Un composto di cianuro sia che è stato utilizzato come fertilizzante, defoliante e in molti i processi produttivi, e spesso appare come il sale di calcio, a volte anche definito cyanamide. La citrated sale di calcio è usato nel trattamento di alcolismo.
Una pianta genere della famiglia delle Fabacee molto diffusa come copertura e il cibo, noto per i fagioli, VICIA Faba commestibile.
Un liquido incolore, infiammabili usati nella produzione di acido acetico, profumi e aromi. E 'anche un intermedio del metabolismo di alcol, e ha un preciso narcotico azione e causa anche irritazione delle mucose (angioedema), dosi elevate possono causare la morte da paralisi respiratoria.
Un enzima che si ossida un aldeide in presenza di NAD + e acqua per un acido e Nadh. Questo enzima stato classificato come CE 1.1.1.70.
Una pianta genere della famiglia delle Fabacee che contiene linarin (acaciin) e lectine.
Una pianta genere della famiglia delle Fabacee noto per i semi usato come cibo.
Composti con due tripli obbligazioni. Alcuni di loro sono... citotossine.
Sostanze interferendo con il metabolismo di alcol etilico, causando spiacevole gli effetti indesiderati che scoraggiare a bere bevande alcoliche. Alcol deterrenti sono utilizzati nel trattamento di alcolismo.
Lavora con informazioni articoli su argomenti in ogni campo della conoscenza, di solito organizzate in ordine alfabetico, o un lavoro simile limitata ad un particolare campo o soggetto. (Dal ALA glossary of Library and Information Science, 1983)
Un potente ad azione diretta vasodilatatore periferica (vasodilatatori AGENTS) che riduce la resistenza periferica e produce abbassamento della pressione del sangue. (Dal Martindale, La Farmacopea Extra, trentesimo Ed, p371)
Materiali che assorbire liquidi prontamente intorno a loro.
Pesticidi usati per distruggere vegetazione indesiderata, specialmente vari tipi di erba, erba (POACEAE) e Woody piante. Delle piante sviluppare erbicidi resistenza.
Produzione di droga o tracce biologiche che è improbabile che siano prodotti da industrie private a meno che precauzioni incentivi sono forniti da altri.

La cianamide è una sostanza chimica organica che viene utilizzata in vari settori, tra cui quello farmaceutico. Nell'ambito medico, la cianamide può essere impiegata come agente antimicotico per il trattamento di infezioni fungine della pelle e delle unghie.

La cianamide agisce interferendo con la capacità del fungo di sintetizzare le purine, che sono necessarie per la sua crescita e sopravvivenza. Ciò aiuta a controllare la diffusione dell'infezione e favorisce la guarigione della pelle o delle unghie colpite.

Il farmaco è disponibile sotto forma di creme, lozioni o soluzioni da applicare direttamente sulla zona interessata. Tuttavia, l'uso di cianamide richiede cautela poiché può causare irritazione cutanea e altri effetti collaterali indesiderati se non utilizzato correttamente.

Prima di iniziare qualsiasi trattamento con cianamide, è importante consultare un medico per ottenere una diagnosi accurata e prescrizione appropriata. Inoltre, è fondamentale seguire attentamente le istruzioni del medico riguardo al dosaggio, alla durata del trattamento e alle precauzioni da adottare durante l'utilizzo della cianamide.

La parola "Vicia" non è comunemente utilizzata come termine medico, ma piuttosto si riferisce ad un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Fabaceae (o Leguminose). Questo genere include diverse specie di fagioli e piselli commestibili, come il fagiolo comune (Vicia faba) e il pisello comune (Vicia sativa).

Tuttavia, in un contesto medico, potrebbe essere menzionato se si discute di reazioni allergiche o intolleranze alimentari a queste piante. Ad esempio, alcune persone possono essere allergiche al fagiolo comune (Vicia faba), che può causare sintomi come prurito alla bocca, gonfiore della lingua e delle labbra, difficoltà nella deglutizione, eruzioni cutanee, nausea, vomito e diarrea.

In sintesi, "Vicia" non è una definizione medica in sé, ma può essere menzionata in un contesto medico per riferirsi a specifiche specie di piante che possono causare reazioni allergiche o intolleranze alimentari in alcune persone.

L'acetaldeide è un composto organico con la formula chimica C2H4O. Si tratta di un importante intermedio nel metabolismo dell'etanolo, che viene prodotto dal fegato come parte del processo di ossidazione dell'alcol. L'acetaldeide è anche un componente della fumo di sigaretta e può essere presente in alcuni cibi e bevande, come il vino e il sidro.

