Il clima temperato umido è tipico di Gran Bretagna e Irlanda ed fa parte sia del polo nord che quello sud , di parte della Svezia e della Norvegia, del Portogallo, delle coste spagnole, francesi, polacche e tedesche, dei Paesi Bassi, del Belgio e della Danimarca. Presenta piovosità abbondanti con rare precipitazioni nevose e temperature miti che occasionalmente possono scendere al di sotto degli 0 °C. ...
Riproduci file multimediale In meteorologia e climatologia un modello generale della circolazione, spesso abbreviato in GCM dallacronimo della terminologia inglese General Circulation Model, è un tipo di modello del clima, utilizzati nelle previsioni climatiche per comprendere il clima e prevedere i cambiamenti climatici futuri. Utilizza un modello matematico della circolazione generale dellatmosfera planetaria o di un oceano sotto forma di equazioni primitive dei moti atmosferici e oceanici su una sfera rotante con termini termodinamici per le varie sorgenti (radiazione e calore latente); queste equazioni sono le basi per programmi computerizzati usati per simulare gli oceani o latmosfera terrestre dando luogo a un Modello generale della circolazione atmosferica (AGCM) e a un Modello generale della circolazione oceanica (OGCM) che sono due componenti chiave assieme al ghiaccio della banchisa e ai costituenti della superficie terrestre. Le versioni progettate per applicazioni climatiche su ...
L era glaciale. Come il clima influenza la storia naturale. E-book. Formato EPUB è un ebook di Raffaele Sardella pubblicato da Il Mulino , con argomento Paleontologia - 9788815305435
Esperienze internazionali Londra: Managing risks and increasing resilience (2011) Copenaghen: Climate adaptation plan (2011) Rotterdam: Rotterdam climate proof (2010) Bologna 26/11/2013
Posted By Guido Guidi on Dic 4, 2011 in Attualità, Climatologia , 0 comments. Alcuni giorni fa abbiamo pubblicato un post circa la pubblicazione di un nuovo articolo scientifico in cui si abbassa in modo consistente la stima della sensibilità climatica, fattore cruciale nella discussione sul peso dellimpatto antropico sulle dinamiche del clima. Qui il nostro post.. Gironzolando per il clima-web, ieri ho trovato una intervista a una delle firme dellarticolo, Natan Urban. E una lettura interessante, perché fornisce un chiaro approfondimento dellargomento e anche del materiale utile alla comprensione del loro lavoro.. Verso la fine dellintervista inoltre, Urban riporta un fatto piuttosto increscioso. Il blog World Climate Report, presentando ai propri lettori larticolo, ha editato la figura pubblicata ufficialmente su Science e ha cancellato le curve relative alla sensibilità climatica stimata sui soli oceani e sulla sola terraferma, lasciando soltanto la curva relativa allintero sistema ...
di Jacopo Bencini e Gabriele Motta. Rilanciare leconomia e far fronte alle sfide globali attraverso una vera transizione economica ed ecologica e la lotta al cambiamento climatico. Questo il cuore del manifesto di Clima Europa, una piattaforma fondata sullurgenza scientifica dellazione climatica e supportato da rappresentanti di diversi schieramenti politici e della società civile.. Italian Climate Network è tra i primi firmatari del manifesto e ha contribuito al lancio ufficiale della piattaforma. Serena Giacomin, presidente di Icn, sottolinea limportanza di aderire perché "Clima Europa è uniniziativa unica nel panorama italiano, che vede nellEuropa il mezzo più efficace per lottare contro il cambiamento climatico e assicurarci un futuro prospero e sicuro. Per questo sosteniamo una grande adesione a questo progetto di rilancio sociale, economico e ambientale".. Jacopo Bencini, presente al lancio di Clima Europa per Icn, così commenta levento: "Più che di una rapida trasformazione ...
Con lapprovazione della strategia per contrastare limpatto dei cambiamenti climatici lUnione Europea ha stabilito che ogni Stato membro debba approvare una Strategia Nazionale di adattamento al clima (Snacc) e un piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici (Pnacc), che, spiega Legambiente, «dovrebbe avere il compito di definire le priorità, le azioni e le risorse per far fronte a fenomeni che determinano danni sempre più rilevanti nel territorio italiano».. Sul Pnacc italiano è stata aperta una consultazione pubblica e secondo Legambiente «pur rappresentando un importante contributo di studi e analisi sui rischi climatici in Italia, elaborato dal Cmcc (Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, ndr) è lacunoso proprio rispetto alle scelte che dovrebbero servire nel contrasto ai cambiamenti climatici».. Legambiente, che in occasione del primo anniversario dellentrata in vigore degli Accordi di Parigi, fa il punto sulla lotta ai cambiamenti climatici, ricorda che ...
