nelle lesioni del cervelletto si ha: atrofia muscolare, asimbolia, atassia o paralisi?


Atrofia muscolare no perchè deriva dalla denervazione cioè un danno ai motoneuroni alfa
Paralisi nemmeno perchè dal cervelletto non partono le fibre piramidali(quelle provengono dalla coteccia telencefalica)...il cervelletto è infatti deputato al controllo del movimento e della postura,ma non all'iniziazione del movimento. L'asimbolia credo derivi da un difetto di ideazione e quindi da qualcosa che abbia danneggiato i lobi frontali. L'atassia è la risp esatta perchè in caso di lesioni al cervelletto l'andatura diventa atassica ossia simile a quella dell'ubriaco:barcollante e con le piante dei piedi ben distanziate tra loro.il paziente cerebellare infatti ha problemi a mantenere la postura eretta perchè il cervelletto elabora le informazioni provenienti dall'organo dell'equilibrio(orecchio interno) e attua aggiustamenti posturali che consentano al soggetto di non cadere al suolo.  (+ info)

esistono cure per atrofia ponto cerebellare?


Purtroppo non esistono cure per tale patologia che è dovuta ad una degenerazione cicatriziale fino all'atrofia del ponte ( formazione a cavallo tra i due emisferi cerebrali ) e del cervelletto con sintomi di incordinazione, tremori, atassia, disartria e altro.
Con interventi farmacologici e cure riabilitative si può giusto cercare di ridurre i sintomi.
Non è ancora sicuro se ci sia familiarità o no.  (+ info)

che cos'è l'edentulia totale con atrofia dei mascellari ?!?


per edentulia totale si indica un bocca completamente senza denti (edentulia appunto) e l'atrofia dei mascellari è una sua conseguenza, i mascellari sono le 2 ossa della bocca per intenderci mascellare superiore il palato, e mascellare inferiore la mandibola. si parla di atrofia perchè le ossa essendo di tessuto spugnoso e quindi non compatto, l'osso tende perciò a riassorbirsi dopo che cadono tutti i denti.. spero diessere stata abbastanza chiara :)  (+ info)

ernia L5S1 forte infiammazione nervo sciatico, conseguente atrofia gamba sin. diff. di circa 1cm ,consigli?


Attualmente l' infiammazionee è sotto controllo, è possibile riequilibrare lo scompenso senza rischiare ricadute.
----------

  (+ info)

condizione dell'incipiente atrofia corticale?


ciao a tutti..vorrei sapere il signaficato di questa definizione.
per favore rispondete numerosi..è urgente..grazie
----------

Incipiente = Che incomincia, che è all'inizio
Atrofia = Riduzione del peso e del volume (e quindi della funzionalità) di un organo o di un tessuto
Corticale = Che riguarda i tessuti

l' atrofia corticale è l' assottigliamento della materia grigia cerebrale (la corteccia appunto), con allargamento dei solchi tra le circonvoluzioni. Può essere diffusa o localizzata (di solito ai lobi frontali) e può avere varie cause: di solito si presenta verso i 60 anni o per cause vascolari o per progressiva distruzione dei neuroni (le cellule della corteccia), da qui il Morbo di Alzheimer (se l' età è 60 - 70 anni) o demenza senile (dopo gli 80 anni). Ci possono essere anche cause tossiche (agenti ambientali intossicanti, farmaci, droghe) o infettive (molto più rare e localizzate).  (+ info)

Cosa significa atrofia ossea?


atrofia ossea vuol dire che parte dell'osso (o a volte tutto) ha perso il suo volume e la sua consistenza; questo può essere dovuto a stress meccanici (ad esempio anomali assetti delle articolazioni che creano punti di stress tra i due capi ossei, causandone l'assottigliamento) chimici (presenza di alcune sostanze autoprodotte che aumentano l'assorbimento osseo).  (+ info)

atrofia del verme cerebellare?


Buongiorno a tutti,
ho 33 anni e siccome da un bel po' di anni (forse una decina) mi vengono seppur in maniera sporadica degli attacchi simili all'epilessia volevo sapere da che cosa poteva dipendere. Questi attacchi sono sporadici (possono capitare raramente tipo 1 o 2 al mese oppure molto + spesso, in qualsiasi ora della giornata, in qualsiasi momento - sia se sto camminando, quindi in movimento, sia se sono seduto o sdraiato, in qualsiasi luogo, insomma avvengono in maniera casuale). Quando mi prendono questi 'attacchi' faccio fatica a camminare (in quel momento mi devo appoggiare a qualcosa o cmq stare fermo, sennò rischio di cadere), non riesco a coordinare i movimenti delle braccia e delle gambe e nello stesso istante faccio fatica persino a parlare (a scandire le parole), per questo ho definito questa cosa come 'simile all'epilessia'...
anche la durata e l'intensità sono variabili (possono durare da qualche minuto a qualche ora). Qualche dettaglio familiare: a mio padre (70 anni) è stata diagnosticata l'atrofia olivo-cerebellare, ma gli 'attacchi' che vengono a lui sono molto + frequenti e molto + intensi dei miei, e una delle mie zie purtroppo è deceduta qualche anno fa a causa della sclerosi multipla.
Fino a questo momento sono stato visitato da parecchi medici e neurologi che non hanno saputo darmi una spiegazione chiara su questa 'malattia' nè tanto meno una cura.
L'11 gennaio 2009 mi sono sottoposto ad una risonanza magnetica con contrasto, questa è la risposta allegata alle lastre:

Lo studio RM encefalo con contrasto ha documentato un quadro di modesta - discreta atrofia del verme cerebellare ed in minor misura degli emisferi cerebellari; non evidenti lesioni focali nel contesto dei tessuti parenchimali encefalici esaminati.

Stavo pensando che forse sarebbe il caso di assumere qualche farmaco antiepilettico (qualcosa tipo "Lyrica"), non lo so, potete darmi un consiglio? Grazie infinite.
----------

Ciao Laura mi space per la tua situazione che immagino invalidante e fonte di preoccupazione. per la terapia non saprei consigliarti (ma uno dei neurologi dovrebbe farlo). Pe ri risultati: l'atrofia del verme potrebbe combaciare con i tuoi sintomi: il verme è una parte del cervelletto,che è una parte dell'encefalo depupata appunto all'equilibrio e ai movimenti fini e finalizzati. Atrofia significa diminuzione di volume/numero di cellule.
Ti consiglio di tornare da un neurologo (magari un altro) per far valutare la diagnosi e chiedere informazioni sulla possibile terapia. Prova anche a consultare un sito di specialisti.  (+ info)

Atrofia,quando,dove,perche?


Tra la cosa fisiologica e patologica e gli esempi degli stessi cosa altro si può dire di atrofia?
----------

ciao poni la tua domanda meglio su qst sito, ci stanno dottori che rispondono ai nostri problemi e danno consigli;
http://www.medicitalia.it  (+ info)

1  2  3  4  5  6