Tomografia a raggi X usando un algoritmo del computer di ricostruire l'immagine.
Il segmento del grosso intestino tra il colon ascendente e discende colon. Passa dal vero flessura colica attraverso il suo forte, allora si gira a sinistra flessura del colon verso il colon discendente.
Un computer in ambito medico è un dispositivo elettronico programmabile che può eseguire operazioni logiche, elaborare, archiviare e recuperare dati, utilizzato per supportare attività cliniche, di ricerca e amministrative.
Radiografia image-detecting dispositivi che fare con un obiettivo strutture immagine del corpo in un determinato aereo dal quale le immagini più complesse sono calcolate.
Tipi di tecnologia tomografia computerizzata a spirale in cui diverse fette di dati siano acquisiti simultaneamente migliorare la risoluzione di unica incisione acquisizione tecnologia.
Il processo di creare immagini tridimensionale, photographic in forma elettronica o altri metodi. Per esempio, le immagini tridimensionali possono essere inventate radunando tomographic immagini multiple con l'aiuto di un computer, mentre immagini 3D fotografica (olografia) può essere fatta da esporre film ai pattern di interferenza creato quando due fonti di luce laser con un oggetto.
Una tecnica di diagnostica per immagini usando composti marcato con radionuclidi positron-emitting di breve durata (quali carbon-11, nitrogen-13, oxygen-15 e fluorine-18) per misurare il metabolismo cellulare. E 'stato utile nello studio di coni tessuti, come un cancro; CARDIOVASCULAR SISTEMA; e cervello. Single-Photon Ad Emissione positroni è strettamente collegata alla tomografia ad emissione di positroni, ma usa isotopi con emivite più lunghe e risoluzione è più bassa.
Penetrante emesso radiazioni elettromagnetiche quando il cappuccio interno dell'orbita elettroni di un atomo e 'entusiasta e rilascia energia radiante. Radiografia alle lunghezze d'onda intervallo da 1 a 10 nm. Difficile lastre sono la più alta energia, piu' breve lunghezza d'onda radiografie. Raggi X o raggi Grenz sono meno energico e più in lunghezza d'onda. Il breve lunghezza d'onda fine della radiografia spettro si sovrapponeva al GAMMA lunghezza d'onda piu 'in alto. La distinzione tra i raggi gamma e i raggi X si basa sulla loro fonte di radiazioni.
Un metodo per la tomografia computerizzata che usa radionuclidi che emettono un fotone di un dato energia, la telecamera è ruotati 180 o 360 gradi attorno il paziente per catturare immagini di molteplici posizione lungo l'arco... il computer e 'usato per ricostruire il transassiale, coronale e sagittale immagini della distribuzione tridimensionale di radionuclidi in l'organo. I vantaggi di SPECT sono che può essere utilizzato per osservare biochimici e processi fisiologici, nonché dimensione ed il volume dell'organo. Lo svantaggio è che, a differenza positron-emission positroni dove il positron-electron annientamento determina l' emissione di fotoni 2 a 180 gradi, richiede SPECT collimation fisica raccolga i fotoni che provoca la perdita di molti disponibili fotoni e quindi si degrada l'immagine.
Metodo non invasivo di anatomia interna basata sul principio che nuclei atomici nel un forte campo magnetico impulsi di assorbire l'energia e li emettono onde radio che può essere ricostruito in immagini computerizzate. Il concetto include protone giro tomographic tecniche.
Metodi di diagnostica per immagini che determina le immagini di oggetti affilati scelto localizzato su un aereo e immagini offuscate localizzato sopra o sotto l'aereo.
Sviluppando procedure efficaci per valutare i risultati o conseguenze di gestione e delle procedure di nella lotta al fine di determinare l ’ efficacia, l ’ efficacia, sicurezza e di investimento di questi interventi in casi individuali o serie.
La cerimonia di radiografie alla materia soprattutto cristalli, di intensità di variazione per colpa delle interferenze. Analisi della struttura del cristallo di materiali è eseguito emettendo raggi attraverso e registrare l 'immagine della diffrazione dei raggi, (cristallografia ai raggi x) (dal dizionario delle McGraw-Hill scientifico e tecnico Voglia, 4th Ed)
Una tecnica di bidimensionale ad inserire immagini in un computer e l 'analizzare le immagini in qualcosa che e' piu 'utile per gli umani osservatore.
Studi hanno usato per testare etiologic ipotesi in cui inferenze su una esposizione di presunta fattori sono derivati dai dati in merito alle caratteristiche delle persone sotto studio o ad eventi o esperienze nel loro passato. La caratteristica fondamentale è che alcuni dei soggetti sotto studio hanno esito la malattia o di interesse e loro sono confrontati con quelli di inalterata persone.
Tumore o cancro della pleura.
Una tecnica di diagnostica per immagini usando LASERS utilizzato per la mappatura della superficie riflettente. Quando un sito nel campione è allo stesso sentiero ottica a coerenza di lunghezza (specchio) come riferimento, il detector osserva interferenza extra.
Lo studio della struttura del cristallo usando tecniche di diffrazione dei raggi x. (McGraw-Hill scientifico e tecnico Dictionary of Voglia, 4th Ed)
Riproducibilità Dei misure statistiche (spesso in un contesto clinico), incluso il controllo di strumenti e tecniche per ottenere risultati riproducibile. Il concetto include riproducibilità Dei misurazioni fisiologiche, che può essere utilizzato per valutare la probabilità di sviluppare regole o prognosi, o dalla risposta agli stimoli; riproducibilità Dei verificarsi di una condizione; e risultati sperimentali riproducibilità Dei.
Informatizzato rappresentazione di sistemi fisici e fenomeni quali processi chimici.
Classificazione binario misure per valutare i risultati del test di sensibilità o ricordare la percentuale di vero positivi. Specificità è la probabilità di correttamente determinare l 'assenza di una condizione. (Di Ieri, dizionario di Epidemiologia, secondo Ed)
Le emissioni di positroni usando radioattivo iniettato radionuclidi e usa algoritmi computerizzati a ricostruire un'immagine.
Studi in cui individui o popolazioni hanno seguito per valutare il risultato di esposizioni procedure, o gli effetti di una caratteristica, ad esempio, il verificarsi di malattia.
Dove c'è la tomografia computerizzata a raggi X continua l ’ esposizione dei pazienti mentre lo portavano in una spirale o elicoidale schema per il raggio di radiazioni. Questo è migliorato il contrasto e risoluzione spaziale tridimensionale rispetto alla tomografia computerizzata convenzionali, qualora i dati e si ottiene da singole esposizioni sequenziali.
La parte del sistema nervoso centrale e 'all'interno del cranio). (Cranio derivante dalla neurale TUBO, l'azione cervello è composto da tre parti principali PROSENCEPHALON (inclusa la parte anteriore del cervello); MESENCEPHALON (mesencefalo); e (RHOMBENCEPHALON hindbrain). Il cervello è costituito da un cervello, nel cervelletto e altre strutture nel cervello STEM.
Osservazione di un popolo per un numero sufficiente di persone un sufficiente numero di anni per generare incidenza o tassi di mortalita 'dopo la selezione del gruppo di studio.
Proiezione di near-IR luce (INFRARED piu 'in alto 700-1000 nm) nella regione, attraverso un oggetto in parallelo travi per raggiungere una serie di sensibile photodetectors. Questo è ripetuta in varie angolazioni e fornisce una ricostruzione tridimensionale di fazzolettini. IMAGING medicina basata sulle rispettive trasparenza di tessuti a quest'analisi, è stato utilizzato per monitorare ossigenazione locale, il cervello e articolazioni.
Modalità tomografia computerizzata che usano un cono o pyramid-shaped raggio di radiazioni.
Questo atteggiamento e comportamento associato a un individuo usando il computer.
Un tomographic tecnica per ottenere immagini tridimensionale di trasmissione microscopia elettronica.
Varie quote o macchine che operano in combinazione o in associazione con un computer, ma non fisicamente. Dispositivi periferico di solito mostra i dati del computer, i dati dal computer e trasferire i dati al computer, preparati per uso umano, o acquisire dati da una fonte e trasformarlo in un formato utilizzabile da un computer. (Computer) 4 Dictionary, Ed.
Tomografia a raggi X usando la trasmissione.
Familiarità di usare i computer in modo efficiente.
Il mezzo della spettrometria di fluorescenza lastre, ossia i raggi emessi dopo bombardando problema particelle ad alta energia come i protoni, elettroni; o di radiografie. Identificazione di GIURIDICI da questa tecnica si basa sul tipo particolare di raggi X emesso che sono parte del problema nel materiale stata analizzata. Le radiografie sono distinti e / o quantificato da ciascuna dispersive lunghezza d'onda o energia dispersive metodi.
Il composto viene somministrato mediante iniezione endovenosa da fare per la valutazione di positron-emission tomografia cerebrale e infarto del metabolismo del glucosio in vari stati patologici incluso fisiologico o ictus o ischemia miocardica. E lavora anche per il rilevamento di tumori maligni, compresi quelli del cervello, fegato e tiroide. (Dal Martindale, La Farmacopea Extra, trentesimo Ed, p1162)
Systems composed of un computer o computer, attrezzature periferico, quali dischetti, stampanti, e i terminali e telecomunicazioni capacita '.
Un tipo di microcomputer, chiamato anche un assistente personale digitale, e 'molto piccolo e maneggevole ed integrando una mano. Sono facile da usare negli altri campi veloce e situazioni di gestione dei dati, di solito richiedono l'aggancio con microcomputer aggiornamenti.
La formazione di sostanze cristallina o si scioglie. (McGraw-Hill scientifico e tecnico Dictionary of Voglia, 4th Ed)
Tomografia computerizzata a raggi X con risoluzione del micrometri.
Processo di insegnare a una persona che interagiscono e comunicano con un computer.
Input / output apparecchi progettati per ricevere i dati in un ambiente associato al lavoro, e capace di trasmettere le voci da, e di uscita dal, il sistema di cui è una parte. (Computer) 4 Dictionary, Ed.
Una procedura consistente in una sequenza di formule algebrica e / o a passi logici di calcolare o stabilire una data.
Sequenziale l programmi e dati che istruire il funzionamento di un computer digitale.
Sistemi o reti di computer progettato per fornire informazioni interpretativa radiologica.
Dispositivi di portando i protoni, elettroni in orbite dove la forza del campo magnetico accelerando voltaggio e variabile (il accelerando voltaggio e 'tenuto costante di elettroni) al fine di mantenere l'orbita raggio costante.
Modelli utilizzati sperimentalmente o teoricamente a studiare, molecolare delle proprieta ', o interazioni di natura analoga; include molecole di grafica computerizzata, e meccanica strutture.
Dispositivi o oggetti in varie tecniche usate per visualizzare immagini o aumentare la visualizzazione simulando condizioni riscontrabili nella procedura. Fantasmi sono usati molto spesso nelle procedure utilizzare o x-irradiation o materiale radioattivo per valutare le prestazioni. Fantasmi spesso hanno proprietà simili a tessuti umani. Acqua dimostra assorbendo farmacocinetiche simili a tessuti normali, quindi quelli riempiti d'acqua fantasmi sono utilizzati per mappare i livelli di radiazioni. Fantasmi sono utilizzati anche come insegnare l'AIDS a simulare condizioni reali con raggi X o macchine ultrasonica. (Dal dizionario e Iturralde, manuale di Medicina Nucleare di Imaging, 1990)
Schermi che assorbire l'energia per i raggi-x raggio che ha penetrato il paziente e converte questa energia in una leggera tendenza, che ha quasi possibile le stesse informazioni dell'originale radiografia trave. Piu 'luce uno schermo produce per il contributo di x-radiation, meno dell ’ esposizione a raggi X e quindi il tempo di esposizione più breve necessari per esporre la pellicola. Nella maggior parte film-screen sistemi, il film e' chiusa tra due schermi in una cassetta in modo che l ’ emulsione su ogni lato è esposto alla luce dal suo compito mio schermo.
Il miglioramento della qualità di una radiografia immagine mediante un intensificando schermo, metropolitana, o filtro e da tecniche di trattamento l ’ esposizione ottimale digitale metodi sono spesso impiegati.
Computer in che quantita 'e' rappresentato da variabili fisiche, problema parametri sono tradotti in equivalenti meccaniche o i circuiti elettrici come analogia per il fenomeno fisico sotto inchiesta. (McGraw-Hill scientifico e tecnico Dictionary of Voglia, 4th Ed)
L ’ applicazione di programmi creati per aiutare il medico diagnostico nel risolvere un problema.
Visualizzazione a raggi X del torace e gli organi del torace, e non si limita a visualizzazione dei polmoni.
Analisi dell'energia assorbita su una gamma di lunghezze d'onda radiografia energie / per determinare la struttura chimica ed elettronica stati del assorbendo medium.
In proiezione e test diagnostici, la probabilità che una persona con un test positivo e 'una vera positivo (ossia ha la malattia) è definito come il valore predittivo di un test positivo, che il valore predittivo di un test negativo e' la probabilita 'che la persona con un test negativo non ha valore predittivo della malattia, e' imparentato con la sensibilità e specificità del test.
Elementi di intervalli di tempo limitato, contribuendo in particolare i risultati o situazioni.
Ogni visualizzazione di modelli strutturali o funzionale degli organi e tessuti per valutazione diagnostica. Include misurare risposte fisiologiche e metabolici stimoli fisici e chimici, nonché ultramicroscopy.
Il processo di servie'io comunicazione tra umani e computer, nel quale il computer input ed output hanno diagrammi, disegni, o altri appropriati rappresentazione pittorico.
L ’ uso dell ’ associazione di tecniche per immagini o piattaforme scannerizzare (ad esempio, la risonanza e PET) su aspetti di laser, funzionale o anatomica molecolari metodi.
Instabile isotopi di fluoro quella decadenza o disintegrarsi emetta radiazioni. F atomi con un peso atomico 17, 18, e 20-22 sono radioattivi fluoro isotopi.
Metodi di creare macchine e dispositivi.
Un sistema contenente la combinazione di computer, computer, stampanti, audio o display visivo, o telefoni connessi da impianti di telecomunicazioni o cavi: Usato per trasmettere o ricevere informazioni. (Random House Unabridged Dictionary, secondo Ed)
La quantità di radiazioni energia che sono depositati in una unità di massa di materiale, come i tessuti di piante o animali. Radiazioni radioterapia, il dosaggio viene espresso in grigio unità (Gy). In salute radioattivo, il dosaggio viene espresso per il prodotto delle dose assorbita (Gy) e la qualità le colonie granulocitarie (una funzione di trasferimento di energia), e si chiama dose di radiazioni equivalente in Sievert unità (Sv).
Attivi utilizzati in modo aumentata visualizzazione di tessuti.
La caratteristica forma tridimensionale di una proteina, incluso il secondario, supersecondary (motivi), la terza quaternaria (dominio) e struttura della catena peptidica. Proteine quaternaria descrive la struttura, conferma assumed by multimeric proteine (aggregati di più di una catena polipeptidica).
Esame di tutte le parti del corpo per ragioni diagnostiche mediante lastre o GAMMA piu 'in alto, registrazione delle immagini su una superficie sensibile... (come la pellicola fotografica).
Visualizzazione radiografica del corpo tra il torace e il bacino, cioè tra la cavita 'peritoneale.
Rappresentazioni teorico che simula il comportamento o dell 'attività degli processi biologici o malattie. Le cellule come modelli per le malattie in animali viventi, malattia modella, animale e' disponibile. Modello biologico includono l ’ uso di equazioni matematiche, computer e altre apparecchiature elettroniche.
Tridimensionale tomografica calcolato con la dimensione del Tempo, seguire movimenti durante una risonanza.
Il diversivo di radiazione elettromagnetica termica (o) nucleare dal suo percorso originale come risultato di interazioni o collisioni di atomi, molecole, ovvero particelle più grandi nell'atmosfera o su altri mezzi. (McGraw-Hill Dictionary of Voglia scientifico e tecnico, sesto Ed)
Il fallimento dall'osservatore, per misurare accuratamente o identificare un fenomeno che provoca un errore. Fonti per questo può essere dovuto l'Osservatore e 'scomparsa un'anomalia, o ad un test con la tecnica non corretta o di errata interpretazione dei dati. Due varianti sono inter-observer variazione (la quantità osservatori variano da qualcun altro quando seguire lo stesso materiale) e variazioni intra-observer (la quantità varia da un osservatore osservazioni nella segnalazione di piu' di una volta lo stesso materiale).
Un trattamento farmacologico, riguardante l 'utilizzo di quantità di radiografie.
Patologico deposizione di sali di calcio nei tessuti.
Un auto apprendenti tecnica, di solito online, che hanno coinvolto interazione degli studenti con programmato materiale didattico.
Piccolo computer che perdono la velocita ', come nell'istruzione, la capacità della memoria, capacità del computer normale ma di solito mantiene la sua flessibilità programmabile. Sono piu' grande, veloce e più flessibile, potenti e costoso del microcomputer.
L ’ uso di computer per progettare e / o nella produzione di qualsiasi cosa, compreso droga, interventi chirurgici plantari, e delle protesi.
Per un raggio di radiazioni elettromagnetiche o acustico, o particelle, piccoli angoli da particelle o cavità le cui dimensioni siano tante volte grande quanto la lunghezza d'onda della radiazione o i De Broglie le lunghezze d'onda di particelle. So anche come basso scattering. (McGraw-Hill Dictionary of Voglia scientifico e tecnico, sesto Ed piccolo angolo scattering (SAS) tecniche, piccolo angolo di neutroni, raggi X (sans) (SAXS), e luce (salvadoregni non vanno molto d'accordo, o solo LS) scattering, vengono usati per identificare gli oggetti su un microscopico.
Procedure chirurgiche condotti con l'aiuto del computer. Questo è più frequente in ortopedia e chirurgia laparoscopica per impianto posizionamento e guida. Image-Guided intervento strumento interattivo combina prima TAC o risonanza immagini con video in tempo reale.
Il miglioramento della qualità di un quadro di tecniche diverse, inclusa elaborazione dei computer, digitale filtrando, ecocardiografica tecniche, luce e ultrastructural microscopia A spettrometria di fluorescenza microscopio, e la scintigrafia elaborazione d'immagine, ed in vitro a livello molecolare.
Studi per determinare i pro e di investimento, o capacita 'di compiere un piano, studiare o progetto.
Una causa di una procedura che è causato dalla procedura di sé stessa e non dal soggetto stata analizzata. Comune esempi includono strutture istologica introdotta da i tessuti, anomalie radiografiche immagini di strutture che non sono naturalmente presente in tessuto vivente, e prodotti di reazioni chimiche che si verificano durante l'analisi.
Un ovale area nella retina, da 3 a 5 mm di diametro, luogo solitamente temporale palo sulla parte posteriore dell ’ occhio e leggermente sotto il livello del disco ottico. E 'caratterizzato dalla presenza di un pigmento giallo diffusely avvolge il cappuccio interno strati, contiene la fovea centralis nel suo centro, e da' la migliore phototropic acutezza visiva. È priva di vasi sanguigni della retina, tranne che nel suo campo visivo, e riceve nutrimento dalla choriocapillaris della coroide. (Da Cline et al., Dictionary of Science, 4) Disturbi della vista.
Sulla base di anatomia descrittivo (IMAGING tridimensionale, l'immagine tridimensionale del corpo, organi, e strutture usando una serie di computer multiplane sezioni, elencati per trasversale, coronale e sagittale analisi. E 'essenziale per l ’ interpretazione esatta dal radiologo di tali tecniche che diagnosi ultrasonica MAGNETIC IMAGING e risonanza, tomografia computerizzata (tomografia computerizzata, raggi x) (dati Lane & Sharfaei, Modern Sectional Anatomy, 1992, Preface)
Radiografia del sistema vascolare del muscolo cardiaco dopo l ’ iniezione di un mezzo di contrasto.
Rappresentazione tridimensionale di mostrare strutture anatomiche, modelli può essere usato al posto dell ’ animale intatto o organismi per insegnare, pratica, a studiare.
La valutazione degli incidenti che coinvolgono la perdita di funzione del dispositivo. Queste valutazioni sono utilizzati per diversi usi tali da determinare la percentuale di fallimento, le cause di fallimenti, i costi di fallimenti, e l 'affidabilità e maintainability dei dispositivi.
Metodi e le procedure per la diagnosi di malattia degli occhi o di disturbi della vista.
Instabile isotopi di carbonio che rovina o disintegrarsi emetta radiazioni. C atomi con un peso atomico 10, 11, e 14-16 sono gli isotopi radioattivi del carbonio.
Insieme integrato di dati, procedure e strumenti per la conservazione, manipolazione, e al recupero di informazioni.
Instabile isotopi di ossigeno che rovina o disintegrarsi emetta radiazioni atomiche O'atomi con pesi 13, 14, 15, 19 e 20 sono radioattivi gli isotopi di ossigeno.
Le descrizioni di aminoacidi specifico, carboidrati o sequenze nucleotidiche apparse nella letteratura pubblicata e / o si depositano nello e mantenuto da banche dati come GenBank, EMBL (Laboratorio europeo di biologia molecolare), (Research Foundation, National Biomedical NBRF sequenza) o altri depositi.
La visualizzazione di dati in un sistema uomo-macchina. Un esempio è quando i dati si chiama dal computer e da trasmettere un catodo RAY TUBO esibizione o liquido la metanfetamina.
Elaborazione dati ampiamente performed by automatica.
Radiografia dell'albero bronchiale dopo l ’ iniezione di un mezzo di contrasto.
Microscopia elettronica che hanno coinvolto congelante dei campioni. Le immagini di frozen-hydrated molecole e organelli permessi la massima risoluzione piu 'vicino alla vita, priva di sostanza chimica fixatives o macchie.
Un film emulsione rivestito da una base per l'utilizzo con raggi x.
L'ordine di aminoacidi che si verifichi in una catena polipeptidica. Questo viene definito la struttura primaria di proteine, è molto importante nel determinare PROTEIN la conferma.
Rappresentazioni teorico che simula il comportamento o dell 'attività dei sistemi informativi, processi, o fenomeni e includono l ’ uso di equazioni matematiche, computer e altre apparecchiature elettroniche.
Processi patologici di infarto ARTERIES che potrebbe derivare da un'anomalia congenita, malattia aterosclerotica o non-atherosclerotic causa.
I computer la cui input, output e Stato transizioni sono eseguiti da interazioni biochimici e reazioni.
La circolazione del sangue attraverso il sangue VESSELS del cervello.
La caratteristica forma tridimensionale di una molecola.
Le componenti del macromolecule direttamente partecipare precisa combinazione con un'altra molecola.
L 'applicazione di scienza o tecnologia al campo di radiologia. Le domande in centro a raggi X o isotopi radioattivi per fini diagnostiche e terapeutiche ma le applicazioni di radiazioni o radioattivo nell' ambito della procedura è radioattivo tecnologia.
Radiografia proiezione di grandi gruppi di persone per malattie del cuore e polmonare tramite radiografia del torace.
Sistema informatico che permette ad esprimere un parere, la conservazione, display, recupero, e stampa di informazioni contenute in una cartella clinica del paziente.
Quella parte del nervo ottico visto in fondo con la ophthalmoscope. Si è formato dalla riunione di tutti i gangli della retina cella assoni mentre entrano nel nervo ottico.
Un computer di reti di comunicazione in tutto il mondo. I network di internet sono connessi attraverso reti diverse spina dorsale. Internet è cresciuto da ARPAnet progetto e il governo americano è stato disegnato per facilitare lo scambio di informazioni.
Processi snello ai neuroni, inclusi gli assoni e le loro buste gliale (guaina mielinica). Fibre nervose condurre gli impulsi nervosi verso e dal sistema nervoso centrale.
Messaggio montaggio e stoccaggio funzioni usando software.
Un computer in architettura, implementable hardware o software biologico, modellato reti neurali. Come il sistema biologico in cui l 'elaborazione capacita' e 'il risultato dell'interconnessione dosaggi tra fasci di elaborazione non lineari dei nodi, reti neurali computerizzato, spesso chiamata perceptrons o multilayer modelli connectionist, unità neuron-like, un gruppo di unità inventa uno strato. Queste reti sono bravo nel riconoscere gli schemi. Sono in grado di adattarsi a svolgere compiti d'esempio, e sono quindi meglio per le decisioni di è lineare macchine per imparare o ammasso analisi. Non pretendono esplicito programmazione.
La posizione del atomi, gruppi o ioni rispetto l'uno all'altro in una molecola, nonché del numero, tipo e localizzazione di legami covalenti.
Radiografia dei vasi sanguigni dopo l ’ iniezione di un mezzo di contrasto.
Tumori o tumore del polmone artificiale.
Soluzione limpida, inodore, insapore liquido che è essenziale per la maggior parte flora e la vita e 'un eccellente solvente per molte sostanze. La formula chimica e' l'idrogeno ossido rosso (H2O) (McGraw-Hill scientifico e tecnico Dictionary of Voglia, 4th Ed)

La tomografia computerizzata a raggi X, nota anche come TC o scansione TC, è una tecnologia di imaging medico che utilizza radiazioni a raggi X per creare dettagliate immagini trasversali del corpo umano. Queste immagini forniscono al radiologo e ai medici informazioni approfondite sulla struttura interna degli organi, dei tessuti molli, delle ossa e dei vasi sanguigni, facilitando la diagnosi di una varietà di condizioni mediche come tumori, ictus, lesioni ossee, fratture e altre patologie.

Durante l'esame TC, il paziente viene fatto stendere su un lettino che scorre attraverso un anello rotante contenente un tubo a raggi X e un rivelatore di radiazioni. Il tubo ruota attorno al paziente, emettendo sottili fasci di radiazioni mentre il detector rileva i raggi X che passano attraverso il corpo. Un computer utilizza questi dati per calcolare la densità e l'assorbimento dei tessuti in ogni punto dell'area esaminata, producendo sezioni trasversali dettagliate del corpo.

