• gastrico
  • può evolvere a carcinoma iniziando come processo atrofico a carico della mucosa che evolve poi in metaplasia intestinale (l'epitelio gastrico diventa simile a quello dell'intestino) e displasia) intervento di gastroresezione (asportazione di parte dello stomaco) prima dei 40 anni. (wikipedia.org)
  • Il carcinoma gastrico entra in diagnosi differenziale con le altre formazioni benigne e maligne dello stomaco (polipi, tumori dei tessuti molli, linfomi, tumori neuroendocrini, sarcomi, GIST) La classificazione TNM è utile per stabilire l'estensione del tumore ed è indispensabili per formulare la prognosi e la terapia più adeguate. (wikipedia.org)
  • Forma più frequente (90% dei casi) che deriva dall'accumularsi di danni genetici sulla mucosa sana, passando attraverso quadri di metaplasia intestinale o adenoma gastrico, fino alla displasia e alla trasformazione in carcinoma in situ, fino all'invasione. (wikipedia.org)
  • intraepiteliale
  • Per carcinoma in situ, detto anche carcinoma intraepiteliale, si intende una proliferazione di cellule epiteliali atipiche che presentano vari caratteri morfologici e biologici di malignità, ma non possiedono la capacità infiltrante, ossia la possibilità di invadere i tessuti situati oltre la membrana basale, né quindi i vasi sanguigni, né i vasi linfatici. (wikipedia.org)
  • altri
  • Pertanto, spesso il tumore si presenta invasivo e passa da una categoria in cui è ancora localizzato (carcinoma in situ-CIS) o si estende solo al solo connettivo sottocutaneo (T1) a categorie (T2 ed oltre) in cui si approfondisce a livello dei corpi cavernosi del pene, o addirittura all'uretra, alla prostata (T3) o ad altri organi vicini (T4). (donnamed.it)
  • Malattia
  • polipi gastrici adenomatosi malattia di Menetrier Nell'evolvere a carcinoma le cellule gastriche soggette a vari insulti ambientali che provocano mutazioni nei geni in tappe successive, solo se queste avvengono in un certo ordine esse portano la cellula a perdere le sue caratteristiche fisiologiche senza essere eliminata dall'organismo o dai sistemi di controllo dell'apoptosi (teoria della cancerogenesi multifasica). (wikipedia.org)
  • come
  • La radioterapia palliativa è stata usata sin dagli anni quaranta, mentre la radioterapia radicale (ad alti dosaggi) cominciò a essere presa in considerazione dagli anni cinquanta in poi come presidio terapeutico nei soggetti con carcinoma del polmone limitato, ma inadatti all'intervento chirurgico. (wikipedia.org)
  • meno
  • L'attuazione dello screening mammografico si è notato un aumento d'incidenza di questo tipo di carcinomi, da meno del 5% fino ad una quota del 15-30% di tutti i carcinomi. (wikipedia.org)
  • La maggior parte (oltre il 95%) delle neoplasie polmonari maligne è rappresentato dal carcinoma del polmone, mentre i sarcomi e linfomi costituiscono meno dello 0,5% di questa casistica. (wikipedia.org)
  • essere
  • Un carcinoma può essere scoperto anche per un controllo bioptico su un'ulcera gastrica. (wikipedia.org)
  • Il carcinoma del polmone è una categoria diagnostica che comprende l'insieme delle neoplasie maligne che originano dai tessuti epiteliali (carcinomi) che compongono i bronchi e il parenchima polmonare.Per questo, i sarcomi e i linfomi che originano nel contesto delle strutture polmonari devono essere distinti da questa categoria. (wikipedia.org)
  • polmone
  • carcinoma del polmone a piccole cellule. (sanihelp.it)
  • Il carcinoma del polmone era poco comune prima della diffusione del tabagismo e fino al 1791 non era considerato un'entità patologica con dignità propria. (wikipedia.org)
  • I differenti aspetti del carcinoma del polmone vennero descritti nel 1819. (wikipedia.org)
  • Il British Doctors Study, uno studio iniziatosi negli anni cinquanta, costituì la prima solida evidenza epidemiologica della connessione tra il fumo e il carcinoma del polmone. (wikipedia.org)
  • È stato stimato che circa il 75% di questi minatori morirono per carcinoma del polmone. (wikipedia.org)
  • Nonostante questa scoperta l'estrazione di uranio continuò anche durante gli anni cinquanta, a causa della continua richiesta da parte dell'Unione Sovietica.Il primo intervento riuscito di pneumectomia per carcinoma del polmone è stato effettuato nel 1933. (wikipedia.org)