Il risarcimento del danno da lesione del diritto di autodeterminazione che si sia verificato per le non imprevedibili conseguenze di un atto terapeutico, pur necessario ed anche se eseguito "secundum legem artis", ma tuttavia effettuato senza la preventiva informazione del paziente circa i suoi possibili effetti pregiudizievoli e dunque senza un consenso consapevolmente prestato, dovrà conseguire alla allegazione del relativo pregiudizio ad opera del paziente, riverberando il rifiuto del consenso alla pratica terapeutica sul piano della causalità giuridica ex art. 1223 c.c., e cioè della relazione tra evento lesivo del diritto alla autodeterminazione (perfezionatosi con la condotta omissiva violativo dellobbligo informativo preventivo) e conseguenze pregiudizievoli che da quello derivano secondo un nesso di regolarità causale.. (sentenza Cass. Civ., III, 11/11/2019, n. 28985). ...
Vogliamo sia dato riconoscimento al principio dellautodeterminazione con un atto legislativo sul testamento biologico che tuteli il diritto di ciascuno alla dignità della vita e della fine della vita. È quanto ha chiesto oggi Cittadinanzattiva in audizione al Senato sul testamento biologico. Soffermandosi inoltre sulla nutrizione e lidratazione artificiale, lassociazione ha detto che si tratta di trattamenti sanitari, praticati con tecniche invasive, e che ogni tipo di trattamento medico deve essere effettuato con il consenso consapevole del cittadino.. Tutti i giorni ci confrontiamo con cittadini che vedono lesi i loro diritti. E crediamo che in situazioni difficili come quelle che affrontano i malati in stato vegetativo o allo stadio terminale di una malattia, i diritti vadano tutelati con forza e sensibilità maggiore. - ha detto il segretario generale di Cittadinanzattiva Teresa Petrangolini - Per questo vogliamo sia dato riconoscimento al principio dellautodeterminazione con un ...
Il Progetto ADA (Adattamento Domestico per lAutonomia personale) è una ricerca-intervento interdisciplinare che aspira a migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità grave e di chi presta loro assistenza e cura, attraverso interventi di adattamento dellambiente domestico altamente personalizzati. Può essere pensato come un "bene pubblico" il cui obiettivo è elevare il benessere sociale della comunità grazie al suo contenuto sociale e formativo e ai processi culturali che attiva. Dopo una parte introduttiva su disabilità e accessibilità, il libro descrive le vicende del Progetto ADA, le sue finalità, la metodologia impiegata, le fasi e gli strumenti attuativi. Limpatto del Progetto ADA può essere compreso considerando che, oltre alle 362 persone disabili che hanno partecipato alle prime due sperimentazioni e alle loro famiglie, esso ha coinvolto oltre cento persone - medici, assistenti sociali, architetti, sociologi, riabilitatori, esperti in tecnologie assistive e ...
in risposta, presumo, alla solita domanda-nenia del bellunatico di turno: quando ci dà un po più di autonomia, signora maestra?). "Si dà lautonomia nel momento in cui ce labbiamo". [dice il Capitan]. Lavremo nel momento in cui ce la daranno. [diciamo noi]. (…si dà lautonomia nel momento in cui ce labbiamo. Lavremo nel momento in cui ce la daranno. Si dà lautonomia nel momento in cui ce labbiamo. Lavremo nel momento in cui ce la daranno. Si dà lautonomia nel momento in cui ce labbiamo. Lavremo nel momento in cui ce la daranno. Si dà lautonomia nel momento in cui ce labbiamo. Lavremo nel momento in cui ce la daranno. Si dà lautonomia nel momento in cui ce labbiamo. Lavremo nel momento in cui ce la daranno. Si dà lautonomia nel momento in cui ce labbiamo. Lavremo nel momento in cui ce la daranno…. Così, ad infinitum, o finché non si rompe qualcosa.). ...