Le immagini TC possono essere acquisite come scansioni assiali (AX), sagittali (SG) o coronali (CO). Le scansioni assiali sono le più comuni e vengono utilizzate per creare immagini trasversali del corpo. Le scansioni sagittali e coronali vengono create ricostruendo i dati delle scansioni assiali, fornendo sezioni lungo piani diversi.

La TC è considerata una procedura di imaging relativamente sicura, ma comporta l'esposizione a radiazioni ionizzanti. Pertanto, il suo utilizzo deve essere bilanciato con i potenziali rischi associati all'esposizione alle radiazioni e ai benefici clinici della procedura.

Il colon trasverso è una sezione del colon, che è parte del sistema gastrointestinale. Si trova nella parte superiore dell'addome e attraversa orizzontalmente da destra a sinistra. Il suo compito principale è quello di assorbire l'acqua e i nutrienti dalle feci parzialmente digerite che viaggiano dal colon ascendente prima di passare al colon discendente e poi al retto. Il colon trasverso è anche il sito in cui avviene la fermentazione batterica, che produce gas e acidi grassi a catena corta. Questa sezione del colon è soggetta a varie condizioni patologiche come diverticolosi, colite ischemica e cancro del colon.

In termini medici, un "computer" non è generalmente definito come tale, poiché si tratta di un termine che appartiene all'informatica e all'elettronica. Tuttavia, in un contesto medico più ampio, un computer può essere descritto come un dispositivo elettronico programmabile in grado di eseguire operazioni logiche e aritmetiche ad alta velocità, utilizzato per elaborare, archiviare e recuperare informazioni in vari campi della medicina e della salute. Ad esempio, i computer sono ampiamente utilizzati nei sistemi di imaging medico come risonanza magnetica (MRI), tomografia computerizzata (CT) e radiologia digitale per acquisire, archiviare e analizzare le immagini anatomiche del corpo umano. Inoltre, i computer sono utilizzati nei dispositivi indossabili e negli impianti medici per monitorare e gestire i parametri fisiologici dei pazienti. Nel complesso, l'uso di computer in medicina ha migliorato notevolmente la diagnosi, il trattamento e la cura dei pazienti.

La tomografia computerizzata (TC) o scansione TC è un esame di imaging medico che utilizza raggi X per creare immagini dettagliate e trasversali del corpo. Rispetto alle radiografie standard, la TC offre immagini più sofisticate e precise poiché combina i vantaggi della tomografia (la capacità di mostrare sezioni o strati del corpo) con quelli della fluoroscopia (l'uso di raggi X per visualizzare organi in movimento).

Nello specifico, uno scanner TC a raggi X computerizzato è un dispositivo medico che ruota attorno al paziente mentre emette raggi X. Un detector opposto all'emettitore di raggi X rileva i raggi X che passano attraverso il corpo del paziente, e quindi un computer converte le informazioni rilevate in immagini dettagliate e trasversali del corpo umano.

Le immagini TC possono mostrare diverse densità dei tessuti, come ad esempio la differenza tra osso e muscolo o tra tumori e tessuto sano. Questa tecnica di imaging è particolarmente utile per diagnosticare lesioni, ictus, tumori, fratture, infezioni e altre condizioni mediche che richiedono una visione dettagliata degli organi interni o dei tessuti corporei.

Tuttavia, va notato che l'uso di radiazioni ionizzanti nella TC può comportare alcuni rischi per la salute, soprattutto se eseguito frequentemente o in pazienti particolarmente sensibili alle radiazioni, come i bambini. Pertanto, questo tipo di esame deve essere richiesto solo quando strettamente necessario e dopo un'attenta valutazione dei benefici e dei rischi potenziali.

La tomografia computerizzata multidetettore (MDCT) è un'avanzata tecnologia di imaging medico che utilizza raggi X per acquisire dettagliate immagini trasversali del corpo. A differenza della tomografia computerizzata tradizionale, che utilizza un singolo detector per rilevare i raggi X, la MDCT utilizza diversi detettori disposti in un arco circolare intorno al paziente. Questo design consente alla MDCT di acquisire simultaneamente più sezioni del corpo, noto come "fette" o "strati", durante un singolo giro di rotazione della macchina.

L'uso di diversi detettori aumenta notevolmente la velocità e la precisione dell'esame, riducendo al minimo il tempo di esposizione ai raggi X e migliorando la qualità delle immagini. Le immagini ad alta risoluzione prodotte dalla MDCT sono particolarmente utili per la diagnosi e la pianificazione del trattamento di una varietà di condizioni mediche, tra cui malattie vascolari, tumori, fratture ossee e lesioni interne.

In sintesi, la tomografia computerizzata multidetettore è un potente strumento di imaging che offre immagini dettagliate e accurate del corpo, migliorando notevolmente la capacità dei medici di diagnosticare e trattare una vasta gamma di condizioni mediche.

La tomografia computerizzata (TC) e l'imaging a risonanza magnetica (RM) sono due esempi comuni di tecniche di imaging tridimensionali. Queste tecniche consentono la creazione di immagini dettagliate e accurate di strutture interne del corpo umano in tre dimensioni, fornendo informazioni vitali per la diagnosi e il trattamento di varie condizioni mediche.

Nel caso della tomografia computerizzata, un fascio sottile di radiazioni X viene utilizzato per acquisire una serie di immagini bidimensionali del corpo da diverse angolazioni. Un algoritmo informatico quindi combina queste immagini per creare una rappresentazione tridimensionale dell'area interessata.

D'altra parte, l'imaging a risonanza magnetica utilizza un campo magnetico potente e impulsi di radiofrequenza per allineare ed eccitare gli atomi di idrogeno presenti nei tessuti del corpo. Quando le molecole ritornano al loro stato normale, emettono segnali che vengono rilevati da un ricevitore e utilizzati per creare immagini dettagliate delle strutture interne. Anche in questo caso, l'uso di algoritmi informatici avanzati consente la creazione di rappresentazioni tridimensionali dell'area interessata.

In sintesi, l'imaging tridimensionale è una tecnica di diagnostica per immagini che utilizza sofisticate apparecchiature e algoritmi informatici per creare rappresentazioni dettagliate e accurate delle strutture interne del corpo umano in tre dimensioni. Queste informazioni possono essere fondamentali per la diagnosi e il trattamento di varie condizioni mediche.

La tomografia a emissione di positroni (PET) è una tecnica di imaging medico funzionale e molecolare che utilizza radiofarmaci (composti marcati con radionuclidi a emissione di positroni) per valutare diversi processi biologici nelle cellule del corpo umano. Dopo l'iniezione del radiofarmaco, questo si distribuisce uniformemente in tutto il corpo e viene metabolizzato dalle cellule. Le cellule che presentano un maggiore metabolismo o una maggiore affinità per il radiofarmaco accumuleranno una quantità maggiore del composto, determinando così un'emissione di positroni più intensa in tali aree.

I positroni emessi dal radiofarmaco viaggiano per pochi millimetri prima di collidere con un elettrone, generando due fotoni che vengono emessi in direzioni opposte (180 gradi l'uno dall'altro). Questi fotoni vengono rilevati simultaneamente da due rivelatori posti su entrambi i lati del paziente, consentendo di ricostruire la linea di risposta dei fotoni e quindi localizzare il punto di emissione originario.

L'insieme delle informazioni ricavate dai diversi punti di emissione permette di ottenere una mappa tridimensionale dell'attività metabolica all'interno del corpo, che può essere utilizzata per diagnosticare e monitorare varie condizioni patologiche, come tumori, infarti miocardici o malattie neurodegenerative.

La PET è spesso combinata con la tomografia computerizzata (TC) o la risonanza magnetica (RM), fornendo così informazioni sia funzionali che anatomiche, nota come PET/TC o PET/RM. Questa integrazione consente una maggiore precisione nella localizzazione e caratterizzazione delle lesioni, migliorando la capacità di pianificare trattamenti mirati e personalizzati per ciascun paziente.

I raggi X sono un tipo di radiazione elettromagnetica ad alta energia, in grado di penetrare attraverso molti materiali e produrre immagini delle strutture interne del corpo umano. Vengono ampiamente utilizzati in medicina per la diagnosi di una vasta gamma di condizioni e malattie, come fratture ossee, tumori, polmonite e altre patologie a carico dell'apparato respiratorio, nonché problemi a carico del tratto gastrointestinale.

Durante un esame radiografico, il paziente viene esposto a una dose controllata di raggi X, che attraversano il corpo e vengono rilevati da un'apposita pellicola o da un sensore digitale posto dall'altra parte del corpo. Le aree più dense del corpo, come le ossa, assorbono una maggior quantità di raggi X, apparendo quindi più chiare nelle immagini radiografiche. Al contrario, i tessuti molli, come i muscoli e gli organi interni, assorbono meno radiazioni e appariranno più scuri.

L'uso dei raggi X deve essere strettamente controllato e limitato ai soli casi in cui il beneficio diagnostico superi il potenziale rischio associato all'esposizione alle radiazioni. I professionisti sanitari devono sempre valutare attentamente l'indicazione clinica, la giustificazione dell'esame e l'ottimizzazione della dose di radiazione somministrata al paziente.

La Tomografia Computerizzata ad Emissione di Fotone Singolo (SPECT, dall'inglese Single Photon Emission Computed Tomography) è una tecnica di imaging medico funzionale e metabolico che utilizza radiofarmaci per produrre immagini tridimensionali di distribuzione dei radiofarmaci all'interno del corpo. Questa tecnica combina l'utilizzo di un radiofarmaco marcato con un isotopo gamma emittente, come il tecnezio-99m, con la tomografia computerizzata (TC) per generare sezioni trasversali del corpo.

Durante l'esame SPECT, il paziente riceve una iniezione endovenosa di un radiofarmaco appropriato per il tessuto o organo target. Il radiofarmaco si distribuisce nel corpo e viene captato dai tessuti bersaglio. Successivamente, il paziente viene posizionato su un letto girevole che circonda un sistema di rilevamento gamma. Il sistema rileva i fotoni gamma emessi dal radiofarmaco e utilizza la tomografia computerizzata per ricostruire le immagini tridimensionali del tessuto bersaglio, fornendo informazioni sulla funzione e il metabolismo di quel tessuto.

Le applicazioni cliniche della SPECT includono lo studio delle malattie cardiovascolari, neurologiche, epatiche, renali e oncologiche. La SPECT è particolarmente utile per identificare le aree di attività metabolica anomala o alterata perfusione sanguigna all'interno del corpo, fornendo informazioni complementari alle immagini strutturali ottenute con la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica.

La risonanza magnetica (MRI) è una tecnologia di imaging non invasiva che utilizza un campo magnetico potente, radiazioni ionizzanti né l'uso di raggi X, per produrre dettagliate immagini in sezione trasversale del corpo umano. Questa procedura medica fornisce immagini chiare e precise dei tessuti molli, degli organi interni, delle ossa e di altri componenti del corpo.

Durante l'esame, il paziente viene fatto distendere su un lettino all'interno di una macchina a forma di tubo chiamata tomografo a risonanza magnetica. Il tomografo è dotato di un grande magnete circolare che produce un campo magnetico e antenne che emettono e ricevono segnali radio.

Quando il paziente viene esposto al campo magnetico, gli atomi di idrogeno nei tessuti del corpo si allineano con il campo magnetico. Le antenne inviano impulsi di radiofrequenza che disturbano l'allineamento degli atomi di idrogeno. Quando le onde radio vengono interrotte, gli atomi di idrogeno ritornano al loro stato originale e rilasciano energia sotto forma di segnali radio. Le antenne rilevano questi segnali e un computer li utilizza per creare immagini dettagliate del corpo.

Le immagini MRI possono essere prese da diverse angolazioni e possono mostrare cambiamenti nelle dimensioni, forma e posizione dei vari organi e tessuti. Questa tecnologia è particolarmente utile per diagnosticare disturbi del sistema nervoso centrale, lesioni sportive, tumori, malattie delle articolazioni, cuore e vasi sanguigni, fegato, reni e ghiandole surrenali.

In sintesi, la risonanza magnetica è un potente strumento di imaging che utilizza campi magnetici e onde radio per creare immagini dettagliate dei tessuti interni del corpo, fornendo informazioni preziose sulla salute e sul funzionamento degli organi e dei sistemi del corpo.

In medicina, la tomografia è una tecnica di imaging che utilizza diversi tipi di radiazioni o campi magnetici per ottenere dettagliate sezioni trasversali (o "tomografie") del corpo umano. Queste immagini possono essere utilizzate per diagnosticare una varietà di condizioni mediche, pianificare trattamenti terapeutici e monitorarne l'efficacia.

Esistono diversi tipi di tomografia, tra cui:

1. Tomografia Computerizzata (TAC): Una forma avanzata di tomografia che utilizza raggi X per acquisire dettagliate immagini tridimensionali del corpo. Viene spesso impiegata per rilevare lesioni, tumori, ictus e altre patologie interne.

2. Tomografia ad Emissione di Positroni (PET): Una tecnica di imaging molecolare che utilizza traccianti radioattivi per monitorare il metabolismo e la funzione dei tessuti all'interno del corpo. Viene spesso utilizzata per rilevare il cancro, valutare la risposta al trattamento oncologico e studiare il cervello e il cuore.

3. Tomografia Ottica Computerizzata (OCT): Una tecnologia di imaging non invasiva che utilizza la luce infrarossa per acquisire immagini ad alta risoluzione della retina e della cornea dell'occhio. Viene spesso impiegata per diagnosticare e monitorare condizioni oftalmologiche come la degenerazione maculare legata all'età (AMD) e il glaucoma.

4. Tomografia a ultrasuoni (UT): Una tecnica di imaging che utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini dettagliate dei tessuti molli all'interno del corpo. Viene spesso impiegata per visualizzare organi come il fegato, la milza e i reni, oltre che per guidare procedure mediche come le biopsie.

In medicina, il termine "esito della terapia" si riferisce al risultato o al riscontro ottenuto dopo aver somministrato un trattamento specifico a un paziente per una determinata condizione di salute. Gli esiti della terapia possono essere classificati in diversi modi, tra cui:

1. Esito positivo o favorevole: il trattamento ha avuto successo e la condizione del paziente è migliorata o è stata completamente risolta.
2. Esito negativo o infausto: il trattamento non ha avuto successo o ha addirittura peggiorato le condizioni di salute del paziente.
3. Esito incerto o indeterminato: non è ancora chiaro se il trattamento abbia avuto un effetto positivo o negativo sulla condizione del paziente.

Gli esiti della terapia possono essere misurati utilizzando diversi parametri, come la scomparsa dei sintomi, l'aumento della funzionalità, la riduzione della dimensione del tumore o l'assenza di recidiva. Questi esiti possono essere valutati attraverso test di laboratorio, imaging medico o autovalutazioni del paziente.

È importante monitorare gli esiti della terapia per valutare l'efficacia del trattamento e apportare eventuali modifiche alla terapia se necessario. Inoltre, i dati sugli esiti della terapia possono essere utilizzati per migliorare la pratica clinica e informare le decisioni di politica sanitaria.

La diffrazione dei raggi X è un metodo utilizzato in radiologia e fisica per studiare la struttura atomica e molecolare dei materiali. Quando un fascio di raggi X incide su un campione, alcuni fotoni vengono diffusi in diversi angoli, secondo un modello caratteristico che dipende dalla disposizione degli atomi all'interno del campione.

La diffrazione dei ragli X si basa sul fenomeno della diffrazione, che è la capacità delle onde di modificare la propria direzione dopo l'incontro con un ostacolo. Nel caso specifico dei raggi X, gli elettroni degli atomi del campione agiscono come piccoli specchi, riflettendo i fotoni in diverse direzioni.

L'analisi delle pattern di diffrazione può fornire informazioni preziose sulla struttura cristallina dei materiali, nonché sulle dimensioni e la forma degli atomi o delle molecole che li compongono. Questa tecnica è ampiamente utilizzata in campi come la chimica, la fisica, la biologia strutturale e la scienza dei materiali.

In sintesi, la diffrazione dei raggi X è un metodo di indagine non distruttivo che permette di analizzare la struttura atomica e molecolare di un campione attraverso l'osservazione del modello di diffusione dei fotoni di raggi X.

Il trattamento delle immagini assistito da computer (CIT, Computer-Aided Treatment of Images) si riferisce all'uso di tecnologie informatiche e algoritmi per analizzare, interpretare e fornire informazioni utili per la pianificazione del trattamento medico, in particolare nelle discipline di radioterapia oncologica e imaging medico.

Nella radioterapia oncologica, il CIT viene utilizzato per creare piani di trattamento altamente personalizzati che mirano a massimizzare la dose di radiazioni al tumore, mentre minimizzano l'esposizione delle aree sane circostanti. Ciò include l'utilizzo di software avanzati per contornare il tumore e gli organi critici, nonché per calcolare la distribuzione della dose di radiazioni in base a fattori come la forma e la posizione del tumore, le proprietà fisiche delle radiazioni e le caratteristiche dei tessuti.

Nell'imaging medico, il CIT viene utilizzato per analizzare immagini di alta qualità generate da tecnologie di imaging avanzate come la risonanza magnetica (MRI), tomografia computerizzata (CT) e tomografia a emissione di positroni (PET). Gli algoritmi informatici vengono utilizzati per elaborare le immagini, rilevare anomalie e fornire informazioni dettagliate sulle strutture anatomiche e funzionali del corpo.

In sintesi, il trattamento delle immagini assistito da computer è una tecnologia medica avanzata che utilizza l'analisi informatica per supportare la diagnosi, la pianificazione del trattamento e il monitoraggio dei pazienti nei campi della radioterapia oncologica e dell'imaging medico.

In medicina, gli studi retrospettivi sono un tipo di ricerca osservazionale che analizza i dati raccolti in precedenza con lo scopo di identificare fattori di rischio, outcome o relazioni tra variabili. Questi studi esaminano eventi o trattamenti che sono già accaduti e per i quali i dati sono stati registrati per altri motivi.

A differenza degli studi prospettici, in cui i ricercatori seguono un gruppo di soggetti nel tempo e raccolgono dati man mano che gli eventi si verificano, negli studi retrospettivi, i ricercatori guardano indietro ai dati esistenti. Questi studi possono essere utili per identificare tendenze o associazioni, tuttavia, a causa della loro natura osservazionale, non possono dimostrare causalità.

Gli studi retrospettivi possono essere condotti su una varietà di dati, come cartelle cliniche, registri di salute pubblica o database amministrativi. Poiché i dati sono già stati raccolti, questi studi possono essere meno costosi e più veloci da condurre rispetto agli studi prospettici. Tuttavia, la qualità dei dati può variare e potrebbe mancare informazioni importanti, il che può influenzare i risultati dello studio.

Le neoplasie epatiche si riferiscono a tumori benigni o maligni che si sviluppano nel fegato. Possono avere origine dal tessuto epatico stesso (neoplasie primarie) o derivare da metastasi di un tumore originatosi in un'altra parte del corpo (neoplasie secondarie o metastatiche).

Tra le neoplasie epatiche primarie, i due tipi più comuni sono:

1. Carcinoma epatocellulare (HCC): è il tumore maligno del fegato più diffuso a livello globale. Di solito si sviluppa in background di malattie croniche che causano infiammazione e cicatrici al fegato, come l'epatite B o C cronica, l'abuso di alcol o la steatoepatite non alcolica (NAFLD).
2. Adenoma epatico: è un tumore benigno, solitamente associato all'uso prolungato della pillola contraccettiva orale o a condizioni endocrine come il sindrome polycystic ovary (PCOS). In rari casi, può degenere in carcinoma epatocellulare.

Le neoplasie epatiche secondarie sono molto più comuni delle forme primarie e possono derivare da diversi tipi di tumori solidi, come quelli del colon-retto, dello stomaco, del polmone, del seno e dei reni.

I sintomi delle neoplasie epatiche possono includere dolore o fastidio addominale superiore, perdita di peso involontaria, debolezza, affaticamento, ittero (colorazione gialla della pelle e degli occhi), ascite (accumulo di liquido nell'addome) e disturbi del sonno. Il trattamento dipende dal tipo e dallo stadio della neoplasia, nonché dalle condizioni generali del paziente. Le opzioni terapeutiche includono la chirurgia, la chemioterapia, la radioterapia, l'ablazione termica o l'immunoterapia.

La tomografia a coerenza ottica (OCT) è una tecnologia di imaging non invasiva che utilizza la luce per acquisire immagini trasversali ad alta risoluzione delle strutture oculari. L'OCT sfrutta un principio noto come interferometria a bassa coerenza, che consente di misurare i ritardi dei segnali di luce riflessi da diversi strati dell'occhio con una precisione di pochi micron.

Questa tecnica permette di ottenere immagini dettagliate della microstruttura oculare, come la cornea, il nervo ottico e la retina, fornendo informazioni utili sulla loro morfologia e integrità strutturale. L'OCT è particolarmente utile nella diagnosi e nel monitoraggio di diverse patologie oculari, come la degenerazione maculare legata all'età (AMD), l'edema maculare diabetico, le retinopatie centrali serious e le neuropatie ottiche.

L'OCT è considerata una tecnica di imaging standard in oftalmologia, grazie alla sua capacità di fornire informazioni accurate e ripetibili sulla morfologia oculare, con un'elevata risoluzione spaziale e senza l'esigenza di contatto fisico con l'occhio.

La cristallografia a raggi X è una tecnica di fisica e chimica che consiste nell'esporre un cristallo a un fascio di radiazioni X e quindi analizzare il modello di diffrazione dei raggi X che ne risulta, noto come diagrammi di diffrazione. Questa tecnica permette di determinare la disposizione tridimensionale degli atomi all'interno del cristallo con una precisione atomica.

In pratica, quando i raggi X incidono sul cristallo, vengono diffusi in diverse direzioni e intensità, a seconda dell'arrangiamento spaziale e della distanza tra gli atomi all'interno del cristallo. L'analisi dei diagrammi di diffrazione fornisce informazioni sulla simmetria del cristallo, la lunghezza delle bond length (distanze chimiche) e gli angoli di bond angle (angoli chimici), nonché la natura degli atomi o delle molecole presenti nel cristallo.

La cristallografia a raggi X è una tecnica fondamentale in diversi campi della scienza, come la fisica, la chimica, la biologia strutturale e la scienza dei materiali, poiché fornisce informazioni dettagliate sulla struttura atomica e molecolare di un cristallo. Questa conoscenza è cruciale per comprendere le proprietà fisiche e chimiche dei materiali e per sviluppare nuovi materiali con proprietà desiderabili.

La riproducibilità dei risultati, nota anche come ripetibilità o ricercabilità, è un principio fondamentale nella ricerca scientifica e nella medicina. Si riferisce alla capacità di ottenere risultati simili o identici quando un esperimento o uno studio viene replicato utilizzando gli stessi metodi, procedure e condizioni sperimentali.

In altre parole, se due o più ricercatori eseguono lo stesso studio o esperimento in modo indipendente e ottengono risultati simili, si dice che l'esperimento è riproducibile. La riproducibilità dei risultati è essenziale per validare le scoperte scientifiche e garantire la loro affidabilità e accuratezza.

Nella ricerca medica, la riproducibilità dei risultati è particolarmente importante perché può influenzare direttamente le decisioni cliniche e di salute pubblica. Se i risultati di un esperimento o uno studio non sono riproducibili, possono portare a conclusioni errate, trattamenti inefficaci o persino dannosi per i pazienti.

Per garantire la riproducibilità dei risultati, è fondamentale che gli studi siano progettati e condotti in modo rigoroso, utilizzando metodi standardizzati e ben documentati. Inoltre, i dati e le analisi dovrebbero essere resi disponibili per la revisione da parte dei pari, in modo che altri ricercatori possano verificare e replicare i risultati.

Tuttavia, negli ultimi anni sono stati sollevati preoccupazioni sulla crisi della riproducibilità nella ricerca scientifica, con un numero crescente di studi che non riescono a replicare i risultati precedentemente pubblicati. Questo ha portato alla necessità di una maggiore trasparenza e rigore nella progettazione degli studi, nell'analisi dei dati e nella divulgazione dei risultati.

La simulazione computerizzata in medicina è l'uso di tecnologie digitali e computazionali per replicare o mimare situazioni cliniche realistiche, processi fisiologici o anatomici, o scenari di apprendimento per scopi educativi, di ricerca, di pianificazione del trattamento o di valutazione. Essa può comprendere la creazione di ambienti virtuali immersivi, modelli 3D interattivi, pacienTIRI virtuali, o simulazioni procedurali che consentono agli utenti di sperimentare e praticare competenze cliniche in un contesto controllato e sicuro. La simulazione computerizzata può essere utilizzata in una varietà di contesti, tra cui l'istruzione medica, la formazione continua, la ricerca biomedica, la progettazione di dispositivi medici, e la pianificazione e valutazione di trattamenti clinici.

In medicina, sensibilità e specificità sono due termini utilizzati per descrivere le prestazioni di un test diagnostico.

La sensibilità di un test si riferisce alla sua capacità di identificare correttamente i pazienti con una determinata condizione. Viene definita come la probabilità che il test dia un risultato positivo in presenza della malattia. In formula, è calcolata come:

Sensibilità = Numero di veri positivi / (Numero di veri positivi + Numero di falsi negativi)

Un test con alta sensibilità evita i falsi negativi, il che significa che se il test è positivo, è molto probabile che il paziente abbia effettivamente la malattia. Tuttavia, un test ad alto livello di sensibilità può anche avere un'alta frequenza di falsi positivi, il che significa che potrebbe identificare erroneamente alcuni individui sani come malati.

La specificità di un test si riferisce alla sua capacità di identificare correttamente i pazienti senza una determinata condizione. Viene definita come la probabilità che il test dia un risultato negativo in assenza della malattia. In formula, è calcolata come:

Specificità = Numero di veri negativi / (Numero di veri negativi + Numero di falsi positivi)

Un test con alta specificità evita i falsi positivi, il che significa che se il test è negativo, è molto probabile che il paziente non abbia la malattia. Tuttavia, un test ad alto livello di specificità può anche avere un'alta frequenza di falsi negativi, il che significa che potrebbe mancare alcuni casi di malattia vera.