L'esposizione all'acetaldeide può causare una varietà di effetti avversi sulla salute, tra cui mal di testa, nausea, vomito, arrossamento della pelle e aumento del battito cardiaco. L'esposizione a lungo termine ad alte concentrazioni di acetaldeide può anche aumentare il rischio di sviluppare una serie di problemi di salute, tra cui cancro al fegato e malattie cardiovascolari.

Il corpo è in grado di metabolizzare l'acetaldeide e convertirla in acido acetico, che può essere utilizzato come fonte di energia o eliminata dal corpo. Tuttavia, se il livello di acetaldeide nel corpo diventa troppo elevato, può superare la capacità del corpo di metabolizzarla, portando ad un accumulo tossico di questa sostanza.

In sintesi, l'acetaldeide è una sostanza chimica che viene prodotta naturalmente nel corpo come parte del processo di metabolismo dell'alcol e può anche essere presente in alcuni cibi e bevande. L'esposizione ad alte concentrazioni di acetaldeide può causare effetti avversi sulla salute e aumentare il rischio di sviluppare problemi di salute a lungo termine.

La Aldeide Deidrogenasi (ALDH) è un enzima presente in diversi tessuti del corpo umano, compreso il fegato, i reni e il cervello. La sua funzione principale è quella di ossidare le aldeidi, che sono molecole chimiche con un gruppo aldeidico (-CHO), a loro volta derivanti dal metabolismo di alcuni aminoacidi e dell'alcol etilico.

L'ALDH catalizza la reazione di ossidazione delle aldeidi in acidi carbossilici, utilizzando come cofattore il NAD+ (nicotinamide adenina dinucleotide). Questa reazione è importante per eliminare le tossine e prevenire l'accumulo di sostanze nocive nel corpo.

L'ALDH svolge anche un ruolo cruciale nella detossificazione dell'etanolo, che viene metabolizzato in acetaldeide prima di essere convertito in acido acetico dall'ALDH. La velocità con cui l'acetaldeide viene metabolizzata dall'ALDH può variare da persona a persona, e questa variazione è stata associata alla suscettibilità individuale all'intossicazione da alcol.

Inoltre, alcune forme di ALDH sono state identificate come fattori genetici che possono proteggere contro lo sviluppo del cancro. Ad esempio, l'ALDH3A1 è stato associato alla ridotta incidenza di tumori della pelle e dell'apparato respiratorio.

In sintesi, la Aldeide Deidrogenasi (ALDH) è un enzima importante che svolge un ruolo cruciale nella detossificazione del corpo umano, eliminando le tossine e prevenendo l'accumulo di sostanze nocive. La sua attività può variare da persona a persona ed essere associata alla suscettibilità individuale all'intossicazione da alcol e alla protezione contro lo sviluppo del cancro.

La Robinia, nota anche come Acacia nera o albero della fava, è una pianta leguminosa originaria del Nord America. Tuttavia, non è comune che venga utilizzata in un contesto medico. In alcuni casi, l'esposizione alla Robinia può causare reazioni allergiche o dermatiti da contatto.

La parte più notevole della Robinia dal punto di vista medico sono i suoi spuntoni acuminati e duri che si trovano sui rami e sul tronco. Questi spuntoni possono causare lesioni penetranti se una persona ci viene a contatto, soprattutto durante le attività all'aperto come il giardinaggio o il campeggio. Le ferite provocate da questi spuntoni possono essere difficili da pulire e curare, aumentando il rischio di infezioni.

In sintesi, la Robinia è una pianta leguminosa che può causare lesioni penetranti e reazioni allergiche o dermatiti da contatto. Tuttavia, non ha un ruolo significativo nel campo medico come farmaco o terapia.

In biologia e botanica, la pianta della lenticchia si riferisce a diverse specie del genere Lens, che sono noti per i loro semi commestibili. Le lenticchie sono legumi annuali originari dell'Asia occidentale e del Mediterraneo orientale.

La specie più comunemente coltivata è Lens culinaris, che produce lenticchie marroni, verdi o nere. Altre specie includono Lens esculenta (lenticchia egiziana), Lens ervoides (lenticchia selvatica) e Lens nigricans (lenticchia nera).

Le piante di lenticchia crescono come erbe annuali, con steli sottili che possono raggiungere un'altezza di 15-40 cm. Le foglie sono alternate e composte da due o tre foglioline oblunghe o lanceolate. I fiori sono piccoli e bianchi, con una macchia viola alla base.