Il risarcimento del danno da lesione del diritto di autodeterminazione che - come nel caso in commento - si sia verificato "per le non imprevedibili conseguenze di un atto terapeutico, pur necessario ed anche se eseguito "secundum legem artis", ma tuttavia effettuato senza la preventiva informazione del paziente circa i suoi possibili effetti pregiudizievoli e dunque senza un consenso consapevolmente prestato", può conseguire solo alla allegazione del relativo pregiudizio ad opera del paziente ed alla prova del nesso causale tra inadempimento e danno.. Afferma la Corte:. "a) il fatto positivo da provare è il rifiuto che sarebbe stato opposto dal paziente al medico;. b) il presupposto della domanda risarcitoria è costituito dalla scelta soggettiva del paziente, sicché la distribuzione del relativo onere va individuato in base al criterio della cd. "vicinanza della prova";. c) il discostamento della scelta del paziente dalla valutazione di necessità/opportunità dellintervento operata dal ...
Riservatezza e autodeterminazione nella partecipazione alla ricerca scientifica è un libro scritto da Antonio Magni pubblicato da Edizioni Scientifiche Italiane nella collana Univ. Camerino
In una situazione di vuoto normativo, mentre il Parlamento (alla Camera) è in corso un dibattito politico sul testamento biologico, la delibera del Comune di Ponte di Piave, nel Trevigiano, sembra uniniziativa che ha più un valore simbolico. Di certo, il tema va affrontato in sede parlamentare dove ci auguriamo che si arrivi ad una giusta sintesi tra la necessità di tutelare la dignità del malato terminale e, dunque, la vita, da un lato, e dallaltro il bisogno di realizzare la volontà del paziente. Ciò che evidentemente sta sfuggendo, nel dibattito, anche in Parlamento (in I Commissione lUdc sta conducendo una battaglia senza esclusione di colpi sul tema delle DAT) è il fatto che assecondando il principio dellautodeterminazione si rischia di perdere di vista gli interessi del malato e il medico diventa un mero esecutore della volontà del paziente". Così su Facebook il senatore dellUDC Antonio De Poli commenta liniziativa del Comune di Ponte di Piave (Treviso) che, nei giorni ...
VITA, MALATTIA E DIRITTO ALLAUTODETERMINAZIONE. Il biotestamento: valori costituzionali, disciplina positiva, etica medica è il titolo del convegno, organizzato dalla Scuola di Notariato del Comitato Triveneto con il coordinamento scientifico di Valentina Verduci, che si terrà giovedì 25 ottobre 2018 a Padova presso la Sala Rossini del Caffè Pedrocchi, piazzetta Pedrocchi 8 con inizio alle ore 15.
Comunque andrà a finire, in Scozia domani vincerà la democrazia. Nessuno dei commentatori italiani dice infatti la cosa più semplice, quasi unovvietà: il diritto alla propria autodeterminazione è il primo di ogni popolo e di ogni comunità politica. Non cè un diritto allindipendenza, nemmeno per il popolo scozzese, ma non cè nemmeno un diritto allunità ...
Acquista online il libro Dirigere il proprio apprendimento. Autodeterminazione e autoregolazione nei processi di apprendimento di Michele Pellerey in offerta a prezzi imbattibili su Mondadori Store.
Scuola di Politica: Conferenza sulla Autodeterminazione: Venerdì 13 Maggio, ore 16.30, Sala G. Nugnes, Comune di Napoli, Via Verdi 35 La riflessione
Self-Determination Theory(combivent pediatrico generico,acquisto nicotinell postepay), Farmacia San Luca - Parafarmacie - Pigneto - Roma ...
In questa relazione cè una parte dedicata ai Diritti delle Donne e delle Ragazze - i punti dal 134 al 149 nello specifico- in cui si evidenzia come sia essenziale per una democrazia, riconoscere i diritti inalienabili delle donne e delle ragazze allintegrità fisica e allautonomia decisionale per quanto concerne il diritto di accedere alla pianificazione familiare volontaria e allaborto sicuro e legale. In particolare, visto che non bisogna giustamente avere posizioni ideologiche, cito testualmente larticolo 136 della Relazione: "deplora il fatto che i corpi delle donne e delle ragazze, in particolare riguardo alla loro salute sessuale e riproduttiva e ai relativi diritti, rimangano a tuttoggi un campo di battaglia ideologico e invita lUE e i suoi Stati membri a riconoscere i diritti inalienabili delle donne e delle ragazze allintegrità fisica e allautonomia decisionale per quanto concerne, tra laltro, il diritto di accedere alla pianificazione familiare volontaria e allaborto ...
