Da Giovanni DAgata riceviamo e pubblichiamo: Il 3 luglio il Ministero cubano della salute ha confermato unepidemia di colera nel sud-ovest città di Manzanillo. È la prima volta in quasi 150 anni che unepidemia di colera è segnalata nellisola. Pesanti piogge e le temperature elevate durante le settimane precedenti
Lepidemia di colera a Broad Street ebbe luogo a Broad Street (ora ribattezzata Broadwick Street), una via del quartiere di Soho a Londra (Inghilterra), nel 1854. Questa epidemia è nota soprattutto per lo studio condotto su di essa dal medico inglese John Snow, che scoprì che il colera si diffonde tramite lacqua inquinata. Questa scoperta influenzò in modo determinante la sanità pubblica e la costruzione di impianti di depurazione più efficienti che ebbe inizio nel XIX secolo. Nella metà del XVII secolo, il quartiere di Soho a Londra aveva gravi problemi di sporcizia, a causa del grande afflusso di popolazione e della mancanza di adeguati servizi igienici: il sistema fognario di Londra non aveva raggiunto Soho. Molte cantine (seminterrati) avevano pozzi neri di escrementi sotto i loro pavimenti di legno. Poiché i pozzi neri stavano traboccando, il governo di Londra decise di scaricare i rifiuti nel fiume Tamigi. Questa azione però contaminò la riserva idrica, portando allepidemia di ...
Lepidemia di colera, che si diffonde rapidamente nel nord-est della Nigeria, ha ucciso 175 persone e ne ha colpite più di 10.000, La malattia si sta diffondendo rapidamente nei campi per sfollati interni, che hanno un accesso limitato a servizi igienico-sanitari decenti, ha dichiarato Janet Cherono, responsabile del progetto NRC a Maiduguri, capitale dello Stato del Borno. La stagione delle piogge ha solo aggravato queste condizioni.. La settimana scorsa, il presidente Muhammadu Buhari, che sta conducendo una campagna per la rielezione nel febbraio 2019, ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria in un vertice sullaccesso allacqua. ...
Alla cerimonia, organizzata dallAmbasciata dItalia e dal personale militare della Missione bilaterale di Supporto nella Repubblica del Niger (MISIN), hanno partecipato il Ministro della Salute Pubblica, Illiassou Idi Mainassara, e altre autorità civili e militari nigerine, lIncaricato di Affari dellAmbasciata, Angelo Petruccio, e il Comandante della Missione, gen Antonio Maggi, ha fatto sapere la Difesa.. Il Ministro della Salute Pubblica, Illiassou Idi Mainassara, durante lintervento in diretta su Tele Sahel, ha colto loccasione per ringraziare il Governo italiano di aver contribuito con questa donazione ad assicurare uno specifico trattamento sanitario alla popolazione.. Grazie a tale donazione, coordinata dalla MISIN, sarà possibile assicurare le cure di base per migliaia di persone, oltre a un trattamento sanitario specifico per le popolazioni colpite dallepidemia di colera, conclude il comunicato.. Articoli correlati:. Niger: Difesa ed Esteri donano 15 tonnellate di farmaci ...
Voce principale: Colera. Il colera era una malattia endemica di alcune zone asiatiche e soprattutto dellIndia segnalata già nel 1490 nella regione del delta del Gange da Vasco de Gama. Nel corso dellOttocento, a causa di movimenti militari e commerciali dellInghilterra nel continente indiano, e delle macchine a vapore che resero sempre più numerosi i viaggi, il colera cominciò a diffondersi su quasi tutto il globo. LOttocento, infatti, rappresentò per lEuropa il secolo dello sviluppo industriale, che causò anche laumento demografico e laccrescimento delle maggiori città che videro moltiplicare al loro interno rifiuti e germi, condizioni favorevoli per lo sviluppo di tale epidemia. Il colera dilagò in diverse città europee generando sette pandemie nel corso del XIX secolo. Sei di queste giunsero anche in Italia: 1835-1837, 1849, 1854-1855, 1865-1867, 1884-1886 e 1893. Definito anche morbo asiatico a motivo della sua provenienza, il colera era causato da un bacillo (Vibrio ...