In sintesi, la sensibilità e la specificità sono due aspetti importanti da considerare quando si valuta l'accuratezza di un test diagnostico. Un test con alta sensibilità è utile per escludere una malattia, mentre un test con alta specificità è utile per confermare una diagnosi. Tuttavia, nessuno dei due parametri da solo fornisce informazioni sufficienti sull'accuratezza complessiva del test, ed entrambi dovrebbero essere considerati insieme ad altri fattori come la prevalenza della malattia e le conseguenze di una diagnosi errata.

La tomografia computerizzata ad emissione di fotone singolo (SPECT, dall'inglese Single Photon Emission Computed Tomography) è una tecnica di imaging medico che combina la scintigrafia con la tomografia computerizzata (TC). Viene utilizzata per visualizzare e misurare la distribuzione e l'attività funzionale dei radiofarmaci all'interno del corpo.

Durante un esame SPECT, al paziente viene iniettato un radiofarmaco marcato con un isotopo gamma-emittente, come il tecnezio-99m. Il radiofarmaco si distribuisce nei tessuti bersaglio e rilascia fotoni gamma che vengono rilevati da una gamma camera speciale. La gamma camera ruota attorno al paziente, acquisendo dati su più angolazioni per creare immagini tomografiche trasversali del corpo.

La SPECT è particolarmente utile per lo studio di organi e tessuti con attività metabolica o funzionale elevata, come il cuore, il cervello, i polmoni, le ghiandole endocrine e le ossa. Può essere utilizzata per diagnosticare e monitorare una varietà di condizioni mediche, tra cui malattie cardiovascolari, disturbi neurologici, tumori e infezioni.

La tomografia computerizzata ad emissione di positroni (PET, dall'inglese Positron Emission Tomography) è un'altra tecnica di imaging medico che utilizza radiofarmaci marcati con isotopi positron-emittenti, come il fluorodesossiglucosio-18 (FDG). Quando il radiofarmaco decade, emette positroni che si annichilano con elettroni nel tessuto circostante, producendo due fotoni gamma che vengono rilevati da una gamma camera speciale. Anche in questo caso, le informazioni sulla distribuzione del radiofarmaco all'interno del corpo vengono utilizzate per creare immagini tridimensionali dell'attività metabolica o funzionale degli organi e dei tessuti.

La PET è spesso combinata con la tomografia computerizzata (PET/CT) per fornire informazioni anatomiche dettagliate insieme a dati funzionali, migliorando così l'accuratezza della diagnosi e del monitoraggio delle malattie. La PET è particolarmente utile per lo studio di tumori maligni, malattie neurodegenerative e disturbi cardiovascolari.

Gli studi follow-up, anche noti come studi di coorte prospettici o longitudinali, sono tipi di ricerche epidemiologiche che seguono un gruppo di individui (coorte) caratterizzati da esposizioni, fattori di rischio o condizioni di salute comuni per un periodo prolungato. Lo scopo è quello di valutare l'insorgenza di determinati eventi sanitari, come malattie o decessi, e le associazioni tra tali eventi e variabili di interesse, come fattori ambientali, stili di vita o trattamenti medici. Questi studi forniscono informazioni preziose sulla storia naturale delle malattie, l'efficacia degli interventi preventivi o terapeutici e i possibili fattori di rischio che possono influenzare lo sviluppo o la progressione delle condizioni di salute. I dati vengono raccolti attraverso questionari, interviste, esami fisici o medical records review e vengono analizzati utilizzando metodi statistici appropriati per valutare l'associazione tra le variabili di interesse e gli esiti sanitari.

La tomografia computerizzata a spirale, nota anche come TC elicoidale o spiral CT, è un tipo di esame radiologico che utilizza la tecnologia della tomografia computerizzata (TC) per ottenere immagini dettagliate dei vari distretti corporei. A differenza della tomografia computerizzata tradizionale, che acquisisce le immagini attraverso sezioni trasversali fisse del corpo, la tomografia computerizzata a spirale utilizza una tecnica di scansione continua e a elica per acquisire le immagini.

Durante l'esame, il paziente viene fatto passare attraverso un anello rotante che contiene un tubo a raggi X e un rilevatore. Il tubo a raggi X ruota attorno al paziente mentre quest'ultimo si muove lentamente all'interno dell'anello, consentendo alla macchina di acquisire una serie di immagini in movimento che vengono quindi ricostruite dal computer in sezioni tridimensionali.

Questa tecnica offre diversi vantaggi rispetto alla tomografia computerizzata tradizionale, tra cui una maggiore velocità di scansione, una migliore qualità delle immagini e una riduzione dell'esposizione ai raggi X per il paziente. La tomografia computerizzata a spirale è spesso utilizzata per la diagnosi e la valutazione di una varietà di condizioni mediche, tra cui tumori, ictus, lesioni ossee e malattie polmonari.

Il cervello è la struttura più grande del sistema nervoso centrale ed è responsabile del controllo e della coordinazione delle funzioni corporee, dei pensieri, delle emozioni, dei ricordi e del comportamento. È diviso in due emisferi cerebrali separati da una fessura chiamata falce cerebrale. Ogni emisfero è ulteriormente suddiviso in lobi: frontale, parietale, temporale e occipitale.

Il cervello contiene circa 86 miliardi di neuroni che comunicano tra loro attraverso connessioni sinaptiche. Queste connessioni formano reti neurali complesse che elaborano informazioni sensoriali, motorie ed emotive. Il cervello è anche responsabile della produzione di ormoni e neurotrasmettitori che regolano molte funzioni corporee, come l'appetito, il sonno, l'umore e la cognizione.

Il cervello umano pesa circa 1,3-1,4 kg ed è protetto dal cranio. È diviso in tre parti principali: il tronco encefalico, il cervelletto e il telencefalo. Il tronco encefalico contiene i centri di controllo vitali per la respirazione, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Il cervelletto è responsabile dell'equilibrio, della coordinazione motoria e del controllo muscolare fine. Il telencefalo è la parte più grande del cervello ed è responsabile delle funzioni cognitive superiori, come il pensiero, il linguaggio, la memoria e l'emozione.

In sintesi, il cervello è un organo complesso che svolge un ruolo fondamentale nel controllare e coordinare le funzioni corporee, i pensieri, le emozioni e il comportamento.

In medicina e nella ricerca epidemiologica, uno studio prospettico è un tipo di design di ricerca osservazionale in cui si seguono i soggetti nel corso del tempo per valutare lo sviluppo di fattori di rischio o esiti di interesse. A differenza degli studi retrospettivi, che guardano indietro a eventi passati, gli studi prospettici iniziano con la popolazione di studio e raccolgono i dati man mano che si verificano eventi nel tempo.

Gli studi prospettici possono fornire informazioni preziose sulla causa ed effetto, poiché gli investigatori possono controllare l'esposizione e misurare gli esiti in modo indipendente. Tuttavia, possono essere costosi e richiedere molto tempo per completare, a seconda della dimensione del campione e della durata dell'osservazione richiesta.

Esempi di studi prospettici includono gli studi di coorte, in cui un gruppo di individui con caratteristiche simili viene seguito nel tempo, e gli studi di caso-controllo prospettici, in cui vengono selezionati gruppi di soggetti con e senza l'esito di interesse, quindi si indaga retrospettivamente sull'esposizione.

La tomografia ottica (OT) è un'indagine diagnostica non invasiva che utilizza la luce per acquisire immagini trasversali ad alta risoluzione della struttura oculare, in particolare della retina e della coroidi. Esistono diversi tipi di tomografia ottica, tra cui la tomografia a coerenza ottica (OCT) e l'angio-tomografia a coerenza ottica (OCTA).

L'OCT utilizza la luce per acquisire immagini trasversali della retina e della coroidi con una risoluzione di pochi microni. Questa tecnica consente di visualizzare in dettaglio le strutture oculari, come la membrana fotoresistente, il nervo ottico, le cellule ganglionari, i vasi sanguigni e la coroidi. L'OCT è spesso utilizzata per diagnosticare e monitorare la progressione di malattie oculari, come la degenerazione maculare legata all'età (AMD), l'edema maculare, il glaucoma e le lesioni retiniche.

L'OCTA è una variante dell'OCT che utilizza un algoritmo di elaborazione delle immagini per generare mappe della vascolarizzazione retinica e coroidale. Questa tecnica consente di visualizzare in dettaglio la rete capillare retinica e i vasi sanguigni della coroidi, nonché di rilevare eventuali alterazioni o anomalie vascolari associate a malattie oculari. L'OCTA è spesso utilizzata per diagnosticare e monitorare la progressione di malattie oculari, come la retinopatia diabetica, l'occlusione vascolare retinica e le neovascolarizzazioni coroidali.

In sintesi, la tomografia ottica è una tecnica di imaging non invasiva che utilizza la luce per acquisire immagini ad alta risoluzione della struttura e della vascolarizzazione retinica e coroidale. Questa tecnica è ampiamente utilizzata nella diagnosi e nel monitoraggio delle malattie oculari, offrendo una visione dettagliata dei cambiamenti patologici che possono verificarsi a livello della retina e della coroidi.

La tomografia computerizzata a fascio di coni (CBCT) è una tecnologia di imaging radiologico 3D non invasiva che utilizza un fascio di raggi X conico per acquisire dati da un'area del paziente e creare immagini dettagiate e accurate in tre dimensioni del cranio o della regione dentale. Questa tecnologia è spesso utilizzata in odontoiatria, chirurgia maxillo-facciale, e ORL (orecchio, naso e gola) per la pianificazione del trattamento, il posizionamento delle impianti dentali, l'endodonzia, l'ortodonzia, l'analisi dei traumi facciali e la valutazione dei tumori. CBCT offre una dose di radiazioni più bassa rispetto alla tomografia computerizzata tradizionale (CT), rendendola una tecnica di imaging preferita per le applicazioni odontoiatriche e maxillo-facciali. Tuttavia, la CBCT dovrebbe essere utilizzata solo quando i benefici superano i potenziali rischi associati all'esposizione alle radiazioni.

Non esiste una definizione medica standardizzata specifica per "atteggiamento verso i computer". Tuttavia, il termine può essere inteso come l'atteggiamento o l'approccio mentale di un individuo nei confronti dell'uso e dell'interazione con i computer. Questo atteggiamento può influenzare la capacità di una persona di imparare, utilizzare e trarre vantaggio dalle tecnologie informatiche.

L'atteggiamento verso i computer può essere formato da diversi fattori, come l'esperienza precedente con la tecnologia, la familiarità con l'uso dei computer, le competenze informatiche, l'età, l'istruzione e il livello di comfort nell'utilizzo della tecnologia.

Un atteggiamento positivo verso i computer può favorire l'apprendimento, la motivazione e l'efficacia nell'uso delle tecnologie informatiche, mentre un atteggiamento negativo o avverso può portare a resistenza, ansia e difficoltà nell'utilizzo dei computer.

In alcuni casi, un atteggiamento negativo verso i computer può essere il risultato di una paura o ansia irrazionale chiamata "tecnofobia", che può richiedere un intervento terapeutico per superarla.

L'elettron microscopia tomografica (EMT) è una tecnica di imaging avanzata che combina l'elettron microscopia (EM) e la tomografia per creare immagini tridimensionali ad alta risoluzione di campioni biologici o materiali.

Nell'EMT, un campione è prima preparato e visualizzato utilizzando un microscopio elettronico a trasmissione (TEM), che utilizza un fascio di elettroni per produrre un'immagine dettagliata del campione. Quindi, attraverso la rotazione controllata del campione in piccoli angoli incrementali, vengono acquisite una serie di immagini TEM bidimensionali da diverse prospettive.

Le immagini grezze vengono quindi elaborate e analizzate utilizzando algoritmi matematici per ricostruire un'immagine tridimensionale ad alta risoluzione del campione, che può essere ruotata, tagliata e visualizzata da diverse angolazioni.

L'EMT è particolarmente utile nello studio di strutture cellulari complesse, come i virioni, le membrane, i ribosomi e i filamenti di actina, fornendo informazioni dettagliate sulla loro organizzazione spaziale, la morfologia e le interazioni molecolari.

Tuttavia, l'EMT richiede una preparazione del campione altamente specializzata e sofisticata, nonché un'elaborazione dei dati complessa e time-consuming, il che limita la sua accessibilità e utilizzo a laboratori di ricerca ben attrezzati.

In realtà, la frase "periferiche del computer" si riferisce a dispositivi o componenti hardware che si collegano a un computer centrale e consentono di espanderne le funzionalità. Pertanto, non è propriamente una definizione medica, ma piuttosto informatica.

Le periferiche del computer possono essere classificate in input, output o input/output, a seconda che siano destinate alla ricezione di dati dall'utente (input), all'invio di dati all'utente (output) o a entrambe le cose.

Esempi di periferiche di input includono tastiere, mouse, scanner e microfoni. Esempi di periferiche di output includono monitor, stampanti e altoparlanti. Esempi di periferiche di input/output includono webcam, tablet grafici e unità disco rigido esterne.

In sintesi, le periferiche del computer sono dispositivi che consentono all'utente di interagire con il computer o di estendere le sue capacità, ma non sono direttamente correlate alla pratica medica.

La tomografia a raggi X, nota anche come TAC (Computed Tomography), è una tecnologia di imaging medico che utilizza radiazioni ionizzanti per creare immagini dettagliate e trasversali di strutture interne del corpo. Queste immagini vengono generate combinando diversi tagli radiografici acquisiti da diverse angolazioni intorno al paziente. Un computer quindi elabora queste informazioni per generare sezioni trasversali del corpo, fornendo una visuale tridimensionale delle strutture interne come ossa, organi e tessuti molli.

La TAC è spesso utilizzata quando sono necessarie immagini più dettagliate rispetto a quelle offerte da una radiografia standard. Consente ai medici di diagnosticare una varietà di condizioni, tra cui tumori, fratture, ictus, infezioni e altre patologie interne. Tuttavia, a causa dell'esposizione alle radiazioni, la TAC dovrebbe essere utilizzata solo quando strettamente necessaria e i potenziali benefici devono essere equilibrati con i rischi associati all'esposizione alle radiazioni.

La "alfabetizzazione informatica" (o "alfabetizzazione digitale") è un termine utilizzato per descrivere la capacità di una persona di utilizzare in modo efficace e sicuro le tecnologie informatiche, compresi i computer, internet e altri dispositivi digitali.

L'alfabetizzazione informatica include una varietà di competenze, tra cui:

* Competenze di base nell'uso del computer, come la digitazione, l'utilizzo del mouse e la navigazione nei menu e nelle cartelle.
* Competenze nella creazione e modifica di documenti utilizzando programmi come Microsoft Word o Google Docs.
* Competenze nella gestione dei file e delle cartelle, compresa la conoscenza della differenza tra file locali e cloud.
* Competenze nell'uso del web, come la ricerca online, l'utilizzo di motori di ricerca, la navigazione su siti web e l'utilizzo dei social media.
* Competenze nella sicurezza informatica, come la creazione di password forti, la protezione dei dati personali e la comprensione dei rischi associati alla condivisione di informazioni online.
* Competenze nell'uso di software specifici per aree professionali o di interesse personale.

L'alfabetizzazione informatica è diventata una competenza essenziale nel mondo moderno, poiché sempre più attività personali e professionali si svolgono online. La mancanza di alfabetizzazione informatica può limitare l'accesso alle opportunità educative, lavorative e sociali, ed è importante che le persone di tutte le età abbiano la possibilità di sviluppare queste competenze.

La spettrometria di emissione a raggi X (XES, dall'inglese X-ray Emission Spectroscopy) è una tecnica spettroscopica che consiste nell'analizzare la radiazione X emessa da un campione dopo che è stato eccitato con un fascio di raggi X ad alta energia. Quando i fotoni X colpiscono il campione, possono causare l'eiezione di elettroni dai livelli interni degli atomi del materiale. Questi elettroni vengono poi sostituiti da elettroni provenienti da livelli energetici più alti, con conseguente emissione di fotoni X a energie caratteristiche dell'elemento chimico presente nel campione.

La spettrometria di emissione a raggi X è una tecnica molto sensibile e permette di identificare e quantificare la presenza di elementi chimici anche in tracce molto piccole. Inoltre, poiché l'energia dei fotoni emessi dipende dal livello energetico da cui proviene l'elettrone che viene sostituito, è possibile ottenere informazioni sulla configurazione elettronica degli atomi del campione.

Questa tecnica è utilizzata in diversi campi della ricerca scientifica, come la chimica, la fisica, la geologia, la biologia e la medicina, per analizzare la composizione chimica di materiali solidi, liquidi o gassosi. In particolare, trova applicazione nell'analisi di campioni eterogenei, come ad esempio i tessuti biologici, dove è possibile ottenere informazioni sulla distribuzione spaziale degli elementi chimici presenti.

Il Fludeossiglucosio F 18 (FDG) è un composto radioattivo utilizzato come tracciante in medicina nucleare per la diagnosi e il monitoraggio di diverse condizioni patologiche, come il cancro. È una forma marcata dell'agente simplettico glucosio, che viene metabolizzato dalle cellule attraverso il processo di glicolisi.

L'FDG è composto da glucosio legato chimicamente all'isotopo radioattivo Fluoro-18 (F-18), che decade emettendo positroni. Quando l'FDG viene iniettato nel corpo, i positroni emessi dal F-18 viaggiano per pochi millimetri prima di collidere con un elettrone, producendo due fotoni che viaggiano in direzioni opposte. Questi fotoni vengono rilevati da un tomografo a emissione di positroni (PET), che utilizza la loro energia per creare immagini tridimensionali del corpo e localizzare le aree di maggiore accumulo dell'FDG.

Nel cancro, le cellule tumorali tendono ad avere tassi metabolici più elevati rispetto alle cellule normali, il che significa che assorbono e utilizzano più glucosio per sostenere la loro crescita e proliferazione. Di conseguenza, le aree tumorali appaiono come "aree calde" o punti di maggiore accumulo dell'FDG nelle immagini PET, fornendo informazioni utili sulla localizzazione, l'estensione e la risposta al trattamento del cancro.

Tuttavia, è importante notare che l'FDG non è specifico per il cancro e può accumularsi anche in altre condizioni patologiche o fisiologiche che presentano un aumento del metabolismo cellulare, come infiammazioni, infezioni o lesioni. Pertanto, i risultati delle scansioni PET con FDG devono essere interpretati con cautela e in combinazione con altri esami di imaging e dati clinici per garantire una diagnosi accurata e un trattamento appropriato.

I Sistemi Computerizzati in campo medico si riferiscono a reti di hardware e software che vengono utilizzate per supportare, integrare e automatizzare la fornitura di assistenza sanitaria. Questi sistemi possono essere progettati per eseguire una varietà di funzioni, tra cui:

1. La raccolta, l'archiviazione, il recupero e l'analisi di dati clinici su pazienti individuali o popolazioni più ampie.
2. L'assistenza alla diagnosi e al trattamento dei pazienti, ad esempio attraverso la decisione clinica supportata dal computer (CDSS).
3. La comunicazione e la condivisione di informazioni tra professionisti sanitari, istituzioni e pazienti.
4. L'amministrazione e la gestione delle operazioni sanitarie, come il controllo degli accessi, la fatturazione e la programmazione degli appuntamenti.
5. La ricerca medica e biologica, attraverso l'elaborazione di grandi quantità di dati genomici o proteomici.

I sistemi computerizzati possono essere classificati in base alla loro portata funzionale, al tipo di hardware utilizzato, all'architettura del software e ai modelli di implementazione. Alcuni esempi comuni includono i sistemi di cartelle cliniche elettroniche (EHR), i sistemi di imaging medico, i sistemi di laboratorio automatizzati e i sistemi di telemedicina.

L'implementazione di sistemi computerizzati in ambito sanitario può offrire numerosi vantaggi, tra cui una maggiore efficienza operativa, una riduzione degli errori medici, un miglioramento della qualità delle cure e una più ampia accessibilità alle informazioni sanitarie. Tuttavia, questi sistemi possono anche presentare sfide significative in termini di affidabilità, sicurezza, privacy e interoperabilità, che devono essere attentamente gestite per garantire benefici ottimali per i pazienti e i professionisti sanitari.

In termini medici, un computer palmare, noto anche come PDA (Personal Digital Assistant) o assistente digitale personale, è un dispositivo elettronico portatile delle dimensioni di un palmo della mano che incorpora funzionalità di elaborazione dei dati. Questi dispositivi spesso combinano diverse caratteristiche, come l'agenda elettronica, il calcolatore, il registratore vocale, la fotocamera, il browser web, il lettore multimediale e talvolta anche le funzioni di telefono cellulare.

Negli ultimi anni, i computer palmari sono stati progressivamente soppiantati dagli smartphone, che offrono capacità di calcolo e connettività ancora maggiori in un formato più compatto e versatile. Tuttavia, i dispositivi palmari continuano ad essere utilizzati in alcuni contesti specifici, come la raccolta dei dati in ambito sanitario o di ricerca scientifica, grazie alla loro robustezza, facilità d'uso e alle personalizzazioni software disponibili.

In campo medico, la cristallizzazione si riferisce al processo di formazione di un cristallo solidificato da una sostanza che era precedentemente in soluzione o in stato liquido. Questo fenomeno è particolarmente importante in patologia clinica, dove la cristallizzazione di determinate sostanze all'interno del corpo può portare a diverse condizioni patologiche. Ad esempio, la formazione di cristalli di acido urico nei reni o nelle articolazioni è responsabile della gotta e dei calcoli renali. Allo stesso modo, la deposizione di cristalli di colesterolo nelle pareti arteriose può portare alla formazione di placche aterosclerotiche, aumentando il rischio di malattie cardiovascolari.

La comprensione del processo di cristallizzazione è fondamentale per la diagnosi e il trattamento di queste condizioni, poiché spesso l'identificazione dei cristalli all'interno dei tessuti o dei fluidi corporei può confermare la presenza della malattia. Inoltre, la modifica delle condizioni che favoriscono la cristallizzazione, come il controllo del pH o dell'iperuricemia, può essere un approccio terapeutico efficace per prevenire le recidive di queste patologie.

L'Microtomografia a Raggi X (micro-CT) è una tecnica di imaging non distruttiva che utilizza raggi X per acquisire immagini dettagliate e tridimensionali di campioni interni su scala microscopica. Questa tecnica è ampiamente utilizzata in diversi campi, tra cui la biologia, la medicina, la geologia e l'ingegneria, per studiare la struttura, la morfologia e le proprietà funzionali di materiali e tessuti.

Nel processo di micro-CT, il campione viene posto su un piattello rotante all'interno di un tubo a raggi X. Un fascio collimato di raggi X viene fatto passare attraverso il campione, producendo una proiezione radiografica dell'ombra del campione su un rilevatore bidimensionale posto dall'altra parte del campione. Ruotando il campione di un angolo incrementale e acquisendo una serie di proiezioni radiografiche da diverse angolazioni, è possibile ricostruire un'immagine tridimensionale ad alta risoluzione del campione utilizzando algoritmi di ricostruzione tomografica.

La micro-CT offre una serie di vantaggi rispetto ad altre tecniche di imaging, tra cui la capacità di acquisire immagini dettagliate di strutture interne senza dover danneggiare o distruggere il campione. Inoltre, la micro-CT può essere utilizzata per studiare la morfologia e le proprietà funzionali dei tessuti biologici e dei materiali ingegneristici con una risoluzione spaziale elevata, rendendola uno strumento prezioso per la ricerca di base e applicata.

La definizione medica di "addestramento al computer" si riferisce all'uso di tecnologie informatiche e software specifici per l'apprendimento, la formazione e l'istruzione in campo medico e sanitario. Questo tipo di addestramento può includere una vasta gamma di attività, come ad esempio:

* La visualizzazione e l'interazione con modelli anatomici tridimensionali per studiare la struttura del corpo umano;
* L'esecuzione di simulazioni virtuali di procedure mediche complesse, come interventi chirurgici o tecniche di rianimazione;
* La consultazione di banche dati e risorse online per la ricerca di informazioni su patologie, farmaci e trattamenti;
* L'analisi di dati clinici e l'utilizzo di algoritmi di intelligenza artificiale per supportare la diagnosi e la terapia dei pazienti.

L'addestramento al computer offre numerosi vantaggi rispetto ai metodi tradizionali di apprendimento, come ad esempio una maggiore flessibilità, l'opportunità di praticare in modo sicuro e controllato, la possibilità di ricevere feedback immediati e personalizzati, e la capacità di accedere a risorse didattiche sempre aggiornate.

Tuttavia, è importante notare che l'addestramento al computer non può sostituire completamente l'esperienza pratica e il contatto diretto con i pazienti, che restano fondamentali per la formazione dei professionisti della sanità.

In medicina, i termini "terminali di computer" si riferiscono a dispositivi hardware che consentono agli utenti di interagire con un sistema informatico ospite. Questi terminali non contengono parti di elaborazione locali e sono invece connessi a un host centrale, come un server principale, per l'elaborazione dei dati.

I terminali del computer possono essere utilizzati in vari contesti medici, tra cui la registrazione dei pazienti, il monitoraggio dei segni vitali e la gestione delle cartelle cliniche elettroniche. Possono anche essere utilizzati per fornire accesso remoto a sistemi informatici ospiti, consentendo ai professionisti sanitari di accedere e gestire i dati del paziente da qualsiasi luogo con una connessione Internet.

I terminali dei computer sono spesso dotati di tastiere, mouse e schermi per l'input e l'output dell'utente. Alcuni terminali possono anche disporre di funzionalità aggiuntive, come lettori di schede intelligenti o scanner di codici a barre, per facilitare l'accesso sicuro ai dati del paziente e ridurre gli errori di input dei dati.

Nel complesso, i terminali dei computer sono un componente importante delle infrastrutture informatiche sanitarie moderne, che consentono una gestione efficiente ed efficace dei dati dei pazienti e supportano la fornitura di cure di alta qualità.

In medicina, un algoritmo è una sequenza di istruzioni o passaggi standardizzati che vengono seguiti per raggiungere una diagnosi o prendere decisioni terapeutiche. Gli algoritmi sono spesso utilizzati nei processi decisionali clinici per fornire un approccio sistematico ed evidence-based alla cura dei pazienti.

