qualcuno conosce questo medicinale?


ho scoperto che il mio amico stà assumendo un medicinale di nome "samyr".. lo conoscete? ( vorrei domandare a lui, ma ultimamente è un pò introverso, non ama parlare di se stesso) vorrei capire prima.. grazie
----------

SAMYR
ABBOTTSpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Ademetionina (Solfo-Adenosil-L-Metionina) solfato p-toluensolfonato 384mg pari a ione 200 mg.
ECCIPIENTI:
Flaconi di liofilizzato: mannite. Fiala solvente: acqua per preparazioni iniettabili, L-li-sina, sodio idrossido. Compresse: copolimero acido metacrilico, magnesio stearato, mannite, polietilenglicole 6000, polisorbato 80, silice, simeticone, sodio idrossido, talco.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Antidepressivi.
INDICAZIONI:
Sindromi depressive.
CONTROINDICAZIONI:
Ipersensibilita` individuale accertata verso il prodotto.
EFFETTI INDESIDERATI:
Non sono segnalati effetti collaterali importanti anche in seguito a sommini-strazione a lungo termine ed a dosaggi elevati. Non sono stati segnalati casi di assuefazione o
di farmaco-dipendenza. Per la sua ottima tollerabilita` l`Ademetionina puo` essere impiegata contranquillita` nelle donne in stato di gravidanza, nelle persone anziane e negli epatopatici cronici. Raramente, e solo in soggetti particolarmente sensibili, il Samyr puo` provocare disturbi del rit-mo sonno-veglia: in tali casi puo` essere utile l`impiego serale di un ipnoinducente. Data l`acidita` del pH a cui, per ragioni di stabilita`, e` mantenuto il principio attivo nelle compresse, da parte dialcuni pazienti sono stati segnalati, dopo somministrazione del prodotto per via orale, alcuni casi di pirosi e senso di peso epigastrico, fenomeni peraltro di scarsa entita` e tali da non pre-giudicare la prosecuzione della terapia.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Il liofilizzato deve essere sciolto con il relativo solvente al momentodell`uso. L`iniezione per via endovenosa va praticata molto lentamente. Le compresse sono gastroresistenti, liberano cioe` la Ademetionina nel duodeno. Le compresse devono essere estrattedal blister immediatamente prima dell`uso. Esse non vanno masticate, ma debbono essere deglutite intere. Per un miglior assorbimento del principio attivo ed un piu` completo effetto tera-peutico si raccomanda l`assunzione lontano dai pasti.
AVVERTENZE:
EFFETTI SULLA CAPACITA` DI GUIDARE E SULL`USO DI MACCHINARI:
non interferisce sulla capacita` di guidare veicoli e sull`uso di macchinari.
INTERAZIONI:
L`associazione di Samyr e` compatibile con qualunque altro farmaco antidepressi-vo, in particolare triciclici ed inibitori delle monoaminossidasi. L`assunzione di Ademetionina
non presenta interazioni negative con l`assunzione di alcol.
POSOLOGIA:
FLACONI:
1-2 flaconi al di` per cicli di 15-20 giorni, per via endovenosa o intramusco-lare. C
OMPRESSE:
Terapia di attacco: 400 mg 2-3 volte al di` per 15-30 giorni. Terapia di mante-nimento: 200 mg 2-3 volte al di` secondo prescrizione medica.
SOVRADOSAGGIO:
Non sono descritti casi di sovradosaggio.  (+ info)

Sono disperato, aiutatemi per piacere! Dò il massimo dei punti, PROMESSO?


Ho effettuato un breath test al lattosio e il referto è stato:

13C-Lattosio Breath test
PAZIENTE IPOLATTASICO (Capacità lattasica inferiore al 50%)
COsa significa? Mi potreste dare una spiegazione semplice per favore? Come dovfrei comportarmi d'ora in poi? Sto proprio rovonitato?
Rispondetemi nel modo più chiaro possibile per favore, grazie mille
----------

