Sapete farmi una classificazione delle anemie senza fare copia/incolla da wikipedia?


le anemie possono essere
- carenziali (sideropenica, carnza di vit. B12 e/o folati, malassorbimento intestinale, stillicidio ematico cronico a livello intestinale, o mestruo abbondante)
- da perdita ematica (emorragia)
- da ipoproduzione midollare (mielodisplasie, leucemie o altre neoplasie a infiltrazione midollare, aplasia da raggi/farmaci/tossici)
- da aumentate eritrocateresi (ipersplenismo, anemie emolitiche autoimmuni da anticorpi caldi/freddi, favismo)
- da anomalie congenite dell'emoglobina (anemia faliciforme, talassemie)

per ora non me ne vengono in mente altre...comunque la più frequente è quella carenziale sideropenica, cioè da carenza di ferro. le altre sono meno comuni,ma vanno sempre indagate.  (+ info)

ma i dolori alla milza quando si parla di leucemia sono dolori forti anche da ferma?


Le anomalie della milza sono quasi sempre secondarie ad altre malattie, perchè parli già di leucemia????
intanto fai delle analisi che accertino che si tratta della milza!!!
Il quadro clinico dell'ipersplenismo è spesso in gran parte quello della malattia di base. Oltre che dalla splenomegalia, facilmente rilevabile con la palpazione, l'affezione è caratterizzata da: sensazione precoce di sazietà che può essere causata da una compressione della splenomegalia sullo stomaco. Dolore addominale al quadrante superiore sinistro, accompagnato da sfregamenti splenici, segni che suggeriscono un infarto splenico. Soffi epigastrici e splenici dovuti all'abnorme fuoriuscita di sangue dalla milza fortemente ingrandita. Questi segni possono annunciare un sanguinamento dalle varici esofagee. La citopenia può determinare l'insorgenza di infezioni quando la conta assoluta dei granulociti è < 1000/ml, porpora o emorragia delle mucose quando il numero delle piastrine è ridotto o sintomi di anemia.
IlNei pazienti affetti da splenomegalia il più delle volte non si deve procedere alla splenectomia, ma piuttosto occorre intervenire sulla malattia di base  (+ info)

Esistono vari gradi di gravità della talassemia?


Considerando la diffusione geografica non solo della talassemia, ma di tutti i difetti del metabolismo dell'emoglobina e dei globuli rossi, non si può non notare come questa sia sovrapponibile a quella della malaria. Ciò si spiega con l'evidenza che la vita più breve dell'eritrocita renda più difficile il completamento del ciclo riproduttivo del plasmodio della malaria.

Esistono diversi tipi di talassemia: in Africa è più diffusa l'alfa talassemia, mentre nel bacino del Mediterraneo è più diffusa la beta talassemia, detta per questo anche anemia "mediterranea"; sono circa 7000 i pazienti in Italia ed in altri 600 la talassemia coesiste con la drepanocitosi (censimento del 2000).

Il nome talassemia è greco, poiché la variante conosciuta per prima fu quella mediterranea. Tale termine è nato per indicare la peculiarità della malattia di essere diffusa tra coloro che vivono in ambienti paludosi, acquitrinosi (thálassa, mare)..

Le talassemie sono un gruppo eterogeneo di emopatie ereditarie recessive, caratterizzate dalla ridotta o assente sintesi dell'emoglobina.

L'emoglobina è una proteina che si trova all'interno dell'eritrocita a cui si lega l'ossigeno, che può venir così trasportato a tutto il corpo. È costituita da quattro subunità globulari, due dette alfa e due chiamate beta.
I geni di queste due proteine si trovano su due cromosomi diversi: abbiamo quattro geni alfa sul cromosoma 16 e due geni beta sul cromosoma 11.
La loro delezione definirà la variante talassemica.

Quale che sia l'alterazione, si ha una riduzione della sintesi dell'emoglobina A2B2, con conseguente anemia ipocromica, cioè con globuli rossi poco colorati (ricordiamo che l'emoglobina è un pigmento di colore rosso).

Le alterazioni del gene beta sono eterogenee: possono infatti verificarsi sia delezione, sia alterazioni puntiformi, che possono portare a difetti di trascrizione del DNA o di traduzione.
È pertanto possibile distinguere mutazioni beta+, difettosa, o beta°, assente, a seconda della gravità della compromissione.
Nel caso di assenza totale di catene beta, si formano solo le catene alfa, che precipitano, con la conseguente distruzione delle emazie (anemia emolitica) e ingrossamento di fegato e milza (epatomegalia e ipersplenismo) che ne digeriscono i detriti.

