Organica disturbi mentali in cui c'e 'alterare la capacità di mantenere autoconsapevolezza e l'ambiente e rispondere a stimoli ambientali. Disfunzione emisferi cerebrali o tronco cerebrale può causare formazione reticolare in queste condizioni.
Senso di autoconsapevolezza e dell'ambiente.
Perdita della capacità di mantenere autoconsapevolezza e ambiente combinata con notevolmente ridotta sensibilità agli stimoli ambientali. (Da Adams et al., i Principi di Neurologia, Ed, sesto pp344-5)
Stato vegetativo si riferisce all ’ neurocognitive status di soggetti con gravi danni cerebrali, nei quali le funzioni fisiologiche sleep-wake sistolica (cicli) persistere, ma la consapevolezza (includendo tutte le funzioni cognitive e emozione) essere demolita.
Un profondo stato di incoscienza l'attivita 'cerebrale associata a depressione dalla quale l'individuo non può essere eccitato. Coma generalmente si presenta quando c'è o incidenti che coinvolgono sia disfunzione emisferi cerebrali o il tronco encefalico formazione reticolare.
Una grave malattia legata segnato da gravi sbalzi di umore o episodi di depressione maggiore (mania) e la tendenza a remissione e della ricaduta.
Disturbi psichiatrici o patologie dimostrato da disaggregazioni nel processo di adattamento espresso principalmente come alterazioni del pensiero, pensiero e comportamento produrre o pericolo o alterazione funzionale.
Registrazione di correnti elettriche sviluppato nel cervello tramite elettrodi applicato alla testa, alla superficie del cervello o posizionati dentro la sostanza del cervello.
Un anestetico che ha il vantaggio di un rapido inizio o dopo l ’ infusione in bolo e poi un breve periodo da un paio di minuti. (Da Smith and Reynard, Versione di farmacologia, 1992, il 1 ° Ed, p206). Propofol è stato usato come ANTICONVULSIVI e antiemetici.
Persistente e disabilitante ansia.
Quei disturbi che hanno un problema nell'umore come loro predominanti.
Ultrashort-acting anestetici utilizzati per l ’ induzione. Perdita di conoscenza è rapido e l ’ induzione e 'piacevole, ma non ci sono riflessi frequentemente il rilassamento della muscolatura ridotta e non sono adeguatamente. Dopo somministrazioni ripetute determina accumulo e prolunga il tempo di recupero, da questi piccoli se uno qualsiasi attività analgesica, raramente vengono usati da sola, eccetto in breve minore procedure da AMA Drug Evaluations Rapporto, 1994, p174)
Classificazione per categorie di collezionare DISORDERS basata su criteri tramonta con segno particolare. Viene prodotto dall'associazione nazionale psichiatri americani. (DSM-IV, pagina xxii)
Dispositivi utilizzati per valutare il livello di coscienza, soprattutto durante anestesia. Misurano l'attivita 'cerebrale livello basandosi sull'elettroencefalogramma.

I Disturbi della Coscienza sono condizioni cliniche che colpiscono la capacità di un individuo di mantenere uno stato di coscienza normale e attivo. Essi includono una varietà di stati che vanno da una ridotta consapevolezza dell'ambiente circostante (stato confusionale o obnubilamento) a un completo assenteismo della risposta alla stimolazione esterna e interna (coma).

Questi disturbi possono essere causati da una serie di fattori, come lesioni cerebrali traumatiche, ictus, infezioni cerebrali, overdose di farmaci o sostanze tossiche, privazione prolungata del sonno, e altri ancora.

A seconda della gravità e della causa sottostante, i disturbi della coscienza possono essere reversibili o irreversibili. La valutazione e il trattamento di queste condizioni richiedono un approccio multidisciplinare che includa la collaborazione tra neurologi, intensivisti, fisiatri e altri professionisti sanitari.

La diagnosi dei disturbi della coscienza si basa su una valutazione clinica completa che include l'esame neurologico, l'osservazione delle risposte del paziente alla stimolazione, l'utilizzo di scale di valutazione standardizzate e, in alcuni casi, l'esecuzione di esami di imaging cerebrale o di test elettrofisiologici.

Il trattamento dei disturbi della coscienza si concentra sulla gestione delle cause sottostanti, sul supporto delle funzioni vitali e sull'aiuto alla riabilitazione funzionale del paziente. La prognosi dipende dalla causa sottostante, dall'entità e dalla durata del disturbo della coscienza, nonché dall'età e dalle condizioni generali di salute del paziente.

L'incoscienza, nota anche come stato di incoscienza o perdita di coscienza, è una condizione caratterizzata dalla mancanza di risposta o reattività alla stimolazione sensoriale, che include la incapacità di seguire comandi, rispondere verbalmente o mostrare un comportamento finalizzato. Questa condizione può essere causata da diversi fattori, come ad esempio disturbi cerebrali, lesioni cerebrali traumatiche, infezioni, privazione di ossigeno al cervello, convulsioni o effetti collaterali di alcuni farmaci.

L'incoscienza può essere classificata in diversi livelli, a seconda della profondità e della durata della perdita di coscienza. Ad esempio, una persona in coma è in uno stato di incoscienza profonda e prolungata, mentre qualcuno che ha svenuto (sincope) può essere incosciente solo per pochi secondi o minuti.

È importante cercare assistenza medica immediata se si sospetta un'incoscienza, poiché questa condizione può indicare un problema di salute grave che richiede un intervento tempestivo.

Lo stato vegetativo persistente (PVS) è una condizione clinica caratterizzata da un'assenza di consapevolezza e di interazione con l'ambiente, accompagnata da periodi di sonno-veglia e da risposte riflesse preservate. Si distingue dallo stato di minima coscienza (MCS), in cui possono esserci segni minimi di consapevolezza o di interazione con l'ambiente.

Per definirsi "persistente", lo stato vegetativo deve durare almeno 12 mesi in pazienti che hanno subito un danno cerebrale non progressivo, come ad esempio un trauma cranico o un'ipossia-ischemia cerebrale. Nei pazienti con lesioni cerebrali causate da anossia (mancanza di ossigeno) a seguito di arresto cardiaco, il termine "persistente" viene utilizzato dopo 6 mesi.

È importante sottolineare che i pazienti in PVS possono presentare occasionalmente risposte comportamentali inconsistenti o stereotipate, ma non mostrano alcun segno di consapevolezza coerente o intenzionale della loro situazione o dell'ambiente circostante.

La diagnosi di PVS richiede una valutazione clinica specialistica e ripetuta nel tempo, poiché la condizione può evolvere verso un miglioramento (recupero della coscienza) o verso un peggioramento (decadimento neurologico progressivo).

Il coma è uno stato di coscienza alterato in cui una persona è priva di risposte verbali e motorie intenzionali, apertura oculare inconsistente alla stimolazione e non è sveglia né vigile. Si verifica quando c'è un'interruzione della comunicazione tra il cervello corticale (la parte esterna del cervello che copre la superficie) e il tronco encefalico (la parte inferiore del cervello che include il midollo allungato). Il coma è spesso reversibile, ma se persiste per un periodo prolungato, può portare a gravi disabilità o alla morte. Le cause comuni di coma includono traumi cranici, ictus, infezioni cerebrali, overdose di droghe o farmaci e disturbi metabolici.

Il Disturbo Bipolare, noto anche come Mania Depressiva o Psicosi Maniaco-Depressiva, è un disturbo dell'umore caratterizzato da episodi ricorrenti di alterazione dell'umore, che possono essere sia depressivi che maniacali o misti.

