Una specie di batteri anaerobi spirale, che c'era precedentemente classificati come Serpulina hyodysenteriae e Treponema hyodysenteriae (e per un breve periodo, Serpula hyodysenteriae). Questo organismo è l'agente della dissenteria dei suini.
Una specie di spirale batteri della famiglia Brachyspiraceae.
Le infezioni da batteri dell'ordine SPIROCHAETALES.
Un ordine di pochi, flexuous, helically avvolto batteri, con uno o più giri completi nell'elica.
Infiammazione acuta dell ’ intestino associato con la diarrea di vari eziologia, generalmente acquisito mangiando cibo contaminato (contenente tossina, batterio o derivanti da altri microrganismi. Inizialmente di dissenteria è caratterizzato da un le cui feci acquose allora mucoid sgabelli. È spesso associata a dolore addominale; febbre; e disidratazione.
Malattie di porco e dei cinghiali del genere Sus.
Le infezioni da batteri della famiglia Desulfovibrionaceae.
Le infezioni da batteri del genere treponema.
Infezioni causate da batteri che mostrano come rosa (negativo), trattati dal gram-staining metodo.
Una specie di batteri gram-negativi intracellulare, causando un terminatore proliferativo enterite negli animali, soprattutto suini, cervi, cavalli e conigli.
Una specie di microorganismi dell'ordine SPIROCHAETALES, molte delle quali sono parassiti e patogeni con uomini e animali.
Qualcuno di diversi animali, che costituiscono la famiglia Suidae e comprendono stout-bodied, corte onnivori mammiferi con la scorza dura, solitamente coperto con spessi setole, una lunga cellulare muso, e piccola coda. La varieta 'Babyrousa, Phacochoerus (verruca maiali), Sus, contenente il maiale domestico (vedere sus Scrofa).
Una famiglia di spirale batteri dell'ordine SPIROCHAETALES.
Un agente antibatterico che è stata utilizzata nella pratica veterinaria per il trattamento di dissenteria dei suini e enterite e per promuovere la crescita. Tuttavia, l ’ uso è stata proibita in Inghilterra di carcinogenesi e mutagenesi. (Dal Martindale, La Farmacopea Extra, trentesimo Ed, p125)
Una specie di flessibile, spirale in idrogeno barre sulfide-containing fango, Sid, ma l'acqua inquinata. Nessuna delle specie correttamente in genere sono patogeno.
Processi patologici in ogni parte dell'intestino dal duodeno al retto.
I ciechi sacca o outpouching area del grosso intestino che sta sotto l'entrata del piccolo intestino. Ha un worm-like estensione, il vermiform APPENDIX.

'Brachyspira hyodysenteriae' è un batterio anaerobico gram-negativo che causa la malattia del colon porcino, nota anche come dissenteria emorragica nei suini. Questo patogeno intestinale provoca una grave enterite necrotizzante che porta a diarrea acquosa sanguinolenta, disidratazione e, in alcuni casi, morte negli animali infetti. Il batterio si diffonde principalmente attraverso il contatto diretto o indiretto con feci infette e può persistere nell'ambiente per diversi mesi. I suini di tutte le età possono essere infettati, ma i giovani animali sono più suscettibili alla malattia. Il controllo della malattia si basa sulla biosicurezza, la gestione dell'ambiente, l'uso di antibiotici e il vaccino per prevenire e trattare l'infezione.

Brachyspira è un genere di batteri appartenente alla famiglia delle Brachyspiraceae. Questi batteri sono gram-negativi, anaerobici o microaerofili e hanno una forma spiralata o ondulata. Alcune specie di Brachyspira possono causare malattie gastrointestinali negli animali, tra cui suini e volatili da cortile.

Una delle specie più note di Brachyspira è B. hyodysenteriae, che è il principale agente eziologico della dissenteria dei suini, una malattia intestinale grave che può causare diarrea sanguinolenta, disidratazione e morte negli animali infetti. Altre specie di Brachyspira possono anche causare malattie gastrointestinali meno gravi in suini e altri animali.

