L'isoflurano è un composto chimico utilizzato principalmente come agente anestetico generale in ambito medico e veterinario. Si tratta di un liquido volatile a temperatura ambiente, noto per le sue proprietà ipnotiche, amnesiche e analgesiche, che vengono sfruttate durante l'induzione e il mantenimento dell'anestesia generale.

Viene somministrato per inalazione, mediante l'utilizzo di appositi dispositivi come le macchine per l'anestesia. Una volta inspirato, l'isoflurano si diffonde rapidamente nei tessuti corporei, incluso il cervello, dove produce i suoi effetti desiderati. Tra i vantaggi dell'utilizzo di questo agente anestetico vi sono un'elevata sicurezza, una rapida insorgenza e reversibilità degli effetti, nonché una ridotta incidenza di reazioni avverse rispetto ad altri anestetici generali.

Tuttavia, come per qualsiasi farmaco, l'isoflurano può presentare potenziali rischi e complicanze, tra cui depressione respiratoria, abbassamento della pressione sanguigna, aumento del battito cardiaco e, in casi estremamente rari, reazioni allergiche. Pertanto, è fondamentale che la sua somministrazione avvenga sotto stretto controllo medico, tenendo conto delle condizioni cliniche individuali del paziente e dell'intervento chirurgico da eseguire.