Gli algoritmi possono essere basati su linee guida cliniche, raccomandazioni di esperti o studi di ricerca e possono includere fattori come i sintomi del paziente, i risultati dei test di laboratorio o di imaging, la storia medica precedente e le preferenze del paziente.

Gli algoritmi possono essere utilizzati in una varietà di contesti clinici, come la gestione delle malattie croniche, il triage dei pazienti nei pronto soccorso, la diagnosi e il trattamento delle emergenze mediche e la prescrizione dei farmaci.

L'utilizzo di algoritmi può aiutare a ridurre le variazioni nella pratica clinica, migliorare l'efficacia e l'efficienza delle cure, ridurre gli errori medici e promuovere una maggiore standardizzazione e trasparenza nei processi decisionali. Tuttavia, è importante notare che gli algoritmi non possono sostituire il giudizio clinico individuale e devono essere utilizzati in modo appropriato e flessibile per soddisfare le esigenze uniche di ogni paziente.

In termini medici, il software non ha una definizione specifica poiché si riferisce all'informatica e non alla medicina. Tuttavia, in un contesto più ampio che coinvolge l'informatica sanitaria o la telemedicina, il software può essere definito come un insieme di istruzioni e dati elettronici organizzati in modo da eseguire funzioni specifiche e risolvere problemi. Questi possono includere programmi utilizzati per gestire i sistemi informativi ospedalieri, supportare la diagnosi e il trattamento dei pazienti, o facilitare la comunicazione tra fornitori di assistenza sanitaria e pazienti. È importante notare che il software utilizzato nel campo medico deve essere affidabile, sicuro ed efficiente per garantire una cura adeguata e la protezione dei dati sensibili dei pazienti.

Computer-Aided Interpretation of Radiographic Images (CAIRI) si riferisce all'uso di tecnologie informatiche e algoritmi per analizzare e interpretare radiografie al fine di fornire supporto ai radiologi nella diagnosi delle condizioni mediche dei pazienti.

L'interpretazione assistita da calcolatore può includere una varietà di tecniche, come il rilevamento automatico di anormalità, la segmentazione dell'immagine, il riconoscimento di forme e pattern, e la classificazione delle immagini in base alla probabilità di determinate patologie.

L'obiettivo di CAIRI è quello di aumentare l'accuratezza e l'efficienza della lettura delle radiografie, ridurre il tempo di lettura e la fatica del radiologo, e migliorare la qualità complessiva delle cure fornite ai pazienti. Tuttavia, è importante notare che CAIRI non è destinato a sostituire completamente l'esperienza e il giudizio clinico del radiologo, ma piuttosto a fornire un supporto aggiuntivo per la diagnosi.

Gli sincrotroni sono grandi macchinari utilizzati per accelerare particelle subatomiche, come elettroni, a velocità vicine alla velocità della luce. Quando queste particelle accelerate ruotano all'interno di un anello di accumulazione magnetico, emettono radiazione elettromagnetica ad alta intensità e di breve lunghezza d'onda, nota come radiazione sincrotrone.

Questa radiazione è utilizzata in una vasta gamma di applicazioni scientifiche, tra cui la fisica, la chimica, la biologia strutturale, la scienza dei materiali e la medicina. Ad esempio, la radiazione sincrotrone può essere utilizzata per analizzare la struttura delle molecole, studiare le proprietà dei materiali, testare nuovi farmaci e sviluppare tecnologie avanzate.

In sintesi, gli sincrotroni sono importanti infrastrutture di ricerca che forniscono una fonte altamente brillante e collimata di radiazione elettromagnetica per una vasta gamma di applicazioni scientifiche e tecnologiche.

In medicina e ricerca biomedica, i modelli molecolari sono rappresentazioni tridimensionali di molecole o complessi molecolari, creati utilizzando software specializzati. Questi modelli vengono utilizzati per visualizzare e comprendere la struttura, le interazioni e il funzionamento delle molecole, come proteine, acidi nucleici (DNA e RNA) ed altri biomolecole.

I modelli molecolari possono essere creati sulla base di dati sperimentali ottenuti da tecniche strutturali come la cristallografia a raggi X, la spettrometria di massa o la risonanza magnetica nucleare (NMR). Questi metodi forniscono informazioni dettagliate sulla disposizione degli atomi all'interno della molecola, che possono essere utilizzate per generare modelli tridimensionali accurati.

I modelli molecolari sono essenziali per comprendere le interazioni tra molecole e come tali interazioni contribuiscono a processi cellulari e fisiologici complessi. Ad esempio, i ricercatori possono utilizzare modelli molecolari per studiare come ligandi (come farmaci o substrati) si legano alle proteine bersaglio, fornendo informazioni cruciali per lo sviluppo di nuovi farmaci e terapie.

In sintesi, i modelli molecolari sono rappresentazioni digitali di molecole che vengono utilizzate per visualizzare, analizzare e comprendere la struttura, le interazioni e il funzionamento delle biomolecole, con importanti applicazioni in ricerca biomedica e sviluppo farmaceutico.

I fantocci per l'imaging, noti anche come "phantoms" o "test objects", sono oggetti artificiali utilizzati in diversi campi della medicina, come la radiologia e la medicina nucleare, per testare, calibrare e valutare la qualità delle apparecchiature di imaging medico. Essi rappresentano un metodo standardizzato per verificare le prestazioni di queste apparecchiature, simulando le caratteristiche fisiche e radiologiche dei pazienti reali.

I fantocci per l'imaging possono essere realizzati con materiali diversi, come plastica, resina o tessuto, a seconda dell'applicazione specifica. Possono contenere elementi radioattivi o dispositivi elettronici per la generazione di segnali che simulino i tessuti umani e le loro proprietà radiologiche.

Esempi di fantocci per l'imaging includono:

1. Fantocci antropomorfi: utilizzati per testare la qualità delle apparecchiature di tomografia computerizzata (TC) e risonanza magnetica (RM). Sono progettati per simulare le dimensioni, la forma e la densità dei tessuti umani, compresi gli organi interni.
2. Fantocci per dosimetria: utilizzati per misurare e calibrare la dose di radiazioni somministrate durante le procedure di imaging medico, come la radiografia o la tomografia computerizzata. Questi fantocci contengono sensori che rilevano l'esposizione alle radiazioni e forniscono informazioni sulla distribuzione della dose all'interno del corpo.
3. Fantocci per imaging molecolare: utilizzati per testare le apparecchiature di medicina nucleare, come la tomografia ad emissione di positroni (PET) e la scintigrafia. Questi fantocci contengono radiofarmaci che simulano l'assorbimento dei farmaci da parte dei tessuti umani e forniscono informazioni sulla distribuzione e il metabolismo dei farmaci all'interno del corpo.

I fantocci per l'imaging sono fondamentali per garantire la sicurezza e l'efficacia delle procedure di imaging medico, nonché per lo sviluppo e la validazione di nuove tecnologie di imaging.

In termini medici, gli schermi per l'intensificazione dei raggi X si riferiscono a schermi fluorescenti utilizzati nella radiografia per aumentare l'efficienza della rilevazione delle immagini ai raggi X. Questi schermi contengono fosfori che emettono luce visibile quando vengono colpiti dai fotoni dei raggi X. Questa luce viene quindi convertita in un segnale elettronico da un dispositivo di acquisizione delle immagini, come una lastra radiografica o un detector digitale diretto (DDC).

L'uso degli schermi per l'intensificazione dei raggi X può aumentare la sensibilità della radiografia, ridurre la dose di radiazioni necessaria per produrre un'immagine adeguata e migliorare la qualità dell'immagine. Questi schermi sono spesso realizzati in materiali come il vetro alcalino-terreo rivestito con fosfori fluorescenti, come il solfato di gadolinio o l'ossido di zinco.

Gli schermi per l'intensificazione dei raggi X possono essere utilizzati in diversi contesti clinici, tra cui la radiografia scheletrica, la radiografia del torace e la radiologia interventistica. Tuttavia, è importante notare che l'uso di questi schermi richiede una formazione adeguata e una conoscenza approfondita delle tecniche di imaging a raggi X per garantire la sicurezza del paziente e la qualità dell'immagine.

In medicina, l'intensificazione di immagine radiografica si riferisce a un insieme di tecniche e tecnologie utilizzate per migliorare la qualità delle immagini radiografiche, rendendole più chiare, dettagliate e facilmente interpretabili. Questo processo è particolarmente utile in situazioni in cui è necessario ottenere immagini di alta qualità per effettuare una diagnosi accurata o per monitorare l'efficacia di un trattamento.

L'intensificazione di immagine radiografica può essere ottenuta attraverso diversi metodi, tra cui:

1. Utilizzo di intensificatori di immagine: Si tratta di dispositivi elettronici che convertono i raggi X in segnali elettrici, amplificandoli prima di inviarli a un monitor o a una pellicola radiografica.
2. Utilizzo di piastre fosforescenti: Queste piastre contengono sostanze che emettono luce quando esposte ai raggi X, permettendo di ottenere immagini più luminose e dettagliate.
3. Utilizzo di sistemi digitali: I sistemi digitali consentono la conversione diretta dei segnali generati dai raggi X in dati digitali, che possono essere elaborati e migliorati attraverso software specifici.
4. Utilizzo di mezzi di contrasto: L'introduzione di sostanze chimiche opache ai raggi X all'interno del corpo può aiutare a evidenziare specifiche strutture o aree, facilitando l'interpretazione delle immagini.
5. Utilizzo di tecniche speciali: Tra queste vi sono la tomografia computerizzata (TC), la risonanza magnetica nucleare (RMN) e l'angiografia, che consentono di ottenere immagini più dettagliate e precise di specifiche regioni o organi del corpo.

L'utilizzo di queste tecniche e strumentazioni permette di ottenere immagini di alta qualità, facilitando la diagnosi e il trattamento delle patologie, nonché il monitoraggio dell'evoluzione dei processi morbosi.

In realtà, non esiste un termine come "computer analogici" nella medicina. Il termine "computer analogico" si riferisce a un tipo specifico di computer che utilizza continuos physical quantities, such as voltage or mechanical position, to represent quantitative information. Sono stati ampiamente sostituiti dai computer digitali più flessibili e potenti.

Tuttavia, il termine "computer" in medicina può riferirsi a un dispositivo elettronico che esegue calcoli, analisi di dati o altre funzioni di elaborazione delle informazioni per supportare la pratica clinica, la ricerca medica o l'amministrazione sanitaria. Questi computer possono essere desktop, laptop, tablet o dispositivi mobili e possono essere utilizzati per una varietà di scopi, come la registrazione e l'archiviazione di dati clinici, la comunicazione con i pazienti, la ricerca medica e l'istruzione sanitaria.

La diagnosi assistita da computer (CDSS, Computerized Decision Support System) è uno strumento tecnologico che utilizza algoritmi e basi di conoscenza mediche per supportare i professionisti sanitari nel processo decisionale clinico. Fornisce raccomandazioni personalizzate e basate sull'evidenza per la diagnosi, il trattamento e il monitoraggio dei pazienti, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente, della sua storia clinica e dei risultati dei test di laboratorio.

Il CDSS può essere integrato in diversi sistemi informativi ospedalieri, come i sistemi di cartelle cliniche elettroniche, o disponibili come applicazioni stand-alone. L'obiettivo del CDSS è quello di migliorare la qualità delle cure fornite, ridurre gli errori medici e promuovere una pratica evidence-based.

È importante sottolineare che il CDSS non sostituisce il giudizio clinico del professionista sanitario, ma lo supporta fornendo informazioni pertinenti e aggiornate per prendere decisioni informate e appropriate per il paziente.

Una radiografia toracica è un esame di imaging medico che utilizza radiazioni ionizzanti per produrre immagini del torace, che comprende i polmoni, la parete toracica, il mediastino e il cuore. Viene comunemente utilizzata per diagnosticare e monitorare una varietà di condizioni mediche, come polmonite, versamento pleurico, emottisi, malattie cardiovascolari, tumori toracici e fratture costali.

Durante l'esame, il paziente viene posizionato in modo specifico mentre una macchina radiografica invia un breve raggio di radiazioni attraverso il torace. Le immagini risultanti vengono quindi analizzate da un radiologo per identificare eventuali anomalie o segni di malattia.

Come con qualsiasi esame che utilizza radiazioni, i rischi associati alla radiografia toracica sono generalmente bassi e vengono bilanciati dai benefici dell'esame per la diagnosi e il trattamento delle condizioni mediche sottostanti. Tuttavia, le precauzioni appropriate dovrebbero essere prese per minimizzare l'esposizione alle radiazioni, specialmente per i bambini, le donne in gravidanza o coloro che richiedono ripetute radiografie toraciche.

La Spettroscopia di Assorbimento dei Raggi X (X-Ray Absorption Spectroscopy, XAS) è una tecnica di fisica e chimica che permette di analizzare la struttura elettronica e la geometria locale degli atomi all'interno di un campione. Essa si basa sull'analisi dell'assorbimento dei fotoni X da parte del materiale, che dipende dalla transizione di un elettrone interno (di solito un elettrone 1s) ad un livello energetico più elevato, come una orbitale molecolare vuota o il continuum.

L'XAS può essere suddivisa in due regioni: la regione XANES (X-ray Absorption Near Edge Structure), che fornisce informazioni sulla simmetria e sullo stato di ossidazione degli atomi vicini all'atomo assorbente, e la regione EXAFS (Extended X-ray Absistance Fine Structure), che permette di determinare le distanze interatomiche e la coordinazione atomica.

La spettroscopia di assorbimento dei raggi X è una tecnica non distruttiva, altamente sensibile ed elemento-specifica, che può essere applicata a una vasta gamma di materiali, tra cui solidi, liquidi e gas. Essa trova impiego in diversi campi della ricerca scientifica, come la fisica, la chimica, la biologia strutturale, la scienza dei materiali e l'ambiente.

Il Valore Predittivo dei Test (VPT) è un concetto statistico utilizzato in medicina per descrivere la capacità di un test diagnostico di prevedere correttamente l'esito di una malattia o condizione specifica in pazienti con risultati positivi o negativi al test.

Il VPT positivo (VPT+) si riferisce alla probabilità che un paziente abbia effettivamente la malattia se il risultato del test è positivo. In altre parole, indica la precisione del test nel confermare la presenza della malattia.

Il VPT negativo (VPT-) si riferisce alla probabilità che un paziente non abbia la malattia se il risultato del test è negativo. In altre parole, indica la precisione del test nel escludere la presenza della malattia.

Il VPT dipende dalla prevalenza della malattia nella popolazione testata, dalla specificità e dalla sensibilità del test diagnostico utilizzato. Pertanto, un test con alta sensibilità e specificità avrà un VPT più elevato rispetto a un test con bassa sensibilità e/o specificità.

E' importante notare che il VPT può variare in base alla popolazione testata e ai fattori demografici come età, sesso e presenza di altre condizioni mediche. Pertanto, i valori del VPT devono essere interpretati nel contesto della popolazione studiata e non possono essere generalizzati a tutte le popolazioni.

In medicina, i "fattori temporali" si riferiscono alla durata o al momento in cui un evento medico o una malattia si verifica o progredisce. Questi fattori possono essere cruciali per comprendere la natura di una condizione medica, pianificare il trattamento e prevedere l'esito.

Ecco alcuni esempi di come i fattori temporali possono essere utilizzati in medicina:

1. Durata dei sintomi: La durata dei sintomi può aiutare a distinguere tra diverse condizioni mediche. Ad esempio, un mal di gola che dura solo pochi giorni è probabilmente causato da un'infezione virale, mentre uno che persiste per più di una settimana potrebbe essere causato da una infezione batterica.
2. Tempo di insorgenza: Il tempo di insorgenza dei sintomi può anche essere importante. Ad esempio, i sintomi che si sviluppano improvvisamente e rapidamente possono indicare un ictus o un infarto miocardico acuto.
3. Periodicità: Alcune condizioni mediche hanno una periodicità regolare. Ad esempio, l'emicrania può verificarsi in modo ricorrente con intervalli di giorni o settimane.
4. Fattori scatenanti: I fattori temporali possono anche includere eventi che scatenano la comparsa dei sintomi. Ad esempio, l'esercizio fisico intenso può scatenare un attacco di angina in alcune persone.
5. Tempo di trattamento: I fattori temporali possono influenzare il trattamento medico. Ad esempio, un intervento chirurgico tempestivo può essere vitale per salvare la vita di una persona con un'appendicite acuta.

In sintesi, i fattori temporali sono importanti per la diagnosi, il trattamento e la prognosi delle malattie e devono essere considerati attentamente in ogni valutazione medica.

La Diagnostica per Immagini è una branca della medicina che utilizza diverse tecnologie per creare immagini del corpo umano, dei suoi organi e tessuti al fine di diagnosticare, monitorare o escludere condizioni patologiche, lesioni o malattie. Queste tecniche forniscono informazioni visive dettagliate che possono aiutare i medici a comprendere lo stato di salute del paziente e prendere decisioni informate sul trattamento.

Ecco alcuni esempi comuni di esami di diagnostica per immagini:

1. Radiografia: utilizza radiazioni ionizzanti per creare immagini dettagliate delle ossa, dei tessuti molli e di altri organi interni. Viene spesso utilizzata per diagnosticare fratture, infezioni ossee e altre condizioni scheletriche.

2. Tomografia Computerizzata (TC): utilizza raggi X per acquisire una serie di immagini bidimensionali del corpo da diverse angolazioni, che vengono quindi combinate al computer per creare immagini tridimensionali dettagliate degli organi e dei tessuti interni. Viene spesso utilizzata per rilevare tumori, ictus, lesioni traumatiche e altre condizioni mediche complesse.

3. Risonanza Magnetica (RM): utilizza campi magnetici e onde radio per creare immagini dettagliate dei tessuti molli, come il cervello, la colonna vertebrale, i muscoli e i legamenti. Viene spesso utilizzata per diagnosticare lesioni sportive, malattie degenerative delle articolazioni, tumori cerebrali e altre condizioni mediche.

4. Ecografia: utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini dei tessuti molli e degli organi interni. Viene spesso utilizzata per visualizzare il feto durante la gravidanza, diagnosticare malattie del cuore e dei vasi sanguigni, e valutare lesioni muscolari e tendinee.

5. Tomografia Computerizzata (TC): utilizza raggi X per creare immagini dettagliate degli organi interni e dei tessuti molli. Viene spesso utilizzata per diagnosticare tumori, ictus, lesioni traumatiche e altre condizioni mediche complesse.

6. Medicina Nucleare: utilizza piccole quantità di sostanze radioattive per creare immagini dettagliate degli organi interni e dei tessuti molli. Viene spesso utilizzata per diagnosticare tumori, malattie cardiovascolari e altre condizioni mediche complesse.

7. PET Scan: utilizza una piccola quantità di sostanza radioattiva per creare immagini dettagliate del metabolismo dei tessuti molli e degli organi interni. Viene spesso utilizzata per diagnosticare tumori, malattie cardiovascolari e altre condizioni mediche complesse.

8. Densitometria Ossea: utilizza raggi X per creare immagini dettagliate della densità ossea. Viene spesso utilizzata per diagnosticare l'osteoporosi e valutare il rischio di fratture.

9. Elettrocardiogramma (ECG): registra l'attività elettrica del cuore. Viene spesso utilizzato per diagnosticare malattie cardiovascolari e altre condizioni mediche complesse.

10. Ecografia: utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini dettagliate degli organi interni e dei tessuti molli. Viene spesso utilizzata per diagnosticare tumori, malattie cardiovascolari e altre condizioni mediche complesse.

11. Risonanza Magnetica (RM): utilizza un campo magnetico e onde radio per creare immagini dettagliate degli organi interni e dei tessuti molli. Viene spesso utilizzata per diagnosticare tumori, malattie cardiovascolari e altre condizioni mediche complesse.

12. Tomografia Computerizzata (TC): utilizza raggi X per creare immagini dettagliate degli organi interni e dei tessuti molli. Viene spesso utilizzata per diagnosticare tumori, malattie cardiovascolari e altre condizioni mediche complesse.

13. Angiografia: utilizza un mezzo di contrasto per creare immagini dettagliate dei vasi sanguigni. Viene spesso utilizzata per diagnosticare malattie cardiovascolari e altre condizioni mediche complesse.

14. Biopsia: preleva un campione di tessuto da un organo o una lesione per l'esame al microscopio. Viene spesso utilizzata per diagnosticare tumori, malattie infettive e altre condizioni mediche complesse.

15. Esami del sangue: misurano i livelli di sostanze chimiche, ormoni, vitamine, minerali e altri componenti nel sangue. Vengono spesso utilizzati per monitorare la salute generale, diagnosticare malattie e valutare l'efficacia della terapia.

16. Test di imaging: utilizzano radiazioni, ultrasuoni, campi magnetici o altri metodi per creare immagini degli organi interni e dei tessuti molli. Vengono spesso utilizzati per diagnosticare malattie, monitorare la salute generale e pianificare il trattamento.

17. Elettrocardiogramma (ECG): registra l'attività elettrica del cuore. Viene spesso utilizzato per diagnosticare problemi cardiovascolari, monitorare la salute generale e pianificare il trattamento.

18. Test di funzionalità respiratoria: misurano la capacità polmonare e l'efficienza del sistema respiratorio. Vengono spesso utilizzati per diagnosticare malattie polmonari, monitorare la salute generale e pianificare il trattamento.

19. Test di funzionalità renale: misurano la capacità dei reni di filtrare i rifiuti dal sangue. Vengono spesso utilizzati per diagnosticare malattie renali, monitorare la salute generale e pianificare il trattamento.

20. Test di funzionalità epatica: misurano la capacità del fegato di svolgere le sue funzioni metaboliche. Vengono spesso utilizzati per diagnosticare malattie epatiche, monitorare la salute generale e pianificare il trattamento.

21. Test genetici: analizzano il DNA per identificare mutazioni associate a malattie ereditarie o predisposizione alle malattie. Vengono spesso utilizzati per diagnosticare malattie genetiche, pianificare il trattamento e prendere decisioni informate sulla salute riproduttiva.

22. Test di screening: vengono eseguiti su persone apparentemente sane per identificare precocemente i segni di malattia o condizioni che possono aumentare il rischio di sviluppare una malattia in futuro. Alcuni test di screening comuni includono mammografie, pap-test e colesterolo nel sangue.

23. Test diagnostici: vengono eseguiti per confermare o escludere la presenza di una specifica condizione medica dopo che i sintomi sono comparsi. Alcuni test diagnostici comuni includono radiografie, TAC e risonanza magnetica.

24. Test di monitoraggio: vengono eseguiti per tenere traccia della progressione o del decorso di una condizione medica esistente. Questi test possono essere utilizzati per valutare l'efficacia del trattamento e apportare modifiche al piano di cura se necessario.

25. Test predittivi: vengono eseguiti per prevedere il rischio di sviluppare una malattia in futuro sulla base di fattori di rischio noti o biomarcatori specifici. Questi test possono essere utilizzati per informare le decisioni relative alla gest

La Grafica Computerizzata (CG, Computer Graphics) in ambito medico si riferisce all'utilizzo di tecnologie informatiche per creare immagini e sequenze visive utili a scopi di diagnosi, pianificazione terapeutica o ricerca scientifica. Queste immagini possono rappresentare strutture anatomiche interne, funzioni fisiologiche o processi patologici.

Nella medicina, la grafica computerizzata è spesso utilizzata in combinazione con tecniche di imaging biomedico come radiografie, risonanze magnetiche (MRI), tomografie computerizzate (CT) e ultrasuoni. I dati grezzi ottenuti da queste indagini vengono processati ed analizzati attraverso algoritmi complessi che generano rappresentazioni grafiche dettagliate e realistiche del corpo umano o di specifiche aree interne.

La grafica computerizzata ha numerose applicazioni nella pratica clinica, tra cui:

1. Visualizzazione 3D delle strutture anatomiche: Aiuta i medici a comprendere meglio la posizione e l'estensione di lesioni o anomalie presenti nel corpo del paziente.
2. Pianificazione chirurgica: Consente ai chirurghi di visualizzare in anticipo il campo operatorio, identificare strutture critiche ed elaborare strategie per eseguire interventi complessi con maggiore precisione e sicurezza.
3. Simulazione medica: Fornisce agli studenti e ai professionisti sanitari un ambiente virtuale in cui praticare procedure e tecniche senza rischi per i pazienti reali.
4. Progettazione di protesi e dispositivi medici: Aiuta ingegneri biomedici a creare dispositivi su misura per ogni paziente, adattandoli perfettamente alle loro esigenze individuali.
5. Ricerca scientifica: Supporta la comprensione di processi fisiologici complessi e l'identificazione di nuovi bersagli terapeutici per lo sviluppo di farmaci innovativi.

In sintesi, la grafica computerizzata è una tecnologia essenziale nella medicina moderna che offre vantaggi significativi in termini di accuratezza diagnostica, pianificazione chirurgica, formazione medica e ricerca scientifica. Continuerà ad evolversi ed espandersi, aprendo nuove opportunità per il progresso della salute umana.

La multimodalità di imaging (MI) si riferisce all'uso di due o più tecniche di imaging medico per acquisire dati complementari su una regione anatomica o funzionale del corpo umano. Questo approccio integrato fornisce informazioni dettagliate e complete, aumentando la precisione della diagnosi, della pianificazione terapeutica e del monitoraggio della risposta al trattamento.

Le tecniche di imaging comunemente combinate nella MI includono:

1. Imaging a risonanza magnetica (MRI): fornisce immagini dettagliate delle strutture interne, compresi tessuti molli, organi e vasi sanguigni.
2. Tomografia computerizzata (CT): offre immagini ad alta risoluzione di ossa, organi e altri tessuti densi.
3. Tomografia a emissione di positroni (PET): rileva la presenza di sostanze radioattive marcate all'interno del corpo per valutare processi metabolici e funzionali.
4. Imaging ottico: utilizza luce visibile o vicina all'infrarosso per acquisire immagini di superfici cutanee, vasi sanguigni e altre strutture.
5. Ultrasuoni (US): fornisce immagini in tempo reale dei movimenti e delle strutture interne del corpo, come organi, vasi sanguigni e tessuti molli.
6. Imaging molecolare: utilizza agenti di contrasto o traccianti per identificare specifiche proteine, cellule o processi biologici all'interno del corpo.

