Un genere in famiglia TOMBUSVIRIDAE molti si trovano in zone temperate, alcune specie di infettare legumi (legumi) sono segnalate in zone tropicali. Molti virus sono soil-borne, ma alcuni sono trasmesse dalle fungo Olpidium radicale e altri, da scarafaggi. Garofano mottle virus e 'il tipo specie.
Una pianta genere della famiglia GERANIACEAE. Il nome comune di geranio è anche utilizzato per il geranio genus.
Una pianta genere della famiglia Malvaceae. Membri contengono acido citrico acido; MALATES; antociani; flavonoidi; digitalici; fibra alimentare e LIGNANS. Ibisco sabdariffa è comune costituente del the, poiche. Ibisco cannabinus è una fonte di fibra di canapa per TEXTILES.
Virus parassiti su per le piante più alte di batteri.
Una specie di pianta virus che infetta ANGIOSPERMS. La trasmissione si verifica meccanicamente e in terra, con una sola specie trasmesso da un vettore fungine le specie è Pomodoro cespugliose bravata virus.
Un enzima che catalizza RNA-template-directed estensione della 3 '- di un filamento di RNA da un nucleotide alla volta, e posso avviare una catena de novo. (Enzima nomenclatura, 1992, p293)
Ribonucleic acido che rappresenta il materiale genetico di virus.
Le descrizioni di aminoacidi specifico, carboidrati o sequenze nucleotidiche apparse nella letteratura pubblicata e / o si depositano nello e mantenuto da banche dati come GenBank, EMBL (Laboratorio europeo di biologia molecolare), (Research Foundation, National Biomedical NBRF sequenza) o altri depositi.
La sequenza delle purine e PYRIMIDINES in acidi nucleici e polynucleotides. È anche chiamato sequenza nucleotide.

Non esiste una definizione medica specifica per "Carmovirus". Il termine si riferisce a un genere di virus appartenente alla famiglia *Tombusviridae*. I Carmovirus sono virus a RNA a singolo filamento, privi di involucro, che infettano piante e funghi.

I rappresentanti più noti di questo genere includono il virus della mar Morto del cavolfiore (CFCV) e il virus della mosaica del tabacco (TMV). Questi virus possono causare diverse malattie nelle piante, come macchie fogliari, deformazioni e riduzione della resa.

Tuttavia, è importante notare che i Carmovirus non sono associati a malattie umane o animali.

"Pelargonium" non è un termine medico standard o una condizione medica. È il nome botanico di un genere di piante che appartengono alla famiglia Geraniaceae, note comunemente come gerani o geranei. Alcune specie di Pelargonium sono utilizzate in ambito medicinale per le loro proprietà curative. Ad esempio, il Pelargonium sidoides è spesso impiegato nel trattamento del raffreddore comune e della bronchite. Tuttavia, qualsiasi utilizzo medico di queste piante dovrebbe essere supervisionato da un operatore sanitario qualificato.

Non ci sono definizioni mediche standard per "Hibiscus" poiché si riferisce generalmente a un genere di piante (Hibiscus spp.) e non ad una condizione medica o ad un'entità nosologica. Tuttavia, i fiori di hibiscus sono talvolta utilizzati in varie applicazioni tradizionali o erboristiche. Ad esempio, il tè di fiore di hibiscus (noto anche come "rosella") è comunemente usato come bevanda rinfrescante e può avere effetti diuretici e ipotensivi. Alcune ricerche preliminari suggeriscono che potrebbe offrire alcuni benefici per la salute, come il miglioramento della pressione sanguigna e del colesterolo, sebbene siano necessarie ulteriori indagini.

Si noti che l'uso di hibiscus o altri integratori erboristici può interagire con farmaci da prescrizione o over-the-counter e possono avere effetti collaterali negativi. Prima di utilizzare qualsiasi integratore, incluso l'hibiscus, consultare un operatore sanitario qualificato per assicurarsi che sia sicuro e appropriato per le proprie esigenze individuali.

Un virus delle piante è un patogeno obbligato che infetta esclusivamente le cellule vegetali. Si tratta di particelle ultra-microscopiche, composte da materiale genetico (RNA o DNA) avvolto in una proteina capside. Alcuni virus delle piante hanno anche un involucro lipidico esterno. I virus non possono replicarsi da soli e richiedono l'apparato metabolico della cellula ospite per la loro replicazione. Una volta dentro la cellula, il materiale genetico del virus prende il controllo del sistema di sintesi delle proteine della cellula ospite, costringendola a produrre copie del virus. I virus delle piante possono causare una vasta gamma di malattie nelle piante, dalle lievi alterazioni estetiche alle malformazioni gravi e alla morte della pianta. La trasmissione dei virus delle piante può avvenire attraverso vari mezzi, come insetti vettori, semi infetti, contatto diretto tra piante o tramite l'acqua e il suolo contaminati.

Il Tombusvirus è un genere di virus appartenente alla famiglia Tombusviridae. Questi virus hanno un genoma monopartito di singola elica di RNA positivo e sono nudi, il che significa che non hanno una capsula proteica esterna. Il nome "Tombusvirus" deriva dalla parola "tomato bushy stunt", che si riferisce a un particolare ceppo di questo virus che causa una malattia nota come "arresto della boscaglia del pomodoro".

