• viene
  • L'integrazione tra impianto e osso può supportare carichi fisici per decenni senza che vi siano rotture.Per la sostituzione di un singolo dente, un moncone viene prima fissato all'impianto tramite una vite prigioniera. (wikipedia.org)
  • Quando la protesi è fissa, essa viene fissata al pilastro o con una vite prigioniera o con cemento dentale. (dentistaimplantologiaprezzi.it)
  • inserimento dell'impianto, che viene lasciato transmucoso, emerge la testa dell'impianto, si potrà così o lasciare guarire (sempre per 2-6 mesi) per integrazione ossea o caricare immediatamente, con apposito pilastro dentale, in modo provvisorio o definitivo, a seconda dei casi. (centrochirurgiaorale.it)
  • sono
  • I prerequisiti per il successo a lungo termine degli impianti dentali osteointegrati sono l'avere osso e gengiva sani. (wikipedia.org)
  • Tipicamente il numero di denti superano i punti di ancoraggio, costituito da quelli che sono inseriti direttamente negli impianti, denominati abutment, e da quelli tra gli abutment chiamati elementi intermedi. (wikipedia.org)
  • Denti individuali sono stati sostituiti con impianti. (dentistaimplantologiaprezzi.it)
  • I più utilizzati sono quelli a vite di tipo endosseo, nella maggioranza dei casi lasciati sommersi sotto gengiva per un periodo congruo in base alla sede. (wikipedia.org)
  • Poiché, sfruttando al meglio le fasi necessarie, sono in grado di concentrare anche in una sola ed unica seduta tutta la procedura chirurgica, vi permettono di andarvene in giornata dalla Clinica dentale di Milano con in bocca i vostri nuovi denti con i quali poter sorridere, parlare e anche mangiare. (milano.it)
  • Questi impianti non sono altro che dispositivi, metallici e non, inseriti chirurgicamente nell'osso mandibolare o mascellare, o sopra di esso ma sotto la gengiva, atti a loro volta a permettere la connessione di protesi, fisse o mobili, per la restituzione della funzione masticatoria. (centrochirurgiaorale.it)
  • Gli impianti e la connessione Press-fitting a doppio sigillo di Bone System sono il frutto di 25 anni di ricerca e di impegno, finalizzati al benessere del paziente attraverso l'abbattimento di qualsiasi tipo complicanza, con particolare attenzione all'evenienza di patologie in grado di vanificare i vantaggi di un impianto dentale. (bonesystem.it)
  • hanno
  • Il successo o il fallimento degli impianti dipende sia dallo stato di salute della persona che lo riceve, dagli eventuali farmaci assunti e che hanno un possibile impatto con l'osteointegrazione e la condizione dei tessuti della bocca. (wikipedia.org)
  • Sebbene nella percezione generale la terapia implantare sia considerata una procedura riabilitativa con elevato grado di successo, si è notato che i processi infettivi come la Parodontite (Piorrea) che colpiscono i denti naturali hanno in comune ceppi batterici in grado di colpire l'area circostante gli impianti, dando origine a mucositi e, in forma più grave, a perimplantiti. (bonesystem.it)
  • Nel corso dei decenni, l'esperienza clinica, la ricerca e l'industria hanno prodotto sforzi considerevoli per migliorare e affinare gli impianti dentali e l'adesione con l'osso, ma lasciando ancora aperto un aspetto legato alla stabilità dei componenti che compongono un impianto dentale, la cui mobilità nel tempo può provocare l'insorgere di perimplantiti. (bonesystem.it)
  • anni
  • In presenza di tessuti sani, un impianto ben integrato con opportuni carichi biomeccanici può avere un tasso di successo a lungo termine tra il 93% e il 98% per il fissaggio e una durata da dieci a quindici anni per i denti protesici. (wikipedia.org)
  • successo
  • Alla scuola svedese si deve la metodica di "osteointegrazione", sviluppata per primo da Per-Ingvar Branemark, basata sul carico differito e tesa a rendere più controllabile il successo dell'intervento implantologico: prevede l'utilizzo di impianti endossei a vite ed a connessione protesica, con carico differito, ovvero attesa 3-4 mesi in mandibola e 5-6 in mascella. (wikipedia.org)
  • casi
  • Nei casi in cui l'alterazione è inveterata, la terapia è articolata su vari "steps" o gradini, generalmente partendo dall'uso di un "bite", che è un piccolo apparecchio mobile rieducatore realizzato da laboratori specializzati, che permette un rilassamento muscolare con scomparsa dei principali sintomi dolorosi, e successivamente un ripristino dell'armonia dentale con apparecchi ortodontici ed eventualmente protesici. (implantologiasalerno.it)
  • migliori
  • Prevenzione e cura delle anomalie nella posizione dei denti (malocclusioni), delle malformazioni delle ossa mascellari e dei problemi di allineamento dentale, per un sorriso e una funzionalità migliori. (clinicadelsorrisothiene.it)
  • mediante
  • La posizione degli impianti è determinata dalla posizione e dall'angolo dei denti adiacenti, da simulazioni di laboratorio o mediante l'utilizzo della tomografia computerizzata (spesso tramite apparecchiature CBCT) con simulazioni CAD/CAM e guide chirurgiche. (wikipedia.org)
  • forma
  • Quella endossea è al momento la più diffusa, ed utilizza impianti di forma cilindrica/conica più o meno filettati all'esterno e con connessione interna a varia conformazione per la parte emergente, viti piene di un solo corpo, lame ed aghi. (centrochirurgiaorale.it)