Punti di riferimento, l'ispezione, palpazione, o un computer, localizzare utili in strutture o entro il corpo umano.
Un cadavere, di solito un corpo umano.
Tomografia a raggi X usando un algoritmo del computer di ricostruire l'immagine.
Il processo di creare immagini tridimensionale, photographic in forma elettronica o altri metodi. Per esempio, le immagini tridimensionali possono essere inventate radunando tomographic immagini multiple con l'aiuto di un computer, mentre immagini 3D fotografica (olografia) può essere fatta da esporre film ai pattern di interferenza creato quando due fonti di luce laser con un oggetto.
Riproducibilità Dei misure statistiche (spesso in un contesto clinico), incluso il controllo di strumenti e tecniche per ottenere risultati riproducibile. Il concetto include riproducibilità Dei misurazioni fisiologiche, che può essere utilizzato per valutare la probabilità di sviluppare regole o prognosi, o dalla risposta agli stimoli; riproducibilità Dei verificarsi di una condizione; e risultati sperimentali riproducibilità Dei.
Metodo non invasivo di anatomia interna basata sul principio che nuclei atomici nel un forte campo magnetico impulsi di assorbire l'energia e li emettono onde radio che può essere ricostruito in immagini computerizzate. Il concetto include protone giro tomographic tecniche.
Istintivo schemi di attività correlate ad un determinato settore incluso capacità di certi animali di tornare a un determinato posto quando tolti, a grandi distanze usando indizi di navigazione, quali quelle utilizzate nella migrazione (animale MIGRAZIONE).
Rappresentazione tridimensionale di mostrare strutture anatomiche, modelli può essere usato al posto dell ’ animale intatto o organismi per insegnare, pratica, a studiare.
La misurazione della dimensione della testa.
Anatomico parte frontale della mandibola, conosciuto anche come la moto, che contiene la linea di fusione delle due metà distinte della mandibola (sinfisi Menti). Questa linea di fusione nella parte inferiore divide chiuderanno triangolare area chiamata "protuberanza mentale su ogni lato, il secondo premolare dente, e 'il forame mentale per il passaggio dei vasi sanguigni e un nervo scoperto.

Gli "anatomic landmarks" sono punti di riferimento ben definiti e facilmente identificabili sulla superficie del corpo o all'interno della sua struttura, che vengono utilizzati come guide per descrivere le posizioni relative delle varie parti del corpo e per orientare la mappa delle strutture anatomiche. Essi possono essere caratteristiche ossee, muscolari, vascolari o nervose, e sono spesso utilizzati in ambito medico ed infermieristico durante l'esame fisico, le procedure di diagnosi e trattamento, nonché negli interventi chirurgici.

Esempi comuni di anatomic landmarks includono:

* La clavicola (collana), il processo xifoide (punto X) e l'osso pubico, che vengono utilizzati per definire la linea mediana del corpo.
* Il margine laterale del sterno (bordo dello sterno), l'angolo di Louis (punto di incontro tra il manubrio e il corpo del sterno) e la spina scapolare, che vengono utilizzati per identificare le regioni toraciche.
* Il processo spinoso della settima vertebra cervicale (vertebra prominente), l'incisura jugulare e la cresta iliaca anteriore superiore, che vengono utilizzati per definire i confini delle regioni corporee.
* L'epicondilo mediale e laterale dell'omero (gomito), l'olecrano (oltre) e la tuberosità del radio, che vengono utilizzati per descrivere le articolazioni e i movimenti delle estremità superiori.
* Il malleolo mediale e laterale della tibia e del perone (caviglia), il tubercolo calcaneare (tallone) e la testa del quinto metatarso, che vengono utilizzati per descrivere le articolazioni e i movimenti delle estremità inferiori.

Conoscere l'anatomia di superficie e i punti di riferimento è fondamentale per una corretta valutazione e trattamento dei pazienti, nonché per la pianificazione e l'esecuzione di procedure chirurgiche ed esami diagnostici.