I frutti della pianta di lenticchia sono baccelli sottili che contengono uno o due semi a forma di disco. Questi semi, o lenticchie, sono ricchi di proteine, fibre e carboidrati complessi, e sono utilizzati in una varietà di cibi in tutto il mondo.

In medicina, le lenticchie sono considerate un alimento sano e nutriente, che può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, diabete e obesità. Sono anche una buona fonte di ferro, folato e potassio, ed è stato dimostrato che hanno proprietà anti-infiammatorie e antimicrobiche. Tuttavia, le lenticchie crude contengono sostanze chimiche naturali chiamate lectine, che possono essere tossici se consumati in grandi quantità, quindi è importante cuocerli prima di mangiarli.

In chimica, un diyne è un composto organico che contiene due tripli legami carbonio-carbonio (C≡C) nella sua struttura molecolare. Questa classe di composti è caratterizzata dalla presenza di due unità alchiniche consecutive.

Tuttavia, non esiste una definizione medica specifica per "diynes" poiché questo termine si riferisce a un concetto chimico piuttosto che a un fenomeno o a una condizione medica. Pertanto, la conoscenza di questa informazione potrebbe essere più pertinente per coloro che studiano chimica organica o biochimica rispetto ai professionisti della medicina clinica.

In medicina, "deterrenti dell'alcol" si riferiscono a farmaci o sostanze che vengono utilizzate per scoraggiare o prevenire il consumo di alcol. Questi deterrenti funzionano alterando il sapore, l'aspetto o gli effetti dell'alcol in modo da renderlo meno attraente o piacevole da bere.

Uno dei deterrenti più comuni dell'alcol è il disulfiram (Antabuse), che viene prescritto come trattamento per l'alcolismo. Quando una persona assume disulfiram e poi beve alcol, si verifica una reazione chimica nel corpo che causa sintomi spiacevoli come mal di testa, nausea, vomito, vertigini, respiro affannoso e confusione. Questi sintomi possono essere abbastanza gravi da scoraggiare la persona dal bere alcolici in futuro.

Un altro deterrente dell'alcol è l'alcol etilico metile (MEK), che viene aggiunto all'alcol per renderlo sgradevole al gusto e all'olfatto. Questo metodo viene talvolta utilizzato come misura preventiva nelle comunità dove il consumo di alcol è un problema sociale significativo.

Tuttavia, è importante notare che i deterrenti dell'alcol non sono una cura per l'alcolismo e non dovrebbero essere utilizzati come unico trattamento per la dipendenza da alcol. Il trattamento dell'alcolismo richiede spesso un approccio multidisciplinare che include counseling, terapia comportamentale, supporto sociale e, in alcuni casi, farmaci.

"Encyclopedias as Topic" non è una definizione medica. È in realtà una categoria o un argomento utilizzato nella classificazione dei termini medici all'interno della Medical Subject Headings (MeSH), una biblioteca di controllo dell'vocabolario controllato utilizzata per l'indicizzazione dei documenti biomedici.

La categoria "Encyclopedias as Topic" include tutte le enciclopedie e i lavori simili che trattano argomenti medici o sanitari. Questa categoria può contenere voci come enciclopedie mediche generali, enciclopedie di specialità mediche specifiche, enciclopedie di farmacologia, enciclopedie di patologie e così via.

In sintesi, "Encyclopedias as Topic" è una categoria che raccoglie diverse opere di consultazione che forniscono informazioni complete e generali su argomenti medici o sanitari.

Minoxidil è un farmaco topico utilizzato per il trattamento dell'alopecia androgenetica, nota anche come calvizie comune. Viene applicato direttamente sul cuoio capelluto e funziona stimolando la crescita dei capelli aumentando il flusso sanguigno nella zona in cui è applicato e allungando la fase di crescita del ciclo di vita dei capelli.

Minoxidil era originariamente sviluppato come un farmaco orale per trattare l'ipertensione, ma si è scoperto che aveva l'effetto collaterale inaspettato di far ricrescere i capelli. Da allora è stato formulato come soluzione o schiuma per uso topico e approvato dalla FDA per il trattamento dell'alopecia androgenetica.

L'applicazione di minoxidil deve essere continua per mantenere i suoi effetti, se smette di essere utilizzato, i capelli ricresciuti possono cadere nuovamente. Gli effetti collaterali del minoxidil topico possono includere irritazione della pelle, prurito, secchezza e desquamazione.