La MI è particolarmente utile in situazioni in cui una singola tecnica di imaging potrebbe non fornire informazioni sufficientemente complete o accurate. Ad esempio, la combinazione di MRI e PET può aiutare a identificare lesioni tumorali e valutarne l'attività metabolica, mentre l'uso congiunto di US e CT (tomografia computerizzata) può migliorare la precisione della guida delle procedure interventistiche.

I radioisotopi di fluoro sono forme radioattive dell'elemento fluoro. Il fluoro-18 (^18F) è il radioisotopo più comunemente utilizzato in medicina, con una emivita di circa 110 minuti. Viene utilizzato principalmente nella produzione di un agente di imaging medico chiamato fluorodesossiglucosio (FDG), che viene metabolizzato dalle cellule e può essere utilizzato per produrre immagini del corpo umano con la tomografia ad emissione di positroni (PET).

L'FDG è un analogo del glucosio marcato con fluoruro-18, che viene captato dalle cellule in base al loro tasso di metabolismo. Le cellule tumorali tendono ad avere alti tassi di metabolismo e quindi accumulano più FDG rispetto alle cellule normali. Pertanto, le immagini PET con FDG possono essere utilizzate per rilevare e localizzare i tumori, monitorare la risposta al trattamento e pianificare la radioterapia.

Oltre all'uso di FDG nella diagnosi e nel monitoraggio del cancro, il fluoruro-18 può anche essere utilizzato per studiare la funzione cerebrale, la malattia cardiovascolare e altre condizioni mediche. Tuttavia, l'uso dei radioisotopi di fluoro richiede attrezzature specializzate e competenze tecniche altamente qualificate, quindi è generalmente limitato ai centri di imaging avanzati.

La progettazione di apparecchiature, nota anche come disegno di dispositivi o ingegneria delle apparecchiature, è un processo interdisciplinare che comporta la concezione, lo sviluppo, il test e la produzione di apparecchiature mediche, strumenti diagnostici e altre attrezzature utilizzate nella pratica sanitaria. Questo campo dell'ingegneria richiede una comprensione approfondita della fisiologia umana, delle malattie e dei trattamenti, nonché competenze ingegneristiche specializzate in meccanica, elettronica, software e altri campi tecnici.

Il processo di progettazione di apparecchiature inizia con la definizione del problema medico o del bisogno clinico che l'apparecchiatura deve soddisfare. Gli ingegneri lavorano quindi a stretto contatto con i professionisti sanitari per sviluppare una soluzione progettuale che sia sicura, efficace e facilmente utilizzabile dai clinici.

La progettazione di apparecchiature richiede la considerazione di molti fattori diversi, tra cui:

* La sicurezza del paziente e dell'operatore
* L'efficacia clinica dell'apparecchiatura
* La facilità d'uso e l'ergonomia
* La compatibilità elettromagnetica (EMC) e la sicurezza elettrica
* Le normative e gli standard applicabili, come le linee guida dell'FDA o i regolamenti europei sui dispositivi medici
* La fattibilità tecnologica ed economica della produzione in serie.

Una volta completato il processo di progettazione, l'apparecchiatura deve essere sottoposta a test rigorosi per verificarne la sicurezza e l'efficacia prima di poter essere immessa sul mercato. Ciò può comportare studi clinici controllati o osservazionali, nonché test di laboratorio e di campo per valutare le prestazioni dell'apparecchiatura in condizioni reali.

In sintesi, la progettazione di apparecchiature è un processo complesso che richiede una stretta collaborazione tra ingegneri, professionisti sanitari e altri esperti per garantire la sicurezza e l'efficacia dell'apparecchiatura. Il processo di progettazione deve tenere conto di molti fattori diversi, tra cui la sicurezza del paziente e dell'operatore, l'efficacia clinica, la facilità d'uso, la compatibilità elettromagnetica e le normative applicabili. Una volta completato il processo di progettazione, l'apparecchiatura deve essere sottoposta a test rigorosi per verificarne la sicurezza e l'efficacia prima di poter essere immessa sul mercato.

La definizione medica di "Computer Communication Networks" (CCN) non è standardizzata, poiché questo termine si riferisce generalmente alla scienza e all'ingegneria dei sistemi di comunicazione tra computer in un contesto più ampio che non sia specificamente medico.

Tuttavia, in ambito sanitario, le reti di comunicazione di computer sono spesso utilizzate per supportare la condivisione di informazioni e la collaborazione tra professionisti della salute, istituzioni e pazienti. Queste reti possono includere una varietà di tecnologie di comunicazione, come reti cablate o wireless, Internet, intranet e VPN (Virtual Private Network).

Le CCN in ambito sanitario possono supportare una vasta gamma di applicazioni, tra cui la telemedicina, la telediagnosi, la teleassistenza, il monitoraggio remoto dei pazienti, la condivisione di immagini mediche e la gestione elettronica delle cartelle cliniche.

In sintesi, le reti di comunicazione di computer in ambito sanitario sono sistemi informatici progettati per supportare la comunicazione e la condivisione di informazioni tra professionisti della salute, istituzioni e pazienti, al fine di migliorare la qualità e l'efficienza delle cure mediche.

In medicina, il dosaggio di radiazioni si riferisce alla quantità di radiazione ionizzante assorbita da un materiale o un organismo esposto a radiazioni. Viene misurato in unità di Gray (Gy), dove 1 Gy equivale all'assorbimento di un joule di energia per chilogrammo di massa.

Il dosaggio di radiazioni è una misura importante nella medicina nucleare, radioterapia e imaging radiologico, poiché l'esposizione alle radiazioni può avere effetti sia benefici che dannosi sull'organismo. Un dosaggio adeguato di radiazioni è necessario per il trattamento efficace del cancro con la radioterapia, mentre un'eccessiva esposizione alle radiazioni può aumentare il rischio di effetti avversi come danni al DNA, mutazioni genetiche e sviluppo di tumori.

Pertanto, è fondamentale monitorare attentamente il dosaggio di radiazioni durante i trattamenti medici che utilizzano radiazioni ionizzanti per garantire la sicurezza e l'efficacia del trattamento.

In termini medici, i mezzi di contrasto sono sostanze chimiche utilizzate durante procedure di imaging diagnostico come radiografie, tomografie computerizzate (TC) e risonanze magnetiche (RM). Questi agenti vengono somministrati al paziente per migliorare la visibilità e il contrasto dei tessuti, organi o vasi sanguigni nell'immagine, al fine di facilitare una più precisa e accurata diagnosi delle condizioni di salute.

Ne esistono diversi tipi, tra cui:

1. Mezzi di contrasto radiopachi: utilizzati principalmente nelle procedure radiografiche e TC, sono generalmente a base di iodio. Essendo densi dal punto di vista radiologico, aumentano il contrasto tra le strutture interne del corpo e i tessuti molli, facilitando l'individuazione di lesioni o anomalie come tumori, infiammazioni o coaguli di sangue.
2. Mezzi di contrasto paramagnetici: impiegati nelle risonanze magnetiche, contengono metalli come il gadolinio. Questi agenti alterano il campo magnetico locale e influenzano il segnale delle cellule circostanti, rendendole più distinguibili all'interno dell'immagine RM.

È importante sottolineare che l'uso di mezzi di contrasto deve essere attentamente valutato e monitorato da personale medico qualificato, poiché possono presentare effetti collaterali o reazioni avverse in alcuni pazienti.

La conformazione della proteina, nota anche come struttura terziaria delle proteine, si riferisce alla disposizione spaziale dei diversi segmenti che costituiscono la catena polipeptidica di una proteina. Questa conformazione è stabilita da legami chimici tra gli atomi di carbonio, zolfo, azoto e ossigeno presenti nella catena laterale degli aminoacidi, nonché dalle interazioni elettrostatiche e idrofobiche che si verificano tra di essi.

La conformazione delle proteine può essere influenzata da fattori ambientali come il pH, la temperatura e la concentrazione salina, e può variare in base alla funzione svolta dalla proteina stessa. Ad esempio, alcune proteine hanno una conformazione flessibile che consente loro di legarsi a diverse molecole target, mentre altre hanno una struttura più rigida che ne stabilizza la forma e la funzione.

La determinazione della conformazione delle proteine è un'area di ricerca attiva in biochimica e biologia strutturale, poiché la conoscenza della struttura tridimensionale di una proteina può fornire informazioni cruciali sulla sua funzione e su come interagisce con altre molecole nel corpo. Le tecniche sperimentali utilizzate per determinare la conformazione delle proteine includono la diffrazione dei raggi X, la risonanza magnetica nucleare (NMR) e la criomicroscopia elettronica (Cryo-EM).

La radiografia è una procedura diagnostica ampiamente utilizzata che impiega radiazioni a bassa dose per ottenere immagini dell'interno del corpo. Durante la procedura, un paziente viene esposto a un fascio di raggi X, che attraversano il corpo e vengono rilevati da un dispositivo sensibile alla radiazione chiamato piatto radiografico sull'altro lato del corpo. Le aree attraversate dai raggi X appaiono chiare nelle immagini radiografiche, mentre le aree dense che bloccano maggiormente i raggi X, come ossa e strutture metalliche, appaiono scure.

Le radiografie sono comunemente utilizzate per rilevare e monitorare una varietà di condizioni mediche, tra cui fratture ossee, malattie polmonari, tumori e altri problemi ai tessuti molli o alle articolazioni. Sono anche impiegati per guidare procedure mediche come la biopsia o il posizionamento di dispositivi medici.

Come con qualsiasi procedura che utilizza radiazioni, i rischi associati alla radiografia devono essere bilanciati con i benefici previsti. L'esposizione alle radiazioni durante la radiografia è generalmente minima e le procedure sono considerate sicure per la maggior parte dei pazienti. Tuttavia, le precauzioni appropriate dovrebbero essere prese per minimizzare l'esposizione alle radiazioni, specialmente per i bambini, le donne in gravidanza e i pazienti che richiedono ripetute radiografie.

La radiografia addominale è un esame di imaging diagnostico che utilizza radiazioni ionizzanti per produrre immagini del tratto gastrointestinale e degli organi addominali, come stomaco, intestino tenue, colon, fegato, colecisti, pancreas, reni e vie urinarie.

Durante l'esame, il paziente viene invitato a stare in piedi o ad assuming una posizione supina su un lettino radiologico, mentre una lastra radiografica viene posta sotto la zona addominale. Successivamente, un apparato radiologico emette un breve raggio di radiazioni che attraversano il corpo e vengono registrate sulla lastra, creando un'immagine in bianco e nero dell'addome.

La radiografia addominale può essere utilizzata per diagnosticare una varietà di condizioni mediche, come ostruzioni intestinali, perforazioni gastrointestinali, calcoli renali, malattie infiammatorie intestinali e tumori maligni. Tuttavia, l'esame presenta alcune limitazioni, come la possibilità di esposizione a radiazioni ionizzanti e la scarsa capacità di rilevare lesioni più piccole o meno definite.

In generale, la radiografia addominale è un esame sicuro e indolore che fornisce informazioni preziose per la diagnosi e il trattamento di molte condizioni mediche dell'addome. Tuttavia, come con qualsiasi procedura medica, dovrebbe essere eseguita solo sotto la guida di un operatore qualificato e autorizzato, e i benefici dell'esame dovrebbero sempre superare i potenziali rischi.

In medicina e ricerca biomedica, i modelli biologici si riferiscono a sistemi o organismi viventi che vengono utilizzati per rappresentare e studiare diversi aspetti di una malattia o di un processo fisiologico. Questi modelli possono essere costituiti da cellule in coltura, tessuti, organoidi, animali da laboratorio (come topi, ratti o moscerini della frutta) e, in alcuni casi, persino piante.

I modelli biologici sono utilizzati per:

1. Comprendere meglio i meccanismi alla base delle malattie e dei processi fisiologici.
2. Testare l'efficacia e la sicurezza di potenziali terapie, farmaci o trattamenti.
3. Studiare l'interazione tra diversi sistemi corporei e organi.
4. Esplorare le risposte dei sistemi viventi a vari stimoli ambientali o fisiologici.
5. Predire l'esito di una malattia o la risposta al trattamento in pazienti umani.

I modelli biologici offrono un contesto più vicino alla realtà rispetto ad altri metodi di studio, come le simulazioni computazionali, poiché tengono conto della complessità e dell'interconnessione dei sistemi viventi. Tuttavia, è importante notare che i modelli biologici presentano anche alcune limitazioni, come la differenza di specie e le differenze individuali, che possono influenzare la rilevanza dei risultati ottenuti per l'uomo. Pertanto, i risultati degli studi sui modelli biologici devono essere interpretati con cautela e confermati in studi clinici appropriati sull'uomo.

La tomografia computerizzata quadridimensionale (4D CT) è una tecnologia avanzata di imaging medico che combina la tradizionale tomografia computerizzata tridimensionale (3D CT) con l'imaging cinetico per catturare informazioni temporali. Questa tecnica consente di visualizzare non solo la struttura anatomica statica dei tessuti, ma anche il loro movimento e cambiamenti nel tempo.

Nella 4D CT, le immagini vengono acquisite ripetutamente durante un periodo di tempo, consentendo la creazione di una sequenza temporale delle immagini. Queste sequenze possono essere utilizzate per analizzare il movimento dei tessuti, come il respiro o il battito cardiaco, e per studiare i cambiamenti funzionali all'interno del corpo.

Questa tecnologia è particolarmente utile in aree come la radioterapia, dove può essere utilizzata per tracciare il movimento dei tumori durante il trattamento e adattare la terapia di conseguenza. Inoltre, può anche essere applicata in altri campi della medicina, come la cardiologia e la neurologia, per studiare i movimenti complessi e le funzioni dei vari organi e sistemi del corpo.

La diffusione della radiazione è un termine medico utilizzato per descrivere la dispersione delle particelle o delle onde elettromagnetiche, come i raggi X o la radiazione gamma, nello spazio. Questo processo si verifica quando le particelle o le onde colpiscono gli atomi o le molecole nel mezzo attraversato, causando l'eiezione di elettroni e creando ioni carichi positivamente.

L'entità della diffusione dipende da diversi fattori, come l'energia delle particelle o delle onde, la densità del mezzo attraversato e la lunghezza del percorso coperto dalla radiazione. La diffusione può causare danni ai tessuti circostanti, soprattutto se la dose assorbita è elevata, ed è per questo che la protezione dai raggi X e dalle altre forme di radiazione ionizzante è un aspetto importante della sicurezza in ambito medico.

In radiologia, la diffusione della radiazione può influenzare la qualità dell'immagine e la dose di radiazioni assorbita dal paziente. Per questo motivo, i tecnici sanitari di radiologia medica utilizzano tecniche specifiche per minimizzare la diffusione e garantire l'esposizione alle radiazioni solo alla parte del corpo interessata dall'esame.

La "Variazione Dipendente Dell'Osservatore" (Observer-Dependent Variation) è un termine utilizzato in medicina e in particolare nella diagnostica per immagini, quando il risultato o la percezione della condizione medica del paziente può variare a seconda dell'operatore che esegue l'esame o interpreta le immagini.

Questa variazione può essere dovuta a diversi fattori, come la differenza nelle competenze e nell'esperienza degli operatori, le differenti tecniche utilizzate per eseguire l'esame o analizzare i dati, o anche la soggettività nella valutazione delle immagini.

Ad esempio, in radiologia, la variazione dipendente dall'osservatore può verificarsi quando due radiologi interpretano le stesse immagini e possono arrivare a conclusioni diverse sulla presenza o l'assenza di una lesione o patologia. Questo tipo di variazione può influenzare la accuratezza della diagnosi e il trattamento successivo del paziente, ed è per questo che vengono adottate misure per ridurre al minimo questa variabilità, come l'utilizzo di protocolli standardizzati e la formazione continua degli operatori.

La terapia a raggi X, nota anche come radioterapia a raggi X, è un trattamento oncologico che utilizza radiazioni ionizzanti per distruggere le cellule tumorali e ridurre la crescita del tumore. Viene ampiamente utilizzata per trattare vari tipi di cancro e talvolta anche per malattie benigne come l'artrite reumatoide grave o alcune condizioni dermatologiche.

Durante il trattamento, un macchinario speciale, come un acceleratore lineare, produce raggi X ad alta energia che vengono mirati direttamente alla zona interessata del corpo. Questi raggi danneggiano il DNA delle cellule tumorali, impedendo loro di dividersi e moltiplicarsi. Le cellule sane circostanti possono anche essere influenzate, ma di solito sono in grado di riparare meglio il danno rispetto alle cellule tumorali.

La terapia a raggi X può essere somministrata come trattamento esterno, dove le radiazioni provengono da una macchina esterna al corpo (radioterapia esterna), o come trattamento interno, dove la sorgente radioattiva viene posizionata direttamente nel corpo vicino al tumore (radioterapia interna o brachiterapia).

L'efficacia della terapia a raggi X dipende dal tipo e dalla posizione del cancro, dallo stadio della malattia, dall'età e dalle condizioni generali di salute del paziente. Spesso, la terapia a raggi X viene utilizzata in combinazione con altri trattamenti come la chemioterapia o la chirurgia per aumentare le possibilità di guarigione e migliorare i sintomi associati al cancro.

La calcinosi è una condizione medica in cui si accumulano depositi di calcio nei tessuti del corpo, ad esempio nella pelle, nei muscoli o negli organi interni. Questi depositi possono causare dolore, rigidità e gonfiore nelle aree interessate.

La calcinosi può verificarsi per diversi motivi, tra cui:

* Un'anomalia genetica che causa un aumento dell'assorbimento di calcio nell'intestino o una ridotta eliminazione di calcio nelle urine
* Un'eccessiva esposizione al calcio o al fosfato, ad esempio attraverso l'uso prolungato di integratori di calcio o di farmaci che contengono fosfato
* Una lesione o un'infiammazione cronica che causa la formazione di depositi di calcio nei tessuti danneggiati

I sintomi della calcinosi possono variare a seconda della gravità e della localizzazione dei depositi di calcio. Alcune persone con calcinosi possono non presentare sintomi, mentre altre possono manifestare dolore, rigidità, gonfiore o difficoltà nel movimento nelle aree interessate. In casi gravi, i depositi di calcio possono causare danni ai tessuti e agli organi, portando a complicazioni come infezioni o insufficienza renale.

Il trattamento della calcinosi dipende dalla causa sottostante e può includere cambiamenti nella dieta, farmaci per ridurre i livelli di calcio o fosfato nel sangue, fisioterapia o chirurgia per rimuovere i depositi di calcio. È importante consultare un medico se si sospetta di avere la calcinosi o se si presentano sintomi come dolore, rigidità o gonfiore nelle articolazioni o nei tessuti molli.

La definizione medica di "Insegnamento Col Computer" si riferisce all'utilizzo di tecnologie informatiche e digitali per facilitare l'apprendimento e l'insegnamento in campo medico. Questo può includere una vasta gamma di attività, come la creazione di materiale didattico interattivo, la simulazione di procedure mediche complesse, la formazione a distanza attraverso piattaforme online, l'utilizzo di strumenti di comunicazione digitale per facilitare la collaborazione tra studenti e insegnanti, e molto altro ancora.

L'obiettivo dell'insegnamento col computer è quello di fornire agli studenti di medicina un ambiente di apprendimento flessibile, accessibile e interattivo che possa aiutarli a sviluppare le competenze e le conoscenze necessarie per diventare medici competenti ed efficaci. Grazie alla sua capacità di fornire feedback immediato, personalizzare l'apprendimento e simulare situazioni realistiche, l'insegnamento col computer è diventato un importante strumento didattico nella formazione medica moderna.

In realtà, un minicomputer non è più considerato un termine medico. Nell'ambito dell'informatica e dell'elettronica, un minicomputer si riferisce a un computer di dimensioni e costi intermedi tra i mainframe e i microcomputer (o personal computer). Furono introdotti alla fine degli anni '50 ed erano originariamente più piccoli, più economici e meno potenti dei mainframe, sebbene oggi il termine "minicomputer" sia talvolta utilizzato in riferimento a sistemi embedded, real-time e multiprocessing.

In passato, i minicomputer venivano occasionalmente utilizzati all'interno di alcuni ambienti medici e di ricerca biomedica per applicazioni che richiedevano una potenza di calcolo maggiore dei sistemi informatici desktop o workstation dell'epoca. Tuttavia, con l'aumento delle prestazioni e la diminuzione delle dimensioni e dei costi dei personal computer e dei server moderni, i minicomputer non sono più ampiamente utilizzati in tali contesti.

La progettazione assistita da computer (CAD) in campo medico si riferisce all'uso di software e tecnologie informatiche per supportare la progettazione, pianificazione e simulazione di procedure mediche o dispositivi medici. Questo può includere la creazione di modelli 3D del corpo umano o di specifiche aree anatomiche per pianificare interventi chirurgici complessi, lo sviluppo di protesi su misura o l'ottimizzazione della forma e funzione di dispositivi medici.

L'obiettivo principale della CAD in medicina è quello di migliorare la precisione, l'efficienza e la sicurezza delle procedure mediche, riducendo al contempo il rischio di complicanze e errori umani. Grazie alla sua capacità di fornire visualizzazioni dettagliate e accurate del corpo umano, la CAD è diventata una tecnologia sempre più utilizzata in diversi campi della medicina, come la chirurgia ricostruttiva, l'ortopedia, la cardiologia e la neurologia.

La diffusione ad angolo piccolo (in inglese "Small Angle Scattering" o SAS) è un metodo di fisica che viene utilizzato in biologia strutturale e in scienze dei materiali per studiare la struttura a livello nanostrutturale di una varietà di campioni, come proteine, polimeri, colloidi e materiali porosi.

Il metodo si basa sulla diffusione elastica di radiazione ionizzante (come raggi X o neutroni) da parte di particelle di dimensioni nanometriche presenti nel campione. La diffusione avviene ad angoli molto piccoli, dell'ordine di pochi gradi, e l'analisi dei dati ottenuti consente di ricostruire la forma e la distribuzione delle particelle che hanno causato la diffusione.

In particolare, per quanto riguarda il campo biomedico, la SAS viene utilizzata per studiare la struttura di macromolecole biologiche come proteine e acidi nucleici, fornendo informazioni sulla loro forma, dimensione e orientamento. Queste informazioni possono essere utili per comprendere il meccanismo d'azione delle proteine e per lo sviluppo di farmaci.

In sintesi, la diffusione ad angolo piccolo è una tecnica di fisica che permette di studiare la struttura nanostrutturale di campioni biologici e non, fornendo informazioni utili per la comprensione dei meccanismi molecolari e per lo sviluppo di nuove applicazioni tecnologiche.

Computer-assisted surgery (CAS) è un termine generale che si riferisce all'uso di tecnologie digitali e informatiche per supportare, pianificare e eseguire procedure chirurgiche. Queste tecnologie possono includere sistemi di imaging avanzati, robotica, navigazione computerizzata e strumenti di simulazione che aiutano i chirurghi a visualizzare, manipolare e asportare tessuti o organi con maggiore precisione ed efficacia.

L'obiettivo della chirurgia assistita da computer è quello di migliorare i risultati clinici per i pazienti riducendo al minimo il rischio di complicanze e errori chirurgici, nonché di aumentare l'efficienza e la sicurezza delle procedure chirurgiche.

Esempi di applicazioni della chirurgia assistita da computer includono la pianificazione preoperatoria di interventi complessi come la chirurgia ortopedica o neurochirurgica, la navigazione intraoperatoria durante l'impianto di dispositivi medici come protesi articolari o stimolatori neurali, e l'esecuzione di procedure mini-invasive o robot-assistite che richiedono una precisione estrema, come la chirurgia della prostata o del colon-retto.

In sintesi, la chirurgia assistita da computer è un campo in continua evoluzione che combina le competenze dei chirurghi con l'accuratezza e la precisione delle tecnologie digitali per offrire trattamenti chirurgici più sicuri ed efficaci.

In termini medici, "Miglioramento dell'Immagine" si riferisce all'uso di tecnologie avanzate per ottenere immagini dettagliate e accurate del corpo umano, dei suoi organi e tessuti, al fine di supportare la diagnosi, la pianificazione terapeutica e il monitoraggio delle condizioni di salute.

Le tecniche di Miglioramento dell'Immagine includono una vasta gamma di metodologie, come la radiografia, la tomografia computerizzata (TC), l'imaging a risonanza magnetica (MRI), l'ecografia, la tomografia ad emissione di positroni (PET) e la scintigrafia ossea.

L'obiettivo principale del Miglioramento dell'Immagine è quello di fornire informazioni accurate e affidabili sulla struttura e la funzione del corpo umano, al fine di supportare una diagnosi precisa e un trattamento appropriato. Queste tecniche possono anche essere utilizzate per monitorare l'efficacia delle terapie e per rilevare eventuali complicazioni o recidive della malattia.

In sintesi, il Miglioramento dell'Immagine è una branca importante della medicina che utilizza tecnologie avanzate per ottenere immagini dettagliate del corpo umano, supportando così la diagnosi, la pianificazione terapeutica e il monitoraggio delle condizioni di salute.

In medicina e within the field of clinical research, a feasibility study is a type of research study that is conducted to evaluate the practicality and relevance of carrying out a full-scale research project. The primary aim of a feasibility study is to determine whether a full-scale study is viable and worthwhile, in terms of resource allocation, recruitment potential, and scientific merit.