La lattasi è l'enzima che permettè di digerire il lattosio, lo zucchero presente nel latte (ma non solo, questa tabella può aiutarti a capire quali alimenti potrebbero essere per te un "pericolo" http://www.torrinomedica.it/studio/TabellaLattosio.asp). Il fatto che nel tuo referto ci sia scritto ipolattasico significa che hai una capacità ridotta di produrre la lattasi, è una cosa molto comune perdere la capacità di digerire il lattosio negli adulti e i motivi possono essere diversi, il primo fra tutti è una scarsa assunzione di lattosio, con la disabitudine l'organismo disimpara a produrre la lattasi, un altro fattore può essere una grave infezione intestinale come una grave salmonella.
Nel tuo caso il tuo organismo non ha disimparato completamente a produrre la lattasi ma ne produce il 50 % in meno di quella neccessaria a digerire il lattosio da te ingerito durante il breath test. Cosa comporta questo? che dovrai fare attenzione nell'ingerire alimenti che contengono lattosio poichè in grandi quantità non sei capace di digerirle, prova con gli alimenti poveri di lattosio, come il latte ad alta digeribilità, il grana ecc, se però devi o vuoi mangiare tanto lattosio non c'è problema esistono delle pillole in cui è contenuta la lattasi che ti permettono di digerire il lattosio.
Io sono intollerante al lattosio da molti anni e ci ho messo tanto a trovare un equilibrio perchè sono completamente intollerante e molte cose che contengono anche solo pochissime percentuali di lattosio per me sono off limits, quindi prima di scoprirlo sono stata spesso male. I medici non mi hanno dato nessun aiuto e tutto quello che ho imparato l'ho imparato con l'esperienza e girando per migliaia di siti su internet. Ora ho capito quali sono i miei limiti e moooolto raramente mi capita di sbagliare e di stare male. In quei casi però basta predere dei fermenti lattici e l'intestino torna a posto. Se ho molta tensione addominale anche delle compresse a base di carbone o di simeticone e torno come nuova.
I farmaci che uso sono: lactdigest per digerire il lattosio (le dosi devi imprarle tu con l'esperienza), yogermina come fermenti lattici (ne ho provato a decine ma sono gli unici che mi rimettono in sesto davvero), carbofin per la tensione addominale, imogas sempre per la tensione (l'ho usato prima di conoscere il carbofin perchè le altre pastiglie di carbone non mi facevano effetto).
Non sei per niente rovinato, è una cosa noiosa ma ci si fa l'abitudine e c'è davvero di molto peggio...auguri, spero i miei consigli ti siano utili.  (+ info)

pancia gonfia...intolleranza?


salve da un pò di tempo ho la pancia gonfia...ho pensato visto a dei sintomi comuni a quando ero bambina e intollerante al latte a un ritorno dell'intolleranza...c'è un metodo veloce x vedere se è derivato da quella? senno dovrei aspettare settembre x delle analisi...
se non fosse per uella rimedi contro il gonfiore efficaci?
grazie 10 punti!
----------

Puoi eseguire l' H2-breath test,(semplice test del respiro per l'intolleranza al lattosio),evitare latte e derivati per vedere se la situaz. migliora, assumere pillole di SIMETICONE ke riducono il gonfiore(si trovano in farma senza ricetta)  (+ info)

Gonfiore intestinale: Come sgonfiarsi?


Oltre al carbone vegetale e alla tisana di finocchio, cosa si può utilizzare?
----------

questo disturbo è dovuto a modi errati di mangiare e associazioni sbagliate di cibi e bevande.Una tra le abitudini più sbagliate è legata all'ingestione di aria masticando gomme, fumando sigarette e bevendo bibite gassate che, appunto, permettono ad un eccesso di aria di entrare nello stomaco e provocare gonfiore.Molto utile è sfruttare i benefici del cibo privilegiando riso bollito, verdure cotte, mele, carni bianche e yogurt chr regolano l’intestino con dolcezza; vanno invece evitare tutti quei cibi che fermentano e che creano un ristagno di liquidi come per esempio snacks salati e fritti ma anche i gli alimenti che favoriscono la fermentazione, come i legumi, le patate, i formaggi e i prodotti da forno.
L'acqua è un ottimo alleato per il fisico e berne due litri al giorno favorisce la diuresi e l'eliminazione delle tossine; dunque anche il sale va tenuto sotto controllo perchè trattiene i liquidi e non favorisce la circolazione e può invece essere sostituito con limone ed erbe aromatiche.Non sono soltanto le buone abitudini alimentari a permettere alla pancia di sgonfiarsi ma anche la programmazione di esercizi per rafforzare gli addominali!
dai un'occhio al link!
http://www.erboristeria.eu/aerofagia.php
i prodotti che mi sento di consigliarti che puoi comprare liberamente in farmacia sono il colinox gocce-simeticone+fermenti che rompono le bolle d'aria nell'intestino-e la tisana finocarbo di aboca xchè non è la classica tisana al finocchio ma contiene anchecarvi e camomilla che rilassano la muscolatura intestinale

http://www.aboca.it/erbesalute/finocarbotis.asp  (+ info)

come mandare via la pancia?