Durante un episodio maniacale, una persona può sentirsi eccessivamente felice, iperattiva, irrequieta o irritabile. Possono anche avere pensieri accelerati, parlare più del solito, avere difficoltà a concentrarsi, prendere decisioni avventate e mostrare un'eccitabilità eccessiva.

Durante un episodio depressivo, una persona può sentirsi triste, vuota, disperata, hopeless, ansiosa o irritabile. Possono anche perdere interesse nelle attività che prima trovavano piacevoli, avere difficoltà a dormire o a dormire troppo, avere cambiamenti di appetito o peso, sentirsi stanchi o privi di energia, avere difficoltà a concentrarsi, a prendere decisioni e avere pensieri suicidi.

Spesso, le persone con disturbo bipolare possono anche sperimentare disturbi del sonno, ridotta capacità di funzionamento sociale e lavorativo, e un aumentato rischio di abuso di sostanze. Il disturbo bipolare può essere grave e invalidante senza un trattamento adeguato.

Esistono diversi tipi di disturbo bipolare, tra cui il Disturbo Bipolare I, che è caratterizzato da almeno un episodio maniacale o misto, spesso accompagnato da episodi depressivi; il Disturbo Bipolare II, che è caratterizzato da almeno un episodio depressivo maggiore e almeno un episodio ipomaniacale, ma non ha mai avuto un episodio maniacale; e il Ciclotimia, che è caratterizzata da episodi ricorrenti di ipomania e depressione lieve.

I Disturbi Mentali sono un ampio gruppo di condizioni che influenzano il pensiero, la percezione, l'umore, l'affettività, il comportamento e le relazioni con gli altri. Essi possono causare problemi significativi nella vita quotidiana, come ad esempio nell'ambito lavorativo, scolastico o sociale.

I sintomi variano ampiamente in base al tipo di disturbo mentale, ma spesso includono cambiamenti persistenti nel pensiero e nelle percezioni, forti emozioni negative protratte nel tempo, difficoltà a gestire le normali attività quotidiane o comportamenti che sono estremamente disturbanti per sé stessi o per gli altri.

Esempi di disturbi mentali includono: depressione maggiore, disturbo bipolare, schizofrenia, disturbo di panico, disturbo post-traumatico da stress, disturbo ossessivo-compulsivo e diversi tipi di disturbi della personalità.

La causa dei disturbi mentali non è completamente compresa, ma si ritiene che siano il risultato di una combinazione di fattori genetici, biologici, ambientali e psicologici. Il trattamento può includere farmaci, terapia psicologica o una combinazione di entrambe. Con un trattamento adeguato, molte persone con disturbi mentali possono gestire i loro sintomi, trovare sollievo e riprendere una vita produttiva.

L'elettroencefalografia (EEG) è un esame diagnostico non invasivo utilizzato per registrare l'attività elettrica del cervello. Viene eseguito attraverso l'applicazione di elettrodi leggeri e adesivi su specifiche aree del cuoio capelluto, che rilevano e amplificano i segnali elettrici generati dalle cellule cerebrali (neuroni). Queste informazioni vengono quindi trasformate in grafici o waveform visibili sullo schermo di un computer, fornendo una registrazione continua dell'attività cerebrale nel tempo.

L'EEG è particolarmente utile per la diagnosi e il monitoraggio di condizioni neurologiche come epilessia, encefalopatie, ictus, tumori cerebrali, sonnolenza e disturbi del sonno, traumi cranici, infezioni cerebrali e stato di coma. Inoltre, può essere utilizzato durante interventi chirurgici per monitorare la funzione cerebrale o per localizzare l'origine di crisi epilettiche focali.

L'esame è indolore, sicuro e privo di effetti collaterali, rendendolo un importante strumento di valutazione nelle pratiche cliniche e di ricerca.

Il propofol è un agente ipnotico intravenoso, ampiamente utilizzato in anestesia per indurre e mantenere l'anestesia generale. Agisce come un potente depressivo del sistema nervoso centrale, producendo effetti quali sedazione, amnesia e analgesia. Il propofol viene anche utilizzato per la sedazione durante procedure mediche diurne e per il sollievo dei sintomi dell'insonnia in alcuni pazienti.

Il farmaco agisce rapidamente, con l'insorgenza degli effetti entro una minuto dall'iniezione endovenosa e una durata breve d'azione che consente un recupero rapido dopo la cessazione dell'infusione. Tuttavia, il propofol può causare effetti avversi, come ipotensione, apnea e spasmi muscolari, pertanto deve essere somministrato e monitorato da personale sanitario qualificato.

In sintesi, il propofol è un farmaco utilizzato in anestesia e sedazione che produce effetti depressivi sul sistema nervoso centrale, con un'insorgenza rapida e una breve durata d'azione.

I Disturbi d'Ansia sono una categoria di disturbi mentali che comprendono diversi tipi di condizioni caratterizzate da sentimenti persistenti e ingiustificati di ansia e preoccupazione. Questi sentimenti possono causare notevole disagio e interferire con le normali attività quotidiane, come il lavoro, la scuola o le relazioni sociali.

I diversi tipi di Disturbi d'Ansia includono:

1. Disturbo d'Ansia Generalizzato (DAG): è caratterizzato da ansia e preoccupazione eccessive relative a una serie di eventi o attività, che durano per la maggior parte dei giorni da almeno sei mesi.

2. Disturbo di Panico: si manifesta con attacchi di panico ricorrenti e inaspettati, accompagnati da sintomi fisici come palpitazioni, sudorazione, tremori, dispnea o sensazione di soffocamento.

3. Fobia Specifica: è caratterizzata dalla paura persistente e irrazionale di un oggetto o situazione specifici.

4. Disturbo d'Ansia Sociale (Fobia Sociale): si manifesta con una marcata e persistente paura di essere umiliati o giudicati negativamente nelle situazioni sociali.

5. Disturbo Post-Traumatico da Stress (PTSD): si verifica dopo un evento traumatico, come una guerra, una catastrofe naturale, un incidente o un'aggressione sessuale.

6. Disturbo d'Ansia Indotto da Sostanze/Farmaci: è causato dall'uso di sostanze o farmaci, oppure dal loro ritiro.

7. Disturbo d'Ansia Non altrimenti Specificato (NAS): include sintomi di ansia che non soddisfano i criteri per gli altri disturbi d'ansia.

I disturbi d'ansia possono essere trattati con terapie psicologiche, come la terapia cognitivo-comportamentale (CBT), e/o con farmaci specifici. Il trattamento dipende dalla gravità del disturbo e dalle preferenze della persona.

I Disturbi dell'Umore sono una categoria di condizioni mentali che influenzano notevolmente il modo in cui una persona si sente, pensa e gestisce le emozioni. Questi disturbi alterano il normale funzionamento del sistema limbico del cervello, che è responsabile delle emozioni e dell'umore. I due disturbi dell'umore più comuni sono la Depressione Maggiore e il Disturbo Bipolare.

La Depressione Maggiore si caratterizza per un umore depresso persistente, perdita di interesse nelle attività quotidiane, cambiamenti nel sonno e nell'appetito, difficoltà di concentrazione, sentimenti di inutilità o colpa, pensieri ricorrenti di morte o suicidio.