Notizie allarmanti sulla diffusione del colera giunsero a Napoli dallEuropa Orientale al principio degli anni Trenta dellOttocento. Nel gennaio del 1831 la facoltà di medicina dellUniversità di Napoli dettarono una serie di linee guida igienico-sanitarie agli Intendenti e già nel mese di agosto, lungo le coste del Regno venne organizzato un cordone sanitario. Senza contagiati, il cordone sanitario fu abolito a giugno del 1832 tra le polemiche delle popolazioni che mal tolleravano lisolamento dei centri e la cessazione dei commerci. Nel luglio del 1835 però il morbo toccò il Regno di Sardegna ed allora i Borbone mobilitarono lesercito creando un nuovo cordone sanitario, stavolta ai confini dello Stato Pontificio.. Una serie di istruzioni e regolamenti dettarono norme di comportamento e precauzioni, ma fu tutto vano: il colera si segnalò a Venezia, in Lombardia, ad Ancona ed infine giunse nel Regno delle Due Sicilie.. L11 settembre del 1836 a Rodi Garganico si registrò il primo caso. ...
Due anni dopo lo scoppio dellepidemia di colera, non cè la sicurezza di cure regolari per i pazienti, persino in un periodo in cui la popolazione è ancora a rischio di contagio
La decisione di nascondere lepidemia del colera non riguardava soltanto lufficio del servizio sanitario e il Comune di Napoli, ma anche il governo. Meglio contenere e debellare lepidemia prima che si potesse diffondere la notizia creando scompiglio in Italia come allestero, danneggiando il commercio, penalizzando le grandi città di porto e alienando una parte dellelettorato che sicuramente non avrebbe apprezzato le misure restrittive.. Questo lazzardo dellesecutivo guidato dal piemontese Giovanni Giolitti. Sotto la sua egida il governo dichiarò lepidemia finita dopo appena un mese, nellautunno del 1910, anche se in realtà continuò fino alla primavera dellanno successivo. Per contenere la bugia fu necessario corrompere ufficiali medici, giornalisti e mentire agli alleati che, nel caso degli Stati Uniti, imposero nuovi controlli sanitari sul porto di Napoli come altrove in Italia e in Europa.. Il costo fu significativo. A causa dellimbroglio, il contagio arrivò negli Stati Uniti, a ...
1854:il colera imperversa. Uccide più la parola,,colera,,che il morbo.1854-Montefalcione: 3200 abitanti, situazione abitativa precaria,mancanza dacqua,il clima,favoriscono lattecchimento del colera.Il morbo asiatico,fulminante,a volte non offre possibilità di distribuire sacramenti,di assistere al ben morire.I colerosi vengono seppelliti ,,nel terreno comunale posto al di sopra del camposanto alluopo destinato dalla commissione sanitaria,,.È nellAgosto del 1854 che lepidemia colpisce,per imperversare poi per tutto Settembre raggiungendo la punta più alta di mortalità.. Il morbo si protrae anche in Ottobre.Uno degli ultimi casi è quello del 06 Novembre 1854;dopo una mangiata di fichi portati dal colono,muore Antonio Ciarfera.Per comprendere lincidenza del fenomeno-colera confrontiamo il numero dei morti del 1854 con quelli del 1853 e 1855.I morti nel 1854 sono 143,. quelli del 1853:88 del 1855 sono 89.I dati:molto eloquenti.Dalla lettura dei documenti si rileva che fu enorme la paura ...
Ancora riguardo al colera ad Haiti, e alle accuse rivolte dalla popolazione al personale Onu, ecco il link ad un blog interessante che offre utili approfondimenti: ...
Professore lei mi ricorda il medico inglese Jonh Snow, che nel 1854 prevenne un epidemia di colera a Londra, intuendo che tutti quelli che bevevano l acqua del pozzo di Board Street morivano dopo pochi giorni di colera; a posteriori o per quelli che lo comprendono è assolutamente ovvio che se tutti quelli che muoiono hanno bevuto dal quel pozzo, per ragioni di evidente evidenza empirica, si vede che il problema è nel pozzo, che l acqua è avvelenata. Ora però vorrei che considerasse una cosa, lei crede che il dottor Jonh sia riuscito a far chiudere il maledetto pozzo, salvando tantissime vite, andando ad urlare lezioni di microbiologia sperando che le persone comprendessero i fondamenti di microbiologia e poi magari spiegando anche le modalità con cui la malattia distrugge il corpo o lei crede che abbia semplicemente detto :guardate chi beve qui, muore, è ovvio, tutti i morti hanno bevuto quest acqua!. Ora io sono perfettamente conscio che lei è un accademico, che preferisce approcci ...
