lancia i suoi anatemi. Contro chi? Sicuramente contro il dittatore alawita che governa il suo Paese, ma subito dopo anche allindirizzo di Russia e Cina, colpevoli di aver impedito allOccidente di prendere misure incisive (anche se a onor del vero difficilmente risolutive) contro il regime di Assad. Sta nascendo un nuovo sentimento nel secondo mondo che non vede lEuropa e lAmerica come tiranni, ma come possibili salvatori e alleati?. Le primavere arabe emettono sinistri scricchiolii ormai da qualche tempo. In Egitto le persecuzioni religiose sono ...
Perché ci sono bambini attori, mentre la maggior parte dei loro doppiatori sono adulti? Ci vuole molta più preparazione ed esperienza per doppiare invece che recitare?. Può sul serio esistere qualcuno così impresentabile ed insensibile da aver rinominato la Coppa Libertadores (la Champions League sudamericana, NdR) "Coppa Libertadores Santander" ("Santander" è una potentissima banca spagnola, NdR)? Si deve essere completamente privi di tatto: una coppa dedicata a chi ha combattuto contro il colonialismo spagnolo (i Libertadores) e gli danno il nome di uno dei massimi rappresentanti del nuovo colonialismo spagnolo…. Che brillante sceneggiatore, con anni di studio nelle più prestigiose università, ha deciso che gli attori facciano una smorfia orribile quando inghiottono una pillola in una serie tivvù o in un film, quando sappiamo che le pasticche non sanno di niente? Non importa; qualche tipo ha creato questa scuola che ha fatto seguaci e ha diffuso la sua Parola…a proposito: che ...
Libreville (TMNews) - Le imprese cinesi da anni stanno penetrando in maniera sistematica nel mercato africano, dando vita a quella che...
I capi di Stato di 15 Paesi dei Caraibi hanno lanciato un piano per la richiesta di riparazioni rivolto a diversi Paesi europei per la tratta degli schiavi condotta fino al 1833 nellOceano Atlantico.
Sono passati esattamente 130 anni - 26 febbraio 1885 - da quando Gen Charles Gordon fu assassinato sui bianchi gradini del palazzo del governatore generale a Khartoum. Gordon Pascià, così come è più conosciuto, fu un ufficiale e un coordinatore dellesercito britannico, che organizzò la difesa di Khartoum contro Muhammad Ahmad, autoproclamatosi Mahdi. Nonostante i britannici avessero…
In questa sezione è possibile trovare una serie di testi, alcuni in lingua originale, altri no, di autori che hanno contribuito allo sviluppo della storia della sociologia e della psicologia sociale. Ci sono anche recensioni a testi più recenti come pure delle sintesi che ricostruiscono i concetti di fondo del pensiero degli autori inseriti. Sarà possibile la loro utilizzazione a condizione di citarne provenienza e paternità. ...
Fatti e problemi Italia coloniale / Peggio delle Fosse Ardeatine La strage cancellata di Andrea Semplici "Mi sono sbagliato: è andata anche peggio", si corregge Angelo Del Boca a proposito del massacro di Debre Libanos (Etiopia). Ricerche recenti fanno triplicare il numero dei monaci vittime dellira del maresciallo Graziani: probabilmente 1.600. Accadde 60 anni fa. Ricorre in questo mese lanniversario dellattentato che provocò lepisodio più sanguinario di tutta la storia coloniale in Africa. Nigrizia vuol far memoria di "questi martiri giovinetti che la cristianità non ricorda". Fu un eccidio, una strage premeditata e ingiustificata, il crimine peggiore commesso dal fascismo italiano in Africa. "Nessuno ha mai osato tanto; nessuna potenza coloniale, nella storia pur tragica del colonialismo, si è mai macchiata di una simile colpa": Angelo Del Boca, lo storico che, con grande puntiglio, ha svelato e fatto conoscere a tutti le vicende del colonialismo italiano, non nasconde certo la sua ...
