Linfocitosi Relativa 15 anni!!!?


Ho 15 anni, e ho effettuato il classico esame delle urine e del sangue.

Mi e' stata diagnosticata una linfocitosi relativa, e' grave? Che cos'e'?

10 punti al migliore
----------

  (+ info)

ok sono sensibile al glutine , ma dopo 5 mesi continuo a stare male..?


dopo aver fatto la gastroscopia con biopsia al duodeno è risultata una linfocitosi duodenale, ho approfondito con l'isac test ed è uscito fuori che ho una celiachia nascosta, ho eliminato il glutine dalla mia vita da 5 mesi , eppure continuo a stare male, identico a prima , nessun miglioramento.
Ho notato che mi fà male pure il lattosio, il cacao , la soia e l'uovo, ma nessuno di questi alimenti risulta nocivo sui test e sulle analisi! com'è possibile? forse vedrò i primi miglioramenti eliminando anche questi alimenti?
Ripeto: sui test è uscito SOLO che sono celiaco, nient'altro.
----------

Ciao, io sono celiaca da quando ero in prima media e ora sono passati 5 anni. Io non ho mai avuti sintomi ma nonostante tutto dopo aver fatto la gastroscopia sono risultata celiaca.
Mi madre è allergica al lattosio ed ha fatto un test dove ti mettono questa sostanza sul braccio per vedere che reazione hai (io te lo posso raccontare alla buona perchè non so bene cosa abbi fatto).
Comunque se non l'hai ancora fatto prova a fare i test allergici sennò prova a escuderli e a vedere se ci sono miglioramenti.
Ps. Stai attento anche al glutine, alle tracce ecc...
:)  (+ info)

ok sono sensibile al glutine , ma dopo 5 mesi continuo a stare male..?


dopo aver fatto la gastroscopia con biopsia al duodeno è risultata una linfocitosi duodenale, ho approfondito con l'isac test ed è uscito fuori che ho una celiachia nascosta, ho eliminato il glutine dalla mia vita da 5 mesi , eppure continuo a stare male, identico a prima , nessun miglioramento.
Ho notato che mi fà male pure il lattosio, il cacao , la soia e l'uovo, ma nessuno di questi alimenti risulta nocivo sui test e sulle analisi! com'è possibile? forse vedrò i primi miglioramenti eliminando anche questi alimenti?
Ripeto: sui test è uscito SOLO che sono celiaco, nient'altro.
----------

Chi è allergico al glutine, è quasi sempre allergico anche ai latticini, dovresti quindi eliminarli dalla dieta, magari gradualmente se ne sei un assiduo consumatore.
La soia non fa bene a nessuno nonostante la pressione pubblicitaria che la descrive come un toccasana, soprattutto a noi occidentali, e nessuno dovrebbe mangiarla, anche se è contenuta dappertutto (sottoforma di lecitina).
Per il cacao e l'uovo, prova ad eliminare anche loro gradualmente, e vedi come reagisci... ma penso che il tuo problema siano i latticini più che altro.

Tieni anche presente che il glutine ''inquina'' anche alimenti che non ne dovrebbero contenere, come la farina di mais, stai molto attento a ciò che mangi.  (+ info)

aiuto! il mio è un caso assolutamente disperato! preferisco morire ma non soffrire così?


Salve a tutti, sono un ragazzo di 20 anni, e da 12 anni circa ho praticamente tutti i sintomi della sensibilità al glutine... sono 8 mesi che mangio senza glutine e seguo scrupolosamente la dieta, però:

1) il peso è ''ballerino'' un giorno peso 52,5 kg, il giorno dopo peso 50 gk, lo sò che sembra una cosa incredibile ma è assurdamente vero.

2) nel frattempo ho scoperto di avere un'intolleranza al lattosio che ho eliminato da poco...

3) i sintomi ogni tanto ricompaiono inspiegabilmente, esattamente quando meno me lo aspetto, con forti diarree e stipsi che quasi mi uccidono..