Feasibility studies typically address questions related to the following areas:

1. Recruitment and retention: Assessing the ability to recruit and retain an adequate number of eligible participants within a reasonable timeframe. This may involve evaluating the availability of potential participants, their willingness to participate, and any potential barriers to participation.
2. Resource allocation: Evaluating the resources required for the full-scale study, including personnel, equipment, and financial resources, and determining whether these can be realistically obtained and managed.
3. Data collection and management: Assessing the feasibility of collecting and managing data in a reliable and valid manner, including the development of appropriate data collection tools and processes.
4. Scientific merit: Evaluating the scientific rationale for the full-scale study and ensuring that the research questions and hypotheses are well-defined and relevant to the field.
5. Ethical considerations: Ensuring that the proposed full-scale study adheres to ethical guidelines and regulations, including obtaining informed consent from participants and protecting their privacy and confidentiality.

Feasibility studies typically involve a smaller sample size than full-scale studies and may employ qualitative or quantitative research methods, or a combination of both. The results of feasibility studies can help researchers refine their study design, identify potential challenges, and make informed decisions about whether to proceed with a full-scale study.

In medicina, un "artefatto" si riferisce a una caratteristica o a un'anomalia presente in un'immagine di diagnostica per immagini, in un campione di laboratorio o in un segnale fisiologico che non è una proprietà reale dell'oggetto o del paziente in esame.

Gli artefatti possono essere causati da vari fattori, come errori nella tecnica di acquisizione delle immagini, malfunzionamenti degli strumenti di imaging, contaminazioni dei campioni di laboratorio o movimenti del paziente durante l'acquisizione dell'immagine.

Gli artefatti possono essere confusi con patologie reali e portare a una diagnosi errata, quindi è importante riconoscerli e distinguerli dalle vere anomalie. A volte, può essere necessario ripetere l'esame o eseguire ulteriori test per confermare la presenza di una patologia reale ed escludere la possibilità di un artefatto.

La macula lutea, nota anche semplicemente come macula o punto giallo, è un'area ben definita e circolare della retina situata nella parte posteriore dell'occhio. È la porzione della retina responsabile della visione centrale ad alta risoluzione e della percezione dei colori. La sua dimensione è di circa 5,5 millimetri di diametro e si trova nella fovea centralis, che è la parte più interna e sensibile della macula.

La macula lutea deve il suo nome al pigmento giallo-arancio chiamato zeaxantina e luteina, che sono concentrati in questa area. Questi pigmenti hanno un ruolo protettivo contro i danni causati dalla luce blu ad alta energia e dai radicali liberi, contribuendo a mantenere la salute e la funzione visiva ottimali.

Le condizioni che possono influenzare negativamente la macula lutea includono la degenerazione maculare legata all'età (AMD), la retinopatia diabetica, l'edema maculare e l'assunzione di farmaci tossici per la retina. Questi disturbi possono causare una perdita della visione centrale o una distorsione delle immagini, con conseguente riduzione della capacità visiva e della qualità della vita.

L'anatomia secondo diversi piani di sezione è un metodo utilizzato per descrivere e studiare la struttura dei vari organi e sistemi del corpo umano. Questo metodo consiste nel dividere il corpo o un organo in sezioni immaginarie, create da piani che passano attraverso diversi punti di riferimento.

I tre piani di sezione principali sono:

1. Piano sagittale: questo piano divide il corpo in due metà simmetriche, dividendolo in una parte anteriore (o ventrale) e una posteriore (o dorsale). Se l'asse longitudinale del piano è centrato sull'ombelico, allora si parla di "piano sagittale mediano", che divide il corpo in due metà esattamente simmetriche.
2. Piano frontale (o trasversale): questo piano è perpendicolare al piano sagittale e divide il corpo in una parte superiore (o cefalica) e una inferiore (o caudale). Questo piano è anche chiamato "piano orizzontale" o "piano trasversale".
3. Piano assiale (o coronale): questo piano è perpendicolare sia al piano sagittale che a quello frontale e divide il corpo in una parte anteriore (o ventrale) e una posteriore (o dorsale). Questo piano è anche chiamato "piano verticale" o "piano coronale".

L'anatomia secondo diversi piani di sezione è utile per descrivere la posizione e l'orientamento degli organi all'interno del corpo, nonché per studiarne la struttura e il funzionamento. Ad esempio, un'immagine a raggi X o una TAC mostra spesso sezioni del corpo secondo diversi piani, fornendo informazioni dettagliate sulla sua anatomia interna.

L'angiografia coronarica è una procedura diagnostica utilizzata per visualizzare i vasi sanguigni (coronarie) che forniscono sangue al muscolo cardiaco (miocardio). Viene eseguita iniettando un mezzo di contrasto radiopaco attraverso un catetere, che viene inserito in una grande arteria, solitamente nell'arteria femorale o radiale, e guidato nel sistema delle coronarie.

Durante l'esame, i raggi X vengono utilizzati per acquisire immagini del flusso sanguigno attraverso le coronarie, permettendo al medico di identificare eventuali stenosi (restringimenti), ostruzioni o anomalie strutturali. Queste informazioni possono essere utilizzate per pianificare trattamenti come angioplastica, bypass coronarico o terapia medica.

L'angiografia coronarica è considerata una procedura invasiva e viene eseguita in un setting ospedaliero, di solito da un cardiologo interventista o da un radiologo interventista. I pazienti possono ricevere sedazione cosciente o anestesia locale durante la procedura per alleviare il disagio e l'ansia.

In terminologia medica, "modelli anatomici" si riferiscono a rappresentazioni tridimensionali dettagliate della struttura interna e delle relazioni spaziali del corpo umano o di specifiche regioni o sistemi corporei. Questi modelli possono essere creati utilizzando una varietà di materiali e tecniche, tra cui la plastica, la cera, il lattice, la resina e le stampanti 3D. Vengono spesso utilizzati per scopi didattici ed educativi, permettendo agli studenti di medicina e ad altri professionisti sanitari di visualizzare e comprendere meglio la complessa anatomia umana. I modelli anatomici possono anche essere utilizzati in ricerca, pianificazione chirurgica e sviluppo di dispositivi medici. Essi forniscono un'alternativa tangibile e visiva alle tradizionali illustrazioni bidimensionali, consentendo agli utenti di manipolare, ruotare ed esaminare i vari aspetti del modello a loro piacimento.

L'analisi del malfunzionamento delle apparecchiature ( Equipment Malfunction Analysis) è un processo sistematico utilizzato per identificare la causa radice di un guasto o di un malfunzionamento in una particolare attrezzatura medica o tecnologica. Lo scopo di questa analisi è quello di comprendere appieno le cause che hanno portato al problema, in modo da poter sviluppare soluzioni appropriate per la riparazione o la sostituzione dell'apparecchiatura difettosa.

L'analisi del malfunzionamento delle apparecchiature può essere condotta utilizzando una varietà di metodi, tra cui:

1. Intervista al personale che ha utilizzato o riparato l'apparecchiatura, per raccogliere informazioni sulle circostanze che hanno portato al malfunzionamento.
2. Ispezione visiva dell'apparecchiatura, per identificare eventuali segni di danni fisici o usura.
3. Verifica delle impostazioni e dei parametri di funzionamento dell'apparecchiatura, per assicurarsi che siano stati configurati correttamente.
4. Test dell'apparecchiatura utilizzando strumenti di misura specifici, per valutarne le prestazioni e identificare eventuali anomalie.
5. Analisi dei dati di registro o di telemetria dell'apparecchiatura, per ricostruire l'andamento del malfunzionamento e individuare possibili cause.

Una volta raccolte tutte le informazioni necessarie, si procede all'analisi delle cause radice, che può essere svolta utilizzando tecniche di problem solving come il diagramma causa-effetto o l'albero dei guasti. L'obiettivo è quello di identificare la causa principale del malfunzionamento, in modo da poter sviluppare una soluzione efficace e duratura.

È importante sottolineare che l'analisi delle cause radice richiede un approccio sistematico e metodico, oltre a una buona conoscenza dell'apparecchiatura e del suo funzionamento. Spesso è necessario collaborare con altri professionisti, come ingegneri, tecnici e specialisti di settore, per poter affrontare il problema in modo completo ed efficace.

Le tecniche diagnostiche oftalmologiche si riferiscono a vari esami e procedure utilizzati dagli oftalmologi per valutare, diagnosticare e monitorare le condizioni che colpiscono l'occhio e la vista. Queste tecniche possono essere categorizzate in base al tipo di informazione che forniscono sull'occhio:

1. Esami della vista: Questi test misurano la capacità visiva dell'individuo e includono il test della visione da lontano e da vicino, il test dell'allineamento oculare e il test dei movimenti oculari.

2. Esami strumentali: Questi esami utilizzano diversi strumenti per valutare la struttura e la funzione degli occhi. Alcuni esempi includono:

a. Oftalmoscopia: Un esame che consente all'oftalmologo di visualizzare l'interno dell'occhio, incluso il vitreo, la retina, il nervo ottico e i vasi sanguigni. Può essere eseguita con un oftalmoscopio manuale o uno strumento digitale.
b. Biomicroscopia: Un esame che utilizza una lente di ingrandimento per valutare la parte anteriore dell'occhio, inclusi la cornea, l'iride e il cristallino.
c. Tonometria: Una procedura che misura la pressione interna dell'occhio (pressione intraoculare) utilizzando uno strumento chiamato tonometro. Questo è particolarmente importante per la diagnosi e il monitoraggio del glaucoma.
d. Retinografia: Una fotografia della retina che può essere utilizzata per documentare le condizioni oculari e monitorarne i cambiamenti nel tempo.
e. Tomografia a coerenza ottica (OCT): Un esame non invasivo che utilizza la luce per creare immagini dettagliate delle strutture interne dell'occhio, come la retina e il nervo ottico. Questo è particolarmente utile per la diagnosi e il monitoraggio di condizioni come la degenerazione maculare legata all'età (AMD) e l'edema maculare diabetico.

In sintesi, gli esami oftalmologici sono una serie di procedure utilizzate dagli oftalmologi per valutare la salute degli occhi e diagnosticare eventuali condizioni o malattie. Questi possono includere test della vista, esami del campo visivo, biomicroscopia, tonometria, retinografia e tomografia a coerenza ottica (OCT). Ogni esame ha uno scopo specifico e fornisce informazioni importanti sulla salute degli occhi. Se hai problemi di vista o sospetti una condizione oftalmologica, consulta un oftalmologo per una valutazione completa e appropriata.

I radioisotopi di carbonio sono forme radioattive del carbonio, un elemento chimico essenziale per la vita. I due radioisotopi di carbonio più comunemente utilizzati in medicina e ricerca sono il carbonio-11 (^11C) e il carbonio-14 (^14C).

Il carbonio-11 ha un tempo di dimezzamento molto breve, pari a circa 20 minuti. Viene utilizzato principalmente in medicina nucleare per la produzione di radiotraccianti per imaging biologico e metabolico, come la tomografia ad emissione di positroni (PET). I composti marcati con ^11C vengono introdotti nel corpo umano e le loro distribuzioni e metabolismi possono essere visualizzati e misurati per ottenere informazioni funzionali su organi e tessuti.

Il carbonio-14, d'altra parte, ha un tempo di dimezzamento molto più lungo, pari a circa 5730 anni. Viene utilizzato principalmente in ricerca per lo studio della chimica e della biologia del carbonio a lungo termine, come la datazione al radiocarbonio di reperti archeologici o ambientali.

In sintesi, i radioisotopi di carbonio sono forme radioattive del carbonio utilizzate in medicina nucleare e ricerca per ottenere informazioni funzionali su organi e tessuti o per studiare la chimica e la biologia del carbonio a lungo termine.

In medicina e in ambito sanitario, i Sistemi Informativi (SI) si riferiscono a un insieme integrato di componenti hardware, software, telecomunicazioni e risorse informative che vengono utilizzate per acquisire, elaborare, archiviare, distribuire e presentare le informazioni sanitarie in modo efficiente ed efficace. Questi sistemi supportano la gestione delle cure, l'amministrazione, la ricerca e l'insegnamento all'interno di un'organizzazione sanitaria.

I Sistemi Informativi Sanitari (SIS) possono includere una varietà di applicazioni, come i sistemi di cartelle cliniche elettroniche, i sistemi di imaging medico, i sistemi di laboratorio, i sistemi di gestione delle prescrizioni, i sistemi di schedulazione degli appuntamenti, i sistemi di telemedicina e i portali dei pazienti.

L'obiettivo principale dei Sistemi Informativi Sanitari è quello di migliorare la qualità e l'efficienza delle cure fornite ai pazienti, nonché di supportare la ricerca e l'insegnamento in ambito sanitario. Questi sistemi possono anche contribuire a ridurre gli errori medici, ad aumentare la sicurezza dei pazienti e a migliorare la comunicazione tra i fornitori di cure e i pazienti.

In medicina, radioisotopi di ossigeno sono forme instabili e radioattive dell'elemento ossigeno che vengono utilizzati come traccianti in una varietà di procedure di imaging medico. Questi radioisotopi si decompongono spontaneamente, emettendo radiazioni gamma che possono essere rilevate e utilizzate per creare immagini del corpo umano.

Il radioisotopo più comunemente usato di ossigeno è l'ossigeno-15, che ha un breve tempo di dimezzamento di circa due minuti. Questo breve tempo di dimezzamento significa che l'ossigeno-15 deve essere prodotto e utilizzato rapidamente, il che lo rende adatto per l'uso in tomografie a emissione di positroni (PET) scansioni.

Durante una PET scan, l'ossigeno-15 viene incorporato in una molecola come l'acqua o il biossido di carbonio e quindi inalato o iniettato nel paziente. Le cellule e i tessuti del corpo che utilizzano attivamente l'ossigeno, come il cervello e il cuore, assorbiranno la maggior parte dei radioisotopi di ossigeno.

Le immagini PET possono quindi essere utilizzate per rilevare e monitorare una varietà di condizioni mediche, tra cui il cancro, le malattie cardiovascolari e i disturbi cerebrali.

È importante notare che l'uso di radioisotopi di ossigeno comporta alcuni rischi, compreso l'esposizione alle radiazioni ionizzanti. Tuttavia, questi rischi sono generalmente considerati minimi rispetto ai benefici della diagnosi e del trattamento accurati delle condizioni mediche.

I Dati di Sequenza Molecolare (DSM) si riferiscono a informazioni strutturali e funzionali dettagliate su molecole biologiche, come DNA, RNA o proteine. Questi dati vengono generati attraverso tecnologie di sequenziamento ad alta throughput e analisi bioinformatiche.

Nel contesto della genomica, i DSM possono includere informazioni sulla variazione genetica, come singole nucleotide polimorfismi (SNP), inserzioni/delezioni (indels) o varianti strutturali del DNA. Questi dati possono essere utilizzati per studi di associazione genetica, identificazione di geni associati a malattie e sviluppo di terapie personalizzate.

Nel contesto della proteomica, i DSM possono includere informazioni sulla sequenza aminoacidica delle proteine, la loro struttura tridimensionale, le interazioni con altre molecole e le modifiche post-traduzionali. Questi dati possono essere utilizzati per studi funzionali delle proteine, sviluppo di farmaci e diagnosi di malattie.

In sintesi, i Dati di Sequenza Molecolare forniscono informazioni dettagliate sulle molecole biologiche che possono essere utilizzate per comprendere meglio la loro struttura, funzione e varianti associate a malattie, con implicazioni per la ricerca biomedica e la medicina di precisione.

In realtà, "Visualizzatore dei dati" non è un termine medico specifico. Il termine si riferisce più comunemente a un'applicazione software utilizzata per visualizzare e analizzare dati in diversi formati, come tabelle, grafici e diagrammi.

Tuttavia, in un contesto medico o sanitario, il termine "visualizzatore di dati" può riferirsi a un software utilizzato per visualizzare immagini mediche, come radiografie, TAC, risonanze magnetiche e altri tipi di esami di imaging. Questi strumenti possono essere utilizzati da professionisti sanitari per analizzare e interpretare le immagini al fine di diagnosticare e trattare patologie.

In sintesi, il termine "visualizzatore di dati" non ha una definizione medica specifica, ma può riferirsi a un software utilizzato per visualizzare e analizzare vari tipi di dati, compresi quelli delle immagini mediche.

In medicina, l'espressione "Elaborazione Automatica dei Dati" (EAD) si riferisce all'uso di sistemi e tecnologie informatiche per raccogliere, gestire, analizzare e interpretare dati clinici e sanitari in modo da supportare la pratica clinica, la ricerca, l'amministrazione e la gestione delle cure sanitarie.

L'EAD può essere utilizzata per automatizzare una varietà di processi, come la registrazione dei segni vitali, il monitoraggio dei farmaci, la generazione di report, l'analisi delle tendenze e la previsione dei risultati clinici. Questo può aiutare a migliorare l'efficienza, ridurre gli errori umani, aumentare la sicurezza del paziente e supportare decisioni cliniche basate su evidenze.

L'EAD è spesso utilizzata in combinazione con sistemi di cartelle cliniche elettroniche, sistemi di imaging medico, dispositivi medici connessi e altre tecnologie sanitarie per creare un ambiente integrato di cura del paziente. Tuttavia, è importante notare che l'implementazione dell'EAD richiede una attenta considerazione delle questioni relative alla privacy, alla sicurezza dei dati e all'integrità delle informazioni cliniche.

La broncografia è un esame di imaging medico che utilizza un mezzo di contrasto iniettato nei bronchi per rendere visibili le strutture polmonari su una radiografia o tomografia computerizzata (TC). Questo procedimento consente ai medici di valutare la presenza di eventuali anomalie o malattie a carico dell'albero bronchiale, come stenosi, tumori o lesioni vascolari.

Il paziente viene sottoposto all'anestesia locale e quindi si introduce il mezzo di contrasto attraverso un tubicino flessibile inserito nella trachea (broncoscopio). Una volta che il mezzo di contrasto è stato distribuito uniformemente nei bronchi, vengono acquisite le immagini radiografiche o tomografiche.

La broncografia è un esame invasivo e richiede competenze specialistiche; pertanto, viene generalmente eseguita in centri dotati di strumentazione adeguata e personale medico esperto.

La crioelettronmicroscopia (CEM) è una tecnica di microscopia avanzata che combina la criogenia, l'elettronica e la microscopia per ottenere immagini ad alta risoluzione di campioni biologici o materiali. Questa tecnica consente agli scienziati di visualizzare strutture e dettagli a livello molecolare che sono difficili o impossibili da vedere con altri metodi di microscopia.

Nella crioelettronmicroscopia, il campione viene rapidamente raffreddato a temperature criogeniche (di solito intorno ai -196°C utilizzando azoto liquido) per evitare la formazione di cristalli di ghiaccio dannosi che possono distorcere l'immagine. Una volta congelato, il campione viene tagliato in sottili sezioni utilizzando un microtomo a temperature criogeniche.

Le sezioni vengono quindi osservate utilizzando un microscopio elettronico a trasmissione (TEM) che utilizza un fascio di elettroni per produrre un'immagine del campione. Poiché gli elettroni hanno una lunghezza d'onda più corta della luce visibile, possono fornire risoluzioni molto più elevate rispetto alla microscopia ottica convenzionale.

La crioelettronmicroscopia è particolarmente utile per lo studio di strutture biologiche complesse come i virus, i ribosomi e le membrane cellulari. Negli ultimi anni, la tecnica ha subito notevoli miglioramenti grazie allo sviluppo di microscopi elettronici più sofisticati e alla capacità di determinare la struttura tridimensionale dei campioni utilizzando algoritmi di elaborazione delle immagini avanzati. Nel 2017, il premio Nobel per la chimica è stato assegnato a Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson per i loro contributi allo sviluppo della crioelettronmicroscopia come metodo per determinare la struttura delle macromolecole biologiche in soluzione.

La "pellicola A raggy X" è un termine utilizzato in anatomia patologica e radiologia per descrivere una caratteristica tipica dell'aspetto della pleura (la membrana che riveste i polmoni) in alcune malattie polmonari, come la fibrosi polmonare usuale o l'asbestosi.

La pellicola A raggy X si riferisce a una reazione calcifica a livello della pleura che appare come una serie di linee irregolari e spezzate sulla superficie della pleura stessa, simili a strisce di carta sgualcita o "raggy". Queste linee sono il risultato dell'accumulo di calcio all'interno dei tessuti fibrotici che si formano in seguito all'infiammazione cronica della pleura.

La presenza di una pellicola A raggy X è spesso considerata un segno distintivo di alcune malattie polmonari, come la fibrosi polmonare usuale o l'asbestosi, e può essere rilevata attraverso tecniche di imaging medico come la radiografia del torace o la tomografia computerizzata (TC). Tuttavia, è importante notare che non tutte le persone con queste malattie svilupperanno necessariamente una pellicola A raggy X.

In medicina e biologia molecolare, la sequenza aminoacidica si riferisce all'ordine specifico e alla disposizione lineare degli aminoacidi che compongono una proteina o un peptide. Ogni proteina ha una sequenza aminoacidica unica, determinata dal suo particolare gene e dal processo di traduzione durante la sintesi proteica.

L'informazione sulla sequenza aminoacidica è codificata nel DNA del gene come una serie di triplette di nucleotidi (codoni). Ogni tripla nucleotidica specifica codifica per un particolare aminoacido o per un segnale di arresto che indica la fine della traduzione.

La sequenza aminoacidica è fondamentale per determinare la struttura e la funzione di una proteina. Le proprietà chimiche e fisiche degli aminoacidi, come la loro dimensione, carica e idrofobicità, influenzano la forma tridimensionale che la proteina assume e il modo in cui interagisce con altre molecole all'interno della cellula.

La determinazione sperimentale della sequenza aminoacidica di una proteina può essere ottenuta utilizzando tecniche come la spettrometria di massa o la sequenziazione dell'EDTA (endogruppo diazotato terminale). Queste informazioni possono essere utili per studiare le proprietà funzionali e strutturali delle proteine, nonché per identificarne eventuali mutazioni o variazioni che possono essere associate a malattie genetiche.

In medicina e ricerca scientifica, i modelli teorici sono rappresentazioni concettuali o matematiche di sistemi, processi o fenomeni biologici che forniscono una comprensione astratta degli eventi e dei meccanismi alla base delle osservazioni empiriche. Essi possono essere utilizzati per formulare ipotesi, fare previsioni e progettare esperimenti o interventi. I modelli teorici possono prendere la forma di diagrammi schematici, equazioni matematiche o simulazioni al computer che descrivono le relazioni tra variabili e parametri del sistema in esame.

Ad esempio, nel campo della farmacologia, i modelli teorici possono essere utilizzati per descrivere come un farmaco viene assorbito, distribuito, metabolizzato ed eliminato dall'organismo (noto come PK/PD o pharmacokinetic/pharmacodynamic modeling). Questo tipo di modello può aiutare a prevedere la risposta individuale al farmaco e ad ottimizzarne la posologia.

In epidemiologia, i modelli teorici possono essere utilizzati per studiare la diffusione delle malattie infettive all'interno di una popolazione e per valutare l'efficacia di interventi di sanità pubblica come la vaccinazione o il distanziamento sociale.

In sintesi, i modelli teorici forniscono un framework concettuale per comprendere e analizzare i fenomeni biologici complessi, contribuendo a informare le decisioni cliniche e di salute pubblica.

La Malattia delle Arterie Coronariche (Coronary Artery Disease - CAD) è una condizione medica comune che si verifica quando i vasi sanguigni che forniscono sangue al muscolo cardiaco (arterie coronarie) si restringono o si induriscono a causa dell'accumulo di placca, una sostanza composta da colesterolo, grassi, cellule del sistema immunitario e calcio. Questo processo è noto come aterosclerosi.

La presenza della placca nelle arterie coronariche può restringere il flusso di sangue al cuore, privandolo dell'ossigeno e dei nutrienti necessari per funzionare correttamente. Ciò può portare a sintomi come dolore al petto (angina pectoris), affaticamento, mancanza di respiro e palpitazioni. In casi gravi, la privazione di sangue al cuore può causare danni al muscolo cardiaco o persino un attacco di cuore (infarto miocardico).

La CAD è spesso associata a fattori di rischio come l'età avanzata, il fumo di sigaretta, l'ipertensione arteriosa, l'ipercolesterolemia, il diabete mellito, l'obesità e la sedentarietà. La diagnosi della CAD può essere effettuata mediante test non invasivi come l'elettrocardiogramma (ECG), l'ecocardiogramma, la scintigrafia miocardica o la risonanza magnetica cardiaca, oppure mediante procedure invasive come l'angiografia coronarica.

Il trattamento della CAD dipende dalla gravità dei sintomi e dall'entità del restringimento delle arterie coronariche. Può includere stili di vita sani come una dieta equilibrata, esercizio fisico regolare, smettere di fumare e gestire lo stress, farmaci per controllare i fattori di rischio cardiovascolari e procedure invasive come l'angioplastica coronarica o il bypass aortocoronarico.

In medicina e biologia computazionale, il termine "computer molecolare" si riferisce all'uso di potenti calcolatori per simulare e analizzare le interazioni e le proprietà delle molecole, come proteine, acidi nucleici (DNA e RNA), e piccole molecole organiche. Queste simulazioni possono fornire informazioni cruciali su come le molecole si plasmano nello spazio tridimensionale, come interagiscono con altre molecole, e come possono essere influenzate da fattori ambientali o mutazioni genetiche.

I computer molecolari sono utilizzati in una vasta gamma di applicazioni, tra cui la progettazione di farmaci, lo studio delle malattie genetiche, e la comprensione dei meccanismi alla base delle reazioni chimiche e biochimiche. Ad esempio, i ricercatori possono utilizzare simulazioni al computer per prevedere come una piccola molecola si legherà a una proteina target, fornendo informazioni cruciali per lo sviluppo di nuovi farmaci.

In sintesi, i computer molecolari sono un potente strumento per la ricerca biomedica che consente di comprendere e prevedere le interazioni e le proprietà delle molecole a livello atomico, fornendo informazioni fondamentali per lo sviluppo di nuovi trattamenti e terapie.

