Le infezioni da virus del genere AVULAVIRUS, famiglia Paramyxoviridae. Questo comprende Newcastle malattia e di altre infezioni di pollo domestico.
Un genere nel sottofamiglia PARAMYXOVIRINAE, famiglia Paramyxoviridae, responsabili di malattie in pollo domestico. Ci sono tante specie, il più conosciuto essere Avian paramixovirus 1 (Newcastle malattia VIRUS).
La piu 'conosciuta paramixovirus aviaria del genere dei AVULAVIRUS e la causa di un altamente contagiosa pneumoencephalitis in pollo. E' anche di congiuntivite in esseri umani. Si trasmette con goccia inalazione o dall ’ assunzione di acqua contaminata, o cibo.
Sistema respiratorio manifestazioni di malattie dell'apparato respiratorio o di altri organi.
Febbrile acuta infettiva, malattia virale degli uccelli causata da una malattia chiamata Newcastle AVULAVIRUS VIRUS. E 'caratterizzato da sintomi respiratorio e nervoso fauna e' che l'uomo trasmissibili causando grave, ma congiuntivite transitoria.
Lavora con informazioni articoli su argomenti in ogni campo della conoscenza, di solito organizzate in ordine alfabetico, o un lavoro simile limitata ad un particolare campo o soggetto. (Dal ALA glossary of Library and Information Science, 1983)
Un gruppo di organi che si estendeva dal bocca alla disaggregazione per servire l'ano, cibi, assimilare nutrienti, ed eliminare gli sprechi. Nell ’ uomo, l'apparato digerente include TRACT gastrointestinale e il complice ghiandole (linfonodi e pleura; TRACT biliare; pancreas).
Generalmente si riferisce alle strutture digestivi che si estendeva dal bocca per l'ano, ma non comprende la complicità degli organi (ghiandolare; TRACT biliare, fegato, pancreas).

Le infezioni da Avulavirus si riferiscono a un gruppo di malattie infettive causate dai virus appartenenti al genere Avulavirus, famiglia Paramyxoviridae. Alcune delle malattie più note causate da questi virus includono la parotite (o comunemente nota come "orecchioni") e la morbillivirus (o morbillo).

Gli avulavirus sono virus a RNA a singolo filamento, che possono infettare una varietà di ospiti, tra cui umani, animali e uccelli. Alcuni dei virus di questo genere possono causare malattie respiratorie, gastrointestinali o neurologiche, a seconda del tipo di avulavirus e dell'ospite infetto.

La trasmissione degli avulavirus può verificarsi attraverso il contatto diretto con secrezioni respiratorie o fecali di un individuo infetto, o attraverso il contatto con oggetti contaminati. Alcuni tipi di avulavirus possono anche essere trasmessi attraverso la via aerea, ad esempio quando una persona tossisce o starnutisce.

La prevenzione e il controllo delle infezioni da Avulavirus si basano principalmente sulla vaccinazione e sull'adozione di misure igieniche appropriate, come il lavaggio regolare delle mani e l'evitare il contatto stretto con persone infette.

La definizione medica di "Avulavirus" si riferisce ad un genere di virus appartenente alla famiglia Paramyxoviridae. Questi virus sono caratterizzati da un genoma a singolo filamento di RNA negativo e da un involucro virale lipidico.

Gli Avulavirus possono causare una varietà di malattie nei vertebrati, tra cui uccelli e mammiferi. Un esempio ben noto di Avulavirus è il virus della malattia di Newcastle, che colpisce principalmente gli uccelli ma può anche infettare occasionalmente gli esseri umani. I sintomi della malattia di Newcastle nei volatili possono variare da lievi a gravi e possono includere difficoltà respiratorie, letargia, diminuzione dell'appetito e diarrea.

Negli esseri umani, l'infezione da virus della malattia di Newcastle è rara ma può causare sintomi simil-influenzali come febbre, mal di testa, dolori muscolari e tosse. In casi molto rari, il virus può causare gravi complicazioni polmonari o neurologiche.

È importante notare che l'Avulavirus non è lo stesso del virus dell'influenza aviaria, che appartiene a un genere diverso di virus della famiglia Orthomyxoviridae.

La malattia di Newcastle è una malattia virale altamente contagiosa che colpisce principalmente gli uccelli, ma in rari casi può anche infettare l'uomo. Il virus della malattia di Newcastle (NDV) appartiene al genere Orthoavulavirus nella famiglia Paramyxoviridae.

Il NDV è un virus a RNA monocatenario con una envelope esterna. Esistono diverse varianti del virus, che vanno dal ceppo virulento al ceppo attenuato. I ceppi virulenti possono causare gravi sintomi e alti tassi di mortalità negli uccelli, mentre i ceppi attenuati sono generalmente associati a sintomi più lievi o addirittura asintomatici.

