Se un impianto dentale si stacca si può rifarne uno nuovo ?


Se un impianto dentale ( per innumerevoli motivi ) si stacca o deve essere tolto , nella stessa posizione può essere rimesso un nuovo impianto dentale ?

E quante volte può essere ripetuta questa operazione ( di un nuovo impianto che ne sostituisce un altro ) in una stessa posizione nella bocca ?

molte grazie
----------

Partiamo da un concetto fondamentale: l'impianto è una vite in titanio integrata nell'osso tramite un processo chiamato osteointegrazione. Detto questo, se un impianto è integrato (e ripeto...è integrato), la condizione per cui "si stacca" è che l'osso attorno si abbassi tanto da non garantirne più una stabilità (un po' come nei denti). Quanto più osso perdiamo, tanto più è difficile reinserine un impianto nelle medesima posizione anzi, è raro che succeda.
Diverso il discorso se l'impianto non è integrato, vuol dire che presumibilmente non tutto l'osso si è abbassato e che quindi basta sfilarlo, aspettare la guarigione (circa 2 mesi) e poi reinserirlo.

Per curiosità visita il sito: www.studioalbano.net  (+ info)

Domanda per esperti: coma mai continua a staccarsi la capsula del mio impianto dentale?


Qualche mese fa ho dovuto mettere un impianto dentale; l'implantologo ha fatto un ottimo lavoro e tramite lastre siè appurato che l'impianto si è perfettamente saldato nell'osso. Il problema deriva dalla "capsula", perchè non tiene neanche dopo la cementificazione definitiva. Il problema è che continuo a prendere impronte e a fare prove, ma dopo un po' si stacca (è come se non facesse presa). A lungo andare comincia ad essere logorante, anche perchè a 27 anni vorrei essere più sicuro quando mangio...
La capsula è in ceramica...
Grazie per l'aiuto...In ogni caso non è un problema farne una nuova perchè è già la seconda volta che ci proviamo. Fino a che non va bene io non mi skiodo!!
----------

è molto strano, in che materiale hai fatto la capsula? perchè vorrei capire se la resistenza è meccanica e di che tipo!!

è molto strano perchè la capsula è di ceramica e la sua resistenza è chimica...adesso contatto il mio ragazzo che è odontotecnico e ti faccio sapere cosa ne pensa lui che ha più esperienza di me!!  (+ info)

Cosa è meglio effettuare, un ponte o un impianto dentale?


Ho appena dovuto estrarre un premolare, e mi è stato proposto un ponte con tre capsule che mi impone di molare due denti perfettamente sani fino a farli diventare dei monconi per poter fare il ponte con il dente mancante. Io ho sentito parlare anche di un impianto dentale con perno che mi consentirebbe di evitare di ridurre i due denti adiacenti a semplici monconi e inserire la corona direttamente sul perno innestato sull'osso. Voi che mi consigliate??
----------

Premetto che tutto dipende dalle condizioni del tuo osso, ma se sei giovane sana e non fumatrice non credo che possano esserci grandi problemi.

Detto questo: impianto tutta la vita. E' più lungo come intervento, ci vogliono vari mesi prima di posare la capsula definitiva e ovviamente trattandosi di innesto nell'osso possono esserci complicazioni (rare). Però sacrifica molti meno denti ed è più stabile del ponte. Il costo è praticamente uguale, ma il ponte si può rompere più facilmente.

Io comunque sentirei almeno un paio di dentisti (con preventivo) prima di decidere.  (+ info)

La piorrea a cosa è dovuta? E' possibile che sia dovuta ad un impianto dentale inadeguato?


Ho un molare devitalizzato e il mio dentista mi ha installato un impianto dentale (perno con capsula). Inizialmente ho avuto delle microfitte (dopo ho capito che c'era stata una battitura con il dente superiore, infatti la capsula era un pò danneggiata). Poi non ho avuto alcun dolore, ma dopo qualche settimana si è gonfiata la gengiva della zona interessata. Sono passati 4 mesi e la gengiva non si è mai sgonfiata del tutto. Il mio dentista mi ha diagnosticato una piorrea. Vorrei capire se la piorrea possa essere stata causata, oltre che da predisposizione genetica, da questa situazione?
Aspetto le vostre risposte e anche ulteriori domande al riguardo. Vi ringrazio
Vi ringrazio x le risposte, inizialmente il mio dentista mi ha detto che avevo un ascesso, causato probabilmente dal precontatto con il dente superiore.L'ultima volta che sn andata da lui, mi ha detto che ho la piorrea o malattia paradontale (non ha eseguito alcun test) e mi ha effettuato una pulizia locale nella zona secondo cui sarebbe cominciata l'azione della piorrea, che sfortunatamente (ha detto lui) sarebbe la zona in cui è presente l'impianto dentale. Ha insistito anche sul fatto che probabilmente io avessi già la piorrea e sul fattore genetico. Il dente l'ho devitalizzato da un altro dentista circa 10 anni fa e lui mi ha detto ke nn era devitalizzato bene ma non c'era alcuna reazione, si era calcificato. Quindi ha deciso di non intervenire e scegliere di fare l'impianto (io avevo un impianto precedente che se ne cadeva spesso, però non avevo mai avuto infezioni) E' possibile ke il nuovo impianto sia causa della piorrea?Sarebbe meglio se sentissi il parere di un altro dentista?
Inoltre sdi tratterebbe di piorrea giovanile perchè io ho 26 anni. Per rispondere al Dott. Cataldo credo che ci sia stato un danno masticatorio a causa di precontatto. Poi ho avuto un ascesso e ho preso anche degli antibiotici. Ora la piorrea (che il mio attuale dentista sottolinea che sicuramente avevo già, motivando che i denti vicino al dente con l'impianto che sarebbero i denti interessati alla piorrea si muovono di più rispetto agli altri). Quando gli ho chiesto come mai non se ne fosse accorto prima, mi ha risposto che non è molto evidente con una semplice visita vedere se c'è la piorrea. Vi chiedo: possibile tutto questo? O il mio dentista mi ha, involontariamente, causato la piorrea e vuole allontanare da sè ogni responsabilità?
----------