La circolazione cerebrovascolare si riferisce al sistema di vasi sanguigni che fornisce sangue al cervello. Comprende l'arteria carotide interna e esterna, l'arteria vertebrale e i loro rami, che formano il cerchio di Willis alla base del cervello. Da qui, le arterie cerebrali anteriori, medie e posteriori distribuiscono il sangue ai diversi lobi e regioni del cervello. Il sistema venoso cerebrale drena poi il sangue deossigenato dai tessuti cerebrali verso il cuore. La circolazione cerebrovascolare è fondamentale per fornire ossigeno, nutrienti e sostanze chimiche essenziali al cervello, nonché per rimuovere i prodotti di scarto metabolici. Disturbi della circolazione cerebrovascolare, come l'ictus ischemico o emorragico, possono causare danni significativi ai tessuti cerebrali e provocare deficit neurologici permanenti.

In termini medici, la "conformazione molecolare" si riferisce all'arrangiamento spaziale delle particelle (atomi, gruppi di atomi o ioni) che costituiscono una molecola. Questa disposizione tridimensionale è determinata dalle legami chimici, dagli angoli di legame e dalle interazioni elettrostatiche tra i gruppi atomici presenti nella molecola.

La conformazione molecolare può avere un impatto significativo sulle proprietà chimiche e biologiche della molecola, compreso il modo in cui interagisce con altre molecole, come enzimi o farmaci. Ad esempio, piccole variazioni nella conformazione di una molecola possono influenzare la sua capacità di legarsi a un bersaglio specifico, modificandone l'attività biologica.

Pertanto, lo studio della conformazione molecolare è fondamentale in vari campi, tra cui la farmacologia, per comprendere il funzionamento dei farmaci e progettare nuovi composti terapeutici con proprietà migliorate.

In medicina e biologia, un "sito di legame" si riferisce a una particolare posizione o area su una molecola (come una proteina, DNA, RNA o piccolo ligando) dove un'altra molecola può attaccarsi o legarsi specificamente e stabilmente. Questo legame è spesso determinato dalla forma tridimensionale e dalle proprietà chimiche della superficie di contatto tra le due molecole. Il sito di legame può mostrare una specificità se riconosce e si lega solo a una particolare molecola o a un insieme limitato di molecole correlate.

Un esempio comune è il sito di legame di un enzima, che è la regione della sua struttura dove il suo substrato (la molecola su cui agisce) si attacca e subisce una reazione chimica catalizzata dall'enzima stesso. Un altro esempio sono i siti di legame dei recettori cellulari, che riconoscono e si legano a specifici messaggeri chimici (come ormoni, neurotrasmettitori o fattori di crescita) per iniziare una cascata di eventi intracellulari che portano alla risposta cellulare.

In genetica e biologia molecolare, il sito di legame può riferirsi a una sequenza specifica di basi azotate nel DNA o RNA a cui si legano proteine (come fattori di trascrizione, ligasi o polimerasi) per regolare l'espressione genica o svolgere altre funzioni cellulari.

In sintesi, i siti di legame sono cruciali per la comprensione dei meccanismi molecolari alla base di molti processi biologici e sono spesso obiettivi farmacologici importanti nello sviluppo di terapie mirate.

In termini medici, una "Tecnica Radiologica" si riferisce a un particolare metodo o procedura utilizzata in radiologia per produrre immagini del corpo umano al fine di diagnosticare, monitorare o trattare condizioni mediche. Queste tecniche possono includere l'uso di radiazioni ionizzanti, come nella radiografia e nella tomografia computerizzata (TC), o tecniche che non utilizzano radiazioni, come la risonanza magnetica (RM) e l'ecografia.

Ogni tecnica radiologica ha i suoi vantaggi, svantaggi e indicazioni specifiche. Ad esempio, la radiografia è una procedura relativamente semplice e a basso costo che può fornire immagini dettagliate di ossa e strutture dense, mentre la TC offre immagini tridimensionali ad alta risoluzione che possono essere particolarmente utili per visualizzare lesioni e anomalie nei tessuti molli.

Le tecniche radiologiche richiedono l'uso di apparecchiature specializzate e la conoscenza di procedure e protocolli specifici per garantire la sicurezza dei pazienti e la qualità delle immagini. Pertanto, è importante che tali procedure siano eseguite da professionisti sanitari adeguatamente formati e certificati, come tecnici di radiologia o medici specializzati in radiologia.

La radiografia toracica per screening di massa è un esame di imaging utilizzato per lo screening dei segni e sintomi di malattie polmonari, come la tubercolosi o il cancro ai polmoni, in una popolazione ampia e generalmente considerata a rischio.

Lo scopo principale di questo tipo di screening è quello di identificare precocemente le persone affette da malattie polmonari, permettendo così un trattamento tempestivo e migliorando potenzialmente il tasso di sopravvivenza.

La radiografia del torace viene eseguita in posizione eretta e con inspirazione profonda, al fine di ottenere la massima espansione dei polmoni e una migliore visualizzazione delle strutture polmonari. Le immagini vengono quindi analizzate da radiologi esperti per identificare eventuali anomalie, come opacità o masse, che potrebbero indicare la presenza di una malattia polmonare.

E' importante sottolineare che l'utilizzo della radiografia toracica per lo screening di massa è ancora oggetto di dibattito nella comunità medica, poiché alcuni studi hanno messo in evidenza un possibile aumento del rischio di sviluppare tumori maligni indotti dalle radiazioni ionizzanti utilizzate durante l'esame. Pertanto, è necessario valutare attentamente il rapporto beneficio-rischio prima di decidere di eseguire questo tipo di screening in una popolazione ampia e generalmente considerata a rischio.

I Sistemi Computerizzati di Cartelle Cliniche (in inglese, Electronic Health Record - EHR) sono definiti come un'unità integrata e continuamente aggiornata di informazioni digitali su un individuo's salute e trattamento sanitario history che può essere creato, mantenuto e aggiornato da più di un singolo fornitore di assistenza sanitaria autorizzato.

Gli EHR sono progettati per facilitare la condivisione delle informazioni tra i diversi professionisti della salute che prestano cure ad un paziente, al fine di migliorare la qualità e la sicurezza dell'assistenza sanitaria fornita. Essi contengono una vasta gamma di dati clinici, come la storia medica completa del paziente, i risultati dei test di laboratorio, le immagini radiologiche, le prescrizioni farmacologiche, i piani di trattamento e le note dei fornitori di assistenza sanitaria.

Gli EHR possono anche includere informazioni demografiche del paziente, come il nome, l'età, il sesso e l'indirizzo, nonché i dati relativi alla copertura assicurativa e ai contatti di emergenza. Inoltre, gli EHR possono anche fornire supporto decisionale clinico, mediante la disponibilità di linee guida evidence-based, promemoria per le vaccinazioni o i test di screening, e alert per possibili interazioni farmacologiche o reazioni avverse.

Gli EHR possono essere accessibili tramite una varietà di dispositivi, tra cui computer desktop, laptop, tablet e smartphone, e possono essere utilizzati in diversi setting clinici, come ospedali, ambulatori, case di cura e centri di salute mentale. L'implementazione degli EHR è considerata una parte importante della transizione verso un sistema sanitario più digitale, efficiente e sicuro.

Il Disco Ottico, noto anche come Papilla Ottica, si riferisce alla regione centrale dell' Pars Optica della retina dove entrano i fasci nervosi ottici. Questa è l'area di uscita del nervo ottico dal bulbo oculare e appare come una macchia pallida nella parte posteriore dell'occhio. Il disco ottico non contiene fotorecettori, il che significa che non ha capacità visiva diretta. Tuttavia, è un'area critica per la visione in quanto trasmette le informazioni visive dal nervo ottico al cervello. Anormalità nel disco ottico possono essere associate a diverse condizioni oftalmologiche e neurologiche, come glaucoma, neuropatia ottica ischemica anteriore, edema papillare e malattie infiammatorie del sistema nervoso centrale.

In termini mediche, "Internet" non è propriamente definito come un termine relativo alla pratica clinica o alla salute. Tuttavia, in un contesto più ampio, l'Internet può essere considerato una rete globale di computer interconnessi che consentono la comunicazione e lo scambio di informazioni digitali.

In ambito medico, l'Internet è diventato una risorsa importante per l'acquisizione e la diffusione delle conoscenze, la formazione continua, la ricerca scientifica e la comunicazione tra professionisti sanitari, pazienti e caregiver. L'utilizzo di Internet ha notevolmente influenzato il modo in cui i servizi sanitari vengono erogati e fruiti, con l'emergere di nuove opportunità come la telemedicina e la teledermatologia, che permettono la diagnosi e la gestione a distanza dei pazienti.

Tuttavia, è importante sottolineare che l'affidabilità delle informazioni reperite online può variare notevolmente, pertanto i professionisti sanitari e i pazienti devono esercitare cautela e criterio nella valutazione e nell'utilizzo di tali informazioni.

In medicina, le fibre nervose sono strutture anatomiche costituite da assoni, che sono proiezioni dei neuroni (cellule nervose) responsabili della trasmissione degli impulsi nervosi. Le fibre nervose possono essere classificate in diverse categorie in base alle loro caratteristiche funzionali ed istologiche:

1. Fibre afferenti o sensitive: esse conducono gli stimoli sensoriali dal sistema periferico al sistema nervoso centrale. Possono essere ulteriormente suddivise in fibre somatiche, che trasmettono informazioni provenienti dalla cute, dalle articolazioni e dai muscoli scheletrici, e viscerali, che provengono dagli organi interni.
2. Fibre efferenti o motorie: esse conducono gli impulsi nervosi dal sistema nervoso centrale ai muscoli scheletrici o agli organi effettori nel sistema nervoso periferico. Anch'esse possono essere classificate in somatiche, che innervano i muscoli scheletrici, e viscerali, che servono a controllare le ghiandole e gli organi interni.
3. Fibre miste: esse contengono assoni sia afferenti che efferenti all'interno della stessa guaina mielinica. Sono comuni nelle radici dorsali e ventrali dei nervi spinali.
4. Fibre mielinizzate o amieliniche: le fibre mielinizzate sono avvolte da una guaina di mielina, che è costituita da cellule gliali chiamate cellule di Schwann nel sistema nervoso periferico e oligodendrociti nel sistema nervoso centrale. Questa guaina serve a velocizzare la conduzione degli impulsi nervosi. Le fibre amieliniche, invece, non hanno questa guaina e presentano una conduzione più lenta degli impulsi.
5. Fibre di grosso o piccolo diametro: le fibre a grosso diametro hanno un'elevata velocità di conduzione e sono generalmente associate alle funzioni sensitive e motorie, mentre quelle a piccolo diametro sono coinvolte nelle funzioni vegetative e dolorifiche.

La classificazione delle fibre nervose in base al loro diametro, alla presenza o assenza di mielina e alla conduzione degli impulsi è utile per comprendere le basi anatomiche e fisiologiche della trasmissione dell'informazione all'interno del sistema nervoso.

La definizione medica di "elaborazione di testi" si riferisce al processo di creare, modificare o produrre documenti scritti che contengono informazioni relative alla cura del paziente, alla ricerca medica o ad altri argomenti correlati alla pratica della medicina. Questo può includere la stesura di note cliniche, cartelle cliniche elettroniche, referti medici, articoli scientifici, proposte di ricerca e altre forme di comunicazione scritta utilizzate nel campo medico.

L'elaborazione dei testi in ambito medico richiede una conoscenza approfondita della terminologia medica, delle procedure cliniche e delle linee guida per la pratica clinica. È importante che i documenti scritti siano precisi, completi e facilmente comprensibili per garantire una comunicazione efficace tra i professionisti sanitari e per fornire cure adeguate ai pazienti.

Inoltre, l'elaborazione di testi in ambito medico deve rispettare le normative sulla privacy e la sicurezza dei dati del paziente, come il Health Insurance Portability and Accountability Act (HIPAA) negli Stati Uniti. Ciò significa che i documenti devono essere protetti da accessi non autorizzati e che le informazioni personali dei pazienti devono essere divulgate solo con il loro consenso informato.

In termini medici, la "struttura molecolare" si riferisce alla disposizione spaziale e all'organizzazione dei diversi atomi che compongono una molecola. Essa descrive come gli atomi sono legati tra loro e la distanza che li separa, fornendo informazioni sui loro angoli di legame, orientamento nello spazio e altre proprietà geometriche. La struttura molecolare è fondamentale per comprendere le caratteristiche chimiche e fisiche di una sostanza, poiché influenza le sue proprietà reattive, la sua stabilità termodinamica e altri aspetti cruciali della sua funzione biologica.

La determinazione della struttura molecolare può essere effettuata sperimentalmente attraverso tecniche come la diffrazione dei raggi X o la spettroscopia, oppure può essere prevista mediante calcoli teorici utilizzando metodi di chimica quantistica. Questa conoscenza è particolarmente importante in campo medico, dove la comprensione della struttura molecolare dei farmaci e delle loro interazioni con le molecole bersaglio può guidare lo sviluppo di terapie più efficaci ed efficienti.

L'angiografia è una procedura di imaging medico che consente di visualizzare i vasi sanguigni del corpo, inclusi arterie e vene. Viene eseguita iniettando un mezzo di contrasto radiopaco attraverso un catetere posizionato all'interno di un vaso sanguigno. Il mezzo di contrasto rende visibili i vasi sanguigni su una lastra radiografica o sulla tomografia computerizzata (TC), fornendo immagini dettagliate della loro struttura e funzione.

L'angiografia può essere utilizzata per diagnosticare e trattare una varietà di condizioni, come ad esempio:

* Ristretti o bloccati vasi sanguigni (aterosclerosi)
* Anomalie congenite dei vasi sanguigni
* Coaguli di sangue nei vasi sanguigni
* Tumori che si nutrono di vasi sanguigni
* Lesioni traumatiche ai vasi sanguigni

Durante la procedura, il medico inserisce un catetere sottile e flessibile in un vaso sanguigno, spesso nell'inguine o nella caviglia. Il catetere viene quindi guidato delicatamente nel sistema vascolare fino alla zona da esaminare. Una volta posizionato il catetere, viene iniettato il mezzo di contrasto e vengono acquisite le immagini radiografiche o la TC.

L'angiografia è considerata una procedura invasiva e comporta alcuni rischi, come ad esempio reazioni allergiche al mezzo di contrasto, danni ai vasi sanguigni, emorragie o infezioni. Tuttavia, i benefici della diagnosi e del trattamento accurati delle condizioni vascolari spesso superano i rischi associati alla procedura.

Le neoplasie del polmone, noto anche come cancro del polmone, si riferiscono a un gruppo eterogeneo di crescite tumorali che si sviluppano nei tessuti polmonari. Queste neoplasie possono essere benigne o maligne, sebbene la maggior parte dei tumori polmonari siano maligni e hanno alta mortalità.

I due tipi principali di cancro del polmone sono il carcinoma a cellule squamose (o epidermoide) e l'adenocarcinoma, che insieme rappresentano circa i due terzi dei casi. Il carcinoma a piccole cellule è un altro tipo comune, sebbene sia meno frequente dell'adenocarcinoma o del carcinoma a cellule squamose. Altri tipi rari includono il carcinoide polmonare e il sarcoma polmonare.

I fattori di rischio per il cancro del polmone includono il fumo di tabacco, l'esposizione a sostanze cancerogene come l'amianto o l'arsenico, la storia familiare di cancro del polmone e alcune condizioni genetiche. I sintomi possono includere tosse persistente, respiro affannoso, dolore al torace, perdita di peso involontaria, mancanza di respiro e produzione di catarro sanguinolento.

Il trattamento dipende dal tipo e dallo stadio del cancro, nonché dalla salute generale del paziente. Le opzioni di trattamento possono includere la chirurgia, la radioterapia, la chemioterapia, l'immunoterapia o una combinazione di questi approcci.

In medicina, l'acqua è definita come una sostanza chimica composta da due atomi di idrogeno (H) e un atomo di ossigeno (O), con la formula chimica H2O. È essenziale per tutte le forme di vita sulla Terra e costituisce circa il 50-75% del peso corporeo di un essere umano.

L'acqua svolge numerose funzioni importanti nel corpo umano, tra cui:

1. Regolazione della temperatura corporea attraverso la traspirazione e la sudorazione.
2. Funzione di solvente per molte sostanze chimiche presenti nel corpo, come glucosio, sale e altri nutrienti.
3. Aiuta a mantenere l'equilibrio idrico ed elettrolitico del corpo.
4. Protegge i tessuti e gli organi interni, lubrificando articolazioni e occhi.
5. Supporta le reazioni chimiche e metaboliche nel corpo.

È importante bere acqua in quantità sufficiente per mantenere l'idratazione ottimale del corpo e sostenere queste funzioni vitali. La disidratazione può causare sintomi come stanchezza, mal di testa, vertigini e confusione. In casi gravi, la disidratazione può portare a complicazioni più serie, come convulsioni o insufficienza renale.