Articoli sul clima di Italia pubblicati su da NimbusWeb, portale di meteorologia, sito ufficiale della maggiore associazione italiana di meteorologia,clima e ghiacciai
Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani manifesta la propria adesione alla mobilitazione mondiale per il clima e ne promuove la partecipazione indetta per giorno 27 settembre in Italia.. Allindomani del Vertice sullazione per il clima del Segretario generale delle Nazioni Unite a New York, lattenzione dei governi verso la crisi climatica sembra essersi rafforzata. Gli impegni presi per raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2050, per incrementare gli investimenti climatici e quelli per potenziare luso delle energie rinnovabili, per proteggere la natura verso un percorso di neutralizzazione delluso del carbonio porteranno, se mantenuti, alla vera svolta climatica verso il risanamento del nostro pianeta.. Riuscire ad affrontare la crisi climatica con positività implica delle azioni concrete verso lecosistema, come testimoniato da alcuni tra gli ambientalisti più rivoluzionari: Wangari Maathai e Felix Finkbeiner.. Wangari Maathai è stata la prima ...
Ma perchè questa relazione tra cambiamento del clima e allergie respiratorie?. Perchè la stagione della crescita di alberi e piante inizia prima e finisce piu tardi rispetto a ventanni fa e di conseguenza le allergie respiratorie iniziano prima e hanno una durata maggiore.. Anche le temperature più o meno miti incidono sullorganismo umano. Bettina Menne, responsabile del programma Cambiamento climatico e salute dellOms-Europa dichiara a tal proposito: "Prima le stagioni erano piu marcate mentre oggi si passa piu facilmente dal caldo al freddo, che pero e meno rigido rispetto al passato". Ciò porta ad un numero superiore di fioriture e di conseguenza un maggiore arrivo di pollini.. Cè anche da evidenziare il fatto che, come spiega la stessa Menne, il clima influenza la concentrazione e la presenza degli inquinanti". Anche linquinamento, quindi, gioca un ruolo fondamentale nella diffusione delle allergie respiratorie.. Fonte: Ansa.it. ...
Cè chi del cambiamento climatico ha una percezione molto precisa e si sta da tempo attrezzando per farvi fronte: ma non sono i governi e nemmeno i "soliti ambientalisti", bensì le grandi compagnie di assicurazione che, nellesponenziale crescita dei danni provocati dai fenomeni atmosferici estremi, vedono un fattore destabilizzante per i propri bilanci.. Per lopinione pubblica il cambiamento del clima rimane un rumore di fondo di questo inizio millennio, che ricompare appena piove un po troppo o fa troppo caldo. Oppure quando una città del "nostro" mondo, cioè quello più ricco e avanzato, viene devastata da un uragano.. A ricomporre il quadro, questo libro affronta la "questione clima" a partire dalla comprensione del tema: che cosa è il clima? Che cosa viene definito come "sistema climatico"?. Quali sono la dimensione reale e lorizzonte temporale dei rischi la cui origine viene fatta risalire alle mutazioni del clima?. E di che cosa si discute a livello internazionale? E lItalia, a ...
Il cambiamento climatico è un fenomeno globale. La protezione del clima a livello locale è indispensabile per affrontarne le causa e le conseguenze. I comuni rappresentano linterfaccia fra obiettivi nazionali e transnazionali e limplementazione a livello locale. In vista della Conferenza sul clima delle Nazioni Unite a Parigi, insieme alle reti «Città alpina dellanno» e «Alleanza nelle Alpi» la CIPRA ha organizzato un convegno sulla protezione del clima a livello comunale nelle Alpi.. Il convegno di Benediktbeuern, al quale hanno partecipato circa 120 rappresentanti di tutti i Paesi alpini, è stato occasione di scambio tra esponenti dei comuni e di approfondimento sulle questioni che un comune deve affrontare nel suo impegno per la protezione del clima: in che modo un comune può convincere i propri cittadini ad attivarsi per la protezione del clima? Quale schema di pensiero deve essere superato? Come può avere successo la collaborazione con leconomia locale? Come si può finanziare ...
MeteoSvizzera, visita alla rinnovata sede ed introduzione ai valori climatici. Dipartimento federale dellinterno DFI Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera Centro Regionale Sud Introduzione ai valori climatici normali 1981-2010 Visita alla rinnovata sede del Centro regionale sud. Giovedì 7 marzo 2013, ore 09:30, Centro regionale sud di MeteoSvizzera - Locarno-Monti. MeteoSvizzera ha adottato da inizio gennaio 2013 i valori climatici normali 1981 - 2010 per i suoi pro-dotti, rapporti e resoconti. Essi sostituiscono la norma precedente 1961 -1990 in tutte quelle applica-zioni in cui è necessario paragonare la situazione meteorologica di una regione con le condizioni cli-matiche in atto in questi ultimi anni. La norma precedente rimane utilizzata per le applicazioni legate ai cambiamenti climatici, quale "ancoraggio" di riferimento. A seguito dei cambiamenti climatici degli ulti-mi decenni, registrati anche nella nostra regione, i nuovo valori normali differiscono da ...
