I norbornani sono una classe di composti organici caratterizzati da un sistema ciclico formato da due unità ciclopentaniche fuse, che condividono un atomo di carbonio. Questa struttura forma un anello a otto termini con un angolo di legame molto stretto, il che rende i norbornani interessanti dal punto di vista chimico e catalitico.

I norbornani possono essere utilizzati come monomeri nella polimerizzazione per formare polimeri ad alta rigidità e cristallinità, come il polinorbornene. Inoltre, i norbornani sono anche utilizzati come substrati di partenza nella sintesi organica, in particolare nella reazione di ciclizzazione sigmatropica [2,3] che permette la formazione di sistemi eterociclici complessi.

La definizione medica dei norbornani non è comune, poiché non sono generalmente utilizzati in ambito clinico o terapeutico. Tuttavia, alcuni derivati del norbornano possono avere applicazioni biomediche, come ad esempio i farmaci norbornani che presentano attività antitumorale o antibatterica.