VOGLIAMO UNA BANCA CHE SIA ESPRESSIONE DEGLI INTERESSI SICILIANI E CHE DIA SOSTEGNO ALLO SVILUPPO AUTOPROPULSIVO DELLA NOSTRA ECONOMIA E AGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVIFRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU SICILIA INDIPINNENTI
Noi occidentali abbiamo dato in pasto democrazia e diritti delluomo al colonialismo economico cinese e allinvasione islamica, Editoriale: Noi occidentali abbiamo dato in pasto democrazia e diritti delluomo al colonialismo economico cinese e allinvasione islamica, (Il Giornale) - Proprio mentre lUcraina precipita nella guerra civile con assalti e occupazioni di edifici pubblici da parte dei manifestanti pro-Unione Europea e contro la Russia di Putin, è arrivata puntuale la preghiera di Papa Francesco invitando a evitare "ogni ricorso a azioni violente" e auspicando "un dialogo costruttivo tra le istituzioni e la società civile". Ebbene comè possibile che, da un lato, lEurocrazia trasforma stati ricchi in popolazioni povere e crescono con progressione impressionante la denuncia delleuro e la disaffezione nei confronti dellUnione Europea da parte di chi è stato ridotto in povertà, dallaltro il Papa sostiene implicitamente i promotori di questa vera e propria terza guerra mondiale di ...
Basta sottolineare lovvio motivo che un processo cos complesso non dovrebbe essere affidato alla carit pelosa di organizzazioni arroganti e non trasparenti, che tanta parte hanno avuto nel generare il traffico (e quindi le vittime). Poi, perch c un problema di fondo, strutturale, quello cui accenno nel titolo. Inutile girarci intorno: vale a livelli internazionale quello che valso qui, a casa nostra, per tanto tempo. Limmigrazionismo, con buona pace dei tanti razzisti che pure circolano e che non hanno la mia simpatia, altro non , da parte delle ex potenze coloniali, che una fase ulteriore di appropriazione delle risorse delle ex colonie. Dopo averle depredate delle loro risorse naturali, le deprediamo delle loro risorse umane. S , ho visto obiezioni allucinanti su Twitter: Ma qui vengono solo sfaccendati, ruffiani e puttane! Questo quello che vedete voi, e non voglio discuterlo. Diciamo che lItalia ha mandato negli Stati Uniti Gabriele Capone (il padre di Al) e Enrico Fermi (il padre ...
IRIS è la soluzione IT che facilita la raccolta e la gestione dei dati relativi alle attività e ai prodotti della ricerca. Fornisce a ricercatori, amministratori e valutatori gli strumenti per monitorare i risultati della ricerca, aumentarne la visibilità e allocare in modo efficace le risorse disponibili.. ...
Lannuncio di una nuova serata di Resistenze in Cirenaica è loccasione migliore per proporre su Giap un articolo di Wu Ming 1 apparso su Linus nel marzo scorso col titolo «Via Libia, luogo di crimini del colonialismo italiano», qui in versione "aumentata", con link e materiali vari. Un modo per fare il punto su cosa ha fatto RIC, e aprire una nuova fase.. Prima, però, alcuni dettagli sullimportante serata del 28 giugno.. Levento sarà incentrato sulla presentazione di Cronache dalla polvere, nuovissimo mosaic novel - romanzo a racconti intrecciati - sugli orrori del colonialismo italiano in Africa, scritto dal collettivo Zoya Barontini.. Come ha fatto notare WM1 in una recente conferenza, il fantasma che infesta ledificio-Italia è una donna etiope, e Zoya - «alba», «aurora» - è un tipico nome femminile etiope. Quanto al cognome Barontini, è un esplicito omaggio a uno dei nostri «eroi di più mondi». Prosegui la lettura ›. ...
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti alluso dei cookie.AccettoPrivacy policy ...