Il Disturbo Bipolare, precedentemente noto come Psicosi Maniaco-Depressiva, è caratterizzato da episodi alternati di depressione e mania o ipomania. Durante la fase maniacale, il paziente può sperimentare un umore eccessivamente elevato, irrequietezza, aumento dell'energia, ridotta necessità di sonno, comportamenti impulsivi e irritabilità. Nella fase ipomaniacale, i sintomi sono simili alla mania ma meno gravi.

Entrambi i disturbi possono influenzare negativamente la qualità della vita delle persone che ne soffrono, causando problemi a livello sociale, lavorativo e familiare. Spesso richiedono un trattamento multidisciplinare che include farmaci, terapia cognitivo-comportamentale e talvolta anche terapie di gruppo o supporto sociale.

Gli anestetici per uso endovenoso sono farmaci utilizzati in anestesiologia per indurre e mantenere l'anestesia generale durante gli interventi chirurgici. Questi farmaci agiscono sul sistema nervoso centrale, sopprimendo la trasmissione degli impulsi nervosi che causano la perdita di sensibilità e coscienza.

Gli anestetici per uso endovenoso vengono somministrati attraverso una vena, di solito dopo l'induzione dell'anestesia con un agente inalatorio o endovenoso. Una volta iniettato, il farmaco si diffonde rapidamente nel flusso sanguigno e raggiunge il cervello, dove produce effetti anestetici.

Tra i più comuni anestetici per uso endovenoso ci sono:

* Propofol: un agente ad azione rapida e breve, utilizzato principalmente per l'induzione e il mantenimento dell'anestesia generale. Ha anche effetti antiemetici (riduce il rischio di nausea e vomito post-operatori).
* Etomidato: un agente ad azione rapida e breve, utilizzato principalmente per l'induzione dell'anestesia generale in pazienti con instabilità emodinamica o compromissione della funzione epatica.
* Ketamina: un agente dissociativo ad azione rapida, utilizzato principalmente per l'induzione dell'anestesia generale in situazioni di emergenza o traumi, poiché mantiene la pressione arteriosa e la ventilazione spontanea.
* Barbiturici: come il tiopental sodico, utilizzati principalmente per l'induzione dell'anestesia generale in pazienti con instabilità emodinamica o compromissione della funzione renale.

Gli anestetici per uso endovenoso devono essere somministrati da personale medico specializzato e addestrato, poiché possono causare effetti avversi gravi se non utilizzati correttamente. Tra questi, i più comuni sono l'ipotensione arteriosa, la depressione respiratoria e le reazioni allergiche.

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM) è un manuale di riferimento utilizzato dai professionisti della salute mentale per la diagnosi e la classificazione dei disturbi mentali. Pubblicato dall'American Psychiatric Association (APA), il DSM fornisce criteri diagnostici standardizzati e descrittivi per una vasta gamma di condizioni mentali, tra cui i disturbi dell'umore, i disturbi d'ansia, i disturbi psicotici, i disturbi della personalità, i disturbi del neurosviluppo e altri ancora.

La versione più recente è il DSM-5, pubblicato nel 2013, che include oltre 300 diverse condizioni mentali. Il manuale si basa su ricerche empiriche e cliniche e fornisce una descrizione dettagliata dei sintomi, della durata, della frequenza, dell'età di insorgenza e della compromissione funzionale associata a ciascun disturbo.

Il DSM è utilizzato in tutto il mondo come guida per la diagnosi e il trattamento dei disturbi mentali ed è uno strumento fondamentale per la ricerca, l'insegnamento e la formazione in psichiatria e altre discipline della salute mentale. Tuttavia, è importante notare che il DSM non è privo di critiche e limitazioni, tra cui la sovrapposizione dei sintomi tra i diversi disturbi, l'enfasi sulla patologia piuttosto che sul funzionamento e la mancanza di considerazione dell'etnicità, della cultura e del contesto sociale.

La coscienza è definita come la consapevolezza dell'ambiente circostante e della propria esistenza. I monitor della coscienza sono strumenti o scale utilizzate dai professionisti sanitari per valutare il livello di coscienza di un paziente dopo un trauma cranico, durante l'esecuzione di anestetici o in situazioni di coma.

Esistono diversi tipi di monitor della coscienza, tra cui:

1. Scala di Glasgow: è una scala che valuta la risposta a stimoli verbali e fisici per determinare il livello di coscienza. Valuta tre aspetti: apertura degli occhi, risposta verbale e motoria. Il punteggio totale varia da 3 (coma profondo) a 15 (coscienza normale).

2. Pupillometria: è un metodo non verbale per valutare il livello di coscienza attraverso la misurazione delle dimensioni e della reattività delle pupille alla luce. Una ridotta reattività o midriasi (dilatazione della pupilla) possono indicare un'alterazione del livello di coscienza.

3. Elettroencefalogramma (EEG): è uno strumento che registra l'attività elettrica del cervello. L'EEG può essere utilizzato per valutare il livello di coscienza, in particolare quando altri metodi non sono applicabili.

4. Bispectral Index (BIS): è un indice che misura l'attività elettrica cerebrale durante l'anestesia generale. Viene utilizzato per monitorare il livello di coscienza del paziente ed evitare la consapevolezza durante l'intervento chirurgico.

In sintesi, i monitor della coscienza sono strumenti o scale utilizzati dai professionisti sanitari per valutare e monitorare il livello di coscienza di un paziente in diverse situazioni cliniche, come durante l'anestesia generale o in caso di trauma cranico.

