Fasi dellazione farmacologica I Fase farmaceutica Farmaco disponibile per lassorbimento Disponibilità farmaceutica II Fase farmacocinetica Farmaco disponibile per lazione Disponibilità biologica Effetto III Fase farmacodinamica
Uninterazione farmacodinamica negativa determina una riduzione dellefficacia della terapia ed è quindi clinicamente dannosa, particolarmente in stati patologici gravi o in condizioni in cui lassenza dellopportuna terapia può avere serie conseguenze. Essa si verifica quando due farmaci sono antagonisti tra loro per uno stesso recettore. Ad esempio, si possono somministrare β-bloccanti insieme a β-stimolanti; i primi sono largamente usati nella terapia dellipertensione, dellangina pectoris e delle aritmie cardiache, mentre i secondi rilasciano la muscolatura bronchiale comportandosi da antiasmatici ...
Effetti positivi del caffè Il caffè ha una vera e propria azione farmacologica, tonica ed eccitante. Il suo effetto principale consiste nella stimolaz...
Effetti positivi del caffè Il caffè ha una vera e propria azione farmacologica, tonica ed eccitante. Il suo effetto principale consiste nella stimolaz...
Contenuto THC assente.. Questo prodotto rientra nella categoria dei prodotti cosmetici. Può essere applicato esclusivamente sulle superfici esterne del corpo. Non può intervenire direttamente sulle malattie, ma si limita a mantenere in buono stato, proteggere, pulire, profumare e modificare laspetto delle zone su cui è applicato. Non ha unazione farmacologica e non può avere come azione principale quella preventiva di una malattia. Tuttavia, aiuta a proteggere e mantenere in buono stato le zone in cui è applicato. ...
Carbuterolo (nella fase sperimentale conosciuto anche con la sigla SK&F 40383-A), è un composto simpaticomimetico a breve durata dazione, chimicamente correlato allisoprenalina (isoproterenolo), dotato di attività di tipo agonista selettiva sui recettori β2-adrenergici. Come farmaco viene utilizzato per ridurre il broncospasmo in alcune condizioni patologiche quali lasma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva. In Italia il medicinale, soggetto a prescrizione medica, è venduto dalla società farmaceutica Parke-Davis con il nome commerciale di Bronsecur nella forma farmacologica di compresse da 2 mg, destinate ad inalazioni tramite un apposito erogatore aerosol. Carbuterolo è una molecola adrenergica, un agonista selettivo dei recettori β2-adrenergici. Questi recettori risultano estremamente diffusi a livello della muscolatura bronchiale e la loro stimolazione da parte del farmaco determina un incremento dellAMP ciclico endocellulare. Laumento dellAMPc a sua volta comporta un ...
Tulobuterolo è un composto a breve durata dazione, con attività di tipo agonista selettivo sui recettori β2-adrenergici. Come farmaco viene utilizzato per ridurre il broncospasmo in alcune condizioni patologiche quali lasma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva. In questi disturbi della respirazione si assiste ad un marcato restringimento delle vie aeree che trasportano aria ai polmoni attraverso i bronchi e le loro ramificazioni più fini. Questo restringimento è secondario allo spasmo della muscolatura bronchiale ed allinfiammazione delle vie aeree. Tulobuterolo rilassa i muscoli lisci che circondano queste vie aeree, aumentandone così il diametro e facilitando il flusso di aria attraverso di esse. La molecola è stata commercializzata in Giappone da Hokuriku Seiyaku (una società controllata di Knoll-BASF Pharma) nella forma farmacologica di compresse per uso orale. Dalla collaborazione tra questa società farmaceutica e la giapponese Nitto Denko è nata una formulazione ...
La xantina è un composto eterociclico. I suoi derivati, le metilxantine (teobromina, caffeina e teofillina), contenuti anche nella cioccolata, sono i veri e propri responsabili della cosiddetta voglia di cioccolato. Attenzione, però, questi composti hanno anche azioni farmacologiche marcate. Scopriamo insieme quali ...
Una legge matematica, scoperta nel 1811 dal piemontese Amedeo Avogadro, permette di calcolare che già una diluizione alla 12ma centesimale (12CH) contiene 0,6022 molecole, vale a dire nessuna. Le diluizioni successive quindi diluiscono acqua con acqua. Effettivamente lomeopatia contrasta con tutte le basi molecolari della moderna farmacologia. Lazione farmacologica deriva dallinserirsi di una molecola come una chiave in una serratura della cellula, un recettore, dice Luigi Garlaschelli, ricercatore allUniversità di Pavia e membro del Cicap (Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sul paranormale). Senza molecola o senza recettore non si ha azione farmacologica. Se lomeopatia dovesse funzionare sarebbe quindi grazie a qualche principio ancora sconosciuto. Se non cè effetto farmacologico, allora su cosa si basano i successi dellomeopatia? Sulleffetto placebo, che gioca un ruolo importante anche nella medicina tradizionale.. SISTEMA PERCETTIVO DEI DOLORI E SISTEMA INIBITORE ...