È importante notare che il minoxidil non è una cura per la calvizie, ma può aiutare a rallentarne la progressione e a far ricrescere i capelli in alcune aree. Prima di utilizzare qualsiasi farmaco, incluso il minoxidil, si dovrebbe consultare un medico o un professionista sanitario per discutere dei potenziali benefici e rischi.

Gli agenti igroscopici sono sostanze che hanno la capacità di assorbire e trattenere l'umidità dall'ambiente circostante. Questa proprietà deriva dalla loro struttura molecolare, che presenta gruppi polari in grado di formare legami idrogeno con le molecole d'acqua presenti nell'aria.

In ambito medico, gli agenti igroscopici possono essere utilizzati per diversi scopi, come ad esempio per mantenere un ambiente asciutto all'interno di contenitori o confezioni, oppure per creare formulazioni farmaceutiche che rilascino gradualmente il principio attivo in base all'umidità presente nell'ambiente.

Esempi di agenti igroscopici utilizzati in ambito medico includono il cloruro di calcio, il glicerolo e il sorbitolo. Tuttavia, è importante notare che l'igroscopicità di una sostanza può anche rappresentare un fattore limitante nella sua conservazione o utilizzo, poiché l'assorbimento di umidità può influenzarne le proprietà fisiche e chimiche.

Gli erbicidi sono sostanze chimiche utilizzate per controllare e gestire le piante infestanti o le erbe indesiderate che competono con le colture desiderabili per l'acqua, i nutrienti del suolo e la luce solare. Gli erbicidi possono essere di diversi tipi, a seconda della loro modalità d'azione e dell'intervallo di tempo tra l'applicazione e l'insorgenza degli effetti.

Gli erbicidi possono agire in vari modi, come interferendo con la crescita delle piante, la fotosintesi o la respirazione cellulare. Alcuni erbicidi sono selettivi, il che significa che uccidono solo determinate specie di piante e lasciano intatte le colture desiderabili. Altri erbicidi, noti come non selettivi o totali, uccidono qualsiasi pianta con cui entrano in contatto.

L'uso di erbicidi può essere vantaggioso per aumentare la produzione agricola e mantenere le aree verdi pulite e ben curate. Tuttavia, l'uso improprio o eccessivo di erbicidi può avere conseguenze negative sulla salute umana e sull'ambiente. L'esposizione agli erbicidi può causare sintomi acuti come irritazione della pelle, degli occhi e delle vie respiratorie, nonché effetti cronici come danni al sistema nervoso, ai reni e al fegato. Inoltre, l'uso di erbicidi può contaminare le falde acquifere, danneggiare la fauna selvatica e creare resistenza alle specie di piante infestanti.

Pertanto, è importante utilizzare gli erbicidi in modo sicuro ed efficace, seguendo sempre le istruzioni del produttore e adottando misure appropriate per proteggere se stessi, gli altri e l'ambiente.

La produzione di farmaci orfani si riferisce allo sviluppo e alla commercializzazione di farmaci per il trattamento di condizioni mediche rare, note come malattie rare o disturbi orfani. Una malattia rara è definita generalmente come una condizione che colpisce meno di 200.000 persone negli Stati Uniti o meno di 1 persona su 2.000 in Europa.

A causa della bassa prevalenza di queste malattie, le aziende farmaceutiche spesso non hanno un incentivo economico a sviluppare farmaci per il loro trattamento, poiché il mercato potenziale è limitato. Per affrontare questa sfida, i governi e altre organizzazioni hanno creato programmi di incentivi per incoraggiare la produzione di farmaci orfani.

Negli Stati Uniti, ad esempio, l'Orphan Drug Act del 1983 fornisce ai produttori di farmaci orfani sette anni di esclusiva di mercato e crediti d'imposta per i costi di sviluppo clinico. In Europa, la legislazione sui farmaci orfani offre agli sviluppatori di farmaci orfani una protezione della proprietà intellettuale più lunga e un rimborso parziale dei costi di sviluppo.

Grazie a questi programmi di incentivi, negli ultimi anni sono stati sviluppati e approvati numerosi farmaci orfani per il trattamento di una varietà di malattie rare, tra cui la fibrosi cistica, l'emofilia, la sclerosi multipla progressiva e diversi tumori rari.