Del colera si dice che sia una malattia del passato, debellata. Ma purtroppo non è così ed anche i cambiamenti climatici sembrano favorire la diffusione di
Ricoverati per il colera, bambino monitorato: il sindaco contatta lAsl E ancora monitorato allospedale Cotugno il bambino di 2 anni ricoverato insieme alla
Curare il colera è una cosa semplice e rapida: laspetto più importante nel trattamento è la reintegrazione immediata dei liquidi e dei sali persi.
Colera su My-personaltrainer.it: Tutti gli Articoli, i Video e gli Approfondimenti sul tema Colera. Leggi i consigli dei nostri esperti.
GD - Roma, 30 lug. 18 - Il ministero degli Esteri, su richiesta delle autorità di Governo del Niger, per far fronte ad un´epidemia di colera sviluppatasi nel Pa
Frasi di Calcutta ✅ Scopri citazioni e frasi celebri interessanti e verificate · Calcutta, nome darte di Edoardo DErme , è un cantautore e compositore italian…
Tutte le informazioni più utili, i contatti, la mappa e le statistiche dellistituto CASALNUOVO 3 M.T DI CALCUTTA, situato in VIA NAZ. DELLE PUGLIE 105, 80013 CASALNUOVO DI NAPOLI (NA)
Intervista a Calcutta giovane cantautore italiano che seduce gli hispter con il suo stile un po disagiato. #ijf16 #inchiostropavia #inchiostro
Disintossicazione Intestinale secondo il tuo Biotipo Oberhammer di Simona Oberhammer - Mondadori - Acquista on line con lo SCONTO del 5% da Librisalus.it, sconti e offerte speciali. Disintossicazione Intestinale secondo il tuo Biotipo Oberhammer
dopo el colera,gli zombies.. vedetevi la nueva pelicula ya ganadora p.e del premio Goya en espagna http://www.sentieriselvaggi.it/166/42744/Juan_of_the_Dead_z
Centinaia di persone continuano a morire a causa del colera (vedi Fides 7/6/2017) in varie aree del Paese. Secondo le stime della National ...
Pacini, Filippo: istologo e anatomista italiano (Pistoia 1812-Firenze 1883).Dedicatosi a ricerche sulla patologia del colera, disegnò per primo il...
Ogni individuo è unico: ciascuna persona, infatti, è caratterizzata da alcuni elementi precisi, come quelli morfologici, anatomici, funzionali e
Sono 7, tra cui 2 rifugiati maliani, le vittime dellepidemia di colera esplosa lo scorso 11 maggio nellovest del paese.. Articolo di: UNHCR. I rifugiati erano un uomo di 45 anni e un bambino di 3 anni, deceduti rispettivamente il 13 e il 19 maggio, dopo essere giunti nei centri medici in condizioni gravissime. Entrambi i rifugiati vivevano nel campo di Mangaize, nella regione di Tillaberi, che accoglie 15mila persone. Finora i casi registrati nella regione di Tillaberi sono 248, tra cui 31 rifugiati dei campi di Mangaize e Tabareybarey.. Il colera si contrae generalmente attraverso il consumo di acqua contaminata.. LAlto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) sta rispondendo allinsorgenza della patologia nei campi implementando misure igienico-sanitarie di emergenza. I rifugiati colpiti sono assistiti nei centri per la cura del colera (Cholera Treatment Centres, CTC) gestiti da Medici Senza Frontiere Svizzera. In collaborazione con le agenzie partner, lUNHCR sta fornendo ...