Nel decreto sviluppo, semplificazione e formazione, una buona riforma - purtroppo svuotata di numeri concreti - è quella sullAutonomia Responsabile delle scuole. Tra le proposte del PD, condivise con larga parte del mondo della scuola, cè listituzione di un organico dellautonomia stabile, da assegnare ad ogni scuola per almeno un triennio. Questo per permettere a ciascuna scuola di garantire continuità didattica agli studenti attraverso la stabilizzazione del personale, programmando lattività didattica con certezza di risorse umane e finanziarie. Ma se tutto resta legato ai tagli della Gelmini, questa buona riforma, resterà solamente un annuncio consolatorio.. Per questo, pur consapevoli delle esigenze di risanamento del bilancio dello Stato, vogliamo ricordare al Presidente Monti che per aiutare il nostro Paese a crescere, dobbiamo riallineare il nostro investimento in Istruzione ai Paesi più avanzati dEuropa.. Sulledilizia scolastica, pur apprezzando lintento di voler mettere in ...
La vorticosa evoluzione sociale e giuridica degli ultimi anni impone di ripensare listituto dellautonomia contrattuale alla luce della disciplina comunitaria del mercato, inteso quale locus artificialis. Fondamentale a tal fine è lindividuazione della costituzione economica comunitaria, improntata sul principio di economia li mercato aperta in regime di concorrenza, e dello statuto primario del mercato sia dal profilo strutturale sia da quello dinamico, dominato dalla competizione. Il quadro normativo così ricostruito consente di apprezzare appieno la conformazione dellautonomia contrattuale a livello macrosistematico del diritto primario, in particolare ad opera del principio di tutela della concorrenza, e la sua disciplina a livello microsistematico del diritto derivato. Lindagine mostra come in questo ordinamento si sia normativamente determinata la specializzazione dellautonomia contrattuale nel potere di autodeterminazione contenutistica dell professionista e nel potere di scelta ...
sito in difesa dellaborto di primo trimestre come elemento irrinunciabile e sacrosanto della libertà e della salute piscofisica della persona di sesso femminile, in un periodo in cui, a causa del predominio dellideologia cattolica, unita ad istanze di politica demografica di tipo fascista e del ritorno di una concezione mistico-sentimentale dellembrione e della riproduzione umana, difendere laborto è diventato politicamente scorretto e culturalmente sconveniente.. ...
ti riscrivo dopo aver sentito, che la consulta di Bioetica, ha deciso che tu hai diritto allo stop delle cure. Sono Salvatore Crisafulli e sono stato in Coma ed in Stato Vegetativo Permanente per tanto tempo, per mesi ho vissuto in un incubo, vivevo nellorrore, i medici dicevano che non capivo nulla ma invece sentivo e capivo tutto. Oggi sono come te, non posso muovermi, parlo attraverso un computer, la mia condizione è sempre gravissima, sono imprigionato nel mio stesso corpo, mi sento come murato vivo, e vivo in un abisso, ma voglio vivere. Caro Welby rispetto la tua volontà, ma vorrei che tu cambiassi idea, decidendo di lottare fino alla fine, non chiedere la morte ma combatti per la vita. Sto soffrendo tantissimo per te, ma ti supplico di cambiare idea, perchè la vita è un bene prezioso, anche se si soffre. Non chiedere leutanasia, unisciti a noi per vivere meglio. Se avessimo unassistenza adeguata ad hoc, ed alleviando le sofferenze nostre e dei nostri familiari, sono convinto che ...
