• principale fattore di virulenza. (unina.it)
  • Nel biofilm i batteri continuano a comunicare tra di loro al fine di controllare l'equilibrio del biofilm e la produzione di fattori di virulenza. (slideplayer.it)
  • 42). E. coli ceppi responsabili della prostatite batterica mostrano anche più fattori di virulenza di altri uropatogeni E. coli come fattore di emolisina e citotossico necrotizzante (8). (readabl.xyz)
  • La tossina del carbonchio è prodotta dal plasmide pX-01, mentre il plasmide pX-02 produce la capsula, che è un altro fattore di virulenza del batterio. (molecularlab.it)
  • Da ricordare inoltre il fattore citotossico necrotizzante (CNF-1 e CNF-2) di ceppi uropatogeni di Escherichia coli, che agisce sul signaling di membrana tramite proteine G, e la tossina dermonecrotica di Bordetella spp. (molecularlab.it)
  • E' dovuta alla produzione di una emolisina chiamata listeriolisina O. Si tratta di una proteina extracellulare appartenente alle tossine batteriche a gruppo sulfidrilico (-SH) attivato. (unina.it)
  • confermano che diversi fattori ambientali (specie le affezioni acute delle vie respiratorie), interferendo con l integrit della barriera muco-ciliare (BMC), favoriscono le re-infezioni e il prolungato passaggio nel sangue delle tossine pertussiche (conseguente ricaduta SM). (domenicofiore.it)
  • Tossine emolitiche: comprendono una prima serie di tossine, il cui prototipo è rappresentato dalla emolisina alfa di Staphylococcus aureus. (wikipedia.org)
  • Esempi sono rappresentati dalla adenilato-ciclasi/emolisina prodotta da Bordetella pertussis e dal cosiddetto edema factor della tossina carbonchiosa. (wikipedia.org)
  • Il CAMP test è utilizzato per identificare gli streptococchi di Gruppo B, in base alla formazione di una sostanza (fattore CAMP) che rende più evidente la zona di emolisi prodotta dalla β-emolisina di Staphylococcus aureus. (wikipedia.org)
  • La riduzione del peso corporeo porta a un miglioramento di tutti i fattori di rischio cardiovascolare presenti nei pazienti diabetici. (freemovieproduction.info)
  • Anche se di solito il test viene utilizzato per identificare gli streptococchi di gruppo "B", vi è qualche evidenza che il gene del fattore CAMP sia presente in diversi gruppi di streptococchi, compreso il gruppo "A". Un fattore simile è stato identificato in Bartonella henselae. (wikipedia.org)