In altre parole, la forma estrema che ha assunto il colonialismo francese in Algeria- colonialismo basato sugli insediamenti di tipo sudista- ha determinato fra il popolo reazioni non meno estreme. Esse non si riducono ad accessi di violenza collettiva e a movimenti incontrollabili di rivolta e di disperazione. Esse si traducono in una lenta maturazione della coscienza politica che cresce assumendo una dimensione rivoluzionaria. Interiorizzate e sviluppate in profondità, essa hanno determinato nel popolo lapparizione di una lucidità progressiva che, dando allo stesso tempo unidea precisa delle loro possibilità di sopravvivenza e dei suoi interessi essenziali, offre la possibilità di una rimessa in questione implacabile del sistema coloniale, non in una qualsiasi forma particolare che assume, ma nella sua essenza e nei suoi fondamenti obiettivi ...
Il fenomeno del tribalismo in Kenya è tra le cause maggiori del persistente sottosviluppo, della corruzione, dei continui brogli elettorali e delle diffuse violenze. Cosa può insegnarci lanalisi delle radici di questo fenomeno? Quali sono i rischi per il futuro del Paese se non si inverte la rotta? Una riflessione
Lultima perla, non ultima, ma così detta per finirla in fretta, la leggo in questa frase sintatticamente monca: "La strumentalizzazione oggettiva del senso di inferiorità che la dipendenza e il colonialismo hanno costruito in molti sardi". Generoso avvocato Madau, quando parla di senso di inferiorità dei sardi, lei sta pensando solamente a se stesso e ai suoi colleghi, a come vi comportate abitualmente, voi tutti sì, come solleciti sottomessi al colonialismo culturale attuale: con "inflessibile rigore scientifico" vi siete ridotti a portatori dacqua o a poveri manzoniani per il lesso di carducciana memoria E non vi pesa neppure il ridicolo per leco nelle orecchi del vostro coro che ripete, come un disco rotto, altrui ideologie da tre reali a chilo ...
Questo continuo confronto con il bianco in condizioni di inferiorità, determina la nevurosi collettiva diffusa fra i colonizzati, che hanno sia manifestazioni psicosomatiche (ulcere, disturbi del linguaggio, coliche nefritiche, ipersonnie, tremiti idiopatici, irrigidimento muscolare), sia comportamentali come i sensi di insicurezza, la pronunciata aggressività che sfocia nei tassi insolitamente alti di attività criminali nellAlgeria degli anni in cui Fanon opera. Ma, tale violenza non si indirizzava nei confronti del "padrone bianco" (troppo lontano e potente) ma contro gli altri colonizzati: "Nella situazione coloniale…gli indigeni hanno tendenza a farsi reciprocamente da schermo. Ciascuno nasconde allaltro il nemico nazionale. E quando, spossato dopo una dura giornata di sedici ore, il colonizzato si lascia cadere su una stuoia e un bambino attraverso il tramezzo di tela piange e gli impedisce di dormire, come per caso, è un piccolo algerino. Quando va a domandare un po di semola ed ...
Seguo molto le notizie provenienti dalla Nigeria perché mio padre ha vissuto laggiù per lavoro diversi anni e mi ha raccontato tanto. Quello che ritengo più indecente, e che nessuno purtroppo dice (quasi) mai, è che la Nigeria è un paese che, dopo la fine del colonialismo ottocentesco, continua a subire il nuovo colonialismo economico. E uno dei tanti paesi derubati da noi occidentali (consultare voce petrolio) e le aberrazioni dei terroristi islamici sono alimentate da una povertà ignorante che a noi, tutto sommato fa comodo. Il nostro stile di vita è possibile solo grazie agli orrori che altri subiscono e non solo in Nigeria. Di certo questo non giustifica la bestialità, e sentirci in colpa non serve. Indagare lorigine di un problema però, ne aiuta la piena comprensione e fornisce qualche speranza di miglioramento ...
I contenuti presenti sul sito www.passaggilenti.com non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti agli autori o collaboratori del sito. Copyright © 2016 Passaggi Lenti. All rights reserved. ...
Colonialismo" è un brano nato da un pezzo di charango di Monique "Honeybird" Mizrahi. La particolare sonorità di questo strumento mi ha riportato alla mente il Sudamerica e la combinazione con i suoni tipici di BV mi ha fatto pensare ad una sorta di "colonialismo" in musica, in cui uno strumento cerca di entrare a forza nelle trame sonore già esistenti, per diventarne lassoluto protagonista. (Nicola Manzan) Continue Reading ...
