• Per il trattamento della candidosi orale e/o esofagea dei pazienti HIV-positivi o di altri pazienti immunocompromessi. (sanihelp.it)
  • Studi sull'efficacia e la sicurezza di Victrelis quando utilizzato in pazienti co-infetti con HIV ed epatite C sono in corso. (xagena.it)
  • La co-somministrazione di Victrelis con Atazanavir potenziato da Ritonavir può essere considerata, sulla base di una valutazione caso per caso, se ritenuta necessaria in pazienti con una carica virale di HIV soppressa e con un ceppo di HIV privo di qualsiasi resistenza verso la terapia per l'HIV. (xagena.it)
  • Il KS insorge con accresciuta frequenza in soggetti anziani dell'area mediterranea (KS classico) o dell'Africa subsahariana (KS endemico o africano), nei trapiantati d'organo (KS post-trapianto) e nei pazienti infettati con HIV (AIDS-KS). (iss.it)
  • Nell'ambito di questo programma, il CNAIDS ha condotto due sperimentazioni cliniche di fase 2 per il trattamento di pazienti HIV-negativi affetti da KS classico con l'HIV-PI indinavir in mono-terapia (per tumori in fase iniziale) o in combinazione con chemioterapia convenzionale (per i tumori in fase avanzata) ottenendo risultati di efficacia. (iss.it)
  • L'EMA ( European Medicines Agency ) ha raccomandato un aggiornamento delle informazioni per la prescrizione di Victrelis ( Boceprevir ) con informazioni sull' interazione farmacologica tra medicinali per il trattamento dell'epatite C e gli inibitori delle proteasi HIV potenziati da Ritonavir, Atazanavir, Darunavir e Lopinavir. (xagena.it)
  • A tale proposito è importante sottolineare che l'infezione da HIV può risultare per lungo tempo asintomatica e determinare la comparsa di a AIDS solo dopo molti anni, qualora non venga trattata con le terapie farmacologiche oggi disponibili. (uniticontrolaids.it)
  • Per quanto riguarda l'Italia, i dati epidemiologici elaborati dal Centro Operativo AIDS (COA) dell'Istituto Superiore di Sanità indicano che nel 2017 vi sono stati circa 3500 nuovi casi di infezione e si stima la presenza di circa 130 mila persone con l'infezione da HIV. (uniticontrolaids.it)
  • In occasione della Spring european testing week, l'ambulatorio "stanza 13" del Centro di riferimento regionale AIDS dell'INMI L. Spallanzani offrirà consulenza per IST/epatiti e test rapido capillare HIV in orario serale, dalle 17.00 alle 19.00, in aggiunta all'attività ambulatoriale quotidiana di routine. (uniticontrolaids.it)
  • A partire dal 1996, la disponibilità di più farmaci efficaci contro l'HIV ha consentito la messa a punto della terapia antiretrovirale combinata (HAART) che ha portato ad una sensibile riduzione della comparsa di AIDS nelle persone infettate da HIV. (uniticontrolaids.it)
  • L'infezione da HIV si può suddividere in tre stadi: infezione acuta, stadio di latenza clinica (asintomatica anche in presenza di replicazione virale attiva) e stadio sintomatico. (uniticontrolaids.it)
  • La possibilità di avvalersi di un trattamento in grado di ridurre i processi di attivazione infiammatoria potrebbe trovare utile applicazione anche nell'infezione cronica da HIV, nella quale, anche in presenza di efficace soppressione virale, si riscontrano frequentemente fenomeni di attivazione infiammatoria generalizzata che negli anni possono determinare danni di organo (sistema cardiocircolatorio, reni, fegato e sistema nervoso centrale) ed un invecchiamento precoce. (uniticontrolaids.it)
  • L'accesso alle cure ha quindi consentito di trasformare l'infezione da HIV in una malattia cronica e di ridurre in maniera significativa la mortalità associata all'AIDS. (uniticontrolaids.it)
  • Da quando è disponibile la Terapia Combinata ad Alta Efficacia (HAART) è possibile mantenere l'infezione da HIV sotto controllo per molti anni, prevenendo il calo dei linfociti T CD4 e l'insorgenza dell'AIDS. (uniticontrolaids.it)
  • A tutt'oggi l'infezione da HIV e l'AIDS costituiscono un importante problema sanitario in molte parti del mondo, particolarmente nell'Africa Sub-Sahariana e nel Sud Est Asiatico. (uniticontrolaids.it)