Foto). In tal senso, la circostanza che la Costituzione abbia disposto un catalogo definito di diritti e libertà impone alcune distinzioni e comporta alcune conseguenze: in primo luogo tra diritti costituzionali e diritti previsti dalla legge; entrambi coprono lintero comportamento umano e lo qualificano giuridicamente, ma non tutte le situazioni di diritto hanno una copertura costituzionale. In secondo luogo, mentre lordine legale è sottoposto al vincolo della completezza e, attraverso i procedimenti di analogia, si pone come privo di lacune, il sistema costituzionale dei diritti, basandosi sulla tipicità, per un verso, non è interpretabile analogicamente come le norme della legislazione, dal momento che si distingue ciò che è rilevante costituzionalmente, da ciò che non lo è, e, per laltro, conduce ad escludere ogni interpretazione delle singole disposizioni costituzionali al di fuori delle fattispecie ad esse puntualmente riconducibili.. In definitiva, perciò, secondo ...
Questo servizio è indirizzato unicamente a quei giovani, cresciuti nelle Comunità educative della Fondazione Martinetti Lega del Bene, che raggiunta la maggiore età necessitano di essere accompagnati verso lautonomia adulta.. Attualmente, anche nellambito della progettazione sociale, si sta delineando lurgenza di formulare soluzioni ex novo per quei giovani, vissuti nelle Comunità educative, che raggiungono la maggiore età, ma che necessitano di completare il percorso verso lautonomia, anche lavorativa e abitativa, in situazione protetta: una delle proposte è quella dellaffidamento familiare di giovani dai 18 ai 21 anni.. La Fondazione ha scelto, come risposta, la via degli "appartamenti per giovani adulti" (previsti dalla legislazione vigente come "Alloggi per lautonomia"): si tratta di unità abitative autonome dove i ragazzi/e "prendono in mano a poco a poco la loro vita", imparando a gestire una casa e a organizzare il proprio tempo siano essi studenti e/o lavoratori, contando ...
A rappresentare il Comitato referendario Belluno Autonoma Dolomiti Regione, forte delle sue 19mila firme per lautonomia (come quella di Trento e Bolzano, per capirci), raccolte indifferentemente nellelettorato di centrodestra e centrosinistra, cerano Adolfo Bortoluzzi e Tomaso Pettazzi. Che hanno fatto appello ad uno sforzo comune delle componenti autonomiste, per il bene stesso dei bellunesi. Paolo Bampo, commissario straordinario del Pab (Provincia autonoma Belluno) intervenuto con Massimo Vidori, ha sottolineato lesigenza di fissare alcuni punti di convergenza, «limportante è che si faccia» ha detto. Per il Patto per Belluno cera Celeste Balcon, cauto, ma anche lui possibilista, per questo percorso di avvicinamento di forze maggiormente interessate allautonomia. Insieme a Balcon cerano anche Piero Balzan e Luigi Iannotta.. ...
Sì, credo sia una forma di discriminazione, anzi probabilmente la più estrema, in quanto riguarda lamore e la sessualità, ossia le dimensioni del vivere umano che toccano più in profondità la nostra essenza. L"assistenza sessuale" ha motivo di esistere se si postula - come fanno del resto i promotori - che i disabili abbiano diritto ad accedervi in quanto impossibilitati ad avere incontri sessuali con persone che li desiderino: nessuno può desiderare un disabile, ergo possono avere rapporti solo con chi si presta per professione. Al contrario, come spiego nel libro, già senza interventi specifici per agevolare la crescita sentimentale ed erotica delle persone con disabilità, si riscontra un fiorire di relazioni intime anche in chi ha un handicap estremamente grave. Con interventi rivolti ad incrementare linclusione sociale e a migliorare il modo di relazionarsi con se stessi e con gli altri e vivere il proprio corpo, ritengo che si possano sviluppare le potenzialità di cui ogni ...