Rete Clima™ nasce come Network tra un pool di professionisti dellarea milanese, impegnati da anni in campo ambientale, energetico, educativo e sociale, di comunicazione e di marketing, di formazione di adulti , di gestione del verde.. Rete Clima™ si costituisce come gruppo di lavoro per la promozione di uno sviluppo compatibile con lambiente, con una particolare sensibilità verso la problematica del cambiamento climatico.. Il team, in collegamento con il mondo accademico, intende mettere in rete competenze diverse e multidisciplinari per realizzare efficaci progetti di tutela climatica: il fine è il contenimento degli effetti dei cambiamenti climatici, attraverso azioni locali capaci di generare positivi effetti globali.. In questo senso il team promuove una filiera di "servizi climatici" di alto valore tecnico e scientifico che spaziano dalla realizzazione di attività forestali nazionali distribuite a livello locale (certificate da un organismo tecnico accreditato presso lUNFCCC, per ...
La produzione di previsioni climatiche stagionali sulla regione del Mediterraneo. Il sistema, basandosi su ensemble di forecast globali del centro meteorologico IRI della Columbia University, può fornire previsioni climatiche stagionali sullItalia ad una risoluzione di circa 50 km, per i 5 mesi successivi al mese in cui la previsione stessa viene elaborata. E in corso limplementazione della catena operativa RegCM-CHyM che permetterà la previsione stagionale del ciclo idrologico sulla regione Abruzzo ...
Il Protocollo dintesa è stato siglato proprio pochi giorni dopo la pubblicazione della dichiarazione di oltre 15 mila scienziati di 184 Paesi secondo i quali "presto sarà troppo tardi per salvare la Terra": PEFC Italia e Rete Clima uniscono quindi le proprie forze e la propria voce per promuovere cultura ed azioni di sostenibilità con una particolare attenzione al "ruolo climatico" delle foreste, capaci di generare positivi benefici multifunzionali e servizi ecosistemici, utili anche in una logica di mitigazione ed adattamento climatico.. Secondo Paolo Viganò, Presidente e Responsabile scientifico di Rete Clima: "Questo Protocollo di intesa tra le due Associazioni si costituisce come una reale e positiva sinergia nel mondo delle Organizzazioni non-profit ambientali nazionali: due soggetti ad elevato valore tecnico uniscono le proprie forze per promuovere azioni di tutela ambientale, di promozione delle foreste e dei suoi prodotti, fondamentali dentro i processi di decarbonizzazione oggi ...
Foto Fotolia. Nel frattempo si ampliano e si perfezionano i metodi di indagine e gli strumenti a disposizione. Gli studi paleo climatici, ad esempio, danno un quadro completo della variabilità climatica naturale alle diverse scale di ampiezza e temporali e sono essenziali per interpretare il funzionamento del sistema climatico, per discriminare le diverse forzanti, i meccanismi di feedback e i cosiddetti "tipping point", ovvero soglie di passaggio improvviso da una condizione ad unaltra di equilibrio. Hanno mostrato che il sistema climatico ha subito ripetutamente cambiamenti quasi improvvisi (con durata anche di sole poche decine di anni); da notare che tali cambiamenti sono avvenuti in opposizione di fase nei due emisferi.. Lo studio delle carote di ghiaccio ha mostrato che la concentrazione attuale di CO2 e metano nellatmosfera non ha mai raggiunto i valori attuali negli ultimi 800 mila anni, né mai si è verificato per sole cause naturali un aumento così repentino (+ 100 ppm in circa ...
Obiettivo dellappuntamento è infatti di individuare lo stato dellarte della ricerca e della sperimentazione sulladattamento delle città e dei territori al cambiamento climatico, oltre che di mettere a confronto le diverse realtà, casi e esperienze europee e statunitensi. Le politiche locali possono giocare un ruolo rilevante come luoghi di sperimentazione di nuove politiche indirizzate ad accrescere le capacità di adattamento. la necessità di integrare le azioni di mitigazione e di adattamento in una unica strategia tematica sul clima. In questo senso la scala urbana di analisi e intervento risulta fondamentale proprio per capire i possibili ruoli delle aree urbane connesso alla definizione di soluzioni replicabili, sia in termini di strategie di lungo termine che di intervento per la messa in sicurezza e per ridurre alcune criticità che sempre più potranno toccare aree diverse del Pianeta: disponibilità di acqua dolce, di cibo, riduzione della biodiversità, impatti sulla salute e in ...