La diagnosi di infezioni da Brachyspira si basa solitamente sull'esame delle feci per la presenza di batteri utilizzando metodi di cultura o tecniche di biologia molecolare come la PCR. Il trattamento delle infezioni da Brachyspira può essere difficile a causa della resistenza agli antibiotici di alcune specie, quindi è importante lavorare con un veterinario per sviluppare un piano di trattamento appropriato.

Le infezioni da Spirochaetales sono causate da batteri appartenenti all'ordine Spirochaetales, che comprende diverse famiglie e generi di spirochete. Le malattie più comunemente note associate a questo ordine includono la sifilide, trasmessa da Treponema pallidum; febbre ricorrente, causata da Borrelia spp.; e la malattia di Lyme, anche questa provocata da un altro ceppo di Borrelia.

Le spirochete sono batteri elicoidali con flagelli periplasmatici che consentono loro di muoversi in ambienti liquidi o viscosi. Possono causare infezioni invasive e persistenti, a volte difficili da trattare a causa della loro capacità di nascondersi all'interno dei tessuti e dell'ospedale. I sintomi variano ampiamente a seconda del tipo di spirochete e possono includere lesioni cutanee, febbre ricorrente, artralgia, cardite e meningite.

La diagnosi di infezioni da Spirochaetales si basa solitamente sull'osservazione diretta dei batteri nei campioni clinici o sull'identificazione del DNA batterico tramite tecniche di biologia molecolare. Il trattamento prevede generalmente l'uso di antibiotici appropriati, come la penicillina, sebbene possano essere necessari interventi chirurgici per il drenaggio di ascessi o altre complicanze.

Spirochaetales è un ordine di batteri gram-negativi, spiraliformi e mobili che comprende diverse famiglie, tra cui Spirochaetaceae, Leptospiraceae, Borreliaceae e Brachyspiraceae. Questi batteri sono noti per la loro capacità di causare varie malattie infettive nell'uomo e negli animali. Ad esempio, il genere Treponema comprende l'agente eziologico della sifilide (Treponema pallidum), mentre il genere Leptospira include i batteri che causano la leptospirosi. Gli Spirochaetales sono caratterizzati dalla loro forma a spirale e dai flagelli peribasali che si estendono lungo il corpo cellulare, permettendo loro di muoversi in modo unico, strisciando o avvolgendosi.

La dissenteria è una condizione medica che si caratterizza principalmente per la presenza di diarrea acuta, accompagnata spesso da crampi addominali, nausea, vomito e febbre. Questa patologia può essere causata da diversi fattori, tra cui infezioni batteriche, virali o parassitarie che colpiscono l'intestino tenue o il colon.

I sintomi più comuni della dissenteria includono feci liquide e frequenti, contenenti spesso muco, pus o sangue. Nei casi più gravi, la disidratazione può verificarsi a causa della perdita di fluidi ed elettroliti corporei.

La dissenteria batterica è spesso causata da organismi come Shigella, Salmonella, Escherichia coli e Campylobacter. Queste infezioni possono verificarsi dopo l'ingestione di cibo o acqua contaminati. La dissenteria virale è invece solitamente causata da rotavirus, norovirus o adenovirus.

Il trattamento della dissenteria dipende dalla causa sottostante. Nei casi lievi, il riposo e l'idratazione possono essere sufficienti per alleviare i sintomi. Tuttavia, in caso di infezioni batteriche, potrebbe essere necessario un trattamento antibiotico. È importante consultare un medico se si sospetta di avere la dissenteria, soprattutto se compaiono sintomi come febbre alta, disidratazione o presenza di sangue nelle feci.

Le "Malattie dei Suini" si riferiscono a un'ampia gamma di patologie che possono colpire i maiali domestici e selvatici. Queste malattie sono causate da diversi agenti patogeni, come batteri, virus, funghi e parassiti, e possono avere un impatto significativo sulla salute e sul benessere dei suini, nonché sull'economia dell'industria suinicola.

Alcune delle malattie più comuni che colpiscono i suini includono la peste suina africana, la peste suina classica, la influenza suina, la salmonellosi, la brucellosi suina, la leptospirosi, la actinobacillosi, la glossite necrotizzante dei suini (mal rosso), la circovirus associato alla polmonite (Porcine Circovirus Associated Disease - PCVAD) e la diarrea epidemica suina (Porcine Epidemic Diarrhea - PED).