sono alta 1,58 e ho la taglia 40/42 non sono proprio grassa xò quello ke odio è la pancia....ho la pancia e nn la sopporto...come la mando giù??
----------

questo disturbo è dovuto a modi errati di mangiare e associazioni sbagliate di cibi e bevande.Una tra le abitudini più sbagliate è legata all'ingestione di aria masticando gomme, fumando sigarette e bevendo bibite gassate che, appunto, permettono ad un eccesso di aria di entrare nello stomaco e provocare gonfiore.Molto utile è sfruttare i benefici del cibo privilegiando riso bollito, verdure cotte, mele, carni bianche e yogurt chr regolano l’intestino con dolcezza; vanno invece evitare tutti quei cibi che fermentano e che creano un ristagno di liquidi come per esempio snacks salati e fritti ma anche i gli alimenti che favoriscono la fermentazione, come i legumi, le patate, i formaggi e i prodotti da forno.
L'acqua è un ottimo alleato per il fisico e berne due litri al giorno favorisce la diuresi e l'eliminazione delle tossine; dunque anche il sale va tenuto sotto controllo perchè trattiene i liquidi e non favorisce la circolazione e può invece essere sostituito con limone ed erbe aromatiche.Non sono soltanto le buone abitudini alimentari a permettere alla pancia di sgonfiarsi ma anche la programmazione di esercizi per rafforzare gli addominali!
i prodotti che mi sento di consigliarti che puoi comprare liberamente in farmacia sono il colinox gocce-simeticone+fermenti che rompono le bolle d'aria nell'intestino-e la tisana finocarbo di aboca xchè non è la classica tisana al finocchio ma contiene anchecarvi e camomilla che rilassano la muscolatura intestinale  (+ info)

Colon irritabile, aiuto?


ho 16 anni e vivo praticamente col mal di pancia... oggi per esempio ho defecato 2 volte ed ora ho dolori al colon, è un dolore continuo che si protrae..spesso non ci faccio caso perché faccio altro ma se mi fermo e mi ascolto mi accorgo di avercelo! spesso ho timore a far viaggi lunghi perché ho paura che mi venga forte mal di pancia e desiderio irrefrenabile di defecare, non ce la faccio più! poi mi sento molto gonfio, e spesso volentieri butto fuori aria(scorregge), spesso e volentieri molto odorose e inoltre ho sempre stimolo di andare al bagno, anche prima di dormire...solo che magari vado, faccio poco o niente ma lo stimolo resta fino a quando viene la botta di diarrea... che potrei fare?? non rispondetemi VAI DAL MEDICO perché comunque ci andrò, solo che volevo sapere voi, esperienze vostre, che fareste, se ci sono farmaci apposta...se tra di voi c'è qualche medico accetto consigli, grazie e saluti!
----------

Il colon irritabile è dovuto purtroppo a stati ansiosi;inoltre la tua paura di soffrire dei tuoi sintomi quando sei fuori casa crea ulteriore ansia che acuisce la sintomatologia,dovresti pertanto interrompere questo circolo vizioso.
Possibili rimedi:se è prevalente la stitichezza aumenta la quantità di fibre nella dieta(frutta,verdura,legumi),assumi pillole di SIMETICONE, non un vero e proprio farmaco, che elimina il gas intestinale.(si trova in farma senza ricetta)
Se è prevalente la diarrea evita alimenti che possono esserne fonte come il latte e i suoi derivati e i cibi molto grassi in genere o il caffè.  (+ info)

la mia piccola ha le coliche...?e non ...?


riesce a scaricare bene??conoscete qualche rimedio efficace..??grazie a tutte aspetto con ansia
----------

cara amica,
innanzitutto sei proprio sicura che la bambina abbia le coliche? come ci ha spiegato il prof. Arrigo Barabino, primario di gastroenterologia pediatrica presso l’Ospedale Gaslini di Genova, che abbiamo intervistato su questo argomento, “si può ipotizzare che il bambino soffra di coliche se rispetta la cosiddetta ‘regola del 3’, cioè se ci troviamo davanti a un lattante sano, ben nutrito, che piange più di 3 ore al giorno, per più di 3 giorni alla settimana, e per più di 3 settimane di seguito”. Anche i sintomi hanno caratteristiche ben precise: all’improvviso il bambino, senza alcuna causa scatenante, comincia a essere irrequieto e a strillare, diventa pallido o addirittura cianotico, stringe i pungi, flette le gambe sull’addome e nulla sembra consolarlo. Una volta assodato che di coliche si tratta, ecco alcuni rimedi:
innanzitutto mostrare un atteggiamento tranquillo, che infonde sicurezza e serenità al piccolo;
favorire il contenimento, ossia far sentire protetto il bebè, sia tra le braccia della mamma che nella sua culla;
fare un giretto in macchina o una passeggiata in carrozzina;
massaggiare la pancia, cullandolo in posizione prona;
ridurre le stimolazioni sia visive che acustiche, che possono irritarlo ulteriormente.
Da usare con cautela il sondono, che può essere utile se è presente un piccolo tappo di feci oppure il bebè non riesce a scaricarsi, ma il rischio è che si abitui e non riesca ad evacuare più spontaneamente.
Tra i farmaci, si può provare con il simeticone, gli antispastici o i probiotici, ma non con in tutti i casi sono efficaci.
in ogni caso sappi che si tratta di un disturbo che non comprota rischi per la salute del bebè e che è destinato a scomparire dopo i 3 mesi.
Nel link allegato potrai trovare l'articolo completo. a presto!  (+ info)