La molecola della cianammide è stata riscontrata significativamente negli spazi interstellari. La molecola di cianammide esiste ... La cianammide (o a volte cianamide) è il composto organico di formula H2N-C≡N ed è formalmente l'ammide dell'acido cianidrico ( ... La cianammide è prodotta per idrolisi della calciocianammide, che a sua volta è preparata dal carburo di calcio, CaC2 CaC 2 + N ... La cianammide contiene nella molecola un sito nucleofilo e un sito elettrofilo, e quindi può reagire anche con sé stessa. Può ...
La formula molecolare CH2N2 può indicare: Cianammide Diazometano (Pagine di disambiguazione, Formule molecolari). ...
... come la cianammide. Dopo la fioritura, i fiori della vite passano attraverso l'impollinazione e la concimazione nei susseguenti ...
Si può ottenere dalla calcio cianammide (CaNCN), passando attraverso la cianammide CNNH2 e la dicianammide HN=C(NH2)NHCN. ... Il contenuto di azoto in questa molecola è elevato, pari al 67% in massa, come del resto nella cianammide. La melammina è ... Rappresenta il trimero ciclico della cianammide (H2N-C≡N) e il suo scheletro ciclico è quello aromatico della triazina ...
Pigmenti gialli: ossido di ferro giallo, giallo cadmio, giallo cromo, giallo zinco, titanato di nichel, piombo cianammide, ...
... nel terreno si decompone in idrossido di calcio che a sua volta si trasforma lentamente in carbonato di calcio e in cianammide ... è un composto inorganico a carattere ionico formato dal catione calcio come sale derivato dall'anione cianammide (CN22−) con ...
La miscelazione di cianammide e KNO2 produce cambiamenti da solidi bianchi a liquidi gialli e poi a solidi arancioni, formando ...
CNOM Calcio cianammide, CaNCN Cianammide, H2NCN Acido fosforoamidico, H2NP(O)(OH)2 Acido fosforodiamidico, (H2N)2P(O)OH ...
... molecola che si trova in equilibrio tautomerico con la cianammide. Col termine carbodiimmide ci si riferisce di norma non alla ...
... cianammide di calcio, ipoclorito di calcio, idrogenofosfato di calcio e tioglicolato di calcio triidrato. Il calcio è un ...
Sintesi della sarcosina (1862) Sintesi della creatina e preparazione della guanidina e della cianammide (1868) Sintesi ...
... parte da calcio cianammide (non inquinata da carbonio) in presenza di quantità catalitiche di fluoruro di cesio: CaNCN + 3 F2 ...
A seconda della concentrazione del dimetil cianammide nella soluzione, si forma prevalentemente un composto ad anello con sei ... con dimetil cianammide che, infatti, si forma una mistura di vari composti contenenti fosforo. ...
Con amine, come la sintesi di creatina a partire da sarcosina e cianammide I nitrili possono anche reagire con i reattivi di ...
Il cloruro di guanidinio si forma per reazione tra la cianammide e il cloruro di ammonio in soluzione alcolica a 100 °C secondo ...
... dove lavora con François Stanislas Cloëz e riesce a ottenere nel 1851 la cianammide. Assiste anche ad alcune sperimentazioni ...
... mentre composti organici derivati dalla cianammide sono detti cianimmidi di formula generale R2N-C≡N tautomeri delle ...
Il composto si decompone a formare cianammide e carbonio quando viene riscaldato a temperature vicine ma non superiori a 600 °C ...
... dei metodi utilizzati per la fissazione dell'azoto era la reazione di azoto con carburo di calcio per dare calcio cianammide: ...
... e dilitio cianammide (Li2CN2), un precursore dei fertilizzanti. Il nitruro di litio è diffusamente impiegato nella sintesi di ...
La molecola della cianammide è stata riscontrata significativamente negli spazi interstellari. La molecola di cianammide esiste ... La cianammide (o a volte cianamide) è il composto organico di formula H2N-C≡N ed è formalmente lammide dellacido cianidrico ( ... La cianammide è prodotta per idrolisi della calciocianammide, che a sua volta è preparata dal carburo di calcio, CaC2 CaC 2 + N ... La cianammide contiene nella molecola un sito nucleofilo e un sito elettrofilo, e quindi può reagire anche con sé stessa. Può ...
Scopri subito tutte le Rime con la parola Richiede nella lista completa del Rimario Italiano di VirgilioSapere.
... cianammide di calcio e ipoclorito di calcio. Altri composti: * idrogenofosfato di calcio ...
Cianammide. < Cianati. 57431,57437d53917 < Cianochetone. < Cianocrilati. < Cianosi. < Cianuri. < Cianuro di potassio. < Cianuro ...
  • La cianammide (o a volte cianamide) è il composto organico di formula H2N-C≡N ed è formalmente l'ammide dell'acido cianidrico (H-C≡N), rispetto al quale è molto meno tossica. (wikipedia.org)