L'acetilesterasi è un enzima (tipicamente una hydrolase) che catalizza la rimozione di un gruppo acetile da un substrato, attraverso il processo di idrolisi. Questo enzima svolge un ruolo importante nel metabolismo dei farmaci e nella detossificazione dell'organismo, poiché è in grado di idrolizzare diversi tipi di esteri e talvolta amidi e glicosidi, convertendoli in sostanze più solubili e facilmente eliminate.

Ne esistono diverse forme e isoforme, localizzate in vari tessuti e organelli cellulari, con differenti specificità di substrato ed efficienza catalitica. Alcune acetilesterasi sono associate a malattie genetiche, come la degenerazione cerebellare giovanile, una rara condizione neurologica causata da mutazioni nel gene della forma cerebellare dell'acetilesterasi.

In sintesi, l'acetilesterasi è un enzima che idrolizza gli esteri acetici, facilitando il metabolismo e l'escrezione di diverse sostanze, sia endogene che esogene.

L'esterasi è un enzima che catalizza la idrolisi dei diversi esteri, prodotti durante il processo enzimatico noto come esterificazione. Questa reazione produce alcol e acidi organici. L'esempaio più conosciuto di esterasi è la lipasi, un enzima digestivo che scompone i grassi (lipidi) ingeriti nella forma di trigliceridi in glicerolo e acidi grassi.

Le esterasi sono presenti in diversi tessuti e organi del corpo umano, come il pancreas, il fegato, i reni e il sistema nervoso centrale. Hanno un ruolo importante nella digestione, nel metabolismo e nell'eliminazione delle sostanze tossiche.

Inoltre, le esterasi sono utilizzate anche in ambito clinico come marcatori enzimatici per la diagnosi di alcune patologie, come ad esempio l'infarto miocardico acuto (dove si rileva un aumento dell'attività della creatinchinasi-MB e della troponina I), o per monitorare il danno renale (aumento dell'attività delle N-acetil-β-D-glucosaminidasi).

L'influenza di tipo C è causata dal virus dell'influenza di tipo C (FLUVC), che è uno dei tre tipi di virus influenzali (A, B e C) responsabili delle infezioni da influenza. Il FLUVC è un virus a RNA a singolo filamento appartenente alla famiglia Orthomyxoviridae.

Il virus dell'influenza di tipo C differisce dagli altri tipi di virus dell'influenza per alcune caratteristiche antigeniche e genetiche. È associato a infezioni respiratorie meno gravi rispetto ai virus dell'influenza di tipo A e B, che possono causare epidemie stagionali o pandemie. Il FLUVC infetta principalmente l'epitelio respiratorio superiore e causa sintomi simili a quelli del raffreddore comune, come tosse, mal di gola e congestione nasale. Tuttavia, può anche causare infezioni più gravi, specialmente nei bambini molto piccoli, negli anziani e nelle persone immunocompromesse.

Il FLUVC ha una distribuzione globale, ma è responsabile di solo un piccolo numero di casi di influenza rispetto ai virus dell'influenza di tipo A e B. Non ci sono stati focolai o pandemie noti causati dal FLUVC. La vaccinazione antinfluenzale annuale non protegge contro il FLUVC, poiché i vaccini attualmente disponibili sono specificamente progettati per fornire protezione contro i virus dell'influenza di tipo A e B. Tuttavia, la ricerca è in corso per sviluppare vaccini più ampiamente protettivi che possano includere il FLUVC.