In terminologia medico-legale, un cadavere è il corpo di una persona deceduta. Dopo la morte, il corpo umano subisce una serie di cambiamenti fisici e chimici che lo portano allo stato di cadavere. Questo processo include la cessazione delle funzioni vitali, la decomposizione e la putrefazione.

L'esame del cadavere è una parte importante dell'autopsia e della medicina legale, poiché fornisce informazioni cruciali sulla causa e le circostanze della morte di una persona. L'analisi del corpo può includere l'ispezione esterna, la dissezione interna, la raccolta di campioni biologici e l'esame tossicologico per identificare eventuali segni di trauma, malattia o avvelenamento.

L'accurata documentazione e lo studio del cadavere sono fondamentali per stabilire l'identità della vittima, determinare la causa della morte e fornire prove importanti per le indagini criminali e i procedimenti giudiziari.

La tomografia computerizzata a raggi X, nota anche come TC o scansione TC, è una tecnologia di imaging medico che utilizza radiazioni a raggi X per creare dettagliate immagini trasversali del corpo umano. Queste immagini forniscono al radiologo e ai medici informazioni approfondite sulla struttura interna degli organi, dei tessuti molli, delle ossa e dei vasi sanguigni, facilitando la diagnosi di una varietà di condizioni mediche come tumori, ictus, lesioni ossee, fratture e altre patologie.

Durante l'esame TC, il paziente viene fatto stendere su un lettino che scorre attraverso un anello rotante contenente un tubo a raggi X e un rivelatore di radiazioni. Il tubo ruota attorno al paziente, emettendo sottili fasci di radiazioni mentre il detector rileva i raggi X che passano attraverso il corpo. Un computer utilizza questi dati per calcolare la densità e l'assorbimento dei tessuti in ogni punto dell'area esaminata, producendo sezioni trasversali dettagliate del corpo.

Le immagini TC possono essere acquisite come scansioni assiali (AX), sagittali (SG) o coronali (CO). Le scansioni assiali sono le più comuni e vengono utilizzate per creare immagini trasversali del corpo. Le scansioni sagittali e coronali vengono create ricostruendo i dati delle scansioni assiali, fornendo sezioni lungo piani diversi.

La TC è considerata una procedura di imaging relativamente sicura, ma comporta l'esposizione a radiazioni ionizzanti. Pertanto, il suo utilizzo deve essere bilanciato con i potenziali rischi associati all'esposizione alle radiazioni e ai benefici clinici della procedura.

La tomografia computerizzata (TC) e l'imaging a risonanza magnetica (RM) sono due esempi comuni di tecniche di imaging tridimensionali. Queste tecniche consentono la creazione di immagini dettagliate e accurate di strutture interne del corpo umano in tre dimensioni, fornendo informazioni vitali per la diagnosi e il trattamento di varie condizioni mediche.

Nel caso della tomografia computerizzata, un fascio sottile di radiazioni X viene utilizzato per acquisire una serie di immagini bidimensionali del corpo da diverse angolazioni. Un algoritmo informatico quindi combina queste immagini per creare una rappresentazione tridimensionale dell'area interessata.

D'altra parte, l'imaging a risonanza magnetica utilizza un campo magnetico potente e impulsi di radiofrequenza per allineare ed eccitare gli atomi di idrogeno presenti nei tessuti del corpo. Quando le molecole ritornano al loro stato normale, emettono segnali che vengono rilevati da un ricevitore e utilizzati per creare immagini dettagliate delle strutture interne. Anche in questo caso, l'uso di algoritmi informatici avanzati consente la creazione di rappresentazioni tridimensionali dell'area interessata.

In sintesi, l'imaging tridimensionale è una tecnica di diagnostica per immagini che utilizza sofisticate apparecchiature e algoritmi informatici per creare rappresentazioni dettagliate e accurate delle strutture interne del corpo umano in tre dimensioni. Queste informazioni possono essere fondamentali per la diagnosi e il trattamento di varie condizioni mediche.