Per quanto riguarda le alterazioni a carico del gene alfa, queste sono più che altro delezioni abbastanza estese dei geni relativi.
Abbiamo quindi la possibilità di

* delezione di un gene -a/aa, asintomatico;
* delezione di due geni, nelle forme cis --/aa e trans -a/-a, detto trait talassemico, in eterozigosi e omozigosi rispettivamente;
* delezione di tre geni --/-a, con un eccesso di catene gamma, fetali, mentre nell'adulto si formano complessi di emoglobina β4 (malattia da HbH), che precipitano (emolisi);
* delezione di tutti e quattro i geni, che conduce all'idrope fetale, incompatibile con la vita. Presenza di sole catene gamma fetali, a formare l'emoglobina detta di Bart (Hb di Bart, G4).
  (+ info)

Puo una Neutropenia (o comunque una Leucopenia) essere causata da un periodo di stress?


... o da un regime alimentare non perfetto? tranquilli non sto morendo le mie analisi sono perfette, a parte il colesterolo... è solo una curiosità..grazie a tutti! ciao!
----------

ci sono diverse cause, virus, farmaci (sopratutto antinfiammatori), c'è anche una forma congenita. L'importante è anche l'entità della leucopenia.
può esser anche dovuta a carenza di vitamina B12 e folati
cause ematologiche: anemia aplastica, infiltrazioni del midollo osseo; ipersplenismo; patologie autoimmuni: in corso di lupus eritematoide sistemico.  (+ info)

ho un'amica che è in ospedale perchè dopo degli accertamenti ha riscontrato un problema al midollo osseo


che non produce abbastanza piastrine e quelle che produce gli anticorpi le distruggono.è entrata in ospedale con 20.000 piastrine circa due settimane fa, poi 7.000, poi 3.000 e ieri ne aveva di nuovo 7.000.è possibile che migliori fino ad averne il numero che ogni individuo dovrebbe avere?vi prego fatemi sapere se qualcuno di voi ci è passato o se conoscete qualcuno che ha avuto la stessa situazione.datemi una speranza e scusate se non sono stata molto chiara.
volevo ringraziarvi tutti per essere stati così gentili da rispondermi e rassicurarmi.
----------

Una piastrinopenia severa, come quella che descrivi, é spesso dovuta proprio alla produzione di anticorpi antipiastrine, piú frequente nel sesso femminile come tutte le patologie autoimmuni. Altra causa puó essere tossico-farmacologica, spesso anche questa mediata da un meccanismo immunologico: diversi farmaci - ricordo nella mia esperienza casi legati all'assunzione di sonniferi, neurofarmaci e diversi altri - possono portare a gravi piastrinopenie che si risolvono di solito interrompendone l'assunzione.
Raramente la causa é un'iperattivitá della milza, un "ipersplenismo": la milza distrugge sempre le piastrine dopo poche ore che sono in circolo, é normale, ma se "lavora" troppo si va alla piastrinopenia, talvolta correggibile proprio solo asportando la milza.
E' anche molto raro che il midollo ne produca poche, spesso anzi in questi casi il midollo é ricchissimo di megacariociti, che sono delle grosse cellule che producono piastrine, che cercano di compensare la distruzione di quelle circolanti: esiste comunque la possibilitá di una diminuzione dei megacariociti ("ipoplasia selettiva"), anche se é molto rara.
Si dovrá quindi valutare qual'é il caso della tua amica, soprattutto se ha in circolo anticorpi antipiastrine, ed agire di conseguenza, le terapie moderne dovrebbero normalizzare il quadro.
Ti saluto.  (+ info)

da cosa dip la mancanza di piastrine nel sangue?


Si chiama Piastrinopenia, diminuzione del numero di piastrine circolanti. Si considera patologico un numero al di sotto delle150.000 piastrine\ml , anche se i sintomi di tipo emorragico si manifestano in genere solo al di sotto delle 70.000 piastrine\ml, mentre un numero inferiore alle 20.000\ml richiede misure trasfusionali. Sintomo tipico di piastrinopenia è la comparsa di petecchie. Le cause di piastrinopenia sono molteplici: malattie ematologiche come leucemie, anemia aplastica, morbo di Werlhof, anemia aplastica, ipersplenismo, malattie metaboliche come l’insufficienza epatica e renale, malattie infettive come l’AIDS, o come conseguenza di chemioterapie antitumorali.un kiss  (+ info)

A 20 anni piastrine bassissime: milza o epatite?