... disturbi gravi di personalità, stati emotivi passionali). Disturbi della coscienza dell'Io (disturbi dissociativi, disturbo di ... Disturbi transitori dello stato di coscienza (stati confusionali, stati onirici, disturbi del sonno). Disturbi del pensiero e ... Disturbi dell'affettività (depressione, pseudodemenze, disturbi d'ansia, disturbo acuto da stress, disturbo di panico). ... della percezione (disturbi deliranti, schizofrenia, disturbi indotti da sostanze). Disturbi della sfera cognitiva ( ...
La psichiatria si concentra sui disturbi affettivi, comportamentali, cognitivi e percettivi. L'anestesiologia si concentra ... L'opinione che il cuore fosse la fonte della coscienza non fu contestata fino all'epoca del medico greco Ippocrate. Egli ... delle pratiche chirurgiche della foratura o della raschiatura di un foro nel cranio per curare il mal di testa o i disturbi ... sulla percezione del dolore, e sull'alterazione farmacologica della coscienza. La neuropatologia si concentra sulla ...
Il loro utilizzo è legato al trattamento di disturbi dell'umore, disturbi del sonno, malattie dolorose o al fine di raggiungere ... Possono causare tachicardia, incubi o perdita di coscienza. Questo gruppo è suddiviso in: recettori GABA A , agonisti del ... I disturbi da uso di droghe, in particolare se non trattati, aumentano la morbilità e i rischi di mortalità per gli individui, ... I disturbi da uso di droghe sono associati a costi significativi per la società dovuti alla perdita di produttività, alla ...
... stati di coscienza discreti con memorie, affetti e funzionamento discreti; Disturbi comportamentali: impulsività, aggressività ... disturbo dissociativo dell'identità e disturbo della personalità borderline. Si contraddistingue maggiormente dai disturbi ... Il disturbo da stress post-traumatico complesso, in inglese Complex PTSD (C-PTSD), è un disturbo psichico che si presenta in ... Il disturbo da stress post-traumatico complesso nei bambini è anche noto come disturbo traumatico dello sviluppo (DTD). Lo ...
La coscienza e i suoi disturbi (con Massimo Biondi), Roma, Il Pensiero Scientifico, 1996. Depressione. Cento domande e cento ... Psicosomatica dei disturbi cardiaci, a cura dell'Istituto E.W. Upjohn, Roma, Edizioni di Comunità, 1987. Trattato italiano di ... I disturbi d'ansia (con Giovanni Battista Cassano e Luigi Ravizza), Roma, Il Pensiero Scientifico, 1993. Il delirio (con ... Disturbi schizofrenici (a cura di), Milano, Masson, 1994. L'apatia: dimensioni psicopatologiche e pratica clinica (con Massimo ...
Clinicamente i sintomi più frequenti sono i disturbi dello stato di coscienza ed i deficit neurologici focali. Alla TC le masse ... Clinicamente si manifestano con segni di ipertensione endocranica, crisi epilettiche e disturbi della coscienza. Alla TC la ...
... convulsioni e alterazione della coscienza, che inizia con letargia e progredisce in confusione, stupore e coma. I disturbi del ... Le presentazioni atipiche includono un lobo frontale reversibile e sindrome limbica senza disturbi della coscienza o della ... La febbre di Lassa è una malattia dell'Africa occidentale che inizia con disturbi gastrointestinali e respiratori e progredisce ... La sindrome opercolare consiste in un disturbo del controllo volontario dei muscoli facio-glosso-faringei con ripercussioni sul ...
I sopravvissuti ad un trauma cranico sembrano essere più inclini a sviluppare disturbi psichiatrici tra cui il disturbo ... I segni di un possibile aumento includono una diminuzione del livello di coscienza, paralisi o debolezza da un lato del corpo, ... il disturbo bipolare e i disturbi d'ansia. Nei pazienti affetti da depressione a seguito di un trauma cerebrale, non è rara che ... Stupor e coma - Disturbi di cervello, midollo spinale e nervi, su Manuale MSD, versione per i pazienti. URL consultato il 16 ...
Individuò il disturbo in tre prigionieri mentre lavorò in un carcere di Halle. Le caratteristiche includevano risposte ... approssimative o prive di senso a domande semplici, anomalie percettive e annebbiamento della coscienza. Ganser riteneva che ... Il disturbo diventò noto come sindrome di Ganser. Über einen eigenartigen hysterischen Dämmerzustand Archiv für Psychiatrie und ... Tra i suoi studenti vi era il neurologo Hans Queckenstedt (1876-1918). Sigbert Ganser è ricordato per un disturbo isterico che ...
Alti dosaggi di GHB possono causare nausea, malessere generale, capogiro, sonnolenza, disturbi della vista, respiro affannoso e ... Per dosaggi estremamente elevati si possono verificare convulsioni, perdita della coscienza, coma e infine morte. Questi ... e volentieri accettano di assumerlo e possono essere incoraggiate a berne abbastanza da perdere le inibizioni o la coscienza. ...
I disturbi digestivi si sviluppano solitamente in mezz'ora dall'ingestione. Raramente, le allergie da alimento possono condurre ... ad un'emergenza medica, quali shock anafilattico, ipotensione e perdita di coscienza. Il trattamento iniziale solitamente ...
In medicina sono descritti alcuni disturbi della coscienza ("disturbi della coscienza dell'Io" chiamati "depersonalizzazione") ... Tali disturbi possono derivare da affaticamento o alterazioni organiche. La sensazione di trovarsi fuori dal corpo è stata ... Riuscire a trasferire la propria coscienza dal corpo fisico a quelli sovrasensibili è ciò che consentirebbe inoltre i sogni ... Durante un viaggio astrale sarebbe inoltre possibile, per i maestri già esperti, non solo distaccare la coscienza dal corpo ...
Altre manifestazioni comprendono cambiamenti di personalità, disturbi del comportamento, disturbi della concentrazione e della ... L'encefalite può manifestarsi con una coscienza compromessa che va dalla sonnolenza allo stupore e, in rari casi, al coma. ...
Sintomi di overdose: In caso di avvelenamento si osservano disturbi della coscienza come stordimento, sonnolenza, disturbi ... Dopo un uso prolungato a dosi molto elevate (240 mg / die im o 800 mg / die PO), raramente possono verificarsi disturbi motori ... Irrequietezza psicomotoria ed eccitazione nella schizofrenia, nei disturbi bipolari, stati d'animo depressivi- agitati di altra ... Poiché il protipendile ha proprietà leggermente ipotensive, possono verificarsi disturbi circolatori ortostatici, soprattutto ...
Se il dispositivo rileva un pericoloso disturbo di esso, rilascia una piccola scossa elettrica con lo scopo di ripristinare un ... Tutti coloro che ne soffrono, vanno ad incontro a sincopi (perdita di coscienza) apparentemente inspiegabili. Il riscontrarsi ... Inoltre, possono verificarsi anche disturbi del ritmo cardiaco molto più pericolosi, come la fibrillazione ventricolare che ...
Offre anche la possibilità di rivelare i meccanismi attraverso i quali la mente e la coscienza emergono dal cervello. La ... allucinazioni e altri disturbi. Attualmente, la stimolazione magnetica transcranica ripetitiva è oggetto di ricerca per vedere ... come quelle progettate per ridurre i sintomi della depressione o del disturbo da stress post-traumatico (PTSD) modulando gli ... nonché testare la conduttività neurale in regioni specifiche di epilettici o pazienti con disturbi della personalità. L'EEG è ...
... tra cui un disturbo nella coscienza/attenzione e cognizione. Questi disturbi si sviluppano acutamente e tendono a fluttuare nel ... Altri sintomi possono includere disorientamento, disturbi del pensiero, problemi di memoria, disturbi del linguaggio, disturbi ... Le caratteristiche principali sono: Disturbi della coscienza: cioè una ridotta chiarezza della consapevolezza dell'ambiente, ... tra cui disturbi temporanei nella coscienza, con una ridotta capacità di focalizzare l'attenzione e risolvere i problemi. ...