Il numero di casi sospetti di colera in Yemen continua a crescere, raggiungendo, al 7 giugno 2017, la quota di 101.820 con 791 morti. I più vulnerabili del paese sono quelli maggiormente colpiti: il 46% dei casi colpisce bambini sotto i 15 anni, il 33% delle vittime hanno più di 60 anni.LUNICEF e lOMS si stanno concentrando in quelle zone del paese col numero maggiore di casi per fermare lulteriore diffusione della malattia.. Questi punti caldi per il colera sono la fonte principale della trasmissione della malattia nel paese, ha dichiarato il dottor Nevio Zagaria, a capo dellufficio dellOMS in Yemen. Sconfiggere il colera in queste zone significa poter rallentare la diffusione della malattia e salvare vite. Allo stesso tempo, stiamo continuando a supportare un trattamento precoce e adeguato per i malati e a condurre attività di prevenzione nel paese.. Lepidemia di colera sta rendendo una situazione già terribile per i bambini ancora perggiore. Molti dei bambini che sono morti a ...
Almeno 20 persone sono morte a causa di un focolaio di colera nella provincia di Cabo Delgado, nel nord del Mozambico, già teatro di numerosi attacchi...
In Yemen stiamo assistendo ad un lento stillicidio di milioni di civili a causa della guerra, delle condizioni economiche e della malnutrizione: la metà delle vittime sono bambini. Il colera sta dando loro il colpo di grazia: è la più grande epidemia della storia recente, peggiore perfino di quella di Haiti. Lo
Roma, 3 dic. (Apcom) - Almeno 10 persone sono state linciate nel corso degli ultimi giorni nel dipartimento della GrandAnse, nella zona sud ovest di Haiti, in relazione con lepidemia di colera che ha fatto più di 1.800 morti nel Paese, ha riferito una fonte di polizia. Una decina di persone accusate di aver importato il colera nella regione sono state uccise a colpi di macete e pietre e i corpi bruciati in strada, ha riferito un ispettore della polizia. Il primo caso di linciaggio risale alla settimana scorsa e da allora abbiamo casi simili tutti i giorni, alcuni anche sventati, ha detto un responsabile della giustizia che segue le indagini. Queste persone sono accusate di stregoneria legata al colera. Secondo la popolazione, avrebbero sparso una sostanza capace di diffondere la malattia nella regione, ha spiegato la fonte. È difficile indagare perché la popolazione si rifiuta di collaborare con la giustizia in quanto convinta che gli stregoni stiano approfittandosi dellepidemia di ...
Il colera è una malattia infettiva caratterizzata da diarrea acquosa che può, nel giro di qualche ora, portare a grave disidratazione. Se la malattia non è trattata, è letale in oltre il 50% dei casi.
Lepidemia di colera in Yemen sta peggiorando e ha raggiunto ormai i 600.000 casi, molti di più rispetto alle previsioni iniziali delle Nazioni Unite. Secondo lultimo bollettino dellOrganizzazione mondiale della sanità (Oms), dallo scorso ottobre i fenomeni hanno ormai raggiunto la quota di 620.000, con 2048 morti attribuibili alla malattia. Negli ultimi giorni si registrano circa tremila nuovi casi quotidiani, con il novanta per cento dei distretti del paese colpiti. «Alcune delle aree più affette, come la città di Sanaa, hanno visto una diminuzione nel numero dei nuovi casi - si legge in un comunicato dellOms - ma in altre cè stato un aumento. Sono in corso indagini per verificare le cause dellaumento, e anche per capire se alcuni casi attribuiti al colera sono in realtà di altre malattie che danno dissenteria». LOms ha annunciato una campagna di vaccinazione di massa a partire da oggi, anche per evitare che il virus possa trasmettersi ad altri paesi. A complicare le cose, ...
Continua a salire il numero dei morti ad Haiti. Lultimo bilancio ha superato abbondantemente la cifra di 900 vittime per le quali sono stati dichiarati tre giorni di lutto nazionale. Aumenta anche il numero delle persone che hanno perso tutto ed hanno bisogno di assistenza totale. Almeno 350 mila sono raccolte in campi di fortuna dove non cè ancora nulla di organizzato.. Questa promiscuità e la mancanza di igiene, di latrine, di acqua potabile rischia di far esplodere le epidemie, in particolare quella di colera. Ad Haiti il colera cè da quando fu devastata dal terremoto del 2010. Da allora avrebbe fatto almeno diecimila morti.. Ora cè il rischio che i danni provocati dalluragano facciano registrare un nuovo picco di questa malattia che, allora come adesso, è provocata da un batterio che si annida nellacqua inquinata. Un paradosso perché per curare il colera basterebbe dellacqua potabile ma ad Haiti lacqua manca anche in condizioni di normalità, figuriamoci col terremoto o con ...