L'infezione da NDV nell'uomo è rara e di solito si verifica solo in persone che hanno un contatto stretto con uccelli infetti, come allevatori o lavoratori del settore avicolo. I sintomi dell'infezione da NDV nell'uomo possono variare da lievi a moderati e possono includere febbre, mal di testa, dolori muscolari, tosse e congestione nasale. In casi molto rari, l'infezione può causare gravi complicazioni respiratorie o neurologiche.

Il NDV è resistente a molti disinfettanti comuni e può sopravvivere per diverse settimane nell'ambiente esterno. Pertanto, è importante adottare misure di biosicurezza appropriate per prevenire la diffusione del virus negli allevamenti avicoli. Ciò include il lavaggio regolare delle mani, l'uso di indumenti protettivi e la limitazione dell'accesso agli allevamenti solo a persone che sono state sottoposte a misure di biosicurezza appropriate.

I segni e i sintomi dell'apparato respiratorio si riferiscono a variazioni delle condizioni normali o a disturbi che interessano l'apparato respiratorio e che vengono percepiti dai pazienti stessi (sintomi) o rilevati da un operatore sanitario attraverso osservazioni, esami diagnostici o misurazioni (segni).

I sintomi dell'apparato respiratorio possono includere:

1. Tosse: produzione di catarro, secchezza o dolore alla gola.
2. Dispnea: respiro affannoso, difficoltà nella respirazione o sensazione di soffocamento.
3. Dolore al petto: può essere acuto o cronico e può peggiorare con la tosse o il respiro profondo.
4. Respiro sibilante o fischiando durante l'espirazione.
5. Rantoli: rumori respiratori anomali che possono essere ascoltati con un fonendoscopio.
6. Affaticamento o debolezza, specialmente durante l'esercizio fisico.
7. Sudorazione eccessiva.
8. Cambiamenti nella colorazione della pelle, come cianosi (colorazione bluastra) o pallore.
9. Confusione mentale o vertigini.

I segni dell'apparato respiratorio possono essere rilevati da un operatore sanitario e possono includere:

1. Tachipnea: aumento della frequenza respiratoria.
2. Bradipnea: riduzione della frequenza respiratoria.
3. Iperpnea: aumento del volume corrente polmonare.
4. Ipossiemia: livelli bassi di ossigeno nel sangue arterioso.
5. Ipercapnia: livelli elevati di anidride carbonica nel sangue arterioso.
6. Cianosi: colorazione bluastra della pelle, delle mucose e delle unghie dovuta a una scarsa ossigenazione del sangue.
7. Polipnea: aumento della velocità e della profondità della respirazione.
8. Battito cardiaco accelerato o irregolare.
9. Espansione toracica ridotta o asimmetrica.
10. Rigidità toracica.
11. Diminuzione dei suoni respiratori o assenza di suoni respiratori in alcune aree del torace.
12. Presenza di crepitii o rumori croccanti ascoltati con un fonendoscopio durante la palpazione del torace.
13. Diminuzione dell'ossimetria, che misura la saturazione di ossigeno nel sangue.

La Malattia di Newcastle, nota anche come "Pseudopeste aviaria" o "Virus della malattia di Newcastle", è una malattia virale altamente contagiosa che colpisce gli uccelli, compresi i volatili da cortile come polli, tacchini e piccioni. La malattia è causata dal virus Newcastle (NdV), un paramyxovirus aviario che può provocare una vasta gamma di sintomi clinici, a seconda della virulenza del ceppo virale e della suscettibilità della specie ospite.

I segni clinici più comuni della malattia di Newcastle includono:

* Diminuzione della produzione delle uova
* Respirazione difficoltosa
* Diarrea verde acquosa
* Letargia
* Incoordinazione motoria (tremori, paralisi)
* Gonfiore degli occhi e del becco
* Mortalità improvvisa in assenza di sintomi evidenti

La malattia di Newcastle può diffondersi rapidamente all'interno di un gruppo di uccelli attraverso il contatto diretto o indiretto con feci, saliva, secrezioni respiratorie o materiale contaminato. Il virus può sopravvivere per diverse settimane nell'ambiente esterno e resistere a condizioni avverse come il freddo e la disidratazione.

La diagnosi della malattia di Newcastle si basa sull'identificazione del virus mediante test di laboratorio, come l'isolamento virale, la reazione a catena della polimerasi (PCR) o l'immunofluorescenza diretta.

Il trattamento della malattia di Newcastle è principalmente di supporto e include misure per mantenere l'idratazione, la nutrizione e il comfort degli uccelli infetti. Non esiste un vaccino approvato dalla FDA per l'uso negli Stati Uniti, ma i vaccini sono disponibili in altri paesi e possono essere utilizzati come misura preventiva.

La prevenzione della malattia di Newettaiya si basa sull'adozione di rigide pratiche igieniche, tra cui la pulizia regolare delle attrezzature e dell'ambiente, il controllo dei parassiti e l'isolamento degli uccelli infetti. È inoltre importante limitare l'accesso degli estranei alle aree di allevamento e adottare misure per prevenire la diffusione del virus attraverso il commercio di uccelli o il trasporto di attrezzature contaminate.