I tombusvirus infettano principalmente piante e possono causare varie sintomi, tra cui decolorazione delle foglie, deformazioni, crescita stentata e morte delle piante. Un esempio ben noto di tombusvirus è il virus dell'arresto della boscaglia del pomodoro (TBSV), che infetta le piante di pomodoro e causa una malattia caratterizzata da un arresto della crescita e dalla formazione di cespi densi di foglie deformate.

Il TBSV è stato ampiamente studiato come modello sperimentale per capire meglio i processi di replicazione dell'RNA dei virus a singola elica positiva. La sua particolarità risiede nel fatto che la sua replicazione avviene all'interno delle vescicole membranose generate dal reticolo endoplasmatico rugoso (ER) della cellula ospite, un meccanismo insolito per i virus a RNA positivo.

RNA Replicasi si riferisce a un enzima che sintetizza una molecola di RNA utilizzando un altro RNA come modello. Questo tipo di replicazione si verifica in alcuni virus a RNA, come i virus del morbillo e della poliomielite. L'RNA replicasi catalizza la produzione di una nuova molecola di RNA complementare alla sequenza del modello, che funge da matrice per la sintesi dell'mRNA utilizzato dal virus per la sintesi delle proteine. L'RNA replicasi è quindi un enzima essenziale per la replicazione e la propagazione dei virus a RNA.

L'RNA virale si riferisce al genoma di virus che utilizzano RNA (acido ribonucleico) come materiale genetico anziché DNA (acido desossiribonucleico). Questi virus possono avere diversi tipi di genomi RNA, come ad esempio:

1. Virus a RNA a singolo filamento (ssRNA): questi virus hanno un singolo filamento di RNA come genoma. Possono essere ulteriormente classificati in due categorie:

a) Virus a RNA a singolo filamento positivo (+ssRNA): il loro genoma funge da mRNA (RNA messaggero) e può essere direttamente tradotto nelle cellule ospiti per produrre proteine virali.

b) Virus a RNA a singolo filamento negativo (-ssRNA): il loro genoma non può essere direttamente utilizzato come mRNA e richiede la trascrizione in mRNA complementare prima della traduzione in proteine virali.

2. Virus a RNA a doppio filamento (dsRNA): questi virus hanno un doppio filamento di RNA come genoma. Il loro genoma deve essere trascritto in mRNA prima che possa essere utilizzato per la sintesi delle proteine virali.

Gli RNA virali possono avere diversi meccanismi di replicazione e transcrizione, alcuni dei quali possono avvenire nel citoplasma della cellula ospite, mentre altri richiedono l'ingresso del genoma virale nel nucleo. Esempi di virus a RNA includono il virus dell'influenza, il virus della poliomielite, il virus della corona (SARS-CoV-2), e il virus dell'epatite C.

I Dati di Sequenza Molecolare (DSM) si riferiscono a informazioni strutturali e funzionali dettagliate su molecole biologiche, come DNA, RNA o proteine. Questi dati vengono generati attraverso tecnologie di sequenziamento ad alta throughput e analisi bioinformatiche.

Nel contesto della genomica, i DSM possono includere informazioni sulla variazione genetica, come singole nucleotide polimorfismi (SNP), inserzioni/delezioni (indels) o varianti strutturali del DNA. Questi dati possono essere utilizzati per studi di associazione genetica, identificazione di geni associati a malattie e sviluppo di terapie personalizzate.

Nel contesto della proteomica, i DSM possono includere informazioni sulla sequenza aminoacidica delle proteine, la loro struttura tridimensionale, le interazioni con altre molecole e le modifiche post-traduzionali. Questi dati possono essere utilizzati per studi funzionali delle proteine, sviluppo di farmaci e diagnosi di malattie.

In sintesi, i Dati di Sequenza Molecolare forniscono informazioni dettagliate sulle molecole biologiche che possono essere utilizzate per comprendere meglio la loro struttura, funzione e varianti associate a malattie, con implicazioni per la ricerca biomedica e la medicina di precisione.

In genetica, una "sequenza base" si riferisce all'ordine specifico delle quattro basi azotate che compongono il DNA: adenina (A), citosina (C), guanina (G) e timina (T). Queste basi si accoppiano in modo specifico, con l'adenina che si accoppia solo con la timina e la citosina che si accoppia solo con la guanina. La sequenza di queste basi contiene l'informazione genetica necessaria per codificare le istruzioni per la sintesi delle proteine.

Una "sequenza base" può riferirsi a un breve segmento del DNA, come una coppia di basi (come "AT"), o a un lungo tratto di DNA che può contenere migliaia o milioni di basi. L'analisi della sequenza del DNA è un importante campo di ricerca in genetica e biologia molecolare, poiché la comprensione della sequenza base può fornire informazioni cruciali sulla funzione genica, sull'evoluzione e sulla malattia.

Nessun FAQ disponibili che corrispondono a "carmovirus"