L'arabinofuranosilcisteina trifosfato, noto anche come AFC-trifosfato o AFC-TP, è un raro nucleotide modificato che si trova in natura in alcuni tRNA. È stato identificato per la prima volta nel tufo batterico e successivamente in altri organismi, tra cui lieviti e piante.

L'AFC-TP è costituito da un gruppo fosfato legato a un residuo di cisteina, che a sua volta è collegato a un residuo di arabinosio attraverso un legame glicosidico beta-1,2. L'arabinosio è un monosaccaride a cinque atomi di carbonio, simile al glucosio ma con una diversa configurazione degli atomi di idrogeno e ossigeno.

La funzione dell'AFC-TP non è completamente compresa, ma si pensa che possa svolgere un ruolo nella regolazione della traduzione del mRNA e nella stabilizzazione dei tRNA. In particolare, sembra essere importante per la corretta lettura dei codoni di stop durante la traduzione, aiutando a prevenire l'incorporazione errata degli aminoacidi.

Sebbene l'AFC-TP sia presente in natura solo in piccole quantità, è stato sintetizzato chimicamente e utilizzato in studi di laboratorio per esplorare la sua struttura e le sue funzioni biologiche. Tuttavia, non ha ancora trovato applicazioni cliniche o terapeutiche pratiche.

La citosina arabinoside, nota anche come citarabina, è un farmaco chemioterapico utilizzato per trattare varie forme di cancro, tra cui leucemia acuta e linfoma. Agisce inibendo la sintesi del DNA nelle cellule cancerose, interrompendo così la loro capacità di dividersi e crescere. Viene somministrata per via endovenosa o intratecale (nel liquido cerebrospinale) e il suo utilizzo richiede una stretta sorveglianza medica a causa dei possibili effetti collaterali, come la soppressione del midollo osseo, infezioni e danni ai tessuti.

L'adenosina trifosfato (ATP) è una molecola organica che funge da principale fonte di energia nelle cellule di tutti gli esseri viventi. È un nucleotide composto da una base azotata, l'adenina, legata a un ribosio (uno zucchero a cinque atomi di carbonio) e tre gruppi fosfato.

L'ATP immagazzina energia chimica sotto forma di legami ad alta energia tra i suoi gruppi fosfato. Quando una cellula ha bisogno di energia, idrolizza (rompe) uno o più di questi legami, rilasciando energia che può essere utilizzata per svolgere lavoro cellulare, come la contrazione muscolare, il trasporto di sostanze attraverso membrane cellulari e la sintesi di altre molecole.

L'ATP viene continuamente riciclato nelle cellule: viene prodotto durante processi metabolici come la glicolisi, la beta-ossidazione degli acidi grassi e la fosforilazione ossidativa, e viene idrolizzato per fornire energia quando necessario. La sua concentrazione all'interno delle cellule è strettamente regolata, poiché livelli insufficienti possono compromettere la funzione cellulare, mentre livelli eccessivi possono essere dannosi.

La guanosina trifosfato (GTP) è una nucleotide trifosfato che svolge un ruolo cruciale come fonte di energia e come molecola segnalatrice in molti processi cellulari. È strettamente correlata alla più nota adenosina trifosfato (ATP), poiché entrambe le molecole sono utilizzate per fornire energia alle reazioni chimiche all'interno della cellula.

La GTP è costituita da una base azotata, la guanina, un gruppo fosfato e uno zucchero pentoso, il ribosio. La sua forma a triphosphate conferisce alla molecola un alto livello di energia chimica che può essere rilasciata attraverso l'idrolisi del legame fosfoanidride ad alta energia tra i gruppi fosfato. Questo processo rilascia una grande quantità di energia che può essere utilizzata per guidare altre reazioni cellulari, come la sintesi delle proteine e il trasporto di molecole attraverso le membrane cellulari.

Oltre al suo ruolo come fonte di energia, la GTP è anche un importante regolatore della segnalazione cellulare. Ad esempio, è utilizzata dalle proteine G, una classe di proteine che trasducono i segnali extracellulari all'interno della cellula. Quando una proteina G lega il suo ligando specifico, subisce un cambiamento conformazionale che attiva l'idrolisi del GTP in GDP, rilasciando energia e alterando l'attività della proteina G.

In sintesi, la guanosina trifosfato è una molecola chiave nella cellula che fornisce energia per le reazioni chimiche e regola i processi di segnalazione cellulare.