I sintomi delle malattie dei suini possono variare notevolmente, a seconda del tipo di agente patogeno e della gravità dell'infezione. Possono includere febbre, letargia, perdita di appetito, tosse, difficoltà respiratorie, vomito, diarrea, disidratazione, artrite, dermatiti, lesioni cutanee e morte improvvisa.

La prevenzione e il controllo delle malattie dei suini sono essenziali per mantenere la salute e il benessere dei suini, nonché per proteggere l'industria suinicola da perdite economiche significative. Le misure di prevenzione e controllo possono includere la vaccinazione, la gestione igienica delle strutture di allevamento, il monitoraggio regolare della salute dei suini, la quarantena e il biosecurity.

Le Infezioni da Desulfovibrionaceae sono rare e si verificano principalmente in individui con sistemi immunitari indeboliti o compromessi. Desulfovibrionaceae è una famiglia di batteri gram-negativi che possono essere trovati normalmente nell'intestino umano e in altri ambienti acquatici e del suolo. Alcune specie di questo genere sono state occasionalmente associate a infezioni, specialmente nei pazienti immunocompromessi o con patologie di base.

Questi batteri possono causare una varietà di sintomi, a seconda del sito dell'infezione. Ad esempio, le infezioni del tratto respiratorio possono causare tosse, respiro affannoso e produzione di muco; le infezioni del sangue (batteriemie) possono causare febbre, brividi, bassa pressione sanguigna e confusione mentale. Le infezioni delle ferite possono causare arrossamento, gonfiore, dolore e pus nella zona interessata.

Il trattamento di queste infezioni prevede generalmente l'uso di antibiotici ad ampio spettro, come le cefalosporine o le fluorchinoloni. Tuttavia, poiché alcune specie di Desulfovibrionaceae possono essere resistenti a molti antibiotici comuni, può essere necessario eseguire test di sensibilità per determinare l'antibiotico più efficace. In alcuni casi, possono essere necessari interventi chirurgici per drenare le infezioni delle ferite o dei tessuti molli.

È importante notare che le infezioni da Desulfovibrionaceae sono rare e che la maggior parte delle persone che entrano in contatto con questi batteri non svilupperà alcun sintomo di malattia. Tuttavia, se si sospetta una infezione da Desulfovibrionaceae, è importante consultare un medico per ricevere una diagnosi e un trattamento appropriati.

Le infezioni da Treponema si riferiscono a un gruppo di malattie infettive causate dai batteri del genere Treponema, che includono:

1. Sifilide: una malattia sessualmente trasmessa causata da Treponema pallidum, che può causare lesioni cutanee, gonfiore dei linfonodi e, se non trattata, può diffondersi nel corpo e danneggiare organi vitali come il cervello e il cuore.
2. Pianta tropicale: una malattia della pelle causata da Treponema carateum, che colpisce principalmente le aree umide e calde della pelle e può causare ulcere dolorose e croste.
3. Frambesia: una malattia tropicale causata da Treponema pertenue, che si diffonde attraverso la pelle lesa e causa eruzioni cutanee, ulcerazioni e cicatrici.
4. Yaws: una malattia infettiva cronica causata da Treponema pallidum subspecies pertenue, che colpisce principalmente i bambini in regioni tropicali e subtropicali e può causare lesioni cutanee, gonfiore delle articolazioni e deformità ossee.

Il trattamento di queste infezioni da Treponema prevede generalmente l'uso di antibiotici come la penicillina, che possono uccidere i batteri e prevenire la diffusione della malattia. La prevenzione include pratiche sessuali sicure, l'igiene personale e la vaccinazione in alcune aree geografiche.