Tuttavia, il DSM-III-R e il DSM-IV hanno sostituito "offuscamento della coscienza" con "disturbo della coscienza" per rendere ... I pazienti possono essere svegli (non assonnati) ma avere ancora uno stato di coscienza offuscato (disturbo della veglia). ... L'annebbiamento della coscienza può essere meno grave del delirio su uno spettro di coscienza anormale . L'annebbiamento della ... della coscienza. Questo sistema di una sorta di attivazione generale della coscienza viene chiamato "risveglio" o "veglia". ...
... disturbi alla coordinazione dei movimenti e può portare alla perdita di coscienza. Un contatto regolare può produrre ...
... progettato per prendere coscienza e ridurre la dispercezione corporea. L'Hoop Training è sviluppato per agire su diverse ... Il disturbo dell'immagine corporea nell'anoressia e il disturbo da dismorfismo corporeo sono disturbi psicologici che mostrano ... il disturbo da dismorfismo corporeo e altri disturbi psichiatrici. Questo dato suggerisce l'eventuale presenza di disturbi ... ma non sono lo stesso disturbo. Il disturbo dell'immagine corporea è un sintomo tipico dei disturbi alimentari, in particolare ...
... come pure lo stato di coscienza e l'identità personale. Il disturbo regredisce spontaneamente fino al completo recupero, fatta ... Un disturbo della MLT episodica prende il nome di amnesia. Una prima distinzione è tra amnesia anterograda, amnesia retrograda ... La prima riguarda l'incapacità di ricordare nuovi eventi a partire dall'insorgenza del disturbo, la seconda riguarda ... con perdita di coscienza, ha una durata variabile ed è accompagnata spesso da anosognosia. La maggior parte delle scoperte ...
I disturbi dissociativi sono condizioni che comportano una discontinuità della normale integrazione della coscienza, identità, ... il disturbo dissociativo d'identità, la depressione, i disturbi d'ansia, piuttosto che come disturbo puro (Gabbard, 1994). ... Tali disturbi possono essere innescati da un trauma psicologico, ma alcuni, come il disturbo da depersonalizzazione o ... I disturbi dissociativi inseriti all'interno del manuale diagnostico DSM-IV-TR sono: Lo stesso argomento in dettaglio: Disturbo ...
... motori e sensoriali e nell'organizzazione degli stati di coscienza. Si presentano in sei forme principali: ipersensitivo: il ... Portale Medicina Portale Psicologia (Senza fonti - disturbi psichici, Senza fonti - ottobre 2010, Disturbi psichici). ... disturbo misto: è un mix dei precedenti disturbi. Presenta deficit di elaborazione motoria, uditiva, verbale, visuo-spaziale, ... I disturbi di regolazione riguardano le difficoltà nella regolazione dei processi fisiologici, affettivi, attentivi, ...
... è uno stato di perdita della coscienza causato dai disturbi metabolici. Si distinguono due tipi di coma diabetico Provocato ... Vi è una rapida perdita di coscienza. La sintomatologia è rappresentata tra l'altro da: mal di stomaco nausee senso di sete ... sonnolenza tremore delle mani Il coma diabetico è causato dai disturbi metabolici che consistono nell'accumulo delle sostanze ...
stato di coscienza stato confusionale, è un disturbo quantitativo che riguarda una diminuzione del controllo, diminuzione ... La coscienza presenta: un aspetto quantitativo stato di coscienza, la base anatomica dello stato di coscienza è la struttura ... fa centrare lo stato di coscienza a seguire questo discorso, e si chiama campo di coscienza mentre il grado di coscienza mette ... La coscienza è la cognizione di Sé e dell'ambiente e la cognizione di Sé nell'ambiente. La coscienza è una della funzioni ...
... la coscienza) con disturbi che di solito sono di natura organica. Secondo la neurobiologia, alcuni autori suggeriscono che una ... L'anosognosia è un disturbo selettivo: in pazienti affetti da diverse sindromi, per esempio cecità corticale ed emiplegia, può ... Il deficit di consapevolezza può manifestarsi in assenza di disturbi di memoria, del ragionamento o di degenerazione cognitiva ... Ciò non rende, però, conto dell'asimmetria emisferica, per la quale il disturbo neurologico con concomitante anosognosia è ...
Questa categoria includeva donne omosessuali, anticonformisti, prostitute, nomadi come rom e sinti, disturbi mentali, ... alcolizzati e tossicodipendenti, senzatetto, obiettori di coscienza, e altri ancora. Il triangolo giallo, usato per marchiare ...
Il suo avvocato invoca lo stato di coscienza dovuto all'ossessione per il dipinto violento, anche se McCoy non crede alla cosa ... Contrariamente ciò che è implicito nell'episodio, la difesa di disturbo emotivo estremo non assolve l'imputato per la ...
... braccia o gambe e perdita di coscienza. Le crisi maggiori con convulsioni gravi e perdita di coscienza (crisi tonico-cloniche ... Nei casi più gravi, si verificano disturbi gravi nel sistema nervoso autonomo, che tra le altre cose influisce sul ritmo ... Oltre alla coreoatetosi HSV, altri disturbi come l'encefalite letargica con discinesie o movimenti anormali o l'encefalite di ... anti-NMDAR se sviluppano rapidamente sintomi mentali e cambiamenti cognitivi come disturbi della memoria e disturbi del ...
... disturbi psichici, Voci con codice Thesaurus BNCF, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, Disturbi psichici ... L'amenza (latino amentia) è una grave sindrome psichica, caratterizzata da frammentazione massima dei contenuti di coscienza, ... Questa voce sull'argomento disturbi psichici è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia ... Questa voce o sezione sull'argomento disturbi psichici non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Puoi ...
Disturbi della CoscienzaDisturbi mentali/Disturbi della Coscienza. *Disturbi dellio-coscienza (o del Sè, o dellio- ... Disturbi della CoscienzaDisturbi mentali/Disturbi della Coscienza. *Disturbi dellio-coscienza (o del Sè, o dellio- ... Disturbi della percezioneDisturbi mentali/Disturbi della percezione. *Disturbi della memoriaDisturbi mentali/Disturbi della ... Disturbi della percezioneDisturbi mentali/Disturbi della percezione. *Disturbi della memoriaDisturbi mentali/Disturbi della ...
Disturbi della CoscienzaDisturbi mentali/Disturbi della Coscienza. *Disturbi dellio-coscienza (o del Sè, o dellio- ... Disturbi della percezioneDisturbi mentali/Disturbi della percezione. *Disturbi della memoriaDisturbi mentali/Disturbi della ... Disturbi della volizioneDisturbi mentali/Disturbi della volizione. *Disturbi dellalimentazioneDisturbi mentali/Disturbi ... Disturbi bipolariDisturbi mentali/Disturbi del tono dellumore/Disturbi bipolari. *Fattori di vulnerabilitàDisturbi mentali/ ...
... disturbi gravi di personalità, stati emotivi passionali). Disturbi della coscienza dellIo (disturbi dissociativi, disturbo di ... Disturbi transitori dello stato di coscienza (stati confusionali, stati onirici, disturbi del sonno). Disturbi del pensiero e ... Disturbi dellaffettività (depressione, pseudodemenze, disturbi dansia, disturbo acuto da stress, disturbo di panico). ... della percezione (disturbi deliranti, schizofrenia, disturbi indotti da sostanze). Disturbi della sfera cognitiva ( ...
1. Disturbi transitori di coscienza. 2. Disturbi della vigilanza e comi. 3. Stato confusionale o delirium. 4. Manifestazioni ... Dolori muscolari, deficit di forza e/o disturbi sensitivi. 13. Urgenze nei disturbi del movimento. 14. Sintomi funzionali in ... 7. Disturbi acuti della visione. 8. Vertigini. 9. Deficit neurologici focali. 10. Para- e tetraplegie. 11. Traumi cranici lievi ...
