Ginepro, noto anche come Juniperus communis, è una pianta sempreverde della famiglia delle Cupressaceae. Nella medicina a base di erbe, i frutti (galbuli) e le foglie (aghi) del ginepro sono stati utilizzati per scopi medicinali.

La definizione medica di ginepro si riferisce principalmente alle sue proprietà farmacologiche e agli usi terapeutici. Il ginepro contiene composti chimici attivi come i monoterpeni, che hanno proprietà antinfiammatorie, diuretiche, carminative e antibatteriche.

L'olio essenziale di ginepro è stato tradizionalmente utilizzato per trattare disturbi digestivi come la dispepsia, l'inappetenza e i gonfiori addominali. Inoltre, ha mostrato attività antimicrobica contro batteri, funghi e virus.

In ambito topico, il ginepro è stato utilizzato per trattare contusioni, distorsioni e infiammazioni delle articolazioni a causa del suo effetto analgesico e anti-infiammatorio.

Tuttavia, l'uso di ginepro come integratore o farmaco deve essere fatto con cautela, poiché può interagire con alcuni farmaci e presentare effetti collaterali indesiderati se assunto in dosi elevate o per periodi prolungati. Inoltre, l'uso del ginepro è controindicato nelle donne in gravidanza e in allattamento, nei bambini e in persone con insufficienza renale o disturbi epatici.

La divisione Coniferophyta, nota anche come Coniferae, è un raggruppamento tradizionale di piante gimnosperme che comprende alberi e arbusti con coni legnosi. Queste piante sono caratterizzate dall'avere foglie aghiformi o squamose, vasi lignificati (tracheidi) nel loro floema per il trasporto dell'acqua e dei nutrienti, e semi non racchiusi in un ovulo protettivo.

Le conifere sono una delle divisioni più grandi ed economicamente importanti di piante viventi. Sono ben note per la produzione di resina e include specie familiari come pini, abeti, pecci, larici, cedri, sequoie e giunchigli.

Tuttavia, va notato che recentemente alcuni botanici hanno smesso di utilizzare questo sistema di classificazione tradizionale a favore di gruppi più moderni basati su analisi genetiche molecolari. In questi schemi, le conifere possono essere suddivise in diversi ordini e famiglie all'interno della classe Pinopsida o incluse come parte di un clade più ampio delle pinofite (Pinophyta).