Le infezioni da batteri gram-negativi si riferiscono a un'infezione causata da batteri che non trattengono il colorante cristallo violetto utilizzato nel processo di colorazione di Gram, mostrando piuttosto una colorazione rossa o rosa quando visualizzati al microscopio. Questi batteri hanno una parete cellulare unica con un'alta concentrazione di lipopolisaccaridi (LPS) che possono provocare una forte risposta infiammatoria nel corpo umano. Alcuni esempi comuni di batteri gram-negativi che causano infezioni comprendono Escherichia coli, Klebsiella pneumoniae, Pseudomonas aeruginosa e Acinetobacter baumannii. Le infezioni da batteri gram-negativi possono verificarsi in diversi siti del corpo, come polmoni, sangue, sistema urinario e cute, e possono causare sintomi gravi o potenzialmente letali, specialmente nei pazienti immunocompromessi. Il trattamento di queste infezioni può essere complicato dalla resistenza antimicrobica, che richiede un'attenta selezione dell'agente antimicrobico appropriato basata sui risultati della sensibilità degli antibiotici.

La Lawsonia è un genere di batteri gram-negativi che appartiene alla famiglia delle Enterobacteriaceae. Questi batteri sono stati identificati come causa di infezioni del tratto gastrointestinale, in particolare nelle persone con sistemi immunitari indeboliti.

Il batterio Lawsonia intracellularis è la specie più studiata all'interno di questo genere e viene comunemente associato a due principali condizioni patologiche: la malattia enterica suina (PED) nei maiali e l'enterite necrotizzante regionale (REN) nei cavalli.

Negli esseri umani, il batterio Lawsonia può causare una malattia chiamata proctocolite granulomatosa, che è caratterizzata da infiammazione cronica del colon e del retto. Tuttavia, l'infezione umana con questo batterio è rara e non è ancora completamente compresa.

In generale, il trattamento delle infezioni da Lawsonia richiede la somministrazione di antibiotici appropriati, come le fluorchinoloni o i macrolidi. Tuttavia, poiché l'infezione umana con questo batterio è rara, il trattamento può essere complesso e richiedere una consulenza specialistica.

Treponema è un genere di batteri spiraliformi, mobili, con flagelli interni e appartenenti alla famiglia delle Spirochaetaceae. Sono microorganismi elmintici che possono causare varie malattie infettive nell'uomo. Le specie più note sono:

1. Treponema pallidum: è l'agente eziologico della sifilide, una malattia a trasmissione sessuale che può colpire diversi organi e apparati e presentare differenti manifestazioni cliniche in fasi diverse dell'infezione.
2. Treponema pertenue: è responsabile della pianta dei tropici o bejel, una malattia infettiva cronica che colpisce la pelle e le mucose, trasmessa principalmente attraverso il contatto diretto tra persone.
3. Treponema carateum: provoca il frambesia, nota anche come pianura dei tropici o pinta, una malattia infettiva cutanea che colpisce prevalentemente le popolazioni indigene dell'America centrale e meridionale.
4. Treponema denticola: è un batterio presente normalmente nella placca batterica orale e può essere associato a patologie parodontali, come la gengivite e la parodontite.

Le specie di Treponema sono caratterizzate da una forma elicoidale o a spirale, con un diametro di circa 0,1-0,2 micron e una lunghezza che varia da 6 a 20 micron. Hanno due membrane esterne e flagelli interni che si estendono per tutta la lunghezza del batterio, permettendogli di muoversi in ambienti viscosi come il tessuto connettivo o la mucosa.

In medicina, il termine "suini" si riferisce alla famiglia di mammiferi artiodattili noti come Suidae. Questo gruppo include maiali domestici e selvatici, cinghiali, pecari e altri parenti stretti. I suini sono onnivori, il che significa che mangiano una varietà di cibo, tra cui erba, frutta, insetti e piccoli animali.

I suini sono spesso utilizzati in ricerca medica e sperimentazione a causa della loro somiglianza con gli esseri umani in termini di anatomia, fisiologia e genetica. Ad esempio, i maiali sono noti per avere un sistema cardiovascolare simile a quello umano, il che li rende utili come modelli per lo studio delle malattie cardiache e dei trapianti d'organo.

Inoltre, i suini possono anche ospitare una varietà di patogeni che possono infettare gli esseri umani, tra cui virus della influenza, Streptococcus suis e Toxoplasma gondii. Pertanto, lo studio dei suini può fornire informazioni importanti sulla trasmissione delle malattie zoonotiche e sullo sviluppo di strategie di controllo.