Tomografia computerizzata del rinofaringe. Vista laterale ai raggi X del rinofaringe. Dovrebbe sempre essere eseguito un esame ...
Combinazione di immagini ai raggi x e tomografia computerizzata. ^ Theban Mapping Project. ^ (EN) Search for Hatshepsut, su ... ISBN 88-540-0121-X. Alberto Siliotti, Guida alla Valle dei Re, ai templi e alle necropoli tebane, Vercelli, White Star, 2010, ...
Le lastre a raggi X sono spesso normali o mostrano risultati non specifici. La tomografia computerizzata (TC) viene spesso ... Il miglior metodo di diagnosi è l'angiografia, con la tomografia computerizzata (CT) utilizzata quando non è disponibile. Il ... X Meng, L Liu e H Jiang, Indications and procedures for second-look surgery in acute mesenteric ischemia., in Surgery Today, ... 951-3, DOI:10.1016/s0016-5085(00)70182-x, PMID 10784595. ^ Zachary Cope e William Silen, Cope's Early Diagnosis of the Acute ...
Sono state così messe a punto delle sostanze in grado di aumentare o diminuire l'attenuazione dei raggi X. A seconda che queste ... I mezzi di contrasto usati per la radiografia e la tomografia computerizzata sono gli stessi. In entrambi i casi infatti ... Il mezzo di contrasto iodato viene anche utilizzato in tomografia assiale computerizzata in quanto la densità del bario può dar ... La formazione dell'immagine radiografica sfrutta la diversa attenuazione che ha il fascio di raggi X nell'attraversare i ...
Nonostante ciò, è possibile ricorrere a un esame ai raggi X, tomografia computerizzata (CT) o anche risonanza magnetica (MRI). ...
La diagnosi è spesso difficile poiché i segni potrebbero non essere visibili ai raggi X o potrebbero apparire simili ad altre ... Una scansione mediante tomografia computerizzata (TC) vanta una maggiore precisione per la diagnosi rispetto alla radiografia, ... Le modalità diagnostiche includono la radiografia, la tomografia computerizzata e alcune procedure chirurgiche come la ... 226-230, DOI:10.1111/j.1740-8261.2003.tb01276.x, ISSN 1740-8261 (WC · ACNP), PMID 12718361. (EN) Asensio JA, Petrone P, ...
Tomografia industriale computerizzata. In ambito industriale, la tomografia computerizzata a raggi X viene utilizzata ... La legge dell'assorbimento dei raggi X spiega come, dato un fascio di raggi X di una certa intensità iniziale I 0 {\ ... è affiancata la tomografia computerizzata cone beam, che utilizza un fascio a raggi X conico invece che "a spazzola", la quale ... Lo stesso argomento in dettaglio: Tomografia computerizzata cardiaca e Tomografia computerizzata delle coronarie. Grazie alla ...
I materiali che sono in grado di inibire il passaggio di raggi X sono detti "radiodensi" o "radiopachi", mentre quelli che ne ... utilizzata in particolare nelle applicazioni di tomografia computerizzata (TC). Esempi di questa scala sono i valori di ... La radiodensità (o radiopacità) è la proprietà di trasparenza relativa di un materiale al passaggio della porzione di raggi X ... Nella medicina moderna, sostanze radiodense sono quelle che non permettono ai raggi X o simili di far passare la radiazione. ...
La tomografia assiale computerizzata (TAC) è una particolare applicazione dei raggi X, molto più precisa della radiologia ...
La tomografia computerizzata (TC) o tomografia assiale computerizzata (TAC) utilizza una serie di raggi X al cranio prelevati ... sulla serie di raggi X misurata per stimare la quantità di raggi X assorbita in un piccolo volume di il cervello. In genere le ... La tomografia a emissione di fotone singolo (SPECT) è simile alla PET e utilizza radioisotopi che emettono raggi gamma e una ... La tomografia ad emissione di positroni (PET), e la tomografia ad emissione di positroni cerebrali, misurano le emissioni da ...
... usarono i raggi X e la tomografia computerizzata per scansionare dei fossili. I resti furono donati al Amgueddfa Cymru - ...
L'imaging spinale completo, i raggi X, la tomografia computerizzata (CT) o la risonanza magnetica (MRI) possono essere ...
La tecnica, a differenza della tomografia computerizzata (TAC) e della risonanza magnetica (MRI) è portatile e può essere ... raggi X) ed è quindi la tecnica iniziale di scelta nelle donne in gravidanza. Ulteriori vantaggi sono dati dal fatto che la ...
Queste tecniche includono la radiografia a raggi X, l'ecografia, la tomografia assiale computerizzata (TAC), la risonanza ... Al contrario della radioterapia esterna, in cui raggi X ad alta energia sono diretti al tumore al di fuori del corpo, la ... Tecniche di imaging, come i raggi X, gli ultrasuoni e la fluoroscopia sono tipicamente utilizzate per aiutare il posizionamento ... per la brachiterapia La brachiterapia elettronica comporta il posizionamento delle fonti di tubi di raggi x in miniatura a ...
I raggi X possono essere fatti passare attraverso il corpo e utilizzati nella radiografia medica e nella fluoroscopia per ... La risonanza magnetica, la tomografia computerizzata e l'ecografia hanno consentito l'esame delle strutture interne con ... Più o meno nello stesso periodo, negli anni '50, l'uso della diffrazione dei raggi X per lo studio delle strutture cristalline ...
... con raggi X, inclusa la tomografia computerizzata (TC), la tomografia a risonanza magnetica (RM), ecografia e medicina nucleare ... vascolari e di tomografia computerizzata. Nella seconda metà degli anni '80 la Bracco produce la pirazinamide, un farmaco ... dedicata alla produzione di mezzi di contrasto per raggi X, recuperando e restaurando un'area industriale degli anni trenta, ...
L'aria contenuta nei polmoni attenua i raggi X emessi dal tomografo TC molto meno rispetto a quanto fanno gli altri tessuti ... La tomografia computerizzata polmonare è un'indagine di primo o secondo livello per lo studio delle patologie polmonari. ... Per quanto riguarda le metodiche medico-nucleari, la tomografia a emissione di positroni (PET), che spesso abbina alla ...
... basata su una scansione a raggi X in grado di ricostruire con estrema accuratezza una versione 3D dell'intero corpo umano. ... EN) Tomografia Assiale Computerizzata, su Discogs, Zink Media. (EN) Tomografia Assiale Computerizzata, su MusicBrainz, ... I Tomografia Assiale Computerizzata, anche conosciuti come T.A.C. o TAC, sono un gruppo di musica industriale ed elettronica ... Tomografia Assiale Computerizzata, in Luca Frazzi (a cura di), Rumore 100 - 100 dischi essenziali della new wave & postpunk ...
... per i suoi lavori sulla tomografia computerizzata a raggi X. Il lavoro di Hounsfield rappresenta un'evoluzione delle scoperte ... un generatore di raggi X; l'unità di scansione, composta dal tubo attraverso cui passano i raggi X e da un rilevatore opposto ... Per esempio i raggi X non possono essere utili nella diagnosi di una patologia riguardante l'encefalo, sia perché questo è ... I raggi X, infatti, sono efficienti solo se i tessuti interessati hanno una considerevole differenza di densità. ...
Costituiscono parte essenziale della metodica: le radiazioni ionizzanti (raggi X) il mezzo di contrasto iodato lo scanner la ... La tomografia computerizzata cardiaca o TC cardiaca o TC coronarografica è una tecnica di imaging biomedico utilizzata per ... È pertanto del tutto falso il concetto che con la Tomografia Computerizzata delle coronarie si espone il paziente ad una dose ... Arterie coronarie Tomografia computerizzata Altri progetti Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini o altri file ...
Nella tomografia si ottengono porzioni dell'oggetto usando i raggi X. Vengono proiettati i raggi X attraverso il corpo e viene ... I medici utilizzano gli scanner per l'imaging a risonanza magnetica e la tomografia computerizzata per ottenere dati ... Il proiettore di raggi viene ruotato attorno al corpo e vengono prese le misure a centinaia di posizioni attorno al paziente. ...
Ad esempio, il primo premio Nobel per la fisica del 1901 fu assegnato a Wilhelm Röntgen per la sua scoperta dei raggi X, altri ... tomografia computerizzata nel 1979. Tuttavia, diversi vincitori del Premio Nobel per la fisica o la chimica hanno avuto ... premiano il lavoro basato sulla cristallografia a raggi X per chiarire la struttura delle biomolecole (Linus Pauling 1954, ...
Raggi X Tomografia computerizzata Trasformata di Radon (EN) Vision Lab - University of Antwerp, Computed Tomography and ASTRA ... che nella tomografia computerizzata avviene quando i raggi X proiettano il soggetto sotto scansione sui diversi pixel del ... x , y ) ∈ R × R : x cos ⁡ θ + y sin ⁡ θ = t {\displaystyle L(\theta ,t)={(x,y)\in \mathbb {R} \times \mathbb {R} :x\cos \theta ... x , y ) {\displaystyle (x,y)} rispetta l'equazione ρ = x cos ⁡ θ + y sin ⁡ θ {\displaystyle \rho =x\cos \theta +y\sin \theta ...
Con la tomografia assiale computerizzata, i computer costruiscono sezioni trasversali dai dati a raggi X. Una vista 3D di un ... I raggi proiettanti sono sempre ortogonali ai piani di proiezione: il piano orizzontale (PO), il piano verticale (PV) e il ... I tre raggi che solitamente vengono presi in considerazione per le proiezioni ortogonali sono rispettivamente paralleli: ... Il metodo delle proiezioni ortogonali utilizza le proiezioni parallele, cioè quelle proiezioni in cui l'origine dei raggi ...
La radiografia mediante raggi X (come la tomografia computerizzata) o neutroni è anche molto utile nell'esaminare prodotti ...
L'acido diatrizoico è un mezzo di contrasto usato per i raggi X. È utile per la visualizzazione di vene, sistema urinario, ... milza ed articolazioni, nonché durante la tomografia computerizzata (TC). Può essere somministrato per via orale, iniezione in ...
Metodi di indagine alternativi sono la tomografia computerizzata a raggi X (TC), l'imaging a risonanza magnetica (MRI), la ... le scansioni della Tomografia a Emissione di Positroni sono raffrontate con le scansioni a Tomografia Computerizzata, fornendo ... e la tomografia computerizzata a ultrasuoni e a emissione di singolo fotone. A ogni modo, mentre gli altri metodi di scansione ... A differenza della tomografia computerizzata (TC) e della risonanza magnetica nucleare (RM), che forniscono informazioni di ...
... è una tipologia specifica di tomografia computerizzata (TC), in cui il tubo radiogeno (che produce i raggi X) non viene mosso ... meccanicamente al fine di ruotare la sorgente dei raggi X intorno al paziente, ma è stazionario. Il fascio viene mosso ... La tomografia a fascio di elettroni o electron beam tomography ...
Un'analisi condotta tramite tomografia computerizzata a raggi X ad alta risoluzione sulla base di alcuni crani della specie ...
... tomografia computerizzata, risonanza magnetica, angiografia, raggi X, strumenti per medicina sportiva, tomografia a emissione ... di positroni, tomografia a emissione di fotone singolo, prodotti per diagnostica di laboratorio, radioterapia e terapia ...
Tomografia computerizzata del rinofaringe. Vista laterale ai raggi X del rinofaringe. Dovrebbe sempre essere eseguito un esame ...
Tomografia computerizzata Le scansioni a tomografia computerizzata (TC) utilizzano piccoli fasci di raggi X per visualizzare il ... è uno strumento diagnostico non invasivo che utilizza onde radio e un magnete per produrre immagini computerizzate del cervello ...
Tomografia computerizzata (TC): un esame che utilizza raggi X per studiare gli organi, inclusi il cervello, e le strutture ... X. Per noi la tua privacy è importante. Humanitas Mirasole SpA oltre ai cookie indispensabili al funzionamento del Sito, ... Tomografia a emissione di positroni (PET): per differenziare lAlzheimer da altre forme di demenza, fornendo informazioni sulla ... Spostando il cursore sulla X in alto a destra, Lei può proseguire la navigazione del Sito senza linstallazione di alcun cookie ...
Nello specifico, sono stati studiati i frammenti G, 26, 29 e altri più piccoli con la tomografia computerizzata a raggi X. Le ... Nel 2005, grazie alla tomografia computerizzata a raggi X sono stati individuati più di duemila caratteri. ... dalla storia dellastronomia alla fisica dei raggi X. Grazie ai risultati raggiunti nel corso degli anni si è capito che il ...
Armati dei più moderni mezzi tecnologici (analisi istologica, tomografia computerizzata a raggi X, microscopia elettronica), ... di grasso e oscurate da uno spesso strato di epidermide cheratinizzata che non permette di effettuare indagini a raggi X o ...
... sistemi di tomografia e software di analisi immagini radioscopiche. ... Eidosolutions progetta e realizza impianti industriali ai raggi-X, ... Tomografia Computerizzata (CT). Eidosolutions offre soluzioni di tomografia computerizzata, ovvero il processo di scansione e ... Impianti industriali ai raggi-X. Progettiamo e realizziamo impianti di diverse dimensioni e con caratteristiche differenti, ...
... ad esempio i raggi X in 3D e la risonanza magnetica (RM). La tomografia computerizzata (TC) è necessaria per classificare la ...
... la Fondazione ha ampliato nel tempo il proprio raggio dazione e la propria attività, continuando a rispondere - spesso con ... È un esame radiologico che prevede la raccolta di dati relativi al passaggio di vari fasci di raggi X nellarea interessata e ... La tomografia assiale computerizzata (TAC) è una tecnica di diagnostica per immagini che consente di esaminare diverse parti ...
radiografia, esame ai raggi X. *tomografia computerizzata (TAC). *risonanza magnetica (RM). Terapia ...
Lesame unisce la tecnica della Tomografia computerizzata, che permette di ottenere immagini delle sezioni anatomiche interne ( ... in questo caso dei reni, degli ureteri e della vescica) grazie allimpiego dei raggi X, a quella dellurografia, è totalmente ...
Consentire misurazioni riconducibili in punti difficili da raggiungere: tomografia computerizzata a raggi X. ...
... tomografie computerizzate e raggi X, unità di terapia intensiva e sale operatorie) in 13 ospedali pubblici. Inoltre, la salute ...
La tomografia computerizzata è uno degli strumenti diagnostici più potenti e consolidati tra quelli a disposizione della ... per non esporre i pazienti a una quantità di raggi X eccessiva. "Durante i trattamenti o le procedure diagnostiche, un paziente ... l lavoro di Sybil consiste nellanalizzare digitalmente una tomografia computerizzata e da questa può prevedere quali sono i ... è direttamente proporzionale alla quantità di radiazioni a raggi X a cui un paziente deve essere sottoposto per lo scopo. ...
... tomografia computerizzata); ultrasuoni, raggi X. ... tomografia a emissione di positroni); MRI (risonanza magnetica ...
Nella tomografia computerizzata un tubo radiogeno (fonte del fascio di raggi X) ruota attorno al paziente ed il rivelatore, al ... raggi X) che attraversando il corpo riproducono, con lausilio di un computer (computerizzata), immagini in sezione (tomografia ... La tomografia computerizzata, indicata con lacronimo TC , è una tecnica radiodiagnostica, che sfrutta fasci di radiazioni ... E conosciuta anche come tomografia assiale computerizzata o TAC ma laggettivo "assiale" è inappropriato perché obsoleto: le ...
Raggi X (inclusa la Tomografia Computerizzata - TC), Risonanza Magnetica (MRI), Ultrasuoni (US) e Medicina Nucleare (NI). Le ...
... il primo e unico sistema di ispezione alimentare 3D a raggi X per la qualità e la sicurezza alimentare. Richiedi la tua demo ... Con la potente Tomografia Computerizzata di Mito, una combinazione unica data da ricostruzione completa in 3D degli alimenti e ... Per ottenere immagini migliori, Mito utilizza una sorgente a raggi X più potente rispetto ai sistemi di ispezione a raggi X ... Il significante vantaggio che la brevettata tecnologia a raggi X 3D di Mito offre, è lesecuzione di controlli di sicurezza e ...
I mezzi diagnostici in ortopedia sono la TC (Tomografia Computerizzata), la RM (Risonanza Magnetica), lEcografia e i Raggi X. ... LEcografia ei Raggi X sono anche molto utili per la diagnosi di lesioni ortopediche, ma in modo diverso. È importante che il ... I Raggi X sono una tecnologia di imaging dettagliata che utilizza radiazioni per creare immagini della struttura scheletrica e ... I raggi X sono praticamente indispensabili in ortopedia in quanto consentono una diagnosi dello stato del tessuto osseo ...
Tomografia computerizzata. Risonanza magnetica. Raggi X: Effetti nocivi sul personale sanitario e loro prevenzione ...
diagnostica per immagini tramite raggi X (radiografia e tomografia computerizzata);. *diagnostica con somministrazione di ... Fotoni (raggi gamma, raggi X). La capacità di penetrazione è modesta per fotoni a bassa energia ed elevata per fotoni di media ... Fanno parte delle radiazioni ionizzanti naturali i raggi cosmici e i radionuclidi contenuti naturalmente in materie prime, ...
Friggieri, Simone (2021) Applicazione della tomografia computerizzata con raggi X alla dendrocronologia. [Laurea], Università ... Lo Cuoco, Alessandro (2021) Una simulazione di N-corpi a lungo raggio sugli effetti di carica spaziale in un fascio di ... Sacchi, Sara (2021) Radiation tolerance of novel organic flexible X-Ray detectors. [Laurea], Università di Bologna, Corso di ...
... raggi-X, medicina nucleare, tomografia a risonanza magnetica e imaging ottico). Conoscenze applicate e capacità di comprensione ... Macchine per tomografia computerizzata (TC) di 1a, 2a, 3a generazione. Macchine di 4a generazione e tomografia computerizzata ... Imaging a raggi X Onde elettromagnetiche, spettro em. Produzione di raggi X. Spettro dei raggi X, effetto Bremsstrahlung, ... Agenti di contrasto per limaging a raggi X. Applicazioni avanzate. - Medicina nucleare Introduzione alla fisica del nucleo. ...
Tomografia computerizzata (CT). La tomografia computerizzata (CT) utilizza i raggi X per costruire immagini dettagliate ...
Programma del Corso:I raggi X: proprieta di interesse radiodiagnostico, rischi del loro impiego diagnostico. Apparecchi per la ... Tomografia Computerizzata. Ecografia. Risonanza Magnetica e altre metodiche di diagnostica per immagini. La richiesta ... produzione dei raggi X, per rivelazione e registrazione delle immagini. Le immagini radiologiche: modalita di formazione. Il ... I mezzi di contrasto (caratteristiche, impiego, danni e pericoli). Xeroradiografia, Tomografia convenzionale, ...
Si esegue tramite somministrazione di raggi X nelle porzioni del corpo che si intende indagare. I raggi X utilizzati per una ... La TAC - Tomografia Assiale Computerizzata - è un esame diagnostico approfondito che si prescrive di solito in seconda battuta ... Si tratta di radiazioni elettromagnetiche sicure, e non di raggi X.. La risonanza magnetica si può eseguire anche previa ... lesposizione prolungata a raggi ultravioletti. *abitudini e stili di vita sbagliati: abuso di alcolici o fumo di sigaretta, ...
Radiografia (Raggi X) del rachide cervicale. TC (tomografia computerizzata), eventualmente associata a mielografia (per ...
La diagnosi viene effettuata utilizzando i raggi X e, in rari casi, la tomografia computerizzata. ... La diagnosi viene effettuata utilizzando i raggi X e, in rari casi, la tomografia computerizzata. ...
Radiografia (Raggi X) del rachide cervicale. TC (tomografia computerizzata), eventualmente associata a mielografia (per ...
I raggi X. I raggi X possono rivelare problemi, tumori, fratture o alterazioni degenerative della colonna vertebrale. ... La tomografia computerizzata (TC). La TC può fornire una visione migliore rispetto ad una radiografia. Questa scansione ...
Tomografia computerizzata (TAC). La TAC utilizza i raggi X per produrre una serie di immagini a sezione degli organi ... Lesame PET, Tomografia ad Emissione di Positroni, è un esame che si esegue nel servizio di medicina nucleare.. La PET può ...
  • La risonanza magnetica (RM) è uno strumento diagnostico non invasivo che utilizza onde radio e un magnete per produrre immagini computerizzate del cervello e dei ventricoli. (medtronic.com)
  • Una volta che il medico si è fatto un quadro iniziale basato sulla storia clinica dettagliata del paziente e sulla descrizione dell'infortunio, si utilizzano anche la diagnositca per immagini per completare la diagnosi, ad esempio i raggi X in 3D e la risonanza magnetica (RM). (ottobock.com)
  • I mezzi diagnostici in ortopedia sono la TC (Tomografia Computerizzata), la RM (Risonanza Magnetica), l'Ecografia e i Raggi X. Ognuno di questi sistemi ha una sua specifica indicazione per aiutare lo specialista nella diagnosi di una vasta gamma di condizioni ortopediche. (centrofisioterapico.eu)
  • Il suo esperimento, durato circa 80 giorni, è il primo a livello mondiale ad aver utilizzato il non plus ultra della tecnologia: radiologia medica all'avanguardia, risonanza magnetica, tomografia computerizzata. (tvsvizzera.it)
  • Strumenti di imaging come la tomografia computerizzata a raggi X (TC) e la risonanza magnetica per immagini (RMI) sono diventati indispensabili nei casi in cui i medici necessitino di una visualizzazione dettagliata dell'interno dell'organismo di un paziente. (europa.eu)
  • Vengono eseguiti altri esami di diagnostica per immagini (tomografia computerizzata e risonanza magnetica per immagini) ed esami del sangue per identificare la causa dell'ictus. (msdmanuals.com)
  • La tomografia assiale computerizzata (TAC) è una tecnica di diagnostica per immagini che consente di esaminare diverse parti del corpo come encefalo, polmone, fegato, pancreas, reni, vasi arteriosi e venosi, muscoli, ossa e articolazioni. (dongnocchi.it)
  • E' conosciuta anche come tomografia assiale computerizzata o TAC ma l'aggettivo "assiale" è inappropriato perché obsoleto: le moderne apparecchiature effettuano delle scansioni secondo un piano assiale ma le immagini ottenute possono essere ricostruite secondo qualsiasi piano. (europeanhospital.it)
  • La TAC, tomografia assiale computerizzata , è un'indagine radiologica precisa e specifica che, attraverso l'uso di radiazioni ionizzanti (raggi X) consente di ottenere immagini del paziente suddivise in strati corporei. (nurse24.it)
  • Esiste ancora ma è in disuso l'acronimo TAC, per tomografia "assiale" computerizzata, in quanto tempo fa l'esame era condotto lungo un solo asse, con sezioni perpendicolari alla lunghezza del corpo. (studiodiradiologiatirri.it)
  • L'esame unisce la tecnica della Tomografia computerizzata, che permette di ottenere immagini delle sezioni anatomiche interne (in questo caso dei reni, degli ureteri e della vescica) grazie all'impiego dei raggi X, a quella dell'urografia, è totalmente indolore e dura all'incirca una quindicina di minuti. (bo.it)
  • La tomografia computerizzata, indicata con l'acronimo TC , è una tecnica radiodiagnostica, che sfrutta fasci di radiazioni ionizzanti (raggi X) che attraversando il corpo riproducono, con l'ausilio di un computer (computerizzata), immagini in sezione (tomografia) delle strutture corporee. (europeanhospital.it)
  • La tac è una tecnica diagnostica che si avvale dell'utilizzo di raggi x. (clinicaguarnieri.it)
  • La TAC, è una tecnica diagnostica che sfrutta i raggi X per ottenere immagini dettagliate, in versione tridimensionale. (silvanagiannini.com)
  • Questa tecnica avanzata di tomografia computerizzata sfrutta un fascio di raggi X conformato a cono per acquisire immagini. (studiodentisticosantevassallo.it)
  • La Tomografia Computerizzata (TC o TAC) è una tecnica di diagnostica per immagini avanzata che utilizza i Raggi X per ottenere scansioni complete delle diverse parti anatomiche, ricostruibili in 3D, con alta precisione diagnostica (superiore a radiografia ed ecografia). (gardavet.com)
  • La tomografia computerizzata (TC oppure CT dall'inglese Computed Tomography) è una tecnica diagnostica per immagini che consente di esaminare ogni parte del corpo per la diagnosi e lo studio dei tumori e di numerose altre patologie. (studiodiradiologiatirri.it)
  • Oggi esistono macchinari multistrato più moderni e la tomografia computerizzata non è più solo assiale, ma le immagini sono acquisite con una tecnica spirale che permette di ottenere immagini tridimensionali. (studiodiradiologiatirri.it)
  • Tomografia computerizzata (TC): la TC è una tecnica di imaging che utilizza raggi X per creare una serie di immagini dettagliate del pancreas. (jibunwoshiru.net)
  • Per maggiori informazioni su tomografia e le prestazioni in termini di velocità, risoluzione e qualità contattaci. (eidosolutions.it)
  • La scelta della sorgente raggi-X e del sensore è fondamentale per ottenere un ottimo livello di qualità nelle immagini radioscopiche. (eidosolutions.it)
  • Tuttavia, l'analisi manuale delle immagini che vengono prodotte attraverso questa metodologia richiede molto tempo e la loro qualità è direttamente proporzionale alla quantità di radiazioni a raggi X a cui un paziente deve essere sottoposto per lo scopo. (gelocal.it)
  • I ricercatori sono riusciti ad automatizzare il processo di valutazione della qualità d'immagine negli esami di tomografia computerizzata (Tc) utilizzando l'intelligenza artificiale per ridurre le radiazioni al paziente. (gelocal.it)
  • Questi modelli potrebbero rappresentare una strategia di valutazione automatica della qualità di un'immagine Tc, che consentirà di ottimizzare il dosaggio delle radiazioni, per non esporre i pazienti a una quantità di raggi X eccessiva. (gelocal.it)
  • In quest'ottica, il personale medico deve trovare un compromesso tra l'esposizione ai raggi X e l'ottenimento di immagini di buona qualità, anche per evitare diagnosi errate", prosegue Doria. (gelocal.it)
  • Il significante vantaggio che la brevettata tecnologia a raggi X 3D di Mito offre, è l'esecuzione di controlli di sicurezza e qualità alimentare in linea più precisi e rigidi. (biometic.com)
  • Con la potente Tomografia Computerizzata di Mito, una combinazione unica data da ricostruzione completa in 3D degli alimenti e tecnologia raggi X, i produttori di alimenti possono eseguire scansioni e lavorazioni a velocità elevata e massima definizione, rilevando così eventuali corpi estranei o difetti di qualità alimentare . (biometic.com)
  • Per garantire prodotti sicuri e di alta qualità, le aziende alimentari integrano sistemi a raggi X nelle loro linee di produzione. (food-hub.it)
  • La tomografia computerizzata spirale consente di esaminare trasversalmente le diverse parti del corpo, usando un sottilissimo fascio di raggi x. (radiologiascaccianoce.com)
  • Le scansioni a tomografia computerizzata (TC) utilizzano piccoli fasci di raggi X per visualizzare il cranio, il cervello e i ventricoli. (medtronic.com)
  • È un esame radiologico che prevede la raccolta di dati relativi al passaggio di vari fasci di raggi X nell'area interessata e la loro rielaborazione da parte di un computer , in modo da ricostruire un'immagine tridimensionale dei diversi tipi di tessuto analizzati. (dongnocchi.it)
  • È un esame radiologico, in cui i dati raccolti dal passaggio di vari fasci di raggi X nell'area interessata sono rielaborati da un computer, in modo da ricostruire un'immagine tridimensionale dei diversi tipi di tessuto. (studiodiradiologiatirri.it)
  • Intrappolate in un cuscino di grasso e oscurate da uno spesso strato di epidermide cheratinizzata che non permette di effettuare indagini a raggi X o ultrasuoni nei limiti della sicurezza, infatti, il ruolo di queste pre-dita è sempre stato poco chiaro. (galileonet.it)
  • ultrasuoni, raggi X. (rimedinaturalicellulite.it)
  • Gli approcci a raggi x, ultrasuoni e radionuclidi, come si usa oltre alla tomografia computerizzata, aiutano a identificare la cirrosi epatica. (psicopatologiafenomenologica.it)
  • Eidosolutions offre soluzioni di tomografia computerizzata, ovvero il processo di scansione e ricostruzione del particolare in esame per ottenere un modello tridimensionale da analizzare. (eidosolutions.it)
  • I raggi X sono praticamente indispensabili in ortopedia in quanto consentono una diagnosi dello stato del tessuto osseo estremamente affidabile. (centrofisioterapico.eu)
  • L'Ecografia ei Raggi X sono anche molto utili per la diagnosi di lesioni ortopediche, ma in modo diverso. (centrofisioterapico.eu)
  • La diagnosi viene effettuata utilizzando i raggi X e, in rari casi, la tomografia computerizzata. (novafon.it)
  • Diagnosi computerizzata basata su deep learning nell'imaging di tomosintesi digitale mammaria. (sif.it)
  • Una diagnosi chiara è possibile solo con l'aiuto di un Raggi X o immagine TC (tomografia computerizzata) presa dal medico. (sanomedica.com)
  • un esame che utilizza raggi X per studiare gli organi, inclusi il cervello, e le strutture vascolari. (humanitas.it)
  • La TC è una tecnologia di imaging che utilizza raggi X per creare immagini dettagliate della struttura interna del corpo. (centrofisioterapico.eu)
  • Numerosi problemi tecnologici hanno impedito per molti anni l'introduzione della tomografia in ambito industriale. (food-hub.it)
  • Cosa distingue BIOMETiC Mito è la sua esclusiva tecnologia a raggi X con ricostruzione 3D e intelligenza artificiale. (biometic.com)
  • Mito è il primo e unico dispositivo di ispezione a raggi X con tecnologia di ricostruzione 3D sul mercato - un tomografo che fa la TAC agli alimenti in linea in tempo reale. (biometic.com)
  • In figura 1 è possibile vedere un esempio della differenza tra immagini a raggi X e ricostruzione tomografica. (food-hub.it)
  • E un convenzionale dispositivo a raggi X 2D non garantisce una sufficiente affidabilità e precisione nel rilevare i corpi estranei che si presentano con un'angolazione sfavorevole rispetto alla sorgente di raggi X. (biometic.com)
  • Le donne in età fertile devono avere la certezza di non essere in stato di gravidanza, qualsiasi dubbio impone di soprassedere all'esecuzione di qualsiasi esame che comporti l'irradiazione del corpo e di parti del corpo con raggi X. (europeanhospital.it)
  • Attraverso l'uso dei raggi X, permette di penetrare in profondità e visualizzare con precisione le strutture interne della bocca. (studiodentisticosantevassallo.it)
  • la tomografia computerizzata (TC) che crea immagini attraverso i raggi X anche tridimensionali della colonna vertebrale e delle strutture intorno ad esso. (ostiaradiologica.it)
  • Avevamo bisogno di una tecnologia più avanzata dei comuni raggi X. Con Mito ora possiamo rilevare frammenti di vetro all'interno delle confezioni multipack di marmellate. (biometic.com)
  • Apparecchi per la produzione dei raggi X, per rivelazione e registrazione delle immagini. (unipr.it)
  • La tomografia computerizzata spirale è un esame radiologico non invasivo né doloroso ma soprattutto è molto diffuso e risulta indispensabile per diagnosticare e monitorare numerose patologie che interessano, in particolar modo, i sistemi cranio-encefalico, toraco-addominale e muscolo-scheletrico. (radiologiascaccianoce.com)
  • La tomografia computerizzata poiché è un esame molto preciso permette di evitare gli artefatti da movimento respiratorio. (radiologiascaccianoce.com)
  • Nelle scansioni TC vengono utilizzate nanoparticelle di oro, bismuto e tungsteno poiché favoriscono una riduzione di intensità dei raggi X, creando un contrasto migliore e rendendo l'immagine finale più nitida. (europa.eu)
  • L'enorme potenzialità dalla tomografia applicata all'ispezione di alimenti è nota da tempo [1] ma, fino all'introduzione di Mito, i tomografi disponibili richiedevano tempi di scansione lunghi e permettevano la scansione di singoli pezzi introdotti manualmente nello scanner, quindi erano principalmente strumenti di laboratorio. (food-hub.it)
  • La TAC (Tomografia Computerizzata) è una metodica che si pone l'obiettivo di produrre immagini mediante i raggi X. (clinicaguarnieri.it)
  • I Raggi X sono una tecnologia di imaging dettagliata che utilizza radiazioni per creare immagini della struttura scheletrica e delle articolazioni. (centrofisioterapico.eu)
  • Fig. 2 - Ispezione alimentare in linea e in tempo reale di multipack tramite innovativa tecnologia a raggi X in 3D (TAC). (food-hub.it)
  • La visione 3D di Mito supera il problema della convessità del fondo dei vasetti che preclude la visione ai convenzionali sistemi a raggi X con tecnologia 2D multisorgente e multisensore. (food-hub.it)
  • Dalle primissime e ardite applicazioni cliniche negli anni Settanta (il primo tomografo computerizzato consentiva esclusivamente lo studio delle strutture del cranio e fu installato all'Atkinson Morley Hospital di Londra nel 1971), può essere utilizzata in qualsiasi parte del corpo dal cranio al torace all' addome consentendo di studiare dettagliatamente e nello stesso momento scheletro, tessuti molli, parenchimi e vasi sanguigni. (europeanhospital.it)
  • Per affrontare questa sfida con determinazione, è stato sviluppato BIOMETiC Mito , l'unico tomografo computerizzato sviluppato appositamente per le industrie alimentari. (food-hub.it)
  • Xeroradiografia, Tomografia convenzionale, Tomografia Computerizzata. (unipr.it)
  • Effettuiami servizi di radioscopia e tomografia su vostri campioni, anche per serie limitate. (eidosolutions.it)
  • Uno degli esami più richiesti, tra quelli effettuati all'interno dello Studio di Radiologia del Prof. Michelangelo Scaccianoce, è la tomografia computerizzata spirale a Catania . (radiologiascaccianoce.com)
  • La tomografia computerizzata spirale a Catania è particolarmente indicata nelle emergenze traumatiche e può essere adoperata per centrare il bersaglio nel trattamento radioterapico, nelle biopsie e nei drenaggi percutanei. (radiologiascaccianoce.com)
  • Poiché la TC , in tutte le sue varianti, impiega raggi X, l'esame è controindicato in gravidanza, specie se l'area da indagare è l'addome. (studiodiradiologiatirri.it)
  • La RM utilizza campi magnetici anziché raggi X, pertanto viene preferita in alcune condizioni fra cui la gravidanza. (clinicaguarnieri.it)
  • Da novembre 2018 Eidosolutions S.r.l. è stata acquisita da Gilardoni S.p.A. . La sinergia tra le due Società consentirà di progettare nuovi prodotti e di sviluppare nuove tecnologie nel settore dei raggi-X industriali. (eidosolutions.it)
  • La tomografia computerizzata è uno degli strumenti diagnostici più potenti e consolidati tra quelli a disposizione della medicina moderna. (gelocal.it)
  • Armati dei più moderni mezzi tecnologici (analisi istologica, tomografia computerizzata a raggi X, microscopia elettronica), Hutchinson e colleghi hanno scombinato le carte in tavola scoprendo che queste pre-dita non sono di cartilagine, ma vanno incontro a un processo di ossificazione che porta alla formazione di ossa spugnose flessibili e al contempo resistenti. (galileonet.it)