• rischio
  • Secondo l'EMA, una revisione dei dati clinici conferma un " piccolo aumento del rischio " per i gravi eventi cardiaci avversi legati all'uso di Domperidone, tra cui il prolungamento dell'intervallo QTc, la torsione di punta, l'aritmia ventricolare grave e la morte improvvisa. (medicitalia.it)
  • E' stato rilevato un rischio più elevato nei pazienti di età superiore a 60 anni, negli adulti che assumono dosi orali giornaliere superiori a 30 mg, ed in quelli che assumono, in concomitanza, altri farmaci che allungano il Q-T o che inibiscono il CYP3A4 (forma del citocromo P-450 maggiormente coinvolta nella N-dealchilazione di Domperidone). (medicitalia.it)
  • come
  • disordini elettrolitici: ipokaliemia ipomagnesiemia ipocalcemia forme indotte da farmaci: farmaci antiaritmici Chinidina Amiodarone Sotalolo Procainamide Ranolazina Anti-istaminici terfenadina astemizolo mizolastina Antibiotici Macrolidi Eritromicina Alcuni antibiotici fluorochinolonici Ansiolitici maggiori Antidepressivi triciclici Agenti attivi sulla motilità gastro-intestinale Cisapride Domperidone farmaci antipsicotici Aloperidolo Quetiapina Tioridazina Droperidolo Analgesici Metadone LAAM Proprio come le forme congenite di LQTS, le forme acquisite possono condurre ad aritmie mortali. (wikipedia.org)
  • hanno
  • Il periodo sarebbe maggiore per gli individui che hanno più di 60 anni e quando si utilizza una dose giornaliera che supera i 30 mg di domperidone. (nanopress.it)
  • sono
  • Le cause sono probabilmente molte, ma il domperidone generalmente riporta la quantità di latte tirato ai livelli precedenti o persino più alti. (lllitalia.org)
  • minima
  • Essendo scarsamente liposolubile, il domperidone attraversa solo in minima parte la barriera ematoencefalica: ciò ne limita l'azione a livello del sistema nervoso centrale. (wikipedia.org)