La famiglia Spirochaetaceae è una famiglia di batteri caratterizzati da un'insolita forma a spirale e dalla capacità di muoversi con un movimento ondulatorio flessibile. Questi batteri sono circondati da una membrana esterna unica e possiedono flagelli situati in posizioni uniche all'interno o all'esterno della parete cellulare, che consentono loro di muoversi in ambienti acquosi.

I membri di Spirochaetaceae sono gram-negativi e possono essere sia aerobi che anaerobi. Alcuni generi importanti all'interno di questa famiglia includono Treponema, Borrelia e Leptospira, che comprendono patogeni umani noti come la sifilide (Treponema pallidum), la malattia di Lyme (Borrelia burgdorferi) e la leptospirosi (Leptospira interrogans).

La diagnosi di infezioni da Spirochaetaceae può essere difficile, poiché i loro agenti patogeni possono essere difficili da coltivare in laboratorio. Pertanto, la diagnosi si basa spesso su metodi sierologici o molecolari, come test ELISA, PCR e sequenziamento dell'DNA. Il trattamento di solito comporta l'uso di antibiotici appropriati, come penicillina, doxiciclina o ceftriaxone, a seconda del tipo specifico di infezione da Spirochaetaceae.

Carbadox è un farmaco antimicrobico utilizzato principalmente come agente promotore della crescita e per il trattamento delle malattie enteriche nei suini. È un composto che presenta sia attività antibatterica che antiprotozoaria.

Tuttavia, l'uso di Carbadox è soggetto a restrizioni e preoccupazioni sanitarie in diversi paesi, inclusa l'Unione Europea, a causa della sua possibile cancerogenicità e tossicità per il fegato. Negli Stati Uniti, la Food and Drug Administration (FDA) ha approvato il suo utilizzo, ma solo come farmaco terapeutico e non come promotore della crescita.

Si raccomanda di seguire attentamente le linee guida e i dosaggi prescritti quando si utilizza Carbadox, poiché un uso improprio può comportare rischi per la salute degli animali e, potenzialmente, anche per gli esseri umani che consumano carne di suino trattata con questo farmaco.

La "Spirochaeta" è un genere di batteri appartenente alla famiglia Spirochaetaceae. Questi batteri sono caratterizzati dalla loro forma a spirale e dai movimenti attivi, che sono resi possibili da flagelli situati all'interno della parete cellulare. Le "Spirochaeta" sono in grado di muoversi flessibilmente avanti e indietro, il che le distingue dalle altre forme di batteri.

I membri del genere Spirochaeta sono generalmente anaerobi obbligati, il che significa che richiedono un ambiente senza ossigeno per sopravvivere e crescere. Alcune specie di "Spirochaeta" possono essere trovate in acqua dolce o salata, mentre altre possono essere presenti nel suolo o negli esseri viventi come parassiti o simbionti.

Alcune specie di "Spirochaeta" sono note per causare malattie infettive nell'uomo e in altri animali. Ad esempio, la specie Spirochaeta duttonii è stata associata alla febbre ricorrente, una malattia infettiva trasmessa dalle zecche che colpisce prevalentemente l'Africa subsahariana.

In sintesi, "Spirochaeta" è un genere di batteri caratterizzati dalla loro forma a spirale e dai movimenti attivi, presenti in ambienti acquatici o come parassiti o simbionti di altri esseri viventi. Alcune specie possono causare malattie infettive nell'uomo e negli animali.

Le malattie intestinali (MI) sono un gruppo di condizioni che colpiscono il tratto gastrointestinale, principalmente l'intestino tenue e il colon. Queste malattie possono causare una vasta gamma di sintomi, tra cui diarrea, crampi addominali, dolore, perdita di peso, fatica e sangue nelle feci. Le MI possono essere divise in due categorie principali: malattie infiammatorie dell'intestino (MII) e altri disturbi gastrointestinali funzionali o strutturali.

