Vorrei sapere quante sono le persone al mondo che hanno la tracheotomia da 22 anni.?


Sono Alessandro Manzella da Padova, tetraplegico, ho 33 anni e dall'età di 12 anni ho la tracheotomia che per fortuna mi permette di parlare e uso il respiratore. Ho una tracheo perfetta grazie alla cure e attenzioni di mia madre che da 22 anni mi cura. Nessun otorino ha mai toccato la mia tracheo.
----------

DAVVERO GRANDE LA TUA FAMIGLIA.  (+ info)

La tracheotomia è un operazione molto rischiosa? dopo l'intervento posso muovere normalmente la testa ?


Se mi va un pò la testa indietro; perchè non riesco a tenere bene la testa, non crea nessun problema all'intervento fatto?
----------

Di per sè la tracheotomia non rappresenta rischi gravi,è considerato un intervento semplice che però è pur sempre un intervento.
Per quanto riguarda i movimenti,le precauzioni da prendere sono le stesse di tutti gli interventi,cioè i movimenti si possono fare però con cautela evitando quelli bruschi e di sbattere sulla parte operata.  (+ info)

Dopo una tracheotomia, la voce ritorna identica a prima?E la cicatrice è molto evidente?


in anestesia generale hanno dovuto farla perchè non si riusciva a infilare il tubo per la respirazione nella trachea per una malformazione interna del collo (dicono)
----------

ciao, ti ho già risposto via mail...
in ogni caso la voce torna la stessa (anche se ci può volere la riabilitazione) perchè l'incisione viene praticata al di sotto delle corde vocali, che rimangono inalterate  (+ info)

se uno ha una crisi d'asma causata dall'ostruzione dei bronchi una tracheotomia potrebbe aiutarlo a respirare?


la risposta è no. l'asma provoca un'ostruzione delle basse vie aeree, mentre una tracheotomia può risolvere un problema delle alte vie aeree. l'asma è causata dall'sotruzione alveolare e/o broncospasmo, i bronchi si chiudono per reazione ad uno stimolo molto spesso causato da un'allergia. il caratteristico "fischio" da asma è causato dalla difficoltà che ha l'aria espirata per uscire dagli alveoli e arrivare in trachea, passando per unbrochi estremamente ridotti di calibro.. l'asma causa la classica dispnea espiratoria: l'aria entra ma fatica ad uscire. una tacheostomia non risolverebbe il problema perchè si fermerebbe molto prima. immetterebbe aria che però non riuscirebbe ad uscire dato il broncospasmo.
l'unica cosa da fare è agire con farmaci broncodilatatori (in puff o in vena se si è in urgenza) per causare un rilascio dello spasmo e consentire un normale scambio gassoso.
una tacheostomia è utile in caso di ostruzione alta delle vie aeree, come nel laringospasmo e negli shock anafilattici in cui si ha un'edema della glottide (la parte alta della gola) e non c'è passaggio d'aria

forse ti confondi perchè a volte un paziente in crisi asmatica grave viene intubato. questo passaggio estremo viene usato non tanto per risolvere la causa dell'asma (che non passa senza farmaci) ma perchè il pz va in esaurimento muscolare. il pz si sforza talmente tanto di respirare che forza i muscoli (diaframma, intercostali, delle spalle...) da arrivare all'esaurimento fisico. alla fine il pz è talmente stanco che non ha più la forza nemmeno per respirare e va in apnea  (+ info)

che differenza c'è tra cricotiroicotomia e tracheotomia?


mrdoc..tanto vale usare sempre la cricotiroicotomia allora..cioè se è meno invasiva..poi immagino che si faccia ugualmente in caso di ostruzione delle vie aeree
sweet, piace tantissimo anche a me la chirurgia e mi sono pentito di non essermi iscritto a medicina. Quindi cerco di compensare informandomi per conto mio il piu possibile e seguendo tutte le serie televisive di medicina :-) e facendo volontariato nelle ambulanze..
----------