Ecografia Addome completo?


Ho fatto una ecografia addome completo perchè sono alcune settimane che oltre alla gastrite cronica da H.P. e il colon irritabile ho dei fastidi dolorini sul fianco destro. ed il responso è il seguente:

Presenza di intenso e diffuso meteorismo intestinale.
Fegato nella norma per morfologia e volume, con ecostruttura iperecogena come per steatosi di grado medio, a profili regolari. Non evidenza di lesioni focali di rilievo ultrasonografico, FATTA ECCEZIONE PER IMMAGINE IPOECOGENA IN SEDE PERICOLECISTICA RIFERIBILE A AREA DI RISPARMIO SU FEGATO STEATOSICO DI mm10 di diametro massimo (COSA VUOL DIRE ????).
Vena porta di calibro nella norma: mm10
Vene epatiche regolari per morfologia e dinamica.
Colecisti normoconformata, ben distesa, con pareti di spessore regolare, alitiasica.
Non dilatate le vie biliari intra - ed extra- epatiche.
Pancreas non visualizzabile.
Milza nei limiti volumetrici, con ecostrutura omogenea.
Reni in sede, nella norma per morfologia e volume, con spessore corticale conservato e regolare disposizione degli echi pielici.
Non evidenza di immagini compatibili con concrezioni litiasiche ne di segni di retrostasi.
Vescica normodistesa, con pareti di spessore regolare, alitiasica.
PROSTATA DI DIMENSIONI LIEVEMENTE AUMENTATE (DT: mm48), CON ECOSTRUTTURA FINEMENTE DISOMOGENEA.
----------

Ovviamente queste analisi le devi mostrare al tuo medico.... io ti posso dare la mia interpretazione. Direi che non c'è nulla di grave in questo esito.
Per ordine:
1) soffri di forte meterismo inetstinale. Ti conviene assumere dei farmaci a base di simeticone che ti tolgono questa "aria", in concomitanza ad un cambio di alimentazione che elimina bevande gassate, cibi pesanti, legumi, e tutto ciò che può indurre produzione di gas intestinali.
2) quello che hanno scritto sul fegato significa che non è stata visualizzata l'area intorno alla colecisti. Le aree di risparmio sono delle aree che si possono trovare in un fegato caratterizzato dalla steatosi (appunto il tuo), cioè che presenta una quantità di grassi maggiore del normale. Tali aree "di risparmio" presentano una differente capacità di accumulo di grassi e quindi all'ecografia hanno una diversa ecogenicità rispetto al resto del fegato. Non sono comunque da ritenere pericoloso o preoccupanti. E' necessario invece ricercare il motivo per cui è presente steatosi epatica: da eccessivo consumo di alcolici, da obesità, etc.
3) per quanto riguarda la prostata, non dici quanti anni ha, ma è normale che già dai 30 anni circa si abbiano delle alterazioni che si definiscono iperplasia prostatica benigna. Nel tuo caso questa iperplasia si manifesta con un aumento di volume. L'unica cosa che può provocare tale aumento è un'ostruzione alle vie urinarie per cui una predisposizione a cistiti. Quindi non è nulla di grave, se non hai disturbi delle vie urinarie va solamente tenuta sotto controllo.
Mentre l'iperplasia prostatica è un processo fisiologico, l'ecostruttura disomogenea fa pensare ad una prostatite. Anche qui, nulla di serio, con un ciclo di antibiotici non avrai più nulla. E' un trattamento un pò lungo e un pò noioso ma non è grave.
In finale direi che puoi stare tranquillo su tutti i fronti, solo fare dei piccoli accertamenti ed avere degli accorgimenti per quanto riguarda meteorismo, fegato e prostata.
Spero di averti tranquillizzato ed essere stata esaustiva.
Ciao!  (+ info)

1  2  3  4