In Yemen i casi di colera sono in costante aumento. Nel primo trimestre 2019 Medici senza frontiere (Msf) ha ammesso 7.938 casi sospetti di colera presso le proprie strutture nei governatorati di Amran, Hajjah, Taiz e Ibb. In questo arco di tempo, il numero di pazienti trattati dalle équipe Msf è passato da 140 a 2.000
BARRA, ERA TRAGEDIA ANNUNCIATA; AIUTI PIU MEDIATICI CHE UMANITARI. Da: ANSA - Roma, 16 novembre 2010. Haiti è una latrina a cielo aperto e lepidemia di colera era annunciata fin dallinizio della tragedia haitiana. Massimo Barra, Presidente della Commissione Permanente della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Internazionale, interviene così - ai microfoni di Cnrmedia - sulla situazione dellisola caraibica. E spiega: Fino a quando non ci sarà la possibilità di smaltire i rifiuti e dare la casa a migliaia di persone le deiezioni umane e animali continueranno a trasmettere le malattie orofecali. Uno dei grandi problemi di Haiti è la mancanza di terra dove costruire. Ci sono i latifondi, non si possono fare espropri aggiunge sottolineando che la comunità internazionale non riesce a venirne a capo. E in diversi casi gli aiuti successivi al terremoto - stigmatizza - hanno seguito logiche mediatiche più che di coordinamento umanitario vero e proprio.. ...
Thu 1 Jan 1970 - Secondo quanto reso noto dal direttore del ministero della Salute sono stati registrati 51 o 52 decessi nella zona del fiume Artibonite
I giornali del mattino mi portano qualche notizia da Haiti. La Repubblica racconta che 300 bambini sono arrivati a Parigi a bordo di un aereo messo a disposizione dallo stato francese, e hanno trovato ad aspettarli le famiglie che, subito dopo il terremoto del gennaio scorso avevano fatto richiesta di adozione. Un buona notizia. Orribile, invece, la notizia su El País che racconta di 45 haitiani, in prevalenza sacerdoti voo-doo, linciati dalla folla che li ritiene responsabili della diffusione del colera. Il governo haitiano cerca di rasserenare gli animi proclamando che quelle persone non centrano con il colera mentre un rapporto delle Nazioni Unite dà credito alla possibilità che quel bacillo asiatico sia penetrato nellisola attraverso le truppe nepalesi del contingente ONU.. Sul Granma, invece, trovo un articolo che racconta unaltra realtà, né bella né brutta, né caritatevole, né terrificante, che non demonizza gli infelici haitiani né esalta lo spirito benefico dei bianchi. Lo ...
Una nota congiunta degli esperti di Unicef e Oms. I casi sospetti hanno superato quota 200mila, le vittime oltre 1300; di queste, un quarto erano bambini. Vi sono 5mila nuovi casi al giorno. Quasi 19 milioni di persone su 28 milioni bisognose di assistenza. Sette milioni sono sullorlo della carestia. Il sistema sanitario è al collasso, a rischio le scorte di acqua potabile.
Nello Yemen è in atto la peggiore epidemia di colera al mondo: ogni giorno, circa 5 mila persone vengono colpite da diarrea acuta acquosa. Di ...
ROMA - E corsa contro il tempo per fermare il contagio: la situazione della Contea di Mandera in Kenya si fa sempre più critica a causa del diffondersi
Secondo lOrganizzazione, la rapida diffusione dellinfezione e gli alti livelli di malnutrizione stanno mettendo a grave rischio la vita di tanti bambini. Nel distretto di Al Hali più di 1 bambino su 4 ha bisogno di trattamenti per malnutrizione grave.