Da tempo nella comunità scientifica si discute dellattendibilità dei modelli climatici e delle analisi costi-benefici degli interventi di mitigazione. Fa il punto Nicholas Stern. Sinora gli attuali modelli climatici hanno largamente e sistematicamente sottostimato gli impatti derivanti da una rinuncia della gestione dei cambiamenti climatici. Ad esempio non tengono conto dei cambiamenti catastrofici o dei punti…
Intervenendo alla Conferenza delle Nazioni Unite sul clima di Marrakech, la ministra svizzera dellambiente Doris Leuthard ha chiamato tutti i paesi a impegnarsi ad attuare lo storico accordo concluso un anno fa a Parigi. La consigliera federale ha inoltre lanciato un appello alleconomia privata per maggiori investimenti nelle tecnologie pulite. «Dopo il grande passo, ce ne vogliono tanti piccoli per la protezione del clima», ha detto Doris Leuthard nel suo discorso alla 22º Conferenza internazionale sul clima di Marrakech (COP22), che fino al 18 novembre riunisce le delegazioni dei 197 paesi membri della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Lattuazione dellAccordo di Parigi, concluso nel dicembre 2015 e in vigore dal novembre di questanno, richiede da parte di ogni singolo paese ladozione di una politica incentrata sui principi dello sviluppo sostenibile, ha affermato Doris Leuthard. Laccordo sul clima, il primo che coinvolge tutti gli Stati, si prefigge di
Il clima temperato è caratterizzato dalla temperatura del mese più freddo compresa tra -2°C e 15°C. Il clima temperato comprende diversi climi situati, generalmente, tra il 30° e il 50° parallelo in entrambi gli emisferi. Nelle regioni con clima temperato il livello delle precipitazioni è maggiore di quelle a clima arido. Allinterno del clima temperato si distingue il clima mesotermico. Le regioni a clima mesotermico sono i climi temperati in senso stretto. Hanno la temperatura del mese più freddo compresa fra 2°C e 15°C. In questa categoria è classificato il clima mediterraneo, il clima temperato caldo, il clima tropicale montano, il clima temperato umido marittimo ecc. Nella classificazione dei climi di Köppen è identificato con C. Il clima temperato è stato loggetto di studio per molti scienziati. Oltre alla classificazione prevista da Köppen sono utilizzate per il clima temperato anche la classificazione di Troll e Paffen e la classfificazione di Rivas-Martínez. ...
Roma, 15 mar. (askanews) - "Oggi è una giornata importante per il nostro pianeta. In 1300 città in tutto il mondo i cittadini scendono in piazza per chiedere, a gran voce e pacificamente, che i governi si attivino per contrastare il cambiamento climatico". Lo ha scritto il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, che ha pubblicato un video su Facebook dedicato allo sciopero globale per il clima "FridayForFuture". Per Di Maio "lambiente è di tutti e sul clima non ci devono essere compromessi". "Tutti - ha osservato nel video il numero uno del Movimento 5 stelle - dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. Questi giovani che oggi manifestano parlano a noi e parlano di futuro. Anche coloro che in passato hanno fatto scelte drammatiche scenderanno in piazza per il clima. Ne hanno diritto, per carità: ma permettetemi di dire che è facile aderire a manifestazioni per il clima e poi dare il via libera a trivelle inceneritori discariche. Lipocrisia al potere fa più ...
... del Parco naturale Učka è condizionato dalla posizione geografica, dalla vicinanza del mare e dalla presenza di un rilievo frastagliato. In base alla classificazione del clima di Köppen, le parti alte del Parco hanno un clima leggermente caldo e piovoso con estati calde, ovvero ilclima del faggio, mentre le parti basse,come Opatija (Abbazia) e la stretta fascia costiera, hanno un clima relativamente caldo e piovoso senza periodi secchi e con estati calde - il clima delle camelie.. Le precipitazioni nelle parti alte sono maggiori rispetto a quelle sul litorale, e sono concentrate nei periodi freddi dellanno, nel tardo autunno e in primavera, per lo più sotto forma di pioggia e neve dinverno, mentre la grandine cade solo alcune volte durante lanno.. I venti più importanti nel Parco naturale Učka soffiano da nord-est (bora dinverno e quale venticello notturno destate), da sud-est (scirocco in primavera e autunno), e da nord-ovest (particolarmente durante lestate), nonché altri ...
Foto Ansa. Il Topic Centre ETC-CCA fornisce supporto allAEA e allEionet (la rete europea di informazione e osservazione ambientale) riguardo alle tematiche legate agli impatti dei cambiamenti climatici, le vulnerabilità e ladattamento in Europa. In particolare le attività dellETC/CCA si concentrano sulle seguenti tematiche: dati e monitoraggio, indicatori e mapping, supporto allo sviluppo e implementazione delle politiche europee, supporto allo sviluppo dei rapporti dellAEA.. Come pensa di coordinare e distribuire lattività tra i vari partner degli otto stati partecipanti? Sarà una divisione per competenze, per dimensioni dei centri, per risorse disponibili?. Il nostro consorzio risponde alle esigenze dellAEA presentate nellAnnual Management Plan. Quindi ogni anno si cerca di soddisfare le richieste dellAEA in materia di impatti di cambiamenti climatici, vulnerabilità e adattament,o facendo uso delle varie competenze dei partner del consorzio.. Come si coordinerà il vostro lavoro ...
Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha convocato per il 23 settembre a New York un vertice sul clima, per discutere con i capi di stato, le aziende, la società civile il problema urgente dei cambiamenti climatici e cercare di indirizzare le prossime scelte degli stati verso un economia a basse emissioni di CO2, anche in vista delle prossime COP di Lima e Parigi (dicembre 2014 e 2015).. Lappuntamento sarà preceduto il 21 settembre, sempre a New York, dalla Peoples Climate March, la più grande mobilitazione sul clima mai organizzata dove sono attese 1milione di persone. In contemporanea, in tutto il mondo si svolgeranno eventi a sostegno della grande marcia di New York.. A Roma il ritrovo sarà, sempre il 21 settembre, in via dei Fori Imperiali. Una biciclettata legherà simbolicamente New York a Roma, oltre a contributi video direttamente dalla marcia. Ad arricchire la giornata banchetti di associazioni e aziende, mostre, dibattiti e molto altro.. vai al link. ...