La riproducibilità dei risultati, nota anche come ripetibilità o ricercabilità, è un principio fondamentale nella ricerca scientifica e nella medicina. Si riferisce alla capacità di ottenere risultati simili o identici quando un esperimento o uno studio viene replicato utilizzando gli stessi metodi, procedure e condizioni sperimentali.

In altre parole, se due o più ricercatori eseguono lo stesso studio o esperimento in modo indipendente e ottengono risultati simili, si dice che l'esperimento è riproducibile. La riproducibilità dei risultati è essenziale per validare le scoperte scientifiche e garantire la loro affidabilità e accuratezza.

Nella ricerca medica, la riproducibilità dei risultati è particolarmente importante perché può influenzare direttamente le decisioni cliniche e di salute pubblica. Se i risultati di un esperimento o uno studio non sono riproducibili, possono portare a conclusioni errate, trattamenti inefficaci o persino dannosi per i pazienti.

Per garantire la riproducibilità dei risultati, è fondamentale che gli studi siano progettati e condotti in modo rigoroso, utilizzando metodi standardizzati e ben documentati. Inoltre, i dati e le analisi dovrebbero essere resi disponibili per la revisione da parte dei pari, in modo che altri ricercatori possano verificare e replicare i risultati.

Tuttavia, negli ultimi anni sono stati sollevati preoccupazioni sulla crisi della riproducibilità nella ricerca scientifica, con un numero crescente di studi che non riescono a replicare i risultati precedentemente pubblicati. Questo ha portato alla necessità di una maggiore trasparenza e rigore nella progettazione degli studi, nell'analisi dei dati e nella divulgazione dei risultati.

La risonanza magnetica (MRI) è una tecnologia di imaging non invasiva che utilizza un campo magnetico potente, radiazioni ionizzanti né l'uso di raggi X, per produrre dettagliate immagini in sezione trasversale del corpo umano. Questa procedura medica fornisce immagini chiare e precise dei tessuti molli, degli organi interni, delle ossa e di altri componenti del corpo.

Durante l'esame, il paziente viene fatto distendere su un lettino all'interno di una macchina a forma di tubo chiamata tomografo a risonanza magnetica. Il tomografo è dotato di un grande magnete circolare che produce un campo magnetico e antenne che emettono e ricevono segnali radio.

Quando il paziente viene esposto al campo magnetico, gli atomi di idrogeno nei tessuti del corpo si allineano con il campo magnetico. Le antenne inviano impulsi di radiofrequenza che disturbano l'allineamento degli atomi di idrogeno. Quando le onde radio vengono interrotte, gli atomi di idrogeno ritornano al loro stato originale e rilasciano energia sotto forma di segnali radio. Le antenne rilevano questi segnali e un computer li utilizza per creare immagini dettagliate del corpo.

Le immagini MRI possono essere prese da diverse angolazioni e possono mostrare cambiamenti nelle dimensioni, forma e posizione dei vari organi e tessuti. Questa tecnologia è particolarmente utile per diagnosticare disturbi del sistema nervoso centrale, lesioni sportive, tumori, malattie delle articolazioni, cuore e vasi sanguigni, fegato, reni e ghiandole surrenali.

In sintesi, la risonanza magnetica è un potente strumento di imaging che utilizza campi magnetici e onde radio per creare immagini dettagliate dei tessuti interni del corpo, fornendo informazioni preziose sulla salute e sul funzionamento degli organi e dei sistemi del corpo.

In medicina, il termine "homing" si riferisce alla capacità di alcune cellule di migrare e concentrarsi in una specifica area del corpo. Questo fenomeno è particolarmente importante nelle terapie cellulari, come ad esempio la terapia con cellule staminali, dove le cellule vengono introdotte nel corpo e devono trovare e colonizzare il tessuto bersaglio per svolgere la loro funzione.

Il meccanismo di homing è mediato da una serie di segnali chimici e recettori presenti sulla superficie delle cellule, che permettono loro di riconoscere e rispondere ai segnali del microambiente tissutale bersaglio. Questo processo può essere influenzato da diversi fattori, come la natura della cellula stessa, le condizioni del tessuto bersaglio e il trattamento a cui sono sottoposte le cellule prima dell'impianto.