(segue) Addirittura i deputati comunali o i parroci altalenavano nelle credenze, combattuti allidea che nelle teorie complottiste ci fosse qualcosa di vero. Spesso scoppiavano disordini, perché si temeva luso politico di una malattia diffusa appunto dai politici e le persone, oltre ad organizzare le rivolte, rifiutavano lospedalizzazione per timore di essere ammazzate in ospedale. Soltanto…
Dopo ben 11 giorni di silenzio, il Governo di Cuba ha deciso di uscire allo scoperto su quella che è stata la prima ondata di calore che si è diffusa nel Paese da 130 anni a questa parte. Il governo cubano ha riconosciuto che finora ci sono stati 158 contagi. Il Ministero della Salute ha evitato di parlare di epidemia parlando, in un comunicato stampa, di casi accertati nella città di Manzanillo, a 750 chilometri a sudest dellAvana.. I contagiati sarebbero pazienti isolati che saranno esaminati e curati rapidamente. La malattia, ha aggiunto il Ministero, non è in procinto di diffondersi. Il Governo, inoltre, pur ammettendo di aver rafforzato la vigilanza medica e le precauzioni igieniche, parla di soli tre morti e di diffusione sotto controllo. Tuttavia, secondo i media stranieri e i dissidenti, i numeri della tragedia sarebbero ben altri: nellisola caraibica unepidemia di colera ha già mietuto nelle ultime settimane decine di vittime, forse più di 120, mentre le persone colpite ...
Gli sComunicati:Nel distretto settentrionale di Abs, larea più gravemente colpita dallepidemia di colera, urge un aumento esponenziale degli aiuti, avverte Medici Senza Frontiere (MSF). La malattia si diffonde attraverso lacqua contaminata, quindi la potabilizzazione di questultima e i servizi igienico-sanitari sono particolarmente vitali per affrontare il problema alla radice.
Due casi di colera a Napoli: una donna e il suo bambino di SantArpinio in provincia di Caserta, tornati da un viaggio in patria in Bangladesh, hanno iniziato ad accusare i sintomi di quella che poteva sembrare una semplice influenza. Dagli esami delle feci però si evince che i due pazienti hanno contratto il colera
The Cholera Monument, Sheffield: 21 recensioni, articoli e 79 foto di The Cholera Monument, n.60 su TripAdvisor tra 173 attrazioni a Sheffield.
Colera - Limportante epidemia di colera iniziata ad Haiti nellottobre 2010 è proseguita per tutto il 2011 e per tutto il 2012. Al 31 dicembre 2011 un totale di 523.904 casi di colera di cui 7.018 morta- li era stato notificato dallinizio dellepidemia. Nel 2011 erano stati segnalati 340.311 casi di cui 2.869 mortali. Nel 2012 il numero di casi notificato è diminuito del 67% in rapporto al 2011 e il numero dei decessi è diminuito del 69%. Complessivamente il tasso di letalità è calato passando dal 2.5% nel gennaio 2011 al 1.2% nel dicembre 2012. Il tasso di letalità è variato tra il 4.6% nel dipartimento del Sud- Est allo 0.7% a Port au Prince alla fine del 2012. Nel giugno 2013 lepidemia proseguiva sempre facendo registrare nel suo insieme un totale di 661.468 casi di cui 8139 morti. Lepidemia che si era estesa in tutto il paese in un solo mese ha toccato principalmente regioni densamente popolate prima di propagarsi alle zone rurali. La natura esplosiva dellepidemia era legata alla ...
Lepidemia di colera in Yemen non si arresta e ora fa davvero paura . Sono già morte più di 1.300 persone , di cui un quarto bambini, e si prevede che il numero di vittime possa aumentare aggiungono. Questa epidemia mortale del colera - hanno concluso i due capi di agenzie Onu - è la conseguenza diretta di due anni di duro conflitto. Ben 14 milioni e mezzo di persone sono tagliate fuori - del tutto - dal regolare accesso al sistema idrico e igienico sanitario , aumentando ... ...