Come scienza, la climatologia urbana si è evoluta nei primi anni del XX secolo con la nascita dei nuovi paesaggi industriali e lemergere dei moderni principi della pianificazione. La ricerca sul clima urbano ha sollevato la nuova questione dellimpatto che la città ha sulle condizioni climatiche locali, ossia sul «modo in cui queste grandi concentrazioni di esseri umani influenzano il clima,» come ha affermato il climatologo Albert Kratzer nel 1937. Nel corso del XX secolo il "clima urbano" si è rivelato un importante motore delle trasformazioni che hanno coinvolto le città, dal momento che le condizioni climatiche sono strettamente collegate alle tematiche che riguardano ligiene, linquinamento atmosferico, il comfort termico, il risparmio energetico e il controllo passivo del clima ...
Il nuovo dossier tematico "Cambiamento climatico, protezione e politica del clima" è stato sviluppato sulla base di un concetto pedagogico trasversale. Fornisce agli insegnanti risorse valutate, grafici e schizzi chiave per linsegnamento, nonché unità di apprendimento esemplari da 8 a 24 lezioni per tutti i cicli della scuola dellobbligo e della scuola secondaria II. Il dossier è stato sviluppato congiuntamente da quattro scuole universitarie professionali svizzere per la formazione degli insegnanti (PHBern, PH Luzern, HEP Vaud e DFA SUPSI Locarno), sotto il coordinamento dellassociazione GLOBE Svizzera e in stretta collaborazione con specialisti di didattica e ricercatori in materia di clima.. Anche il numero 1 , 2020 della rivista ESS "ventuno" è dedicata al clima. I nostri articoli mostrano come gli insegnanti implementano il tema in modo creativo nelle loro classi o nella scuola nel suo complesso. In particolare, due giovani spiegano perché si impegnano nella lotta contro il ...
Il clima ha unimportanza strategica in qualsiasi realtà organizzativa e ha effetti rilevanti sulla capacità dellorganizzazione di impiegare e sfruttare al meglio le risorse tecniche e il Capitale umano.. Un buon clima organizzativo contribuisce positivamente al conseguimento da parte delle organizzazioni dei propri obiettivi strategici.. Infatti un buon clima aziendale è uno degli elementi che contribuiscono a migliorare e favorire la qualità complessiva e ad aumentare il senso di impegno, di partecipazione attiva, di attaccamento aziendale e di efficacia delle risorse umane.. Il clima aziendale è un fenomeno complesso costituito da diverse variabili, correlate tra di loro in maniera non lineare: unanalisi di clima fornisce una fotografia istantanea di un preciso momento organizzativo.. Infatti é uno strumento sia di analisi che di coinvolgimento, in quanto la misurazione viene percepita anche come segnale di ascolto e interessamento da parte del Management aziendale.. Le dimensioni che ...
È su come e quanto la Terra cambierà in seguito al riscaldamento che vi sono ancora molti dubbi. «Con modelli informatici [...] i climatologi cercano di [...] esplorare i modi in cui il clima potrebbe evolvere nei prossimi decenni. Naturalmente non cè una maniera diretta per verificare queste previsioni [...] ma è comunque possibile capire se i modelli funzionano, visto che [...] si possono testare verificando con quanta accuratezza simulino il clima attuale, cioè quanto gli andamenti medi della temperatura, delle precipitazioni o della pressione atmosferica previsti dai computer si avvicinino a quelli che misuriamo nel mondo reale» (pp.109-110). Che cosa dobbiamo aspettarci? Il libro non lascia spazio a prospettive rosee. Ad un aumento di anidride carbonica sono correlati lo scioglimento delle calotte, lespansione termica delle acque oceaniche con conseguente incremento del livello del mare, lacidificazione dei oceani, laumento della frequenza di eventi metereologici estremi, il ...
Posted By Guido Guidi on Apr 10, 2015 in Attualità, Climatologia , 12 comments. Soltanto un paio di giorni fa abbiamo pubblicato un post per me molto interessante di Donato Barone. Un articolo in cui è stata compiuta unanalisi di alcune recenti pubblicazioni scientifiche volte a suggerire che il cosiddetto fenomeno di "amplificazione polare", inteso come riscaldamento più rapido delle aree polari rispetto alle medie e basse latitudini, potrebbe essere allorigine dei rigidi inverni che hanno colpito gli USA nel recente passato e, più in generale, dellaumento degli eventi meteorologici estremi. Questo dovrebbe accadere ed essere accaduto per un presunto rallentamento delle correnti zonali che animano il getto polare (la fascia di elevato gradiente termico e barico che separa laria polare da quella più meridionale), conducendolo ad una più accentuata ondulazione e quindi a più frequenti incursioni verso le basse latitudini, che sono in sostanza quelle violente discese di aria fredda o ...