401 segnalazioni di disturbi del linguaggio. *276 segnalazioni di perdita di coscienza ... 692 casi confermati di disturbi dellandatura (non essere in grado di camminare normalmente) ... i sostenitori del vaccino negano ancora la correlazione tra la vaccinazione MMR e i tassi alle stelle del disturbo dello ...
Coscienza - Esplora Manuali MSD - versione per i pazienti. ... Disturbi di cervello, midollo spinale e nervi / * Coma e ... Spesso i disturbi che compromettono la veglia, compromettono anche la funzione mentale, come nel delirio Delirio Il delirio è ... Il contenuto della coscienza dipende dalla funzione mentale (cognitiva) e implica la comprensione e lelaborazione di quanto si ... un disturbo improvviso, variabile e solitamente reversibile della funzione mentale. È caratterizzato da unincapacità di ...
La coscienza del ciliegio di Walter Froldi - Erga Edizioni - Acquista on line con lo SCONTO del 5% da Librisalus.it, sconti e ... La coscienza del ciliegio. Il primo romanzo sullo Yoga e la ricerca di se stessi. 1. ... La coscienza del ciliegio. Il primo romanzo sullo Yoga e la ricerca di se stessi. Walter Froldi ... I protagonisti de La coscienza del ciliegio affrontano - in un viaggio ricco di pericoli e di incontri con altri viaggiatori - ...
2. La coscienza e lattenzione. 3. La memoria. 4. Lapprendimento. 5. Il pensiero. 6. Il linguaggio. 8. I disturbi ... Alcune delle dimensioni saranno approfondite nei loro risvolti pratici, parlando: del disturbo dellanoressia; del disturbo da ...
... offre una visione differente dei disturbi mentali e apre alla possibilità di utilizzare sostanze stupefacenti nel trattamento ... CoscienzaLa psicologia transpersonale, gli stati alterati di coscienza e il séCoscienzaLa fine della coscienza? (2022) di ... CoscienzaLa psicologia transpersonale, gli stati alterati di coscienza e il séCoscienzaLa fine della coscienza? (2022) di ... Neuman e Liotti due autori a confrontoCoscienzaCoscienza e memoria: ipotesi di ricerca per studi futuriCoscienzaLa coscienza ...
Disturbi della coordinazione. Alterata fluidità dei movimenti a livello sia degli arti e del tronco. Compaiono come disturbi ... perdita di coscienza e convulsioni. Le crisi epilettiche sono il risultato di scariche elettriche anormali in unarea del ... Disturbi cognitivi. Disturbi dellattenzione o della memoria, difficoltà a mantenere la concentrazione, problemi ad effettuare ... Disturbi delle sensibilità. Calo delle sensibilità o sensazioni alterate o dolorose, ridotta sensibilità al tatto, al caldo e ...
La mostra vuole focalizzare lattenzione sul problema, risvegliare le coscienze, sollevare interrogativi, suggerire salvataggi ... Love Bombing: a Torino, una mostra per curare il disturbo psicologico. Progetti e iniziative di redazione ... Sono alcune delle manifestazioni del disturbo narcisistico di personalità, riportato nelle tabelle diagnostiche ... del disturbo narcisistico di personalità. Questo lobiettivo di "Love Bombing. Gaslighting", mostra curata da Rebecca Russo, ...
... della Vita e la coscienza esprime ciò che ne impedisce il compimento attraverso squilibri energetici che generano il disturbo ... Già i miei studi mi han portata a questa consapevolezza, ogni acciacco e disturbo ha un suo perchè..e questo libro ha la chiave ... Mi è addirittura successo che nel momento in cui ho preso coscienza della causa di un problema di salute, si è risolto. ... Un modo davvero nuovo (ma in realtà antichissimo) di considerare il corpo umano e i disturbi o le malattie che può manifestare ...
Da un punto di vista medico hanno diagnosticato e catalogato i disturbi. Non è che ti consolano. Non conosci da dove provengono ... Nel profondo hanno coscienza della propria fragilità.. Nelle famiglie dorigine e nelle relazioni dei mondi vissuti sono stati ... Cè una variante che li accomunano: esprimono affettività e desiderio di relazioni amicali, oltre ogni disturbo. ...
Il disturbo si manifesta generalmente tra i 15 e i 35 anni, con una seconda punta dinsorgenza tra i 44 e i 55 anni; diffuso in ... paura di perdere coscienza; paura di provocare disastri; paura di attirare lattenzione; paura di morire. Se si hanno anche ... Associazione europea disturbi da attacchi di panico) e direttore della Clinica dello stress. ... entro il 2020 sarà la seconda patologia più diffusa al mondo dopo i disturbi cardiovascolari". ...
Imparare la meditazione per conquistare la piena coscienza del momento presente (approccio mindfulness). Allenare la mente alla ... Disturbo da panico. Gli attacchi di panico possono manifestarsi nellambito di qualsiasi disturbo dansia o di disturbi ... Disturbi del desiderio sessuale.. Disturbo dansia generalizzata (DAG). È quello più comune, si contraddistingue per sintomi ... Disturbo dansia da separazione. Il disturbo dansia da separazione è uno stato normale dello sviluppo. Solitamente inizia ...
Tra i disturbi somatici si riscontrano: tremori, sudorazione, febbre, disidratazione, ipotensione. Il delìrium tremens si ... Il quadro clinico vero e proprio insorge improvvisamente ed è caratterizzato da: angoscia, alterazioni della coscienza con ... stato confuso-onirico, disturbi della memoria e della parola; allucinazioni soprattutto visive di animali ripugnanti (zoopsie ...
Le sette mormone e l Islam manifestano elementi di oggettivo disturbo in danno della pace sociale. La Corte Suprema della ... Hutterian Brethren of Wilson Colony, nel 2009, aveva dimostrato che la libertà costituzionale di credo e di coscienza non è ... 2a della Carta [ costituzionale canadese ] che garantisce la libertà di coscienza e di religione, l Art. 293 del Codice ...
Nessun disturbo di coscienza;. *Nessuna menomazione neurologica, sensoriale, sistemica che abbia provocato la malattia. ... Disturbi cognitivi: disturbi dellumore (con lalternarsi di stati di pessimismo e ottimismo / angoscia ed euforia), di ... disturbi della coordinazione motoria volontaria "aprassia" (difficoltà a cucinare, guidare, accendere la tv, ecc), disturbi ... I disturbi principali che accompagnano la demenza di Alzheimer sono i seguenti:. Amnesia anterograda e amnesia autobiografica ...
... diarrea o perdita di coscienza. Questi disturbi indicano che è fondamentale rivolgersi a un medico demergenza. ...
Disturbi del sistema immunitario. Molto raro:Reazioni di ipersensibilità. Disturbi del metabolismo e della nutrizione. Molto ... Il sovradosaggio di valsartan può provocare una marcata ipotensione, che può portare ad un ridotto livello coscienza, collasso ... Disturbi psichiatrici. Raro:Depressione, disturbi del sonno. Patologie del sistema nervoso. Raro:Cefalea, capogiro, parestesia ... Disturbi del sistema immunitario. Non nota:Altre reazioni allergiche/di ipersensibilità, compresa malattia da siero. Disturbi ...
... può favorire linsorgenza di encefalopatie metaboliche con conseguenti disturbi della coscienza, movimenti anomali e crisi ... Disturbi del sistema emolinfopoietico. Il trattamento con benzilpenicillina può causare disturbi del sistema deputato alla ...
Levoluzione della coscienza. Lo psicologo Erich Neumann nel suo celebre volume "Storia delle origini della coscienza" illustra ... La coscienza dellIo si trova ancora a un livello infantile, la vita autonoma è sentita come opprimente e faticosa, lindividuo ... Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA): unintroduzione. Lo scorso 12 Dicembre 2020 è cominciato un nuovo cammino. Leggi ... Limmagine che arriva nel sogno è quella più vicina alla nostra coscienza, se si assimilano prima e accomodiamo dopo (Piaget) ...