sono d'accordo con quanto detto dagli altri. aggiungo solo una cosa. Nel tuo caso, non si tratta di piorrea (generalizzata) ma di infiammazione acuta localizzata dovuta molto probabilmente ad un problema al dente ( devitalizzazione sbagliata, dente fratturato, ecc).

Pertanto, dovresti trattare quello specifico dente e vedere cosa cè che non va.

Se il tuo dentista ti ha detto che è "piorrea", ci sono 3 possibilità:

1) hai veramente una "piorrea" che era evidente anche prima o che è sorta dopo la corona (a volte le parodontiti agrressive possono distruggere tutto in pochi mesi)

2) il tuo dentista dice "piorrea" ma intende altro, per farti capire il concetto che cè un problema, o per togliere l'attenzione al fatto che è il perno che ha causato un problema

3) il tuo dentista non sa cosa vuol dire "piorrea"

In bocca al lupo (che con la piorrea ha meno denti, e quindi ti va meglio!!)  (+ info)

Qualcuno ha mai fatto un rialzo osseo per un impianto dentale?


Fatemi sapere se avete sofferto durante o dopo perchè dovrei farlo a giorni ma sono un pò in ansia .
Cosa mi consigliate? Lo faccio?
Un grazie anticipato a tutti'
----------

L'ha fatto mia mamma e, durante l'intervento, l'anestesia non le ha fatto sentir particolare dolore, poi nei giorni successivi un leggero indolenzimento, però varia da persona a persona. Ti consiglierei cmq di farlo serenamente perché poi il fastidio che devi patire ti sarà di certo ripagato dal risultato ottenuto! Ciao, in bocca al lupo!  (+ info)

Sono tanti 3500euro per un impianto dentale e dalle 300 alle 600euro per una devitalizzazione?


PS: secondo me il mio dentista è impazzito.
----------

SE E' UN DENTISTA PER VIP TUTTO OK SE NO E' PAZZO VERAMENTE, MEDIAMENTE PER UN LAVORO DI OTTIMA QUALITA IMPIANTO + ELEMENTO DENTARIO AL MASSIMO 2000 EURO E DEVITALIZZAZIONI DA 200 A MAX 400 EURO DIPENDE DAL DENTE  (+ info)

Come è possibile che dopo due settimane dall'intervento(mini impianto dentale)abbia ancora la gengiva gonfia?


La parte gonfia è proprio quella dove c'è l'impianto,e molto spesso a seconda del movimento mi fa male...
----------

è molto strano....

è facile che l'infiammazione nasca da un problema con l'impianto. In questo caso l'impianto va rimosso. se poi ti fa male quando lo tocchi, la cosa è certa!

Questi problemi non esistono se si utlizzano prodotti di qualità e se si applicano tutte le procedure di sterilità del campo operatorio. In caso contrario sono frequenti e fastidiosi!!!!  (+ info)

Impianto dentale prima di partire con aereo?


Devo fare un impianto dentale ma dopo 10 giorni parto con l'areo (mi fermerò all'estero per 10 giorni).
Parto tranquillo o sarebbe meglio spostare l'appuntamento dal dentista al mio ritorno?
si, e' un dente singolo.
Hanno gia' riempito con osso sintetico 6 mesi fa.
----------

Ciao,
se è un impianto di un singolo dente e se le cose vengono fatte bene, non ci saranno problemi di sorta.

La cosa è diversa se ci sono rigenerazioni ossee (per esempio rialzo di seno) o impianti multipli con protesi rimovibili provvisorie.... in tal caso, è meglio che stai tranquillo per un po....  (+ info)

1  2  3  4  5  6