Rinnovabili.it) - LIstituto Smitshonian de Investigaciones Tropicales (STRI) con sede a Panama sta ospitando una riunione per la valutazione degli effetti del cambiamento climatico sulle foreste. Gli organizzatori lo hanno reso noto oggi, giorno di inizio dellincontro il cui termine è fissato al 5 marzo. Liniziativa è stata organizzata allo scopo di servire da scenario per discutere i primi risultati del programma nazionale di investigazione che vanta il sostegno del "HSBC Climate Partnership":http://www.earthwatch.org/europe/hcp, il programma quinquennale sui cambiamenti climatici nato per coinvolgere cittadini, imprese e governi a favore dellambiente ...
Leggi la notizia MUMMIFICATO dal clima sullo yacht...Era scomparso dal 2009! sul sito di Meteolive. Approfondimenti, news e analisi meteo su Meteolive.
Trovo incomprensibile il rituale riconoscimento, che alcuni ambientalisti reputano importante, di obiettivi sui quali la scienza concorda ormai da qualche decennio, come il fatto che un incremento superiore a 2°C delle temperature medie globali sarebbe un vero disastro umano ed economico per le conseguenze che comporterebbe sui meccanismi climatici; anzi mi indigna che si consideri questo un risultato positivo: la scienza non ha bisogno di riconoscimenti da parte della politica, piuttosto è vero il contrario. Ormai queste Conferenze (COP) appaiono sempre più come lincontro di una affollata e variopinta brigata ai piani alti del Titanic, che decide, come sempre, di continuare le danze lanno dopo mentre ai piani bassi cè già chi ha lacqua alla gola, come i paesi africani che vedono avanzare il deserto, o lIndia e il centro America che subiscono eventi ciclonici sempre più frequenti e violenti, o le piccole isole che si vedono letteralmente scomparire la terra da sotto i piedi. Come ...
Sullaltro versante delle simulazioni, gli scienziati del clima si sono ritrovati ad affrontare la grande complessità del clima mondiale, per il quale spesso mancavano dati sufficienti. Il risultato è stato che la modellizzazione climatica è cresciuta con un consistente sforzo sperimentale per misurare i parametri del sistema. Diversi di questi parametri richidevano studi estensivi per essere compresi e quantificati. Col tempo, i modelli sono cresciuti in sofisticazione quando i dati in entrata sono diventati più dettagliati ed affidabili. Forse a causa di questa stessa sofisticazione, i modelli hanno avuto dei problemi nellaffrontare la questione dei "punti di non ristorno", cambiamenti repentini che potrebbero risultare dal rafforzamento di retroazioni (feedback) allinterno del sistema climatico. La conseguenza è stata una tradizione a presentare i risultati dei modelli climatici come curve dolci e continue. Ecco qua, per esempio, le curve dellaumento delle temperature contenute nel ...
by Michel Chossudovsky - http://www.talkinaboutinvolution.org. Limportante dibattito sul riscaldamento globale patrocinato dalle Nazioni Unite fornisce solo una immagine parziale del cambiamento climatico; oltre al devastante impatto delle emissioni di gas-serra nello strato dozono, il clima mondiale può ora essere modificato come parte di una nuova generazione di sofisticate "armi non letali" (non-lethal-weapons). Sia gli americani che i russi hanno sviluppato le capacità di manipolare il clima del mondo. ...
il manifesto», 10 settembre 2012. Ventun organizzazioni del Nord e del Sud del mondo (in Italia Fairwatch), in rappresentanza di oltre 200 milioni di persone, hanno sottoscritto un appello in 10 punti che indica le misure per evitare che i cambiamenti climatici in corso raggiungano un punto di non ritorno. È un appello alla mobilitazione contro la convocazione da parte del Presidente dellONU Ban Ki Moon di un Vertice sul clima il 23 settembre a cui sono stati invitati solo leader politici e manager del big business, con una scarsa e compiacente delegazione di associazioni ambientali, per avallare uno "scippo" della lotta ai cambiamenti climatici da parte di chi vuole usare questa emergenza planetaria per fare business, con misure e politiche non vincolanti, a carattere privatistico, che mirano solo al profitto e sono sicuramente inefficaci.. Se i dieci punti della dichiarazione programmatica di Alexis Tsipras, integrati e specificati in un work in progress tuttora in corso, hanno offerto ai ...
I primi effetti dei cambiamenti climatici si stanno già appalesando, in anticipo su molte previsioni degli ultimi anni, e la preoccupazione dei rischi connessi smuove i primi animi al punto di spingere il settore assicurativo ad abbracciare la lotta al surriscaldamento globale. E così il colosso svizzero La Mobiliare, su sollecitazione dei suoi clienti, non ha tardato a sviluppare prodotti mirati e nuovi approcci alla ricerca delle soluzioni migliori per gestire il rischio connesso con il cambiamento climatico. Nella sua politica verde rientrano importanti investimenti nelle energie pulite: lanno scorso ha chiuso con successo il Fondo Europeo per lEnergia Pulita, ben 354 milioni di euro destinati a progetti europei in materia di rinnovabili. A questo vanno ad aggiungersi finanziamenti consistenti destinati allo sviluppo del mercato del CO2 sul lungo periodo, e quelli dedicati alluniversità di Berna per allestire una cattedra straordinaria per la ricerca sugli effetti del clima nellarea ...