Nel cantone di Kobanê nel Rojava, sono in corso i preparativi per una dichiarazione ufficiale di Governo Autonomo Democratico prevista il 27 gennaio e il cantone di Afrin dichiarerà il 29 gennaio.. Kobanê è uno dei tre cantoni del Rojava. Il cantone di Cizirê si è già dichiarato autonomo la scorsa settimana, il 21 gennaio. Tutti e tre i cantoni avranno un proprio Consiglio Legislativo e un governo composto da 22 ministri.. La decisione di dichiarare lautonomia il prossimo lunedì è stata presa in un incontro del Consiglio Legislativo per lAutonomia Democratica del cantone di Kobanê. Il Consiglio che si è incontrato per valutare i progressi del progetto di governo autonomo fatti fino ad ora, hanno assunto la decisione oggi. La sessione di oggi, alla quale hanno partecipato 61 delegati, è iniziata con un minuto di silenzio per ricordare coloro che sono stati uccisi nella lotta per costruire lautonomia nel Rojava.. Anche se la sessione si è svolta a porte chiuse per la stampa, è ...
Un appartamento protetto (o casa famiglia) ospiterà per sei mesi ciascuno due gruppi di 4 ragazzi e 4 ragazze disabili con un buon livello di autosufficienza per fargli sperimentare la vita in autonomia rispetto alle certezze e abitudini familiari. Si tratta di una sperimentazione fatta in accordo con il Co&So e la Regione Toscana per individuare un modello residenziale a bassa intensità assistenziale, in grado di contenere i costi di gestione e garantire qualità della vita.. Una soluzione di tipo residenziale che può essere utilizzata sia per il "Durante" che per il "Dopo di Noi", consentendo alle persone con disabilità di vivere in autonomia e ai genitori di vivere con più serenità il momento in cui inevitabilmente si verificherà il distacco.. Progetto "Autonomia possibile" Coeso-ilSole. ...
Nel corso dellanno è bene avere occasioni di svago per evadere dalla routine quotidiana. I week end dellautonomia rispondono a questo obiettivo, ma hanno anche una finalità didattica: abituare chi vi partecipa ad autogestirsi la giornata lontano dalle sicurezze della vita familiare. Pernottare fuori, in questo senso, aiuta a sperimentare concretamente lidea di autonomia, e consente di avviare in modo non traumatico un percorso che prima o poi, quasi inevitabilmente, porterà alluscita dallambiente familiare.. Organizzati periodicamente nel corso dellanno, i week end dellautonomia prevedono due o tre giorni fuoricasa in strutture ricettive o appartamenti che si trovano in provincia o in giro per lItalia. Vi partecipano gruppi di 4/6 ragazzi con due o tre operatori.. Informazioni di contatto: ...
Autonomia e contributi Il denaro può essere entrambe le cose: Difficile parlarne Importante per aiutarci a realizzare la nostra Visione
Forum - Autonomia. Autonomia: Norme. Contratto. Riforme Sperimentazione Programmi Riforme On Line a cura di Giancarlo Cerini Didattica a cura di Umberto Tenuta. Attivit Scolastica a cura di Gianfranco Purpi L autonomia scolastica ...
La presente simulazione è stata realizzata sulla base delle specifiche raccolte sul tavolo ER del Focus Group IRIS coordinato dallUniversità di Modena e Reggio Emilia e delle regole riportate nel DM 598/2018 e allegata Tabella A. Cineca, lUniversità di Modena e Reggio Emilia e il Focus Group IRIS non si assumono alcuna responsabilità in merito alluso che il diretto interessato o terzi faranno della simulazione. Si specifica inoltre che la simulazione contiene calcoli effettuati con dati e algoritmi di pubblico dominio e deve quindi essere considerata come un mero ausilio al calcolo svolgibile manualmente o con strumenti equivalenti ...
Appello della Presidente della Confederazione Doris Leuthard Questanno la Giornata internazionale delle persone con disabilità è dedicata al tema Lavoro - Reddito - Autodeterminazione. La scelta del motto non è casuale: lavoro, autosostentamento e autodeterminazione sono infatti correlati tra loro....
