La tetraidrouridina è un derivato della base azotata uracile, che si trova comunemente nelle molecole di RNA. Si differenzia dall'uracile per la presenza di quattro atomi di idrogeno (tetraidro) legati al gruppo furanosio.

In particolare, la tetraidrouridina è presente nella forma ridotta dell'RNA trasportatore, l'RNA di transferimento (tRNA), dove svolge un ruolo importante nel processo di traduzione del codice genetico durante la sintesi proteica.

La tetraidrouridina può essere modificata da enzimi specifici in diverse forme, come la 5,6-dihidrouridina o la 5-idrossimetiluridina, che possono influenzare la stabilità e l'interazione della molecola di RNA con altre molecole.

In sintesi, la tetraidrouridina è una base azotata presente nelle molecole di RNA, importante per la struttura e la funzione delle stesse, in particolare nell'RNA di transferimento (tRNA). La sua presenza può influenzare le interazioni della molecola di RNA con altre molecole, come gli enzimi e i ribosomi.

La DCMA (Deossicobalamina o vitamina B12) deaminasi è un enzima che catalizza la deaminazione della deossicobalamina, convertendola in deossiadenosilcobalamina. Questa reazione è importante per il metabolismo della vitamina B12 e la sua conversione nella forma attiva utilizzata nelle reazioni enzimatiche nel corpo umano. La DCMA svolge un ruolo cruciale nell'attivare la vitamina B12, che è essenziale per il normale funzionamento del sistema nervoso e la produzione di globuli rossi. Tuttavia, una carenza o un difetto della DCMA non sono noti per causare malattie umane clinicamente significative.

E' importante notare che l'esistenza dell'enzima DCMA è ancora oggetto di dibattito nella comunità scientifica, e alcuni studi suggeriscono che la deossicobalamina possa essere convertita in altre forme attive della vitamina B12 attraverso meccanismi diversi dalla DCMA.

L'uridina è un nucleoside formato dalla combinazione di un anello di zucchero pentoso (ribosio) con la base azotata uracile. Si trova comunemente nelle molecole di RNA e svolge un ruolo importante nella sintesi delle proteine, nella regolazione del metabolismo energetico e nella riparazione del DNA. L'uridina può anche essere trovata in alcuni alimenti come lievito, fegato e latte materno. In medicina, l'uridina monofosfato (UMP) è usata come integratore alimentare per trattare alcune condizioni associate a carenze enzimatiche che portano a una ridotta sintesi di uridina. Tuttavia, l'uso dell'uridina come farmaco o integratore deve essere attentamente monitorato e gestito da un operatore sanitario qualificato a causa del potenziale rischio di effetti avversi.

La citidina deaminasi è un enzima (proteina che catalizza una reazione chimica) presente nelle cellule del corpo umano. Più specificamente, questo enzima svolge un ruolo importante nel metabolismo delle basi azotate, le unità costituenti degli acidi nucleici (DNA ed RNA).

La deossicitidina (dC) è un nucleoside formato da due parti: la deossiribosio, uno zucchero pentoso, e la citosina, una base azotata. Nella dC, il gruppo 2'-OH del deossiribosio è ridotto a un semplice gruppo idrossile (-OH), rendendolo quindi un "deossinucleoside".

La deossicitidina svolge un ruolo importante nelle cellule come precursore nella sintesi del DNA. Durante la replicazione del DNA, le polimerasi utilizzano la dC (insieme ad altri deossiribonucleotidi) per creare nuove catene di DNA complementari alla sequenza del DNA template.

La dC può anche essere fosforilata da specifiche chinasi nucleosidiche per formare la deossicitidina trifosfato (dCTP), che è il substrato utilizzato nella sintesi del DNA. Tuttavia, alti livelli di dCTP possono inibire l'attività dell'enzima ribonucleotide reduttasi, che è responsabile della conversione dei ribonucleosidi in deossiribonucleosidi durante la sintesi del DNA. Questo può portare a un effetto negativo sulla replicazione e riparazione del DNA, con conseguenti effetti citotossici.

La deossicitidina ha anche applicazioni cliniche come farmaco antivirale e citotossico. Ad esempio, il farmaco antivirale antiretrovirale (ARV) didanosina (ddI) è un analogo della deossicitidina che viene utilizzato nel trattamento dell'infezione da HIV. Il meccanismo d'azione di questo farmaco prevede l'interruzione della sintesi del DNA virale e la morte delle cellule infette da HIV. Tuttavia, il farmaco può anche avere effetti tossici sulle cellule normali, compreso l'arresto della crescita cellulare e la citotossicità diretta.