POVERO CLIMA. RAPPORTO TRA CLIMA E POVERTA. a cura del circolo Legambiente "La gru" e dell Ass. Claudio Miccoli. Sabato 14 aprile ore 17,45 via Foria 93. Il ghiaccio, il cambiamento climatico e il nostro futuro. Introduce Aldo Bifulco che presenta. Chasing Ice - Il pianeta in pericolo di Jeff Orlowski. Sarà con noi Antonio Riccio, già ricercatore CNR in Antartide. ...
Nei suoi aspetti particolari, legati allorografia, il clima anatolico è dominato dal contrasto tra altopiano e regioni costiere e cosi, mentre in queste ultime la presenza del mare ha conseguenze dirette sulle condizioni climatiche, allinterno la sua influenza è pressoché trascurabile. La peninsularità, quindi, non giova che in parte al clima dellAsia Minore. Ciò deriva dal fatto che laltopiano è rinserrato tra le montagne marginali, che catturano lumidità portata dai venti marini richiamati dalle depressioni interne; esso ha quindi un clima secco, continentale, con inverni rigidi, estati molto calde, escursione giornaliera molto forte, piovosità ridotta. Anche laltitudine, la purezza dellaria e la povertà del mantello vegetale contribuiscono ad esaltare queste condizioni. Solamente verso occidente, di fronte allEgeo, le larghe vallate, fungendo da corridoi per i venti provenienti dal mare, danno carattere spiccatamente mediterraneo al clima di una larga parte di questa regione. ...
La sfida ai cambiamenti climatici parte dalle città ed è a loro che si è rivolta la Carovana del Clima, la campagna di sensibilizzazione curata da Legambiente nellambito del progetto europeo ZEroCO2, co-finanziato dal Programma MED dellUnione Europea. Partita il 10 settembre 2011 dalla Lunigiana, dopo aver fatto tappa in Grecia, Spagna e Portogallo, la Carovana è tornata in Italia, dal 1° al 6 dicembre, per concludere il suo viaggio a Bari, dopo aver percorso 3500 Km attraverso lEuropa Mediterranea.. Anche nel capoluogo pugliese la Carovana del Clima ha portato un messaggio preciso: le esperienze dei piccoli comuni europei, modelli di efficienza energetica, possono essere un ottimo esempio da imitare per contrastare i cambiamenti climatici. Nella sede del centro sportivo universitario di Bari è stata allestita una mostra sul risparmio energetico per capire come si può contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2. Il comune pugliese inoltre, proprio recentemente, ha approvato in ...
Rispetto al 2007, i cittadini italiani convinti che il clima stia effettivamente cambiando sono diminuiti dal 90% al 71,7%, mentre sono in aumento quelli che credono ai dati scientifici. E quanto emerge dallOsservatorio Scienza e Società di Observa sulla percezione pubblica dei cambiamenti climatici, in occasione della conferenza internazionale di Copenhagen. Negli ultimi due anni, la percezione che il clima della Terra stia diventando più caldo si è ridotta. Ma tra il 71,7% degli italiani rimasti a pensare che il clima sta cambiando "aumenta in modo significativo - ha spiegato Massimiano Bucchi, professore allUniversità di Trento, tra i curatori dellOsservatorio - la rilevanza degli studi scientifici: nel 2007 per due su tre la percezione del riscaldamento del pianeta era fondata sullesperienza personale. Oggi - ha affermato - i dati forniti dagli scienziati sono decisivi per il 38%, quasi il doppio rispetto al 18,7% del 2007 ...
Gruppo di lavoro: il clima Sara Famiano Ilaria De Marco Pierpaolo Ferraro Alessio Caravetta Alessandro Costa 5°G  Nellaltopiano centrale la temperatura media annua è inferiore a - 50 °C, le coste e la peninsola hanno temperature più elevate, durante lestate, sulla costa la temperatura si avvicina agli - 0° C con punte di -15 °C, mentre nellinterno la temperatura è più bassa, durante linverno si raggiungono temperature che vanno da -15 °C a -30 °C, sulla costa mentre da -40 °C a -70 °C nellinterno il clima è secco e con poche precipitazioni in particolare sullaltopiano centrale dove si superano 10 mm annui di acqua equivalente.   A scala globale, le regioni polari forniscono un processo di raffreddamento cruciale per il nostro sistema climatico e il tempo polare ha, sul tempo meteorologico di entrambi gli emisferi che si estende fino alle zone tropicali.  Nelle superfici ghiacciate le caratteristiche chimiche dellaria polare. Le aurore che ...
Il mese più caldo dellanno è Luglio con una temperatura media di 25.4 °C. -2.7 °C è la temperatura media di Gennaio. Durante lanno è la temperatura media più bassa.. La differenza tra le precipitazioni del mese più secco e quelle del mese più piovoso è 95 mm. Durante lanno le temperature medie variano di 28.1 °C.. 33 mm si riferisce alle precipitazioni del mese di Febbraio, che è il mese più secco. Con una media di 128 mm, il mese di Giugno è il mese con maggiori precipitazioni.. ...