"Encyclopedias as Topic" non è una definizione medica. È in realtà una categoria o un argomento utilizzato nella classificazione dei termini medici all'interno della Medical Subject Headings (MeSH), una biblioteca di controllo dell'vocabolario controllato utilizzata per l'indicizzazione dei documenti biomedici.

La categoria "Encyclopedias as Topic" include tutte le enciclopedie e i lavori simili che trattano argomenti medici o sanitari. Questa categoria può contenere voci come enciclopedie mediche generali, enciclopedie di specialità mediche specifiche, enciclopedie di farmacologia, enciclopedie di patologie e così via.

In sintesi, "Encyclopedias as Topic" è una categoria che raccoglie diverse opere di consultazione che forniscono informazioni complete e generali su argomenti medici o sanitari.

L'apparato digerente è un sistema complesso di organi che lavorano insieme per scomporre il cibo in nutrienti e rimuovere i rifiuti dal corpo. Esso comprende:

1. Il tratto gastrointestinale (GI): questo include la bocca, l'esofago, lo stomaco, l'intestino tenue, il colon (grosso intestino), il retto e l'ano. Questi organi sono responsabili della maggior parte del processo digestivo.

2. Il fegato e la cistifellea: il fegato produce la bile, una sostanza che aiuta a scomporre i grassi nel cibo. La cistifellea immagazzina la bile fino a quando non è necessaria nell'intestino tenue durante la digestione dei grassi.

3. Il pancreas: questo organo produce enzimi che aiutano a scomporre carboidrati, proteine e lipidi nel cibo.

4. Il sistema endocrino: alcune ghiandole endocrine, come il duodeno (la prima parte dell'intestino tenue), producono ormoni che regolano la digestione e l'assorbimento dei nutrienti.

L'apparato digerente svolge un ruolo fondamentale nella nostra salute, poiché è responsabile dell'assorbimento di vitamine, minerali e altri nutrienti essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Il tratto gastrointestinale (GI), noto anche come sistema digestivo, è un importante complesso organico che si estende dal punto in cui il cibo entra nel corpo alla bocca fino al punto in cui le feci lasciano il corpo attraverso l'ano. Il suo ruolo principale è quello di ricevere, trasformare, assorbire e eliminare i nutrienti e altri substrati presenti negli alimenti.

Il tratto gastrointestinale include diversi organi interconnessi che lavorano insieme per svolgere queste funzioni: la bocca, l'esofago, lo stomaco, l'intestino tenue (duodeno, digiuno e ileo), il colon (colon ascendente, trasverso, discendente e sigmoideo), il retto e l'ano.

Ogni parte del tratto gastrointestinale ha un ruolo specifico nella digestione meccanica e chimica dei nutrienti. Ad esempio, la bocca inizia la digestione meccanica masticando il cibo e lo mescola con saliva per iniziare la digestione enzimatica; lo stomaco continua la digestione meccanica e chimica rilasciando acido cloridrico e enzimi che aiutano a scomporre le proteine, i carboidrati e i grassi; l'intestino tenue assorbe la maggior parte dei nutrienti attraverso la parete intestinale; il colon assorbe acqua ed elettroliti ed elimina i rifiuti attraverso l'ano.

Il tratto gastrointestinale è anche sede di un vasto e complesso microbiota, che svolge un ruolo importante nella salute dell'ospite, contribuendo al metabolismo dei nutrienti, alla protezione contro i patogeni e allo sviluppo del sistema immunitario.

L'agente eziologico è un virus classificato nel genere Avulavirus, famiglia delle Paramyxoviridae. In base alla loro virulenza ... provocano sintomi respiratori lievi o addirittura infezione asintomatica. Secondo la legislazione europea, si parla di malattia ...
Lagente eziologico è un virus classificato nel genere Avulavirus, famiglia delle Paramyxoviridae. In base alla loro virulenza ... provocano sintomi respiratori lievi o addirittura infezione asintomatica. Secondo la legislazione europea, si parla di malattia ...
Infezioni da Arterivirus. < Infezioni da Ascaridida. < Infezioni da Astroviridae. < Infezioni da Avulavirus. < Infezioni da ... Infezione da ferita. < Infezione da laboratorio. < Infezione focale. < Infezione pelvica. < Infezione puerperale. < Infezione. ... Infezioni da Fusobacterium. < Infezioni da HIV. < Infezioni da HTLV-I. < Infezioni da HTLV-II. < Infezioni da Haemonchus. < ... Infezioni da Treponema. < Infezioni da Trichomonas. < Infezioni da Ureaplasma. < Infezioni da Vibrio. < Infezioni da Yersinia. ...

Nessun FAQ disponibili che corrispondono a "infezioni da avulavirus"

Nessun immagini disponibili che corrispondono a "infezioni da avulavirus"