Dalla bandiera al governo delle istituzioni: come si fa?. Quando si dice il caso. Sbaglio giorno e alla Casa della Cultura di Milano, invece che il libro di un giornalista amico di un amico, presentano il volume "Il riformismo mancato: Milano e lItalia dal dopoguerra a Tangentopoli" (Bollati Boringhieri) del sociologo Marino Livolsi. Capisco lerrore ma mi basta poco per comprendere che è meglio restare perché il dibattito si profila interessante: insieme al libro già citato, se ne presenta anche un altro, "Compagno del secolo scorso" (Bompiani), lautobiografia politica dellex europarlamentare comunista Gianni Cervetti. I sei relatori si presentano uno dopo laltro e sono protagonisti di rilievo della scena culturale e sindacale della Milano tra gli anni sessanta e novanta. Non ne conosco nessuno, tranne uno: lex sindaco ed ex ministro Carlo Tognoli. Mi siedo e ascolto.. Il dibattito è in realtà una lezione di storia impartita da chi quegli anni li ha vissuti da protagonista, e al ...
E dal momento che è stato rilevato come il modo in cui i pazienti presentano le opzioni terapeutiche influenzi grandemente la volontà del paziente sulle proprie cure future, cè da ritenere quanto meno azzardata lidea che lidea che alla fine costui possa davvero autodeterminarsi sottoscrivendo il biotestamento. Ma poniamo pure che il paziente sia davvero libero, incredibilmente estraneo ad ogni influenza e presenti una stabilità di preferenze terapeutiche stabile negli anni - eleviamoci cioè al mondo delle ipotesi meno probabili -, e la sua volontà sia quella di essere lasciato morire: perché in quel caso le Dat sarebbero da rigettare? Semplice: perché il compito del medico non è togliere la vita, ma - ove purtroppo la guarigione da una condizione fosse impossibile - alleviare il più possibile le sofferenze, anche a costo di accorciare lesistenza ma sopprimendola deliberatamente. Perché sarebbe omicidio, un crimine cui nessuno può essere autorizzato. Anche se supplicato ...
Ho accettato volentieri linvito del Centro Studi Dialogo a partecipare a questa serie di conversazioni. Torno su temi di cui discuto e scrivo da anni, na... ...
Dovrebbe essere sempre possibile modificare i confini dello Stato, qualora fosse chiaramente espresso il volere degli abitanti...
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.OkLeggi di più ...
Se ad anni di distanza si è pronti ad annunciare limminente messa online della quarta stagione, si può tranquillamente parlare di un successo che nel corso del tempo ha contribuito a fornire un valido supporto alle nuove generazioni. A rendere il tutto ancor più importante è come si sia dinnanzi ad una produzione amatoriale, in quel clima in cui cè chi sceglie di dedicare il proprio tempo per cercare di offrire un futuro e una vita più felice agli altri ...
E disponibile la ristampa di - "Sardegna, anarchismo e lotta di liberazione nazionale" con nuova introduzione e in appendice "Autodeterminazione come rivolta permanente: contro lautodeterminazione come diritto" - di Costantino Cavalleri. Editziones Arkiviu Bibrioteka "T. Serra" Guasila ...
Forse perché come dice Massai nel suo ultimo contributo a QS, oggi cè da definire un nuovo genere di operatore, medico e infermiere, un operatore che come dice Cavicchi (I mondi possibili della programmazione sanitaria, Mc Graw Hill,2013) oggi svolge compiti e che pertanto definisce"compitieri" "mentre invece dovrebbe essere "autore" ed aggiunge che "in sanità è ormai necessario pensare a unorganizzazione del lavoro interconnessionale nella quale le principali funzioni di coordinamento sono automaticamente e oggettivamente infermieristiche". Le nostre organizzazioni caratterizzate da processi frammentati, assegnati ad un professionista o nucleo, cellula o linea dove però lequipe dedicata non ha alcuna autonomia decisionale, ma la responsabilità di applicare correttamente il sistema prestabilito. In questa parcellizzazione in blocchi sempre più piccoli e sempre più specifici si crea un ambiente nel quale il sanitario si trova compresso e continua inevitabilmente a lavorare per compiti. ...
