invasivo

  • Rappresenta un fattore di rischio compreso tra il 15-20% a 15-20 anni per lo sviluppo di un carcinoma invasivo (sia duttale che lobulare) omo/controlaterale. (wikipedia.org)
  • Esiste la possibilità che al momento della asportazione il polipo contenga già focolai di carcinoma invasivo Early Colorectal Cancer Carcinoma limitato alla mucosa Carcinoma infiltrante la sottomucosa con parametri istologici favorevoli Rappresenta il 19-22% dei carcinomi colorettali asintomatici identificati nel corso di screening. (slideplayer.it)

situ

  • presenta aspetti citologici e strutturali sovrapponibili a quelli del carcinoma lobulare in situ (LCIS) dal quale si differenzia in termini quantitativi (meno di metà del lobulo interessato). (wikipedia.org)
  • Forma più frequente (90% dei casi) che deriva dall'accumularsi di danni genetici sulla mucosa sana, passando attraverso quadri di metaplasia intestinale o adenoma gastrico, fino alla displasia e alla trasformazione in carcinoma in situ, fino all'invasione. (wikipedia.org)

tumore

  • Tuttavia anche i diversi altri tipi di tumore, che rappresentano insieme la maggioranza dei non adenocarcinomi, possono derivare da queste cellule. (wikipedia.org)
  • Il carcinoma del colon-retto (CRC) è il tumore maligno più frequente originato nel colon, nel retto e nell'appendice. (wikipedia.org)
  • Le cellule di questo tumore, solitamente, possiedono mutazioni ereditate o acquisite nel corso della vita a carico di geni coinvolti nella via di trasduzione del segnale Wnt, e/o nella replicazione del DNA o e/o nella riparazione del DNA. (wikipedia.org)
  • Il carcinoma gastrico entra in diagnosi differenziale con le altre formazioni benigne e maligne dello stomaco (polipi, tumori dei tessuti molli, linfomi, tumori neuroendocrini, sarcomi, GIST) La classificazione TNM è utile per stabilire l'estensione del tumore ed è indispensabili per formulare la prognosi e la terapia più adeguate. (wikipedia.org)

gastrico

  • Tale linea può andare incontro a risalita nella malattia da reflusso o può dar luogo e foci metaplastici a carattere intestinale con ghiandole di Paneth o gastrico con ghiandole fundiche o a cellule caliciformi. (blogspot.it)
  • può evolvere a carcinoma iniziando come processo atrofico a carico della mucosa che evolve poi in metaplasia intestinale (l'epitelio gastrico diventa simile a quello dell'intestino) e displasia) intervento di gastroresezione (asportazione di parte dello stomaco) prima dei 40 anni. (wikipedia.org)

mucosa

  • La persistenza di quadri clinici come questi ed anemia ipocromica microcitica nel tempo deve portare ad eseguire accertamenti ed una gastroscopia con eventuali biopsie random e citobrush ("spazzolamento" della mucosa per cercare cellule neoplastiche). (wikipedia.org)

sono

  • Viceversa, nelle lesioni localizzate del carcinoma del colon-retto sono spesso presenti aree adenomatose riconducibili a precedenti formazioni polipoidi. (wikipedia.org)

stomaco

  • I tumori del pancreas (o neoplasie del pancreas) si verificano in seguito alla moltiplicazione fuori controllo delle cellule del pancreas, un organo ghiandolare posto dietro lo stomaco, cellule che vanno a formare una massa. (wikipedia.org)

caliciformi

  • L'epitelio è cilindrico pluristratificato vibratile con cellule mucipare caliciformi intercalate che diventa pavimentoso composto in vicinanza dell'adito laringeo e sui labbri vocali in quanto il loro continuo sfregarsi necessita di un epitelio capace di resistere alle sollecitazioni meccaniche. (wikipedia.org)

spesso

  • costituito più spesso da cellule secernenti (adenocarcinoma) è la quinta causa di morte per cancro al mondo. (wikipedia.org)

mutazioni

  • polipi gastrici adenomatosi malattia di Menetrier Nell'evolvere a carcinoma le cellule gastriche soggette a vari insulti ambientali che provocano mutazioni nei geni in tappe successive, solo se queste avvengono in un certo ordine esse portano la cellula a perdere le sue caratteristiche fisiologiche senza essere eliminata dall'organismo o dai sistemi di controllo dell'apoptosi (teoria della cancerogenesi multifasica). (wikipedia.org)

possono

  • Microscopicamente si possono trovare, seppur non patognomoniche, cellule dette "ad anello con castone" data la presenza di un prominente vacuolo ricco in mucine che costringe il nucleo in una posizione periferica. (wikipedia.org)

capacità

  • È causato dall'abnorme crescita di cellule con la capacità di invadere i tessuti e di diffondersi in altre parti del corpo. (wikipedia.org)

ghiandolare

  • Al microscopio ottico è composto da cellule compatte, tendenzialmente ben differenziate in senso ghiandolare. (wikipedia.org)

controllo

  • Un carcinoma può essere scoperto anche per un controllo bioptico su un'ulcera gastrica. (wikipedia.org)

come

  • L'esatta origine è da ricercarsi nei condotti delle secrezioni esocrine, come enzimi e idrogenocarbonato, del pancreas (vedi figura a destra).Il secondo tipo più frequente è il carcinoma a cellule acinose del pancreas che origina dalle cellule che producono gli enzimi, comprendendo il 5% dei tumori del pancreas esocrino. (wikipedia.org)
  • Patologie maligne come carcinoma squamocellulare e adenocarcinoma riferite all'esofago meritano quindi attenzione non solo per la particolare aggressività, ma anche per la non irrilevante prevalenza. (wikipedia.org)