Mentre le donne hanno preso piena coscienza di che cosa sia una molestia, per le vittime maschili cè ancora molta strada da ... reca a taluno molestia o disturbo». È la Corte di Cassazione poi a definire i limiti con sentenze come la n. 2742/10 che lo ...
Il ciclo mestruale deve rappresentare per la donna uno strumento prioritario di sviluppo di coscienza, di guarigione e di ... Questi disturbi del ritmo e della quantità delle mestruazioni, possono essere affrontati con laiuto dei gemmoderivati, che ... È la cartina tornasole della salute della donna e soffrire di disturbi legati al ciclo può indicare una disarmonia nel rapporto ... La sindrome premestruale non è un disturbo dellapparato riproduttivo ma deve essere letta come un disagio forte dellanima. ...
Se, tuttavia, i primi disturbi vengono trascurati e la temperatura corporea supera i 41°C, il colpo di calore può portare al ... collasso e alla perdita di coscienza.. Nei casi più gravi, questa condizione può causare danni agli organi interni, come reni, ... Se bambini e neonati manifestano questi disturbi, è importante contattare immediatamente il pediatra o recarsi al più vicino ... I sintomi sono analoghi a quelli degli adulti, ma possono presentarsi anche altri disturbi, per esempio di natura dermatologica ...
Anche i disturbi neurologici possono provocare lipotensione, in particolare quella ortostatica: sono infatti i nervi che ... fino alla perdita di coscienza (sincope), dovuti a una riduzione del flusso di sangue al cervello, che si risolvono rapidamente ... In generale, se la pressione non si abbassa troppo, lipotensione ortostatica non causa disturbi, ma se il calo è cospicuo ... In caso di perdita di coscienza però è importante escludere altre cause potenzialmente gravi, come unaritmia cardiaca. ...
... disturbi della coscienza e, nel peggiore dei casi, il coma.. Per questo è importante che anche negli ultimi giorni di vita la ...
Epilessia: una finestra sulla coscienza Autore: Prof. Andrea Cavanna Pubblichiamo un articolo in esclusiva, del Prof. Andrea E ... Nellambito dei disturbi dellapprendimento esiste una parte della popolazione con epilessia che non presenta ritardi cognitivi ... In generale la prevalenza dei disturbi dellapprendimento sembra essere maggiore nei bambini più grandi ed in quelli in cui ... È anche importante ricordare come tali disturbi possano presentarsi in modo stabile durante la malattia o essere una condizione ...
I disturbi dissociativi della coscienza. di Miti Giuseppe. Carocci. Bussole 11,40 €12,00 € ... Manuale di schema therapy di gruppo per il disturbo borderline di personalità. Guida al trattamento, passo dopo passo, con ...
Disturbi del linguaggio (fatica a trovare le parole giuste, linguaggio impreciso). *Alterazioni psicologiche *Cambiamenti della ... Alterazione dello stato di coscienza (ad es. annebbiamento della vista, svenimento). *Cambiamenti del linguaggio e della ... mal di testa, vomito o disturbi della vista. Tuttavia, progrediscono piuttosto rapidamente. Le misure preventive efficaci sono ... Efficacia dei placebo I placebo attivano meccanismi propri dellorganismo per alleviare i disturbi. ...
  • il campo di coscienza è scomposto, incoerente e sconclusionato provocando nei pazienti uno stravolgimento delle facoltà cognitive (pensiero e percezione), motorie, comunicative, affettive, emotive ed alterazione del ciclo sonno -veglia. (torrinomedica.it)
  • Come riporta l'Associazione Italiana Narcolettici e Ipersonni (AIN), la diagnosi viene fatta in media dopo 7 anni dalla comparsa dei sintomi e in questo lasso di tempo le diagnosi erronee più frequenti sono l'epilessia, disturbi dell'apprendimento o altri disturbi del sonno . (stateofmind.it)
  • I disturbi del sonno nella prima e seconda infanzia: valutazione e diagnosi. (stateofmind.it)
  • Il sonno è il luogo dove il ricordo traumatico, spesso, torna alla coscienza. (santagostino.it)
  • Simona Argentieri Geni Valle Uno stato artificiale di coscienza tra il sonno e la veglia L'ipnosi è un fenomeno complesso tra il fisico e lo psichico, di antica origine, del quale non si è ancora ben chiarito il meccanismo. (treccani.it)
  • emerge una restrizione del campo della coscienza in un numero ristretto di contenuti psichici che interagiscono in modo coerente e sistematico. (torrinomedica.it)
  • Un'attenzione particolare è rivolta a discipline di punta come le neuroscienze e la psichiatria genetica, le quali per un verso hanno rilanciato la prospettiva organicista (ossia la ricerca di cause organiche dei disturbi psichici e psicologici) e per un altro hanno riproposto interrogativi filosofici classici come quello del rapporto tra mente e cervello o quello della natura della coscienza. (garzanti.it)
  • alla psicanalisi terapeutica, allo scopo di affievolire le resistenze e facilitare la presa di coscienza dei contenuti psichici rimossi. (treccani.it)
  • Disturbi del funzionamento dell'Io (disturbi gravi di personalità, stati emotivi passionali). (wikipedia.org)
  • Disturbo dissociativo di entità variabile, che consiste nell'esistenza di due personalità distinte in una stessa persona, ciascuna con caratteristiche proprie più o meno sviluppate. (italiasalute.it)
  • Lo sdoppiamento della personalità può presentarsi, per esempio, nell'ambito della psiconevrosi isterica per cui rientra tra i disturbi della coscienza. (italiasalute.it)
  • Nessun disturbo rilevante della personalità, in particolare di tipo dissociale. (licenzedicondurre.ch)
  • Tuttavia, tra coloro con disturbo della condotta, quelli che di base presentano tratti "callous-unemotional" in quasi il 50 % dei casi svilupperanno da adulti un disturbo antisociale di personalità (ASPD). (ilfogliopsichiatrico.it)
  • Il suo lavoro è stato mirato a chiarire l'eziopatogenesi dei fenomeni dissociativi dell´identità e della coscienza e l'origine delle rappresentazioni multiple di Sé, implicate nei disturbi gravi della Personalità. (cognitivismo.com)
  • Disturbi del pensiero e della percezione (disturbi deliranti, schizofrenia, disturbi indotti da sostanze). (wikipedia.org)
  • Informi il medico, l'infermiere o il farmacista se sta assumendo medicinali contenenti acido valproico o valproato di sodio (usati per trattare epilessia , disturbi bipolari , emicrania o schizofrenia ). (my-personaltrainer.it)
  • La diagnosi differenziale della pseudodemenza deve prendere in considerazione anche altre condizioni cliniche che, sebbene meno frequentemente della depressione, possono rendersi responsabili di disfunzioni cognitive simildemenziali, quali l'isteria (Pseudodemence Isterique di Wernicke), i disturbi fittizi del DSM (Sindrome di Ganser, Sindrome di Munchausen) e la Simulazione di Malattia Mentale, la Schizofrenia e anche i Disturbi d'Ansia. (psychiatryonline.it)
  • Il "Disturbo da Attacco di Panico" (Dap) continua a dar luogo a considerazioni e punti di vista diversi ed oggi, tra gli addetti ai lavori, è molto più facile incontrarsi nella sua definizione sintomatica che in quella delle cause che possono determinarne il disturbo. (lidap.it)
  • Per esempio, nel Disturbo di Panico il paziente si concentra costantemente e monitora propri segnali fisici. (stateofmind.it)
  • La differenza più rilevante tra un disturbo organico e una depressione alla base di una sintomatologia di tipo demenziale è fondamentalmente prognostica. (psychiatryonline.it)