4) non riesco in alcun modo a ingrassare, nemmeno con l'uso degli integratori

io sospetto che non si tratti di un problema fisico,bensì di un problema psicologico, (ansia) , ma è possibile che l'ansia mi porti tutti quei malori? quando ci vuole per ottenere dei risultati CONCRETI?
ho fatto test su test, analisi su analisi e moltissime altre cose... tutte sono risultate NEGATIVE , è risultata positiva la PREDISPOSIZIONE alla celiachia ma non la celiachia vera e propia, in più, quando mi hanno fatto la gastroscopia con biopsia è risultata una linfocitosi duodenale marh uberhuber 1 .
se avete altre domande da farmi fate pure, ma per favore aiutatemi sto davvero malissimo preferisco morire ma non stare così
----------

  (+ info)

Il test HIV è risultato negativo , continuo però a star male lo stesso (vi prego entrate tutti)?


Il 28 Giugno a 43 giorni di distanza da un rapporto a rischio effettuai un test HIV il quale diede esito negativo , vi erano però alcuni valori allarmanti :
NEUTROPENIA%
LINFOCITOSI%
LINFOCITOSI#
TROMBOCITOPENIA
tanto che il medico mi ha prescritto un Emocroma per Mercoledì...
Fatto sta che continuo a star male ; febbricola (alcune volte di sera) , dolore alla gola , dolori articolari e muscolari , debolezza , colon irritato ecc... Credetemi non so più cosa pensare , possibile aver preso un altra MST tipo HPV , Sifilide ecc (la gonorrea la escluderei)
So che un test a 43 giorni da un attendibilità del 98% , di solito le sieroconversioni si registrano prima, fatto sta che il 28 Luglio farò un altro test , che poi ripeterò il 28 Agosto.
Secondo voi a cosa può essere dovuto il mio malessere? Sieroconversione tardiva od altro?
da 0.25 a salire era positivo , inferiore ai 0.25 era nagativo... il mio esito è stato 0.10 quindi negativo.
Il test credo che fose di quarta generazione (ma non ne sono certo), al giorno d oggi i test sono tutti moderni. Che tu sappia questi test possono rilevare anche infezioni da HIV-2 ? Oppure per quest ultima ho bisogno di un altro test?
----------

da anni ormai non si registrano sieroconversioni oltre il 3OEsimogiorno dal rapporto a rischio. il tuo test se è di 3 o 4 generazione con antigene p24 è definitivo

se il test fosse diverso da quelli che ho elencato sopra è possibile che si registri una conversione tardiva, ma oltre un mese, con i test moderni si ha una conversione su 5OO dopo i 3O giorni.

prendi in considerazione il fatto che potrebbe non essere hiv il tuo problema, ci sono molte altre malattie.

::::::::::::::::::::::::::::::::::

il test di 3 generazione differisce da quello di 4 non per la riduzione del periodo finestra, ma per la minor percentuale di falsi positivi (perchè a volte il test dice che uno è positivo anche se non lo è, rarissimo eh, sono 0,5% dei casi!)

nella quasi totalità dei laboratori italiani si eseguono test di 3 e 4 generazione. pensa che a mia sorella quando era incinta l'anno scorso le fecero un test hiv a 28 giorni (perchè alle donne incinte si fa per forza) ed era definitivo!

il test che ricerca gli anticorpi comprende sia hiv1 che hiv2, che comunque è rarissimissimo in italia. quindi stai tranquillo.

nella maggior parte dei laboratori si esegue anche la ricerca dell'antigene p24 che compare già dopo 16 giorni dal rapporto a rischio.. e se è negativo è ancora un motivo per stare tranquilli.

il fatto che tu avessi 0.10 non significa che i tuoi anticorpi stanno salendo.. il test elisa è molto sensibile, talmente sensibile che becca non solo gli anticorpi HIV ma anche altri, quindi quello 0.10 sono altri anticorpi di vecchie infezioni che hai in giro e che il test rileva. se fossi stato a 0.22 già sarebbe stato di esito dubbio, quindi avesti dovuto rifarlo.. ma così puoi stare sereno e vivere alla grande :D


le linee guida italiane restano sul test a 3 mesi per vari motivi:

1- sappiamo che l'italia ci mette secoli ad aggiornarsi rispetto agli altri stati
2- il test è gratuito per chi lo fa ma costa allo stato.. quindi per evitare di farne uno a 20 giorni, uno s 30, uno a 40, uno a 60 e così fino a 90 giorni si dice semplicemente che è definitivo a 90 giorni


anche le linee guida francesi e svizzere sostengono che il solito test sia definitivo a 30 giorni, pensa un po'.  (+ info)

Carenza marziale puó essere associata a leucopenia? ?