Nel mese di Luglio, il mese più caldo dellanno, la temperatura media è di 16.8 °C. -2.7 °C è la temperatura media di Febbraio. Si tratta della temperatura media più bassa di tutto lanno.. Esiste una differenza di 40 mm tra le precipitazioni del mese più secco e quelle del mese più piovoso. Le temperature medie hanno una variazione di 19.5 °C nel corso dellanno.. Il mese più secco è Marzo e ha 27 mm di precipitazione. Il mese di Agosto è quello con maggiori precipitazioni, avendo una media di 67 mm.. ...
Anche in Italia sta crescendo sempre di più linteresse per le iniziative della svedese Greta Thunberg. Infatti, solo nella giornata di ieri, sono stati organizzati circa 130 eventi di protesta lungo tutto lo stivale. In particolare, a Milano, Torino, Palermo, Firenze e Bologna, ma anche in decine di altre città, sono stati organizzati cortei, flash mob, manifestazioni e vari sit-in.. "In milioni - dicono gli organizzatori di Fridays for future Italia - usciremo dalle nostre case e dai nostri posti di lavoro per unirci ai giovani in marcia nelle strade per il Climate Strike. Chiederemo la fine dellera dei combustibili fossili, e di intraprendere azioni urgenti allo scopo di sconguirare il collasso climatico. La crisi climatica è unemergenza. Dobbiamo agire di conseguenza e mostrare ai politici quante persone, in tutto il mondo, non hanno più intenzione di stare a guardare".. La più grande manifestazione italiana in occasione dello sciopero del clima, si volgerà a Roma, con un corteo di ...
Ore 14,00 - Appuntamento a Campo dei Fiori Ore 15,00 - Partenza MARCIA PER IL CLIMA. Arrivo in Via dei Fori Imperiali - Scarica il programma Ore 17,00 - CONCERTO PER IL CLIMA fino alle 21,00 Parteciperanno al Concerto: Bandabardò, Dolcenara, Med Free Orkestra, La Casa del Vento, Meganoidi, Stag, Tetes de Bois, Piotta, Kutso, Andrea Rivera, Giobbe Covatta, Sandro Joyeux, Anonima Armonisti, Ricky Anelli, Zio Felp, Luca Abete - Scarica il programma Altre attività ORE 9,30 - CORRI PER IL VERDE, CORRI PER IL CLIMA. Partenza dal Parco urbano del Pineto a Roma, con circa duemila podisti di tutte le età. ORE 11,00 - FORI IMPERIALI: stand, animazione, giochi e attività sportive per bimbi di tutte le età. ORE 14,00- IN BICI PER IL CLIMA - PARTENZA Largo Tacchi Venturi (Parco della Caffarella), passando per lAppia Antica si raggiungono i Fori Imperiali #ClimateMarche - @CoalizioneClima http://www.coalizioneclima.it/. ...
In contextul definitivarii cadrului legislativ aplicabil masurilor de mediu si clima, precum si in urma lansarii campaniei de depunere a cererilor unice de plata pentru anul 2017, Ministerul Agriculturii si Dezvoltarii Rurale urmareste o intensificare a actiunilor de informare a tuturor utilizatorilor de terenuri agricole situate in zonele eligibile pentru masurile de mediu si clima ale PNDR.. Astfel, la nivelul institutiilor implicate in elaborarea, implementarea si promovarea masurilor de mediu si clima (MADR prin Autoritatea de Management pentru PNDR, Agentia pentru Finantarea Investitiilor Rurale si Agentia de Plati si interventie pentru Agricultura) au fost elaborate o serie de documente informative si de ghidare, utile in accesarea si implementarea cu succes a angajamentelor din cadrul acestor masuri.. Informatiile relevante privind conditiile aplicabile masurilor de mediu si clima in anul 2017 se pot consulta la toate Centrele Locale si Centrele Judetene APIA, Oficiile Judetene si ...
Clima Control Fotovoltaico Climatizzazione Riscaldamento a Acquavogliera Clima Control Fotovoltaico Climatizzazione Riscaldamento a Terni - Fotovoltaico Climatizzazione Riscaldamento a Terni Clima Control Fotovoltaico Climatizzazione Riscaldamento a Acqua
Comandi clima Blocco clima - comandi clima auto usati - Solo da Autodemolizione Perelli trovi i migliori ricambi di qualità ad un prezzo economico!
Le probabilità di vedere realizzati gli scenari peggiori del cambiamento climatico, tra quelli ipotizzati dallIPCC (Comitato Intergovernativo per i Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite), stanno aumentando a vista docchio. I tassi di gas serra salgono a ritmi imprevisti, le temperature medie globali andranno probabilmente oltre i due gradi di aumento entro il secolo, il livello dei mari potrebbe superare il mezzo metro di crescita, causando lesodo di centinaia di milioni di persone dalle isole e dalle zone costiere inondate. Lennesimo allarme climatico è stato ripetuto a Copenhagen, a conclusione della conferenza internazionale che ha riunito la settimana scorsa 1600 climatologi da più di 70 paesi, per iniziativa dellInternational Alliance of Research Universities (IARU), unassociazione fra le più importanti università di tutto il mondo. Due anni dopo la pubblicazione del quarto rapporto dellIPCC, che aveva fornito la sintesi della scienza climatica fino al 2006 e alcuni dei più ...