La cricotiroidotomia è un intervento chirurgico d'emergenza in cui avviene l' apertura della via respiratoria ke si trova nella parte anteriore del collo.Questa tecnica prevede che si vada a bucare, con un'incisione verticale, lo spazio immediatamente sotto il pomo d'Adamo e quello al di sopra della cartilagine cricoidea (lungo 1,5 cm)...pero quuesto taglio da solo non risulta sufficiente e si estende con un'altra piccola incisione che coinvolge la membrana cricotiroidea, e ancora con un piccolo dilatatore o in assenza con un il manico x esempio del bisturi....questa tecnica è meno invasiva xò so ke è meno utilizzata rispetto alla tracheotomia che di sicuro ha un esecuzione + rapida...e consiste nell'incisione della trachea, per aprire una via respiratoria alternativa a quella naturale...ovviamente la tracheotomia è destinata ad essere provvisoria e nn entro nei particolari....spero di esserti stata utile ma xkè lo volevi sapere? ciaoo  (+ info)

a mio padre è stata fatta la tracheotomia...qualcuno sa dove posso trovare i fazzoletti per il collo.urgente?


Chiedi in farmacia-  (+ info)

Tracheotomia (spero sia giusto XD), quando si fa?


ehm.. so, può essere una domanda bizzarra se non sono medico/infermiera, ma per curiosità quando si effettua? e dopo averla fatta una persona può ritornare a parlare/cantare o è danneggiata per sempre?
esistono altri modi per farla?

spero di averla scritta giusta ;)
si si , tranquillo, non credo molto (anzi, proprio per niente) al salvataggio fatto in aereo con una cannuccia in condizioni atmosferiche oscene...
era giusto una curiosità ;)
----------

Innanzi tutto non è quasi mai una manovra salva vita, la si fa principalmente quando una persona deve rimanere intubata per molto tempo, un tubo oro-tracheale a lungo termine danneggerebbe le corde vocali. Quindi per impedire questo si crea un collegamento tra trachea e l' esterno (ecco perchè si chiama tracheotomia), la puoi fare chirurgicamente o con tecniche dilatative (non ti spiego i dettagli se vuoi cerca in internet la tecnica di Fantoni). Diventa tracheostomia, quando l'insufficienza respiratoria che ha portato all'intubazione è irreversibile (tipo nella SLA) ed allora i monconi di cute, attraverso i quali quali è stato fatto passare il tubo, vengono suturati. Si può parlare anche portando una tracheotomia, se i polmoni tornano in funzione, si mette una cosa che si chiama cannula fonatoria e si parla lo stesso. Non pi parla più se chi deve fare la tracheostomia o tracheotomia fa una cricotirotomia, ovvero per necessità particolari o incompetenza, anzicchè entrare in trachea (nello spazio compreso tra l'inizio dello sterno e l'inizio della fine del pomo d'adamo, detto in maniere molto semplicistica) entra in laringe (cioè nell'osso duro che senti nel pomo d'adamo), lì si che comprometti le corde vocali.

Quella d'urgenza, compresa quella fatta in aereo (realmente accaduto), la si fa solo ed esclusivamente se la laringe è ostruita da qualcosa che non si può rimuovere rapidamente, ma anchè lì si punge sotto la laringe. Un soccorritore del 118 in genere ha una pinza Magill o un cosiddetto tubo armato per intubare senza dover ricorrere alla tracheotomia!!!
Perquanto riguarda le condizioni atmosferiche oscene (spero ti riferisca alla sterilità) chi se ne frega, non è una manovra sterile, le vie aeree sono "sporche" per natura e poi prima salvi la vita, poi pensi alle infezioni.  (+ info)

come si pratica una tracheotomia ?


cioè in quale punto precisamente...quanto in profondità....non so..nel caso dovessi soffocare almeno vorrei essere in grado di praticarmela...grazie
ima ..............se ti trovi da solo... con la trachea compressa....ti faresti anche tu un buco in gola x sopravvivere...l'ambulanza nn arriva in 2 sec
----------

Si fa un buco di piccole dimensioni (più o meno quelle di una penna) sotto l'epiglottide  (+ info)

1  2  3