Un'anemia sideropenica abbastanza importante (Hb 8mg/dL - MCV 60 - MCH 18 - sideremia 26 - ferritina 2 - saturazione transferrina 4% ) puó essere associata a leucopenia (3600 leucociti/microL) - in particolare con neutropenia (neutrofili diminuiti sia in percentuale - 30% -che in valore assoluto - 1100) e linfocitosi e monocitosi (aumentate solo nelle percentuali non nei valori assoluti) ?
----------

RBC e Ht sono hanno valori trascurabili?

Devi considerare se si possa trattare di una neutropenia post-infettiva perchè spesso succede che si ha una linfocitosi relativa espressione di attivazione linfocitaria parallela ad azione neutropenizzante (quando c'è una formula invertita bisogna pensare a questo). Tra l'altro spesso la leucopenia è in pratica una neutropenia poi...
La monocitosi è in linea proprio con un'eventuale infezione.

Tuttavia ci possono essere diverse cause, dalle più banali alle più serie e comunque bisogna fare l'anamnesi e inquadrare il tutto perchè è impossibile per chiunque, da chi risponde con un minimo di conoscenze in materia ad un medico vero e proprio pronunciarsi sulla questione.

Ti consiglio di rivolgerti ad uno specialista di persona o tramite medicitalia.it  (+ info)

Domanda per i portatori sani di anemia mediterranea?


che valori avete di globuli bianchi? i miei sono sempre nettamente superiori alla norma, è normale per una portatrice sana avere i leucociti intorno a 12500?
----------

No non è normale, in un portatore sano di anemia mediterranea sono coinvolti solo esclusivamente i globuli rossi (sono più piccoli infatti nelle analisi avrai l'MCV più basso del normale).

La linfocitosi (aumento dei bianchi) spesso è correlato ad infezioni (se hai fatto le analisi durante un periodo di raffreddore o dopo poco una febbre potrebbero essere più alti del normale), inoltre bisogna anche considerare la formula leucocitaria (ossia il rapporto tra i vari componenti dei leucociti ossia neutrofili, linfociti, monociti, basofili ed eosinofili) e vedere se anche quella è alterata o meno.
Altre cose che puoi trovare alte durante le infezioni sono la VES e la PCR.

Fatti controllare dal medico che potrà vedere anche il resto delle analisi (la leucocitosi da sola non basta per fare una qualsiasi diagnosi) e potrà fare altre analisi più accurate alla ricerca della causa (le cause di leucocitosi sono per lo più infettive e/o infiammatorie, più raramente neoplastiche come nelle leucemie). Ciao  (+ info)

Sono preoccupato...a causa dei miei esami del sangue?


Salve gente...recentemente ho effettuato una donazione di sangue e dopo un paio di giorni ecco i risultati: ANOMALIE DEFINITE DA UTENTE--> BASOFILIA E LINFOCITOSI
(LYM 3.42 e BASO .111) SERIE LIMITI (LYM 1.09-2.99 e BASO 0.00-0.80) QUESTI SONO I VALORI ALTERATI! da premettere che HO avuto la mononucleosi.Ciò che più mi preoccupa è che questi sono problemi che si rivelano quando una persona ha la leucemia. IN PRECEDENTI PRELIEVI HO RISCONTRATO PROBLEMI ANCHE NELLE PIASTRINE
----------

Non ho capito chi è sto "utente". Comunque, i valori non mi sembrano poi così elevati e preoccupanti. L'ideale sarebbe conoscere la tua storia clinica, visitarti, vedere i tuoi esami precedenti (e precedenti di quanto) e sapere quando hai avuto la mononucleosi. Immagino che i basofili siano 1.11 (non è scritto correttamente). Se le piastrine ora sono su valori normali, va tutto bene. Per essere pragmatici, tuttavia, dovresti farli visionare al tuo medico curante, e magari per ulteriore scrupolo rifarli, se lui ritiene, tra un breve periodo...ma in conclusione secondo me non c'è motivo di agitarsi.  (+ info)

1  2  3  4  5  6