L'efficacia della terapia con cellule dipende in gran parte dalla capacità delle cellule di homing al sito lesionato o malato, quindi la comprensione dei meccanismi che regolano questo processo è fondamentale per lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche.

In terminologia medica, "modelli anatomici" si riferiscono a rappresentazioni tridimensionali dettagliate della struttura interna e delle relazioni spaziali del corpo umano o di specifiche regioni o sistemi corporei. Questi modelli possono essere creati utilizzando una varietà di materiali e tecniche, tra cui la plastica, la cera, il lattice, la resina e le stampanti 3D. Vengono spesso utilizzati per scopi didattici ed educativi, permettendo agli studenti di medicina e ad altri professionisti sanitari di visualizzare e comprendere meglio la complessa anatomia umana. I modelli anatomici possono anche essere utilizzati in ricerca, pianificazione chirurgica e sviluppo di dispositivi medici. Essi forniscono un'alternativa tangibile e visiva alle tradizionali illustrazioni bidimensionali, consentendo agli utenti di manipolare, ruotare ed esaminare i vari aspetti del modello a loro piacimento.

La cefalometria è una tecnica di valutazione radiografica utilizzata in odontoiatria, ortodonzia e otorinolaringoiatria per studiare la struttura e le relazioni scheletriche del cranio. Viene comunemente impiegata per analizzare la crescita e lo sviluppo facciale e dentale, nonché per pianificare trattamenti ortodontici o chirurgici.

Durante l'esame, il paziente viene esposto a un raggio X che colpisce lateralmente la testa, creando un'immagine dettagliata del cranio. Questa immagine radiografica viene quindi utilizzata per misurare e confrontare vari punti di riferimento anatomici, linee e piani, al fine di valutare le disarmonie scheletriche e dentali.

I risultati della cefalometria possono fornire informazioni importanti sulla posizione delle ossa mascellari e mandibolari, sull'angolo della mandibola, sulla dimensione e la forma del palato, nonché sulla posizione e l'inclinazione dei denti. Questi dati possono essere utilizzati per creare un piano di trattamento personalizzato per il paziente, al fine di correggere eventuali problemi scheletrici o dentali e migliorare l'allineamento e la funzione dei denti.

È importante sottolineare che la cefalometria comporta l'esposizione a radiazioni ionizzanti, pertanto deve essere eseguita solo da professionisti qualificati e con cautela, seguendo le linee guida appropriate per ridurre al minimo l'esposizione alle radiazioni.

In anatomia, il mento si riferisce alla prominenza ossea situata nella parte inferiore della faccia, formata dalla sinfisi mandibolare, che è l'articolazione fibrosa tra le due metà della mandibola. Il mento è una caratteristica distintiva del profilo facciale umano e può variare in termini di forma e dimensione tra individui. In alcuni casi, un mento prominente o retruso può essere associato a particolari condizioni mediche o sindromi genetiche. È anche un'area che può essere soggetta a traumi o lesioni.

Landmark article Oct 28, 1933. Successful removal of an entire lung for carcinoma of the bronchus. By Evarts A. Graham and J. J ... Gale, Karla, Lung Cancer Outcomes Similar With Anatomic Segmentectomy and Lobectomy, su medscape.com, Reuters Health ... Landmark article Sept. 21, 1946: Nitrogen mustard therapy. Use of methyl-bis(beta-chloroethyl)amine hydrochloride and tris(beta ...
Landmark article Oct 28, 1933. Successful removal of an entire lung for carcinoma of the bronchus. By Evarts A. Graham and J. J ... Gale, Karla, Lung Cancer Outcomes Similar With Anatomic Segmentectomy and Lobectomy, su medscape.com, Reuters Health ... Landmark article Sept. 21, 1946: Nitrogen mustard therapy. Use of methyl-bis(beta-chloroethyl)amine hydrochloride and tris(beta ...

Nessun FAQ disponibili che corrispondono a "anatomic landmarks"