Salve mi sapreste spiegare la risposta di questa risonanza magnetica?


RMN GINOCCHIO SINISTRO
Lesione irregolarmente comunicante con la superficie articolare del corno posteriore della fibrocartilagine meniscale mediale. Lieve diastasi del LCM.
Nei limiti la morfologia e l'intensità di segnale della fibrocartilagine meniscale laterale.
Disomogeneo e non completamente definibile nel suo decorso il LCA.
Concomitano, quali segni indiretti di instabilità articolare, angolatura del LCP e shift anteriore del piatto tibiale esterno. Non è presente significativo versamento intra-articolare.
Conservati i rapporti articolari femoro-rotulei.
----------

qualche problemino c'è il menisco mediale è lesionato il legamento collaterale mediale è sciupato il legamento crociato anteriore è sciupato e il posteriore allentato questo porta ad una instabilità dell'articolazione evidenziato dallo slittamento del piatto tibiale esterno.non so la tua età ma sarebbe sensato farsi operare perchè questa instabilità ti crea dei problemi nella deambulazione e rischi di sciupare anche la cartilagine che ora non è toccata.dr simone sce medico e massagg sportivo  (+ info)

Chi può aiutarmi a capire il referto risonanza magnetica ginocchio dx?


Presenza di versamento articolare, abbondante nello sfondato sottoquadricipitale.
Segni di iperpressione esterna della rotula.
Non alterazioni di segnale dei capi ossei del ginocchio.
Nei limiti il menisco laterale.
Alterazione morfostrutturale del menisco mediale che mostra frattura con perdita di sostanza e lussazione di frammento meniscale in gola: i reperti sono da riferire a lesione meniscale complessa(rottura a manico di secchio).
Le strutture ligamentose del pivot centrale sono bene riconoscibili e normalmente tese.
Nei limiti anche i ligamenti collaterali.
Grazie a tutti.
Premetto che non ho preso botte, svolgo semplicemente un lavoro che mi obbliga spesso ad inginocchiarmi, lavorare abbassato e l'ultima volta che l'ho fatto è stato fatale, ho sentito un forte dolore piegandomi seguito da un crack, e rialzandomi lo stesso.
----------

  (+ info)

Estesa alterazione del segnale a carico del piatto tibiale esterno da riferire a frattura?


Estesa alterazione del segnale a carico del piatto tibiale esterno che mostra nel contesto diverse linee a bassa intensità di segnale nelle sequenze T1 pesate che decorrono in senso orizzontale e verticale e si estendono fino a livello articolare e corticale, da riferire a frattura.

Cosa vuol dire? E' grave? In attesa della visione della risonanza magnetica da parte del fisiatra qualche amico laureando in medicina dice che è solo una microfrattura, una crepa nell'osso.
----------

è una frattura del piatto tibiale. per capirne meglio l'entità sarebbe meglio fare una tc, ma questo te lo dirà poi il medico. la risonanza tende a sovrastimare il danno a volte, ma non è detto che sia solo una microfrattura, potrebbe essere anche più grave e necessitare di intervento. ma senza immagini si può dire ben poco.  (+ info)

Mi aiutate a capire il referto della risonanza magnetica al ginocchio?


Questo è il risultato, qualcuno mi aiuta a capirci di più per favore?
Alterazioni morfostrutturali e di segnale, su base degenerativa, ai menischi particolarmente evidenti al mediale.
Disomogeneità morfostrutturali e di segnale del LCA mal valutabile ed assottigliato da verosimili esiti traumatici.
Disomogeneità morfostrutturali e di segnale dei legamenti collaterali che appaiono valutabili nel loro decorso ma assottigliati.
Rotula in iperpressione laterale con buona rappresentazione della cartilagine articolare.
Minima quota di versamento intraarticolare.
Disomogeneità in corrispondenza dell' inserzione patellare dell' entesi del quadricipite, regolare il tendine rotuleo.
Piccola area di alterato segnale, ipointenso nelle sequenze specifiche, al piatto tibiale mediale in sede sottocorticale da riferire ad iniziale osteocondritico di valutazione evolutiva.