Ora vi spiego pre bene: Dopo alcuni esami di urine e sangue ho scoperto di avere il numero di piastrine bassissime (80000, mentre il minimo è di 150000)...stamane sono stato dal mio medico e ho parlato con lui, mi ha detto che o io ho avuto l'epatite oppure la milza non funziona correttamente e assorbe troppe piastrine (ha subito eliminato l'idea della dieta a base di carne perchè il numero è troppo basso per derivare solo da una dieta sbagliata).
Mia madre è portatrice sana di epatite B già da molto prima che nascessi io, ma alla nascita sono certo di essere stato vaccinato contro l'epatite (perchè conservo ancora il certificato)...controllando i risultati del sangue di quando ero piu piccolo risulta che era tutto nella norma fino al 2003, quando avevo 13 anni (ultima analisi negli ultimi 6 - 7 anni)...
dunque deduco che l'epatite non centra niente...ma la milza? se è quella è una cosa che si può mettere a posto? può essere una cosa grave? e che problemi può darmi?

grazie anticipatamente per le risposte!
p.s.:si intende che piu tardi mi vado a prenotare ecografie e analisi del sangue per quanto prima possibile...faccio la domanda solo per tranquillizzarmi un pò!
----------

comunque 80.000piastrine/microlitro non è poi bassissimo, se non ricordo male non dovrebbe dare problemi di emorragie; come ragionamento, quando il numero scende, ci sono due ipotesi
1)se ne eliminano troppe, e dato che l'organo demolitore delle piastrine è la Milza, una causa possibile potrebbe essere l'ipersplenismo (=milza troppo attiva), tenendo conto che la abilità di demolire piastrine è grossolanamene proporzionale al volume dell'organo, più diventa grande, più è vorace di piastrine. Ricordiamo però che la capacità da parte del Midollo Osseo di compensare le distruzioni di piastrine è, in una persona per altro in buona salute, molto alta. Un'altra causa di troppa eliminazione è il meccanismo autoimmunitario (=Werlohff) da autoanticorpi, che si trova più spesso in persone giovani
Se la persona è in cattive condizioni generali (non riesce a stare in piedi, confusa, debolissima) potrebbe essere una Coagulazione Intravasale Disseminata, ma non mi pare, per Tua fortuna, il Tuo caso
2) se ne producono troppo poche,e visto che l'organo governatore della produzione è il Fegato-che libera il TPO-, qualunque calo prolungato e marcato della funzionalità epatica si riflette sul numero di piastrine. Senza abbastanza TPO si ha dissociazione numerica fra globuli rossi, che rimangono prodotti più o meno normalmente, e piastrine, che diminuiscono

Sull'epatite, a dire il vero esiste anche l'Epatite C che non sempre, ma spesso mette a malpartito il Fegato, e NON E' coperta da vaccini  (+ info)

esami del sangue chi mi aiuta?


Ho i globuli bianchi bassi cosa significa???
----------

Avere i globuli bianki bassi significa avere una leucopenia, globuli bianchi bassi, ke significa ke il tuo sistema immunitario è stato intaccato
Con una globulemia bianca più bassa significa che potresti essere esposto alle infezioni sia batteriche che da funghi

Le sue cause possono essere molteplici
- insufficienza midollare della linea bianca (il midollo osseo e spinale nn riesce a produrre abbastanza globuli biachi )
- terapia con farmaci prolungata (avere preso indometacina, carbamazepina, cloramfenicolo, penicilline, cefalosporine, chemioterapici e immunosoppressori per un tempo relativamente superiore alla media può abbassare i globuli
- carenza di vitamina b12 ( mangi poco pesce, latte e formag, manzo, amiale, reni e fegato d'animali, uova...)
- patologie autoimmuni associate a ipersplenismo ( funzionamento della milza aumentato
- (il + raro senza considerare la AIDS) sindromi da immunodeficienza (AIDS, malattie midollari neoplastiche, immunodeficienza, toxoplasmosi...)

Comunque se potessi sapere il valore si potrebbe spiegare meglio la tua situazione..
Comunque non preoccuparti, se è appena sotto la media nn devi avere paura! :)
Altrimenti vai dal tuo medico ke te dice qll ke devi fare
dimmi il valore se vuoi anke in "privato"

Auguri XD  (+ info)

1