La funzione approvvigionamenti Gli approvvigionamenti Gli acquisti Gli approvvigionamenti Definizione Rilevanza nel processo decisionale Orientamento di fondo linsieme delle attività volte alla stipula dei contratti per la fornitura dei beni/servizi necessari allimpresa compiti operativi (anche se gli importi trattati possono essere anche molto ingenti) e contenuta autonomia decisionale orientamento di breve periodo, con un atteggiamento
Due sentenze ed un principio condiviso: Doctor first. Pur continuando a parlare di aziendalizzazione, non bisogna dimenticare la necessità/obbligo della cura al paziente. Nellambito di politiche di razionalizzazione della spesa farmaceutica, deve comunque essere conservato il principio dellautonomia decisionale del medico, nella prescrizione di un farmaco, sotto il profilo dellappropriatezza terapeutica. Così come viene condivisa la facoltà di indirizzare, da parte delle Regioni attraverso le Commissioni Terapeutiche Regionali - CTR, verso determinati .... Continua la lettura → ...
Salerno potrà lavorare come non hanno potuto fare serenamente i suoi pur bravi predecessori? Foschi e Faggiano sono degli eccellenti professionisti, ma sono andati via a causa della poca autonomia decisionale, Zamparini deve imparare la lezione e lasciar fare al nuovo dirigente. A Salerno toccherà poi il compito di convincere calciatori e agenti che qualcosa è cambiato e farlo in fretta, perché il mercato finisce tra due settimane e le lacune da colmare sono molte (due difensori, uno/due centrocampisti e un attaccante). A convincere i tifosi che cè ancora speranza ci penserà Corini che ha un appeal straordinario sul pubblico rosanero. Finora non è riuscito a fare miracoli a livello di risultati, ma la gente di Palermo lo segue e la sua permanenza in panchina rappresenta una garanzia di impegno a cui oggi non si può assolutamente rinunciare.. Un primo risultato Salerno è riuscito a ottenerlo, risparmiando alla piazza un esonero poco gradito. Un piccolo grande "colpo" a cui però ...
Le informazioni riportate in questo sito hanno carattere puramente informativo e divulgativo ed in nessun caso sono intese a sostituirsi ai consigli del proprio medico di fiducia. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti, sono assunte in piena autonomia decisionale ed a proprio rischio. ...
vanti. realt industriali a testimoniare il consistente lavoro svolto dal Gruppo nella tutela del business della lubrificazione nel corso degli ultimi anni . Il Gail, a oggi, rappresenta 31 aziende operanti in Italia di differenti caratteristiche (nazionali, multinazionali, ecc . ) e dimensioni, che com - plessivamente contano circa 1500 addetti e un fatturato di oltre 1 miliardo di euro . L eteroge - neit nella composizione degli Associati, la tra - dizione legata ai servizi mirati per le aziende del settore e l autonomia decisionale, testimo - niano che ormai il Gail pu essere considerato il punto di riferimento italiano per il settore e il luogo ideale in cui tutti gli operatori si incon - trano per confrontarsi e discutere in merito alle problematiche comuni . Come ogni anno, stato organizzato, nell ambito dell Assemblea annuale tenutasi il 26 marzo 2003, un incontro aperto a tutti gli operatori del settore . L evento, che ha visto un ampia e qualificata partecipazione, stato un momento molto ...
Le informazioni riportate in questo sito hanno carattere puramente informativo e divulgativo ed in nessun caso sono intese a sostituirsi ai consigli del proprio medico di fiducia. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti, sono assunte in piena autonomia decisionale ed a proprio rischio. ...
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informaz5ioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo. Non sostituiscono la consulenza medica. Direttore responsabile: Marco Tarantola.Reg. Tribunale di Monza n° 1556 del 18 dicembre 2001. ...