LOrganizzazione mondiale della sanita ha reso noto che sono oltre 60.000 le persone contagiate dal colera nello Zimbabwe. Per lOms questa cifra configura un scenario terribile. Le persone che hanno contratto la malattia sono 60.401 e i morti sono ... - 1
Secondo le rilevazioni dellUfficio dellOnu per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha) e dellOrganizzazione mondiale della sanita (Oms), resi noti oggi a Ginevra, i casi di colera in Zimbabwe ammonterebbero a circa 68.000 ... - 1
6 agosto 2018. Calcutta riempie lArena di Verona con un sold out annunciato mesi prima. La serata che ha emozionato 13.000 persone si trasforma in un evento cinematografico per tutti quelli che avrebbero voluto esserci. Calcutta, al secolo Edoardo DErme, classe 1989, è stato il primo artista indipendente italiano ad organizzare un live in uno stadio, il Francioni della sua città natale Latina, e soprattutto in un luogo sacro per la musica mondiale: lArena di Verona. In maniera quantomeno bizzarra rispetto alle regole del music business, sono stati questi gli unici due concerti estivi a sostegno delluscita di Evergreen, terzo album che ha riconfermato Calcutta come musicista unico nel suo genere. Un disco che pur essendo musicalmente diverso dal caso discografico Mainstream, ha mantenuto le peculiarità che hanno conquistato i cuori di migliaia di ascoltatori italiani, facendoli definitivamente innamorare. Impossibile non cercare di fermare con un film concerto questo momento di grazia ...
Durante le vacanze, nellora della siesta, Fermina Daza appare nel cortile di casa seduta sotto i mandorli, accanto alla zia, entrambe ricamano. Un giorno di gennaio, entrata la zia in casa, Fermina si ritrova fuori da sola; allora Florentino Ariza, frastornato dal sole e dal desiderio, può consegnarle il biglietto in cui le promette ciò che vi è di più raro: lamore imperituro. È difficile dare in pegno il tempo in una terra in cui il caldo fa marcire ogni cosa rapidamente, tuttavia è ben noto come il tenace protagonista de Lamore ai tempi del colera riesca nel suo intento. Siamo nella seconda metà dellOttocento in una città immaginaria del Caribe colombiano. Florentino Ariza è un giovane richiesto, balla la musica alla moda, suona il violino, sa recitare a comando le poesie damore, è elegante, dallaspetto malinconico ma non trascurato. Il suo mucido sentimentalismo è preso di mira dalla voce narrante, ma, al contempo, la sostanza verbale di cui è fatta questultima si nutre ...
Questa digressione mi serviva a introdurre un mio commento al film LAmore ai tempi del colera - regia del britannico Mike Newell (il regista di Quattro matrimoni e un funerale) - che sono andato a vedere al cinema qualche giorno fa con la strana consapevolezza di non riuscire in alcun modo a rammentare la trama del famosissimo romanzo da cui è tratto, pur ricordando di averlo letto ed apprezzato non meno di ventanni fa. A dire il vero mi pare che quasi tutto ciò che ho letto di Gabriel Garcìa Màrquez mi sia piaciuto, pure se - non dipende dallautore, ma dalla mia memoria - mi resta giusto qualche vaga reminiscenza di Cronaca di una morte annunciata, Centanni di solitudine, Nessuno scrive al colonnello. Scorrendo la bibliografia di Marquez traggo la certezza daver letto anche Foglie morte, I funerali della Mamà Grande, La mala ora, Lincredibile e triste storia della candida Erendira e della sua nonna snaturata, Lautunno del patriarca, Il generale nel suo labirinto, Dellamore e altri ...
Par di sentirlo ancora, tenue e lontano, sfumato e perduto, quellodore di fumo indeciso tra lacre e il dolciastro, indeciso come il colore degradante dal cremisi al marrone, come uno sporco cencio o una sindone di carta, indeciso come una data incerta tra un ventisei e un ventisette di maggio del 1837.. Sì, Napoli è mille colori, ma quella tarda primavera ebbe il colore nero del lutto e il bianco della calce viva.. Il cholera era tornato, con rinnovata cattiveria, dopo appena un anno che era andato via ed eccolo nuovamente imperversare per strade e vichi e disilludere chi non credeva nel suo ritorno, e falciare ancora altre anime.. Questa lettera sporca, che pure attesta nelle sue parole il ritorno del morbo mortale a Napoli, che pure è scritta da uomini che ebbero importanza, non è una lettera che si legge, è una lettera che si guarda, che si odora.. È la sua ruvida carta la reliquia, la prova della umana paura e del tanto umano tentativo di adottare misure idonee a salvarsi la ...