Avrò bisogno di un' intervento chirurgico?
Ho letto le risposte arrivate fino ad ora e vi ringrazio, in merito a questo posso dirvi che io gioco a pallavolo, e non faccio propriamente una vita sedentaria, e le ginocchia mi servono parecchio....
----------

in estremissima sintesi

niente di rotto ma ginocchia molto rovinate (legamenti e menischi)

valuta con un ortopedico in gamba cosa fare con lo sport e come tentare di recuperare la situazione  (+ info)

Ciao mi potreste tradurre la risonanza magnetica che ho fatto al mio ginocchio?


Lieve meniscosi del corno posteriore del menisco mediale.
Minima imbibizione edematosa dei tessuti sottocutanei in sede prapatellare, sul versante mediale.
Condropatia femoro-rotulea.
Ispessimento dei setti connetivali della camera interiore.
Film fluido nel tuo articolare del ginocchio.
Normali il menisco laterale, i legamenti crociati ed i collaterali.

Grazie!!
----------

hai ben poco ad ogni modo il menisco mediale nella porzione posteriore presenta un lieve fatto degenerativo ma non è rotto quindi non ti dovrebbe creare problemi c'è dell'edema a livello della zona rotulea dove hai una condropatia cioè un'infiammazione della cartilagine articolare edema diffuso ma non ci sono alterazioni nei legamenti sia del pivot centrale che i collaterali.il dolore probabilmente te lo da l'infiammaz della cartilagine che infiammandosi crea l'edema che in sostanza e quello che attivando i recettori pressori ti crea dolore.la cura danzen o ananasper 5gg 2 pasticche al matt e 2 la sera fasscia elastica a leggera compressione da mettere attorno al ginocchio da tenere la notte per aiutare a sgonfiare l'articolazione.una volta sgonfia ti consiglio il gel vo3dol che oltre ad avere una buona az sfiammante contiene i protettori della cartilagine articolare il condroitin solfato e la glucosammina (che se no li devi prendere per bocca e costa moltissimo) da applicare con leggero massaggio sul ginocchio per 14gg matt e sera e poi per altri 15gg solo la sera .il vo3dol lo trovi in farmacia sono 100gr e costano 15 ed è molto concentrato.dr simone sce medico e massagg sportivo  (+ info)

Ciao mi potreste tradurre la risonanza magnetica che ho fatto al mio ginocchio?


Lieve meniscosi del corno posteriore del menisco mediale.
Minima imbibizione edematosa dei tessuti sottocutanei in sede prapatellare, sul versante mediale.
Condropatia femoro-rotulea.
Ispessimento dei setti connetivali della camera interiore.
Film fluido nel tuo articolare del ginocchio.
Normali il menisco laterale, i legamenti crociati ed i collaterali.

Grazie!!
----------

La "meniscosi" è un processo degenerativo che, nel caso specifico, ha interessato la porzione posteriore del menisco interno; frequentemente è causa di rottura del menisco che poi potrebbe rendere necessario un intervento in artroscopia; però ... è lieve, non mi preoccuperei. Dopo i 50 anni le meniscosi possono essere ritrovate in un gran numero di soggetti, anche asintomatici e non è correlata ai traumi.
La "minima ... in sede prepatellare ..." è la descrizione RMN di un lieve gonfiore che interessa la pelle posta davanti alla rotula, nulla di grave.
La "condropatia femoro-rotulea" è una degenerazione della cartilagine che riveste le superfici intra-articolari della rotula e del femore che potrebbe giustificare un dolore durante il carico; in realtà però non viene descritta la gravità della lesione e ciò generalmente avviene perchè il radiologo la ritiene di entità non grave;.
L'ispessimento ... e il "film fluido ..." sono indice di infiammazione cronica che coinvolge i tessuti intra-articolari.
In sostanza sembrerebbe un ginocchio che è stato sottoposto ad un carico eccessivo e che probabilmente ha subito un trauma.  (+ info)

Ehm potreste darmi un chiarimento su questo referto medico?