Sei venuto a Porto Rico per la sabbia dorata e il sole - ricorderai che loro è stata lattrazione principale dei nostri colonizzatori. Per i fiumi di piña colada e i misteri intrisi di rum. Per latmosfera coloniale e lo stile di vita pittoresco e umile. La povertà sembra così affascinante ai Caraibi, con quei colori brillanti, le acque cristalline e il verde lussureggiante che fa da sfondo - e comunque, è solo per una settimana. Secondo i tuoi amici è il posto migliore per trascorrere le vacanze primaverili; i giornali lo definiscono un Paese disastrato colmo di debiti; i tuoi genitori dicono che è pericoloso e che lacqua non è potabile; e i cataloghi dicono che è un paradiso (fiscale), un vero paradiso. Ed eccoti qui, con il tuo costume e il pareo, il mojito in mano, pronto per lobiettivo della settimana: abbronzarti. Ma, a quanto pare, il sole non è fissato al cielo, e non funziona con un milione di lampadine da 100 watt che non si consumano mai. La marea si alza e le onde ...
Cosa fare dei monumenti scomodi che abbiamo ricevuto in eredit dal passato? Cancellare la memoria non la strada: quello che serve, specialmente in un paese selettivamente smemorato come il nostro, occorre guardare a esempi di rideterminazione degli spazi della memoria.
La Parvenza e Multiforme, descritta e quasi infinita, pero, strigando, ogni espressione, di Abuso Coloniale, possiede il Segnacolo di Incivile Convenienza, senza essere proclive all Indulgenza, anche se il Negletto e Tuo Fratello, Tua Madre o Tuo Padre, in qualita di proco, in un processo di necrobiosi, una Segregazione, applicata in Paesi a Popolazione Mista. L Erudito, crea, astutamente, un, atticciato, collegamento tra la Portata del Rimprovero e il Suicidio Ossessivo con valenza, procrastinata, nei due Sensi. La Persona, afata, neghittosa, che appare un seguitatore intento ad affattucchiare, a seguito di un Affidavit, affe, invece, segreto, ovvero per il dovere che si ha di tacere cio che si e venuti a conoscere nell esercizio della propria professione, esegue il Rimprovero Eccessivo, sul Bilingue o Colono, invece, per Accordo Intendentizio, quindi simula di ricevere una sportula per una prestazione per la quale, invece, non puo esimersi, il cui fine e duplice, contro se stesso, ...
Gerusalemme-PIC e Quds Press. Domenica le autorità israeliane di occupazione hanno deciso di bandire cinque cittadini palestinesi da al-Isawiya, la loro città natale, a Gerusalemme per due settimane. Secondo il Wadi Hilweh Information Center, le autorità israeliane hanno ordinato ad Ahmad Zomorrod, Ahmad al-Khadur, Wadi Elyan, Malek Mustafa e Nayef Obeid di stare lontani da al-Isawiya per 14 giorni. Wadi … Continua a leggere →. ...
di Gabriele Maestri. I tormentoni non hanno quasi mai un padre o una madre. O, per lo meno, ce lhanno, ma il nome di solito resta ignoto. Vale per chi programma per la prima volta una canzone destinata al successo, per chi conia una battuta fulminante al di fuori del circuito teatro-cinema-radio-tv (e anche lì spesso non si sa chi lha scritta davvero), per chi mette in circolo un meme efficace o anche un semplice screenshot memorabile. Leggi il seguito…. ...
Acconsento a che Pressenza IPA mi informi via e-mail sulle notizie che vengono pubblicate e anche su altre interessanti informazioni e attività. I miei dati saranno utilizzati solo per tale scopo. I dati saranno passati a terze parti solo se necessario per la realizzazione del suddetto scopo. Posso revocare il mio consenso in qualsiasi momento via e-mail allindirizzo [email protected] o utilizzando il link contenuto nelle e-mail inviatemi da Pressenza IPA. E possibile avere ulteriori informazioni consultando le informazioni sulla protezione dei dati. ...