Disinfettante anti coronavirus. DallAbruzzo ecco lo spray alla Centerba... Usato anche ai tempi del colera. Successo, anche in farmacia, per il prodotto dellazienda Toro
Informazioni sul tipo di file OCV. Leggi attentamente le informazioni sullestensione del file OCV per riconoscere e scaricare i programmi per aprirlo. Risolvi i problemi con il formato del file OCV.
Progetto Pozzo Iohane (Mozambico). Dopo lo scoppio di unepidemia di colera, lintervento stato trasferito nel villaggio di Nacuca, dove il 30 giugno 2011 sono stati inaugurati due pozzi.
Una tragica epidemia di colera lascia sola e abbandonata in India la piccola Maria Lennox. La bambina, cagionevole di salute e dal carattere capriccioso e prepotente, viene mandata in Inghilterra nella residenza di uno zio gobbo e misantropo. Unatmosfera di mistero però circonda ogni cosa nel castello: dieci anni prima infatti, un tragico incidente aveva portato via la sposa allo zio. Nel parco del castello si trova un giardino segreto, proprio dove era avvenuta la disgrazia, e da allora lo zio aveva ordinato di chiudere la zona, e che nessuno più ci mettesse piede. La piccola lo scopre, ed insieme a Rico, un ragazzo del paese, buono e amico della natura, inizia a farlo rinascere, ridando nuova vita ai fiori e alle piante del giardino, tutto questo di nascosto ...
Linviata speciale dellUnhcr sollecita lurgente entrata in vigore del cessate il fuoco. Nel Paese cè la peggiore epidemia di colera degli ultimi decenni
Abstract: La giovanissima Mary Lennox, scampata per miracolo ad unepidemia di colera in India, si ritrova orfana di entrambi i genitori e viene spedita in Inghilterra, affidata alla tutela del suo unico parente, il ricco zio Archibald Craven. Giunta nellimponente residenza dello zio, Mary, dal carattere scorbutico e ribelle, viene accolta da Mrs. Medlock, la dispotica governante, e dalla cameriera Martha: qui conosce anche Dickon, il fratellino di Martha, insieme al quale scopre un misterioso giardino nella brughiera. ...
Lepidemia di colera del 1884, dovuta alla contaminazione delle condotte degli antichi acquedotti con le acque nere raccolte nei pozzi e nelle cavità naturali, costrinse lallora sindaco Nicola Amore a ricostruire molte zone del centro antico di Napoli, tra le quali lantica piazza di Porto, lattuale piazza Bovio, che prende il nome da Giovanni Bovio, filosofo e politico del Regno dItalia, a lui è dedicata altresì una targa sul palazzo dove visse, allangolo con il corso Umberto I ...
È rimasto solo un modo per salvare la città di Pinsk dallepidemia di colera: celebrare un matrimonio tra due orfani nel cimitero della...
La rivoluzione industriale (Inghilterra, 1740-1820) segna il passaggio da uneconomia agricola a quella della fabbrica che si diffonde in America e in Europa. Fa si che il lavoro diventi molto duro in ambienti malsani e rumorosi, con molti incidenti, con un salario basso ma sicuro. Fa che si lascino le campagne (urbanizzazione), causa di una drammatica questione sciale: alloggi miseri, condizioni sanitarie precarie e di conseguenza epidemie di colera e tubercolosi ...
Prenota Dee Empresa Hotel, Calcutta su TripAdvisor: consulta le recensioni di viaggiatori che sono stati al Dee Empresa Hotel (n.38 su 250 hotel a Calcutta) e guarda 82 foto delle stanze!
Un informe dellaccademico Philip Alston e filtrato dal quotidiano The New York Times, rivela che lOrganizzazione delle Nazioni Unite (ONU) è la causante di
Il Ministero della Sanità di Cuba (Minsap) ha dato per concluso lepidemia di infezione gastrointestinale per trasmissione idrica nellorientale provincia cu