Le MII, come la malattia di Crohn e la colite ulcerosa, sono caratterizzate da un'infiammazione cronica del tratto gastrointestinale. Queste condizioni possono causare lesioni e ulcere nell'intestino, portando a sintomi come diarrea sanguinolenta, dolore addominale grave e malassorbimento dei nutrienti.

Gli altri disturbi gastrointestinali funzionali o strutturali includono condizioni come la sindrome dell'intestino irritabile (SII), la diverticolosi e il morbo celiaco. Questi disturbi possono influenzare la motilità intestinale, la sensibilità viscerale, la permeabilità intestinale o la capacità di digerire e assorbire i nutrienti.

Le cause delle MI possono variare ampiamente, comprese le predisposizioni genetiche, le infezioni, l'infiammazione cronica, lo stress e altri fattori ambientali. Il trattamento dipende dalla specifica condizione e può includere farmaci, cambiamenti nella dieta, terapie comportamentali o, in alcuni casi, interventi chirurgici.

L'intestino cieco è una parte del sistema digestivo situata tra il colon ascendente e il colon trasverso. Ha una forma sacculare ed è la porzione più ampia del grosso intestino. Ha una lunghezza di circa 60 cm e un volume di circa 200 ml.

La sua funzione principale è l'assorbimento di acqua, elettroliti e vitamine liposolubili, oltre alla secrezione di muco e sostanze antibatteriche che aiutano a mantenere la flora intestinale bilanciata. Inoltre, nell'intestino cieco sono presenti batteri simbionti che svolgono un ruolo importante nella digestione dei carboidrati complessi e nella produzione di vitamine del gruppo B.

L'intestino cieco è anche il sito in cui si forma il chimo, una massa semifluida costituita da secrezioni enzimatiche, muco e batteri che viene riversata nel colon attraverso l'ileocecale, un piccolo orifizio situato all'estremità distale dell'ileo.

Le condizioni patologiche che possono interessare l'intestino cieco includono la diverticolite, l'occlusione intestinale, la malattia di Crohn e il tumore del colon-retto.

Corrigendum to "Transposon-associated lincosamide resistance lnu(C) gene identified in Brachyspira hyodysenteriae ST83" [Vet. ... Corrigendum to "Transposon-associated lincosamide resistance lnu(C) gene identified in Brachyspira hyodysenteriae ST83" [Vet. ... Corrigendum to "Transposon-associated lincosamide resistance lnu(C) gene identified in Brachyspira hyodysenteriae ST83" [Vet. ... stated the GenBank accession numbers for the chromosome and plasmid sequences relating to Brachyspira hyodysenteriae BH718 in ...
Suini: i) Trattamento della dissenteria suina causata da Brachyspira hyodysenteriae suscettibile alla tiamulina. ...
Allesame colturale, il dato di prevalenza di Brachyspira spp. nelle primipare è risultato pari al 9% (I.C. 95% 4,46-16,83), ... Scopo di questo lavoro è stato quello di descrivere le modalità di escrezione fecale di B. hyodysenteriae in un allevamento di ... 2014 - STUDIO TRASVERSALE SULLELIMINAZIONE FECALE DI B. HYODYSENTERIAE IN UN ALLEVAMENTO DI SCROFE ENDEMICAMENTE INFETTO ... La dissenteria suina è una malattia ri-emergente causata da B. hyodysenteriae. I riproduttori costituiscono una fonte di ...
Unimportante forma di diarrea nei suini è la dissenteria provocata dal batterio Brachyspira hyodysenteriae. I sintomi possono ... sono stati prelevati campioni di feci da 30 suini in ingrasso per verificare la presenza di Brachyspira hyodysenteriae. Di ... La dieta, è dimostrato, influenza la colonizzazione di B. hyodysenteriae nel grosso intestino e lo sviluppo dei sintomi, mentre ... Laumento dei fenomeni di resistenza antimicrobica di B. hyodysenteriae è diventato tuttavia un problema importante che rende i ...
  • Suini: i) Trattamento della dissenteria suina causata da Brachyspira hyodysenteriae suscettibile alla tiamulina. (farmacia.it)
  • La dissenteria suina è una malattia ri-emergente causata da B. hyodysenteriae. (sipas.org)