Salve,sono da vari anni affetto da sordita bilaterale di tipo ipoacusia neurosensoriale bilaterale,e uso?


...e uso protesi acustiche da 12 anni ,tre tipi diversi,sento i suoni semplici,ma per le parole,se mi parlano entro un metro capisco bene,ma se la distanza aumenta da un metro e mezzo in poi,anche se sento le parole,non le capisco piu,qualcusa sa come mai succede questo,e se ci sono soluzioni?
----------

***
prova a guardare questo link.. magari ti puo' essere utile...ciao  (+ info)

Udito: c'è un intervento x l'ipoacusia neurosensoriale? a parte l'impianto cocleare.?


mi interessa sapere se esistono interventi x risolvere definitivamente il problema e a chi posso rivolgermi!
----------

Purtroppo attualmente sembra proprio di no. X risolvere il problema si è fatto ricorso al trapianto di cellule staminali ma i primi tentativi sperimentali non sono stati confortanti.  (+ info)

Un'ipoacusia bilaterale media può far sì che una persona non riesca a utilizzare un fonendoscopio?


a parer mio no ,,  (+ info)

Fare domanda di invalidità civile- ipoacusia bilaterale?


salve a tutti,
mia madre dopo tanti accertamenti ha scoperto di avere la ipoacusia bilaterale più acufeni. Volevo chiedervi: esiste qualcosa che riesca a non far aggravare questa malattia?
Visto che dall'esame audiometrico è uscito che mia madre può percepire solo il 50% della parola, è possibile fare richiesta per l'invalidità civile?
grazie a tutti in anticipo.
----------

Ipoacusia bilaterale significa semplicemente che ha un calo di udito da entrambe le orecchie. Bisognerebbe capire da cosa è causata e lì la strada da percorrere è quella che può indicare un bravo otorino.
Gli acufeni sono molto fastidiosi e difficili da eliminare.
La domanda di invalidità può farla ma la percentuale di invalidità che le riconosceranno non sarà tale da accedere a benefici.  (+ info)

...ipoacusia e gravidanza...?? c'è uno specialista nel forum????


C'E' UNO SPECIALISTA NEL FORUM ???
allora, faccio una premessa: ho 35 anni e già un figlio di 11, meraviglioso...!!!
sono affetta dall'età di 7 anni, di ipoacusia neurosensoriale grave di natura (forse) post-morbillosa.
Ho appena avuto notizia di aspettare un bambino, sono alla 5^ settimana... Dovrei provare gioia o stupore per questo bambino arrivato fuori programma..., la verità è che al momento ho "congelato" tutte le possibili emozioni e sensazioni poichè bloccata letteralmente dal panico dovuto al non sapere come può evolvere la mia ipoacusia con una nuova gravidanza.
Statisticamente, quanta è la probabilità che un soggetto già gravemente ipoacusico peggiori il proprio status, con la gravidanza? (nella prima gravidanza non riportai danni ulteriori, ma erano anche 12 anni fa e il mio udito era decisamente migliore e non ero vulnerabile come oggi, per cui anche se ci dovesse essere stato un peggioramento, per me è stato impercettibile).

Vi prego, solo risposte serie. Grazie
----------

E' difficile fare delle diagnosi future, ma la documentazione medica oggi non parla più di peggioramento intrinseco alla gravidanza, cosa data per certa fino a diversi anni fa, ma piuttosto con l'allattamento, ovvero il disturbo può essere accentuato durante questo periodo collegato alla perdita di calcio derivato dall'allatamento, ma in questo caso si parla della patologia dell' otosclerosi che porta alla ipoacusia, per quella neurosensoriale non ci sono statistiche sicure che parlano di peggioramento durante la gravidanza, cioè in poche parole la gravidanza non porta ad un accentuazione del tuo problema perchè da quello che ho capito non è una otosclerosi, perciò credo che in teoria non dovresti avere problemi, ma un controllo nei mesi successivi al parto è d'obbligo, meglio se fai un controllo subito per vedere il grado di percezione uditiva e poi gli altri a seguito.  (+ info)

Ipoacusia transitoria/fatica uditiva e formicolio alle dita: sono in ansia, quale è il problema?


E' da questo pomeriggio che mi fischia in modo fastidioso un orecchio, ho la sensazione di avere un orecchio come se fosse un pò chiuso, e ci sento poco da quell'orecchio rispetto all'altro. Poi sempre da un pò di ore sento il mignolino della mano e un pò anche l'anulare informicati, e come piego il braccio verso la spalla il formicolio aumenta, come se stessi tirando qualche nervo.

Sono preoccupata anche perchè sono due sintomi fastidiosi. Cosa potrei avere? E come potrei risolvere?

Grazie.
*informicolati
----------

Pace e bene.  (+ info)

...ipoacusia e gravidanza...?


C'E' UNO SPECIALISTA NEL FORUM ???
allora, faccio una premessa: ho 35 anni e già un figlio di 11, meraviglioso...!!!
sono affetta dall'età di 7 anni, di ipoacusia neurosensoriale grave di natura (forse) post-morbillosa.
Ho appena avuto notizia di aspettare un bambino, sono alla 5^ settimana... Dovrei provare gioia o stupore per questo bambino arrivato fuori programma..., la verità è che al momento ho "congelato" tutte le possibili emozioni e sensazioni poichè bloccata letteralmente dal panico dovuto al non sapere come può evolvere la mia ipoacusia con una nuova gravidanza.
Statisticamente, quanta è la probabilità che un soggetto già gravemente ipoacusico peggiori il proprio status, con la gravidanza? (nella prima gravidanza non riportai danni ulteriori, ma erano anche 12 anni fa e il mio udito era decisamente migliore e non ero vulnerabile come oggi, per cui anche se ci dovesse essere stato un peggioramento, per me è stato impercettibile).

Vi prego, solo risposte serie. Grazie
----------

I rischi sono legati più che altro al parto.
Ma sono veramente limitati (sono in realtà più alti con il cesareo e l'anestesia pare).
I rischi legati a parto e gravidanza sono comunque più che altro legati a acufeni e all'aumento di questi.
Soffri anche di acufeni?  (+ info)

IPOACUSIA monosensoriale monolaterale sinistro si può curare?


come da domanda volevo chiedervi se sapete se si può curare??
io ho fatto la visita audiometrica, ma il grafico era a zig zag (arrivava fino a 55 db)
----------

L'iipoacusia può essere transitoria, occasionale, ricorrente o persistente.
Può essere limitata ad alcune frequenze o coinvolgere l'intera gamma delle frequenze udibili, in modo simile (ipoacusia pantonale) o con un diverso coinvolgimento alla diverse frequenze.
Condizioni che determinano una ipoacusia trasmissiva sono il tappo di cerume, le otiti acute e croniche, i versamenti catarrali, la perforazione del timpano, la timpanosclerosi, l'otosclerosi stapediale, il colesteatoma.
Per stabilire, quindi, se questa sarà permanente, bisogna individuarne la causa.

saluti  (+ info)

1  2  3  4  5  6