  • Per Amok , termine di origine malese, si intende un disturbo psicologico, caratterizzato da un episodio dissociativo, in cui, improvvisamente, in un individuo esplodono ira e rabbia incontrollabile, che possono trasformarsi in follia omicida. (psiconline.it)
  • Poi questi processi divengono controproducenti e rinchiudono nella gabbia di un disturbo psicologico. (stateofmind.it)
  • In alcune condizioni patologiche, il livello di acqua dell' organismo può variare: in caso di disidratazione , per esempio, la sua quantità è insufficiente, mentre nel caso di secrezione eccessiva dell' ormone antidiuretico , l' organismo tende alla ritenzione idrica, con il rischio di provocare la formazione di un edema , in genere cerebrale, che può determinare disturbi della coscienza e portare al coma . (starbene.it)
  • Disturbi della coscienza dell'Io (disturbi dissociativi, disturbo di depersonalizzazione/derealizzazione). (wikipedia.org)
  • La veglia alterata è spesso chiamata coscienza alterata. (msdmanuals.com)
  • Spesso, però, il giorno dopo bisogna purtroppo fare i conti con i disturbi digestivi. (swica.ch)
  • Passate le feste, spesso segue una dura presa di coscienza e una drastica fase di moderazione con severi propositi per il nuovo anno. (swica.ch)
  • Acquisire conoscenze circa elementi di psicopatologia generale e clinica dei principali disturbi psichiatrici. (unipr.it)
  • Obiettivo del documento fornire agli operatori sanitari un valido strumento di lavoro per il triage, la valutazione e la presa in cura dei soggetti fragili che presentano disturbi della nutrizione e dell alimentazione e che si presentano in PS in condizioni in condizioni di urgenza. (medicoebambino.com)
  • il concetto che condizioni neuropsichiatriche reversibili possano mimare disturbi irreversibili è acquisito dalla metà del XIX secolo. (psychiatryonline.it)
  • Per sincope si intende una breve perdita di coscienza associata alla perdita del tono posturale e quindi a cadute. (humanitas-care.it)
  • Molte conoscenze sulle funzioni della memoria derivano da studi su tali patologie, rilevanti furono ad esempio le scoperte fatte grazie allo studio del paziente H.M., affetto da gravi disturbi mnestici. (wikipedia.org)
  • Una persona può svenire se c'è un disturbo nel centro della coscienza a causa della mancanza di assunzione di ossigeno nel cervello. (nathziem.com)
  • Può esser provocato con l'autosuggestione, con l'allenamento autogeno, con il rilasciamento della muscolatura volontaria e del sistema vegetativo, con lo svuotamento progressivo del campo di coscienza. (treccani.it)
  • I disturbi della memoria possono compromettere tale capacità, in modo più o meno grave, in base alle strutture neuroanatomiche colpite. (wikipedia.org)
  • Tra i disturbi o deficit della memoria si possono annoverare: La paramnesia, cioè la falsificazione della memoria attraverso una distorsione del ricordo (vedi anche sindrome dei falsi ricordi). (wikipedia.org)
  • Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di stimolo (verbale o non) o dalla modalità sensoriale della presentazione dello stesso, in rapporto ad un evento patologico, ad esempio un trauma cranico, un'intossicazione o un disturbo vascolare. (psiconline.it)
  • a) Negli individui con malattia di lunga durata, brevi episodi di perdita bilaterale improvvisa del tono muscolare con conservato livello di coscienza, precipitati da una risata o da uno scherzo. (stateofmind.it)
  • Nessun disturbo psichico associato a ripercussioni significative sulla percezione della realtà, sulla capacità di elaborare e valutare informazioni, sulla capacità di reazione e di adattamento alla situazione. (licenzedicondurre.ch)
  • trattasi di un disturbo fugace che rende il paziente passivo, apatico, inoperoso e sonnambulo. (torrinomedica.it)
  • Il personale medico non potrà scegliere in scienza e coscienza, sarà rotto il rapporto di fiducia con il paziente. (alleanzacattolica.org)
  • Il contenuto della coscienza dipende dalla funzione mentale (cognitiva) e implica la comprensione e l'elaborazione di quanto si prova e si vive. (msdmanuals.com)
  • Delirio Il delirio è un disturbo improvviso, variabile e solitamente reversibile della funzione mentale. (msdmanuals.com)
  • UTILE IN CASO DI: per ogni disturbo sia mentale che fisico, per ritrovare il proprio centro interiore, per collegarsi con energie spirituali. (corrieredelconero.it)
  • Tramite il suo impiego si riesce a prendere coscienza in maniera costruttiva dei propri limiti fisici e mentali.Per ottenerlo si usa il cosiddetto "metodo del sole": i fiori, uniti a brandy e acqua di fonte, si lasciano macerare per qualche ora in un contenitore in vetro trasparente esposto alla luce del sole. (giardinaggio.it)
  • tale compromissione tuttavia risulta del tutto reversibile (e questa è la più importante differenza con le demenze organiche), con la risoluzione del disturbo dell'umore. (psychiatryonline.it)
  • I disturbi emotivi nei bambini: oltre la diagnosi. (unicatt.it)
  • Non tutti i bambini con ADHD e disturbo oppositivo provocatorio arriveranno a sviluppare un disturbo della condotta. (ilfogliopsichiatrico.it)
  • b) Nei bambini o negli individui entro 6 mesi dall'esordio del disturbo, smorfie spontanee o episodi di apertura della mascella con protrusione linguale o ipotonia globale, senza evidenti stimoli emozionali. (stateofmind.it)
  • La maggior parte di questi piccoli pazienti è affetto da diabete di tipo 1 (mellito), ovvero il disturbo principale è creato da un'insufficienza del pancreas che non produce insulina, l'ormone che ci permette di utilizzare lo zucchero che assumiamo attraverso gli alimenti. (pianetamamma.it)
  • con lieve modificazione della coscienza, del tipo dell'addormentamento. (treccani.it)
  • Che un quinto di questi, 282.605, siano disturbi del sistema nervoso è sicuramente meritevole di commenti e indagini. (eventiavversinews.it)
  • La nostra ripartizione dei disturbi al sistema nervoso - appositamente commissionata - segue per il periodo fino al 23 marzo (dati pubblicati il 31 marzo 2022). (eventiavversinews.it)
  • Disturbi del sistema immunitario. (drmax.it)
  • Quasi tutti questi pazienti avevano precedentemente avuto vari disturbi agli organi interni causati dall'alcol. (mpvhospital.com)
  • Disturbi della sfera cognitiva (insufficienze mentali, deterioramenti cognitivi). (wikipedia.org)
  • In un mondo educato alla supremazia fasulla della mente sul corpo, viene tralasciata l'importanza della coscienza corporea e dell'unione fra mente e corpo per un dinamico equilibrio interiore che regge tutti i tipi di comportamento dell'individuo in un contesto più costruttivo delle relazioni umane. (aikidoedintorni.com)
  • BLU: è il colore della coscienza pura,ha effetto calmante e rinfrescante su mente e corpo. (corrieredelconero.it)
  • Dati di letteratura sembrano evidenziare una traiettoria dei problemi comportamentali con una progressione dal Disturbo da iperattività e deficit dell'attenzione ( ADHD) nei primi anni di scuola, al disturbo oppositivo provocatorio (OPD ) negli anni seguenti, con la possibilità di sviluppare un vero e proprio disturbo della condotta (DC) in età adolescenziale. (ilfogliopsichiatrico.it)
  • Un flusso di coscienza in cui il lettore può identificare almeno una parte del proprio sé, un'autofiction sul disturbo borderline, sui traumi e sulle cicatrici dell'esistenza che, in assenza di consapevolezza, diventa un eterno saṃsāra di dolore e autoflagellazione. (flaneri.com)
  • INDACO: è il colore della coscienza cosmica che porta un risveglio della consapevolezza. (corrieredelconero.it)