Nasceranno ufficialmente anche sulla zona jonica i Circoli della Giovane Italia - dichiara Carmelo Spadaro - che è il movimento giovanile più grande dItalia. Continueremo a portare tutti nel cuore lesperienza di Azione Giovani che in 12 anni di militanza ci ha visti protagonisti di numerose iniziative e protagonisti di un nuovo modo di fare politica, dove i giovani hanno sempre avuto la loro autonomia decisionale ...
Altro aspetto non secondario della crisi in comune è rappresentato delle prese di posizione del consigliere comunale Ferreri (Udc) compagine che sostiene lamministrazione. A Ferreri però non sono piaciute le dichiarazioni del sindaco in merito al fatto "che si sarebbero perse 5 ore in consiglio": Ferreri rivendica lorgoglio dellessere consigliere comunale che cerca di svolgere al meglio le sue funzioni trovando le dichiarazioni del sindaco poco rispettose della funzione. Non solo ma il consigliere dice che dora in poi sarà disponibile al confronto solo a determinate condizioni rivendicando maggiore autonomia decisionale. (Provincia ...
I prodotti commercializzati sul sito Protivit® OnLine sono prodotti alimentari ad alto contenuto di proteine, aventi esclusivamente le caratteristiche di efficacia descritte nelle rispettive etichette. Quanto riportato sul sito ha scopo puramente divulgativo, non sostituisce in alcun modo la consulenza medica e non intende assegnare al prodotto proprietà atte a prevenire o curare malattie o comunque attribuire effetti che questo prodotto, come tale, non può avere. Eventuali decisioni che dovessero essere prese sulla base delle informazioni riportate su questo sito sono assunte in piena autonomia decisionale del Cliente/Utilizzatore e a suo esclusivo rischio ...
Il decalogo Gartner delle tecnologie a prova di futuro. La nuova intelligenza (artificiale) prevede una più ampia autonomia decisionale, delle macchine e delle persone insieme
ABRUZZO. Adesso che la Corte Costituzionale ha ridato alle regioni una certa autonomia decisionale sul nucleare, il presidente Chiodi si deve finalmente pronunc...
Il progetto SOSteniAMOci - finanziato da parte della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna - nasce dal desiderio della Cooperativa Sociale La Venenta di sostenere i percorsi progettuali verso lautonomia personale e professionale di persone in situazioni di svantaggio: anni di esperienza nellaccompagnamento al lavoro delle donne accolte presso le nostre strutture residenziali o nei nostri appartamenti, hanno dimostrato come sia indispensabile un servizio specialistico per favorire la graduale autonomia e lempowerment personale.. Per tale motivo e con il presente progetto, la Cooperativa sociale La Venenta onlus propone un servizio che sia un punto di riferimento concreto, a supporto in particolare dei tirocini formativi promossi dai Servizi socio-sanitari o da altre fonti di finanziamento. Gli incontri, calendarizzati per tutta la durata del tirocinio, saranno utili, oltre che a monitorare landamento dellesperienza, anche per prevenire eventuali criticità ed elaborare, insieme alla ...
Beniamino Caravita (Foto: Imagoeconomica). Non è sufficiente un organismo come la conferenza Stato-regioni? «È uno strumento ormai datato - risponde il professore -, risale al 1998, prima che fosse approvata la riforma del Titolo V della Costituzione, ed è superato dalla normativa e dalla giurisprudenza costituzionale».. Ed ecco la questione-chiave, quella sollevata da Formigoni. Caravita non dice che la manovra è palesemente incostituzionale, tuttavia non può nemmeno escluderlo in partenza. Il punto chiave è il rispetto dellarticolo 119 della Costituzione, quello che assegna «autonomia finanziaria di entrata e di spesa» a comuni, province, regioni e città metropolitane.. «Bisogna rispettare il principio della congruenza tra risorse e funzioni - spiega Caravita -. Se i tagli ai trasferimenti impedissero agli enti locali di attuare le funzioni assegnate dai decreti Bassanini, ciò potrebbe mettere a repentaglio lattuazione dellautonomia fissata dal 119. Per ora è un timore, ...