Note di gonartrosi con sclerosi delle liitanti articolari
Ipertrofia delle spine tibiali
Ridotta ampiezza del rapporto articolare femoro-tibiale mediale da ambo i lati

questo è il referto di una donna di 50 anni..è davvero molto grave? :( Grz a tt coloro ke risponderanno..
----------

C'è solo un po' di artrosi a livello del ginocchio, ma a 50 anni tutti hanno l'artrosi, se fa male bisogna rivolgersi all'ortopedico, ma non è niente di preoccupante  (+ info)

Come debbo interpretare il referto della RMN al mio ginocchio sinistro?


Ciao a tutti, vi riporto l'esito della scansione RMN avuta al mio ginocchio sinistro a seguito di un incidente in cui, attraversando la strada come pedone, sono stato investito da uno scooter.

Esame eseguito con sequenze di acquisizione SE, GE, e TSE con studio multiplanare e immagini T1 e T2 pesate.
Alterazioni di segnale a carico del corno posteriore del menisco mediale come per piccola lesione fratturativa.
Nella norma i legamenti collaterali.
Alterazione di segnale del crociato anteriore come per postumi distrattivi.
Nella norma il crociato posteriore.
Condropatia femoro-rotulea di media entita' con irregolarita' e riduzione di spessore della cartilagine articolare e sclerosi subcondrale.
Rotula in asse nella posizione d'esame.
Modesta quota di versamento intrarticolare.

L'incidente e' avvenuto alla fine di aprile di questo anno. Premetto che sono molto sportivo e pratico sia tennis che corsa (fondo, qualche maratona completata) a livello agonistico. Dato che ho 39 anni sono in cerca di un recupero completo, non certo parziale, che mi permetta di riprendere a pieno ritmo le mie attivita' sportive.
Sarei grato a chiunque di Voi che vorra' commentare questo referto ed eventualmente guardare le immagini della RMN che ho a disposizione.
Il fatto e' che finora ho ricevuto opinioni mediche molto contrastanti riguardo alla necessita' o meno di intervenire chirurgicamente. Se qualcuno di Voi fosse interessato, potremmo anche scambiare qualche opinione via Skype.
Ringrazio in anticipo chiunque vorra' offrirmi il proprio aiuto.
Ciao
Francesco
----------

Credo che il referto definitivo lo debba valutare uno specialista ortopedico dei legamenti crociati del ginocchio, e non soltanto il suo radiologo.
Comunque, su Roma ci sono il Prof. Pier Paolo Mariani, Medico Chirurgo Ortopedico, opera a Roma presso la Casa di Cura Villa Stuart, e il Prof. Dott. Adolfo Panfili.
Non conosco personalmente questi ortopedici, anche perchè Mariani lavora nella clinica privata, e Panfili pare che era al Policlinico Umberto I di Roma.
Però, ho conosciuto personalmente i Professori ortopedici specialisti solo del ginocchio,ovvero, il professore Aglietti Paolo da Firenze, e Marcacci Maurilio di Bologna.
Io direi che bisognerebbe consultare uno dei due Professori, visto che sono due Luminari e hanno risolto parecchi casi disperati, anche perchè sono stati in America per perfezionare la loro specializzazione.

Il Prof. Maurilio Marcacci e Direttore della Clinica Ortopedica e Traumatologica III Ospedale Sant'orsola di Bologna. E' il Direttore del Laboratorio di Biomeccanica e innovazione tecnologica
Responsabile scientifico Laboratorio NABI. [ opera privati e calciatori] tel: 051-6366505 - 051-6366075 fax: 051-58378.

Il Professore Aglietti Paolo è all' Ospedale C.T.O. Careggi di Firenze, Visita in privato in via Lorenzo il Magnifico 19, 50129, Firenze. Tel. 055-471255.

Credo che sarebbe opportuno fare una visita per sapere l'opinione di questi specialisti in campo Nazionale, e non solo.
Saluti, Roberto.  (+ info)

1  2  3  4  5  6